Paz Garden






 
 
 

WORLD 🌿 INTERIORS #22

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Mi perdonate vero se in questo periodo non mi sono fatta vedere troppo in giro, vero?
Le scadenze, qualche influenza antipatica e moltissime cose (nuove e belle) da seguire mi hanno impegnato abbastanza le giornate…ma oggi eccomi insieme ad un Home tour dal cuore molto molto Green come piace a noi.
Ho questo Post in archivio da un po’, precisamente da quando ho cominciato a segnarmi in agenda i posti più belli dove soggiornare durante i miei vaiggi futuri, e finalmente eccomi qui pronta a condividerlo con voi.

Questo bellissimo appartamento, piccolo ma tanto tanto ospitale e progettato interamente dallo STUDIO ILSE fianco a fianco con la proprietaria, che ha seguito poi i lavori in fase di cantiere (da vera figlia di mobilieri potete solo immaginare la sua autentica passione e innata predisposizione al mondo dell’ Interior design) si trova vicino Porta Venezia, nel cuore di Milano ed è un appartamento pensato in ogni suo piccolissimo dettaglio per regalare un’esperienza piacevolissima di ospitalità, immersi tra piante e tocchi unici di Design.

Nelle parole di Costanza, quando mi ha raccontato di come in origine l’appartamento fosse in realtà una vecchia lavanderia ormai in disuso, potete ritrovare il senso del progetto di squadra che ha dato origine ad lavoro essenziale, delicato ma comunque ricco di quel fascino contemporaneo che attira i turisti a passare qualche giorno nella bellissima città di Milano.

…Credo che la passione che ho messo nel seguire il progetto si trasformi in energia positiva che avvolge i miei ospiti! Sono molto soddisfatta e non vedo l’ora di partire con un nuovo cantiere!…
Costanza Cecchini

Io personalmente non vedo l’ora di avere un’ottima scusa per tornare a Milano e prenotare qualche giorno qui, ma questo forse si era capito vero?

Un abbraccio, come sempre verdissimo 😉

ps. per rimanere sintonizzati su tutte le novità che Costanza ha in serbo per i suoi ospiti potete anche prendere nota del suo sito!!! www.costanzamilano.it

Special thanks for the photos to COSTANZA CECCHINI

https://www.airbnb.it/rooms/11360215


 
 

Travel & Design – Impremta Garden

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Finamente è venerdì e anche se il nostro weekend questa volta prevede un altro po’ di lavoro e niente uscite chissà dove… io voglio lo stesso viaggiare con la fantasia e voglio assolutamente portarvi con me!!!
Ecco il perchè di questo Post dedicato ad una Residenza composta da 12 appartamenti scoperta per caso navigando in rete (questa volta stranamente Pinterest non è arrivato prima) che mi ha trasmesso immediatamente voglia di rilassarmi nei suoi bellissimi spazi oltre che sulle terrazze dalle atmosfere accoglienti e progettate benissimo in ogni dettaglio sia estetico che funzionale.

Il risultato non potrebbe essere altrimenti visto che il proetto ha interessato ben due squadre di professionisti, ognuna con la propria eccellenza e competenza specifica (quello che secondo me è davvero la base di ogni collaborazione vincente).
Il progetto architettonico è dello studio di architetti spagnoli AVW ARQUITECTURA mentre lo sviluppo dell’ Interior concept e desing è delle svedesi WHYTE LILJA.
Un dream team che è riuscita a ricreare perfettamente un luogo sospeso dove ritrovare il piacere di vivere in una residenza urbana al centro di una cosmopolia ed eccitante città, precisamente Palma sull’isola di Maiorca, riuscendo a vivere comunque un’esperienza di totale esclusione dal mondo esterno anche se per poco.
Ambienti sofisticati ma accoglienti nello stesso tempo che riescono a fondere insieme alla perfezione rigore scandinavo e storia dell’ isola, attraverso la scelta dellefiniture, degli arredi e delle nuances di colore.

potos via IMPREMTA GARDEN

Io dico che la bellezza di questi appartamenti non ha bisogno di altre spiegazioni…voi invece che ne pensate? Avete anche voi voglia di partire immediatamente?


 
 

Dreaming of a Bathroom

Pubblicato da blog ospite in Idee, Paz Garden

La ricerca della nostra tanto sognata Casetta Paz da comprare, purtroppo per ora, si è dovuta arrestare ma siccome nel frattempo, per almeno due case a cui eravamo interessati, avevo già preparato progetti quasi esecutivi di ristrutturazione (a volte avere la mente affollata di immagini Pinterest può aiutare eccome 😉 credetemi), ho avuto modo di portarmi avanti con una bella dose di lavoro.
Soprattutto ho potuto fare una selezione incredibile delle cose che la mia casa dei sogni D E V E imprescindibilmente avere stanza per stanza.

Oggi quindi vi mostro, presa direttamente dalla cartella dedicata ai nostri Interiors dreams, la Moodboard del progetto Bagno, dove troverete tutte le scelte stilistiche e cromatiche che il mio (spero non troppo lontano nel tempo) Bagno avrà. 
Prima fra tutte un’ atmosfera retrò ed accogliente, dove si possa percepire subito la possibilità di rallentare e dedicarsi qualche minuto di esclusiva attenzione. Vasca da bagno in cima alla lista per godersi un vero momento di relax (non potete immaginare come soffro il fatto di non averla avendo vissuto da sempre in case dove c’è sempre stata) e piastrelle cangianti come tocco decor per rendere funzionale la pulizia senza tralasciare l’estetica ;-).
Il tutto ovviamente arricchito da elementi in legno artigianale e piante ovunque per portare un po’ di Giardino anche in questo angolo di Casa.

Io sogno senza sosta il momento in cui potrò rinchiudermi indisturbata in un Bagno così, e voi invece cosa ne pensate? Vi piace questa piccola anteprima di progetto?

p.s. Se invece siete alla ricerca di altre ispirazioni tutte dedicate al Bagno perfetto c’è sempre la mia cartella pinterest che vi aspetta. Enjoy it!!!

Photo via TALA Lights

Photo links 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8.
Photo via SANTA CLARA 1728


Tags:

 
 

Re-styling di un Giardino d’Inverno

Pubblicato da blog ospite in Design, Paz Garden

Buon sabato Pazzerelli!!!
Lo so è strano che io sia qui a scrivere un Post durante il weekend ma questa settimana passata non è stata delle più positive e ho deciso che un bel post carico di bellezza era assolutamente la terapia migliore per farmi tornare il buonumore.

Oggi poi per me si prevede una giornata di duro lavoro fino alle 17.00 quindi… alleggerisco un po’ il tutto condividendo alcune immagini meravigliose di un re-styling da U R L O che ha visto collaborare insieme 2 donne talentuose e che sono nella mia Top list come fonte di Ispirazione perchè sono non solo blogger famosissime ma anche 2 affermate professioniste.
Sto parlando di Emily Hendersen (stylist di fama mondiale oltre che autrice e ospite di vari programmi TV) e Nicki Brantmark (vi dice niente il nome del blog THE SCANDINAVIAN HOME?), che insieme hanno creato una scenografia perfetta per ospitare un nuovo televisore Samsung chiama to The Frame che è ufficialmente la TV dei sogni per chi proprio non sopporta quel terribile schermo nero spento in casa.

Potevo non mostrarvi queste splendide immagini di un Giardino d’Inverno trasformato in location da sogno? Non è incredibile come possa una bella dose di immaginazione, stile e tanto lavoro dietro le quinte portare ad un risultato così stupefacente?

Io vi consiglio di cuirosare anche il post originale di Emily, dove troverete anche le Moodboards del progetto, il video fantastico del prima e del dopo e tante tantissime altre immagini favolose!

E adesso un abbraccio stretto e buon weekend di cuore!!!

All the photos are from KELLY MERCHANT.

Ma qanto è bella questa TV che si trasforma in quadro???

Tags:

 
 

WORLD 🌿 INTERIORS #21

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Paz Garden

Settimana di ripresa dopo la precedente che mi ha invece visto barricata in casa con entrambi i bimbi malati (che alla fine hanno contagiato anche me!!!)… giornate stressantissime che finalmente sono passate e hanno lasciato tanta voglia di tornare ai progetti rimasti in stand-by.
Volevo però dirvi, prima di lasciarvi sbirciare un nuovissimo Home tour :-), un grandissimo grazie per come state accogliendo la rubrica dedicata alle Interior stylist… ormai lo sapete, il vostro supporto e le vostre reazioni mi fanno davvero brillare il cuore e mi spinge ad impegnarmi ancor di più per regalarvi qualcosa di speciale, creato anche su misura delle vostre passioni o interessi!!!

Ma veniamo a questo Home tour di oggi. Appena ho visto la cucina di questo appartamento originario del 1923, che si sviluppa su due livelli, invaso dalla sua meravigliosa luce nordica, nel cuore della città svedese di Kungsladugård, in un quartiere brulicante di vita e negozi carinissimi, ho pensato fosse un appartamentino perfetto per farci un giro virtuale insieme a voi.

La palette colori scelta per gli arredi e i complementi è in linea con un Mood di ispirazione autunnale e, a tratti, vista la sobrietà del numero degli elementi presenti, minimalistica. 

Vogliamo parlare della splendida vista che si gode guardando fuori dalla finestra della cucina? 
Un cortile che ispira giochi, relax e voglia di fare giardinaggio insieme ai bimbi! 
L’idea del piano in legno massello contiguo alla cucina poi è un tocco davvero di gran gusto estetico, oltre che essere ovviamente un’idea estremamente pratica e funzionale per ricreare un elegante angolo colazione/bar, non trovate?

E poi quello scrittoio riesce immediatamente a far partire la mia immaginazione (non sapete la voglia che ho di avere una scrivania altrettanto bella nella mia futura camera da letto) parlandomi di tempo passato insieme ai propri segreti, alle lettere da rileggere che ognuno di noi conserva o agli infiniti appunti da scrivere su tutti i sogni ancora da realizzare.
Dite che sto immaginando un po’ troppo ;-)?

All the pics are via STADSHEM









Tags:

 
 

Heart of a Stylist ♥ Rosalie Noordam

Pubblicato da blog ospite in Design, Paz Garden
Che bello ritrovarvi qui insieme ad un altro episodio della bellissima rubrica dedicata alle Interior stylist… finalmente ho un’altra specialissima intervista da condividere per cercare di fare il pieno di consigli e trucchetti utili sia nel caso vogliate trasformare la vostra passione in lavoro, ma anche se preferite rimanere semplici appassionati, con qualche conoscenza in più, del mondo dello Styling!!!
Oggi voglio presentarvi Rosalie Noordam, lei ha 30 anni e vive in Olanda, ad Haarlem. Si occupa come freelance sia di Styling che di progettazione grafica (e quindi siamo proprio colleghe a tutti gli effetti yeah!!!), fondatrice anche di un bellissimo studio, specializzato in servizi fotografici, workshop e DIY, chiamato TOUT DOUX insieme alla sua amica Ans Withagen.
L’ho scoperta grazie al suo bellissimo account Instagram @rnoordam che ha subito suscitato in me la voglia di conoscerla meglio… e dopo averci parlato, sono ancora più convinta di aver fatto la cosa giusta!!!
Rosalie è infatti un vero vulcano di idee, creatività e tanto tanto Stile in linea con moltissime delle nostre passioni.
Pronti a prendere i soliti, utilissimi appunti?

Come sei diventata Interior Stylist?

Ho studiato progettazione pubblicitaria per 4 anni e dopo ho studiato Lifestyle & Design all’Accademia d’Arte. Durante i miei studi ho seguito molti stages e uno di loro era presso un’agenzia di styling. Ero già molto entusiasta del lavoro che avevo visto sul loro sito web.
Mentre lavoravo lì, abiamo realizzato diversi styling, come per il Food, l’interior design e la moda, sia commerciali che non commerciali. E’ stato un buon modo per scoprire cosa mi interessa di più. Quando ho terminato il mio tirocinio, conoscevo che lo styling di Interni era il tipo di lavoro che avrei voluto fare in futuro. E’ stata una buona scelta, perché ora, 7 anni dopo, sono ancora così entusiasta come allora. Fin dalla mia laurea ho iniziato la mia attività di styling con particolare attenzione alle produzioni d’interni e fai da te. Continuo anche con la progettazione grafica, che ho sempre amato. Combinare entrambe è l’estrema felicità.

Come descriveresti il ​​tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Vorrei descrivere il mio stile come vintage e industriale. Foto luminose con luce naturale, composizioni pulite con combinazioni di vecchi e nuovi oggetti / materiali. Visito molti vecchi mercati d’epoca e negozi di risparmio per trovare oggetti unici. Questo mi dà sempre l’ispirazione per una nuova produzione. L’aggiunta di alcuni elementi botanici nell’ambiente semplifica sempre le cose. La mia casa è ricca di vecchi oggetti d’epoca e ho anche molte piante☺
Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
La prima cosa che faccio sempre è creare una moodboard. (Oh Pinterest è così pieno di ispirazione da creare dipendenza!) È molto utile in un progetto per rimanere concentrati. Cerco immagini che si adattano allo stile, all’umore. Colori e materiale inclusi.
Di solito sono piena troppe idee e non riesco subito a sintetizzare. Le scrivo tutte e poi faccio una lista di massimo dieci idee.

Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?
-Non ricercare la simmetria, i numeri e gli elementi irregolari funzionano sempre meglio.
-Comporre gli elementi raccogliendoli per gruppo. Questo dà un’ impatto molto più forte di quando hai messo tutto sparso.
-Utilizzare materiali naturali e aggiungere alcuni verdi. Questo vi assicura che il vostro interno sarà vivo.
-Cercare per gli Interni oggetti speciali con una storia. Non ricercate lo standard, ce ne sono già troppi di Interni così. Siate unici!
Qual è la stanza di casa tua che preferisci?
Penso che la mia stanza preferita in casa sia il mio giardino. Vale come risposta?
Recentemente mi sono trasferita nella mia prima casa ed è la prima volta che ho un giardino.
Il modo migliore per staccare è quello di sedersi al sole con una tazza di caffè.
Il mio giardino non è ancora a prova di pubblicazione, ma ho già fatto la mia moodboard!
Lavori in corso!!!☺

Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?
Dato che le mie immagini sono registrate da un’agenzia internazionale, il mio lavoro viene pubblicato anche su riviste all’estero. Sarebbe stupendo se il mio lavoro venisse pubblicato una volta su Frankie Magazine. Uno dei miei preferiti!
Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?
Ecco alcuni siti dove vado spesso a curiosare.
http://bonneville.tumblr.com
http://trendland.com
http://witanddelight.tumblr.com
http://www.color-collective.com
http://hellofrankie.com

Tags:

 
 

Home is FLOW IN ITALIANO

Pubblicato da blog ospite in Design, Paz Garden

Bentrovati Pazzerelli… finalmente riesco a scrivere questo Post che ho scolpito nel cuore da quando insieme ad Anabella, e ad altre favolose amiche e colleghe creative, ormai più di un anno fa, abbiamo cominciato a pensare che fosse giunto il momento giusto per iniziare a C R E D E R E in un Sogno.
Leggere in italiano la nostra rivista del cuore F L O W MAGAZINE.
Ricordo di aver provato una gioia incredibile, di quelle che ti fanno elettrizzare il cuore, al solo pensiero di poter leggere senza tradurre più dall’inglese, dall’olandese etc. il mio magazine preferito, scoperto per caso alla stazione di Amsterdam.
Era il 2009 e, se ci penso adesso, quello che ho comprato quel giorno era solo il n° 7.
Uno dei loro primissimi numeri che però ha saputo subito catapultarmi in un mondo meraviglioso.
Rapita dalle illustrazioni, senza capire niente di tutte quelle parole in olandese, scoprire tutti i regalini racchiusi all’ interno da vera paper and craft addicted 😉 è stata un’ emozione indescrivibile ancora oggi ve lo giuro.
Poi ad ogni viaggio qualche numero in più nelle varie lingue. Poi gli acquisti online. Poi la voglia sempre più impellente di avere un’ edizione casalinga tutta per noi italiane.

E’ stato anche per tutti questi motivi che è nato il nostro progetto #flowmagazineday e #flowintaliano. Insieme ad Anabella e tutte le incredibili creative che so molti di voi conoscono già, abbiamo lanciato un sassolino nell’acqua, sperando di smuovere qualcosa anche qui in Italia.
Telefonate lunghissime, collaborazioni, idee e cassetti che si aprono, illustrazioni da condividere, viaggi e tantissimo altro è successo da allora grazie a voi che avete iniziato a crederci fidandovi di noi.
Oggi l’ illustrazione da condividere è frutto di un doppio lavoro, manuale (quello della mia amica Lucia che ha realizzato appositamente tanti timbri a tema autunnale) e digitale (ovviamente mio!!!)
Su Instagram, e ovunque volete sui Social che amate di più, l’ obiettivo è far sapere a quanti più contatti possibili che esiste un Magazine speciale, che farebbe veramente la differenza nel mondo dell’ Editoria italiana.

Flow Magazine non è solo un giornale bello e ricco di idee, spunti creativi e contenuti di altissimo livello, ma anche…

… riappropriarsi di quella parte profonda di noi stesse che molto spesso lasciamo da parte, bloccate nella routine delle nostre vite sempre di corsa.
… festeggiare quello che si è davvero, sapendo di non essere sole a provare certi sentimenti ed emozioni, libere da ogni geografia che ci ha fatto credere di essere nate nel posto sbagliato.
… posters di illustratori da appendere, quaderni, tags, carte regalo, set per snail mail, ghirlande, materiale creativo da far venir voglia di non usarlo per quanto è bello (mi capite vero???).
… leggere le interviste a gente ispirata che vive in tutto il Mondo ma che senti subito vicino a te, perchè in ognuno di loro ritrovi un pezzo di te e delle tue passioni.

Flow è Colore, Passione, Ispirazione. Un mondo fatto di Carta e Persone speciali. 
Persone creative e romantiche che amano le piccole cose belle che ognuno di noi, quasi sempre, ha la fortuna di possedere già e lo dimostrano raccontandole mettendo a frutto ognuno, in modo diverso ed unico, i propri talenti.
Amo davvero con tutto il cuore Flow perchè in ogni sua singola pagina e anche in ognuno di quegli sguardi leggo quello che brilla in tutte le persone ispirate da qualcosa di più grande, di più ambizioso, di più appassionato.
Leggo lo sforzo che ci vuole ad essere diversi, ad accettare le cose imperfette della Vita riuscendo a guardarle con una tale forza e consapevolezza da riuscire a coglierne solo il Bello, trasformandolo in opere d’arte o meravigliose esistenze fatte di creatività e condivisione di valori davvero importanti.
Leggo la determinazione di non arrendersi alle prime difficoltà, l’ umiltà con la quale si condivide ogni traguardo o successo, e la speranza che se non è facile almeno è possibile.

E’ un gruppo incredibile di Menti e Mani che creano e condividono, ricercando una bellezza autentica ed imperfetta, ritrovandosi tra le sue pagine anche per sentirsi a Casa.

Perché Casa, lo sappiamo ormai, non è un posto fatto di Cose, ma un Luogo del Cuore dove ritrovare chi siamo sempre stati e quello che vorremmo diventare, sentendoci sempre accolti, sempre capiti.

Sentirsi a Casa è sentire il cuore battere forte per l’Emozione, quella che non potremo comprare mai, di essere radicati nel posto giusto che è stato scelto per noi.

Credere vuol dire essere talmente convinti di qualcosa da ritenere che qualcosa E S I S T E e che fino alla fine quella cosa accadrà, si manifesterà, succederà per davvero.
Noi dobbiamo, solo, avere la Forza e la Pazienza di aspettare.
Ma siamo tantissime ormai ed ogni volta che condividete un pezzo del nostro Sogno, lui diventa più grande, reale e possibile.

Io credo che ci riusciremo, unite insieme siamo una Forza incredibile e possiamo davvero arrivare molto, molto lontano.

Grazie sempre per essere qui.

P.S. QUI invece trovate il video della diretta che Anabella ha girato dalla Redazione di Flow dove è importante che inseriate almeno un commento per dimostrare che siete tantissimi a desiderare l’edizione italiana e a convincere la casa editrice che anche qui in Italia i numeri per partire con il progetto ci sono!!!

Tags:

 
 

ILLUSTRATOR MONDAY ☆ Maki di ABSTRACT TALES

Pubblicato da blog ospite in Design, Paz Garden

Buon Lunedì pazzerelli, ho appena finito la mia pausa pranzo e sono prontissima a cominciare una nuova settimana insieme a voi scoprendo un’altra talentuosa e delicata illustratrice di cui mi sono innamorata tempo fa, di origine giapponese, autrice della bellissima illustrazione che ho condiviso qualche tempo fa qui su Instagram.
Lei si chiama Maki Hasegawa in arte ABSTRACT TALES, e vive a Milano dal 1999.
Ho da subito perso la testa (si può dire vero?) per le sue illustrazioni dal tratto naïf e poetico che mi hanno subito fatto venir voglia di fare qualcosa insieme a lei.
I suoi colori sono acquerellati e gentili, proprio come lei, e riescono appena li guardi a regalarti quel qualcosa in più che si nasconde nei nostri gesti quotidiani, quelle piccole cose che ci circondano nella vita di tutti i giorni e da cui Maki si lascia ispirare per le sue opere.
In più è un’appassionata illustratrice di set creati per gli amanti delle Snail mail, e vi assicuro, dopo averli acquistati sul suo SHOP (visto l’alto numero di amiche di penna che ho), che sono  S T U P E N D I!!!
Quindi… se son riuscita a farvi innamorare della sua bravura e del suo stile ecco che vi piacerà tantissimo scoprire anche qualche altra curiosità sulla sua arte che trovate nell’intervista qui sotto.
P.s. un grazie di cuore davvero per tutto alla meravigliosa Maki perchè è stato bellissimo lavorare insieme 😉


1. Quando ti sei avvicinata al mondo dell’illustrazione?
Quando ero molto piccola, perche’ a casa disegnavo sempre. Mi ricordo che quando disegnavo da piccolissima, mi ispiravo molto spesso dai libri illustrati che avevamo in casa oppure quelli che ho visto (letto) all’asilo, e dalle cose che ho visto in giro quando giocavo con gli altri bambini di vicino. Al primo anno di scuola elementare ho fatto un piccolo libro illustrato con l’aiuto della mia madre
sui giorni di campeggio estivo.

2. Cosa ami di più del tuo lavoro? 

Non e’ da molto tempo che ho iniziatio a fare l’illustratrice, ma sono molto felice di aver iniziato. Per iniziare, oltre che dipingere le illustrazioni ho fatto una serie di set di carte da lettera utilizzando i miei dipinti e con questi prodotti ho creato il negozio Etsy “Abstractales”. Le carte da lettere sono ancora usate molto in Giappone, Nord America e Nord Europa, anche in Australia e Nuova Zelanda e anche io scrivo dei biglietti e lettere ogni tanto… Ho ricevuto dei messaggi molto positivi e racconti dell’esperienze di averle usato dagli acquirenti di Etsy allora ho capito che i messaggi scritti a mano portano veramente le emozioni delle persone. 
Quando ho visto gli occhi delle persone che si illuminano vedendo i miei dipinti o prodotti o libro illustrato ai mercatini, ho sentito una bella sensazione di onore e soddisfazione.
Quando le cose che ho creato io rendono le persone felici, e quando posso comunicare con le persone, sono molto contenta. Perche’ ogni persona e’ differente, diversa, e se riesco a creare un filo di comunicazione con una energia positiva, sento che il lavoro che faccio è relativa all’arte.


3. Quali sono le tre parole che meglio descrivono i tuoi lavori?
Trasparenza, Dettagli, Storie.


4. Puoi descriverci la tua giornata tipo?
Faccio diverse cose: le mie attività sono progetti personali, il negozio Etsy, e attualmente un progetto di libro illustrato insieme alla Galleria d’arte San Francesco (Dieci notti di sogni), poi se c’è, il lavoro commissionato. 

Il lunedì e il venerdì, al primo mattino vado all’ufficio postale in centro per spedire gli ordini online . Per il resto dei giorni, dopo che ho controllato se ci sono e-mail e messaggi, lavoro! 
Cerco di uscire da casa almeno una volta al giorno, approfittando il giorno che devo ritirare qualcosa stampata dalla tipografia, oppure semplicemente per fare una camminata al parco vicino a casa. 

5. Come hai sistemato la tua zona di lavoro?

Ho una stanza piccola, ma pensata per lavorare in casa. La stanza è piena di cose: tanti scaffali (per prodotti e materiali di spedizione per Etsy, carte, blocchi, CD ,stereo, etc) 2 scrivanie (tavolo per lavorare, tavolo per computer). 

Ho posizionato il mio tavolo da lavoro davanti alla finestra, cosi ricevo la luce del sole. Devo ancora sistemare tante cose, ma mi piace uno spazio piccolo e per me è già comodo. 

6. Pensi che un illustratore abbia bisogno di uno stile personale? e quali sono i tuoi suggerimenti per svilupparne uno?
Penso che un’illustratore ottiene un suo stile lavorando, e ammirando i maestri. 

I maestri possono essere qualsiasi cosa che può dare ispirazione e idea sulla bellezza o un segreto per realizzarla. Possono essere i quadri antichi o contemporanei, decorazioni di architetture, gioielli, oggetti di vita quotidiana, paesaggi, frammenti di natura, animali, libri, e pittori e illustratori storici o attuali….penso che ammirandoli, cerchiamo di trovare un segreto per visualizzare l’idea di bellezza di ognuno. 



Tags:

 
 

Design & Trend – SHAKER STYLE is back

Pubblicato da blog ospite in Decor, Paz Garden

Con il Post di oggi ritorno a scrivere ufficialmente per il Blog ed io sono, come sempre, molto carica ed emozionata perchè vuol dire ritornare a collezionare link, idee ed ispirazioni da condividere e discutere insieme a voi.
Ho sempre pensato che tutto quello che colpisce il nostro sguardo, che arriva diretto nella parte più profonda di noi senza che quasi riusciamo a spiegarne il perchè (e che ci fa gridare subito al colpo di fulmine) abbia una relazione molto stretta con le nostre passioni più intime e con una parte potenziale di noi che magari, anche in un oggetto, ha colto e anticipato una possibilità di cambiamento.

Tutta questa premessa per dirvi che da ormai svariati mesi mi ero messa alla ricerca per il mio ingresso, di alcuni appendiabiti, in inglese chiamati Peg rail, che avevo visto anni fa in una casa a Copenaghen.
Il design incredibilmente semplice e il suo fascino parecchio vintage da “casa della nonna” (che tanto mi piace ritrovare soprattutto nelle case dallo stile contemporaneo) mi avevano fatto capire che ne avrei voluti almeno un paio in giro per la mia Casetta… ed ecco che mi sono ritrovata a cercare (come faccio sempre) l’oggetto più bello al prezzo migliore.
Quello che è successo alla fine però è che oltre ad aver comprato un complemento d’arredo, ho scoperto una Storia molto più interessante che oggi vi racconto.
Tra queste immagini di Styling bellissime la cosa che comune a tutte è sempre un appendiabiti in stile SHAKER.

Photo via MUR LIFESTYLE

Uno stile che deve il suo nome ad un gruppo di religiosi chiamati Shaking Quaquers ovvero i “quaccheri che si agitano” per via delle loro cerimonie religiose a suon di balli e danze, migrati dalla Gran Bretagna in America nel 1774  e che oggi sono stati ribattezzati dagli esperti di design come “i primi minimalisti”.
Alla base del loro credo religioso vi era l’importanza assunta dal Lavoro manuale come valore assoluto per riportare, anche in un semplice gesto quotidiano, la bellezza, la pulizia e l’ordine tipici del Paradiso.
Sono stati infatti proprio loro ad ipotizzare per primi questo profondo legame tra bellezza ed utilità, anticipando di secoli le teorie della relazione tra forma e funzione a cui moltissimi nomi del Design scandinavo si sono ispirati.
Sono stati sempre loro gli inventori della Peg rail (questa meravigliosa barra dove poter appendere di tutto, sedie comprese), delle mollette da bucato in legno, della scopa piatta, delle famose sedie o panche a pioli. Essi credevano che Dio risiedesse nei dettagli del loro artigianato ed è proprio per questa loro convinzione che la Cura e la Qualità di ciò che hanno creato ha raggiunto livelli di precisione artigianale ineguagliabile.
Sempre loro prediligevano essenze di legno chiaro, come il faggio o il rovere dedicandosi alla costruzione di arredi versatili in grado di ritornare utili in diversi contesti.

Photo credits
1- Hook rail by IMPRINT HOUSE

2-Stylish Peg rail by @dearestdaughters 
3- Hook rail by IMPRINT HOUSE
4- Bathroom Peg rail by HOUSE AND GARDEN
5- Stylish Peg rail by @burtsbrisplease
6-Kitchen Peg rail SKONA HEM
Photo credits 12
Molti americani crebbero con il moderno stile scandinavo, ammirandone la pulizia delle linee e la notevole funzionalità, ignorando completamente che diversi pezzi importanti di tali arredi erano stati ispirati dalle comunità Shakers delle loro stesse terre.” 
(dalla tesi “Design come mass-medium” di Sara Barbieri)
La famosa CHAIR J39 design by Børge Mogensen
La ROCKING CHAIR J16 design by Hans j. Wegner 

Personalmente sono rimasta incantata nel capire come ogni singolo arredo, o complemento dal design nordico che ho nella mia lunghissima Wishlist, abbia trovato la sua origine ed ispirazione proprio nel lavoro di questi credenti ribelli che predicavano pace, amore e dedizione al lavoro cercando di attribuire ad ogni loro creazione una grazia spirituale che potesse oltrepassare il Tempo.
La galleria Mjölk ha persino dedicato loro una mostra meravigliosa chiamando anche designers internazionali a reinterpretare nuovi complementi seguendo lo stile Shaker.

Insomma una vera rivalutazione per questo piccolo movimento religioso e una conferma importante per me che sono sempre a caccia di cosa c’è dietro ;-).
Ci sono relazioni profonde che ci fanno avvicinare a nuove persone, conoscere o ritornare alle cose che siamo e ai valori in cui crediamo. Siamo tutti in qualche modo legati da fili invisibili che, anche dopo secoli, non si spezzano ma si intrecciano con ancora più forza.
Noi a volte vediamo solo il “di sotto” del ricamo. Ma l’intreccio vorticoso e senza senso dei fili colorati, quando si gira il cerchietto, rivela sorprendenti armonie capaci di lasciarci senza parole.
La meraviglia di quello che io amo del Design è anche e soprattutto questo vortice di conseguenze sulla collettività che dipende dal cuore di chi progetta e crea.
Spero questa Storia vi abbia appassionato e permesso di conoscere il “dietro le quinte” delle passioni che ci legano!!!

P.S. Altri link utilissimi ad approfondire la storia di questi incredibili designers e religiosi li trovate
qui sotto 😉

La Storia degli Shakers e la loro influenza sul Design.

Lo stile Shaker. Un classico americano.

Anatomia dello stile Shaker.

Artigiani del Design moderno.


SalvaSalva

Tags:

 
 

Inspiration Books 🌿 WABI SABI WELCOME

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Manca ormai pochissimo alla partenza e le cose da fare sono tante, compreso salutare voi e augurarvi di trascorrere felicemente queste ultime giornate di Agosto prima della ripresa.

In valigia metterò pochissime cose (questa volta manterrò la promessa!!!) e porterò tutti i magazines bellissimi che mi sono comprata, insieme a 2/3 libri che voglio mi tengano compagnia facendo il carico di bellezza e ispirazione anche in vacanza.
Sicuramente porterò con me WABI SABI WELCOME, il delicato libro di Julie Pointer Adams, che come spiega la stessa autrice sul sito “vuole celebrare lo stare insieme, tra di noi e nelle nostre case,  così come siamo nel nostro essere perfettamente imperfetti.”

Il libro è un viaggio in varie nazioni (tra cui anche l’Italia) e in varie case, accoglienti nella loro semplicità e felici nella loro scelta di preferire l’autentico e il minimale al caotico accumulo che tende a vincere nelle nostre case occidentali.
Io l’ho sfogliato davvero al volo perchè avevo voglia di sperimentare un po’ con la macchina fotografica e per mostrarlo anche a voi, ma ho voglia anche di leggerlo con calma e farmi trasportare ancora meglio all’interno delle bellissime fotografie.

Sapete che per me Wabi Sabi non è solo un ideale estetico ma anche uno stile di vita che perseguo con convinzione perchè tante cose preziose ed importanti ho potuto apprendere dal mio avvicinarmi a questa capacità di ascoltare la Natura e lo Spazio intorno a me.
Se ve ne siete perso qualcuno, QUI trovate qui tutti i Post che ho scritto su questo tema a me tanto caro ;-).

Io ora vado, ci aspetta una festicciola di compleanno e poi ancora gli ultimi preparativi.
Spero di ritrovarvi sempre qui al mio rientro, io ho già pronti tanti nuovi ed interessanti articoli per voi 😉 !!!

Styling and Shooting by Enrica Farinelli


Tags:

 
 




Torna su