Napol Arredamenti






 
 
 

Armadio a specchio: luce e profondità in camera

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

Avete mai pensato a come sarebbe la vostra camera da letto con un armadio a specchio? Ve lo diciamo noi: molto luminosa e più grande. Le superfici a specchio riflettono la luce dell’ambiente, sia che si tratti di una luce naturale proveniente dalla finestra sia che si tratti della luce artificiale di una lampada. Gli specchi danno l’impressione di una stanza più ampia, modificano la percezione visiva e fanno sembrare l’ambiente più largo e spazioso.
Per tutti questi motivi l’armadio con ante a specchio è un’alternativa da considerare quando si sta per arredare casa, soprattutto se si ha a che fare con stanze piccole e metrature ridotte.
Lo specchio inoltre arreda con stile, dona carattere ed eleganza alla stanza ed è la scelta ideale per arredamenti sia moderni sia classici.

Quando si parla di armadi con specchio si può fa riferimento a diversi modelli: armadio tutto a specchio, armadio con ante centrali a specchio, armadio con ante in legno e specchio. Le alternative sono numerose, pronte a soddisfare i gusti e le esigenze di tutti.

Per le nostre collezioni di armadi battenti e scorrevoli abbiamo selezionato 5 tipi di specchi: specchio naturale, bronzato, brunito, specchio Nuvola e specchio Acqua.

  • Specchio naturale: è la classica superficie a specchio riflettente dall’effetto chiaro e molto luminoso
  • Specchio bronzato: specchio con riflesso bronzeo che ricorda le foto “effetto seppia”
  • Specchio brunito: specchio con una sfumatura scura tendente al grigio
  • Specchio Nuvola: la superficie ha un effetto spugnato, vedo-non-vedo
  • Specchio Acqua: specchio decorato con righe irregolari verticali

Le 5 finiture a specchio per gli armadi di Napol Arredamenti

    Vi state forse chiedendo come appaiono questi specchi e quale effetto può donare un armadio a specchio alla vostra camera?
    Guardate la gallery di immagini qui sotto.

    ATTENZIONE

    1. Usare le immagini con moderazione. Lasciare libero sfogo alla fantasia, consultare le schede prodotto, contattare i Rivenditori Napol per informazioni, varianti e preventivi
    2. Realizziamo armadi componibili al centimetro, personalizzabili per dimensioni, materiali e finiture. La nostra collezione di armadi su misura include armadi battenti e scorrevoli, con maniglie applicate, integrate o a gola. Tutti gli armadi hanno un’anima in tamburato e sono impiallacciati in vero legno, esternamente e internamente, in varie essenze di tendenza che spaziano dal rovere laccato poro aperto ai laccati. È possibile avere ante interamente a specchio, ante in legno e vetro, ante in legno e specchio, ante con inserti in vetro o specchio.

      Dora è un armadio scorrevole con ante centrali a specchio brunito con profili laterali rovere laccato poro aperto, in tinta con la struttura e le ante laterali. Dora è proposto in laccato bianco segnale e in legno olmo perla, per il massimo dell’eleganza e della raffinatezza.

      Ada è un armadio scorrevole con due ante a specchio Acqua, un’elegante e appariscente finitura ideale per camere da letto moderne, classiche e contemporanee. La decorazione dello specchio può essere sdrammatizzata o accentuata scegliendo un particolare colore della struttura.

      Bai è un armadio scorrevole con anta centrale in specchio bronzato impreziosita da scanalature orizzontali che proseguono sulle ante laterali in legno. Ante laterali, telai e struttura sono qui proposti in vero legno ciliegio, per un look ispirato al passato e rivisitato in chiave moderna.

      Bai è anche un armadio con anta centrale in specchio Nuvola, sempre impreziosita da scanalature orizzontali. La particolare decorazione dello specchio crea un piacevole effetto “vedo-non-vedo”, o meglio “rifletto-non-rifletto”.

      Dia è un armadio scorrevole particolare e originale con due ante divise in quattro pannelli ciascuna. I pannelli possono essere realizzati in legno, vetro, specchio. L’abbinamento di diversi materiali e colori dà vita ad un armadio moderno e contemporaneo, capace di diventare il protagonista della camera.

       

       

      Volete vedere dal vivo i nostri armadi? Volete toccare con mano i nostri materiali? Vi piacciono i modelli che avete visto in questo articolo ma non sapete dove acquistarli? Volete un preventivo? Contattate il Rivenditore Napol più vicino a voi e prenotate un appuntamento (gratuito e senza impegno d’acquisto) con un esperto Arredatore.

      Tags:

       
       

      Un armadio moderno particolare? Personalizzalo!

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

      Se per arredare la camera da letto cercate un look diverso dal solito, il nostro primo consiglio è quello di scegliere un armadio particolare e originale. L’armadio, grazie alle sue grandi superfici lisce, è l’arredo che più si presta ad essere personalizzato. Per creare una zona notte davvero unica, le ante dell’armadio dovrebbero permettervi di abbinare colori e materiali diversi: solo con questa libertà potrete realizzare un arredo davvero personale, esprimere i vostri gusti e dire davvero di non avere “il solito armadio“.

      Senza nulla togliere ai più classici modelli in legno, vetro o laccato tinta unita, un armadio a due, tre o quattro colori permette di esprimere la propria personalità attraverso mix inediti e perfettamente in linea con il mood che volete dare alla vostra stanza da letto. Il legno può essere accompagnato dal laccato opaco in colori in tinta o completamente a contrasto, il rovere laccato poro aperto può essere abbinato con il corrispettivo colore nella versione liscia del laccato, le varie nuance possono essere accostate in combinazioni tono su tono che sfumano l’una nell’altra. Insomma l’unico limite è, come si suol dire, la fantasia.

      Armadio particolare? Parola d’ordine: personalizzare

      Siamo abituati a vedere armadi scorrevoli con grandi ante lisce in legno, laccate o con specchi e inserti in vetro. Ma cosa succede quando metti tutti questi materiali insieme?

      Noi l’abbiamo fatto con l’armadio scorrevole personalizzabile Dia che si caratterizza per le ante composte da 4 sezioni irregolari realizzabili in varie finiture e materiali diversi: essenza legno, rovere laccato poro aperto in vari colori, laccato opaco e vetro. Le infinite possibilità di scelta e di abbinamento consentono di creare un armadio unico, versatile e pronto per arredare camere da letto in qualsiasi stile. Senza contare che tutti i nostri armadi sono componibili al centimetro e garantiscono una grande flessibilità progettuale.

      Un armadio dallo stile particolare e ricercato va ben oltre la basica esigenza dell’arredare la propria stanza, diventa oggetto da esibire, pezzo decorativo da utilizzare anche in altri ambienti come se fosse una scultorea opera d’arte. Non per niente lo abbiamo progettato senza maniglie visibili, lasciando alle ante il ruolo da protagonista. Tocco prezioso in più: la presenta di inserti in vetro o a specchio, anche questi da personalizzare scegliendo tra varie finiture molto speciali.

      Sempre attenti a tutte le esigenze, non potevamo certo trascurare chi preferisce l’armadio con ante battenti. Anche in questo caso abbiamo voluto giocare con le linee per conferire un tocco di maggiore dinamicità ad un arredo che, per le sue dimensioni importanti, viene spesso percepito come una presenza ingombrante (nonostante il suo ruolo fondamentale all’interno della zona notte!).
      È nato così Taj, armadio componibile su misura dalle ante bicolore tricolore e perfino “quadricolore”.

      Pensato per arredare stanze moderne e, perché no, un ingresso o una cameretta, questo particolare armadio a battente consente di abbinare tra loro in totale libertà olmo Perla, olmo Brown, rovere laccato a poro aperto e tutti i colori del laccato opaco. Una palette straordinaria con cui giocare attraverso accostamenti originali, in netto contrasto o in assoluta armonia. La cosa importante è solo una: dar sfogo alla propria fantasia per arredare con un armadio diverso da tutti gli altri.

      Se state cercando idee su come abbinare colori e finiture, ecco alcuni consigli.

      State cercando un armadio particolare per arredare una camera da letto davvero unica? Vi piacciono i modelli che avete visto in questo articolo ma non sapete come personalizzarli? Prendete un appuntamento con un arredatore e lasciatevi consigliare dai professionisti.

      Tags:

       
       

      Letto contenitore in legno: 5 motivi per sceglierlo

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

      Se state arredando la vostra camera da letto o volete rinnovarla vi starete sicuramente chiedendo quale modello di letto scegliere. Meglio un letto matrimoniale in legno o un imbottito? Se in legno, quale essenza? Se imbottito, meglio il tessuto, l’ecopelle o la pelle? Contenitore sì o no?

      Il nostro consiglio è: letto contenitore in legno. Qui sotto vi spieghiamo il perché in 5 semplici punti.

      1. Il contenitore: soluzione salvaspazio perfetta

      Scegliere il contenitore vi permette di guadagnare spazio laddove andrebbe altrimenti sprecato: sotto il letto.

      In una camera da letto di dimensioni standard (per legge una camera matrimoniale deve misurare minimo 14 metri quadrati) un letto con box aiuta ad ovviare alla mancanza di spazio. In una stanza piccola è difficile ci sia posto per grandi armadi in grado di contenere vestiti, cappotti, cambi di stagione e biancheria. Senza dimenticare i gruppi letto completi composti da comodini e comò o settimanali, che sempre più spesso non trovano collocazione nelle abitazioni di nuova costruzione: se i comodini sono intoccabili, comò e settimanali sembrano essere passati in seconda posizione quando si parla di arredi necessari. 

      Tra tutti gli arredi per la zona notte, il letto è quello che occupa la superficie maggiore: perché non sfruttarla al meglio ottimizzando lo spazio al di sotto?

      Inoltre, per rendere più facile l’accesso al vano sottorete, i letti con contenitore moderni sono disponibili sia con apertura verticale sia con meccanismo a “doppia alzata” o ad “alzata orizzontale”. Questo tipo di apertura permette di sollevare la rete e portarla in posizione orizzontale, rendendo agevole l’organizzazione di tutti gli spazi del contenitore oltre che il rifacimento del letto.

      2. Materiale di qualità: resistenza e bellezza duratura

      Di mobili in legno abbiamo parlato tantissime volte nel blog e all’interno di ogni pagina dedicata ai nostri prodotti. Stiamo parlando di un prezioso materiale che da secoli arreda le nostre case, bello, resistente, caldo e dall’allure sempre famigliare. I letti in legno impiallacciato sono realizzati utilizzando legname proveniente da foreste certificate. Il piallaccio in vero legno consente di conservare intatte le venature ed i naturali, leggeri cambi di colore.

      Se vi state chiedendo cosa c’è sotto l’impiallacciatura vi rispondiamo subito: altro legno.

      Ad eccezione dei due imbottiti e del modello Magnus, tutti i letti in legno di nostro produzione prevedono testiere realizzate in legno multistrato: solo questo tipo di pannello semilavorato composto da sottili fogli di legno pressati insieme ci permette di plasmare e creare le caratteristiche testiere curvate.

      3. Personalizzazione (perché il legno non è solo “marrone”!)

      I legni di qualità più utilizzati per la produzione di letti, armadi e altri arredi per soggiorno e camera da letto, sono tradizionalmente il rovere, il noce e il ciliegio. Negli ultimi anni sono venuti alla ribalta nuovi legni come il frassino e l’olmo, che piacciono molto per le loro venature fitte sporadicamente interrotte da eleganti fiammature. Dal punto di vista tecnico di questi ultimi è particolarmente apprezzabile la resistenza meccanica, la facilità di lavorazione, la stabilità e la predisposizione alle finiture.

      Le tonalità tipicamente associate al legno sono il bruno, il biondo, il rosato e il rossastro. Ma ricordiamo che oltre a queste declinazioni di marrone, il legno può essere laccato a poro aperto bianco ed in numerosi altri colori. Per un twist moderno, o se siete amanti del look total white, il vostro letto contenitore in legno può essere personalizzato in tantissime nuance.

      Per la nostra collezione di letti matrimoniali abbiamo scelto un campionario di legni che include l’olmo nei colori Perla e Brown, il rovere laccato poro aperto in numerosi colori e l’intramontabile ciliegio.

      4. Una scelta sempre al passo coi tempi

      Che sia un letto contenitore in legno di rovere, di ciliegio o di olmo, un letto moderno impiallacciato in essenza non passerà mai di moda. Le linee proposte dalle collezioni più attuali sono essenziali, dal design pulito e dai dettagli accurati. Difficile stancarsi della semplicità!

       

      5. NO a polvere e acari

      Il legno non ha bisogno di grande manutenzione e basta spolverare periodicamente le superfici del letto contenitore, dentro e fuori, per garantire il massimo livello di igiene. Questo è particolarmente importante per chi soffre di allergie: non si può godere dello stesso livello di pulizia se si sceglie un letto imbottito, in particolare se rivestito in tessuto. Certo, l’estetica a volte vince sulla praticità, ma bisogna ammettere che i letti in legno contemporanei non hanno nulla da invidiare agli imbottiti!

      Vi abbiamo convinto? Se ancora avete dei dubbi sui letti in legno, con o senza contenitore, vi consigliamo di leggere la guida “5 cose che devi sapere sui letti Napol”: un approfondimento su come sono realizzate le strutture letto e le reti.

      Per assistenza personalizzata e per toccare con mano i materiali di cui vi abbiamo parlato potete inoltre recarvi presso uno dei Rivenditori Partner Napol.

      Tags: ,

       
       

      Armadio in vetro fumé: tutto il fascino del vedo non vedo

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

      Non abbiamo mai nascosto il nostro amore per il legno, ma non possiamo certo disdegnare un altro materiale principe dell’arredo di casa: il vetro. Lo abbiamo inserito sia nella zona giorno che nella zona notte ed è di quest’ultima che vogliamo parlarvi oggi. Andiamo alla scoperta di una finitura particolare, raffinata e dal grande impatto scenografico: il vetro fumé.

      Nelle sue varie forme e colori, nelle svariate possibilità di personalizzazione e decorazione, nelle sue infinite varianti, il vetro arreda con intramontabile stile, donando un tocco di eleganza a qualsiasi ambiente. Scelta ideale per tutte le stanze della casa, è particolarmente apprezzato in camera da letto. Qui infatti le grandi superfici delle ante di armadi battenti e armadi con ante scorrevoli permettono di metterlo in evidenza in tutto il suo splendore: questo materiale, capace di trasformarsi da semplice materia ad elemento di design e decorazione, impreziosisce con i suoi riflessi cangianti, rendendo la camera più luminosa e creando un effetto vedo non vedo che, grazie all’illusione di maggior profondità, dà l’impressione di una stanza più ampia, con porte dietro le quali si nasconde un secondo ambiente, un angolo spogliatoio o una cabina armadio attrezzata.

      Ma l’effetto che un armadio in vetro fumé può donare alla vostra camera da letto è ancora più affascinante.

      Particolarmente in voga negli anni ’70, questo tipo di vetro dalla colorazione scura può essere declinato in grigio o in una tinta bronzata. La finitura scelta per l’armadio con ante in vetro Reflex ad esempio, è una nuance di fumé dall’effetto scenografico unico. Si possono indovinare i profili di abiti e vestiti, ma una volta spente le luci interne la superficie nasconde quasi completamente ciò che sta dentro l’armadio restituendovi il riflesso di ciò che si trova nell’abitazione.

      Un gioco di trasparenze e riflessi che vi regala quel tocco di mistero che in una camera da letto matrimoniale non guasta mai.

      Per le nostre collezioni abbiamo scelto 3 tipi di vetro fumé, pensati per soddisfare tutti i gusti ed abbinarsi ai materiali preferiti per l’arredo della zona notte: il legno e il laccato.

      Oltre al vetro bronzato abbiamo introdotto gli specchi fumé in due nuance: il brunito e il bronzato. La differenza, come è possibile vedere dai campioni fotografati, è il livello di trasparenza e la capacità di riflessione. Il vetro è infatti semi trasparente (è possibile vedere attraverso le superfici bianca e grigia sottostante) ed al contempo riflettente. I due specchi non sono trasparenti e riflettono perfettamente l’oggetto posto di fronte. Qui sotto due modelli di armadio con ante scorrevoli specchio fumé nelle due finiture brunito e bronzato.

      Armadio scorrevole con ante in specchio brunito

      Armadio scorrevole con anta in specchio bronzato

      Specchio e vetro, siano fumé, naturali, trasparenti o laccati colorati, sono un’ottima scelta d’arredo per camere da letto di qualsiasi dimensione e stile. Sempre attuali, questi materiali si adattano alla perfezione ad un arredamento classico o moderno, donando alla stanza un tocco di eleganza senza tempo, luminosità ed un senso di maggiore ampiezza nel caso di ambienti dalle misure ridotte.

      Vuoi vedere i nostri armadi dal vivo? Vuoi toccare con mano i vetri della collezione notte? Contatta il Rivenditore Partner più vicino a te per un appuntamento con un Arredatore.

      Tags: ,

       
       

      Mobile soggiorno in bianco e nero

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

      Sapete tutti che siamo fedeli amanti del legno, ma dobbiamo ammettere che arredare il soggiorno in bianco e nero è sempre una scelta azzeccata. Che la vostra casa sia moderna, elegante, informale, giovane o super chic, il connubio tra i due colori-non-colori è un abbinamento di cui non ci si stanca mai.

      Total look bianco e nero

      Naturalmente, tra i suggerimenti su come arredare in bianco e nero e su come abbinare questo duo, non poteva mancare quello che per noi è il materiale principe della casa: il legno. È questo accostamento che ci ha ispirati nella progettazione della parete attrezzata bianca e nera 588, soluzione per l’arredamento di un soggiorno moderno e completo di tutti i contenitori che servono per la corretta organizzazione degli spazi del living e dell’area relax.

      Composta da basi a terra con capienti cassetti e pensili quadrati e rettangolari con ante battenti, si caratterizza per l’integrazione del mensolone in legno di recupero. Con la loro superficie segnata dal lavorio di flora e fauna marine, sono le bellissime scanalature ed imperfezioni del legno ricavato dalle briccole veneziane a completare una palette che gioca con luce e ombra.

      Sempre attuale, applicabile sia allo stile classico che al design contemporaneo, il black&white può essere adottato sia come total look, quasi optical, sia stemperato dall’accostamento con colori neutri tono su tono come le numerosissime tonalità del grigio e del bianco.

      Eleganti alternative al soggiorno bianco e nero

      Se per voi nero è sinonimo di eleganza, ma non volete abbinarlo al bianco, vi consigliamo di optare per le tonalità del grigio. Un esempio è la parete attrezzata nera e frassino grigio 803 per cui abbiamo scelto strutture laccate opache nere e frontali in “fresno” grigio cenere ed un più caldo color creta.

      Se il soggiorno è giocato tutto sull’accostamento tra nero e bianco, per i mobili o la parete attrezzata potreste preferire un abbinamento che smorzi le due principali tinte contrastanti. Per mantenere comunque un ambiente elegante e formale potete optare per un mood tono su tono puntando sul grigio. Noi l’abbiamo fatto con la parete attrezzata bianca e grigio scuro 587 ed anche con la nuovissima composizione giorno 802 grigio chiaro e grigio scuro

      Se invece volete aggiungere tocchi d’accento per spezzare la monotonia del bicolore nero e bianco consigliamo il rosso, l’oro ma anche il giallo senape o un bel divano in pelle marrone. Decisamente la scelta più adatta a fare da contraltare alla rigorosa presenza dei due toni neutri per eccellenza.

      E se il soggiorno è anche sala da pranzo?

      Nelle case moderne sempre più spesso salotto, soggiorno e sala da pranzo convivono nella stessa stanza, a volte anche con cucina a vista. Il tavolo da pranzo può essere abbinato alla parete attrezzata porta tv o semplicemente seguire i colori principali scelti per l’arredo dell’ambiente circostante. A nostro parere in un soggiorno bianco e nero è meglio optare per un tavolo in legno laccato bianco o laccato opaco, completato da sedie in tinta o a contrasto nei toni del grigio o del nero per riprendere il leit motiv dell’arredo del living.

      La scelta di arredare il soggiorno in bianco e nero è perfetta sia per ambienti piccoli che per i più spaziosi. In un salotto di piccole dimensioni il nostro consiglio è quello di equilibrare le due tonalità dando predominanza al bianco: in questo modo l’area sembrerà più grande e luminosa. Una presenza esagerata di nero in un ambiente piccolo, magari poco luminoso, è da sconsigliare. Aggiungete poi qualche tocco di colore qua e là attraverso complementi, oggetti decorativi, libri, tessili e soprammobili.

      Avete trovato il mobile soggiorno che fa per voi? Oppure siete alla ricerca di una parete attrezzata diversa da quelle mostrate? Sul portale potete scoprire alcune varianti oppure potete contattare uno dei nostri Rivenditori Partner per ricevere assistenza completa nella progettazione e nella configurazione della collezione.

      Tags:

       
       

      Come personalizzare una parete attrezzata in legno: DIMENSIONI e MISURE

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

      Quante volte visitando un’esposizione di mobili o navigando su internet hai pensato “Questa parete attrezzata è bellissima!… ma non va bene per il mio soggiorno!” È troppo lunga e non è alta abbastanza. La colonna libreria sta molto bene a destra ma io la preferirei a sinistra. Quelle tre mensole sono molto carine ma così non c’è lo spazio per il televisore.

      No panic! Parola d’ordine: personalizzazione.

      Ti sfido a trovare la foto che immortala il mobile dei tuoi sogni proposto nelle dimensioni perfette per il tuo soggiorno, nell’abbinamento di colori che preferisci, con tutti i dettagli esattamente come li avresti scelti Tu. Difficilmente le immagini riescono a mostrare tutte le alternative possibili. Le persone hanno gusti diversi (e difficili!), le necessità abitative e di organizzazione degli spazi sono differenti e, soprattutto, le potenzialità dei mobili sono praticamente infinite.
      Le pareti attrezzate Napol sono componibili e altamente personalizzabili: scegli tu misure totali, dimensioni e disposizione dei singoli elementi, finiture e colori.

      Da dove cominciare?

      > CHIEDI ALL’ARREDATORE
      Contatta il Rivenditore Napol più vicino a casa tua
      e prenota un appuntamento. Prima dell’incontro prendi le misure del tuo soggiorno, valuta l’effettivo spazio a tua disposizione, fai uno schizzo a matita su un foglio e segna le prese della corrente e tutti gli altri elementi degni di nota. Durante l’appuntamento mostra all’arredatore l’immagine che ti ha colpito soffermandoti sui dettagli che ti piacciono e su quelli che vorresti cambiare. Tutte queste informazioni sono indispensabili per la realizzazione di progetto completo che ti soddisfi a pieno.
      (P.S. La consulenza è gratuita, senza obbligo d’acquisto.)

      > CREA IL TUO PROGETTO
      Progetta la tua parete attrezzata in autonomia, da casa, senza la pressante presenza di rivenditori, con i tuoi tempi, pensandoci e ripensandoci tutte le volte che vuoi… il tutto prendendo libera ispirazione dalla fotografia che ti ha colpito!
      Come fare?

      1. Prendi le misure
      2. Scopri gli elementi disponibili
      3. Abbina gli elementi singoli

      1) Misura lo spazio totale a tua disposizione e valuta lo spazio che vuoi effettivamente occupare.
      Ricordati: il mobile non potrà mai essere della stessa lunghezza della parete. Sono necessari alcuni centimetri liberi ai lati per montare con facilità e correttamente tutti gli elementi, soprattutto in caso di pareti non perfettamente in squadra o di montaggio con attaccaglie a muro.

      2) Scopri i principali elementi singoli disponibili: basi a terra, pensili con ante, contenitori ad anta dritta o curva (concava o convessa). In generale è possibile far riferimento anche ad altri elementi come: vetrinette e teche in vetro, ripiani, mensole e mensoloni, pannelli porta tv, schienali a muro, moduli libreria, vani a giorno.

      3) Tutti gli elementi sono modulari, accostabili tra loro, compatibili per dimensioni. Abbinali come preferisci e componi la tua parete attrezzata firmata Napol. Prendi carta e penna e fai delle prove, procedi a tentativi fin quando la composizione non ti soddisfa del tutto. Ricordati: la funzionalità è indispensabile ma l’occhio vuole sempre la sua parte.

      Per progettare la tua parete attrezzata Napol devi sapere che…
      – le dimensioni disponibili per i moduli garantiscono sempre perfetta linearità e compatibilità;
      – è possibile realizzare pareti attrezzate a bussolotto (cioè pareti che prendono forma dall’accostamento di moduli indipendenti già finiti e montati) o pareti attrezzate a spalla (cioè pareti che prendono forma dall’abbinamento di elementi singoli come schienali, spalle, ripiani ed ante);
      – le pareti attrezzate a bussolotto e a spalla sono integrabili nella stessa composizione;
      – è possibile realizzare lavorazioni e tagli su misura che comportano riduzioni in larghezza, profondità o altezza.

       

      Fatto! Se hai seguito questi passaggi hai in mano il disegno della tua parete attrezzata. Non ti rimane che rivolgerti al rivenditore Napol più vicino a casa tua, sottoporgli il tuo progetto, conoscere il preventivo ed ordinare i mobili.

       

      Qui sotto puoi trovare alcuni spunti d’arredo. Ovviamente le immagini sono solo delle idee che puoi sviluppare e modificare come preferisci… ma questo oramai è chiaro! 🙂

       

      Parete attrezzata lunga cm 306,7 con vetrine pensili

      Parete attrezzata in legno moderna ed elegante

      Parete attrezzata in legno laccato chiaro bicolore

      Parete attrezzata completa, con mensolone porta tv

       

      Adesso che il progetto della tua parete attrezzata è completo sei pronto a scegliere materiali e colori. Scopri come fare nell’articolo “Come personalizzare una parete attrezzata in legno: materiali e colori“.

      Tags: , ,

       
       

      Progettare una parete attrezzata lunga (massimo) 3 metri

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

      La parete del mio soggiorno misura 3 metri, vorrei attrezzare questo spazio con un mobile che ho visto sul vostro catalogo ma il mobile è troppo lungo per la mia casa, come faccio?”
      Dubbio legittimo per chi non è un addetto ai lavori e si trova a dover acquistare mobili e arredamento sulla base delle immagini trovate su internet e sui cataloghi. Per ragioni estetiche e per mostrare il potenziale dei mobili, le fotografie e i render rappresentano spesso soluzioni grandiose ma è bene sapere che tutti i nostri mobili sono componibili, modulari e personalizzabili.
      Se cerchi una parete attrezzata lunga 3 metri puoi rivolgerti ad un esperto arredatore presente presso i punti vendita autorizzati Napol oppure puoi progettarla in autonomia usando gli schemi che mostrano tutti gli elementi componibili disponibili con relative larghezze, altezze e profondità. Continua a leggere per scoprire come disegnare e comporre il tuo mobile per soggiorno.

       

      Continua a leggere l'articolo per scoprire come progettare una parete attrezzata lunga massimo 3 metri.


      Parete attrezzata che occupa massimo 3 metri
      , PARTIAMO DALL’ABC, DEVI VALUTARE…

      1. l’effettivo spazio a tua disposizione
      2. gli elementi da inserire e quelli da escludere
      3. i materiali e i colori che ti piacciono.

      1. Procurati metro, carta e penna, armati di pazienza ed estrema precisione. Se vuoi sfruttare l’intera parete in larghezza (e altezza) devi conoscere le misure al millimetro. Ricordati che per montare correttamente e agilmente gli elementi sono necessari alcuni centimetri laterali vuoti, utili sopratutto nel caso di pareti non perfettamente dritte e quando è fondamentale fissare delle attaccaglie a muro.

      2. Elenco degli elementi che possono comporre una parete attrezzata: basi a terra o sospese, basi con ante o con cassettoni, pensili contenitore con anta a ribalta o battente, pensili quadrati o rettangolari, vani a giorno con o senza divisori interni, vani libreria, mensole con o senza schienale, vetrinette o teche, vani porta tv dotati di pannelli di supporto o di pannelli scorrevoli.
      Valuta quali di questi elementi ti servono realmente e quali al contrario non sfrutteresti a pieno. Ad esempio, se hai un servizio di piatti e bicchieri al quale sei molto affezionato e vuoi metterlo in bella mostra ti servono elementi a vetrina con divisori. Se hai tanti soprammobili o se fai collezione di piccoli oggetti è bene che tu abbia tante mensole d’appoggio. Se la parete attrezzata deve far spazio anche al televisore è necessario valutare in precedenza se questo verrà appoggiato sulla base, appeso al muro, fissato su un pannello o nascosto all’interno del mobile.

      3. Parlando di finiture e colori ci infiliamo in un campo insidioso fatto di molteplici soluzioni arredative che si scontrano con gusti personali e fasce di prezzo. Se stai progettando in autonomia la tua parete attrezzata puoi valutare i materiali disponibili guardando il campionario materiali digitalizzato e organizzato per tipologie e categorie che mostra scansioni e foto scattate direttamente al campione originale.

      DALLA VALUTAZIONE AL PROGETTO
      Per progettare una parete attrezzata di 3 metri ti serve sapere che…
      – puoi abbinare a piacere tutti gli elementi che ti interessano;
      – puoi conoscere le dimensioni di basi e pensili cliccando qui e visualizzando gli schemi;
      – tutti gli elementi possono essere utilizzati in forma “libera” (cioè singolarmente o semplicemente accostati) oppure integrati in composizioni con colonne a spalla portante (cioè moduli a colonna con fianchi senza schienali);
      – le colonne a spalla portante possono essere montate a terra o in sovrapposizione a delle basi contenitore oppure applicate a parete fino a diventare elementi pensili;
      – le colonne a spalla portante possono essere forate su richiesta per agevolare le operazioni di montaggio;
      – le dimensioni disponibili per i moduli garantiscono sempre perfetta linearità e compatibilità.

      Adesso che conosci tutti questi dettagli prendi matita e foglio a quadretti e disegna la tua parete attrezzata. Le varianti sono infinite anche se, avendo a disposizione soli 3 metri di lunghezza, sarai costretto a compiere delle scelte.

      DAL PROGETTO ALLE SOLUZIONI
      Abbiamo studiato per te 4 (+3) soluzioni per arredare il tuo soggiorno con parete che misura 3 metri.

      1^proposta: soggiorno moderno in laccato e ciliegio
      Questa composizione così fotografata misura cm 276 p.35,3 / 45 h.194,2 ed è composta da:
      – due basi a terra con cassetto affiancate, la prima cm 138 p.45 h.43,8, la seconda cm 138 p.45 h.34,2, con unico top cm 138 p.42,6 h.18
      – un pensile a ribalta: cm 92 p.35,3 h.41,6
      – un pensile basculante: cm 92 p.35,3 h.41,6
      – due pensili battenti: cm 46 p.35,3 h.64
      – una teca in vetro con schiena in legno: cm 92 p.33 h.32

      2^proposta: parete attrezzata sospesa con teche in vetro
      Questa composizione così fotografata misura cm 295 p.23,9 / 35,3 h.196 ed è composta da:
      – due teche in vetro con schienale in legno: cm 91,6 p.23,9 h.64
      – quattro fianchi pensili: cm 36 p.33 h.67,6
      – sei ripiani in legno: cm 27,1 p.30,5 h.2
      – un pensile a ribalta: cm 138 p.35,3 h.33,8
      – un pensile basculante: cm 138 p.35,3 h.32
      – due mensole: cm 61,3 p.33 h.3,6
      – un pannello porta tv: cm 122,7 p.42 h.90,8

      3^proposta: mobile per parete soggiorno lungo quasi 3 metri
      Questa composizione così fotografata misura cm 276 p.35 / 44,9 h.228 ed è composta da:
      – tre basi contenitore a due ante
      – libreria formata da 2 colonne pensili con ripiani e un anta battente

      4^proposta: parete attrezzata con libreria sospesa
      La libreria pensile così fotografata misura cm 248,7 p. 35,3 h.131,6 ed è composta da:
      – sei fianchi pensili: cm 3,6 p.33 h.131,6
      – 17 ripiani di diverse dimensioni: cm 27 p.33 h.3,6 / cm 88,4 p.33 h.3,6 / cm 57,7 p.33 h.3,6
      – 2 schiene per colonna: cm 88,4 p.1,5 p.38 / cm 57,7 p.1,5 h.38
      – un anta a ribalta: cm 91,7 p.2,3 h.31,7
      – un anta battente: cm 61 p.2,3 h.41,3
      La base contenitore così fotografata misura cm 245,4 p. 45 h.34,2 ed è composta da
      – due elementi di dimensioni cm 122,7 p.45 h.34,2 ciascuno
      – un top: cm 245,4 p.42,6 h.1,8

      Se una di queste alternative ti piace ma non ti convince del tutto ricordati che puoi modificarla. Inoltre, se preferisci lasciarti ispirare da altre pareti attrezzate guarda le immagini qui sotto. Le seguenti composizioni misurano più di tre metri ma, con un pizzico di fantasia e una manciata di personalizzazione, si trasformano facilmente in un mobile per soggiorno che occupa massimo 3 metri.

      5^proposta: parete attrezzata in ciliegio e bianco
      La composizione proposta nell’immagine è lunga cm 341. Eliminando la colonna libreria con cinque ripiani e il pensile in legno con anta in vetro raggiunge soli 245,4 cm.

      6^proposta: parete attrezzata con pensili orizzontali
      La composizione così proposta misura cm 306,7; è possibile ridurre la lunghezza scegliendo elementi di dimensioni minori. Ad esempio la base dritta fotografata è lunga cm 184 ma potrebbe essere scelta con lunghezza cm 138 o addirittura 122,7, stesso ragionamento per pensili e mensole.

      7^proposta: mobile soggiorno con pannello tv
      La composizione fotografata misura 325,7 cm; eliminando il pannello porta tv (e di conseguenza il televisore appeso) è possibile ricavare spazio da sfruttare per allineare gli elementi sospesi con le basi a terra. In questo modo lo spazio occupato in larghezza si riduce notevolmente.


      Sfoglia il nostro catalogo “Pareti Attrezzate” in cerca di altre valide alternative che possano soddisfare i tuoi gusti e le tue esigenze. RICORDATI CHE…
      Tutte le pareti attrezzate Napol possono essere personalizzate e ogni dettaglio può essere modificato: dalle dimensioni di un singolo modulo al suo posizionamento, dal colore della struttura alla finitura di frontali, ante, cassettoni, mensole e divisori. Le dimensioni totali della composizione possono essere ridotte o aumentate a seconda delle necessità.

      Contatta il rivenditore Napol più vicino a casa tua e prenota senza impegno un appuntamento con un arredatore.

      Tags: , ,

       
       

      Felice Anno Nuovo

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

      Napol Arredamenti augura a tutti un felice e sereno 2017.
      Che sia un anno pieno di soddisfazioni, di novità e di cambiamenti, di nuovi stimoli e di grandi risultati.

      Buon 2017 a Tutti!

      Tags:

       
       

      Com’è fatta la nostra credenza moderna in legno Duna

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

      Un tempo quando si parlava di credenza si faceva riferimento ad un mobile classico in legno massello caratterizzato da decori, incisioni realizzate a mano, importanti pomelli e spesso con un elemento centrale a vetrina. Adesso si intende la credenza moderna, un mobile in legno o laccato, lungo, basso, colorato, componibile, su misura, personalizzabile per dimensioni, finiture e ante.
      Un tempo c’era il mobile da buffet pensato per riporre il servizio di piatti, posate, bicchieri e pentole. Adesso esistono contenitori passepartout per la zona giorno, utilizzati per i più svariati oggetti.

      Come dimenticare la credenza classica un tempo regina del soggiorno (della casa della nonna); questa si rivela ancora perfetta per alcune case e stili d’arredamento ma totalmente inadeguata e fuori moda per altre abitazioni. Nessuna paura, la credenza esiste ancora e si usa ancora! È sufficiente scegliere un modello moderno, appunto. La credenza moderna in legno Duna, per esempio.

      Duna 1682 – credenza moderna in legno multistrato curvato
      Duna 1683 – credenza moderna componibile in legno
      Duna 1684 – credenza moderna in legno curvo

      Vediamo ora com’è fatta e quali sono i 5 motivi per i quali dovreste acquistare una credenza moderna in legno Napol.

      Realizzata in vero legno

      Non ci stancheremo mai di ripetere che tutti i nostri mobili sono realizzati in vero legno. L’impiego di fogli di vero legno è un valore aggiunto per un arredo di qualità, una garanzia, un pregio e una sicurezza; senza sottovalutare il fascino e la bellezza che solo un materiale così ancestrale e impareggiabile sa dare.
      Le ante della credenza Duna sono impiallacciate in vero legno ovvero la loro superficie è rivestita da fogli di vero legno ricavati dalla tranciatura di un tronco d’albero. Per chiarezza è giusto sottolineare che questi fogli ricoprono pannelli di varia natura, generalmente pannelli con un’anima in multistrato, in tamburato o in particelle di legno agglomerato.
      L’aspetto è quello di un mobile interamente realizzato in legno, con nodi e venature tipiche a vista.

       

      Personalizzabile per dimensioni

      La credenza moderna Duna è disponibile a 2, 3, 4, 5 ante. Il modello più piccolo e compatto è perfetto in spazi ridotti come l’ingresso di casa o un ambiente di passaggio. Chi dispone di maggior spazio può optare per modelli più grandi, più lunghi e più capienti che possono ospitare più oggetti.
      Prendete le misure a vostra disposizione e valutate quale credenza fa al caso vostro; sappiate che:
      – credenza 2 ante Duna: cm 122,7 p.38,8/58 h.68
      – credenza 3 ante Duna: cm 184 p.38,8/58 h.68
      – credenza 4 ante Duna: cm 245 p.38,8/58 h.68
      – credenza 5 ante Duna: cm 306,7 p.38,8/58 h.68

       

      Personalizzabile per finiture

      Selezioniamo accuratamente tutte le nostre materie prime, siamo alla continua ricerca di materiali di qualità e di tendenza con l’obiettivo di soddisfare le esigenze e i gusti di tutti i nostri Clienti. La credenza Duna è disponibile nelle seguenti essenze legno:
      – Olmo: legno resistente e tenace, chiaro o scuro, con un grafismo nella venature che lo rende indistinguibile;
      – Ciliegio: legno di colore scuro con sfumature dal marrone dorato al rosso intenso;
      – Cherry: o “ciliegio europeo”, legno di colore bruno rosato con sfumature chiare a volte tendenti anche al giallastro;
      – Frassino: legno piuttosto chiaro con venature regolari e abbastanza dritte;
      – Fresno: legno ricavato dal Frassino con venature spesso accostate in sensi differenti;
      – Laccato Opaco e Lucido: pannelli di legno di varia natura verniciati con vernici coprenti e colorate dall’effetto opaco o lucido;
      – Rovere Laccato Poro Aperto: pannelli di legno di varia natura verniciati con vernici che lasciano intravedere le caratteristiche della superficie lavorata, come nodi, fiamme e venature;
      – Briccola Venezia: legno naturale, di recupero e di riciclo; legno proveniente da pali un tempo impiegati nella laguna veneta.

      La moderna credenza Duna è disponibile nel modello tinta unita e in quello bicolore, con ante in un colore e in un’essenza diversa da quella della struttura e del top.

       

      Con ante concave e convesse

      La credenza moderna in legno Duna gioca sul cambio di profondità e sul profilo curvo e ondulato.
      Le ante possono essere bombate ai lati oppure concave al centro, con scocca a destra o a sinistra, con apertura verso destra o sinistra.
      Le ante possono essere dotate di meccanismo push-pull o di bordo massellato da utilizzare come presa d’apertura.

      Gli elementi curvi sono un nostro marchio di fabbrica. Plasmiamo con maestria artigianale mobili curvi unici con l’intento di soddisfare ogni esigenza estetica e di permettere di sfruttare al meglio ogni spazio ed ingombro.

       

      Coordinabile con altri arredi

      La credenza moderna in legno Duna è perfettamente abbinabile ad altri arredi per la zona giorno come pareti attrezzate, tavoli, tavolini e sedie. Chi ama il total look può scegliere di mantenere uniformità di materiali e di colori acquistando arredi in coordinato. La seguente foto ne è l’esempio: credenza Duna con ante in legno Cherry, sedie Ninfea con struttura in legno Cherry, tavolo Slalom con decoro centrale ad onda in legno Cherry.
      Si può essere certi di realizzare un abbinamento perfetto solo acquistando più arredi da uno stesso produttore e scegliendo la stessa finitura. Nel caso del legno ogni differenza è da considerarsi un pregio del prodotto, sinonimo di unicità ed esclusività.

       

      Nella sezione “Credenze e Madie” del nostro sito è possibile scoprire tutti i mobili contenitore componibili per la zona giorno.

      Per maggiori informazioni sui prodotti, per toccare con mano i materiali, per vedere e apprezzare dal vivo i diversi modelli di credenza Duna è possibile rivolgersi ad un Rivenditore Napol autorizzato. Clicca sul collegamento, consulta la cartina e trova il rivenditore più vicino a casa tua.

      Tags: ,

       
       

      3 soluzioni d’arredo per il TV

      Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

      In questi giorni passati in casa con parenti e amici, tra pranzi, cene e momenti di relax, abbiamo pensato a quanto il televisore sia sempre più presente nella nostra vita sociale. Non più solo per l’appuntamento fisso con “Una poltrona per due” o con i più classici “Mary Poppins” e “A Christmas Carol”, ma anche per vedere insieme e in diretta le ultime foto scattate o il video girato tutti insieme (confessatelo, anche voi siete stati convinti a cimentarvi in un mannequin challenge!).

      Molti staranno torcendo il naso, ma la verità è che smart tv, smart phones, App, Play Station, Netflix & co. stanno cambiando le nostre abitudini e il televisore si sta trasformando in uno schermo multifunzione che, in un futuro non lontano, immaginiamo potrà consentirci di controllare i dispositivi delle nostre case domotiche.
      Ma non spingiamoci così lontano: l’attuale e concreta esigenza è quella di trovare soluzioni d’arredo per il tv che siano componibili e versatili, capaci di adattarsi allo spazio a disposizione e abbastanza flessibili da consentire di guardare lo schermo da varie angolazioni e da più persone.

      Vediamo allora 3 idee per un arredamento a misura di tv nella zona giorno: mobili per il soggiorno con pannelli orientabili, pareti attrezzate componibili con basi a cassetti, grandi librerie con televisore a scomparsa.

      Leggete qui sotto per scoprirle tutte.

      Soluzione d’arredo per tv #1: la flessibile

       
      Un pannello a parete a cui agganciare lo schermo del televisore, il mobile soggiorno con porta tv estraibile orientabile è la soluzione perfetta per qualunque tipo di salotto: in uno spazio piccolo permette di orientare lo schermo verso il divano o il tavolo da pranzo se questi non sono collocati in una posizione ottimale; in uno spazio di grandi dimensioni, dove magari si trova un divano angolare, dà la possibilità a tutti di vedere bene lo schermo indipendentemente da dove si sono accomodati.

      Soluzione d’arredo per tv #2: la classica

       
      Prendi una base, appoggiaci il televisore ed avrai la soluzione d’arredo più tradizionale per soggiorno o salotto. Ma c’è di meglio.
      Quella di scegliere una composizione più complessa rispetto ad un semplice mobiletto o tavolino è la scelta migliore per chi ha poco spazio a disposizione: una parete attrezzata con basi per tv sfrutta al meglio il muro e vi fornisce dei contenitori per tenere in ordine tutto quello che volete, compresi telecomandi, cd, dvd e giochi. Quindi, benissimo il tv in appoggio su basi con cassetti o ante, ancora meglio se completati da pensili contenitore e mensole disposti liberamente sulla parete.

      Soluzione d’arredo per tv #3: la “vedo non vedo”

       
      Un sistema componibile a spalla, ovvero una libreria con tv per il soggiorno, vi permette di montare ante scorrevoli per ottenere una soluzione porta tv a scomparsa. A seconda dei momenti del giorno e delle vostre esigenze potrete avere accesso al vano tv o a libri ed oggetti disposti sulla libreria. Lo spazio destinato al televisore può essere attrezzato con ripiani per consolle di gioco, lettori dvd e blu ray, può nascondere i telecomandi e soprattutto una volta chiuse le ante potete dimenticarvi degli odiati cavi. La libreria con tv a scomparsa è la soluzione perfetta per un soggiorno sempre in ordine, ideale per un open space in cui convivono più ambienti nella stessa stanza.

      Pensando alle piccole difficoltà riscontrate in questi giorni di convivialità domestica abbiamo voluto proporre tre idee per arredare la parete destinata al televisore. Abbiamo pensato a case piccole in cui non sempre è possibile avere il divano perfettamente di fronte al tv, o dove sala da pranzo e salotto convivono e può essere necessario orientare lo schermo verso l’area dove si trovano la cucina e il tavolo da pranzo. Abbiamo anche pensato alle soluzioni più semplici e tradizionali o a chi, per motivi estetici o funzionali, preferisce nascondere il proprio apparecchio televisivo e tutti i dispositivi che vi gravitano intorno. Le soluzioni possono essere tantissime, componibili e liberamente personalizzabili, quelle che vi abbiamo mostrato sono solo 3 idee da reinterpretare e personalizzare come preferite.

      Per una parete attrezzata porta tv su misura progettata e realizzata a partire dalle misure del vostro soggiorno e tenendo in considerazione vostre specifiche esigenze, vi consigliamo di recarvi da uno dei nostri Rivenditori Partner.

      Tags:

       
       




      Torna su