Paz Garden






 
 
 

Heart of a Stylist ♥ Ilaria Fatone

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Paz Garden

Giornata davvero molto speciale qui nel mio (ma ormai anche vostro) blog-giardino!!!
Avete notato la nostra nuova e anche verdissima veste grafica? E il logo-casetta-giardino d’inverno? Che dite vi piace?
Io ne sono entusiasta, davvero davvero tanto. Perchè conosco il dietro le quinte di tutto il lavoro richiesto per arrivare fino a qui, ma anche tutte le emozioni, i dubbi e le mille perplessità legate ai cambiamenti importanti che queste novità comportano. La fortuna è stata, durante tutto questo periodo, avere vicino una professionista davvero valida ed efficiente, positiva e perfezionista al punto giusto!!! Giada di Miel Café Design infatti è stata fondamentale, oltre che bravissima. Mi ha capita, sopportata (devo proprio ammetterlo) e ha saputo tirar fuori davvero il meglio di tutte le cose che ogni volta le chiedevo!!!

Per inaugurare al meglio il nostro nuovo re-branding e design niente di meglio quindi che ospitare qui tra noi un’altra professionista davvero molto in gamba, con un gusto incredibile e tante cose belle da raccontarci per aitarciSto parlando di Ilaria Fatone, blogger che seguo da moltissimo tempo (quando il suo blog si chiamava un, due,tre…ilaria) e che oggi è ospite della rubrica dedicata al mondo dello Styling d’interni.
Italianissima ma ormai residente in Francia, lavora come freelance e il suo Stile secondo me è davvero pazzesco perchè è un mix riuscitissimo tra minimalismo nordico, passione per la Natura e calore mediterraneo.
Che ne dite, vogliamo conoscerla meglio?

Come sei diventata Interior Stylist?

Per passione.
Sono una storica dell’arte che ha sempre lavorato nel settore del mercato dell’arte (case d’asta e gallerie d’arte). La decorazione d’interni è una passione che mi porto dentro da anni, ma diverse circostanze di vita mi hanno avvicinato a questo lavoro. L’inizio del blog per colmare la noia di un lavoro diventato troppo amministrativo, gli incredibili incontri di persone del settore e il nostro trasferimento nel sud della Francia (da Parigi). Formazioni, incontri e tanta, tantissima fiducia da parte dei primi clienti hanno permesso di dare una svolta alla mia vita professionale. Quando si dice che la vita comincia a 40 anni …
Come descriveresti il tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Uno stile semplice, essenziale, pratico, senza fronzoli e senza eccessi… lento. 
Da quando ci siamo trasferiti nel Sud, ho rallentato molto l’insieme della mia vita. Una necessità, la volontà di concentrarsi sull’essenziale, di eliminare il superfluo, di imparare a godersi la vita come viene… ne ho fatto uno dei pilastri della mia attività ed è stata una delle migliori decisioni degli ultimi anni!
Qualche tempo fa qualcuno mi ha detto che è un insieme di minimalismo scandinavo, poesia francese e un tocco di colorata vivacità italiana … l’ho preso alla lettera, e soprattutto come un complimento, e dall’ora mi rendo conto che questa descrizione è piuttosto azzeccata. 

Photo by jours & nuits

Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
Fare tante domande ai clienti 😉 … per capire qual è il loro stile, i loro gusti e cosa vogliono davvero. Li aiuto con delle immagini, con ispirazioni. Sono scambi essenziali per me, per cogliere quello che non dicono a parole, per capire dove si andrà e per darmi le basi di quello che sarà un progetto per me e un nuovo mondo per loro. 

Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?
Evitare gli eccessi e il superfluo. Privilegiare un paio di oggetti belli, di valore (anche solo sentimentale) piuttosto che un accumulo di tutto quello che si ha. L’occhio ha bisogno di spazio per ammirare le cose che ci circondano, ha bisogno di respirare.  E lo spazio lo si crea lasciando del vuoto intorno agli oggetti che amiamo. 
Un esercizio pratico è esporre tutto e, a poco a poco, togliere gli oggetti che disturbano, quelli che non c’entrano per colore, forma o stile, fino ad arrivare a una specie di perfetta armonia. Chiunque può farlo, basta lasciarsi il tempo per ascoltare quello che il nostro occhio vuole comunicarci. Alla fine la soddisfazione è immensa e il benessere palpabile … sostituisce una seduta di meditazione 😉

Qual è la stanza di casa tua che preferisci?
« la pièce de vie », come la chiamano in Francia … il soggiorno/sala da pranzo, una grande stanza  aperta e luminosa, è la stanza dove lavoro, dove mangiamo, dove passiamo il nostro tempo insieme in famiglia, dove ci rilassiamo, dove leggiamo. è direttamente comunicante con la terrazza e una vetrata permette allo sguardo di arrivare fino in cucina …
Photo by jours & nuits
Ilaria’s workspace 

Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?
Adoro ogni progetto di decorazione pura e semplice. perché c’è una volontà di creare un spazio esteticamente bello fin dall’inizio. Purtroppo  bisogna spesso passare dalla fase del rinnovo, perché è in quel momento che i clienti realizzano il bisogno di creare uno spazio coerente. Seguo cantieri e adoro le evoluzioni visive proprie di questa fase dei lavori, ma per me è più eccitante scegliere colori e motivi, piuttosto che ammirare macerie e polvere 😉

Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?
Adoro good moods … ogni articolo è un’immensa fonte di ispirazione. 
Adoro i siti come archiproducts perché permettono di trovare ogni genere di oggetto necessario alla decorazione d’interni.

Adoro i siti vintage come selency perché è una via di mezzo tra la brocante e l’antiquario e permette anche ai piccoli budget di permettersi pezzi di un’infinità originalità.

Cosa ne dite, non è stata preziosissima Ilaria raccontandoci il “dietro le quinte” del suo lavoro?

Tags:

 
 

Shopping Love – MLEKO LIVING

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Paz Garden

Primo Post di questo Aprile dolce e, insieme inaspettatatmente, denso di nuove emozionanti situazioni che aspettavo di vivere da tantissimo tempo.
Nuovi Styling, consulenze di decorazione e anche Shooting speciali insieme a professioniste bravissime… insomma sto facendo delle esperienze stupende che mi riportano sempre di più al centro del lavoro che sognavo di poter fare tantissimi anni fa.
Ora ci sono proprio dentro, a volte pensando di non esserne all’altezza lo ammetto, ma comunque pronta ad imparare come poter fare meglio, stressandomi meno e cercando di bilanciare tutto al meglio per assecondare anche i ritmi lenti che ho scelto di voler concedere a me e alla mia famiglia.

E a proposito di Less is More… vi presento oggi MLEKO LIVING un negozio online che però è anche uno studio di Design essenziale e leggero, fondato nel 2017 da Katarzyna Załuska e Michał Załuski a Cracovia, in Polonia.
Oggi 13 Aprile festeggiano il loro primo anno di attività e io sono molto felice per come hanno saputo dar vita ad un progetto che vuole ispirare una nuova estetica del quotidiano.
Minimale ma ricco di bellezza semplice, lo studio Mleko Living affonda le sue radici nell’architettura che è la materia principale di studio dei suoi fondatori. La sua attività principlae è quella di aggiungere alla funzionalità degli oggetti anche l’arte di ricercare nel quotidiano uno stile di vita più semplice e consapevole, lo stesso lifestyle insomma che può fare la differenza rendendoci sicuramente più liberi dal superfluo e dal troppo.
Mleko infatti significa Latte, volendo richiamare con il suo nome il senso di un elemento naturale e di uso quotidiano, quasi puro nella sua semplicità.
Le loro collezioni sono fatte di linee essenziali, quasi eteree e includono persino una piccola linea stationery davvero bellissima… io me ne sono perdutamente innamorata, si vede vero?

All the photos are a property of MLEKO LIVING

Comprare sempre meno e comprare meglio credo che sia il nuovo must del momento.
Io personalmente lo trovo giusto e condivisibile. Possiamo sempre scegliere che direzione etica dare ai nostri acquisti, ma soprattutto possiamo come acquirenti finali decidere quale pensiero o filosofia rendere vincente per gli anni che verranno.
Che ne dite, siete anche voi fan dello shopping consapevole?

Tags:

 
 

Design ☆ Style – Hartô

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Il post di oggi è per presentarvi uno studio di Designers che amo da moltissimo tempo, ma che nel corso degli ultimi anni ha davvero raggiunto, secondo me, livelli altissimi di qualità e design dei loro arredi e c omplementi, che sono sempre stati molto grafici e contemporanei (motivo per il quale me ne sono iinamorata da subito, ovvio!).

Loro sono un team di progettisti francesi insieme dal 2011, si chiamano Hartô e le loro linee di Design risultano inconfondibili, raccontando il loro Stile in maniera chiara e semplice, senza mai creare l’effetto del “ok bello, ma questo l’ho già visto da qualche altra parte”.

Un mix perfetto e ben riuscito tra passione per il Design scandinavo e l’immancabile tocco Rétro francese. Colori pastello ma non solo, una vera e propria ricerca che rende super contemporanea la loro Palette colori. In più tutti i loro arredi sono prodotti esclusivamente in Francia, o in Europa, a garanzia di una profonda attenzione verso la qualità e l’artigianato.
Inutile dire che, con queste premesse, ogni loro creazione mi fa venire tanta voglia di avere mooolto spazio intorno a me da riempire… fortunatamente ho un animo minimalista molto forte che sa tener testa allo shopping compulsivo!!!

Spero di avervi dato validi motivi per andare a curiosare il loro sito web, ma nel frattempo, ecco per voi una carellata dei complementi per cui qui a Paz Garden abbiamo decisamente gli occhi a cuore.
Che ne dite, non sono davvero meravigliosi?

All the images are property of Hartô 


 
 

Piccola guida di Garden Design – Cosa voglio dal mio Giardino?

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Voglio salutare questa ultima settimana d’inverno con una sorpresa (leggi anche nuova succosa rubrica per Design addicted) che spero ti piacerà.

Prima però urge una piccola premessa 😉
L’anno scorso mi ero regalata il corso “BLOGGING YOUR WAY” della mitica Holly Becker di DECOR8, un corso speciale che mi ha regalato un momento di emozione incredibile quando Holly mi ha inserita nella sua lezione dal titolo Students who have great blogs + Why insieme ad altri 4 studenti per spiegare a tutti gli altri i punti di forza dei Blog da lei nominati.
Inutile raccontarvi la gioia, l’eccitazione e la sorpresa nel vedere il mio lavoro di piccola blogger enfatizzato così calorosamente proprio da lei, la numero 1 delle Bloggers a tema Interni + Decorazione.

Tutto questo piccolo riassunto delle mie motivazioni è per dirvi che grazie ad un utilissimo punto di vista esterno, ho compreso ancora meglio in cosa per esperienza posso davvero esservi utile, quali sono i miei punti di forza e cosa questo Blog può darvi di diverso rispetto a tutti gli altri presenti nella blogosfera.

Quindi ecco una raccolta di Post nuova di zecca e ricca di consigli, una sorta di piccola guida divisa per capitoli che vuole regalarvi quello che ho imparato in questi anni passati a progettare (anche) con lo STUDIO PAZ  piccoli e grandi Giardini ricchi di Cuore e Colore.
Benvenuti quindi nel mondo del Garden Design in stile Paz ovviamente, siete pronti a prendere appunti ;-)?

Che cosa è il GARDEN DESIGN?
Parlare di Progettazione o Design di Giardini significa aver colto quanto sia sempre importante (io direi fondamentale) il ruolo del PROGETTARE  (dal latino: pro avanti jacere gettare, ovvero: Ciò che viene gettato davanti.) inteso come saper anticipare e trovare già soluzioni efficaci ad eventuali problematiche, o bisogni e persino cambiamenti di quello che è l’oggetto della nostra Progettazione.
Questo è quello che amo del mio lavoro, e che ancora mi appassiona tantissimo ogni qualvolta comincio un nuovo progetto in qualità di designer.

Photos 1. 2. 3. Landscape & Garden projects by STUDIO PAZ

Pertanto, che sia la nostra camera da letto o il Giardino dei nostri sogni, diventa davvero necessario progettare al meglio il nostro Spazio per riuscire a viverlo al meglio delle sue possibilità.
Sapendo in partenza che le esigenze cambieranno, si potranno pianificare le cose evitando in futuro un eventuale dispendio di energie, anche a livello economico, il che non guasta mai, vero?

La seconda domanda davvero importante è il titolo del Post di oggi e cioè…
Tu COSA VUOI davvero dal tuo Giardino?

Piccolo o grande che sia, il tuo Spazio esterno rappresenta il prolungamento naturale della tua Casa e della tua dimensione ideale a livello psicofisico, pertanto potresti chiederti se quello di cui hai realmente bisogno sia uno spazio dove rilassarti, più contemplativo dove poter ammirare piante e fiori, sperimentando il benessere del giardinaggio e dello sporcarsi le mani di terra, o magari sogni un luogo dedicato allo stare insieme, pronto in un attimo ad accogliere tutti i tuoi amici e il tuo bisogno di far festa?
Forse invece avete bisogno di un piccolo spazio in più dedicato solo ai bambini e ai loro giochi?
Sarà un luogo che vivrete intensamente o solo ogni tanto?
Definire quello che più vi farebbe star bene o meglio, renderà il lavoro di progettazione davvero molto più semplice e calibrato sulla piena soddisfazione dei vostri reali desideri, a medio e lungo termine, credimi!!!

Photo via HOME BEAUTIFUL
Project by ANGUS THOMPSON DESIGN
Project by ANGUS THOMPSON DESIGN
Photo via DOMINO
Project by GARDEN CLUB LONDON

Vi lascio con l’ultima riflessione per oggi 😉

Quale EMOZIONE vorresti provare?
Inutile dire che anche il più piccolo spazio esterno provoca una quantità incredibile di sensazioni a livello fisico, con ripercussioni immediate di benessere a livello psichico. Per questo è davvero importante riflettere su qual è l’emozione che più vorresti provare quando trascorrerai il tuo Tempo in Giardino.
Potresti desiderare essere circondato da colori e stimoli sensoriali più vibranti ed allegri o magari ricercare un senso di pace e tranquillità che ti porti via, anche solo per un attimo, dallo stress quotidiano.
Che sia un’oasi di relax o uno spazio frizzante ed energico quello che cerchi, tutte queste decisioni sono alla base delle linee guida che il tuo progetto dovrà rispecchiare ed assecondare, per assomigliare davvero a Te e a quello che sogni.

Spero davvero che questa Rubrica possa aiutarvi a tirar fuori il meglio delle vostre riflessioni, o anche solo darvi la spinta che ci vuole per cominciare a prendervi cura del vostro piccolo angolo di Paradiso, perchè quello è il vero significato della parola Giardino, siete d’accordo con me ;-)?

P.S. vi anticipo già che la settimana prossima parleremo anche di quale STILE vorreste dare al vostro Giardino e di quanta MANUTENZIONE (leggi anche soldi e tempo) potreste dedicargli. 

SalvaSalva


 
 

ILLUSTRATOR MONDAY ☆ NASTIA SLEPTSOVA

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Una nuova settimana comincia e, nonostate i miei ritardi un po’ su tutti i fronti, rieccomi felice insieme al primo post di questo Marzo pazzerello!!!
Per voi, e per la rubrica “Illustrator Monday”, oggi l’intervista è tutta per lei, l’illustratrice che ha creato le spillette a forma di Casetta più famose di Instagram… a proposito lo ammetto, ne ho una anche io, non ho potuto resistere ;-)))

Sto parlando di Nastia Sleptsova, che dall’ Ucraina disegna e illustra tavole bellissime, con uno stile desaturato e minimalista che mi ha colpito moltissimo.
Il suo negozietto Etsy è un concentrato di meraviglie da appendere, indossare o attaccare ovunque, grazie anche ai set illustrati di stickers imperdibile per le appassionate di cancelleria (e io ho preso anche quelli, ovviamente!!!).

Per tutte le altre curiosità sul suo lavoro di illustratrice a tempo pieno, ecco qui le sue risposte tutte per noi!!!
Buona bella settimana a tutti 🙂

1. Quando ti sei avvicinata al mondo dell’illustrazione?
La storia è piuttosto banale – semplicemente amo disegnare sin da quando ero piccola.
Di tutti i talenti possibili, tra cantare, ballare e suonare strumenti musicali, la cosa che mi veniva più naturale era disegnare – questo è qualcosa che non dovevo obbligarmi a fare, amavo farlo sin da quando frequentavo l’asilo. Ho studiato ad una scuola d’arte, e anche all’ Università mi sono iscritta ad una facoltà di Arte.
A quel tempo, ancora non capivo cosa volevo fare dopo la laurea, e non ci avevano insegnato direttamente ad illustrare. Così ho appena iniziato a disegnare ciò che mi piace, e gradualmente ho iniziato a produrre alcuni prodotti stampati con le mie illustrazioni. Già nel processo, mi sono reso conto che mi consideravo un’illustratrice indipendente insieme ai miei prodotti.

2. Cosa ami di più del tuo lavoro? 
Ora capisco che la cosa più piacevole per me è la capacità di impostare le priorità come illustratore: se accettare o meno un determinato ordine. Non devo accettare ogni proposta o richiesta – perché posso scegliere ciò che realmente è vicino alla mia anima e al mio programma attuale. Temo che non avrei una tale possibilità di scelta in alcuni lavori d’ufficio.

3. Quali sono le tre parole che meglio descrivono i tuoi lavori?
Silenzioso. Lento. Pacato.


4. Puoi descriverci la tua giornata tipo?

Naturalmente, tutto dipende dagli impegni del momento. Per esempio, posso svegliarmi, fare ginnastica, fare una doccia, fare colazione e, dal momento che lavoro a casa, cominciare a preparare pacchetti per il mio negozio Etsy. La sera porto una pila di scatole e buste all’ufficio postale e poi trascorro alcune ore lavorando al computer.
Potrebbe però esserci un altro scenario: al mattino risolvo tutti i compiti relativi al computer, poi mi siedo per disegnare un progetto o un’illustrazione, infine preparo i pacchetti Etsy di sera.
L’ordine dei compiti può variare a seconda del tipo di cose da fare che mi aspetta durante il giorno. Dopotutto, oltre al lavoro, devi ancora cucinare, pulire, prendere un momento per te ecc.).
Prima di andare a letto, di solito guardo un film o leggo un libro.

5. Come hai sistemato la tua zona di lavoro?
Attualmente, questa è una stanza separata nell’appartamento, dove si trova il mio tavolo da lavoro con un computer e un altro tavolo, dove mi occupo di tutte le questioni di lavorazione, preparazione, imballaggio di prodotti e ordini. Inoltre intorno ci sono scaffali, dove sono conservate le mie cartoline, poster, spille, materiali di imballaggio e tutto ciò di cui ho bisogno. Durante il giorno, posso passare da un tavolo all’altro, creando o illustrando o preparando gli ordini dal mio negozio. C’è anche una piccola libreria e un divano dove è possibile rilassarsi, accendere candele e incenso. Ma io sogno uno studio separato da qualche parte non a casa, ma in un ambiente bellissimo per fare passeggiate più stimolanti durante il giorno.


6. Pensi che un illustratore abbia bisogno di uno stile personale? e quali sono i tuoi consigli per svilupparne uno? 
Mi sembra che gli illustratori debbano esprimere il loro mondo interiore attraverso il loro stile, ed è per questo che personalizziamo e distinguiamo un autore da un altro. Quando ho iniziato a fare illustrazioni, non avevo alcuna esperienza, per non parlare dello stile. Ho solo disegnato ciò che mi piaceva, qualcosa che mi interessava. Inoltre ho assorbito molte informazioni visive, foto, film, illustrazioni, qualsiasi cosa. Ho ordinato ciò che mi piace, ho ascoltato ciò che mi influenza, quali colori e forme, quali motivi. Nel tempo, ho capito una cosa importantissima ai miei occhi: sono fatto di quello che mi piace. E le mie illustrazioni sono diventate parte di esso. Pertanto, consiglierei -ascolta te stesso e ciò che ti colpisce la tua anima, questo ti suggerirà come potrà svilupparsi il tuo stile. E nel tempo, praticando molto e disegnando per te stesso, vedrai il risultato.

All the photos are NASTIA SLEPTSOVA property.

English Version

– How did you get into illustration?
The story is quite banal – I just loved drawing since childhood.
Of all the possible talents, among singing, dancing and playing musical instruments, I was best able to draw – this is something that I did not have to force, I just loved to do it from the kindergarten. Then I studied at the Art School, then at the University at the Faculty of Arts.
At that time, I still did not really understand what I wanted to do after graduation, and we were not taught directly to illustrate. So I just started to draw what I like, and gradually started to produce some printed products with my illustrations. Already in the process, I realized that I see myself as an independent illustrator with my own products.

– What do you enjoy most about your job?

Now I understand that the most pleasant thing for me is the ability to set priorities as an illustrator: whether to agree for a certain order or not. I don’t have to accept every propose or request – because I can choose what really lies close to my soul and to my current schedule. I’m afraid I would not have such a choice in some office work.

– What are three words that describe your work?  

Quiet. Slow. Muted.

– Can you describe one of your typical day?  
Of course, everything depends on the current tasks. For example, I can wake up, do gymnastics, take a shower, have breakfast and, since I work at home, then here I begin to do packing for my shop Etsy. In the evening I carry a stack of boxes and envelopes to the post office, and then I spend a few hours doing computer work.
There may be another scenario: in the morning I solve all computer-communicative matters, then I sit down to draw a project or an illustration, then I am preparing the Etsy packages in the evening.
The order of tasks can vary depending on what kind of things-to-do waiting for me during the day. After all, in addition to work, you still need to cook, clean up, take a moment for yourself etc.). Before going to bed, I usually watch a movie or read a book.

– What is your working environment like?  
Currently, this is a separate room in the apartment, where is located my working table with a computer and another table, where I deal with all crafting matters, preparing, packing of products and orders. Also around there are shelves, where my postcards, posters, brooches, packing materials and everything I need are stored. During the day, I can move from one table to another, doing either illustrating, or preparing orders from my store. There is also a small bookcase and a sofa where you can relax, light candles and incense. But I dream about separate studio somewhere not at home, but in a beautiful surroundings to take much more inspiring walks through the day.

– Do you think an illustrator needs a style? and what are your tips on developing it?

It seems to me that illustrators should express their inner world through their style, and that’s why we personalize and distinguish one author from another. When I started to make illustrations, I did not have any experience, let alone style. I just drew what I liked, something that I was interested in. Also I absorbed a lot of visual information, photos, movies, illustrations, anything. I sorted what I like, listened to what affects me – what colors and shapes, what motives. Over time, I realized for myself: I am made of what I like. And my illustrations have become a part of it. Therefore, I would advise – to listen to yourself and what affects you for your soul, these motives will prompt how your style can be. And over time, practicing a lot and drawing for yourself – you will see the result.


 
 

Heart of a Stylist ♥ Agata Dimmich

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Paz Garden

Questa settimana è volata veloce e ancora non sono guarita del tutto, ma prevedo un weekend di coccole e relax, quindi la cosa mi incoraggia parecchio insieme alla nuova intervista che vi propongo oggi.
Per la nostra rubrica del cuore dedicata ai trucchi da Interior stylist, oggi infatti è ospite del Blog una Blogger/Stylist che seguo da tantissimo e che si è subito dimostrata entusiasta di essere qui a parlarci del suo lavoro sempre più creativo e di ispirazione per tutte noi!!!

Di origini polacche e dallo Stile inconfondibile, lascio che la bravissima Agata del Blog Passionshake (che ringrazio ancora per essere stata davvero generosa e professionale) ci parli un po’ meglio del suo mondo fatto di Styling elegantissimi, minimali e davvero molto ricercati.
Spero possiate trovare spunti e riflessioni utili come sempre, io nel frattempo torno a sbrigare le ultime consegne e poi… divanoooo!!!
Buon weekend di cuore Pazzereli.


Come sei diventata Interior Stylist?

Ciao Enrica, grazie per ospitarmi qui a Paz Garden.
Tutto è iniziato con la passione per gli interni, per lo styling e il restyling della mia casa e subito dopo cominciando a scrivere per il mio Blog Passionshake.com.
Poi la determinazione, insieme alla sperimentazione e alo sviluppo delle mie capacità nel corso degli anni, ha permesso alla mia passione di diventare anche il mio lavoro. Immagino di essere fortunata a dire che amo davvero quello che faccio – che si tratti di un’immagine splendidamente stilizzata o di un angolo interno, mi piace davvero farmi guidare dalla direzione estetica per ottenere i risultati desiderati.

Come descriveresti il ​​tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Descriverei la mia estetica stilistica come: luminosa, bianca e femminile. Mi piace usare tavolozze e trame di colori limitate quando creo storie visive, elementi semplici che aggiungono interesse alla foto. Penso che lo stile rifletta non solo le nostre personalità ma anche il nostro stile di vita, si evolve nel tempo proprio come facciamo noi e i momenti quotidiani influenzano le nostre decisioni di decorazione. La mia tendenza attuale potrebbe essere descritta come minimale e scandinava.

Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
Un moodboard! Mi piace visualizzare la mia idea di design fissando concetti, foto di ispirazioni, colori, materiali per vedere come si armonizzano e si completano a vicenda.


Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?
Uno spazio semplice ed equilibrato è sicuramente una cosa ricca di bellezza, ci piace guardarlo nelle pagine delle riviste, e spesso pensiamo che sarebbe difficile da realizzare in casa nostra. Credo che il segreto sia circondarci di oggetti che riteniamo significativi o belli.

Qual è la stanza di casa tua che preferisci?
La mia stanza da letto. Da quando abbiamo ridipinto la nostra parete in grigio antracite scuro è diventata la mia stanza preferita. Adoro l’effetto drammatico ma rilassante che crea il muro.

Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?
La maggior parte dei miei lavori di progettazione sono legati allo stile e alla fotografia: mi piace riuscire ad aggiungere qualcosa di speciale ad ogni progetto, trovare la soluzione giusta e creare un’esperienza in cui l’estetica e la funzione si uniscono.

Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?
Penso che molti di voi lo sappiano già, il mio posto di ispirazione numero uno è Pinterest, dove cerco immagini e scopro sempre cose interessanti.

All the photos are styled & shooted by AGATA DIMICH for PASSIONSHAKE

  ♥

How you came to be an stylist?

Hello Enrica, thank you for having me at Paz garden. It all started with passion for interiors, for styling and restyling my own home and then blogging about it on passionshake.com. Determination, experimenting, developing my skills over years, allowed my passion to become also my job. I guess I am lucky to say I really love what I do – whether it’s a beautifully styled image or interior corner, I truly enjoy aesthetical direction to deliver desired results.
How would you describe your style and what is really trend in your life?

I would describe my styling aesthetics as – bright, white and feminine. I like to use limited color palettes and textures when creating visual stories, simple elements which add interest to the photo. I think that the style reflects not only our personalities but lifestyle, it evolves with time just like we do and daily moments effect our decorating decisions. My current trend would be – minimal, scadinavian.
What is the first thing you do when you start a new design project?

A moodboard! I love to visualize my design idea by pinning concepts, inspiring photos, colors, materials to see how they look together and compliment each other.
What are your top tips for a perfect balance in decorating and remaining simple?

A simple, balanced space is definitely a thing of beauty, we like to see it in the pages of the magazines, thinking it would be hard to achieve in our own home. I believe the secret is in surrounding ourselves with the objects we find either meaningful or beautiful.


-Style items by putting them together in a group. This gives a much stronger statement than when you put everything here and there.
-Use natural materials and add some greens. This ensures that your interior will come to life.
-Look for special interior items with a story. Don’t go for the standard, there are more than enough interiors filled with that. Be unique! 

What is your  favourite room at your house?

My bedroom. Since we repainted our wall in dark charcoal grey it became my favourite room. I love the dramatic, yet calming effect the wall creates.
Do you have a favourite type of design project you like to be involved with?

Most of my design jobs are styling and photography related – I enjoy bringing something special to each project, finding the right solution and create experience where aethetics and function come together.
Do you want to share with us some of the web links or resources you find really inspiring for you?

I think most of you already know it, my number one inspiration place is Pinterest, that’s where I search for visuals and interesting finds.

Tags:

 
 

Sboccia la Primavera insieme a SOULGREEN

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Vi avevo già annunciato che quest’anno sarebero sbocciati nuovi progetti, vero?
Non potevo scegliere un termine più adatto, perchè oggi voglio parlarvi di un progetto bellissimo, una storia che ha le sue radici in una passione sincera e tantissimo amore per le Piante.

SOULGREEN è la prima realtà italiana che si occupa di promuovere lo sviluppo della cultura del verde, dell’ambiente e del giardino attraverso una comunicazione evoluta, integrata nel prodotto. 
Chi sceglie una pianta SoulGreen non è “solo” o solo un acquirente, ma un “consumatore appassionato e informato”, preparato ad accudirla al meglio per trarne la maggior soddisfazione della sua cura.”

Potevo non innamorarmi subito del progetto? Qui a Casetta grazie a questa collaborazione la Primavera è già felicemnete nell’ aria e sono felicissima di potervi dire che questo è solo il primo di una serie di Post grazie ai quali ogni mese scopriremo piante nuove ei loro possibili utilizzi, decorativi e non ;-)!!!

Io mi sono divertita a giocare con le mie piante preferite della prima Speciale Selezione di Febbraio, precisamente gli intramontabili Garofanini ( che mi hanno immediatamente riportato indietro a quando ero bambina!!!) e la Lewisia, una pianta succulenta molto resistente, dalla fioritura generosissima e super allegra, che ho scoperto proprio grazie a questa collaborazione e che ha subito arricchito di felicità la mia Casetta.

La rubrica del loro sito, dedicata alla SPECIALE SELEZIONE, è un ottimo modo per imparare a conoscere e occuparsi al meglio di tantissime altre meravigliose piante scelte selezionando ogni mese le varietà più belle, interessanti e di tendenza.
Io presto vi mostrerò anche come le usiamo nei progetti di Garden design dei nostri giardini, ma vi assicuro che già farsi un giro sul loro sito vi darà tantissime info utili e tante curiosità su tante delle piante che amate o che vi piacerebbe coltivare.

Che ne dite Pazzerelli, non vi è venuta voglia di fare un salto dal vostro amico Fioraio?

Post sritto in collaborazione con SOULGREEN.


 
 

HAPPY B-DAY BLOG + Laura Ascari’s Instagram Project

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Pronti a cantare la canzoncina di Buon compleanno a questo Blog che diventa sempre più grande?
Vero che sembra ieri ed invece siamo qui tutti insieme già da 5 anni?
Io mi emoziono e nel frattempo scrivo. Lunghe liste sui Post che voglio continuare a preparare, scrivere, condividere. I vostri nomi e le mail di risposta alle vostre richieste.
Scrivo di nuovo animata dalla Passione e da un nuovo senso di ritrovato benessere. Soprattutto emotivo e sentimentale. Non lascio più che a prevalere siano le Tendenze, quello che si deve pubblicare, quello che sicuramente piacerà. Son tornata alasciare che siano le mie Passioni a guidarmi anche qui. Tra immagini e parole, imersa in quello che voglio farvi arrivare senza troppi giri strani.

Il Blog si sta preparando, nel frattempo, per essere ancora più bello, grazie ad un lavoro di re-styling che finalmente non è più solo un desiderio ma un vero lavoro dietro le quinte, che presto scoprirete e spero amerete tantissimo, come sto già facendo io!!!

Questo Giardino si fa grande e mai come quest’anno, lo dico con tutti isorrisi del mondo, vedo intorno a me sbocciare progetti e amicizie sempre più speciali. Scoperte affettive che sono lontane solo geograficamente, ma che si rendono indispensabili a quello che in questo Giardino voglio seminare e curare, ogni giorno che passa.
Tutto quello che riguarda il nostro sentirci a Casa, perchè ogni Spazio, piccolo o grande che sia, diventa immenso se abitato da cuori luminosi e gentili. Tutto quello che ci permette di avere lo sguardo più leggero e il bisogno di dedicare Cura a quello che siamo.

Per festeggiare insieme a quanto di più bello potrei farvi scoprire oggi, vi lascio ammirare le dolci immagini della mia specialissima amica Laura Ascari, una fotografa dallo sguardo sensibile e straordinario, che ha creato un progetto su Instagram (a cui faccio tutta la pubblicità di questo mondo sappiatelo!!!) dal nome THIS IS WHAT I CALL HOME e che potete seguire da subito per respirare ogni giorno fresche immagini e suggestioni felici.
Ho scelto di festeggiare il compleanno di PAZ GARDEN insieme a Laura perchè entrambe vogliamo rendere indimenticabile lo spazio che abitiamo, cominciando a curare il nostro modo di guardare quello che tutti i giorni, ogni volta che vogliamo, è già intorno a noi ad aspettarci.
Un progetto che si accosta alla Lentezza cercando di cogliere quel preciso, piccolo gesto quotidiano che sa immediatamente riportare la serentià dentro di noi.

Questo è quello che trovate sul suo profilo e anche, sempre, qui a Paz Garden.
Natura, Design e Minimalismo romantico. Uno Slow living decantato usando immagini poetiche e semplici. Come lo sono le nostre vite reali. Lontane dai Social e sospese in mezzo ad attimi imprecisi e, quasi mai, quadrati.
Le vite che a volte guardiamo scivolare mentre dovremmo legarle al cuore, celebrandole per quello che sono. Uniche ed irripetibili come ognuno di noi. Facciamo festa sempre mi raccomando, non smettendo mai di ricordarcelo 😉 !!!

Grazie ancora e sempre per essere qui Pazzerelli miei!!!

All the photos are via THISISWHATICALLHOME IG profile

Tags:

 
 

Oh my Blog! – TANJA

Pubblicato da blog ospite in Paz Garden

Per la serie “Oh my Blog!” ho una scoperta a dir poco strepitosa da condividere con voi. Ho infatti appena passato tanto, tantissimo tempo navigando sul freschissimo blog di Tanja van Hoogdalem, una giovane Stylist e fotografa d’interni di 25 anni, che è stata nominata come una delle migliori bloggers emergenti e guarda un po’, diventerà anche collaboratrice a tempo pieno di VTWONEN.
I suoi primi Post a tema Diy sono davvero molto belli e curatissimi nei dettagli.
Sul suo profilo Intagram ha già raggiunto migliaia di followers, ma il suo blog personale rimane per me una risorsa ancora più utile, lo ammetto.

Non potevo non riconoscere in lei un talento incredibile e appassionato, viste le sue meravigliose foto e styling della casa incredibile dove abita insieme al suo cagnolino (uno Shiba Inu bellissimo anche lui)!!!
Io mi sono innamorata della palette colori che riempie di personalità la sua casa, i toni di blu e azzurrocreano davvero un effetto wooow di stile e delicatezza, senza risultare freddi o noiosi. E anche il suo stile rimane molto personale, nordico ma con quel tocco giovane che rende tutto più divertente secondo me!!!

Il suo BLOG ha davvero contenuti di altissima qualità e ogni Post io lo trovo assolutamente ricco di Ispirazione, voi che ne dite? Colpo di fulmine anche per voi?

All the images are shooted by TANJA VAN HOOGDALEM


 
 

Shopping Love – My Etsy Favs

Pubblicato da blog ospite in Idee, Paz Garden

Febbraio è arrivato veloce e anche se non è un mese che di solito mi mette il buonumore, visto che si tratta del mese forse più grigio e piovoso qui da noi in Puglia, questa volta ho deciso di cominciarlo con il buonumore.
Per questo mi sono catapultata tra i miei favoriti di Etsy e mi sono concessa qualche piccolo acquisto felice!!! Risparmio su moltissime cose ma mai sulla qualità e sulle emozioni che un oggetto può regalarmi. Per questo ecco qui la lista della spesa per il mio shopping a tema Home decor & Lifestyle per il prossimo periodo… e poi, va bene, lo ammetto, alcune cosine le ho già prese il mese scorso… ma volevo lo stesso mostrarvele anche qui!!!

Che ne pensate? Vi piacciono?
Mi suggerite qualche bel negozio a tema da dove acquistate di solito e a cui siete particolarmente affezionati?

Little house brooch by NASTIA SLEPTSOVA
Sponge holder BY Sawyer Ceramics
Bookbinding set : Japanese sewing by TEXTURES FACTORY
Aqua green bowl by 1220CeramicsStudio
Blue linen napkins by MAGIC LINEN
Organic cotton Handkerchief by Jenna Rose Handmade
Baby linen shirt by La Petite Alice
Hanging planter by Loop design Studio

Tags:

 
 




Torna su