Home Self Home






 
 
 

♥ Trend Alert ♥ Il nuovo catalogo Ikea – The New Ikea Catalogue

Pubblicato da blog ospite in Home Self Home, News
L’attesa del nuovo catalogo Ikea é qualcosa che mi ricorda il periodo natalizio della mia infanzia: ricordo quando aspettavo i cataloghi dei grandi magazzini, per sbirciare i giocattoli che avrei poi segnato sulla lista dei desideri.
Adoro prepararmi una tazza di caffé formato XL, sedermi sulla mia poltrona preferita e lasciarmi accompagnare dall’imbrunire che avanza fuori dalla finestra sfogliando il catalogo Ikea, annotando mentalmente la mia “lista dei desideri”.

Waiting the new Ikea catalogue is something that recalls me my childood: I remember myself waiting for the toys catalogues to select those I want to put on my whish-list.
I love preparing a XL coffee, sit down on my favourite armchair and entertain myself leafing through Ikea’s catalogue, noting in my head my whish-list.

http://onlinecatalogue.ikea.com/CH/it/IKEA_Catalogue/


Devo ammettere che l’edizione 2015 mi é piaciuta particolarmente: sebbene la copertina non richiami pienamente quello stile scandinavo tipico Ikea e sia un po’ troppo colorata per i miei gusti, non ho dovuto girare molte pagine prima di incappare nel primo, grandissimo colpo di fulmine: pareti grigio scuro, mobili essenziali dal tono un po’ rustico, qualche dettaglio industriale con le lampade e la sveglia e tanta tanta natura (come il ramo usato come appendino ed il tappeto composto da un patchwork di tessuti grezzi).

I must admit that I liked a lot the 2015 edition: although the cover doesn’t shows a tipical Ikea’s Scandinavian home and it is a little too colourful for my taste, I hadn’t to turn many pages to fall in love: dark-gray walls, minimal rustic furniture, industrial elements here and there (as lights and the clock) and a lot of nature (the hook branch and the patchwork rug).

Ikea catalogue 2015
Le pagine del catalogo Ikea non sono però solo una mera e pura esibizione di mobili, ma anche una miniera di buoni consigli ecosostenibili e fai-da-te a costo quasi nullo. 2 tra i temi più importanti di questi ultimi anni ai quali Ikea presta particolare attenzione; e a noi, questa cosa, non può che fare piacere, visto anche l’impegno tangibile di Ikea verso una migliore sostenibilità (come il suo impegno per usare esclusivamente cotone proveniente da fonti sostenibili entro fine 2015).

The pages are not a pure furniture’s exhibition but a treasure trove of low-cost do-it-yourself advices with an eye to sustainability. Two of the main topics of the last years to which Ikea pays great attention (and we can’t do anything than being happy with that).

catalogo Ikea 2015

Ma Ikea non é solo questo: é anche attenzione ai piccoli spazi, una miniera quasi infinita di soluzioni SMart per ogni esigenza.

But Ikea is more, it is attention to small-spaces too: an endless source of SMart solutions for each and every need.

Ikea Catalogue 2015

Insomma, non solo una vendita di mobili e decorazioni, ma un vero e proprio manuale capace di farci sognare, ma di renderci anche più attivi sia nell’arredamento di casa nostra che nella sostenibilità del pianeta.
In other words, not only a furniture and decor sell, but an out-and-out handbook that permits us to dream while making us more dynamic both in furnishing our own home and in keeping our planet more sustainable.

Tags: ,

 
 

CLEI: Perché le dimensioni non contano. CONTAVANO!

Pubblicato da blog ospite in Home Self Home, Idee, Interiors

Tema centrale di questo blog è da sempre la ricerca di soluzioni creative e belle a vedersi per l’arredamento di case di taglia S/M. Quando poi, grazie al fatto che collabori con arredamento.it, scopri CLEI un’azienda tra i protagonisti del design italiano degli ultimi 50 anni, non puoi che accettare di parlarne.
Perché? Ma perché gli spazi piccoli sono da sempre considerati un problema: ad essi, infatti, sembrerebbero essere associati caos e disordine. Ed il design? Sacrificabile in favore di qualche possibilità di spazio in più. Ma grazie al lavoro di molti designers le cose stanno cambiando e le piccole dimensioni sono in realtà un’OPPORTUNITÀ. Tra di essi il team di CLEI, un’azienda che mi sento di considerare SMart a 360° in quanto non offre prodotti salva-spazio, ma vere e proprie soluzioni modulari sull’onda del motto “minimo spazio, massimo rendimento!” facendo suo il concetto di multifunzionalità.

Camere a comparsa
Pensiamo ad esempio a quanti genitori separati ospitano i figli in casa solamente per alcuni weekend al mese. Spesso non vi sono locali in cui poter lasciare 2 o 3 letti inutilizzati per la maggior parte del tempo. Si è quindi costretti a far dormire i nostri figli sul divano o su scomodi materassini gonfiabili senza dargli la sensazione di avere una cameretta tutta loro dotata di ogni comfort (col rischio che non vogliano più fermarsi a passare la notte da noi). Come cambierebbe la storia con soluzioni come queste?
 
https://www.youtube.com/watch?v=DhZEze3caXQ#t=15
Lollisoft SD
https://www.youtube.com/watch?v=DhZEze3caXQ#t=15
Lollisoft SD

Clei Circe 256 e Fox
Clei Circe 256 e Fox
Clei Circe 256 e Fox
 
E la coppia di nostri amici ospiti per il weekend? Non vorremo mica mandarli a spendere soldi inutilmente in un albergo perché non abbiamo lo spazio per loro…
  
Ulisse Dining
Ulisse Dining
Ulisse Dining
 
Tango
Tango
 
Home Office
Che dire poi di una postazione lavoro a casa, per potersi occupare della famiglia senza bisogno di sacrificare il lavoro? CLEI offre una soluzione anche per questo: scrivanie che appaiono e scompaiono a seconda della necessità del momento, senza bisogno di doversi affrettare a sgomberare la postazione di lavoro ogni volta che non se ne necessita più.
 
Home Office
Home Office
 
Poppi Desk
Poppi Desk
 
Cucina Smart ed eco-friendly
Ma la soluzione che più di tutte ha attirato la mia attenzione é senza dubbio E-cooking. Nell’arredamento di spazi di piccole dimensioni, l’unico punto su cui si poteva fare ben poco era la cucina: occorreva prevedere al minimo uno spazio orizzontale tale da farci stare almeno 3 blocchi da 60x60cm (piastre + forno, lavandino, frigo). CLEI invece propone una soluzione per ovviare anche a quest’ultimo problema: E-cooking é infatti un blocco di 70x70cm per ca. 2m di altezza contenente tutto (e anche più) ciò che deve esserci in cucina: lavandino, piano cottura, forno, conservazione, lavastoviglie e perfino un orto verticale. Ma non solo: questo blocco-cucina é progettato per essere a risparmio energetico. Per ora E-cooking é solo un prototipo e forse un poco scomodo da utilizzare in una casa in cui bisogna cucinare per più di 2 persone, ma le premesse per poter fare una rivoluzione SMart in questo campo ci sono tutte. Ed io sarò qui ad attenderla!
E-cooking
http://www.progettarearchitettura.it/cucina-verticale/ecooking-schema-riciclo/
Tags: ,

 
 

Misurare un locale: scegliere l’arredamento / Measuring a Room: Choosing Interior Design STEP 4

Pubblicato da blog ospite in Home Self Home, Idee

Misurare il locale per l’arredamento / Measuring the room for furniture

Misurare un locale per l’arredamento richiede qualche passaggio in più rispetto al misurarlo per dipingerlo: tralasciare questo passaggio può provocare l’acquisto di mobili delle dimensioni sbagliate e che quindi finirebbero per non entrare nel locale, coprire parzialmente una finestra, occupare gran parte dello spazio.
Measuring the room for furniture needs to go some steps further than for painting purposes: avoiding this step may mean buying furniture of the wrong size which may be higher than the room, conceal a piece of window, taking up too much space.
Measuring room for furniture

Misurare locale per arredamento

Oltre gli steps discussi nel post precedente, bisognerà procedere a misurare la stanza in ogni minimo dettaglio:
  • l’altezza delle finestre da terra
  • l’altezza di eventuali mensole da terra
  • la profondità di armadi e librerie esistenti
  • il posizionamento delle prese elettriche
  • la lunghezza di ogni singolo pezzo di parete (e non più la dimensione totale meno l’apertura di porte/finestre. Ora occorrerà sapere esattamente quanto spazio c’é tra una parete e la porta, così da sapere ad esempio se dietro la porta aperta potrebbe starci una mensola).
Ovviamente per questo punto non esistono regole generali, perché tutto dipende dalla conformazione del locale. Il mio consiglio é di misurare il più possibile, anche a costo di esagerare. Perché vi renderete conto dell’importanza di quella misura mancante solamente quando sarete già in negozio.
Beyond previous post’s steps, you need to measure every piece of the room:
  • windows ground elevation
  • shelves ground elevation
  • wardrobe and bookshelves depth
  • wall sockets positioning
  • walls lenghts (i.e. you need to go further than the total lenght minus doors/windows’ lenght. You need to know exactly the amount of space you have between the wall and the door so as to be able to assess whether, for example, you can put a shelf behind the open door).
Obviously, at this point you haven’t any general rule because it depends on the room’s features. My advice is to measure as much as you can. Because you’ll realize the importance of a missing measure only when you’re at the store.

 
 

Misurare un locale: scegliere l’arredamento / Measuring A Room: Choosing Interior Design STEP 3

Pubblicato da blog ospite in Home Self Home, Idee
Questo é uno di quegli step piuttosto noiosi. Di quelli che coinvolgono poca (per non dire alcuna) creatività. Ma che, aihmé, sono essenziali. Potrebbe tranquillamente essere messo al primo posto negli step per l’arredamento di un locale, ma personalmente preferisco iniziare da qualcosa di più creativo e spensierato e rimandare le questioni tecniche a dopo. Tuttavia, a questo punto é d’obbligo: occorre misurare il locale. Occorre misurarlo per calcolare i quantitativi di vernice (o carta da parati) da acquistare. Ed occorre misurarlo per scegliere i mobili delle dimensioni adatte al locale.
Se non ve la sentite di dipingere da soli il locale (o comunque in presenza di qualsiasi problema come crepe, muffa, umidità) vi consiglio di rivolgervi a degli specialisti. Verniciature tradizionali costano ormai pochissimo, mentre se scegliete tecniche più decorative aumenterà proporzionalmente anche la difficoltà d’esecuzione e sarà importante avere una buona manualità. Lavorando nell’impresa di pittura di famiglia so quante volte siamo stati chiamati di corsa per dover rimediare a disastri post-fai-da-te…

This is a quite boring step requiring little (if none) creativity. But, unfortunately, it is an essential one. It’s order may vary but I suggest to place it as third step so as to start with more funny and creativity-oriented activities. Nevertheless, at this point it is necessary to measure the room. You have to do this in order to assess how many painting/wallpaper do you need. And to choose furniture wich best fits with the room.

If you don’t feel very comfortable in painting the room yourself (and in any case if there are some problematic situations like cracks, mold, moisture) I suggest to call an expert. Traditional painting is quite cheap yet and decorative tecniques involve increasing difficulties and good manual skills. By working in my parents’ painting firm I’m well aware of how many times we have been called to repair diy’s failures…


Misurare il locale per la pittura / Measuring the room for painting
Capire da che parte iniziare quando si prendono le misure non é sempre facile. Spesso, infatti, può capitare di realizzare troppo tardi che, ops, quella misura ci siamo dimenticati di prenderla. Avendo fatto la gavetta sui cantieri, con capi operai che misuravano una stanza in si e no 1 minuto e mezzo ho scoperto che é più semplice di quanto si possa pensare. Ma siccome non é un’attività che si fa proprio tutti i giorni, un promemoria può tornare utile.

While measuring a room understanding where to start from is not always that easy. Indeed, it may happens that… ops! you forgot to measure that important thing. Having grown up in building sites with head workers measuring a room in about one and a half minute I understood that it’s easier than we think. However, since it isn’t a job you do on a daily basis, a memo may be usefull.

Procediamo per punti: / Main steps:
    1. Innanzi tutto é bene stilizzare la stanza su un foglio, così da facilitarci la trascrizione delle misure.
        First of all, it is usefull to draw a sketch of the room (to ease the writing of the measures).

    Measuring a room

      2. Se la stanza non é rettangolare, cerchiamo di scomporla in più rettangoli in modo che sia più facile da misurare.
          If the room is not rectangular, try to breake it up in many rectangles to facilitate the measurement.

      Misurare un locale

        3. Misuriamo lunghezza ed altezza di ciascun rettangolo, quindi annotiamole sul nostro schizzo.
            Measure lenght and height of each rectangle and write them down on the sketch.

        Measuring a room

        Measuring a room
        4. Calcoliamo la superficie del soffitto ricavando l’area di ciascun rettangolo e sommandole tra loro.
            Calculate ceiling’s area by summing up each rectangle’s area.
          5. Misuriamo l’altezza del locale e altezza e lunghezza di porte e finestre.
              Measure room’s height and lenght and height of doors and windows.
          Measuring a room
          6. Calcoliamo la superficie delle pareti misurandone la lunghezza totale e moltiplicandola per l’altezza del locale. Al risultato sottraiamo l’area delle aperture (di cui al punto 5).
              Calculate walls’ area by measuring their total lenght and multiplying it with room’s height. From this remove doors and windows’ areas (point 5).

          Misurare un locale


             
             

            Another Mood Board: scegliere l’arredamento / Choosing Interior Design STEP 2

            Pubblicato da blog ospite in Design, Home Self Home, Idee
            Terminato l’excursus sull’edizione 2014 del Salone del Mobile di Milano, ricominciamo da dove c’eravamo lasciati: l’arredamento del salotto di D. Stabilite alcune caratteristiche che guideranno l’arredamento, siamo passate allo step 2: farci un’idea del salotto ideale di D.
            Le ho chiesto di tornare sul web, questa volta per cercare delle immagini più specifiche e cioé che abbiano a che fare con il salotto. Non importa che siano immagini di salotti interi o parti di esso, l’importante é che rappresentino mobili che vengono usati nel salotto: divani, poltrone, tavolini, librerie. Lo scopo qui sarà scoprire il tipo di mobili che D. predilige.
            Ciò che ne é emerso può sembrare piuttosto caotico:

            After the 2014 edition of the Milan’s Furniture Fair digression, let’s continue designing D.’s living room. After having established some of the main features that would drive the design, we went trough step 2 which would provide us with more details.
            I asked her to surf the web again and find out specific images (i.e. these having to do with living rooms). It isn’t necessary that living rooms would be represented entirely in these images, what is important is that they have to do with furniture which is usually placed in living rooms: sofas, armchairs, small tables, bookcases. The aim is to find out which kind of furniture D. likes the most.
            The result may seem somewhat messy:

            Mood board

            In realtà non é così, perché questa seconda mood board ci fornisce diverse informazioni utili:

            Actually, it provides us with a lot of valuable information:

            Interior Design
            • Primo tra tutti la conferma che D. predilige l’uso del legno, soprattutto per il tavolino (ma anche nel caso decida di mettere una piccola libreria).
            • Secondo: i toni sono neutri (grigio, bianco, nero, marrone) e l’ambiente molto luminoso.
            • Terzo: l’arredamento é senza fronzoli, ordinato ed essenziale. Dallo stile scandinavo, ma senza disdegnare note etniche (come le lanterne in stile orientale).
            Date queste premesse, passiamo in rassegna i mobili uno per uno.
            • Divano: in stoffa, meglio se di colore chiaro.
            • Tavolino: in legno, molto essenziale e grezzo.
            • Poltrone: dalla mood board non si capisce se e come D. vuole le poltrone. Potrebbero esserci come no, essere in linea con il divano, come pure essere dei pouff a contrasto.
            • Luci: grosse lampade che attirano lo sguardo e che illuminano la zona del divano.
            • Mobile TV: anche in questo caso non sono fornite indicazioni precise su come dovrebbe essere, ferme restando le 3 caratteristiche principali che guidano lo stile di D., di cui sopra.
            • Libreria: semplice e minimialista, con gli oggetti lasciati a vista.
            • Decorazioni: piante, libri e quadri/foto in bianco e nero e candele, tante candele. 
            Non mi resta che darvi appuntamento a settimana prossima, per scoprire il terzo step dell’arredamento del salotto di D.
             
              • First of all the confirmation that D. likes wood, especially for the small table (but even in case she would put a small bookcase there). 
              • Secondly: neutral tones (gray, white, black and brown) and brightness.
              • Third: neat, basic, no-frill design. Scandinavian style but with an ethnic touch (e.g. oriental lanterns).
               Given these premises, let’s have a closer look to furniture:
              • Sofa: fabric and light colours.
              • Small table: wood, essential and raw.
              • Armchair: from this mood board it is not clear whether D. wants to have armchairs and how they may be.
              • Lights: big eyes-catching lights enlighting sofa.
              • TV holder: as for armchair, it is not clear how it may be (the only clear thing are the 3 premises above)
              • Bookcase: simple and minimal with objects in view.
              • Decorations: plants, books and black & white pictures. And candles, a lot of candles. 
               Don’t miss next post to discover the third step to design D.’s living room. 
                Tags:

                 
                 

                Cosa faresti con 100 lattine? / What would you do with 100 aluminium cans?

                Pubblicato da blog ospite in Home Self Home, Idee

                Avevo programmato di scrivere questo post domenica 13 aprile 2014, in occasione dell’ultima giornata del Salone del Mobile di Milano. Però, complice un weekend di compleanno a dir poco stupendo, ho deliberatamente scelto di posticiparne la pubblicazione. E godermi la vita!
                Per l’ultimo appuntamento dedicato alla presentazione di alcuni tra gli espositori dell’edizione 2014 del Salone del Mobile, ho scelto un’azienda che ha poco a vedere con la gestione di spazi medio-piccoli. Ma molto di più con la gestione di spazi vasti, enormi. Del mondo! Già, perché l’azienda di cui voglio parlarvi oggi si chiama Regenesi, una realtà nata nel 2008 grazie a Maria Silvia Pazzi che mira a “trasformare 100 lattine in un elegantissimo piatto”, come si legge nel sito.
                Alla base di questa azienda vi é la sostenibilità: “alluminio, plastica, pelle, gomma, cartone; materie prime – rigenerate con processi di lavorazione innovativi che garantiscono identici standard qualitativi rispetto alle materie prime vergini – alle quali viene data una seconda chance per essere migliori.
                Vi ho incuriositi? Allora andiamo a dare un’occhiata a quali oggetti di design si nascondono dietro…
                This post was planned for Sunday, 04.13.2014 since it was the last day of Milan’s Furniture Fair. However, due to a simply perfect birthday weekend, I decided to postpone it. And going out living!
                For this last post about 2014 edition of the Milan’s Furniture Fair exhibitors I’ve chosen a company that has nothing to do with small-medium sized spaces but with huge ones . The world. Indeed, today’s company name is Regenesi. Born in 2008 thanks to Maria Silvia Pazzi, this company points to transform 100 cans into an stylish dish.
                The fundamentals of Regenesi is sustainability: aluminium, plastic, leather, rubber, paper: raw materials recycled through an innovative workflow safeguarding high quality standards to give them a second chance.

                Did I tickle your fancy? So let’s come with me to discover which design products conceal behind…

                … lattine in alluminio / Aluminium cans

                Regenesi plates

                Il riciclaggio di alluminio permette di risparmiare fino al 95% dell’energia che si utilizzerebbe con alluminio vergine.
                Recycled aluminium permits to spare 95% of energy with respect to raw aluminum.
                … alluminio riciclato da altri rottami / Aluminium recovered by other clunkers
                Regenesi sottopentola

                Proveniente dalla rottamazione di autoveicoli, elettrodomestici e/o raccolta di imballaggi. Giustamente questa tipologia di alluminio non viene utilizzato per creare oggetti che andranno direttamente a contatto col cibo, ma eleganti ed eco-compatibili sottopentole. Per una sicurezza totale.
                Cars, household electrical appliances and/or packaging collection contains a lot of aluminium. Of course, this type of aluminium is not used to produce products that would come in contact with food but rather for elegant eco-friendly potholders. Totally safe!
                … parti interne di frigoriferi rottamati e bicchieri in plastica da caffé / Fridge inner parts + coffee plastic glasses

                Regenesi office
                Oggetti d’arredo per l’ufficio assemblati senza l’utilizzo di colle e resine, ma solamente con calore e pressione.
                Office decor objects set up without glue and resin but by means of heat and pressure.
                … pelle rigenerata / Recovered leather

                Regenesi light

                La pelle é conciata con sostanze vegetali e durante la lavorazione non viene usata alcuna sostanza chimica.

                Leather is preserved by means of vegetable substances. Any chemical substance is used throughout the workflow.

                Regenesi biodegradable packaging

                L’attenzione di Regenis per l’eco-sostenibilità si nota anche nel packaging, costituito da carta riciclata e scarti provenienti da segherie e foreste sostenibili e pertanto perfettamente riciclabile anch’esso.

                Allora? Che ve ne pare di questa scoperta che ho appositamente voluto tenere per ultima?

                Regenis’ eco-sustainability concerns extend to packaging too: made of recycled paper and sawmills and sustainable forests’ wastes it is 100% biodegradable.

                So, what about this latest insight? 


                 
                 

                NEW dal Salone del Mobile 2014: ci facciamo un giro al LAGO? / Are we going to the LAGO (ie. lake)

                Pubblicato da blog ospite in Design, Home Self Home, Idee
                Continua il giro a distanza del Salone del Mobile 2014. Quest’anno non sono riuscita a raggiungere Milano, ma mi sto comunque rifacendo gli occhi grazie all’App del Salone del Mobile che mi ha permesso di navigare tra i vari espositori. Purtroppo, in realtà perfortuna, sono veramente tantissimi e non riesco a spendere una parola per ognuno di essi. Ma non é neanche questo quello che mi ero prefissata. L’obiettivo del mio “reportage” é quello di segnalarvi alcune tra le novità più SMart degli espositori.
                Dopo la nuova collezione Living di Desigual ed il marchio New Duivendrecht, oggi voglio presentarvi LAGO un’azienda italiana che grazie alla sua creatività ed innovazione ha guadagnato un’ottima posizione nel panorama mondiale.
                Tra le innumerevoli soluzioni proposte, ne ho scovate alcune veramente SMart. Come la libreria che funge da muro divisorio, permettendo alla luce di passare da una stanza all’altra senza grosse perdite di spazio.
                My virtual tour at Milan’s Furniture Fair continues. This year I wasn’t able to reach Milan, but the Milan’s Firniture Fair App gave me the chance to browse among the various exhibitors. Unfortunately, well fortunately indeed, they are a lot and I’m not able to talk about each one of them. But, in reality, this was not my purpose. What do I want is to show you some news.
                After the new Living collection of Desigual and the New Duivendrecht brand, today I’ll show you LAGO an Italian company that due to its focus on innnovation and creativity is growing internationally.
                Among the many proposed solutions, I found some very SMart ones. Like the bookcase used as separating wall that permits a the light to pass from one room to the other.

                Lago bookshelf
                Weightless

                Discorso molto simile per questi armadi e comodini, che permettono di mantenere la casa ordinata e contemporaneamente lasciar passare una grande quantità di luce.
                Similarly, these storage solutions permits to keep our home neat while leaving the possibility for the light to pass freely.

                Lago storage system
                Air Wardrobe e Storage
                Non é molto SMart, ma sicuramente originale il letto ecologico: quando non verrà più utilizzato potrà essere riciclato al 100%. E quando qualcosa é riciclabile é 100% HomeSelfHome style.
                It is not really SMart, but surely original this ecologic bed: when you wouldn’t use it anymore you can recover it completely. And what can be recovered is 100% HomseSelfHome style.
                Lago bed
                Letto Steps
                Può trasformarsi in un letto per gli ospiti, la poltrona composta da un materasso avvolto attorno ad un cuscino e fermato da un cilindro che, se girato, all’occorrenza si trasforma in un tavolino. Molto molto SMart.
                It can become a guest’s bed this armchair composed by a mattress turned around a pillow and blocked by a cylinder which, if turned upside down, it becomes a small table. Very very SMart.



                Lago armchair
                Poltroncina Huggy
                Originali e comodissime, le poltrone perfettamente impilabili che si adattano alle forme di chi vi ci siede sopra.
                Original and very comfortable, these chairs can be staked easily and adapt themselves to our body shapes.

                Lago chair
                Lastika
                Permette di evitare cassoni e tubi a vista, il lavandino super originale e super SMart. In più può essere abbinato a porta saponi che sfruttano lo stesso concetto.

                It permits to avoid in view chests and pipes, this super- original and super-SMart basin. Moreover, it can be paired with similar soap-dishes.

                Lago basin
                Skin Basin

                Solo 8cm di profondità, il lavandino che grazie alla sua trasparenza permette di allargare gli spazi. Per lo meno otticamente!
                It is only 8cm deep this basin which, due to its transparency permits to widen spaces. At least optically!

                Lago transparent basin
                Depth Basin

                Molto SMart anche il tappeto ricomponibile: da un solo tappeto si possono ricavare alcuni tappetini di piccole dimensioni, da usare sparsi per casa. Per poi essere assemblati in soggiorno per accogliere con una certa classe la suocera in visita.
                Very SMart also this decomposable rug: from a single rug you can obtain many little rugs to spread throughout your home and put them together on the living room to accomodate with class your mother-in-law.

                Lago rug
                Tappeto Slide

                Non perdetevi altre novità SMart sulla pagina Facebook.

                Don’t miss other SMart news on Facebook.

                Tags:

                 
                 

                What’s NEW? DUIVENDRECHT obviously!

                Pubblicato da blog ospite in Design, Home Self Home
                Alla loro terza partecipazione al Salone del Mobile di Milano, New Duivendrecht é una realtà piuttosto recente del panorama internazionale. Il suo stile non é chiaro e definito, semmai il frutto della collaborazione di numerosi giovani designers olandesi. Unico requisito: ogni prodotto deve essere innovativo, ma soprattutto sostenibile ed accessibile a tutti. E questo non può che essere perfettamente nello stile di HomeSelfHome.
                With its third participation at Milan’s Salone del Mobile, New Duivendrecht is a quite recent international reality. It’s style is not a well-defined one, rather the outcome of the collaboration of many young Dutch designers. The only requisite is that each product should be innovative but, above all, sustainable and affordable. And this is perfectly HomeSelfHome’s style.
                Salone del Mobile di Milano 2014
                I pouf sono composti da scarti di cotone dell’industria tessile, che verrebbero altrimenti gettati come rifiuti e possono tranquillamente essere usati anche come tavolini da té.
                Il tavolino é composto da 3 parti che si incastrano tra loro, pertanto può tranquillamente essere smontato e riposto in un armadio, oppure si possono assemblare solo 2 parti ed appoggiarlo contro uno spigolo di casa per fungere da mensola angolare.
                Il vaso é double-face e può essere usato sia orizzontalmente che verticalmente. E quando non abbiamo fiori da riporvi può essere lasciato in bella mostra come elemento decorativo oppure come ferma-libro.
                Il portacandele SMart funge contemporaneamente da porta-frutta, mentre lo specchio può essere utilizzato come mensola.
                Mentre la lampada, sebbene non possa essere considerata SMart é magnifica. In perfetto style industriale.
                The two poufs are made about upcycled cotton, which is saved from being turned into waste of the textile industry. They can be used as coffee-tables too.
                The small table is made of three combined parts, therefore it can be easily put away into the wardrobe. Or you can combine just 2 parts and place it as a shelf in a corner.
                The vase is double-face as it can be placed horizontally or vertically. When you don’t need it you can use it as a decorating element or bookend.
                Candleholder is SMart since it can be used as fruitbowl too, while the mirror holds a shelf.
                Although the light is not SMart, it is wonderful. A perfect industrial style piece of furniture.
                Tags:

                 
                 

                Living Your Way, Living Desigual

                Pubblicato da blog ospite in Decor, Home Self Home, News
                Primavera. Il paesaggio attorno a noi si riempie pian piano di magnifici colori, regalandoci sensazioni di leggerezza ed allegria. Una ventata d’aria fresca dopo il grigiore invernale.
                E casa nostra? Vogliamo forse dimenticarci di donare anche al nostro nido una ventata di aria fresca e primaverile? Se anche la vostra risposta é no vi segnalo una tra le novità del Salone del Mobile di Milano 2014: la nuova linea Living firmata Desigual.
                Quando ho scoperto questa collezione tra gli espositori del Salone del Mobile 2014 ho subito pensato a quanto la trovassi audace, fresca, allegra e spensierata. Insomma: primaverile. Specialmente in queste giornate soleggiate, mi accorgo di quanto abbia necessità di circondarmi di colori. Aspetto che spesso dimentico durante l’inverno.
                Ho scelto di condividere con voi la nuova collezione Living di Desigual proprio per questo: abbiamo bisogno di ritrovare il colore nelle nostre vite. E spesso ci serve qualcuno che ce lo ricordi!
                Scopriamo in anteprima questa collezione insieme?
                La linea Living propone soluzioni per:
                Spring. Landscape becomes more and more colourful returning us lighness and brightness feelings. A breath of fresh air after winter’s grayness.
                What about our home? Do we want to forget about giving it a fresh and springy mood? If your answer is not, I’ll advise you about one among the news of the Salone del Mobile di Milano 2014: the new Desigual Living collection.

                When I first learnt about this collection I thought at how much bold, fresh and cheerful did I find it. In a word: springy. Particularly, in these sunny days I recognize how much do I need colours. This is what I tend to forget during gray winters.

                This is indeed the reason why I decided to show you the new Desigual Living collection: we need to remember how much do we need colours in our lives. We often nees somebody remembering us this!

                So, let’s discover together this new collection.

                Desigual’s Living collection offers solutions for:

                Camera da letto / Bedroom

                Copri-piumini e cuscini dall’aspetto giovane ed artistico declinati in 3 collezioni principali:
                • Japanese: motivi coloratissimi che ricordano trame del lontano Oriente
                • Hand Flower: sembrano usciti dalla mano di un artista parigino i fiori ed i cuori dipinti a mano
                • Black & White: in controdendenza con lo spirito Desigual? Semmai un tassello in più per completare uno stile sempre in linea con le tendenze del momento.
                La loro caratteristica double-face li rende perfettamente SMart: basterà possederne 2 per poter cambiare l’aspetto del nostro letto ben 4 volte. Artisticamente intelligente!
                Young and artistic like duvets and pillows covers in 3 main fashion:
                • Japanese: colourful drawings recalling Far East
                • Hand Flower: hand drawn flowers and hearts that seem drawn by a Parisian artist
                • Black & White: Desigual countertrend? Not at all. Rather, a tile more to complete a style always in line with world trends.
                Moreover, they are perfectly SMart thanks to their double-face feature: it would be enough to own 2 of them to change bed-look 4 times. Artistically smart!
                Salone del Mobile Milano 2014

                Salone del Mobile Milano 2014

                Salone del Mobile Milano 2014

                Salone del Mobile Milano 2014

                Bagno / Bathroom

                Iniziare la giornata in modo allegro e colorato fa certamente meraviglie sull’umore.
                Io son già conquistata e voi?
                Starting the day with colours and brightness is wonderful for our mood. I’m already in love, and you?
                Salone del Mobile Milano 2014

                Cucina / Kitchen

                Per le foodblogger più fashioniste, sono perfetti i guanti e le presine che sprigionano amore da tutti i pori. Proprio come un piatto cucinato per i nostri cari.
                For fashion foodbloggers: gloves and hot pads spreading love everywhere. Like a meal cooked for our family.
                Salone del Mobile Milano 2014

                Salone del Mobile Milano 2014

                Soggiorno / Living Room

                Cuscini, plaid e tappeti. Ed anche il più monotono dei soggiorni guadagna subito freschezza ed allegria.

                Pillows, plaids and rugs. And even the most boring living room gains immediately freshness and liveliness.
                Salone del Mobile Milano 2014
                (divano Karlstad di IKEA)
                Salone del Mobile Milano 2014
                 Salone del Mobile Milano 2014

                Se volete deliziarvi la vista con questi magnifici colori e motivi, non perdetevi lo stand Desigual presso il Salone del Mobile di Milano, dal 8 al 13 aprile 2013.
                If you’re willing to see these wonderful drawings and colours, don’t loose Desigual’s stand at Milano’s Salone del Mobile, from 8th to 13th of April, 2013.
                Tags: ,

                 
                 

                Mood Board: scegliere l’arredamento / choosing interior design STEP 1

                Pubblicato da blog ospite in Design, Home Self Home, Idee
                Sto lavorando su un progetto che mi entusiasma particolarmente: una mia amica mi ha dato l’opportunità di aiutarla ad arredare il suo nuovo salotto. La stanza, di dimensioni piuttosto piccole, sarà adibita a salotto ed ufficio. Siccome si tratta del suo primo appartamento, D. non sa esattamente cosa vuole, così come prima cosa abbiamo cercato di capire come vorrà utilizzare il salotto: soprattutto per intrattenersi con gli amici o per rilassarsi? Appurato che l’uso principale del salotto di D. sarà per riposarsi e guardare la tele le ho suggerito di navigare in internet e mandarmi una decina di immagini che la colpiscono particolarmente, senza doverne necessariamente capire il motivo. Le immagini possono avere a che fare con l’arredamento oppure no. L’importante é che le trovi particolarmente confortanti e rilassanti.
                Questa é la selezione che mi ha inviato:

                I’m working on a project I particularly like: my friend gave me the opportunity to help her designing her living room. This is a small-size room that would be used both as living room and as home-office. Since this is D.’s first pad, she doesn’t know very well what she wants, so we firstly tried to understand what she would use her living room for: mainly to entertain herself with her friends or for relaxing? After having understood she will use it to relax and watch TV I suggested D. to surf the web and send me a set of about ten images that affected her emotionally, without having to undestand the reason. These images may be about interior design or not. The very important thing is that she finds them cozy and relaxing.


                This is her selection:

                Neutral Tones Industrial Scandinavian Style

                Analizzando queste immagini si riscontrano alcuni patterns: primo tra tutti l’uso di toni neutrali, con alcuni contrasti forti ma senza l’uso di colori vivaci. Anche l’uso di materiali naturali quali il legno é comune a molte immagini, così come la loro semplicità.
                Analyzing these images you’re able to find out some common patterns: firstly, the use of neutral tones with some strong contrasts but without vivid colours. Also the use of natural materials as wood is widespread. As is their simplicity. 

                Industrial Scandinavian Style
                Questo servirà a D. per approfondire il tipo di arredamento che preferirà.
                This would be useful to D. when she has to examine more in depth the design she likes the most.
                Tags: ,

                 
                 




                Torna su