27 Novembre 2018 / / Coffee Break

 
La collezione Raw Edit AW 2028 di Zara Home è caratterizzata da una palette di colori neutri, pattern dal sapore etnico e forme organiche per i complementi di arredo. I materiali “grezzi” utilizzati come lino, raffia, legno e fibre naturali creano uno stile puro, con sfumature di terre naturali, che ricordano molto la campagna d’autunno e d’inverno.

Neutral shades and raw materials for Raw Edit AW 2028 by Zara Home

The Raw Edit AW 2028 collection by Zara Home is characterized by a palette of neutral colors, patterns with an ethnic flavor and organic shapes for furnishing accessories. The “raw” materials used as linen, raffia, wood and natural fibers create a pure style, with hints of natural earth, which are very reminiscent of the autumn and winter.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

26 Novembre 2018 / / Decor

10 tappeti moderni per la casa d’inverno

Per rendere più calda e accogliente la nostra casa durante la stagione invernale, dobbiamo circondarci di accessori in grado di aumentare il comfort domestico. Cosa c’è allora di meglio di un bel tappeto? 

Tra i divani, sotto il tavolo da pranzo o nell’ingresso, i tappeti sono da sempre il complemento d’arredo perfetto per vestire con stile la casa d’inverno.


Le tendenze arredo inverno 2018/19parlano chiaro, la morbidezza è al centro della casa e non solo per divani, poltrone o letti, ma anche per i tappeti, nello specifico i tappeti a pelo lungo.

Per quanto riguarda disegni e colori meglio optare per pattern geometricie colori accesi, indubbiamente i più trendy della nuova stagione invernale.


10 tappeti moderni per la casa d’inverno                          

I tappeti ci permettono di definire le zone di una stanza, valorizzando e decorando al meglio lo spazio. I tappeti moderni si differenziano dai modelli classici non solo per l’estetica,  ma anche per i nuovi materiali e le nuove tecniche di lavorazione che danno vita a prodotti dal grande impatto estetico e dalla facile manutenzione, con dimensioni adatte a qualsiasi ambiente, spesso anche su misura.


Ecco una selezione di tappeti dal design moderno per il soggiorno, la sala da pranzo, la camera o l’ingresso di casa


Tappeto rettangolare realizzato a mano Katja di Kasthall
Tappeto rettangolare realizzato a mano Katja di Kasthall 

tappeto in lana Kelim rug di Ferm Living
Tappeto in lana Kelim rug di Ferm Living 

tappeto Rustic Chic Geo di GAN
Tappeto a motivi geometrici fatto a mano, Rustic Chic di GAN

tappeto Another Rug by&tradition
Tappeto in lana Another Rug by&tradition 

Tappeto a pelo lungo in lana, in lino AAPA di Woodsnote
Tappeto a pelo lungo in lana, in lino AAPA di Woodsnote 

tappeto Esagono di Calligaris
Tappeto a motivi geometrici Esagono di Calligaris

tappeto moderno di Objet Carpet
Tappeto moderno rotondo in tinta unita di Objet Carpet
tappeto in lana a righe Alexandra di GAN
Tappeto in lana a righe Alexandra di GAN

tappeto Apotema di Calligaris
Tappeto rettangolare a motivi geometrici Apotema di Calligaris

tappeto BRUME di Toulemonde Bochart
Tappeto moderno in lana e seta BRUME di Toulemonde Bochart


21 Novembre 2018 / / Decor

Che gioia ritornare ritrovarvi qui!!! Immaginatemi mentre, seduta alla tastiera, faccio anche capriole volanti per aria. Così, giusto per rendere meglio l’idea di quanto io sia elettrizzata oggi, mentre scrivo!!!
Dopo quasi 2 mesi trascorsi sulle montagne russe, che bella sensazione la leggerezza di questi tasti sotto le dita. E a proposito di leggerezza e voglia di libertà, per lo meno a livello di pensieri, eccomi qui con un’intervista che da mesi aspettava il momento migliore per essere condivisa.
Sono felice? Si, tanto è dire poco. Oggi infatti, la nostra ospite per questa rubrica che vi piace cosi tanto è… rullo di tamburi please… Marieke Verdenius !!!
SIIII, avete capito bene, proprio lei, che con il suo seguitissimo profilo Instagram (potete trovarla con il nome di @verdenius) riempie di leggerezza e stile il nostro tempo passato su IG 😉 !!! Perchè scommetto che anche voi la seguite, vero?
Photo and Styling by MARIEKE VERDENIUS
Parlando con lei, dopo varie mail gentilissime e generose, ho avuto un’importantissima conferma, maturata personalmente anche in questi miei lunghi anni di vita da freelance. Restare umili, disponibili e aperti (s i n c e r a m e n t e) agli altri e ai loro bisogni, è una dote magica e speciale. 
Più spesso di quanto crediamo, è un talento (ovviamente coltivabile) che va di pari passo con il toccare il cuore di molti. Quando si riesce a condividere, senza la paura di essere copiati, quando si riesce a non prendersi troppo sul serio, si finisce per essere se stessi in una misura autentica e brillante. La stessa che trasmette immediatamente qualcosa e ci rende riconoscibili. Ricercati. Desiderati. Amati.
Marieke è una donna talentuosa e molto molto professionale. Con un gusto decisamente etereo e minimale che arriva subito dritta al dunque. Luminosa e calda, in maniera così morbida, che è un vero onore, ospitarla qui, per scoprire insieme a voi, il suo lavoro e il suo percorso professionale.
Siete pronte a conoscerla meglio?

Come sei diventata Interior Stylist?

Penso che per me sia stata un’evoluzione naturale. Per diversi anni ho lavorato per una rivista culinaria ( Jamie Oliver). All’inizio mi occupavo della parte online e social, poi lentamente la mia direzione si è evoluta mella produzione di storie legate ai viaggi, scrivendo rubriche inerenti le tendenze in ambito food, ritrovandomi poi a creare styling a tema culinario per la rivista. 
Circa 3 anni fa ho comprato la mia prima macchina fotografica professionale, questa cosa mi ha stimolata a creare più styling e altro legato al tema culinario. Mi è davvero piaciuto il processo attraverso il quale sono arrivata qui. 

Come descriveresti il tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Quando lavoravo per la rivista, il mio stile è stato inizialmente vibrante e vivace. Questo succedeva 6 o 7 anni fa e ovviamente ero molto ispirata dallo stile di Jamie Oliver. Dopo alcuni anni però, la mia vita personale è cambiata molto e mi ha fatto venir voglia di circondarmi di toni più morbidi. 
Ho cambiato il mio guardaroba, i miei interni e, di conseguenza, anche la mia fotografia è cambiata. Mi ha aiutato a calmarmi e a rallentare. Penso che questo stile mi rispecchi davvero, ma non si sa mai! Magari cambierà di nuovo tra qualche anno?
Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
Creo un moodboard! Ricerco tutti i tipi di materiali e gli oggetti che rifletteranno il progetto. Il primo moodboard che ho creato è stato a casa di mia nonna. Lo avevo realizzato per avere qualcosa da appendere sopra il fornello, non lo dimenticherò mai. Mi è piaciuto molto!


Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?

Trovare una tavolozza di colori e attenersi ad essa. Ti aiuta a concentrarti. Non esagerare con gli oggetti di scena, cerca di lasciare fuori cose che non hanno molto senso nella storia visiva che vuoi raccontare. Usa diversi tipi di materiali che funzionano bene insieme, come la pietra, l’ argilla, il lino, ecc. Io adoro usare materiali e trame naturali. Inoltre preferisco lavorare con la materialità della ceramica opaca invece delle alternative lucide.

Qual è la stanza di casa tua che preferisci?
Penso sia il soggiorno. Vivo in una vecchia casa di Amsterdam, costruita intorno al 1920, e conserva ancora intatti i legni originali. Adoro anche il camino in marmo nero, raramente ormai se ne trovano in giro.
Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?
Oh wow, sono davvero tanti. Ultimamente sono più concentrato sugli interni e altri spazi interessanti, l’architettura, la luce naturale e l’uso dei materiali. È qualcosa di più artistico credo. Ma amo anche cogliere il dietro le quinte delle storie di artigiani & makers. Recentemente l’ho fatto per la prima volta e mi sono davvero divertita!


Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?
Ceramiche di Annemieke Boots
Architettura di Axel Vervoort
Le Illustrazioni e le fotografie di Julian Piehler
Tutti i tipi di Ispirazione by Four Essentials & Clo Studio
Food styling di Mikkel Karstad

ENGLISH VERSION

How you came to be an stylist?
I think I kind of grew into it. For several years I have been working for a culinary magazine (Jamie Oliver magazine). First only the online and social media part and slowly my direction changed more into producing travel stories, writing food trend colums and eventually styling food features for the magazine. I think about 3 years ago I bought my first semi professional digital camera and that challenged me to create more (food) stills and other food related settings. I really enjoyed the journey. 
How would you describe your style and what is really trend in your life?
When I was working for the magazine, my style at first was bold and vibrant in colour. That was 6 or 7 years ago and of course I was very much inspired by the style of Jamie Oliver. But after a few years my personal life changed quite a lot and it made me want to surround myself with softer tones. I changed my garderobe, my interior and also my photography. It helped me to calm down, and slow down. I think this style really reflects me, but you never know! Maybe it’ll change again in a few years?
What is the first thing you do when you start a new design project?
Create a moodboard! Finding all kinds of materials and objects that reflect the project. The first moodboard I ever created was at my grandmothers home. We made something to hang above her kitchen stove, I’ll never forget that. I really enjoyed it!
What are your top tips for a perfect balance in decorating and remaining simple?
Find a colour palette and stick to it. It helps you to focus. Don’t overdo it with props, try to leave things out that don’t really make sense in the visual story you are creating. Use different kinds of materials that work together, like stone, clay, linen, etc. I love using natural materials and textures like this. I also am very much drawn to matte ceramics instead of shiny glazed alternatives.
What is your favourite room at your house?
I think the ensuite livingroom. I live in an old house in Amsterdam that was built around 1920 and it still has the original woodwork in tact. I also love the black marble fireplace there, you rarely see that anymore.
Do you have a favourite type of design project you like to be involved with?
Oh wow, so many. Lately I am more focussed on interiors and other interesting spaces, architecture, natural light and the use of materials. It is a more arty sidestep I guess. But I also love to capture behind the scenes stories of crafters & makers. Recently I did that for the first time and I truly enjoyed it.
Do you want to share with us some of the web links or resources you find really inspiring for you?
Ceramics by Annemieke Boots
Architecture by Axel Vervoort
Illustration and Potography by Julian Piehler
All kind of inspiration by Four Essentials & Clo Studio
Food styling by Mikkel Karstad

20 Novembre 2018 / / Decor

Continuiamo con la serie “decorare a zero euro” parlando di come usare i rami di legno secchi in casa. Io vi do qualche idea, poi a voi decidere se comprarli o farli da voi.

……….

Abbiamo tanto parlato dell’autunno, dei suoi colori meravigliosi e bla bla. Però mi sono accorta di non aver menzionato mai un altro elemento tipico di questa stagione, che di solito fa una fine non proprio decorosa. I rami di legno secchi.

E voi mi direte: eh be, che ne facciamo della legna secca e vecchia? Si possono fare davvero un sacco di cose, per usare i rami di legno secchi. Vi propongo un po’ di idee di oggetti già fatti, solo da comprare ma che si possono benissimo fare in casa.

USARE I RAMI DI LEGNO SECCHI: COMPRARLI O FARLI?

Cominciamo con un quadro molto carino e molto facile da fare: selezionate dei rami abbastanza piccoli ma simili tra loro. Scegliete una cornice che vi dia la possibilità di inserire degli oggetti all’interno, profonde almeno un paio di cm.

In base all’altezza della cornice tagliate i rami e inseriteli nella cornice. Magari fermateli con un punto di colla sotto o sopra per essere sicuri che nulla si muova. Se invece volete comprarla già fatta, c’è questa su Esty che è davvero molto carina.

usare i rami di legno secchi

|NosNatura|

Altra idea decorativa e anche facile da realizzare: una mensola ricavata da uno spesso ramo. Se avete la fortuna di avere vicino a voi un grande albero, che abbia molti anni e con rami molto grandi, allora potete farla da soli.

Non c’è bisogno di forare il ramo, anche perché col peso i fori potrebbero allargarsi con l’andare del tempo e la mensola potrebbe non reggere. Molto meglio usare della corda abbastanza spessa, da legare bene alle estremità. Potrete usarla per appoggiare una pianta, dei libri, delle foto. Molto Shabby Chic.

usare i rami di legno secchi

|WildNatureDesigns|

Questa terza idea è super semplice: basterà avere tre piccoli rami, della stessa lunghezza ma non troppo sottili. Annodateli tra loro, magari con dei fili di rafia. Legateli tra loro a triangolo, lasciando un piccolo buco al centro che userete per appoggiare una candela. Se sapete già che candela userete, misurate la base di modo da lasciare un buco leggermente più piccolo, per far appoggiare la candela senza farla cadere dentro. Questo è il porta candela già fatto che trovate su Etsy.

usare i rami di legno secchi

|ilMondodiLila|

Che ne dite di un appendiabiti? Non sono mai sufficienti e c’è sempre qualcosa che non trova posto appeso e rimane appoggiato da qualche parte. Quindi anche in questo caso dei piccoli pezzi di rami possono venirci in aiuto. Tagliateli tutti uguali, di circa dieci centimetri di altezza. Realizzate una cornice rettangolare all’interno della quale incollare (o anche avvitare) i vari rami. Ed ecco qui il vostro appendiabiti.

usare i rami di legno secchi

Ed infine un’idea puramente decorativa per abbellire il vostro letto o quello dei vostri figli. Se trovate un ramo grande, con più rami piccoli avete quello ci serve. Dipingetelo (con la vernice spray) del colore che preferite e appendeteci tanti piccoli scacciapensieri, che potete realizzare anche con dei centrini che non usate più.

usare i rami di legno secchi

|Conforama|

L’articolo Usare i rami di legno secchi: #5 idee creative sembra essere il primo su VHD.

19 Novembre 2018 / / Decor

12 decorazioni di Natale fai da te da copiare

Il Natale è l’occasione perfetta per cimentarsi con nuovi progetti fai da te per decorare la propria casa.  

Sono molte le idee creative che si possono realizzare con le proprie mani per rendere davvero unico e speciale il periodo natalizio.


Alberi di Natale stilizzati, corone fuoriporta, decorazioni per la tavola, addobbi per l’albero e molto altro, lasciati ispirare dalla nostra selezione di decorazioni Natale fai da te, le idee migliori per decorare casa, tutte facili da realizzare e pensate per soddisfare ogni stile e gusto!


12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare

19 Novembre 2018 / / Decor

I gusti si evolvono e le mode cambiano con una velocità sorprendente, ma certi classici, come i set da scrivania in pelle, sono sempre attuali.

Set da scrivania in pelle un classico intramontabile

Gli accessori che compongono il set aiutano a tenere in ordine la scrivania e contribuiscono a dare un tocco di eleganza, sia che si tratti dell’ufficio che dello studio di casa. Inoltre, il sottomano protegge il piano della scrivania da macchie e graffi che possono prodursi nel tempo.

I set e gli accessori Maruse

Sia che vogliate rinnovare l’aspetto della vostra scrivania o che desideriate fare un regalo di classe, il mio consiglio è quello di scegliere accessori di alta qualità, possibilmente Made in Italy. Per esempio Maruse, una pelletteria italiana specializzata nella produzione di oggetti in pelle interamente fatti a mano, offre tutta una gamma di accessori per l’ufficio molto eleganti, oltre ai classici articoli come borse, portafogli e cinture, tutti acquistabili comodamente on line.

Set in stile classico

Confezionati in legno rivestito con pelle di vitello pieno fiore nei colori marrone e nero, questi set, adatti ad un ambiente classico, sono composti da 5 pezzi: sottomano, portalettere, raccoglitore per documenti, portapenne e porta biglietti da visita, e sono rifiniti internamente con pelle scamosciata.

Set da scrivania in pelle classico maruse pelletteria

Per chi desidera solo proteggere la scrivania senza rinunciare allo stile, sono perfetti i sottomano, semplici o apribili, in legno rivestito in pelle di vitello nera o marrone, da abbinare con il tappetino per il mouse dello stesso colore, oppure in pelle stampata coccodrillo.

Set da scrivania in pelle un classico intramontabile sottomano maruse pelletteria

Set moderni

Chi invece preferisce uno stile più contemporaneo, può puntare su set dalle linee e dai colori più moderni, come i set da 6 pezzi che includono, oltre al sottomano a ribalta, alla rubrica e al porta biglietti da visita, un portapenne con bordo in acciaio cromato, un tagliacarte e un portalettere con alloggiamento per la penna, con inserti in acciaio cromato. Oltre ai classici nero e marrone, questi set da scrivania sono disponibili in rosso e arancio, perfetti per un ambiente moderno e informale.

Set da scrivania in pelle moderno maruse pelletteria

Regali personalizzabili

Inutile dire che il set da scrivania è il classico regalo per le occasioni importanti: la laurea, l’ingresso nel mondo del lavoro, una promozione, l’apertura di un ufficio in proprio. Si tratta di un dono significativo che accompagnerà chi lo riceve per molti anni, e proprio per questo bisogna puntare sulla qualità e su un servizio impeccabile. I set da scrivania Maruse sono curati nei minimi dettagli e fanno parte di quei prodotti di eccellenza che contraddistinguono l’artigianato Made in Italy. Inoltre, Maruse offre un servizio di personalizzazione con le iniziali in oro, argento o tono su tono, per rendere il vostro set unico e ancora più elegante.

Una storia di successo tutta italiana

La storia di Maruse ricalca a grandi linee quella di tanti brand di successo italiani. Gli ingredienti ci sono tutti: una piccola azienda artigianale, spesso famigliare; la volontà di creare qualcosa di bello, unico e durevole nel tempo; la ricerca dei materiali migliori e la cura quasi maniacale per i dettagli. Infine, il rispetto per la tradizione e l’attenzione per il cliente. La pelletteria Maruse è nata nel 1980 a S. Egidio del Monte Albino, sulla splendida Costiera Amalfitana, e dopo qualche anno il fondatore decise di fare il salto di qualità, utilizzando solo pellame proveniente da Santa Croce sull’Arno, un distretto conciario che vanta una tradizione molto antica. Infine, un rigoroso controllo di qualità garantisce la perfezione degli articoli che escono dalle mani esperte degli artigiani.

Se volete restare aggiornati sulle novità di Maruse, seguite la pagina Facebook, dove trovate anche alcuni video interessanti sulla lavorazione.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

17 Novembre 2018 / / Case e Interni

Natale Etnico Chic e Minimal

Si avvicina dicembre e con lui la voglia di entrare nella giusta atmosfera natalizia. Lasciamo da parte per una volta lo stile tradizionale e maximalista e facciamoci ispirare invece dall’ Etnico Chic e Minimal! Scoprirai che c’è una freschezza nella semplicità ed essenzialità delle decorazioni di cui non sapevi nulla. Vediamo dunque come coniugare motivi etnici e design minimal nordico.

E’ quello che ha scelto di fare Shelley Street, nella sua casa così lontana dalle latitudini scandinave. Del resto si dice che gli opposti si attraggono! E così che incontriamo un Natale etnochic e minimal.

Siamo in Sud Africa e qui troviamo una tavolozza di colori nordica per il Natale: bianco e nero e qualche accenno di blu scuro e legno. Per un Natale minimalista il black and white è super trendy! Grazie a queste nuance si sono potuti unire elementi di origini molto diverse. Le decorazioni natalizie, infatti, sono un mix di artigianato locale africano, elementi tradizionali e ispirazioni “Scandi” che fanno della semplicità delle forme, sobrietà, minimalismo le note da cui attingere.

Del resto la proprietaria ha scelto il bianco come protagonista di tutti gli interni della sua abitazione: lo troviamo sia nei pavimenti in resina, sia nelle pareti, sia negli infissi, che nei soffitti. Ma come spesso avviene nello stile scandinavo, alcuni accenti di nero negli arredi e complementi, creano un contrasto interessante e danno profondità. Le decorazioni natalizie non si discostano da questa palette e stile.

Un Natale etnochic e minimal può essere il tipo di stile di festività semplice che stai cercando. Se vuoi copiare lo stile, per prima cosa, opta per un albero semplice fatto di rami dipinti di bianco, ad esempio. Addobba il tuo albero con decorazioni in legno etniche (come i deliziosi uccellini intagliati artigianalmente) e palline optical. Minimal è la parola d’ordine: poche cose ma sapientemente accostate tra loro.

Per la tavola delle Feste cerca runner e portatovaglioli dal sapore etnico e sobrio, piatti dai disegni grafici e bicchieri che sono un mix di tradizione e design.

Le ghirlande non devono essere per forza grandi ed appariscenti. Nelle case del nord Europa nessuna ghirlanda è considerata troppo piccola. è sempre una risorsa per l’home decor natalizio e invernale. Raggruppane diverse su una mensola, appendine una sulla maniglia della finestra o di un armadio.

Anche la carta per avvolgere i regali potrai sceglierla in bianco e nero o disegni geometrici.

Ecco le altre immagini da cui trarre ispirazione per un Natale eclettico etnochic e minimal.

Natale Etnico Chic e Minimal

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (3)

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

Natale Etnico Chic e Minimal

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (9)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (10)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (11)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (12)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (13)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (14)

decorazione-natale-etnico-chic-minimal (15)

Fonte: www.homestolove.com.au

Ti può interessare anche:

Natale in Stile Nordico in bianco-nero e legno

Anna e Marco – CASE E INTERNI

14 Novembre 2018 / / Decor

Nel 2019 ricorre il centenario del Bauhaus, e per l’occasione Murals Wallpapers ha creato una nuova collezione di carte da parati a dir poco strepitosa.

Nuova collezione di Murals Wallpapers per il Centenario del Bauhaus

La celebre scuola di architettura, arte e design fondata nel 1919 dall’architetto Walter Gropius a Weimar, in Germania, punto di riferimento di tutti i movimenti di avanguardia del Novecento, ha rivoluzionato il gusto estetico e il nostro modo di vivere. Basti pensare a personaggi del calibro di Mies Van der Rohe, Marcel Breuer, Paul Klee e Wassily Kandinsky, solo per citarne alcuni, che insegnarono nella scuola; oppure agli oggetti di design che sono divenuti delle icone ancora attuali.

La collezione Carta da Parati Geometrica

In occasione del centenario del Bauhaus, Mural Wallpapers ha lanciato la collezione Carta da Parati Geometrica, ispirata al movimento artistico De Stijl, il cui capostipite fu il pittore e architetto olandese  Theo van Doesburg, anch’egli annoverato tra i docenti del Bauhaus. Tra i trend più attuali, lo stile geometrico alla Mondrian e il Contemporary Art Déco, testimoniano, parte dei designer, la volontà di puntare su un’estetica sofisticata e una certa sensibilità nei confronti di un patrimonio culturale che appartiene a tutti noi. 

Nuova collezione di Murals Wallpapers per il Centenario del Bauhaus gialla

Nuova collezione di Murals Wallpapers per il Centenario del Bauhaus

Nuova collezione di Murals Wallpapers per il Centenario del Bauhaus

I designer di Murals Wallpapers si sono infatti ispirati alla teoria del colore di Josef Albers e alle composizioni di László Moholy-Nagy, entrambi membri del Bauhaus; giocando con le forme e interpretando in chiave contemporanea la tavolozza dei colori primari tipici del movimento De Stijl, hanno creato una collezione dal grande impatto estetico. Lo spirito rivoluzionario del Bauhaus e la sua visione futuristica rivivono nei nostri interni cent’anni dopo, e si rivelano più attuali che mai.

Nuova collezione di Murals Wallpapers per il Centenario del Bauhaus

Nuova collezione di Murals Wallpapers per il Centenario del Bauhaus

In pratica

Le sei carte da parati della collezione sono proposte in murales di grande dimensione e solo su misura, per sfruttare al massimo l’effetto scenografico delle geometrie e delle textures piatte effetto cemento. Tutte le carte sono disponibili in tre grammature:

  • pesante, con finitura testurizzata in filato di lino stampata su supporto vinilico di alta qualità, adatta a rivestimenti murali di pregio,
  • media, per uso domestico e per luoghi pubblici,
  • leggera, ideale per rivestire i muri con stile anche per piccoli budget.

Vedi la collezione: Murals Wallpapers Collezione Geometrica

Per info sugli eventi organizzati in occasione del centenario del Bauhaus visita il sito ufficiale: Bauhaus100


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

13 Novembre 2018 / / Decor

Il periodo delle feste è caratterizzato da grandi preparativi seguiti da grandi festeggiamenti. Ognuno di noi vive questo momento dell’anno a modo suo. Per alcuni, l’inverno è una festa continua, che dura tutta la stagione. Per altri è semplicemente un’occasione per staccare la spina. C’è chi decora la casa per accogliere gli ospiti e chi, invece, accende solo una candela e si gode un momento tutto per sé. IKEA ha pensato a tutti e offre a ognuno di noi quello di cui abbiamo bisogno per prepararci a questo periodo di feste intenso, rilassante, sociale, solitario, freddo, caldo…

2

Come ogni anno , inauguro il periodo natalizio presentandovi la collezione Winter Ikea, ovvero la collezione per le feste natalizie.

3

Chi di noi in queste settimane non farà una capatina all’Ikea per acquistare qualche cosa per Natale?

4

Ormai è diventata una dolce abitudine e quest’anno ci sono tante e belle novità.

5

download (2)

download

In linea col catalogo 2019, Ikea presenta una collezione che abbina i soliti colori natalizi come oro, rosso , argento al mood dei colori scuri  quali il verdone, il vinaccio coniugati in tessuti e rivestimenti che fanno capo al velluto.

download (3)

9

 

 

Un Natale assolutamente fuori dagli schemi ma nel contempo ispirato alla tradizione.

 

9 Novembre 2018 / / ArtigianaMente

Non potrei mai rinunciare a un bellissimo tappeto. Nonostante l’amore per i pavimenti in legno regoli la mia vita domestica, se avessi gli spazi giusti vorrei possedere un arsenale di tappeti da sparpagliare in ogni stanza. Infatti per quanto piacevoli siano i pavimenti in legno – che consiglio vivamente a tutti – durante l’inverno, a piedi nudi, non sono sempre super caldi. Credo che se qualcuno mi consegnasse un assegno magico da un milione di euro da spendere per l’homedecor, la prima cosa che farei sarebbe andare in un negozio come quello di Sukhi a raccogliere un sacco di coperte colorate, soffici cuscini e tappeti fatti a mano.

Apprezzo il lavoro artigianale e tradizionale, quello che sposa l’estetica e valorizza le persone, per questo mi piacciono tanto i tappeti di Sukhi.

Sukhi è un’impresa sociale. Gli artigiani di Sukhi meritano di vivere serenamente percepiscono uno stipendio di circa 2-3 volte rispetto alla retribuzione media della regione. Possono vivere comodamente. Le loro famiglie sono ben curate e i bambini possono andare a scuola.
Gli artigiani sono anche contenti di sapere che il loro lavoro significa davvero qualcosa per l’acquirente. Anche al di fuori della loro comunità, i tappeti hanno senso e valore. Per me è così per ogni oggetto o quasi {escludo quelli della distribuzione di massa}.

posizione tappeti

tappeti artigianali

E visto che parliamo di tappeti ne approfitto per toccare un argomento che a me – e spero anche a te – interessa molto: come si dispongono i tappeti nelle stanze di una casa? In questo modo potrai valorizzare al massimo i tuoi tappeti, siano essi tappeti di tendenza – come i favolosi tappeti berberi del Marocco, i Beni Ourain – oppure tappeti più classici come un bel persiano.

Come posizionare un tappeto in casa

Layout classico

Se il divano e sedie sono contro il muro, il tappeto dovrebbe essere abbastanza grande da contenere sotto le zampe anteriori di tutti i pezzi.


Floating layout

Se il divano e sedie sono posizionati nel mezzo della stanza, il tappeto dovrebbe essere abbastanza grande da contenere in tutte le quattro gambe di ogni mobile.

ben ourain

 

Per il mio soggiorno, prima o poi, vorrei acquistare un Beni Ouran, soffice e con disegni geometrici.

Dining layout

Per sale da pranzo, misurare la lunghezza e la larghezza del tavolo da pranzo e aggiungere circa due metri su ogni lato.

Con tappeto tondo

Per la zona pranzo vale la pena optare un tappeto robusto, adatto al calpestio frequente e allo strofinio delle sedie: un bel tappetto in feltro è la scelta migliore.

Disposizione in camera
In camere da letto, puoi inserire due tappeti su ciascun lato del letto oppure un singolo ripiano ai piedi del letto.

 


Consigli tecnici:
– prendi le misure della stanza, del divano e degli altri ingombri, considera che esistono misure standard, quindi dovresti trovare quella migliore per te;
– il tappeto deve essere proporzionato al divano e al soggiorno;
– no a tappeti piccoli come zerbini o scendiletto, se proprio non hai spazio, non metterlo perché darebbe un senso di “povertà”;
– no a tappeti che coprono tutto il pavimento del soggiorno, se vuoi coprire le piastrelle cambiale! Un bel pavimento fa risaltare il tappeto: ecco perché il tappeto non deve essere di dimensioni tali da nascondere l’intero pavimento.

Consigli estetici:
– rasati o shaggy, è solo questione di gusto personale;
– colore: deve sposarsi con pavimento, divano e mobilia;
– pavimento e divano scuri? il tappeto sarà chiaro e viceversa;
– tappeto fantasia? solo se il divano e cuscini sono in tinta unita oppure, se sei un intenditore degli abbinamenti, divertiti con un bel mix and mach
– tappeto molto scuro? solo se il soggiorno è molto luminoso

+ 2 consigli pratici!
– per non far scivolare il tappeto, puoi fissarlo sotto ai due piedini esterni del divano o mettere la rete antiscivolo {la trovi anche nei negozi fai da te}
– per la pulizia ordinaria {e naturale} del tappeto, spargi un po’ di bicarbonato sulla superficie e lascia agire una mezzoretta, dopodichè spazzola e aspira. Avrai dato una “rinfrescata” igienizzando le fibre, senza doverlo portare il lavanderia e con la soddisfazione di non averlo inquinato. Un’altra alternativa naturale ed efficace per la pulizia dei tappeti è l’acqua con aceto: i colori esulteranno!

… poi lo sai, le regole sono fatte per essere infrante. Con stile.


 

The post Tappeti artigianali: come disporli in casa appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.