Interior Break






 
 
 

Un appartamento creativo

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor, Interior Break

Tanta luce naturale per un appartamento classico e moderno al tempo stesso, e dove si respira un’atmosfera molto creativa
Una base “total white” dove spicca l’arredamento, caratterizzato da elementi classici e moderni splendidamente abbinati tra loro, oltre ai particolari oggetti d’arte provenienti da tutto il mondo che arricchiscono lo spazio. Un mix caldo e raffinato che dona alla casa un’atmosfera molto personale.
Fotografie di Jonas Ingerstedt

Tags: ,

 
 

Un appartamento "bon ton" a Parigi.

Pubblicato da blog ospite in Design, Ecce Home, Interior Break
Lo studio Lèopold & Fauconnet di Parigi, si occupa da più di venticinque anni di progettazione architettonica di nuove costruzioni  e ristrutturazioni, realizzando interventi importanti per una committenza sia pubblica sia privata.
I due titolari Karin Léopold e Francois Fauconnet trovano comunque il tempo per dedicarsi  anche a ristrutturazioni di appartamenti privati, lavoro che svolgono con la stessa cura del dettaglio e la medesima ricerca di soluzioni innovative che caratterizza tutta la loro produzione.
Questo appartamento parigino, di 160 mq, ha la struttura e le finiture tipiche degli edifici haussmanniani.
Karin e Francois, conservando gli elementi caratteristici (cornici, stucchi, camini), adottano uno stile elegante e raffinato; colori discreti, materiali naturali, luce diffusa e ben studiata.
Il risultato equilibrato, sobrio e asciutto, appare  contemporaneo nell’arredo e nella fruizione degli spazi (cosa evidente ad esempio  nell’ambiente unico dedicato alla cucina e al pranzo in cui convivono un bellissimo camino d’epoca ed arredi tecno-minimalisti).
I due architetti  realizzano in definitiva un appartamento che non definirei classico ma piuttosto, con un termine rubato alla moda, “bon ton”. 

A “bon ton” apartment in Paris

The agency  Léopold & Fauconnet of Paris, is responsible for more than twenty-five years of architectural design of new buildings and renovations, realizing  ​​important interventions for public and private clients. 
The two owners Karin Leopold and  Francois Fauconnet find, however, the time to dedicate himself to restructuring of private apartments and they carry out  this work  with the same attention to detail and with the same search for innovative solutions that characterize all their production. 
This Parisian apartment,  of 160 square meters, has the structure and the typical details of the Haussmann buildings. 
Karin and Francois, preserving the characteristic elements (cornices, plasterwork, fireplaces), adopte an elegant and refined style; discrete colors, natural materials, diffused and well designed light.
The result  is balanced, sober and measured, but it appears contemporary in the  furnishing and in the use of space (This is evident, for example, in the unique environment dedicated to the kitchen and dining room, where it combines a beautiful and antique fireplace and furnishings techno-minimal). 
The two architects achieve an apartment that I would not call classic but rather, with a term stolen from the fashion,”bon ton”.

Leopold & Fauconnet

Tags:

 
 

The far away house

Pubblicato da blog ospite in Decor, Interior Break

Mentre la mia mente continua a vagare tra i ricordi del viaggio in Svezia, ecco che mi imbatto in queste foto bucoliche sul blog IKEA Livet Hemma. Una casetta in legno che sembra uscita da una di quelle fiabe in cui amavo perdermi da bambina e tutt’intorno solo la natura. Un luogo incantevole, vero? Premetto che sono un tipo da città, ma una fuga in un posto lontano dal tempo ogni tanto può essere davvero rigenerante:)

P.S.: Adoro i pompon sull’albero!

Per vedere le altre immagini andate qui.

Buon fine settimana a tutti! Ci rivediamo lunedì!

While my mind travelled through the memories of the trip to Sweden, I found these bucolic photos on IKEA Livet Hemma blog. A small wooden house that looks like those of fairy tales and all around just nature. A lovely place, isn’t it? I love living in the city, but sometimes an escape to a far away place can be really refreshing:)

P.S.: I love the pom-poms on the tree!

If you want to see more pictures, go here.

Have a nice weekend everyone! See you on Monday!

Photo: Elin Eklund Edman.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo The far away house sembra essere il primo su Interior Break.

Tags:

 
 

Home tour: an atelier in Paris

Pubblicato da blog ospite in Interior Break

Come riuscire a superare il “mal di Svezia” che mi accompagna in questi giorni? Beh, intanto provando a rivolgere il mio sguardo altrove. Magari facendo un viaggetto virtuale in un altro posto dove ho lasciato un pezzo di cuore qualche anno fa e dove, ogni tanto, nei miei sogni mi ritrovo a vivere: Parigi. Ed è per questo che oggi ho pensato di portarvi in questo meraviglioso atelier parigino, disegnato dall’interior designer Sarah Lavoine. Blu profondo, tappeti Beni Ouarain, un favoloso copriletto in lino, un’atmosfera calma e rilassante… Questo spazio mi sembra perfetto per la mia terapia d’urto. E il poster dei Beatles che si intravede lungo le scale forse mi sta suggerendo la meta del mio prossimo viaggio?

Se volete vedere il tour completo, andate qui.

How can I overcome the nostalgia of Sweden during these days? Meanwhile trying to turn my eyes away. Maybe taking a virtual trip to another place where I left a piece of my heart a few years ago and where, sometimes, I dream to live: Paris. So, today I bring you in this wonderful Parisian atelier, designed by the interior designer Sarah Lavoine. Deep blue, Beni Ouarain carpets, a fab linen bedspread, a calm and relaxing atmosphere… This space seems perfect for my “shock therapy”. And the Beatles poster along the stairs maybe is suggesting me my next trip?

See more here.

via desire to inspire.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: an atelier in Paris sembra essere il primo su Interior Break.

Tags: ,

 
 

#IKEAbloggertour

Pubblicato da blog ospite in Interior Break, News

Come promesso, eccomi qui a raccontare lo splendido viaggio in Svezia e a Copenhagen che ho fatto con le altre vincitrici del concorso IKEA Blog-in e i membri della giuria (IKEA Italia, CasaFacile, Design Street). Sono stati quattro giorni pieni di scoperte e di emozioni. Un tour tra design, arte e natura la cui bellezza spesso mi ha sopraffatto. Eh sì, come non rimanere incantata dai paesaggi incontaminati e dall’incredibile luce del nord? Come restare indifferente davanti a quel design nordico che mi ispira ormai quotidianamente? E, soprattutto, come non emozionarmi nel percepire quanto la cultura e la creatività siano un valore in questi Paesi? Insomma, è stata un’esperienza davvero pazzesca. E sono ancora più contenta di averla potuta condividere con altre blogger come me (Simona, Valentina, Anabella, Camilla e Marzia), vivendo per qualche giorno la piacevole sensazione di avere di fronte qualcuno che parla la mia stessa lingua. IKEA Italia, grazie per la magia di questi giorni! Ma adesso bando alle chiacchiere e godiamoci un po’ di foto del viaggio;)

La nave dove abbiamo dormito la prima notte!

The ship where we slept the first night!

Io, Camilla e Simona in giro per Stoccolma.

I, Camilla and Simona around Stockholm.

Il tempo sembra essersi fermato a Vaxholm.

Time seems to have stopped in Vaxholm. 

Millesgården

Arte e natura a Wanås.

Art and nature in Wanås.

Meravigliose ambientazioni da Bolia, a Malmö.

Wonderful settings at Bolia, in Malmö.

Brindisi ed effetti speciali al ristorante Bloom in the Park.

Toast and special effects at the Bloom in the Park restaurant.

Ci rivediamo nei prossimi giorni con il reportage dal museo IKEA!

As promised, here I am to tell you the wonderful trip to Sweden and Copenhagen with the others winners of the IKEA Blog-in contest and the jury’s members (IKEA ItaliaCasaFacileDesign Street). I spent four days full of discoveries and emotions. A tour among design, art and nature whose beauty often overwhelmed me. Oh yes, I was enchanted by the amazing Northern light and unspoiled landscapes. I couldn’t remain indifferent to the Nordic design that inspires me every day. And, most of all, I perceived the great value that culture and creativity have in these countries. In short, it was a stunning experience. And I’m really happy that I shared it with other bloggers like me (SimonaValentinaAnabellaCamilla Marzia), being able to confront for a few days with people speaking the same language. IKEA Italy, thanks to the magic of these days! But now let’s enjoy some photos of the trip;)

See you in the next days with a reportage from the IKEA museum!

Photo: Interior Break.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo #IKEAbloggertour sembra essere il primo su Interior Break.


 
 

Home tour: HOUSE C.A.L. by Studio Oink

Pubblicato da blog ospite in Interior Break, Interiors

Rieccomi! Sono tornata martedì sera dal meraviglioso viaggio in Svezia+Copenhagen fatto con le altre vincitrici del concorso IKEA Blog-in e i membri della giuria. Un’esperienza incredibile di cui vi parlerò la prossima settimana. Oggi però, per non lasciarvi a bocca asciutta, ho pensato di condividere un nuovo home tour. Dove siamo? In Germania. E questo è l’ultimo progetto dello strepitoso Studio Oink (come vi ho già detto qui e qui, ho un debole per il loro lavoro). Avevo già visto qualche immagine di questa casa (guardate il mio guest post su Italian Bark), ma adesso finalmente sono state svelate anche le altre foto. E l’attesa non è stata delusa. Eh già, amo le tonalità neutre, i pezzi in legno e i tanti dettagli che danno carattere all’insieme. E mi piace molto la tenda che, all’occorrenza, può separare la zona pranzo da quella relax. Curiosi? Allora mettiamoci comodi e godiamoci il tour!

Se volete vedere le altre foto, andate qui.

Buon fine settimana a tutti! Ci rivediamo lunedì!

Here I am! Tuesday night I came back from the wonderful trip to Sweden+Copenhagen with the other winners of the IKEA Blog-in contest and the jury’s members. An amazing experience which I will talk next week. Today, however, I thought to share a new home tour. Where are we? In Germany. And this is the latest project of  Studio Oink (as I’ve said here and here, I have a weakness for their work). I had seen some pictures of this home (check out my guest post on Italian Bark), but now more photos are online. And the wait was not disappointed. Oh yes, I love the neutral tones, the wooden pieces and the details that give character to the space. And I really like the curtain which can separate the dining area from the sitting room. Curious? So, let’s enjoy the tour!

See more here.

Have a nice weekend everyone! See you on Monday!

via facing north with gracia

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: HOUSE C.A.L. by Studio Oink sembra essere il primo su Interior Break.

Tags: , ,

 
 

Home tour: a Swedish home full of light

Pubblicato da blog ospite in Interior Break, Interiors, Stili

Ormai il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato. Sabato partirò per la Svezia con le altre vincitrici del concorso IKEA Blog-in. Sono molto contenta ed emozionata. Finalmente vedrò di persona quei posti che tante volte mi hanno fatto sognare su internet. Vi racconterò il viaggio in dettaglio al mio ritorno, ma nei prossimi giorni potrete seguirmi su Twitter e Instagram (appena aperto per l’occasione). Però, prima di salutarci, che ne dite di un nuovo home tour? Dove andiamo? Chiaramente in Svezia. Nella meravigliosa casa di Sofia di Mokkasin. Uno spazio pieno di luce e in cui si respira un’atmosfera incredibilmente calma e serena. Come non amarlo?

Se volete vedere le altre foto, andate qui.

Ci rivediamo la settimana prossima!

The countdown has officially begun. Saturday I will leave for Sweden with the winners of the IKEA Blog-in contest. I’m very happy and excited. Finally I’ll see those places that made ​​me dream so many times on internet. I will tell you the journey’s details when I will be back, but in the next days, you can follow me on Twitter and Instagram (just opened). But before we say goodbye, how about a new home tour? Where are we going? Obviously, in Sweden. In the beautiful home of Sofia of Mokkasin. A space full of light and with a calm and serene atmosphere. How can I not love it?

If you want to see more pictures, go here.

See you next week!

via The Style Files

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: a Swedish home full of light sembra essere il primo su Interior Break.

Tags: , ,

 
 

Home tour: a fantastic apartment in Barcelona

Pubblicato da blog ospite in Interior Break, Interiors

Oggi entriamo in un fantastico appartamento a Barcellona, ristrutturato dallo studio intercon. Cosa ha catturato il mio sguardo? Tutto! Eh sì, amo i soffitti alti, gli stucchi, la palette di colori rilassante, gli arredi dalle linee pulite, le sedie Wishbone intorno al tavolo da pranzo. E, soprattutto, sono irresistibilmente attratta dalle cementine. Lo so, l’ho già detto altre volte, ma, in questo periodo, non riesco proprio a resistere al fascino di queste piastrelle. Non hanno ancora messo in discussione il mio amore storico per il parquet, ma una convivenza tra i due materiali mi piacerebbe molto (date uno sguardo a questa meravigliosa casa).

Per vedere le altre foto andate su Home Adore.

Today we go into a fantastic apartment in Barcelona, refurbished by intercon. What caught my eye? Everything! Oh yes, I love the high ceilings, the stucco, the relaxing color palette, the furniture with clean lines, the Wishbone chairs around the dining table. And, most of all, I’m attracted to cement tiles. I know, I already talk about them, but lately I like these tiles so much. They haven’t yet replaced the wooden floors in my heart, but I’d like to live in a space where both materials are (take a look at this gorgeous home).

See more on Home Adore.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: a fantastic apartment in Barcelona sembra essere il primo su Interior Break.

Tags: , ,

 
 

Guest post by Elisabetta from Italian Bark: Copenhagen Design guide

Pubblicato da blog ospite in Design, Interior Break

Hello! Sono Elisabetta del blog Italian Bark e oggi sono felice di venire ad abbaiare un po’ qui da Alessia, nel suo blog che tanto mi piace. Immagino che anche voi, come la padrona di casa, siate appassionati di stile nordico e atmosfere scandinave, di linee pulite, ambienti luminosi e case calde e confortevoli (la casa dei sogni di Alessia infatti, ci ha rivelato in Italian Bark, è proprio cosi!).

Quale luogo più adatto, quindi, se non questo per mostrarvi qualcosa dal mio ultimo viaggio a Copenhagen, capitale del design che tanto ci piace? E per un piccolo riassunto dei luoghi di design da visitare in questa città, dove, tra l’altro, Alessia e altre blogger avranno la fortuna di andare a breve proprio grazie a quel concorso IKEA Blog-in che ci ha fatto incontrare?

Bene, ecco una piccola mappa del design fatta dal cagnetto rosa apposta per voi. Una mappa di quei locali che a mio avviso sono un “must”, anche se vi devo confessare che io per mancanza di tempo non sono riuscita a vederli tutti… Ma mi tengo questo post come promemoria per il mio prossimo viaggio a Copenhagen, perché, questo è certo, ci devo tornare!

Hello! I’m Elisabetta from Italian Bark blog, and today I’m happy to bark a little bit here in Alessia’s blog, that I like so much. Probably you, as Alessia does, love Nordic style interiors and Scandinavian mood, clean lines, bright spaces and cosy houses…

So, what’s better than a blog like this for sharing some design places I’ve visited in my last travel in Copenhagen? And for a short guide about those places that in my opinion are a “must” for design addicted? Here some interiors (shops, restaurants and hotel) I’ve selected for you… and for Alessia, who will have the chance to travel to Copenhagen with some other bloggers in few days:)

1. VIPP flagship store (Ny Østergade, Copenhagen)

Questo brand danese è diventato una icona grazie a un noto cestino!

Nei giorni in cui mi trovavo a Copenhagen, Vipp ospitava anche un temporary store di Bodie and Fou e un contest di styling fra blogger europei. Ecco alcune immagini!

This Danish brand has become a design icon with its well known bins!

During the days I was in Copenhagen, it has also hosted a beautiful concept store by Bodie and Fou and a styling contest among some European design bloggers. Here some pics!

via BODIE and FOU

2. Muuto Showroom (Østergade 36-38)

Ho avuto il piacere di visitare lo showroom e gli uffici del noto marchio scandinavo Muuto… Che dire, sarebbe un sogno lavorare qui!

I have been the chance and pleasure of visiting Muuto showroom and offices… Such an inspiring place for working in!

Images by ©italianbark

3. HAY House (61 Østergade)

Collocato in una bellissima zona pedonale e molto vicino allo showroom di Muuto (2), Hay è un must per gli amanti del design scandinavo e degli articoli di cancelleria. Pieno di oggetti speciali per la casa e l’ufficio!

Located in a lovely pedestrian square, very close to Muuto (2), this is a must for design addicted and stationary lovers. Full of special objects for home and office.

Image 1: ©italianbark. Images 2-3: via hipshops.

4. Stay Apartment Hotel (Islands Brygge 79)

Stay è molto più di un semplice hotel. Infatti è un complesso che mette insieme 180 appartamenti con 12 stili diversi per andare incontro alle necessità di ogni tipo di ospite, prediligendo comunque il minimalismo scandinavo. Rifatevi gli occhi con una visita al loro sito!

Stay is more than just a hotel. It actually brings together 180 hotel/apartments in 12 different styles, all rooted in comfortable Scandinavian minimalism. 

via The Designer Pad

5. The Standard Copenhagen (Havnegade 44)

The Standard Copenhagen è un ristorante e locale jazz che si sviluppa su tre livelli. È stato progettato dal duo italo-danese GamFratesi e si trova in un particolare palazzo storico con interni dallo stile contemporaneo.

The Standard Copenhagen is a three level restaurant and jazz club designed by Danish-Italian design duo GamFratesi, located in a historical building but with a very contemporary interior design.

via Trendland

6. Restaurant Radio (Julius Thomsens Gade 12)

Restaurant Radio prende il suo nome dalla vecchia Radio House della città, ed è stato disegnato dal giovane studio danese HolmbäckNordentof che afferma di aver portato qui dentro l’essenza dei materiali nordici, combinandoli tra loro in un modo originale per dare all’ambiente un carattere unico.

The Restaurant Radio takes its name from the city’s old Radio House, and its interior was designed by young Danish design firm HolmbäckNordentof: “We have taken the essence of Nordic materials, and combined them in a distinct way to give the place its character”.

via Yellowtrace

7. Höst Copenhagen (Nørre Farimagsgade 41)

Questo bellissimo ristorante è stato progettato dallo studio Norm Architects che ha creato un ambiente accogliente e minimale al tempo stesso, in un mood rustico tipicamente scandinavo.

This beautiful restaurant has been designed by Norm Architects, who have created a very cosy yet minimalistic space in a rustic Scandinavian mood.

via dezeen

Ora non mi resta che augurarvi buon viaggio!

So, what else to say… enjoy your Scandinavian travel!

Foto in alto: Society6. 

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Guest post by Elisabetta from Italian Bark: Copenhagen Design guide sembra essere il primo su Interior Break.


 
 

I miei preferiti della settimana #27 | My favourites of the week #27

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Interior Break

Tonalità neutre, linee pulite, una bella collezione di arte, tante piante, uno splendido spazio esterno… cosa chiedere di più? Non mi stupisce che questa casa a Melbourne sia stata pinnata all’infinito. Mi trasferirei qui immediatamente!

P.S.: Amo i vasi di Pia Wustenberg. Ho visto i suoi pezzi l’anno scorso al Fuorisalone ed è stato un colpo di fulmine!

Neutral tones, clean lines, a beautiful art collection, a lot of plants, a gorgeous outdoor terrace… what do you ask more? I’m not surprised that this home in Melbourne has been pinned endlessly. I would move there immediately!

P.S.: I love the stacking vessels by Pia Wustenberg. I saw her pieces at Fuorisalone last year and it was love at first sight!

The Design Files - Photo: Eve Wilson.

Sarà per il bellissimo parquet a spina di pesce. Sarà per i tessuti in lino. O forse per la stampa di Lovisa Burfitt appoggiata per terra. Fatto sta che questa stanza ha subito catturato la mia attenzione.

Maybe for the fab herringbone parquet. Maybe for the linen textiles. Or maybe for the print by Lovisa Burfitt on the floor. However that may be, this room has caught my attention.

Fantastic Frank

Avevo già visto la casa del fotografo Frédéric Lucano e mi aveva conquistato per la sua atmosfera rilassata e l’incredibile personalità che trasuda. Su The Socialite Family sono state pubblicate nuove foto e un’intervista.

I have already seen the home of the photographer Frédéric Lucano and I was attracted to its relaxed atmophere and its strong personality. You can find new pictures and an interview on The Socialite Family

Photo: Constance Gennari.

Come mi piacerebbe avere un divano in lino bianco nella casa dei miei sogni! Se anche voi siete tentati, date un’occhiata alla raccolta proposta su Méchant Studio.

I would like to have a white linen sofa in my dream home. If you have this dream too, take a look at this roundup on Méchant Studio.

Il bianco è noioso e asettico? No, se si introducono tocchi di colore con i tessuti, le stampe e gli accessori. Un esempio? Guardate questa casa a Brooklyn. Una fantastica tela bianca ravvivata da pennellate di colore.

Is white boring and cold? No, if you add touches of color with textiles, prints and accessories. An example? Check out this home in Brooklyn. A fantastic white canvas brighten up by splashes of color. 

domino via sfgirlbybay - photo: Brittany Ambridge.

Buon fine settimana a tutti! Ci rivediamo il 3 giugno!

Have a nice weekend everyone! See you on June 3.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo I miei preferiti della settimana #27 | My favourites of the week #27 sembra essere il primo su Interior Break.

Tags:

 
 




Torna su