Arredabook






 
 
 

Perchè il colore ROSSO?

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Idee

stanza pareti rosseIl colore Rosso è simbolo dell’amore e dell’energia vitale sia mentale che fisica. L’uso di questo colore aiuta a combattere le energie passive infondendo una straordinaria forza sia psichica e che motoria.

Abbinato al primo Chackra, il colore Rosso simboleggia l’estroversione e la forza di volontà. Influendo sul battito cardiaco e sulla pressione sangiugna stimola il nostro corpo accelerando i ritmi vitali. Il Rosso è quindi sinonimo di forte passionalità, di grande personalità e di fiducia in se stessi. Inoltre, il colore Rosso stimola la creatività e aumenta le capacità di autoconservazione.

Chi preferisce il colore Rosso ha voglia di vincere. E’ una persona con grande energia che ama agire e mettersi sempre in competizione con il prossimo e, soprattutto, con se stesso. Ha un carattere audace e desidera sempre colpire l’attenzione degli altri.

Tags:

 
 

Visita allo Show-room Rossana Cucine

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Design

ROSSANA 9

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho avuto il piacere e l’onore di visitare l’esposizione di un’azienda di cucine di fama mondiale accompagnata da un cicerone d’eccellenza, il Direttore Pierluigi Paolini. Sono pochi i marchi così profondamente radicati nell’immaginario collettivo del nostro paese. Rossana è tra questi.

Cinquant’anni di storia trascorsi ai vertici nella produzione di cucine contemporanee di alta gamma, fanno di Rossana un marchio di riferimento progettuale, tecnologico e qualitativo per l’intero comparto del design di qualità. La forza di Rossana è di non essersi mai limitata a dare solo risposte al mercato, ma se mai anticipazioni, ricerca, creatività, sviluppo. Rossana si è avvalsa fin da subito della collaborazione dei più grandi nomi del design Internazionale: Giancarlo Iliprandi, Michele De Lucchi, Rodolfo Dordoni, Tito Agnoli, Christoph Pillet, Massimo Castagna, Salviati-Tresoldi, Alfredo Zengiaro, Ennio Arosio e tanti altri, riuscendo così ad entrare con migliaia di installazioni nelle più belle case d’Italia e del mondo. Le cucine Rossana nascono per durare nel tempo.

ROSSANA 18Cucine estranee alle mode e concepite con cura maniacale del dettaglio tecnico e costruttivo. Culturalmente per pochi, sono cucine destinate ad una clientela evoluta, in grado di apprezzare la flessibilità di sistemi progettati per permettere una personalizzazione con taglio quasi sartoriale. Sistemi dove la trasversalità dei componenti consente di adattarle sia a grandi che a piccoli ambienti. Un prodotto complessivamente più haute couture, che pret a porter, più di nicchia, che di serie, pensato ad hoc per ciascuno, piuttosto che standardizzato per tutti.

L’indiscutibile qualità, l’inesausta evoluzione del prodotto, la costanza nel perseguire questi intenti e la coerenza nel farlo danno oggi al marchio Rossana una forza assoluta: la credibilità, fattore determinante soprattutto in tempi incerti per il mercato internazionale.

ROSSANA 4

ROSSANA 20

ROSSANA 23

Tags:

 
 

ARREDABOOK AL GALA COLOMBINI

Pubblicato da blog ospite in Arredabook

GALA 9aCon immenso piacere ho accolto l’invito di una grande azienda come Colombini per una serata di gala a Rimini, presso il Palacongressi, per festeggiare il traguardo dei primi 50 anni del Gruppo sammarinese nato a Dogana in un piccolo laboratorio di falegnameria e divenuto oggi un colosso sul mercato internazionale del mobile.

Colombini, nata nel  1965 per mano dei tre fratelli Ivo, Elio e Giuseppe ha organizzato un ricevimento di tutto punto per festeggiare i 50 anni di sogni realizzati dal gruppo Colombini. Durante la serata, condotta dal presentatore Marco Maccarini, sono intervenuti il presidente Ivo Colombini e l’amministratore delegato Emanuel Colombini, che hanno ripercorso con racconti, aneddoti e dati le tappe che in 50 anni hanno portato una bottega di famiglia a diventare l’azienda che nel 2014 ha fatturato 160 milioni di euro (in crescita dell’8,7% per il mercato italiano e del 5,7% per l’estero sull’anno precedente) producendo, in cinque stabilimenti, arredo con i marchi Febal Casa, Colombini Casa e Rossana.

Persone squisite che con la loro semplicità hanno raccontato, in un filmato che ha dato loro voce in tutti i ruoli, questi anni di successi con immenso orgoglio sottolineando il loro impegno quotidiano per mantenere l’azienda in costante crescita e sviluppo grazie a soluzioni su misura e ricercate stilisticamente declinate all’accessibilità di prezzo. Un vero trionfo familiare ispirato dalla volontà di far emergere l’autenticità del design italiano per tutta la casa.

 GALA 1

GALA 2

GALA 4

GALA 6

GALA 7

GALA 8

GALA 9

GALA 10

GALA 11

Tags:

 
 

DESIGN IN VILLA 19-22 GIUGNO 2015

Pubblicato da blog ospite in Arredabook

2015 241

Una location incredibile per un evento spettacolare organizzato da Kleppeck Design che unisce design e tradizione. Ecco il tour di Arredabook per questo appuntamento imperdibile accompagnati dall’organizzatore dell’evento, Alessandro Martelli.

 

2015 244

2015 316

2015 265

2015 295

2015 296

2015 297

2015 299

2015 301

2015 266

2015 258

2015 248

2015 250

2015 251

2015 256

2015 257

2015 259

2015 260

2015 261

2015 262

2015 263

2015 264

2015 268

2015 269

2015 270

2015 271

2015 272

2015 274

2015 279

2015 276

2015 277

2015 275

2015 280

2015 281

2015 282

2015 283

2015 285

2015 286

2015 288

2015 289

2015 290

2015 291

2015 292

2015 293

2015 304

2015 303

2015 305

2015 306

2015 308

2015 309

2015 310

2015 311

2015 312

2015 313

2015 314

 

Tags:

 
 

PROMO CAMERA MATRIMONIALE 2015 IN TUTTA ITALIA!

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Idee

KICO – Home Elements lancia una ‪#‎promo‬ esclusiva per la tua camera emozionante!
Puoi trovare il rivenditore più vicino a te (per tutti i dettagli) a questo link:
http://www.kico.it/sales-force-regioni.html

tres-facile 1

tres-facile 2

Tags:

 
 

Arredare il bagno: le ultime tendenze

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Idee

shabby1Le ultime tendenze in fatto di arredamento del bagno sembrano riportare a un’atmosfera di ritorno e di riscoperta. La fanno da padrone infatti un ritorno alla natura, alle linee essenziali, alla naturalità dei materiali, ma anche agli stili che si rifanno al passato come il rustico e lo shabby chic.

Ed infatti il bagno non poteva rimanere immune dall’ondata provenzale che sembra aver travolto il mondo dell’arredamento. Di grande tendenza per l’arredo del bagno lo stile shabby chic che impone l’uso del bianco e di materiali come il legno, grezzamente restaurati in modo da far apparire ancora la propria matericità ed il ferro. I complementi d’arredo per un bagno in stile shabby chic sono grandi specchi dalle cornici bianche, ma anche fiori posti a decorazione dell’ambiente.

In un vero bagno shabby chic che si rispetti poi un’ampia vasca prende il posto del bagno, meglio se con i piedini e dalle linee un po’ retrò.

shabby2

Un altro cavallo di battaglia delle tendenze d’arredo di questi ultimi tempi è il ritorno alla natura: il bagno diventa un vero e proprio tempio nel quale uomo e natura si incontrano: i colori come il verde richiamano fortemente l’elemento naturale ed i materiali si fanno grezzi, primitivi e poco lavorati, come nel caso dei mobili in betulla e ciliegio che attraverso la loro essenzialità riescono a trasmettere al contempo austerità ed eleganza.

2

I più originali ed arditi potranno optare per delle vere e proprie pareti viventi, totalmente ricoperte da verdissime piante, mentre gli altri potranno usare delle semplici piante da terra per decorare il bagno.

Là dove l’eco ed il design si incontrano, qualsiasi siano però le vostre preferenze, la parola d’ordine è solo una: attenzione ai consumi e al risparmio delle risorse. Dunque scegliete luci a basso consumo, ma anche docce, rubinetti e sanitari con tecnologie in grado di provvedere al risparmio idrico.

Per coloro che invece non vogliono rinunciare alla modernità le nuove frontiere dell’arredamento contemporaneo in fatto di bagno coniugano al massimo l’essenzialità delle linee con la funzionalità. Il bagno diventa così un vero e proprio tempio del design attraverso vasche dalle linee morbide e minimali che creano un buon contrasto con la squadrata geometricità dei mobili. Si conferma inoltre per l’arredo moderno la prevalenza dei sanitari a sospensione, magari di colori inusuali, come il grigio o l’antracite, ma mai troppo vivaci ed accesi.

3Che sia un ritorno alla natura, alla semplicità delle linee o al passato attraverso una sua moderna rivisitazione, le ultime tendenze di design in fatto di bagno sembrano volerci far riconnettere a qualcosa che sembrava dimenticato. Ma che consigli possiamo dare a chi vuole ristrutturare il bagno e, soprattutto in questi tempi di crisi, vuole prestare attenzione allo stile e senza sforare il proprio budget? Lo abbiamo chiesto agli esperti di facileristrutturare.it – ristrutturazioni Milano che chi hanno dato alcuni preziosi consigli: che ad influire maggiormente sui costi di ristrutturazione del bagno sono la scelta dei sanitari e delle piastrelle che possono far impennare il prezzo della realizzazione del nuovo bagno. Le oscillazioni di prezzo infatti non sono da trascurare perché se una piastrella di medio livello può costare circa 20 euro al mq sul mercato se ne possono trovare anche alcune che costano fino a 140 euro al metro quadro. Lo stesso discorso vale per i sanitari che se solitamente possono costare sui 200-300 euro per i pezzi di design più accattivanti può superare i 1000 euro.

Se dovete ristrutturare il vostro bagno quindi cercate di tenere sempre a mente il vostro budget in fase di progettazione, con i giusti accorgimenti infatti è possibile realizzare un bagno di tendenza senza ritrovarsi con brutte sorprese al momento di dover pagare il conto!

Tags: ,

 
 

TORNA IN AUGE LA CARTA DA PARATI: COME SCEGLIERE?

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Decor

carta parati 5Se ci parlano di carta da parti, la prima cosa che ci viene in mente, molto probabilmente, è la carta che vedevamo nelle case dei nostri nonni e che, a volte, ci sarà sembrata sicuramente un po’ esagerata o troppo fuori moda per via dei colori oppure per i motivi decorativi poco in linea con i nostri gusti. In effetti, questo complemento d’arredo ha avuto il suo boom soprattutto negli anni settanta, un’epoca temporalmente vicina a noi, ma che aveva visioni della vita e gusti artistici diversi dai nostri.

Nell’epoca contemporanea, tuttavia, abbiamo visto un ritorno dello stile di quegli anni, soprattutto nel settore dell’abbigliamento, tanto che i prodotti vintage stanno spopolando. Tra questi, per l’appunto, possiamo inserire anche la carta da parati.

Grazie alle tecnologie che permettono di realizzare praticamente qualsiasi motivo decorativo o grafica, la carta da parati sta ritornando in voga, anche per la sua praticità.

carta parati 2Se ci pensiamo, invece di dipingere una parete con tutto il trambusto che ciò comporta, possiamo applicare la carta, con l’aiuto di un rullo per evitare eventuali bolle o rigonfiamenti ed il gioco è fatto. Con questo non voglio mettere da parte la pittura di una parete, anzi, questo ha comunque il suo fascino e i suoi aspetti vantaggiosi, tra i quali il prezzo. La carta da parati, in effetti, è più costosa; bisogna però considerare che è molto più duratura e resistente della vernice. Con la carta da parati, inoltre, si evita di dover “impacchettare” la casa per evitare machcie e dover attendere il tempo necessario perché la pittura si asciughi e l’ambiente torni ad essere abitabile. 

carta parati 4

Tipologie di carta

Ciò che dobbiamo valutare è la scelta del materiale. Il nome stesso del rivestimento ci dice che è composto di cellulosa; la carta è in grado di resistere a lungo e può essere colorata e decorata in mille varianti diverse.

Questo, però non è l’unico materiale che viene impiegato per la realizzazione della carta da parati.

carta parati 3In commercio la si può trovare anche in tnt, il cosiddetto “tessuto-non-tessuto”; le stoffe impiegate sono lino, bambù, seta, cotone o juta, a seconda di ciò che deve essere raffigurato e anche del costo che si vuole sostenere. Ad esempio, la seta e il bambù vengono dipinti a mano, per cui sono più pregiati rispetto agli altri.

La caratteristica principale del tnt, qualunque tipo di tessuto venga utilizzato, è la poca manutenzione che richiede, per cui non è impegnativo.

C’è poi la carta da parati in vinile. Questa si distingue dalle altre per la sua lavabilità e, di conseguenza, adattabilità ad essere messa in ambienti quali il bagno o la cucina, o in altri ambienti dove l’umidità può essere elevata. Il vinile, infatti, è ricoperto da uno strato di pvc che lo rende impermeabile. Un altro vantaggio che presenta riguarda la semplicità con cui può essere rimosso e cambiato. Se, ad esempio, vogliamo variare spesso la decorazione delle nostre pareti, sia in casa sia in locali pubblici, questo tipo di carta da parati è pratica da rimuovere: basta staccare lo strato in vinile, avendo cura di lasciare la base di carta su cui verrà applicato il vinile successivo.

Esiste anche la carta da parati antisismica: questa è composta da tessuti in fibra di vetro, molto flessibile e resistente, che hanno la capacità di diminuire il distacco di elementi dalle pareti in caso di terremoto, prolungando il tempo utile per l’eventuale evacuazione degli ambienti.

Una volta scelto il materiale che preferiamo e che risulta più utile agli ambienti che dobbiamo decorare, non rimane che sbizzarrirci e decidere cosa vogliamo raffigurare: motivi geometrici, paesaggi, grafiche particolari, disegni e magari anche foto personali. Sia che vogliamo arredare e decorare casa, sia che abbiamo da rinnovare o abbellire il locale della nostra attività, la carta da parati lascia spazio alla creatività e alla fantasia di tutti noi.  

carta parati

Gloria Zaffanella è Public Relation Manager di Stampaprint S.r.l., azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Dopo una carriera nel print marketing, Gloria ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.

Tags: , , ,

 
 

DESIGN IN VILLA 19-22 GIUGNO 2015

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Design

kleppek

#DesignInVilla edizione 04

Nella splendida cornice di Villa Da Ponte, dal 19 al 22 giugno aprono le porte di #DesignInVilla, quattro giorni dedicati agli amanti del design dove poter apprezzare tutte le collezioni e le novità delle aziende distribuite da Kleppeck Design.

Un contenitore in cui lasciarsi affascinare da forme, tessuti, suoni ed idee di altissimo livello, dove farsi ispirare.

Dedicato ai professionisti del design, architetti e studi di interior (che potrebbero cogliere l’occasione per conoscerci ed entrare a far parte del nostro network), ristoratori ed albergatori che vogliano distinguersi e creare atmosfere nuove ed uniche per i propri clienti, professionisti del mondo eventi, matrimoni, ed ovviamente anche i privati che vogliano andare oltre a quanto trovano nei negozi tradizionali.

Il nostro obiettivo è farvi innamorare del design, come è successo a noi: vi aspettiamo.

Per info e registrazioni: kleppeckdesign.it

Vi aspettiamo!

Tags:

 
 

Salone del Mobile 2015

Pubblicato da blog ospite in Arredabook, Design

Un Salone del Mobile incredibile come sempre ed innovativo con un video d’eccezione: dovete sapere che questo signore nel video assieme a me dirige da anni le più famose aziende d’arredo italiane, è un vero direttore supermegagalattico e, dopo 3 mesi di lunghissimi ‘corteggiamenti’ professionali da parte mia sono finalmente riuscita ad incontrarlo: per me intervistare Giuseppe Casale è stato meglio di intervistare il mio cantante preferito e, assieme, vi proponiamo 4 minuti di recensione sul Salone 2015 con un finale di puro divertimento.  A voi i commenti !!!!

A spasso per il salone ci siamo pure fatti i selfie!

Massimo Di Filippo Direttore Doimo City Line

2015 041

1 minuto di Relax

2015 039

Giuseppe Casale Direttore Kico Home elements

2015 043

2015 046

2015 047

Le immagini dal Salone

2015 019

2015 015

2015 016

2015 013

2015 017

2015 018

2015 019

2015 020

2015 021

2015 022

2015 024

2015 025

2015 026

2015 027

2015 028

2015 029

2015 030

2015 031

2015 032

2015 033

2015 036

2015 038

2015 024

2015 042

2015 044

2015 044

2015 051

2015 052

2015 058

2015 053

2015 054

2015 055

2015 056

2015 059

2015 060

2015 062

2015 063

2015 064

2015 065

Tags: ,

 
 

Arredabook su RovigoOggi

Pubblicato da blog ospite in Arredabook

Seconda intervista! Arredabook va alla grande !

Leggi l’articolo qui [CLICCA QUI] 

Rovigooggi-Arredabook

Tags:

 
 




Torna su