Luxemozione






 
 
 

Cos’è successo al Workshop di Lighting Design Luci in Riviera

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Cos’è successo al Workshop di Lighting Design Luci in Riviera
articolo scritto da: Giacomo

Dal 18 al 23 settembre scorsi si è svolta la prima edizione del Workshop Internazionale di Lighting Design Luci In Riviera tenutosi a Dolo, ridente cittadina della Riviera del Brenta, a pochi chilometri da Venezia.

Il Workshop Luci in Riviera, unico nel suo genere in Italia, si ispira ad altri più noti realizzati all’estero, tra cui il famosissimo Light in Alingsås . Il programma si articola in 6 giorni, durante i quali i partecipanti, divisi in gruppi  guidati da Workshop Heads (di solito lighting designers professionisti), sviluppano un’installazione di luce in ogni sito dato a disposizione, partendo dal concept fino alla realizzazione ed inaugurazione dell’opera.

Un percorso che pone in evidenza l’importanza dell’idea o concept che si nasconde dietro ogni progetto d’illuminazione: ogni progetto di luce senza un’idea e una storia forte perde di significato.

Quest’anno ho avuto il piacere di partecipare all’evento come Workshop Head, assieme ad altri 3 colleghi lighting designers professionisti: Marco Palandella (Italia), Andrea Hartranft (USA) e il prof. Zhang Lin dell’Università Cinese di Comunicazione di Pechino.

Un’esperienza che, oltre l’aspetto didattico, si è rivelata unica grazie allo spirito di collaborazione e coesione di tutti: organizzazione, workhsop heads e partecipanti che, durante la sei giorni di Dolo, sebbene divisi in gruppi, hanno lavorato spalla a spalla così da rendere possibile la buona riuscita dell’evento.

Un ringraziamento dunque a tutti, oltre ai sopra citati colleghi, a tutti i partecipanti, provenienti da Italia, Cina, Cile, Iran e Russia: Floriana Imperiale (Italia) , Zhihong Suna aka Jack Sun (Cina), Maurizio Mora (ITA); Ines Olea Sierralta (Cile), Zahra Ebrahimi (Iran), Maria Klochkova (Russia), Kaili Xu (Cina); Armaghan Rahimi (Iran) , Francesca Dematteis (Italia), Yang He Qi (Cina); Wei Qiu (Cina), Xiao Sun (Cina), Davide Rostellato (Italia), Yansong Chen (Cina); Giulia Lucatello (Italia), Andrea Furlanetto (Italia), Patrizia Margioni (Italia) e  Sergio Felleti (Italia).

Naturalmente un ringraziamento all’organizzazione dell’evento: Roberto Corradini , Giuseppe Barruzzo, Patrizia Callegari e Federico Schiavo ; a tutte le strutture che ci hanno ospitato in questi giorni e agli sponsor e partner che hanno reso possibile la realizzazione del Workshop.

Qua un’immagine con sponsor, enti patrocinanti, e partner vari.

Luci in Riviera sponsor e partner

Cosa è successo durante il Workshop

Come dicevo più sopra il workshop si è dipanato in sei giorni, attraverso un denso programma di attività: da lunedì 18 settembre giorno delle presentazioni, introduzione e visita ai siti oggetto di progetto, fino a sabato 23 settembre, giorno in cui sono state presentate ufficialmente le installazioni alla comunità di Dolo.

Giorno 1: presentazione e visita ai siti. Dopo l’incontro alla mattina di confronto e presentazione abbiamo fatto un primo sopralluogo assieme ai partecipanti per conoscere i siti su cui intervenire.

Noi workshop heads durante la presentazione e a seguire uno scatto durante i sopralluoghi.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN
Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN 016
I primi sopralluoghi sui siti.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Giorno 2: si inizia a lavorare. I worhshop heads decidono su quali siti intervenire e i partecipanti si dividono in gruppi e iniziano a sviluppare  i concept alla base delle installazioni su ciascun sito.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Giorno 3:una prima presentazione dei concept e poi si inizia a testare. Ciascun gruppo, dopo una breve presentazione in cui vengono messe in evidenza le idee salienti del concept ideato, si passa all’azione: si selezionano i  coprpi illuminanti e la sera si svolgono i primi test d’illuminazione.

Una breve presentazione.
Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN
E poi si inizia a fare i primi tests…

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Giorno 4 e 5 Si Presentazione delle idee alla comunità di Dolo e poi si inizia ad installare e provare. Grazie alla condivisione di risorse è stato possibile risolvere alcune criticità impreviste.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN
Durante la presentazione alla comunità di Dolo
Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGNLuci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Giorno 6 l’inaugurazione.  Ultimo giorno durante il quale si è svolta l’inaugurazione e presentazione delle installazioni alla comunità di Dolo.

Durante la serata d’inaugurazione sono stati consegnati i diplomi ai partecipanti e workshop heads.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN diplomi

Qua il video con i momenti salienti del Workshop di Dolo, realizzato da Davide Ultini, che ci ha seguito con la sua preziosa camera, per immortalare ogni istante dell’evento.

Le installazioni nel dettaglio

Sito numero 1 Squero Monumentale e ponte sulla Conca.

MEMORY TRIP

Workshop Head Zhang Lin; Partecipanti: Wei Qiu, Xiao Sun, Davide Rostellato, Yansong Chen

Persone famose hanno compiuto un viaggio memorabile dalla città natale di Marco Polo fino in Cina. Due diverse culture sono state collegate da questo viaggio straordinario. In ricordo di questa gente audace e coraggiosa ha avuto inizio il nostro viaggio speciale a Dolo. Qui è stata creata l’illusione di grandi navi che entreranno in Dolo e che evocheranno nelle persone memorie intense del passato della cittadina sulle rive del Brenta.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Sito numero 2 Giardino Case Popolari

WELCOME HOME

Workshop Head Andrea Hartranft; Partecipanti: Ines Olea Sierralta, Maria Klochkova, Kaili Xu, Zahra Ebrahimi

Vogliamo creare uno spazio caloroso e accogliente per gli orgogliosi residenti del giardino case popolari e dei passanti occasionali. Abbiamo usato il potere della luce per trasformare lo spazio in un salotto e portarlo alla vita di notte. Godetevi i colori ed i dettagli colorati del giardino. Scoprite questo piccolo gioiello di Dolo.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Sito numero 3 Area verde via Guolo 

WALKING IN THE WAY OF MEMORY 

Workshop Head Marco Palandella; Partecipanti: Floriana Imperiale, Zhihong Sun, Maurizio Mora. 

Vogliamo ricreare l’idea del tempo che passa, in contrasto con l’atmosfera cupa del cimitero vicino. Abbiamo quindi scelto di ricreare un passaggio pedonale che collega diversi scenari, rappresentanti le diverse fasi del giorno, cosi come le fasi della vita dell’uomo. Ogni scenario è rappresentato da un colore. Quindi, l’alba simboleggia l’infanzia, il mattino l’adolescenza, il tramonto la mezza età e la notte stellata la vecchiaia.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Sito numero 4 Piazzetta Aldo Moro

TRAVERSAL SEASON

Workshop Head Giacomo Rossi; Partecipanti: Armaghan Rahimi, Francesca Dematteis, Yang He Qi

Vogliamo riportare attenzione al centro della piazzetta, che oggi è esclusivamente un’area di passaggio:  I 4 alberi si trasformano nei simboli delle stagioni, ognuno è caratterizzato da una soluzione di illuminazione diversa per colori e tecnica, che riporta alla mente l’idea delle 4 stagioni: luce colorata rossa e gialla per l’autunno, Luce fredda che richiama fili di ghiaccio tra i rami per l’inverno, colori gioiosi che vengono riflessi da farfalle che si muovono tra i rami, che ricordano la primavera, e luce calda ed avvolgente come un raggio di sole, per l’estate.

Inoltre i passanti potranno giocare con le ombre colorate, proiettate sulle superfici circostanti e sul terreno, ad enfatizzare il passaggio che ogni giorno avviene in quest’area, durante l’anno, attraverso le stagioni.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

Sito numero 5 Largo Pinelli

STREET ART FESTIVAL

Team Giulia Lucatello, Andrea Furlanetto, Patrizia Margioni, Sergio Felleti, partecipanti all’evento Luci in Riviera 2016 Desideriamo riempire questa strada conuna festa di luci e colori. Il circo come metafora del gioco della vita trova nel funambolo il suo attore protagonista. L’altalena, rappresentata nel vicino murale diventa simbolo di equilibrio in un passaggio continuo dal bambino all’adulto, in una festa di emozioni.

Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN Luci in riviera WORKSHOP LIGHTING DESIGN

In conclusione

Come dicevo un’esperienza unica, sia dal punto di vista didattico, che personale e professionale, che mancava davvero in Italia. Sono certo l’organizzazione, per la prossima edizione, saprà migliorare e risolvere alcuni aspetti critici, dati inevitabilmente dalla “giovane età” dell’evento. Non vedo l’ora della prossima edizione del Workshop di Lighting Design Luci in Riviera 2018! A presto.

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Cos’è successo al Workshop di Lighting Design Luci in Riviera pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Cos’è il Grado di Protezione IP per l’illuminazione

Pubblicato da blog ospite in Design, Luxemozione

Link all’articolo originale: Cos’è il Grado di Protezione IP per l’illuminazione
articolo scritto da: Giacomo

Il Grado di Protezione IP dei corpi illuminanti è un parametro importante, da tenere in considerazione già nelle fasi iniziali del progetto d’illuminazione, poichè la selezione di un apparecchio d’illuminazione caratterizzato da un Grado di Protezione IP non adeguato all’applicazione specifica, può portare all’insorgere di problematiche, anche gravi, di messa in sicurezza dell’impianto d’illuminazione.

Che cos’è il grado di protezione IP

Il grado di protezione di un corpo illuminante  è un indice le cui specifiche sono definite all’interno dello standard IEC 60598-1 LUMINAIRES – Part 1: General requirements and tests

Esprime la capacità di un apparecchio di illuminazione di resistere agli agenti atmosferici: sia solidi che liquidi.

Grado di Protezione

Importante che tutto l’apparato elettrico/ottico del nostro prodotto sia adeguatamente protetto dagli agenti atmosferici (polvere, moscerini, pioggia, umidità ,ecc) in modo da preservarne il funzionamento nel tempo.
Il grado di protezione IP è espresso da una sigla, costituita dalle lettere IP (International Protection) seguite da due cifre.

La protezione contro la penetrazione di corpi solidi

  • La prima cifra indica la protezione contro il rischio di penetrazione di corpi solidi e dunque anche contro la possibilità di contatti accidentali da parte di un utilizzatore.
Grado di protezione IP
Immagine fonte IEC 60598-1

La protezione contro la penetrazione di liquidi

  • La seconda cifra indica la protezione contro la penetrazione di sostanze liquide.
    Qua sotto trovate due tabelle nelle quali è indicato il significato di ciascuna cifra utilizzata nella definizione dell IP.
Grado di protezione IP
Immagine fonte IEC 60598-1

Comunque in generale gli apparecchi d’illuminazione non possono avere grado di protezione inferiore a IP20.

In linea generale il massimo grado di protezione per gli apparecchi d’illuminazione è IP68 per corpi illuminanti da sommersione (anche se in condizioni di pressione dichiarate dal costruttore), esiste un ulteriore grado IP69K che specifica la resistenza alla penetrazione di getti ad alta pressione e temperatura (vedi lavaggi ad alta pressione) che di solito è utilizzato per applicazioni molto paticolari, non specifiche del settore illuminotecnico.

IP 9K

Grado di protezione agli urti

A volte è possibile trovare indicazione di una terza cifra IPXYZ , o più comunemente  indicato come grado di protezione IK,  definito secondo la IEC 62262 2002.

Il grado di protezione IK definisce il grado di protezione agli urti. Questa può diventare una caratteristica molto importante per alcune applicazioni specifiche (apparecchi carrabili da esterni per incasso a terra, apparecchi esposti ad atti di vandalismo, ecc.).
La resistenza agli urti è espressa in funzione dell‘energia dell’impatto (Joules) che l’apparecchio può tollerare senza subire danni.

IPurti

IK rating ex IEC62262 2002

La scelta del Grado IP

In generale, per normali  installazioni in esterno si trovano in commercio prodotti con grado di protezione che varia da IP44 a IP68, ovviamente a voi la scelta a seconda dell’installazione: ad esempio corpo illuminante caratterizzato da IP44 ha una protezione meno valida contro la penetrazione d’aqua di un IPX5 o un IPX6, ma magari è indicatissimo qualora non esposto direttamente alla pioggia.

I corpi illuminanti per applicazione in in interni non critiche, possono essere caratterizzati da Grado di Protezione IP inferiore ad IP44, salvo appunto applicazioni particolari, quali ad esempio illuminazione di cuicine professionali, o illuminazione di capannoni industriali, dove, a causa dei vapori o delle sostanze in sospensione, possono essere richieste specifiche differenti.

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Cos’è il Grado di Protezione IP per l’illuminazione pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.

Tags:

 
 

Perchè il cielo appare rosso al tramonto

Pubblicato da blog ospite in Design, Luxemozione

Link all’articolo originale: Perchè il cielo appare rosso al tramonto
articolo scritto da: Giacomo

Quanti di voi si sono domandati perchè il cielo è blu e al tramonto è rosso? sicuramente molti, così come parecchie  sono state le teorie che nel tempo sono state formulate cercando di spiegare il fenomeno: particelle in sospensione, cristalli di ghiaccio, gocce di acqua sospese, ecc.

Solo nell’1985 gli studi condotti da Craig Bohren e Alistair Fraser  dell’università della Pensylvania , riuscirono confermare che, la causa principale  di questo fenomeno, risiede nelle teorie che lord  Rayleigh, fisico britannico, espose agli inizi del già alla fine del XIX secolo. L’articolo originale di  Bohren e Fraser intitolato Colors of Sky è stato pubblicato nel 1985 in Phisics Teacher. Ma vediamo più nel dettaglio

Scattering di Rayleigh

Nel 1871 Lord Rayleigh, all’età di  29 anni , pubblicò un primo documento intitolato “On the light from the sky, it’s polarization and colour.” e poi successivamente nel 1899 un altro testo “On the Transmission of Light through an Atmosphere Containing Small Particles in Suspension and on the Origin of the Blue of the Sky”, In cui veniva analizzato il colore del cielo e relazione con la diffusione (scattering) della luce attraverso particelle di dimensione inferiore alla lunghezza d’onda mininma della luce.

Si ricorda che il range del visibile varia da 380nm a 780 nm, ad ogni lunghezza d’onda corrisponde un colore.

La parte di spettro visibile

Egli studiò il fenomeno della diffusione (scattering) della luce incidente su una molecola avente dimensione minore di 0,1 μm – micrometri (corrispondenti a 100nm) ovvero una dimensione molto inferiore a quella della lunghezza d’onda più piccola della luce. Ovvero centinaia di  volte più piccolo della sezione media di un capello ( circa 70 μm).

Va fatto notare che, sebbene al fenomeno descritto da Rayleigh, sia associato in modo prevalente alla modalità con cui  appare il colore del cielo, a questo fenomeno partecipano, con un ruolo generalmente minore,  anche allo strato di Ozono che circonda la terra tra 10 e i 40 km di quota: lo strato di questo gas ha la banda di assorbimento nella parte rossa dello spettro. Inoltre, le particelle in sospensione nell’aria di dimensione maggiore, sia solide che liquide, che diffondono la luce secondo un meccanismo più complesso, noto come Effetto Mie (Mie Scattering). Descritto agli inizi del XX secolo dal fisico tedesco Gustav Mie.

Rayleigh scattering cielo blu 

Ma ritorniamo al principio esposto da Rayleigh. Si consideri un raggio di luce bianca policromatica, cioè composto dai vari colori spettrali, che incide su una molecola di diametro 0,1 μm o inferiore, ebbene la luce è diffusa in tutte le direzioni con intensità diverse a seconda della direzione, secondo la seguente espressione:

 
Rayleigh scattering cielo blu

 

rayleigh scattering

dove

I0= intensità del raggio incidente,

I= intensità della luce diffusa,

R = la distanza della particella,

θ = l’angolo di diffusione,

N =indice di rifrazione della particella

d =  diametro della particella

(1+cos2 θ) è un coefficiente simmetrico rispetto al piano normale alla direzione incidente della luce; pertanto la luce diffusa in avanti ha la stessa intensità della luce diffusa indietro.

Osservando la formula si può notare che il fattore “1/λ4″ ci dice che l’intensità è  inversamente proporzionale alla quarta potenza della lunghezza d’onda  (λ).

Dunque, ad esempio, la radiazione blu (circa 460nm) ha un’intensità di diffusione maggiore del rosso (circa 700nm).

Se il rapporto tra la lunghezza d’onda del rosso e del blu è circa 1,5 allora il blu è 1,54 volte più intenso del rosso nel processo di diffusione. Si può affermare che il colore riferito ad una lunghezza d’onda di 460nm (blu) ha 5 volte (da 5 a 8 volte per la precisione)  più probabilità di essere diffuso di una lunghezza d’onta di 700nm (rosso)

Questo è quanto accade quando osserviamo una porzione di cielo: ogni singola particella ha una diffusione prevalente blu, naturalmente il colore risultante non è blu puro a causa del contributo di altre lunghezze d’onda.

Rayleigh Scattering
Dipendenza della diffusione della luce attraverso molecole atmosferiche. Fonte C. F. Bohren and A. B. Fraser, “Color of the Sky 1985

Perchè il cielo è rosso al tramonto

Ma allora perchè il colore del cielo al tramonto ha dominante rossa? Ciò è dovuto al fatto che la componente blu è completemente diffusa, e la luce che viene rimessa in direzione di incidenza (in avanti) è prevalente rossa, che però non è percepibile a mezzogiorno in quanto la distanza che attraversa la luce del sole è relativamente ridotta, mentre quando il sole è all’orizzonte la distanza è tale che la componente di radiazione blu è completamente diffusa lungo il tragitto.

Rayleigh scattering cielo blu

Vediamo meglio: consideriamo un fascio di luce composto da 1000 fotoni di luce blu e 1000 di luce rossa. 

Quando sono diffusi da un gruppo di molecole i fotoni blu sono circa  cinque volte (1,54) più numerosi di quelli rossi. Supponiamo quindi tra gli 50 fotoni blu e i 10 rossi diffusi in ogni direzione 5  blu e 1 rosso lo sono in direzione di incidenza. Quindi il fascio di luce iniziale che si propaga in direzione incidente (verso chi osserva) sarebbe composto da 955  (1000-45) fotoni blu  e 991 (1000 – 9)  fotoni rossi quindi la dominante in direzione incidente è rossa.

Nel video qua sotto il o prof. Walter Lewin del MIT spiega il principio dello cattering di Raileigh. Il video è parte della lecture tenuta al MIT nel 2011.

Perchè il cielo non ci appare violetto?

Dunque il colore del cielo è blu proprio perchè la luce si diffonde con maggior intensità secondo l’inverso della quarta potenza della lunghezza d’onda (1/λ4), ma allora perche il cielo non ci appare violetto? Come si evince dall’immagine che ho inserito ad inizio articolo la lunghezza d’onda spettrale del colore viola è più piccola del blu.

Spettro solare Cielo blu

Bohren e  Fraser diedero una spiegazione anche a questo: dal punto di vista fisico infatti la componente violetta nello spettro solare è molto meno intensa di quella blu, quindi la componente violetta diffusa è comunque inferiore.

curva di visibilità

Inoltre, dal punto di vista punto di vista percettivo, l’occhio umano, in visione fotopica (vedi immagine sopra) è più  sensibile alle lunghezze d’onda dei blu che non su quelle dei violetti (tra 380 e 450nm).

 

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Perchè il cielo appare rosso al tramonto pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.

Tags: ,

 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 https://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 https://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 https://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 https://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 https://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 https://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

Premio Codega 2017 premia il lighting design

Pubblicato da blog ospite in Design, Luxemozione

Link all’articolo originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design
articolo scritto da: Giacomo

Cari amici bentrovati, dopo un una lungo silenzio, tra lavoro ed altri impegni, eccomi di ritorno con una news dal mondo della luce che, sono certo, sarà di vostro interesse.

Dovete sapere che il Codega Award, premio internazionale che celebra eccellenze del lighting design, è tornato anche quest’anno.

Il premio, che nel 2017 celebra i 5 anni di vita,  si svolgerà il prossimo 13 ottobre presso la Villa Foscarini a Stra – Venezia, dove  professionisti della luce si riuniranno per celebrare le eccellenze del lighting design e dell’illuminazione a LED.

Vi ricordo che il Premio  Codega viene assegnato alle soluzioni di eccellenza basate sulla tecnologia SSL – Solid State Lighting che si sono distinte per una progettualità avanzata e innovativa o un uso “intelligente” e integrato dell’illuminazione a LED.

Il Premio intende diffondere gli aspetti di qualità, controllo e versatilità della illuminazione a LED così come di efficienza e risparmio energetico tramite un riconoscimento assegnato alle migliori soluzioni e realizzazioni proposte.

L’evento è  promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion) e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 Vincitori dell’Edizione 2016

Primo premio della passata edizione è stato assegnato allo stupendo progetto di Massimo Iarussi per l’illuminazione del Museo del Duomo di Firenze, di cui ho pubblicato un articolo completo l’anno passato.

Premio Codega Premi 01

Secondo premio al progetto d’illuminazione per Bolon Eyewear di Shangai, realizzato da Gerd Pfarrè – Pfarrè Lighting

 http://www.luxemozione.com/gaianorm/2017/07/Premio-Codega-Premi-02.jpg

Come partecipare

Il premio prevede tre categorie principali, i candidati dovranno inviare gli elaborati richiesti dal regolamento, che potete trovare qua, entro e non oltre il 1° settembre 2017.

 1A – Lighting Design:

Installazioni e realizzazioni più interessanti e innovative di lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti;

1B – Lighting Design Concept

Premio al migliore concept/idea mai realizzato

Le candidature per queste due prime categorie possono essere presentate soltanto da lighting designer/illuminotecnici indipendenti e liberi professionisti (sono esclusi gli uffici tecnici di aziende e/o rivenditori)

 2 – Soluzioni LED:

Premio che verrà assegnato ai prodotti, ai sistemi e ai corpi illuminanti innovativi e di design basati sulla tecnologia LED.

Il materiale dovrà essere inviato seguendo le istruzioni indicate all’interno del regolamento.

La giuria

I lavori che verranno inviati, verranno selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL

I vincitori del Codega Prize saranno annunciati a ILLUMINOTRONICA – la mostra-convegno dedicata al visibile e allo smart lighting in programma dal 12 all’14 ottobre 2017 a Padova (www.illuminotronica.it) – il giorno 13 ottobre all’interno di un convegno dedicato.

Mi raccomando inviate il materiale, c’è tempo fino al primo di settembre!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Premio Codega 2017 premia il lighting design pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.

Tags: , ,

 
 




Torna su