5 luglio 2018 / / Casa al 21

Chi l’ha detto che solo in Svezia ci sono case come questa che sto per mostravi? Il progetto è di uno studio italianissimo, con base a Milano. Loro sono Studio Wok e questa è una casa progettata nei minimi dettagli senza per questo risultare “rigida”. Pareti libere e sequenze visive. Gli ambienti comunicano prima di tutto con lo sguardo, libero di muoversi, di allungarsi dalla cucina al soggiorno e dal soggiorno alla zona notte. Filo conduttore: i materiali, primo fra tutti il legno di pioppo, che ritroviamo nell’ingresso, nella zona giorno,  nella camera da letto e nel bagno. Un parquet che tiene insieme tutta la casa. E il colore, un azzurro tenue, che mette serenità e lega con piccoli dettagli tutti gli ambienti.

C’è armonia e fluidità in questa casa.  Io ci vivrei benissimo. E voi? 🙂

soggiorno_01

livingroom_03.jpg

dinningroom

pranzo_cucina

dettails_02

entry

dettails

bedroom_01

bathroom.jpg

 

Annunci


 
 

 
 
 
26 aprile 2018 / / Casa al 21

Anche se mi sono trasferita in questa casa da qualche anno, ci sono alcuni punti ancora non risolti. Ad esempio, non abbiamo i comodini in camera da letto, ma la soluzione pavimento per ora mi soddisfa. Certo la polvere è ovunque, ma finchè non trovo quelli giusti, non cadrò nella tentazione fortissima di andare all’Ikea…forse!

Invece, ci sono angoli e prospettive della casa che amo, soprattutto in queste giornate di Aprile, in cui la luce inizia a cambiare direzione ed intensità. Ogni cosa è meravigliosamente illuminata!

Nel weekend restare a letto è un piacere doppio! Mi piace circondarmi solo dell’essenziale, soprattutto in camera da letto. E’ anche un modo per riposare meglio e circondarsi di energia positiva.

dav

 

Ho inserito una pianta purificatrice d’aria, la pianta ragno o Clorofito, che con la sua buffa chioma e il suo verde brillante mette subito di buon umore, anche la scelta del vaso, aiuta a risaltarne la bellezza. Per staccare con la base, total white dei cassettoni ikea, ho inserito il sottovaso grigio di Sukhi. E’ perfetto con la sua consistenza morbida a riscaldare un angolo che altrimenti risulterebbe troppo freddo e la sua artigianalità lo rende unico. Sto pensando anche di mettere un tappeto sul pavimento dello stesso genere. Deve essere piacevole scendere dal letto la mattina e sentire qualcosa di morbido sotto i piedi. La scelta dei colori però sarà difficile. La candela, rende l’atmosfera della camera da letto subito più romantica e intima. Uso i due contenitori circolari in vetro colorato di Hay, come portagioie. Il coperchio abbinato è perfetto per avere tutto in ordine, a portata di mano, ma non a vista. Ho l’abitudine di togliermi anelli e bracciali a fine giornata e così so sempre dove trovarli. La scala in legno, comprata ad un mercatino, è l’oggetto che preferisco della camera. La uso per appoggiarci i vestiti e con l’aggiunta di alcuni ganci è perfetta per appendere giacche o altro.

 

dav

dav

 

 

casaal21_blog_sukhi_4.jpeg

Creare un palette di colori di questo genere mi ha aiuta a creare una stanza accogliente e confortevole, in cui è piacevole tornare la sera dopo una giornata di lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

17 novembre 2017 / / Casa al 21

Le mie pause caffè sono molto dispendiose, lo confesso. Mi piace cercare sul web negozi on-line. Non è questione di pigrizia, ma di maggiore scelta. Nel w.e. preferisco andare per mercatini, perchè ho più tempo e mi piace toccare con mano quello che compro e contrattare!

Oggi, nella mia pausa caffè, ho avuto modo di sbirciare nel nuovo negozio on-line, del marchio H&M, che si chiama ARKET, vuol dire “foglio di carta” probabilmente per la semplicità e pulizia delle linee dei capi di abbigliamento e dello stile di vita a cui s’ipira. La verà novità è la linea Homeware. Lo stile è quello degli anni ’20 e ’30, in chiave nordica naturalmente, con una sezione dedicata anche alle ricette e come cucinare con gli utensili acquistati.

Io ho preparato una lista di oggetti preferiti, in vista del Black Friday! Eccola quì.



 



 



Questo è uno dei miei pezzi preferiti. E’ stato disegnato dalla designer Carina Seth Andersson, che ha creato una serie di ciotole e piatti in terracotta smaltata che uniscono funzione e forma ispirate ai tradizionali mestieri nordici e giapponesi.



Alla prossima incursione! 😉

Archiviato in:design, interiors, nordic Tagged: arket, shopping on-line


 
 

 
 
 
13 luglio 2017 / / Casa al 21

Quando circa tre anni fà mi sono trasferita nell’appartamento in cui vivo sapevo che avrei dovuto lavorare molto per sentirlo “mio”. Era stato trascurato e maltrattato per troppo tempo.

Le pareti erano tutte punteggiate da bucature fatte dal precedente inquilino e portavano addosso il segno del tempo, così con stucco alla mano e pittura nell’altra, io ed il mio compagno, abbiamo dato vita e personalità alla nostra piccola “Casa al 21“. A distanza di tempo sono soddisfatta del risultato, ma è ancora “work in progress”.

In cucina era rimasta una parete, dietro la porta, che non avevo tinteggiato, nell’attesa di farne qualcosa di diverso. Non volevo diventasse dello stesso colore delle altre, ma farne una parete creativa, senza aggiungere mensole o simili. (La cucina è piuttosto piccola). Quando Wilson & Morris mi ha proposto di provare le loro Pitture Decorative, presa dall’ispiarzione e dall’entusiasmo ho subito accettato!

IMG_20170614_095426_564.jpg

Premetto che i colori dei muri dell’appartamento sono neutri: un bianco ed un polveroso grigio chiaro, ma nella cucina volevo dare un tocco di colore, sempre restando in sintonia con il resto della casa, così ho scelto la palette dei verdi proposti.

pitture_decorative

Le Pitture Decorative Emulsion Matt , hanno un aspetto opaco e vellutato al tatto. E’ stato semplice passare la pittura e già dalla prima mano ero riuscita ad ottenere un colore pieno ed essendo a base d’acqua è stato facile lavare i pennelli e non ho avuto nessun fastidioso odore di pittura in cucina.

E volià, il gioco è fatto!

 

parete_decorata_wilson&morris

😉

Foto di Casa al 21 – Donatella Santone

Archiviato in:arredo, casa mia, diy, interiors Tagged: color, green, myhome, pitture decorative, Wilson & Morris

16 gennaio 2017 / / Casa al 21

Oggi ho appena scoperto essere la giornata del “Nothing Day”.

Dopo diversi mesi di silenzio, mi è sembrato il giorno ideale per farmi sentire nuovamente, ma questa volta senza nessuna immagine.

Il 16 gennaio è il giorno scelto del 2017. Per prendersi una pausa, per riflettere sui nostri consumi e sugli acquisti che facciamo, salvo poi arrivare a casa e scoprire che non ci serviva.

A me è capitato esattamente due giorni fà. Esco di casa per fare una passeggiata e torno con un’agenda e un vaso. Nessuna spesa folle, ( da premettere che ho più vasi e agende del cinese sotto casa ) ma mentre pagavo sapevo che ne avrei potuto fare a meno e che la mia giornata sarebbe stata comunque la stessa !

Forse il Nothing Day dovremmo celebrarlo più spesso, anzi dovrebbe diventare un mantra da ripetere tutte le volte che avviciniamo alla cassa e la mano inizia a cercare il portafoglio in borsa: Ne ho davvero bisogno? Non ne posso fare a meno? Senza, rischierò di stare male?…

Certo, non deve diventare un voto alla castità-di-shopping e nemmeno una punizione divina, ma semplicemente dovremmo essere più cauti negli acquisti e non avvicinarci a nessun negozio, dico nessun negozio, quando ci sentiamo giù di morale e il cielo e più grigio che mai. Il rischio è quello di tornare a casa cariche di cose inutili che non utilizzeremo mai!

In questi casi la cura migliore è il fare. Avete presente la lunga lista di “Cose da fare” che rimandate al w.e.? Proprio quella!

Fare:  Dolce crudista – Ordine tra i maglioni, regalando quelli buoni, ma che non metti da almeno 3 anni – Appendere la cornice che è appoggiata al muro da circa 1 anno –  Spolverare le mensole…quelle in alto in alto che serve la scala dei pompieri – Liberare il cassetto degli oggetti ” Un giorno mi potrebbe servire” – Iniziare almeno uno dei libri appoggiati sul comodino – Fare foto nuove per aggiornare il blog.

Se è scritta solo nella vostra mente, mettetela nero su bianco e scegliete qualcosa da fare dalla lista. Io l’ho fatto e vi assicuro che funziona! Vi dirò di più, mi sono sentita molto meglio, perchè finalmente ero riuscita a fare qualcosa che stavo rimandando da tempo e in più non avevo speso nulla, anzi avevo guadagnato del tempo prezioso per me stessa.

Comunque, ho ritrovato lo scontrino dell’agenda e del vaso e domani andrò a cambiarli con qualcosa di più utile…spero! 🙂

E nella vostra lista cosa c’è?

Archiviato in:about me, cosebelle, decluttering, evento, good vibration, interiors, lifestyle Tagged: 16 Gennaio 2017, buynothingday, Giornata del non acquisto, lista del fare

28 ottobre 2016 / / Casa al 21

Qualche settimana fà sono stata a Venezia per la Biennale di Architettura. Il programma come al solito era fitto fitto di cose da vedere: Arsenale, il primo giorno e Giardini, il secondo. Naturalmente, ho fatto soste in svariati e svariati “Bacari” ovvero piccole osterie dove fare aperirivi gustosissimi. Io sono letteralmente impazzita per il crostino con la crema di baccalà. Se questo fosse stato un blog di cucina avrei speso pagine e pagine a decantarne la bontà, ma ahimè dovrete andare a Venezia per capire di cosa sto parlando! Posso solo dirvi che il più buono l’ho mangiato all’Aciugheta.

Venezia è la città che più di ogni altra riesce a stupirmi…sempre! Nonostate ci sia stata diverse volte. Ogni vicolo era un colpo al cuore e agli occhi. Ho soggiornato in una zona vicinissimo ai Giardini della Biennale e vi posso consigliare un posto speciale per la colazione, la Serra dei Giardini.

IMG_8661.JPG        IMG_8662.JPG

IMG_8815.JPG

 

La quantità d’immagini e progetti che ho visto in due giorni è tale che solo scorrendo le foto scattate riesco a riordinarli nella mente. I progetti del Padiglione Giapponese hanno colpito la mia curiosità. Ho apprezzato molto i plastici, (riproduzioni in scala) del progetto chiamato ‘Appartamento con un piccolo ristorante‘, realizzato nel centro di Tokyo e pensato come la riproduzione in scala di una piccola economia.

20161009_165215.jpg     20161009_165144.jpg

20161009_165155.jpg

20161009_165446.jpg

Lo Studio Naka  ha realizzato una pianta aperta, dinamica, in cui s’intersecano vita privata e pubblica, ovvero un ristorante al piano terra con uno spazio di co-working, aperto al pubblico e ai residenti. Infatti, oltre al cuoco anche gli abitanti delle cinque unità possono usufruire della cucina, incoraggiando così lo scambio sociale e l’interazione tra i cittadini. Un corridoio comune, porta ai piccoli appartamenti e alla terrazza panoramica. Le abitazioni, in realtà sono dei bilocali, e sono pensate come luoghi in cui far coesistere  l’aspetto privato e lavorativo: la zona giorno è anche lo studio e la zona notte è quella più privata.

01.jpg

10.jpg

cafe-ristorante-stato-tagliato-livelli-differenti-9273-9188910.jpg

 

04.jpg

05.jpg

07

Le pareti bianche e l’uso del legno al naturale, con le sue venature a vista, sono una scelta vincente. Il legno utilizzato per i mobili e le porte, ma anche per il pavimento e il soffitto, danno un senso di continuità all’appartamento, da non sembrare poi così piccolo. Le grandi vetrate, da cui entra tanta luce, amplificano lo spazio. Che ne dite, vi piace?

 

Salva

Salva

Salva

Archiviato in:interiors

12 ottobre 2016 / / Casa al 21

Grazia.it chiama è io non posso che rispondere all’invito.

A.A.A. Blogger cercasi.

E’ il desiderio di condividere il mio sguardo sull’arredamento, la mia voglia di viaggiare e sentirmi a casa ovunque ci sia una bella tavola imbandita, il piacere che provo nello spostare quà e là vasi, poltrone e mobili fino alla giusta disposizione, che mi hanno spinta ad aprire questo blog , in cui scrivo di interior design e home decor.

IMG_20161008_125846.jpg

Sì, perchè amo passare il sabato mattina facendo colazione e sfogliando riviste di arredamento. Le case che sono lo specchio di chi le abita. Gli oggetti utili e non, che poi possono sempre servire. Curiosare nei negozietti, che poi qualcosa di bello c’è sempre. Girare per i mercatini alla ricerca del pezzo giusto che mancava, lì nell’angolo. Passare ore in rete a cercare l’immagine giusta per il blog. Tornare a casa con l’idea di una nuova disposizione per la camera da letto. Parlare con le piante. Progettare nuovi viaggi. Scattare la stessa foto dieci-venti-trenta volte finchè non è quella giusta. Sognare sempre.

IMG_20160825_085944.jpg

 

Salva

Salva

Archiviato in:arredo, home decor, interiors, on-line Tagged: blogger, design, Grazia.it, home decor

21 settembre 2016 / / Casa al 21

Penso di aver letto dichiarazioni di amore ed odio per il mese di Settembre.

Per qualcuno è la fine di un periodo di leggerezza d’animo, di vestiti a righe, di insalate colorate, di passeggiate al mare, di tramonti in compagnia e posti nuovi da vedere, di sapori da scoprire, di lune e falò, di amori nuovi, di valigie da fare, di creme profumate, di cartoline non comprate, di ore piccole e di arrivederci al prossimo anno. Per altri è l’inizio di un nuovo percorso scolastico, di progetti da riprendere e di altri da iniziare, di buoni propositi, di questo mese andrà meglio, di silenzio, di cose da fare con calma, di tisane e cene in casa, di restiamo ancora un pò a letto tanto fuori piove, di volersi di più, di torte profumate agli agrumi e di castagne. Settembre è tutto questo e molto altro ancora.

E’ il mio mese.

I colori dentro casa cambiano insieme a quelli della natura. La camera da letto è la stanza che risente maggiormente di questo cambio stagionale. Accostamenti di colori più tenui e sfumature di grigio, sabbia, quarzo e qualche tocco di verde salvia. Colori chiari per catturare una luce che svanisce presto!

Ho fatto una ricerca di immagini che mi hanno ispirata nella scelta dei colori ed è venuta fuori una palette che penso mi accompagnerà per i prossimi mesi.

WanderTones2_150.png

Via Design Seeds

La base della mia camera da letto è abbastanza neutra, mobili tutti bianchi (su questo sono irremovibile!) ma se c’è un punto non risolto è  proprio l’angolo letto-comodino! Così, condivido con voi alcuni spunti che ho trovato in rete e che sono sicura vi faranno venir voglia di far qualche cambiamento. O no?

BEDROOM_GREY.JPG

Via Monday to sunday Home

BEDROOM_GREY_02.JPG

Via Silver Blonde

Roomed-Scandinavisch-appartement-14.jpg

Via Roomed

marion_lanoe_architecte_interieur_lyon_14-3.jpg

Via Lanoe Marion

bedroom_rose

Via Hunt & Bow

 

 

 

 

 

Archiviato in:arredo, design, home decor, interiors Tagged: appartamento, bedroom, design, home inspiration

13 settembre 2016 / / Casa al 21

Non è più una novità Ikea, ma questa linea disegnata da Isle Crawford, mi piace sempre di più. L’uso di materiali naturali, materici, belli da toccare e da vedere, sono la forza di questa linea che si chiama Sinnerling. Sughero, bambù, ceramica, vetro sono le materie prime usate per dare forma ad oggetti di uso quotidiano, che sembrano racchiudere la vita semplice dei contadini e della vita di campagna. Forme arrotondate che richiamano alla calma di una vita a volte un pò troppo spigolosa. I colori sono quelli della natura. I toni dell’autunno e dell’inverno. Sì, è una collezione che t’invita a restare al caldo di una casa riscaldata e che profuma di dolce e cannella.

ph128142-YgvHa3G4WscjNs372mslaA.jpg

ph128173-22_txHDD4GbABdjKdV3pCw.jpg

ph128143-rqtkqrhuwfoxdvgxr5anuw

150204_ilse_ikea_0231_1

I miei pezzi preferiti sono i vasi. Forme che esprimono personalità, capaci di trasformare ogni pianta in un personaggio della casa. C’è quello magro e alto, quello buffo e rotondo, quello basso e quello piccolo.

ph128149-3XOEvy1PpPUEvQC9kog42Q.jpg

Il sughero è un materiale che ho rivalutato già da un pò di tempo. Ricordo ancora la volta in cui in Portogallo, ho visto per la prima volta una distesa infinita di piante da sughero, una meraviglia della natura. Piante che sembravano torcersi dal dolore provocato dai tagli sulla corteccia. In questa collezione, il sughero è panca, mensola e seduta. Si sposa perfettamente con il nero freddo ed essenziale della struttura.

ph128179-XEeQWM0CGBVuCkY5S4VXqg.jpg

150204_ilse_ikea_0129_0

150204_ilse_ikea_0059_crop_0

La filosofia che sta alla base di questa collezione si può dire che sia quella di ricollocare l’uomo, con i suoi bisogni e necessità, al centro della ricerca.

Via Bo Bedre

 

Archiviato in:arredo, ikea, interiors, natura Tagged: design, home inspiration, ikea

6 settembre 2016 / / Casa al 21

Tornata a casa. Ormai da una settimana. Sto cercando di fare ordine tra i ricordi e le foto. Non tantissime. Ho deciso di scattare meno e guardare di più. Nell’attesa di pubblicare un post dedicato al mio viaggio alle Isole Eolie, ho pensato di pubblicare una casa che strizza l’occhio al mare. Tanto blu, bianco e qualche tocco di colore a rompere la monotonia. Non è la solita casa al mare che ci aspetta, ma il richiamo al colore blu del mare è forte. Tagli nelle murature e soffitti alti, che amplificano gli spazi e mettono in comunicazione gli ambienti notte-giorno, arredi essenziali e richiami alla natura che la circonda.

vista soggiorno.jpg

vista scale.jpg

cucina-pranzo

ingresso     scale interne.jpg

cucina.jpg     cuicna fiori

cucina-letto.jpg    letto-cucina.jpg

letto.jpg    camera letto.jpg

scala    piano alto

esterno.jpg

Via archilovers

Salva

Salva

Archiviato in:estate, holiday inspiration, home decor, home tour, interiors, mare, travel, vacanze Tagged: appartamento, home inspiration, home tour, sicilia