Decor






 
 
 

Le Figlie del Sol Levante di Pauline Wateau, ceramista Raku

Pubblicato da blog ospite in Decor, Things I Like Today

Pauline Wateau artista ceramica Raku

Pauline Wateau crea delicate statuine di ceramica dalle forme eleganti e aggraziate utilizzando l’antica tecnica raku

Pauline Wateau è un’artista ceramista che da tanti anni lavora l’argilla e utilizza la tecnica raku per le sue statuette.
La sua vita è stata piuttosto complicata: nata a Saigon, nel sud del Vietnam arrivò in Francia all’età di 9 anni e suo padre la affidò a una famiglia adottiva. Nel 1960 la riprese con sè per portarla in Algeria, che però in quegli anni era teatro di guerra. Dopo esser tornati di nuovo in Francia dal ’63 al ’68, fecero ritorno verso casa, in Vietnam attraversando in auto tutta l’Europa, il Medio Oriente e l’Asia.  Ma in Vietnam Pauline trovò un’altra guerra e fu costretta per anni a vivere nelle foreste finchè nel 1976 tornò di nuovo in Francia per stabilirsi a Valenza.
Nonostante queste peripezie, Pauline Wateau non ha mai smesso di dedicarsi all’arte e di utilizzare il suo talento per esprimere la bellezza che mancava nella sua vita.
Le sue delicate  sculture combinano in modo completo la forza della terra con la grazia femminile e, come scrive l’artista sul suo sito web:

Mi piace dar vita alla terra. Trovo in ciò la mia piena espressione. In uno scambio di energie, lei mi dà la sua forza, resistenza, flessibilità e sensualità. La forma nasce dalle mie mani e la bellezza finale dell’opera nasce dal fuoco durante le diverse fasi della cottura raku, antica tecnica di origine giapponese. La definizione di raku è “la felicità nel caso”. La forma nasce dalle mie mani e la bellezza finale del lavoro nasce dal fuoco.

Pauline Wateau Sculture di ceramica raku

Sculture di ceramica raku della serie “Figlie del Sol Levante” ispirata alle donne orientali

Le sculture di Pauline Wateau, di una fattura molto bella, rappresentano donne da sogno, di una grazia assoluta e di una grande eleganza. Ispirano emozione e contemplazione e la loro incantevole presenza affascina lo spettatore.
Sebbene dall’aria sognante, queste statuette in ceramica sono anche di un forte realismo, in particolare nei volti, nelle mani, e nelle loro pose.

Il termine giapponese raku significa “rilassato, piacevole, gioia di vivere” e questa tecnica è tradizionalmente applicata per ottenere colori e trame originali. L’effetto decorativo è dato dai riflessi metallici dovuti all’utilizzo di ossidi o smalti e al forte shock termico che subisce l’oggetto durante la cottura.
Le ceramiche raku sono molto quotate e ricercate, molte di queste sono delle vere e proprie opere d’arte e possono essere ammirate in musei e collezioni private. La maestria di Pauline Wateau si rivela ulteriormente nel fatto che i visi e le mani delle sue statuine sono sempre perfettamente lisci e che le crepe della tecnica raku si concentrano invece sul resto del corpo.

• LEGGI ANCHE: Le bellissime ceramiche di Melanie Bourget

L’articolo Le Figlie del Sol Levante di Pauline Wateau, ceramista Raku proviene da Things I Like Today.

Tags: ,

 
 

Tendenze outdoor 2018: arriva la collezione estiva Maisons du Monde

Pubblicato da blog ospite in Blog Arredamento, Decor

La bella stagione si avvicina e con essa arrivano le nuove tendenze di arredo giardino. Anche quest’anno ritorna lo stile shabby chic, a cui si affiancano i trend dell’arredamento moderno ed esotico. I protagonisti assoluti saranno ancora una volta le poltrone e i pouf da esterno, elementi briosi che conferiranno un aspetto elegante e raffinato all’ambiente che li accoglierà. Le poltrone che andranno per la maggiore nell’estate 2018 saranno quelle sospese (una sorta di altalena per adulti, molto comoda e di design), le poltrone in resina intrecciata e quelle in alluminio. Da non sottovalutare, infine, le pregiatissime poltrone in legno, sulle quali potrete adagiare dei cuscini in tessuto.
Ma scendiamo più nel dettaglio, prendendo in esame i modelli più gettonati dell’estate.Salotto da giardino con divano, poltrona, tavolino

Poltrone in resina e coloratissimi pouf per arredare con gusto senza spendere troppo

Se il vostro intento è quello di valorizzare il giardino di casa con un arredamento dal gusto pregiato, il consiglio è quello di puntare sul marchio francese Maisons du Monde, che abbina gusto e qualità. Potrete scegliere divanetti da esterni e pouf dalle linee grafiche e spigolose, se quello che cercate è uno stile moderno; se preferite un arredamento dal gusto retrò, invece, potrete puntare su delle sedute dalle sfumature più arrotondate ed accoglienti.

L’offerta outdoor 2018 di questo brand è davvero variegata ed è possibile usufruire delle offerte proposte da Topnegozi per acquistare i propri mobili preferiti. Grazie a questo portale che mette a disposizione degli utenti che lo utilizzano coupon e offerte molto vantaggiose, arredare con gusto senza spendere troppo non è più un problema.

Entrando nell’apposita pagina dedicata a Maisons du Monde troverete tutte le migliori offerte per la nuova collezione d’arredo da giardino.

Tra le novità introdotte quest’anno dal brand spiccano le poltrone in resina intrecciata beige della linea Sardaigne, che grazie al loro formato extra large vi permetteranno di ospitare in maniera accogliente un numero anche corposo di parenti ed amici. Facendo una scelta del genere non opterete soltanto per un salottino per esterni dal design unico, ma acquisterete anche un prodotto molto pregiato e ben rifinito: si pensi che questa linea è stata persino dotata di una protezione contro i raggi ultravioletti, una caratteristica che permetterà al prodotto di non scolorirsi, né deformarsi, neanche in seguito ad un’esposizione prolungata ai raggi del sole.
Salotto da esterno in resina intrecciata beige con divano, lettini, tavolo

Tra le sedute più apprezzate del marchio Maisons du Monde vi è la poltrona sospesa da giardino denominata Calypso. Anch’essa dotata di un curatissimo rivestimento in resina, questa poltrona accoglie due morbidi cuscini bianchi all’interno di un involucro semicircolare, appeso ad un solido sostegno in metallo, smaltato bianco. Tale seduta, che può accogliere massimo due persone, non rappresenterà soltanto un elemento di design per il vostro giardino, ma anche il comodo nido in cui potrete concedervi qualche ora di relax in seguito ad una giornata intensa.
Poltrona sospesa da terrazzo o giardino

La resina da esterni è un materiale di grande impatto visivo, che potrà dotare il vostro arredamento outdoor di un fascino e di un’eleganza di altri tempi. È questo il caso del divanetto da tre posti della linea West Lake, allo stesso tempo romantico, moderno e raffinato. Sorretto da una struttura in alluminio, color bianco, il divano presenta uno schienale grigio in resina intrecciata e dei cuscini in stoffa della stessa tinta.
Salotto da esterni di design
Tra i pouf per esterni, quello più gettonato è il confortevole Papagayo, un pouf a sfere di colore arancione. Perfetto per un ambiente giovane ed informale, questo morbido sgabello donerà al vostro arredamento per esterni un carattere allegro e brioso. Inoltre, la sua seduta accogliente vi farà sentire davvero coccolati.

Tags: , ,

 
 

Un terrazzo come un giardino

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI, Decor

Chi ha la fortuna di avere uno sfogo esterno, che sia un giardino, un terrazzo o semplicemente un balconcino, può ritenersi ricco e fortunato.

Non capisco invece chi non riesce a godersi questa zona della propria casa o addirittura la trascura.

Ma penso che la tendenza stia fortunatamente cambiando. Sono stata infatti contattata da una coppia che ha un terrazzo coperto di circa 15 mq. Non enorme, ma decisamente oro nelle moderna Milano ed è stato bello vedere il loro entusiasmo nel raccontarmi come immaginavano questo piccolo angolo di paradiso.

Lei aveva letto di un mio progetto di un terrazzo a Milano, l’articolo lo trovate qui, e allora ne approfitto per finire di raccontarvi quel progetto dove oltre alle fioriere, al tavolo e alle sedie, mi era stato chiesto una serie di complementi per vivere all’aperto soprattutto con i bambini.

Avendo due bimbi piccoli, di cui una appena nata, l’esigenza era quella di trovare un tappeto da esterno comodo per la piccola.

Mi sono innamorata di questo e tutto il progetto l’ho concepito come uno spazio aperto da vivere dall’alba al tramonto.

Il tappetone gioco o per pic nic di Au Maison, marchio danese di tessili d’arredamento.

Fantastici soprattutto i suoi tessuti trattati anti macchia con brevetto esclusivo, sia per interni che per esterni. Il tappeto è double fase adatto per far giocare il tuo bimbo o per usarlo in spiaggia o per un pic nic. Da una parte il tessuto è cerato, dall’altra è in cotone. Lo trovate da Bassetto Bimbi.

Un altro arredo che ho proposto è la poltrona sospesa Bonsai di Cancoon. Può essere appesa al soffitto oppure integrata con un sostegno a pavimento. I bambini sono certa che saranno entusiasti!

Hanno arricchito il progetto una serie di complementi per la tavola, il relax ed il gioco.

  1. Per il tavolo su misura sono state scelte le tovaglie cerate a metraggio di Au Maison, come il tappetone;
  2. Piatti e bicchieri in melamina di Rice. Li trovate da Gallinasmilza;
  3. Sempre di Gallinasmilza le forchette;
  4. Vicino alla zona barbecue i cesti per smistare i rifiuti di Brabantia;
  5. Per il relax la sedia a dondolo in rattan Petunia di Maison du Monde;
  6. Di Maison du Monde i cuscini per esterno;
  7. Un altro elemento per i bambini, il cavallo a dondolo Adada di Fermob, come le fioriere;
  8. La mangiatoia per uccelli di Eno Studio. La trovate da Design Republic;
  9. Infine Giravolta di Pedrali. Sembra una lanterna, ma è una lampada wireless. Il corpo illuminante racchiude la scheda led, la batteria al litio, la presa micro USB per la ricarica.

 

Cosa ne pensate? A voi è venuta voglia di arredare il terrazzo o un semplice balcone? Ci sono davvero tantissime possibilità e per tutte le tasche ;-).

Tags: , ,

 
 

Come appendere i quadri in casa ed ottenere una parete da museo

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

Può sembrare un dettaglio banale che non ha bisogno di un post addirittura, ma non è così. Vediamo come appendere i quadri in casa per ottenerne il meglio.

……….

Che ci vuole ad appendere quattro quadri in casa? Uno qui e uno là e va che meraviglia. Peccato che nell’80% dei casi il risultato finale non sia per niente una meraviglia. Un quadro in alto, uno in basso. Uno troppo a destra e uno troppo a sinistra. O troppo in alto che non si riesce neanche a vedere il contenuto del quadro, o troppo in basso.

In realtà basterebbe seguire pochissime semplici regole per appendere correttamente i quadri in casa ed ottenere un effetto omogeneo ed esteticamente piacevole. Non servono lauree o master in chissà che. Vediamo insieme come appendere i quadri in casa per un effetto wow.

COME APPENDERE I QUADRI IN CASA CORRETTAMENTE

La prima cosa da fare sarebbe un inventario delle cornici che avete, con le loro misure. Fate un piccolo disegno con le cornici e divertitevi a raggrupparle e allinearle fin quando non trovate la composizione che più vi piace. Potete anche disporre le cornici a terra e muoverle fin quando non siete soddisfatti.  Io ho fatto l’elenco delle mie cornici prima e poi con un programma di grafica ho creato tutte le composizioni che vedrete.

Queste le dimensioni dei miei quadri: n.7 quadri da 33 x 33 cm, n.1 quadro da 24,5 x 33 cm, n.1 quadro da 23 x 31,5 cm, n.1 quadro da 23 x 32 cm, n.2 quadri da 12 x 17 cm e n.1 quadro da 15 x 71 cm.

Diciamo subito che la regola base per appendere i quadri è quella di seguire uno schema. Potete immaginare una forma (che sia un rettangolo o un quadrato) all’interno del quale andrete a disporre i quadri oppure una croce, sulla quale farete la stessa cosa.

Nel primo caso il risultato sarà più geometrico e pulito, mentre nel secondo caso il risultato finale sembrerà leggermente più “artistico” e dettato dal caso.

Per un risultato ottimale è sempre necessario allineare i quadri tra di loro: allineateli secondo l’asse centrale, oppure allineateli al bordo inferiore o superiore. Tutto dipende dalla dimensione delle varie cornici.

come appendere i quadri

In questa infografica trovate i due schemi di partenza con cui familiarizzare e fare conoscenza e poi sotto qualche altra idea che può esservi utile se siete in cerca di idee per appendere i vostri quadri ed ottenere il vostro personale museo.

 

 

L’articolo Come appendere i quadri in casa ed ottenere una parete da museo sembra essere il primo su VHD.

Tags: , ,

 
 

Color ruggine, tra i più amati su Pinterest

Pubblicato da blog ospite in Colori, Decor, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Le ultime tendenze in fatto di arredamento vedono come protagonista assoluto il color ruggine, ispirandosi a materiali naturali e in un certo senso grezzi.

Tale tonalità infatti è diventata un vero must nelle case moderne, in modo particolare per ciò che concerne la colorazione delle pareti.

Nel caso del ruggine ossidato, si tratta di un effetto che richiama il metallo usurato e che viene riprodotto adoperando le vernici acriliche che ricreano un’atmosfera industriale e molto urbana. Questo colore è estremamente particolare e se utilizzato nella giusta dose può far diventare qualsiasi ambiente estremamente originale e alla moda.

Qui in foto, un esempio di gres effetto ruggine utilizzato in una doccia.

color_ruggine

@EasyRelooking

 

Nel caso invece del color ruggine uniforme, quindi senza particolari effetti, si tratta di un rosso con una punta di marrone e anche di rosa all’interno.

Color Ruggine

Via Pinterest

Proprio a causa della sua originalità il color ruggine potrebbe portare a pensare a una certa difficoltà nell’abbinamento dei mobili e dei complementi d’arredo ma in realtà non è affatto così.

Pareti color ruggine

Le pareti color ruggine possono trovare largo impiego all’interno di una casa. Esse infatti possono essere adoperate in qualsiasi tipo di stanza, a patto che l’arredamento circostante si sposi bene con tale tonalità.

Il color ruggine può essere ad esempio usato in un soggiorno moderno per fare da sfondo ad un caminetto o una mensola dallo stile retrò.

Il colore può essere usato per decorare una sola parete oppure per tutta la stanza. In quest’ultimo caso però è bene ricordare che, trattandosi di una tonalità piuttosto scura, è necessario che l’ambiente sia abbastanza grande e soprattutto luminoso. In caso contrario è preferibile invece usare il colore su una sola parete e lasciare le altre chiare: in questo modo la stanza apparirà otticamente più grande senza nulla togliere alla luminosità.

Anche la sala da pranzo può essere abbellita con questo particolarissimo colore. Può essere abbinato con soddisfazione a un tavolo e delle sedie dallo stile prettamente industriale, magari utilizzando materiali come l’acciaio oppure l’alluminio. Il resto degli oggetti deve combinare alla perfezione: le lampade in metallo grezzo ad esempio sono perfette per ricreare l’atmosfera di una vecchia officina.

Il legno si combina molto bene a tale nuance, ma trovo perfetto l’abbinamento con i grigi e i bianchi.

In una camera da letto matrimoniale, il color ruggine può diventare protagonista della parete dietro al letto.

La nuance perfetta per i complementi d’arredo

Un modo senz’altro originale e meno invasivo per utilizzare il color ruggine per l’arredamento d’interni consiste nell’utilizzarlo nei complementi d’arredo. In una camera da letto matrimoniale le lenzuola o il piumone color ruggine sono l’elemento perfetto per dare personalità alla stanza ma senza esagerare.

Anche i tendaggi e i cuscini in soggiorno possono essere scelti di questo colore. L’importante è mantenere il resto dell’arredamento piuttosto basico, magari prediligendo mobili e pareti di tonalità neutre.

Cosa ne pensi? utilizzeresti questo colore in casa tua?

L’articolo Color ruggine, tra i più amati su Pinterest proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Tendenze: i colori top del 2019 secondo Pantone

Pubblicato da blog ospite in Colori, Decor, La Gatta Sul Tetto

Pantone PANTONEVIEW home interiors 2019

Torniamo a parlare di tendenze e di colori, questa volta facendo un salto temporale verso il 2019. Già disponibile tra i prodotti Pantone, la guida PANTONEVIEW home + interiors 2019 contiene le indicazioni sui 72 colori selezionati,  divisi in 8 temi, corredate di immagini e grafiche cui ispirarsi per l’uso dei colori e per gli accostamenti più armoniosi.

Le due palette svelate da Pantone nei mesi scorsi sono rivolte soprattutto al settore dei casalinghi e dell’interior design.

Laurie Pressman, Vice Presidente di Pantone Color Institute spiega:

“la guida PANTONEVIEW home + interiors 2019 si ispira al concetto di attenzione: per via delle infinite possibilità di scelta che caratterizza il nostro tempo, è necessario concentrarsi su quei colori che hanno la capacità di catturare lo sguardo. La guida è una road map che si focalizza sui colori che aprono la strada ad un futuro diverso, più ricco di immaginazione”.

Cravings, la palette ispirata al cibo

La prima palette si chiama Cravings (letteralmente voglie, desideri) e dovrebbe generare la stessa tentazione che si prova di fronte ad un bel dolce: rossi piccanti, dolcissimi rosa e ricchi viola. I neutri tasty Butterum e Cappuccino introducono i toni caldi, mentre il verde erba rappresenta la nota fredda di una palette decisamente sensoriale.

 i colori top del 2019 secondo Pantone palette Cravings i colori top del 2019 secondo Pantone palette Cravings i colori top del 2019 secondo Pantone palette Cravings i colori top del 2019 secondo Pantone palette Cravings

Classico, la palette senza tempo

Le sfumature della palette Classico sono immortali, eleganti, adatte a qualsiasi tempo. In questa palette, colori come un delizioso bianco “cigno” e un bronzeo color cammello si accostano senza problemi con un verde acqua profondo, un grigio metallico, il Burgundy red e il nero caviale. Un oro ricco e un tocco di albicocca rifiniscono questa palette raffinata che parla un linguaggio universale, adatta a qualsiasi prodotto.

 i colori top del 2019 secondo Pantone palette Classico

 i colori top del 2019 secondo Pantone palette Classico i colori top del 2019 secondo Pantone palette Classico i colori top del 2019 secondo Pantone palette Classico

 

A corollario della guida annuale, Pantone sta svelando anche le palette per la stagione Spring/Summer 2019 : New Frontiers e New Native, apparse nel VIEWPOINT COLOUR magazine n°3.

La palette New Native

Ispirata alla mescolanza di culture dovuta alla globalizzazione, questa palette riflette la contaminazione culturale che contraddistingue soprattutto le metropoli e, di riflesso, il mondo dell’architettura e del design. I colori della terra nelle sfumature delle ocre, dal giallo dorato al rosso mattone sono intensi e caldi. Fanno da contrappunto il delicato “linen” e il deciso Dazzling Blue, per creare contrasti dalla personalità spiccata.

  i colori top del 2019 secondo Pantone palette new native

La palette New Frontiers

Di ben altro tenore la palette New Frontiers: ispirata alla fantascienza, allo spazio extraterrestre e all’ignoto, è composta perlopiù da colori freddi e scuri. Neri più neri,  viola che ricordano chiazze di petrolio ed indaco naturale molto profondo, per suggerire una provenienza aliena. Sicuramente la tecnologia gioca un ruolo importante nella scelta di questo tema.

 i colori top del 2019 secondo Pantone palette new frontiers

 

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 

 

Tags: ,

 
 

Elena Salmistraro, una designer eclettica e visionaria

Pubblicato da blog ospite in Decor, Things I Like Today

Elena Salmistraro Vasi in ceramica della serie Primates

Elena Salmistraro è una giovane designer milanese che si muove con grazia fra arte e design, entusiasmandoci con le sue originalissime creazioni

Dimenticate il tipico minimalismo milanese! Lo stile di Elena Salmistraro è personalissimo, dal carattere pop surrealista e allo stesso tempo onirico e visionario, spesso dal sapore etnico. Un mix di astrazione e grande attenzione ai dettagli, un uso coraggioso del colore e tanta ironia. Uno stile armonioso e poetico che cerca nell’espressività il suo punto di forza con l’obiettivo di suscitare ed evocare emozioni.

È davvero riduttivo definire Elena Salmistraro una designer perchè questa giovane milanese, classe 1983 è anche una originalissima illustratrice e artista che dal 2009 si dedica ai suoi progetti spaziando dal product design all’arte. Negli anni ha messo la sua creatività al servizio di aziende come Alessi, Bosa, Timberland, Replay e ha partecipato a innumerevoli mostre e fiere internazionali come The New Italian Design, la mostra panoramica sul design italiano contemporaneo organizzata qualche anno fa dalla Triennale di Milano. Nel 2017 ha vinto il premio come Migliore designer esordiente al Salone del Mobile di Milano.

Elena Salmistraro Primates

Elena Salmistraro Primates

“Faccio molta ricerca sulle culture del mondo. Adoro i personaggi dai colli lunghissimi, i lobi dilatati. Mi guardo sempre intorno e mi ispiro a tutto. Tranne che agli oggetti di design: non voglio condizionamenti. Mi piacciono molto anche gli oggetti dallo stile un po’ rétro, che a volte si trovano nei mercatini. Li compro e poi li trasformo.”
La Cucina Italiana

Elena Salmistraro Vasi in ceramica della serie Primates

Vasi in ceramica della serie Primates

La reinterpretazione è la parola chiave del  suo stile: Elena Salmistraro ama trasformare tutto quello che la ispira filtrandolo attraverso il suo personale punto di vista. Adora disegnare e dipingere e dar forma ai suoi bellissimi disegni per materializzare le sue visioni in oggetti concreti, spaziando fra vasi, piatti, carte da parati, tappeti… Uno dei suoi progetti recenti di maggior successo è Primates una collezione di vasi in ceramica (ma anche piatti e maschere decorative) realizzati per Bosa. Una reinterpretazione delle ceramiche dell’antica Roma famose per il loro carattere animista ma anche un richiamo al rapporto fra uomo e scimmia, l’animale che più di ogni altro ci assomiglia nella forma, nelle espressioni e nei movimenti e che proprio per questo ci incuriosisce e affascina.

• LEGGI ANCHE: Il servizio di piatti giusto: qual è il tuo stile?

Elena Salmistraro Piatti della linea Primates

Elena Salmistraro Piatti della linea Primates

Ma sono bellissime anche le divertenti carte da parati disegnate per la Yarn Collection di Texturae, wallpapers che da sole bastano ad arredare un ambiente grazie al loro stile grafico nitido e ricco di particolari in cui traspare tutta l’immaginazione fantastica della designer.
Se siete curiosi di saperne di più, sul suo sito web troverete tutti i suoi progetti.

Elena Salmistraro - Carta da parati Folla

Carta da parati Folla

Elena Salmistraro - Carta da parati Cockatoo

Carta da parati Cockatoo

Elena Salmistraro The Rain Dance

The Rain Dance – Acrilico su tela per Expo 2015

L’articolo Elena Salmistraro, una designer eclettica e visionaria proviene da Things I Like Today.

Tags: ,

 
 

Sukhi: tappeti artigianali di design

Pubblicato da blog ospite in Decor, Non Ditelo all'Architetto

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Qualche tempo fa ho conosciuto una meravigliosa azienda di tappeti fatti a mano, che mi ha appassionato e affascinato, non solo per lo splendore dei suoi prodotti, tappeti artigianali realizzati completamente a mano frutto di antichi saperi ma dall’aspetto contemporaneo e perfetto per la casa moderna, decorata, fresca e creativa, ma anche per l’impegno sociale in cui questa azienda è impegnata in modo serio e tangibile.

Sto parlando di Sukhi, un’azienda che permette di acquistare tappeti fatti a mano direttamente dal produttore, cosa che ci dà la possibilità di avere il prodotto a prezzi più convenienti, inoltre i tappeti possono essere personalizzati al massimo, nel deign e nelle dimensioni,  trattandosi di manufatti. In fine, cosa fondamentale per questa azienda, permettere, con la realizzazione artigianale dei tappeti, di dare un lavoro con un buon stipendio e condizioni di vita ottime ad artigiani di tutto il mondo.

tappeti artigianali

Sukhi in nepalese vuol dire felice e sono assolutamente  d’accordo con il concetto che un bel complemento d’arredo e l’amore e la cura per la propria casa contribuiscano alla felicità dell’uomo.

Sukhi unisce due caratteristiche per me fondamentali: la VERA artigianalità e il design; i tappeti che ci propone quest’azienda sono davvero bellissimi, creativi e con una grandissima forza decorativa.

Perfetti per arredare ogni stanza della casa, lasciando un segno non indifferente di fascino e caratterizzazione.

I tappeti Beni Ourain del Marocco sono probabilmente i tappeti più comodi che si possano immaginare, sono costituiti da lana di pecora 100% e sono al 100% non tinti, perfetti per la camera dei bambini.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

I tappeti nepalesi sono coloratissimi e originalissimi, speciali quelli realizzati con migliaia di palline di feltro fatte a mano ideali per dare carattere e rendere speciale un angolo della casa.

tappeti artigianalitappeti artigianali

tappeti artiianalitappeti artigianali

I tappeti patchwork della Turchia sono pensati per essere divertenti e colorati. Questi tappeti fatti a mano sono realizzati con pezzi di tappeti diversi cuciti insieme. Il risultato finale è un’opera d’arte veramente unica nel suo genere che potrà arricchire e valorizzare la zona giorno come quella notte.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Un tappeto è un arredo davvero speciale e insostituibile, che in un attimo può cambiare volto all’arredamento della casa, valorizzare dei mobili anonimi, migliorare un pavimento che non ci piace, donare eleganza, fascino, carattere e accoglienza ad ogni ambiente.

Sia che voi amiate i tappeti, sia che non li abbiate mai presi troppo in considerazione, una volta visti quelli di Sukhi non potrete più farne a meno!

L’articolo Sukhi: tappeti artigianali di design proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Copritermosifone con balza in stile Essenzialchic

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, Nell'Essenziale
Copritermosifone con balza in sile Essenzialchic

Da qualche giorno avrete sicuramente notato nello shop il novo modello di copritermosifone con balza in stile Essenzialchic. Questo modello è stato realizzato per una casa in stile shabby arredata nei toni del tortora e bianco.

Copritermosifone con balza in stile Essenzialchic

I miei copri radiatori non sono solo oggetti decorativi. I miei copri termosifoni sono realizzati in modo da essere utilizzati durante tutto l’anno. In estate proteggono i radiatori dal depositarsi della polvere. In inverno, quando i radiatori sono accesi e creano calore, l’alternanza di uno speciale strato di puro cotone traspirante permette il filtraggio dell’aria attraverso la trama del tessuto. Quindi il tessuto appoggiato sul radiatore non causerà il blocco del circolo dell’aria calda, ma bloccherà solo la polvere che circola insieme al flusso di calore.

Filtrare il flusso di aria quando i caloriferi sono accesi è una funzione davvero importante del copri caloriferi. Infatti i tessuti con i quali è stato realizzato permettono all’aria di passare attraverso la trama della stoffa, bloccando le particelle di polvere presenti nell’aria. In questo modo l’aria sarà pulita e il rischio di allergie alla povere si ridurrà.

Ma la cosa piu importante è che  il puro cotone dei tessuti che scelgo di utilizzare non emette sostanze tossiche al calore,  come di solito fa la maggior parte dei tessuti sintetici di bassa qualità.

Il risultato? Aria pulita e riduzione delle possibili allergie alla polvere. Provare per credere!

Il nuovo copritermosifone con balza in stile Essenzialchic

Questo nuovo modello di copritermosifone con balza in stile Essenzialchic è realizzato interamente in cotone 100%. La parte frontale è puro cotone con lavorazione panama. Il retro è in puro cotone traspirante. La balza, il fiocco ed il cuore sono  in tessuto 100% cotone stampato. La stampa riprende i cuori.

Questo oggetto non è solo utile a proteggere un termosifone dalla polvere, ma è principalmente un oggetto decorativo.

Puoi acquistare questo copritermosifone nel mio shop online nella sezione copri radiatori. Sono disponibili numerosi modelli adatti ad ogni stile. Potrai scegliere il tessuto, il colore e soprattutto potrai ordinare la misura precisa. I radiatori infatti hanno misure più svariate, e per questo motivo non è possibile realizzarne gia pronti. Realizzo tutto dopo l’ordine e mi assicuro che tu sia soddisfatta al 100%.

copritermosifone con balza e fiocco

Potrai anche ordinare più articoli tutti coordinati tra loro. La personalizzazione è una delle caratteristiche principali che trovi nel mio shop.

copritermosifone con balza con balza e fiocco

Spero che questo nuovo modello da me realizzato ti sia piaciuto!

A presto

Rosa

 

Questo articolo Copritermosifone con balza in stile Essenzialchic proviene da Nell’Essenziale.

Tags:

 
 

Sul caldo, i ventilatori e un utile negozio di luci online

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Fa sempre più caldo qui; siamo passati improvvisamente dall’indossare il maglione al non sopportare più nessun vestito addosso.

Non voglio cadere nel banale ma veramente non esistono più le mezze stagioni.

Dopo aver vissuto molti anni in un paese caldo, sono arrivata alla conclusione che l’aria condizionata ha troppi aspetti negativi e le pale da soffitto sono la soluzione migliore contro l’afa.

Non causano fastidiose sinusiti e dolori di collo e soprattutto non inquinano.

Mentre cercavo un ventilatore da soffitto per un cliente, mi sono imbattuta nel negozio online Lampade.it, che mi ha colpito per la grande selezione di luci e ventilatori da soffitto e dal modo in cui il sito è organizzato in molti menu tematici.

Lampade.it vende lampade di design ma anche tante luci di marchi meno famosi e i prezzi sono molto vari, per tutte le tasche.

E’ sicuramente una risorsa utile, per prodotti anche come lampadine e luci di Natale. Spediscono in tutta Europa e in Italia la consegna è gratuita.

Qui di seguito, ho selezionato alcune lampade carine che ho visto sul sito.

Le prime due sono in calcestruzzo grigio: la prima è un pendente, la seconda una sospensione con led.

Queste, invece, sono due proposte in nero in metallo, per chi ama lo stile industriale. Entrambe si adattano bene a tutti gli ambienti, la prima in stile vintage, la seconda

un pò più in stile scandinavo.

Anche la lampada marittima Filou è divertente, un pò piratesca con i nodi e la valvola rossa:

 

Hanno anche molte lampade per esterno. Anche in questo caso, le luci sono divise in molti sottomenu’ (faretti da incasso, luci da terrazzo, lampioni da esterno, lampade solari, plafoniere etc.) quindi è facile trovare quello che ti serve.

Mi piacciono molto queste qui sotto orientaleggianti, fanno una luce d’atmosfera; quelle bianche nella foto in basso, sopratutto la versione da tavolo.

Insomma, Lampade.it è sicuramente un’altra risorsa per il vostro shopping e magari se volete star meglio e far star meglio il nostro povero pianeta e montare delle pale ventilatori a soffitto.

 

The post Sul caldo,i ventilatori e un utile negozio di luci online appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags: , ,

 
 




Torna su