Napol Arredamenti






 
 
 

Come fare una parete attrezzata?

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Creare una parete attrezzata significa organizzare una parete del soggiorno o del salotto in modo funzionale ed armonioso. La parete attrezzata è la soluzione salvaspazio intelligente per posizionare il televisore, contenere libri, stereo, lettori dvd e bluray, consolle di gioco e tanti oggetti decorativi e foto.

Per progettare una parete perfetta per i tuoi spazi parti da qui:

1. COSA metterai nella parete attrezzata: tv, libri, soprammobili, stereo, consolle, album di foto, documenti, bicchieri e piatti, cd, dvd, quadri, vasi ecc…
2. quali sono le DIMENSIONI della parete del soggiorno che intendi arredare: in primis larghezza e altezza, poi eventuali limiti progettuali come la presenza di una porta, una finestra, un termosifone, un soffitto spiovente, una scala ecc…

Una volta definiti questi 2 semplicissimi punti di partenza avrai ben chiari gli elementi che ti servono e sarai pronto a progettare il mobile soggiorno perfetto per te e per il tuo living.

Com’è fatta una parete attrezzata componibile?

 

Un programma per l’arredo del soggiorno, modulare e componibile è formato da singoli elementi disponibili in numerose dimensioni e finiture, da abbinare secondo gusti e necessità per donare alla parete attrezzata il look desiderato.
Quando si parla di parete attrezzata è innanzitutto bene distinguere i modelli a spalla da quelli a bussolottoPareti attrezzate a bussolotto sono quei modelli che prendono forma dall’accostamento libero di singoli moduli indipendenti già finiti e montati. Le pareti attrezzate a spalla sono formate da elementi come schienali, spalle e ripiani da poter abbinare a piacere.

I due sistemi possono essere integrati nella stessa composizione. A seconda di quello che si vuole realizzare è necessario abbinare gli elementi elencati qui sotto.
Le dimensioni si riferiscono agli elementi di Napol, ogni azienda propone la propria collezione ma a grandi linee questi sono i moduli di base di cui avrete bisogno per realizzare la vostra parete soggiorno:

  • Basi

    Larghezza: cm 46 – 61,3 – 92 – 122,7 – 138 – 184
    Profondità: cm 45 – 58
    Altezza: a seconda del modello, da minimo cm 16 a massimo cm 203,4
    Modelli: con 1, 2, 3 cassetti, con 1 cassettone, con 1 anta a ribalta, con 1 o 2 ante battenti ad 1, 2, 3, 4 o 5 ripiani; in legno o vetro, anche con ante curve e sagomate Solo in questo ultimo caso la profondità è di cm 66,5 o 67.
    Posizionamento: sospesi, inserite tra spalle
    Le basi necessitano sempre di top di finitura sp cm 18 – 51
  • Pensili

    Larghezza: cm 46 – 61,3 – 92 – 122,7 – 138 – 184
    Profondità: cm 35,3 – 45
    Modelli: a giorno senza ante, con 1 o 2 ante, con 1, 2, 3 ripiani
    Ante: con ante battenti, basculanti, a ribalta, anche ante curve o sagomate; in legno o vetro; con “anta moderna” o “anta massello”.
  • Spalle Portanti e Fianchi

    Larghezza moduli standard: cm 34,2 – 49,6 – 64,9 – 95,6 – 126,2
    Larghezza fianchi: cm 3,6
    Altezza fianchi: a seconda del modello, da minimo cm 33,8 a massimo cm 275,6
  • Coperchi, fondi e ripiani

    Larghezza: cm 27 – 42,4 – 57,7 – 88,4 – 119 – 134, – 149,8 – 165,1 – 180,4 – 211,2 – 241,8 – ad angolo 87,6 x 87,6
  • Schienali a Muro

    Posizionamento: inseribili tra basi e pensili, tra basi e colonne, a muro
    Altezza: a seconda del modello, da cm 60,4 a 126,2
    Optional: profilo laterale di tamponamento, predisposizione per mensole, foro passacavi
  • Mensole

    Larghezza: cm 45 – 61,4 – 92 – 107,4 – 122,7 – 138 – 153,4 – 168,7 – 184 – 245,4
    Profondità: cm 25 – 33 – 45
    Modello: lineare, sagomato, “a onda”
  • Pannello Porta TV

    Modelli: fisso, estraibile, orientabile
    Optional: retro illuminazione al neon o a LED, mensole sagomate, “ad onda”, lineari, porta lettore cd e dvd
  • Scrittoio

    Modello: piano con un fianchetto
    Posizionamento: per composizioni a spalla portante, in continuità con un ripiano
  • Luci

    Modelli: faretti a LED, lampade a LED da incasso
    Accessori: minipresa a 6 vie con cavo, kit trasformatore con presa o per barre a led, kit interruttore touch anche per barre a led

Non è necessario essere esperti del settore per capire le potenzialità di un simile sistema. Le varianti sono davvero infinite, senza contare la possibilità di realizzare particolari lavorazioni su misura che comportano riduzioni in larghezza e profondità o tagli in larghezza, profondità e altezza.

Cliccando sulle seguenti immagini è possibile visualizzare alcuni schemi progettuali. Gli schemi sono puramente indicativi e rappresentano solo alcune delle soluzioni realizzabili.

 

Come progettare una parete attrezzata

 

Come organizzare la parete attrezzata? Parti da cosa ci metterai

 

In un open space con cucina a vista o in un bilocale dove sala da pranzo e salotto convivono, una parete attrezzata progettata in maniera intelligente può essere il contenitore perfetto per piatti, bicchieri, calici e tovaglie.
In mancanza di spazio, questo mobile soggiorno versatile e ultra componibile può svolgere allo stesso tempo la funzione di porta tv, libreria, madia e anche vetrina per i nostri soprammobili e oggetti di design preferiti.

Ecco alcuni esempi di come fare una parete attrezzata partendo da quello che vuoi metterci:

  • non hai libri / soprammobili: non hai bisogno di un sistema libreria (anche detto “a spalla” in gergo tecnico) ma punterai invece su cassetti e moduli pensili con ante (anche detti “bussolotti” in gergo)

  • hai pochi libri / soprammobili: punta su un mix di mensole e contenitori a muro e sul pavimento

Parete attrezzata con mensole e pensili con ante

  • ti serve uno spazio per piatti e bicchieri: scegli pensili con ante, con apertura a ribalta e/o vasistas

Parete attrezzata con spazio per piatti e bicchieri

  • hai oggetti decorativi preziosi e di design: non farti mancare delle vetrinette in cui esporre – e proteggere – i tuoi preferiti

Parete attrezzata con vetrinette pensili

  • hai un grande televisore: preferisci una composizione con capienti basi a terra, calcola bene quanto spazio serve per il tv ed in base a quello progetta quali elementi appenderai a parete e dove (segui i punti sopra per sceglierli).
    Se non puoi posizionare il divano di fronte al tv: la soluzione che fa per te è un pannello porta tv estraibile orientabile da attaccare al muro, a cui poi aggiungerai a piacere mensole, basi con cassettoni, librerie

Parete attrezzata con pannello porta tv estraibile orientabile

Dimensioni: il segreto è la componibilità

 

Le soluzioni arredative sono pressoché infinite e tutti quando abbiamo arredato casa siamo stati alla ricerca di ispirazioni e idee. Internet, Instagram, cataloghi di arredamento, riviste specializzate, ambientazioni proposte nelle esposizioni sono tutte valide fonti d’ispirazione. Spesso però vengono mostrate soluzioni lontane dalle nostre reali possibilità e proprio non riusciamo ad immaginare come quella grande parete attrezzata da rivista patinata possa andar bene per il nostro piccolo soggiorno.

Vi sveliamo un segreto: è tutta questione di personalizzazione e modularità. Anche la più grande, scenografica parete attrezzata è scalabile e adattabile al più piccolo dei soggiorni.
Direste mai che le due librerie qui sotto sono lo stesso modello di libreria componibile?

Parete attrezzata con porta tv e libreria componibile

Libreria piccola laccata con anta 584

Non potevamo scegliere esempio più calzante per dimostrarvi quanto scegliere un sistema componibile per arredare il soggiorno possa risultare determinante nell’arredare casa intelligentemente.

Ricapitolando: il primo passo è aver ben chiaro a priori l’utilizzo della composizione scegliendo ad esempio se la parete attrezzata avrà solo funzione contenitiva, se dovrà avere uno spazio per il porta tv, se è necessario integrare uno scrittoio. In quest’ultimo caso è bene sviluppare un sistema a spalle e organizzare lo spazio in modo intelligente. Se si desidera destinare uno spazio alla tv è bene decidere se si preferisce appenderla al muro, su un pannello fisso, orientabile o estraibile o in alternativa appoggiarla su una base. In questo caso è necessario scegliere se avere una base sospesa o in appoggio a terra e, in entrambi i casi, a quale altezza. Nel realizzare il progetto per una parete attrezzata è necessario anche valutare se si preferisce avere tanti spazi contenitivi con ante o si preferiscono mensole. Questa preferenza inciderà sul numero di ripiani e pensili e sull’aspetto finale dell’intera composizione. Sempre per quanto riguarda gusti ed estetica è necessario scegliere se avere una parete attrezzata con tanti elementi uniti ed affiancati o se è meglio avere singoli elementi disposti in modo indipendente sulla parete.

Le considerazioni fatte sono solo alcune delle possibilità da valutare, così come le foto delle pareti attrezzate che hai visto sono solo esempi di quanto è realizzabile. Quello che è certo è che un sistema componibile per il soggiorno di buona qualità offre la possibilità di realizzare qualsiasi progetto di parete attrezzata.

Se hai trovato quello che fa per te in questa guida, clicca qui sotto per contattare un arredatore per un progetto personalizzato.

Tags: , ,

 
 

Buon Natale e Buone Feste!

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

A tutti i nostri Clienti
Ai Lettori del Blog
Ai nostri Collaboratori
Ai Rivenditori Partner di tutta Italia.
…a Tutti Voi…

Buone Feste da tutti noi di Napol Arredamenti!


 
 

Anteprima Novità 2019: camera e soggiorno si rifanno il look

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti, News

Concluse due importanti fiere del settore abbiamo finalmente l’occasione di presentare online alcune delle novità 2019.

Soggiorno e camera da letto si rifanno il look e sfoderano nuovi asset per affrontare il 2019 completamente rinnovati nello stile, nei colori e nei materiali.

Ma vediamo subito quali sono i nuovi prodotti che abbiamo presentato al MoaCasa di Roma e al Salone del Mobile di Bergamo.

 

Le novità 2019 per la camera da letto

 

Come degni rappresentanti dell’intera collezione armadi abbiamo scelto di proporre uno scorrevole e un battente.

Armadio in legno e vetro: vedo-non-vedo di classe

L’armadio a 8 ante vede le sue dimensioni importanti alleggerite dall’accostamento tra rovere termotrattato e vetro trasparente. Un interessante effetto scenografico può essere ottenuto con l’elegante illuminazione integrata e con la perfetta organizzazione degli accessori interni.
In fondo si possono scorgere il letto Leonard con giroletto Leg in rovere termotrattato e spalliera imbottita in tessuto.

Armadio 8 ante in legno termotrattato e vetro

Bicolore minimal per l’armadio a tre ante scorrevoli

Il nuovo modello Infinity è proposto con ante scorrevoli Atlante caratterizzate da una fascia centrale che attraversa l’intero frontale del mobile. Nella foto lo vedete in laccato Kaki con fascia in frassino Fresno Carbone. L’accostamento di due nuance di grigio conferisce al mobile un look moderno dal tocco minimal.

Armadio a tre ante scorrevoli grigio kaki con fascia trasversale frassino grigio scuro

Vedi tutti gli armadi componibili impiallacciati in legno

 

Le novità 2019 per l’arredamento del soggiorno

 

Non potevano certo mancare le pareti attrezzate, gli intelligenti mobili componibili pensati per arredare il soggiorno con soluzioni su misura.

Il ritorno del mobile soggiorno in legno scuro

Ha un’aria vintage rubata agli anni 70 il mobile porta tv con boiserie posteriore attrezzata con mensole. Perfetto per ospitare il televisore, ha un’area dedicata a libri e oggetti che volete mettere in mostra. Il contenitore sotto il tv è l’ideale per telecomandi, dispositivi elettronici, album di foto, documenti, dvd e cd.

Mobile porta tv per soggiorno in legno termotrattato con boiserie posteriore

Il mobile porta tv con moduli pensili

Composizione raffinata in laccato opaco, con questa parete attrezzata abbiamo voluto proporre una configurazione completamente sospesa che unisce elementi contenitivi e ripiani a giorno in vetro. I moduli con aggancio a muro offrono il vantaggio della totale libertà di personalizzazione. Infatti grazie a questi contenitori pensili anche le zone della casa più ostiche (mansarde, soffitti spioventi, sottoscala se vivete in un duplex) saranno arredate alla perfezione.

Mobile per soggiorno con basi porta tv e pensili a parete

Vedi tutte le pareti attrezzate componibili

Il 2019 porterà tante novità ma una cosa rimane: il legno, nostro primo amore, che si fa bello con laccature in colori di tendenza e nuovi abbinamenti.
Tra i nuovi materiali avrete sicuramente notato il rovere termotrattato, un legno resistente dalla tinta scura ed estremamente raffinata. Negli ultimi anni il design nordico con i suoi legni chiari e naturali è andato per la maggiore, ma già al Salone del Mobile di Milano del 2018 avevamo cominciato a vedere il ritorno di tinte più calde e scure, come i termocotti e il noce. Trend che abbiamo colto al volo.

A breve potrete vedere e scoprire tutti i dettagli delle nuove collezioni qui sul nostro sito o presso uno dei nostri Rivenditori più vicini a voi > vedi tutti i Rivenditori Partner

Tags: ,

 
 

SAVE THE DATE! Napol @ MoaCasa

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti, News

Pastore Arredamenti vi aspetta al MoaCasa di Roma per presentare le novità firmate Napol.

Dal 27 ottobre al 4 novembre 2018, il nostro storico rivenditore partner sarà presente al Padiglione 1 Stand 9 della celebre fiera del mobile della capitale, pronto a guidarvi in un tour alla scoperta di nuovi materiali, nuove finiture e combinazioni cromatiche mai viste prima.

In esposizione potrete vedere alcune delle collezioni storiche oltre a due tra le novità del 2019: l’armadio Infinity e il letto Leonard.

Camera da letto composta da armadio 8 ante, letto matrimoniale Leonard e cassettiera Fontana, tutto in rovere termotrattato

L’armadio a 8 ante alterna la solida superficie del legno alle trasparenze di eleganti ante in vetro e alluminio, attraverso cui è visibile la perfetta organizzazione interna. Già, perché i nostri sono armadi belli fuori e dentro, in cui ogni elemento è curato nel minimo dettaglio. Non solo: le attrezzature disponibili sono tantissime e sono pensate per soddisfare le esigenze di uomini e donne.

Il letto Leonard reintroduce la testiera imbottita che ammorbidisce le linee rigorose dell’essenza rovere. Un vero must per camere da letto moderne che non rinunciano alla bellezza intramontabile del legno.

La nuova Napol mantiene il legno come materiale principe del sistema notte e giorno, per una casa accogliente e raffinata. Fa il suo ingresso il rovere termotrattato che insieme a nuove essenze, colori e materiali, propone degli abbinamenti inediti. Insomma, ci stiamo rifacendo il look!

Non vi resta che venire a trovarci allo stand di Arredamenti Pastore (Padiglione 1 Stand 9) dal 27 ottobre al 4 novembre 2018 in questi orari:

Sabato 27 > 10.00-20.00
Domenica 28 > 10.00-20.00
Lunedì 29 > 15.00-20.00
Martedì 30 > 15.00-20.00
Mercoledì 31 > 15.00-20.00
Giovedì 1 > 10.00-20.00
Venerdì 2 > 10.00-20.00
Sabato 3 > 10.00-20.00
Domenica 4 > 10.00-20.00

Vuoi essere seguito personalmente da un arredatore del team? Clicca qui e prendi un appuntamento

Tags:

 
 

Televisore dove ti metto? In una parete attrezzata porta tv.

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Televisore, qual è il tuo posto in soggiorno? Sospeso e appeso al muro, su un mobiletto contenitore, appoggiato su un lungo mensolone, nascosto in un vano con anta.
In un soggiorno moderno il televisore è quell’elettrodomestico che non può proprio mancare, basta averlo, poi lo si può mettere ovunque. Tra le posizioni più gettonate, ai primi posti, troviamo la parete attrezzata porta tv. Difficile descriverne i tratti e le caratteristiche: i modelli sono pressoché infiniti, alcune sono progettate appositamente per ospitare la televisione e altri sistemi multimediali, altre sono componibili e realizzabili a piacere abbinando più elementi. Inoltre, in linea con i trend del momento, le pareti attrezzate moderne si sono arricchite di angoli tv ma anche di scrivanie, postazioni studio e lavoro, vetrinette d’esposizione. Ognuno può interpretare lo spazio a disposizione come preferisce.

Se non sai dove mettere il televisore in soggiorno e come scegliere la tua parete attrezzata porta tv continua a leggere. In questo articolo troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno, tanti spunti arredativi e foto ispirazione. Per qualsiasi dubbio o domanda chiedi aiuto ai nostri arredatori professionisti.


Parete attrezzata tv sospesa

Appendere il televisore al muro è una valida alternativa agli ingombranti mobili porta tv. Non solo si moltiplica lo spazio a disposizione, ma si rende la composizione e l’ambiente più ordinati e leggeri. Immagina l’effetto di una tv a schermo piatto appesa alla parete del tuo soggiorno: bello vero?
Sfruttare lo spazio in verticale è da sempre un ottimo escamotage per case piccole e piccolissime ma nulla vieta di utilizzarlo anche in soggiorni di ampie dimensioni. Così facendo puoi utilizzare i mensoloni e il top delle basi contenitore per appoggiare altri oggetti.

Se sei convinto che una parete attrezzata con tv sospesa sia la soluzione migliore per il tuo salotto e stai per appendere il televisore al muro devi sapere che puoi farlo in due (tre) modi: direttamente alla parete, su un pannello fisso o su uno orientabile e direzionabile utile per guardare lo schermo da varie angolazioni. In tutti i casi il risultato è pulito, elegante ed ordinato ma se per te il pannello è troppo invasivo o se non ti piace l’effetto cornice che si viene a creare fissando lo schermo piatto al pannello scarta queste opzioni e fissalo al muro con delle staffe.

Attenzione a cavi, fili e prese della corrente. La soluzione più bella esteticamente è quella di murare nella parete delle scatolette da incasso apposite dove inserire tutta la parte elettrica; puoi verniciarle dello stesso colore della parete per renderle invisibili. Se non vuoi (o non puoi) rompere la parete puoi sempre acquistare delle canaline passacavi nelle quali infilare i fili. Lasciare i cavi completamente a vista non è tra le soluzioni più eleganti ma nessuno vieta di farlo.

Tv sospesa appesa direttamente alla parete - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Tv sospesa appesa ad un pannello orientabile e direzionabile - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

La tv sospesa è fissata su un pannello fisso effetto cornice - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Parete attrezzata con tv al centro, a destra, a sinistra

Tutte le pareti attrezzata Napol sono componibili, personalizzabili e realizzabili su misura. La logica è molto semplice: i singoli elementi – ognuno con la sua funzione specifica – possono essere combinati a piacere, affiancati, sovrapposti, disposti in modo sfalsato, posizionati tutti sulla destra oppure verso sinistra. Sei tu a scegliere dove mettere basi, pensili, mensole e anche il televisore. Per estetica o necessità puoi fissare la tv al centro della composizione e creare un mobile asimmetrico oppure puoi decidere di spostarla verso destra o verso sinistra in base ai tuoi gusti personali o alla configurazione della stanza.

 

Parete attrezzata tv in appoggio

Un’altra soluzione interessante per inserire la tv nella parete attrezzata è quella di appoggiarla su un lungo e resistente mensolone, sul top di una base contenitore con ante o cassetti o su un piano scrivania integrato nella composizione. In genere un televisore nuovo viene venduto completo di base di supporto e per questo appoggiarlo risulta veloce e facile. Questa è una delle soluzioni più gettonate anche perché non sono richieste opere murarie e lavori per il fissaggio. Il televisore può essere sollevato e spostato tutte le volte che si desidera, per pulire il piano o per cambiargli posizione in soggiorno.

Il valore aggiunto di questa soluzione è che i contenitori che fungono da basi possono essere usati anche per tenere in ordine gli accessori e gli apparecchi elettronici collegati al televisore, in particolare telecomandi, dvd e giochi. Sul piano, vicino al televisore, si possono appoggiare decoder, consolle di gioco, playstation, dolby  surround.

Parete soggiorno con tv in appoggio su mensolone - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Parete soggiorno con tv in appoggio su base contenitore con cestoni - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Parete attrezzata con televisore a scomparsa

La tv c’è ma non si vede, o almeno non si vede sempre. Se non ti piace avere il televisore sempre in vista puoi ricorrere a pareti attrezzate con tv a scomparsa nascosto in un vano con anta scorrevole che si può aprire e chiudere all’occorrenza. Quando vuoi guardare la tv puoi far scorrere il pannello con un mano, quando hai ospiti e vuoi rendere il tuo soggiorno più ordinato ed elegante puoi richiuderlo. Pochi gesti, grande funzionalità. Inoltre una volta chiusa l’anta ci si può dimenticare degli antiestetici cavi.
La televisione può essere appesa allo schienale della parete attrezzata oppure appoggiata su un piedistallo. Se c’è spazio si può anche inserire nel vano tv il telecomando, il decoder o consolle di gioco.

Se ti sei deciso a nascondere il televisore nella parete attrezzata valuta attentamente lo spazio: è necessario prendere le misure per sapere di quanti pollici dovrà essere lo schermo tv e qual è la profondità massima.

Parete attrezzata con vano tv a scomparsa - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Pannello scorrevole in legno che mostra / nasconde lo schermo della tv - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI


Sogni una parete attrezzata moderna con camino e tv?

La coppia camino & tv sta prendendo sempre più piede nelle case moderne ristrutturate o di recente costruzione. La stagione fredda si sta avvicinando, a chi non piacerebbe sdraiarsi sul divano a guardare la televisione riscaldato dal calore del caminetto, con in sottofondo lo scoppiettino della legna ardente?
Ad una parete attrezzata con porta tv si può affiancare un camino a legno o un caminetto a bioetanolo ed il gioco è fatto. Se ti piace l’idea di mettere al centro del soggiorno il caminetto potresti valutare di posizionare gli elementi che formano la parete attrezzata componibile ai lati.

Soggiorno con parete attrezzata porta tv e camino - CLICCA PER MAGGIORI INFORMAZIONI


Preferisci una parete attrezzata senza tv?

Sei tra i pochi a cui non interessa avere la tv in salotto? Hai un soggiorno ampio e spazioso e non ti interessa avere un vano tv all’interno della parete attrezzata o uno spazio riservato nelle sue vicinanze? Puoi scegliere il tuo modello tra tutte le pareti attrezzate Napol: sono tutte componibili e realizzabili su misura, sei tu a selezionare gli elementi e la loro disposizione, sei tu a decidere se lasciare spazio per la tv o se occuparlo con altri arredi.

Se sei in cerca di una parete attrezzata tv su misura progettata e realizzata a partire dalle dimensioni del tuo salotto e sulla base dei tuoi gusti puoi far visita ad uno dei nostri Rivenditori partner autorizzati sparsi in tutta Italia.

Cerca rivenditore Napol in Italia

 

 

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A…

3 soluzioni d’arredo per il TV

Come nascondere i cavi della tv (e la tv) in soggiorno)

Tags:

 
 

Guardaroba angolare: armadio o cabina componibili, quali scegliere?

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

Siamo abituati a pensare ad un guardaroba angolare come una soluzione contenitiva grande e capiente per camere da letto di dimensioni medio-grandi, in realtà un armadio angolare è perfetto anche (e soprattutto!) in camere piccole e camerette per ricavare spazio dove sembra non esserci. Se la camera è piccola, se non c’è una parete lineare libera sulla quale disporre l’armadio o se la configurazione della stanza è complessa e tutte le pareti sono occupate da porte o finestre, è indispensabile ricorrere a soluzioni alternative. Per aggirare gli ostacoli strutturali della stanza e avere un armadio guardaroba capiente è indispensabile sfruttare due pareti contigue e in particolare l’angolo, uno spazio altrimenti morto e inutilizzato.
Quando si ha bisogno di spazio contenitivo è un peccato utilizzare un angolo della stanza solo per appoggiare il fianco di un armadio, meglio sfruttarlo in modo intelligente e valorizzarlo con un modulo angolare o uno spogliatoio.

Ma com’è fatto un guardaroba angolare? Scopriamo insieme quali sono le 3 composizioni più utilizzate e i modelli più in voga.

 

1. Armadio guardaroba angolare

I modelli più comuni di armadio angolare prevedono un modulo ad angolo con una o due ante di chiusura da inserire tra moduli lineari. Altri modelli sfruttano invece l’angolo affiancando una classica colonna armadio e un modulo più profondo con un’anta.
La prima soluzione ha il vantaggio di avere uno spazio interno grande e capiente, con modulo unico facilmente accessibile. La seconda soluzione è pensata per chi preferisce avere spazi contenitore ben distinti per organizzare vestiti e oggetti. Anche in questo caso lo spazio interno è totalmente accessibile, è solamente più difficile raggiungere la parte più in fondo.

Nello schema i moduli angolari Napol con due ante: la misura minima dell’elemento ad angolo con due ante dritte è di cm 101,6 x 101,6 (schema a sinistra), quello con ante curve è di cm 115 x 115 (schema a destra).

Dimensioni modulo angolare armadi Napol

Nelle immagini qui sotto il modulo ad angolo è utilizzato come elemento di connessione tra colonne armadio.

La particolarità di entrambi gli armadi sono le ante curve, un dettaglio di stile molto apprezzato soprattutto in armadiature molto grandi e in ambienti di passaggio. Gli spigoli curvi e stondati alleggeriscono le linee del grande armadio e non ostacolano il passaggio.

Armadio con angolo curvo al centro della composizioneArmadio con angolo curvo e ante curve

2. Armadio ad angolo con spogliatoio

La seconda soluzione è un guardaroba angolare con modulo spogliatoio. L’elemento spogliatoio può essere scelto nella versione ad angolo come elemento di connessione in una composizione, al quale affiancare in sostanza altre colonne armadio, oppure nella versione terminale da usare come modulo di chiusura di una composizione angolare.

Nello schema i moduli spogliatoio Napol: a sinistra l’elemento angolare che misura cm 141,6 x 154,4, a destra l’elemento terminale cm 121,6 x 152 con lato esterno di soli 23 centimetri.

Dimensioni modulo spogliatoio armadi Napol

Nelle immagini qui sotto il guardaroba angolare Reflex formato da due colonne con ante battenti e da un modulo spogliatoio con un’anta battente e due ante a libro con maniglie innestate sul telaio. In questo spogliatoio sono stati inseriti ripiani, tubi e ganci appendiabiti, specchio, portacravatte e sacche portaoggetti ma ognuno può scegliere l’attrezzatura che preferisce. Lo spazio è personalizzabile e multifunzione e si rivela una piccola cabina armadio angolare, l’area interna è accessibile e calpestabile. Perfetto da abbinare ad un armadio lineare battente della collezione Napol, il bello di questo spogliatoio è che può essere anche utilizzato singolarmente: per comodità o per estetica si può inserire lo spogliatoio in un angolo della stanza, lontano dall’armadio.

Lo spogliatoio angolare Napol ha ante battenti in vetro con telaio in alluminio. Il vetro riflettente trasparente bronzato proposto nelle immagini dona un effetto vedo-non-vedo all’armadio e da chiuso può essere utilizzato anche come specchio.

 Guardaroba con angolo spogliatoio chiuso con anteGuardaroba con angolo spogliatoio terminale attrezzato

3. Cabine armadio angolari

Se la stanza è abbastanza ampia o se si vuole un guardaroba super organizzato – stile guardaroba di Carrie Bradshaw in Sex and the City – si può optare per una cabina armadio angolare. Le varianti sono: cabina armadio a “L” con un solo elemento angolare oppure cabina armadio a ferro di cavallo, a forma di “C”, con due moduli ad angolo.
All’interno della cabina si possono organizzare vestiti, borse e accessori; via libera alla fantasia e alla personalizzazione con tutte le attrezzature disponibili: ripiani, cassettiere, appendiabiti, servetti, portapantaloni, vaschette portatutto, portascarpe, portacravatte, sacche per abiti, specchiere estraibili orientabili.

Chi sceglie una cabina armadio angolare dev’essere disposto ad avere un guardaroba a vista, a meno che lo spazio a disposizione e la configurazione della stanza permettono di chiudere il guardaroba con un sistema di ante fatto su misura.

Cabina armadio angolare con ante scorrevoli in vetro

Cabina armadio angolare attrezzata, a C o a LCabina armadio angolare attrezzata, con interni in Noce Tanganika

 

1 richiesta, 3 modelli, infinite soluzioni.

Chi è alla ricerca di un guardaroba angolare per la sua casa può navigare sul nostro portale e trovare informazioni sugli armadi e le cabine ad angolo mostrati in questo articolo. Le schede prodotto contengono specifiche dimensionali e tecniche, foto d’esempio, collegamento ai campionari digitalizzati dove vedere i campioni di materiali e colori. È possibile rivolgersi ad un nostro rivenditore per progetti su misura e prezzi. Prenota subito un appuntamento con un arredatore.

Cerca rivenditore Napol in Italia

Tags: ,

 
 

Armadio bianco ad ante scorrevoli: 5 modelli su misura

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

L’armadio bianco ad ante scorrevoli rappresenta una delle soluzioni di contenimento più gettonate per la camera da letto: capiente, poco ingombrante, sempre di moda, abbinabile con tutto.
Le ante scorrevoli permettono di ottimizzare gli spazi. Per aprire un armadio scorrevole non è richiesto ampio spazio d’apertura frontale, sono necessari solo alcuni centimetri per il passaggio e per accedere agevolmente allo spazio interno.
Il bianco è un colore facile da abbinare, è luminoso, sta bene con tutto. Puoi optare per un look total white oppure puoi giocare con gli abbinamenti di colore e materiali, scegliere ante colorate oppure in vetro o specchio, o ancora interni bianchi o effetto legno.

Se la tua stanza è piccola scegli un armadio scorrevole, puoi posizionarlo anche molto vicino al letto. 
Se vuoi donare luminosità alla stanza, se ti piacciono i colori neutri, se vuoi mimetizzare l’arredo con la parete e farlo sembrare meno ingombrante tinteggia anche i muri della stanza di bianco.

Scopriamo subito i 5 armadi bianchi scorrevoli su misura più venduti da Napol Arredamenti.

1 – Zenith: armadio scorrevole tutto bianco

Il più amato in assoluto per il suo look tanto semplice quanto elegante. Nessun fronzolo e nessun decoro, Zenith può avere due o tre ante lisce senza maniglie applicate e senza pomelli, le maniglie sono incassate all’interno dell’anta e non ne intaccano l’estetica. Un armadio tutto in legno bianco è un passepartout per tutte le camere da letto.

Armadio scorrevole bianco

2 – Ada: armadio bianco con ante scorrevoli a specchio

Legno bianco e specchio sono l’accoppiata perfetta per donare luminosità alla camera. Da una parte legno rovere laccato a poro aperto o legno laccato lucido o opaco, dall’altra specchio in versione naturale, bronzato, brunito oppure serigrafato nel modello Nuvola o Acqua. Quello proposto in foto è la versione Acqua con decorazioni irregolari verticali: l’effetto è molto piacevole e diverso dal solito ma se non ti dovesse piacere puoi valutare campioni di specchio più tradizionali.

Armadio scorrevole bianco con ante a specchio

3 – Dia: armadio bianco di design ad ante scorrevoli

Dia è un armadio bianco di design, un modello immancabile nella lista dei “top five”. Le ante sono composte da quattro pannelli irregolari di diverse dimensioni: un pannello è sempre in vetro o specchio, tre pannelli sono sempre in legno o laccato. L’effetto finale è un armadio moderno ed originale dove il legno bianco la fa da padrone ma lascia spazio a superfici dalla texture differente.

Armadio scorrevole bianco con ante decorate in legno e specchio

4 – Greta A (versione A): armadio scorrevole bianco con decoro in vetro

Dopo la versione tutta in legno bianco e quella in legno e specchio, è tempo di presentare un armadio bianco in legno e vetro, uno dei più classici abbinamenti nell’arredamento. La spessa fascia centrale in vetro interrompe la continuità dell’anta in modo molto discreto e puramente decorativo. A scelta tra vetro Cattedrale Madreperla, vetro serigrafato, vetro satinato, vetro satinato serigrafato, vetro decor e vetro verniciato. Capace di soddisfare i gusti di tutti.

Armadio scorrevole bianco con fascia in legno

5 – Greta (versione B): armadio scorrevole in bianco e legno

Nella lista dei più venduti è immancabile un armadio in legno bianco e scuro, un tocco bicolore elegante che scalda la stanza. Un contrasto forte qui proposto in modo molto discreto, come fosse una decorazione: il pannello centrale spezza la continuità delle ante, permette di abbinare liberamente due finiture e di personalizzare l’armadio secondo i propri gusti.

Armadio scorrevole bianco con fascia in vetro

 

Armadio scorrevole bianco, ma bianco come?

Chi pensa che “di bianco ce n’è solo uno” si sbaglia. Anche questo colore ha numerose sfumature cromatiche, un’ampia palette che offre l’imbarazzo della scelta. Solo per citarne alcune: bianco sporco, bianco ottico, bianco perla, bianco ghiaccio, bianco avorio. Nell’immagine qui sotto i campioni bianchi disponibili nel campionario materiali Napol Arredamenti, si tratta di campioni di legno impiallacciato, laccato e vetro.

Finiture legno per armadi NapolFiniture vetro per armadi Napol

 

Per scegliere il bianco più adatto all’armadio della tua stanza affidati ai tuoi gusti e lasciati consigliare da un professionista. Prenota un appuntamento gratis con un nostro rivenditore: potrai vedere dal vivo i campioni dei materiali e ricevere tutte le informazioni necessarie per progettare il tuo guardaroba.

Cerca rivenditore Napol in Italia

 

> Vuoi sapere di più sugli armadi Napol? Leggi tutti gli articoli dedicati.

> Vuoi vedere alcune foto ispirazione? Sfoglia il catalogo armadi scorrevoli.

> Vuoi sapere di più sulla nostra azienda? Scopri i 4 motivi per i quali sceglierci.

Tags:

 
 

Come arredare una camera da letto grigia

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Camera da letto grigia: si o no, perchè sceglierla, che colori abbinare, foto ispirazione.

Conquista per la sua equilibrata eleganza, per il look sempre alla moda, per la sua raffinata semplicità. Meno scontata e comune di una camera bianca, all’apparenza fredda e austera, è ricca di personalità, capace di creare spazi rilassanti e accoglienti.

 

Perché dovresti usare il grigio in camera da letto

  1. Perché è un colore elegante, raffinato, calibrato, privo di eccessi, sta bene con tutto, non annoia e non stanca mai. È una tinta rilassante capace di infondere tranquillità e serenità, proprio quello che serve in una camera da letto.
  2. Per chi vuole osare, ma non troppo. Il grigio è perfetto per interrompere la monotonia del bianco senza esagerare con i colori.
  3. Perché la sua palette di sfumature non ha niente da invidiare alla scala cromatica di altre nuance. Solo per citarne alcuni: grigio perla, grigio piombo, grigio talpa, grigio antracite, grigio ardesia,  grigio basalto, grigio cenere, grigio fumo, grigio ferro, grigio ghiaccio, grigio londra, grigio lavagna, grigio nuvola, grigio quarzo, grigio tortora, grigio sabbia, grigio seta, grigio balena.
    Gli abbinamenti possono essere infiniti e coinvolgere tutto quello che c’è nella stanza, dal letto agli accessori, dalle pareti al pavimento.
  4. Per far risaltare alcuni colori. Il grigio può essere usato come colore di base, da vivacizzare con tinte in contrasto sparse qua e là.
    Nella camera matrimoniale in legno frassino grigio londra e nella camera matrimoniale grigia e nera proposte nell’immagine qui sotto, ad esempio, il grigio la fa da padrone ma lascia spazio al blu e al nero.

    Tra gli abbinamenti da copiare ci sono i classici grigio & nero e grigio & bianco ma ci si può davvero sbizzarrire. Il grigio scuro antracite sta molto bene con le brillanti tinte oro, il grigio può essere vivacizzato dal tenue rosa o dall’acceso rosso, o ancora dal giallo e dal verde, sempre il grigio è perfetto con mobili in legno scuro.

Camera da letto con mobili grigi, pareti grigie, complementi blu
Camera da letto grigia e nera con decorazioni blu

 

Camera grigia, mobili grigi, pareti grigie

Arredare con il grigio: camera grigia, total look grigio

Mobile grigio su parete grigia e su pavimento grigio: giocando con le sfumature e studiando l’ambiente il risultato potrebbe essere davvero spettacolare. Si può ad esempio imbiancare le pareti con un grigio più chiaro, sceglierne uno più scuro per letto, comodini e armadio e un altro ancora per tende e accessori.
A volte utilizzare lo stesso colore per mobili, complementi, pareti, pavimento e, se c’è, anche per il termosifone potrebbe rivelarsi una scelta un po’ complicata e azzardata, il grigio in grandi dosi potrebbero infatti rendere l’ambiente piuttosto cupo e austero. Per scongiurare l’effetto “scatola” e smorzare il grigiore consigliamo di inserire oggetti, complementi e decorazioni di un altro colore d’accento oppure giocare con le superfici a specchio.

Arredare con il grigio: i mobili grigi

Letto grigio, comodini grigi, comò grigi, cassettiere settimanali grigie, armadio grigio: un unico colore per tutti i mobili della camera. Per un effetto in coordinato è bene accertarsi che tutti gli arredi appartengano alla stessa collezione di mobili per la zona notte: stessa azienda produttrice, stessi materiali, stessa tonalità, stessa resa estetica.
Le composizioni camere da notte matrimoniali complete di Napol propongono abbinamenti studiati a livello cromatico, di stile e di arredi abbinati tra loro.

Da ricordare poi che tutto ciò che è di legno potrebbe diventare grigio. Si può donare nuova vita ad alcuni mobili vintage e renderli perfettamente in mood con il resto della stanza semplicemente tingendoli di grigio.

Camera da letto matrimoniale completa con mobili grigi

Arredare con il grigio: le pareti grigie

Se invece dei mobili preferite optare per pareti grigie potete dare via libera alla fantasia e sbizzarrivi con idee originali e di grande effetto.
Tingerne una sola parete della camera con un grigio scuro e le altre con uno più chiaro è perfetto per chi vuole creare una zona d’accento che cattura l’attenzione. Personalizzare le pareti giocando con le geometrie aiuta a realizzare una camera unica: si possono fare righe verticali, orizzontali o oblique, pois oppure effetti sfumati. È possibile anche spezzare idealmente la parete in due e scegliere un colore per la parte superiore e un altro per quella inferiore. Con il colore si possono mettere in evidenza pilastri, colonne o ribassamenti e trasformare così un limite della stanza in un punto di forza da sottolineare. Da valutare anche la possibilità di creare un contrasto tra pareti e soffitto.

Camera da letto matrimoniale completa con pareti grigie e mobili bianchi

 

Camera da letto bianca e grigia

L’arredamento bianco e grigio è una delle più classiche soluzioni d’arredo, un abbinamento sempre moderno e alla moda.
Tra le camere da letto grigie e bianche di Napol non possiamo non citare uno dei nostri ultimissimi modelli: la camera grigia e bianca 50.93. I mobili basterebbero per farla entrare di diritto nella top ten delle camere con arredamento bianco e grigio, ma le pareti, il soffitto e il pavimento le donano sicuramente un tocco in più. Vetro, legno e laccati si alternano così come i colori bianco e grigio.

Camera da letto bianca e grigia

 

Camera da letto blu e grigio

Il grigio chiaro sta bene anche con il blu notte scuro; sono due tonalità che si completano a vicenda e che definiscono uno spazio notte estremamente raffinato ed elegante. Degno rappresentante di questo piacevole abbinamento è la composizione 50.80 proposta in foto, una camera da letto con mobili in frassino laccato grigio cenere e una parete blu. Acquistare mobili grigi e colorare le pareti è il modo più economico per stravolgere il look della stanza tutte le volte che si vuole. Quando il blu non piace più si possono scegliere mille altre tonalità, con la certezza che il grigio sta bene praticamente con tutto.

Camera da letto mobili grigi e pareti blu

 

Camera da letto grigia: variazioni sul tema

Camera da letto bianca e grigia stile contemporaneo

La camera da letto di lusso dal gusto contemporaneo 50.121 è bianca? È grigia? È bianca e grigia?
I mobili sono bianchi laccati con inserti in pelle bianca stampata; le pareti sono un po’ bianche e un po’ grigie, con bordino grigio in evidenza; il pavimento è proposto in legno grigio; la poltroncina di design è in laccato lucido grigio. Le tonalità vanno dosate a seconda dei gusti.

 

Sei alla ricerca di idee e foto ispirazione per arredare una camera da letto grigia? Ti piacciono le composizioni proposte in questo articolo, vuoi sapere i prezzi e vuoi vedere dal vivo qualche mobile? Clicca qui sotto e prendi appuntamento con un arredatore.

Cerca rivenditore Napol in Italia

Tags: ,

 
 

Letto oro: come arredare una camera di lusso

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Un letto oro è una scelta di stile di grande impatto scenografico, per una camera da letto di lusso improntata su finiture eleganti e su un’atmosfera formale estremamente ricercata.

Camera da letto oro

Solitamente quando si parla di doratura in arredamento si intende la lavorazione foglia oro, una preziosa tecnica che consiste nell’applicazione di sottilissimi strati dorati su una superficie di legno o metallo. Il più delle volte questa finitura si trova in camere da letto classiche, ma un letto matrimoniale oro moderno è la scelta perfetta anche per una camera contemporanea.
Per la nostra interpretazione moderna di questo colore tanto amato abbiamo scelto una laccatura metallizzata, attualissima e resistente nel tempo.

Arredare una camera con un letto color oro: che colori abbinare?

Il colore giallo brillante dell’oro non è tra i più semplici da abbinare, ma se il vostro sogno è una camera da letto principesca il consiglio è di non mischiare troppi colori, puntando su abbinamenti già ben collaudati. L’oro deve essere messo in risalto e non contrastato da colori chiassosi.

Vediamo come abbinare un letto color oro per creare una camera dallo spirito contemporaneo.

Camera da letto bianca e oro

Bianco, avorio e panna creano il palcoscenico perfetto perché l’oro spicchi in tutta la sua bellezza.
Se il bianco puro di una superficie laccata non fa per voi, pensate ad altri modi per creare questo elegante abbinamento, ad esempio puntando su un armadio in vetro o sul marmo Calacatta. Se avete dei pavimenti in questa splendida variante del marmo, saprete che si caratterizzano per le venature dorate.

Oro e laccato bianco

Oro e vetro bianco con decori

Oro e marmo Calacatta

Camera da letto nera e oro

Giallo oro e nero sono una potentissima combinazione di colori, con una grande carica simbolica ed un risultato finale assolutamente raffinato. Il nero crea lo sfondo ideale per far sì che l’oro brilli completamente di luce propria. Il nero o le tonalità di grigio scuro, come l’antracite, in camera da letto esprimono relax e conciliano il riposo.

Oro e nero

Oro e grigio

Osare con una un letto oro e rosso

La parola d’ordine qui è OSARE. La camera impostata su questi due colori può essere una vera sfida in termini di complementi e finitura dell’armadio. Il consiglio è di mantenere questi arredi più low profile rispetto al letto ed agli eventuali comò e comodini abbinati. Tutto deve far da sfondo all’oro-rosso/rame. Attenzione a non scegliere un rosso troppo vivace, pena l’effetto natalizio.

Camera da letto di lusso Genesi

Sei alla ricerca di un letto di lusso per arredare una camera da letto davvero unica? Ti piace la collezione Genesi e vuoi sapere prezzi e finiture disponibili per personalizzarla su misura? Clicca qui sotto e prendi appuntamento con un arredatore.

Cerca rivenditore Napol in Italia

Tags: ,

 
 

Mobili curvi in legno: come sono fatti

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

I mobili curvi in legno sono una firma riconoscibile del brand Napol. Da oltre 40 anni produciamo mobili in vero legno e la nostra incessante sperimentazione ci ha portato a specializzarci anche nella curvatura del legno e nella produzione di mobili dalle linee sinuose e arrotondate. Produrre mobili di qualità curvi e in vero legno non è da tutti. Occorre maestria artigianale e esperienza, è necessario conoscere le proprietà del materiale, le caratteristiche e le lavorazioni alle quali può essere sottoposto.

 

Quale legno si usa per produrre mobili curvi?

Noi di Napol utilizziamo per lo più pannelli di legno multistrato ovvero pannelli semilavorati che si ottengono sovrapponendo e incollando tra loro fogli di legno molto sottili. I vari fogli vengono sovrapposti in modo che le fibre risultano alternate, questo dettaglio permette di compensare i naturali movimenti e assestamenti del legno garantendo al pannello grande resistenza e al tempo stesso malleabilità. La facilità di lavorazione del legno multistrato permette di realizzare mobili dalle forme armoniose e dalla piacevoli curve. Durante la fase di sovrapposizione sono gli esperti artigiani a donare ai pannelli la forma curvata che desiderano attraverso l’uso di strumenti e macchinari.

PER SAPERNE DI PIÚ…
Cos’è il multistrato? Come è fatto un mobile in multistrato? Quali sono le sue caratteristiche? Leggi l’approfondimento sui mobili in multistrato di legno.

 

Quale essenze vengono usate per realizzare mobili curvi in legno?

Utilizziamo pannelli in multistrato impiallacciato in vero legno essenza olmo, ciliegio, frassino, rovere di recupero proveniente dalle briccole veneziane, rovere laccato a poro aperto. I mobili curvi Napol sono impiallacciati in vero legno ovvero sui pannelli in multistrato vengono applicati esternamente dei fogli di vero legno essenza molto pregiati, nelle finiture sopra elencate.

PER SAPERNE DI PIÚ…
Come sono i piallacci allo stato naturale, senza spazzolatura, lucidatura o laccatura? Guarda il campionario materiali legno/essenze

 

Mobili curvi in legno per il soggiorno

La curvatura non è sempre uguale. Quando si parla di mobili curvi si può far riferimento a mobili completamente rotondi ideali a centro stanza, a mobili da appoggiare alla parete che presentano frontali curvati, o ancora, a mobili con un solo angolo curvo perfetti ad esempio per terminare una composizione. Ognuno di questi arredi si distingue per il piacevole effetto ondulato.

La base contenitore fotografata nella prima immagine qui sotto, per esempio, presenta una leggera curvatura al centro mentre quella nella seconda foto è curvata su un lato.

Base contenitore con frontali curvi. SCOPRI DI PIÚ >

Base contenitore in legno curvo con elemento ad Onda. SCOPRI DI PIÚ >

Chi preferisce dettagli curvi più discreti può optare per una mensola porta tv con doppia curvatura simmetrica.

Mensola porta tv curva. SCOPRI DI PIÚ >

 

Mobili curvi in legno per la camera da letto

I mobili curvati possono diventare i protagonisti anche della camera da letto. Testiere letto, comodini, comò, settimanali e anche armadi si possono rivelare gli elementi ideali per portare un po’ di curve nella stanza.

Il comodino fotografato nelle seguenti immagini è curvo su tre lati e dritto sul retro. Frontalmente la struttura, i cassetti e i piani d’appoggio presentano una piacevole linea arrotondata, il retro perfettamente dritto consente invece di affiancarlo alla parete.
Anche la testiera del letto si fa notare per la sua linea leggermente curvata ma il vero dettaglio di stile sta nello spessore decrescente, ulteriore firma riconoscibile del brand Napol.

Comodino curvo e letto con testiera arrotondata. SCOPRI DI PIÚ >

Comodino in legno curvo. SCOPRI DI PIÚ >

Dettagli sempre curvi ma effetto decisamente diverso per il letto e il comodino presentati in quest’altra soluzione.
La testiera è curvata solo da un lato, quasi arricciata su se stessa. Il comodino presenta linee curve diverse a seconda del punto in cui lo si osserva: a destra i frontali dei cassetti si raccordano al fianco con linee curve e senza spigoli, allo stesso modo a sinistra il top si raccorda al fianco.

Comodino con fianco arrotondato e letto con testiera arricciata. SCOPRI DI PIÚ >

Tripla curvatura per l’armadio angolare: le ante curve in multistrato sono al centro in corrispondenza dell’angolo e ai lati, intervallate da ante dritte in tamburato. I moduli curvi oltre ad essere un dettaglio di pregio e un’impronta inconfondibile del marchio Napol permettono di sfruttare al meglio tutti gli spazi a disposizione. Al centro si ricavano centimetri preziosi per riporre piccoli oggetti e vestiti, ai lati si smussano gli angoli e si agevola il passaggio soprattutto in camere piccole o corridoi stretti.

Armadio angolare con ante curve centrali e terminali. SCOPRI DI PIÚ >

 

3 cose da sapere sui mobili curvi in legno Napol

  1. Sono capienti
    L’elemento curvo permette di guadagnare spazio contenitivo. Con la curva si recuperano centimetri preziosi che con un mobile dritto non sarebbero stati sfruttati.
  2. Sono realizzati in vero legno
    Il legno multistrato che noi utilizziamo è impiallacciato con fogli di vero legno massello ricavati dalla tranciatura di un tronco. Nella nostra falegnameria impieghiamo solo materiali di qualità per offrire sempre prodotti sicuri, affidabili, resistenti nel tempo e dallo stile inconfondibile.
  3. Sono Made in Italy
    Tutti i mobili Napol nascono in Veneto nella provincia di Treviso, in una delle aree industriali italiane più produttive. L’iter produttivo viene interamente eseguito nella nostra fabbrica, dalla progettazione alla produzione, fino ai controlli di qualità. Nella nostra segheria interna produciamo tutti i pannelli dritti e curvi che utilizziamo per i nostri mobili in legno.

     

    Speriamo di aver chiarito le idee a chi è alla ricerca di un mobile curvo in legno di qualità. Per qualsiasi altra informazione potete rivolgervi agli arredatori presenti nei negozi dei nostri Rivenditori Partner presenti in tutta Italia.


     
     




    Torna su