Maison Rock Coucou: idee creative per tutta la casa

maison rock coucou

maisonrockcoucou.blogspot.it

Maison Rock Coucou è il blog di Elena, un ingegnere edile e architetto di origine sarda, dalle numerose passioni.
È bastato leggere di sfuggita il suo blog per rimanerne incantati. Immagini di qualità che tengono incollati allo schermo, affascinanti home tour scovati sul web, un’invidiabile raccolta di consigli e idee per arredare e decorare tutta la casa, scatti fotografici realizzati personalmente. Degne di nota le categorie “Tavola” e “Laboratorio”. La prima è una vera fonte di idee fai da te per decorare il tavolo da pranzo a seconda dell’occasione e del periodo, la seconda è una raccolta di progetti che Elena realizza con un gruppo di bambini.

Un blog, mille sfaccettature, moltissime idee creative per tutta la casa. Impossibile riassumere tutto a parole, correte a leggere gli articoli…

Ecco come si descrive l’autrice di questo blog:

Sono Elena, Ingegnere Edile-Architetto con la grande passione per la progettazione, la decorazione di interni e in generale, per la creatività. Maison Rock CouCou sono io, è quella parte di me che mi caratterizza da quando ricordo di esistere; quando facevo danza classica, il mio sogno era progettare le scenografie e le coreografie e non diventare una ballerina, poi andavo matta per le Lego e volevo fare l’architetto. La mia prima raccolta importante, dopo il Corriere dei Piccoli, erano tutti i numeri di un manuale di creatività che mi faceva sognare ad occhi aperti. E così è stata la volta del cartonnage, delle decorazioni floreali e poi, con la laurea, di  nuovo della decorazione degli spazi, delle ristrutturazioni e dell’arredo, potendo così occuparmi  di quello che avevo sempre sognato!
E il mio blog è tutto questo: pensieri, idee, progetti, immagini, nuovi stimoli e obiettivi.
Un’attenta analisi alle nuove tendenze coniugata sempre ad una forte impronta personale. Mi piacciono le tradizioni ma con quel pizzico di contemporaneità che le rendono fresche e diverse. Adoro le linee morbide, le fibre naturali, il legno con i suoi profumi. E quei dettagli che fanno la differenza: un fiore, una fantasia, un accostamento di colori o due semplici oggetti sistemati a regola d’arte. Mi piace l’arredo che nasce e trasmette un’emozione. In parallelo, la parola d’ordine è sempre “funzionalità”. Non può esistere un progetto che non sia pratico e personalizzato, perché la casa si vive e deve farci star bene.

Torna su