Shabby Passion






 
 
 

Nude, Geometric Lamps

Pubblicato da blog ospite in Shabby Passion

creditsLampade geometriche, lampade nude con un che di industrial.Spopolano già da un po’, ma a me è servito del tempo per capirne la bellezza.Mi piacciono perché poco invasive eppure in grado di catturare lo sguardo con la loro leggerezza e un look decisamente minimal

perfette in ambienti ricchi di dettagli o, al contrario, minimali, come nelle case dal look nordico.Etsy è uno dei luoghi dove faccio i miei acquisti sempre più spesso, se cercate un artigiano che sappia fare qualcosa di particolare, state pur certe che lo troverete su questa piattaforma… così ho cercato produttori di geometric lamps… e ne ho scovati alcuni di incredibilmente braviDeadhedron, ad esempio ne costruisce di bellissime in ottone con prezzi assolutamente abbordabili

queste lampade possono essere ancor più belle se si utilizzano delle lampadine vintage, dai colori molto caldi, in caso, le potete trovare quiGreg e Mary di LightingAlchemy propongono lampade geometriche come quella riportata sotto, si tratta di un icosaedro geometrico in metallo

ma anche lampade nude in stile vittoriano, qui a forma di tulipano, che si possono richiedere in colori diversi e con cavi in materiali diversi, come qui sotto



oppure, ancoraCreative Cables, dall’Australia, da dove spediscono in tutto il mondo, non solo appassionati di illuminazione ma anche di cavi decorativi che forniscono in molti colori.Qui sotto la lampada “il Boscaiolo”, progettata per loro da Empiricalstyle. 


Le trovo davvero belle.che ne pensate? le avete già acquistate?ciao, alla prossima!


 
 

White, Bright… Scandinavian

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Shabby Passion

Oggi vi porto in Svezia e vi apro le porte di un bellissimo appartamento arredato in stile moderno, ma con un occhio ai particolari originali dell’epocacome il pavimento in legno dell’entrata, originariamente dipinto a mano con motivi geometrici

o la stufa in maiolica di cui si sono preservate le smerlature originali
mi piace il contrasto fra il colore naturale del legno e il bianco tutto intorno, 
cosa che sto imparando a fare anche qui a casa mia…

credits

Tags: ,

 
 

Home Office – allestire il proprio spazio-lavoro in casa

Pubblicato da blog ospite in Idee, Shabby Passion

creditsOrganizzare il proprio studio o spazio lavorativo in casa non è cosa di poco conto;  fondamentalmente deve rispondere alle nostre esigenze di praticità e funzionalità, ma deve essere anche un ambiente leggero e piacevole. Direi molto piacevole.Quindi, se lavorassi da casa, come dovrebbe essere il mio spazio di lavoro?Se ci penso vedrei uno spazio come questo

creditsMagari con un tavolo meno industrial, ma certamente ampio, in legno o vetro, sul quale organizzare pc, libri, colori e quel che serve. Un ambiente ordinato, con armadi e mensole a contenere prodotti, libri, materiale di vario genere.L’ideale sarebbe poter disporre di una vera e propria stanza da adibire ad ufficio/studio; [per come sono io, un angolo in cucina o in salotto non basterebbe, sarei costantemente distolta dalla vita che si svolge in queste stanze, la tv che va, i figli che scendono a prendersi uno snack... troppe distrazioni!].E Poi la luce, altra caratteristica fondamentale: questa stanza dev’essere piena di luce

creditsDovrebbe essere un ambiente confortevole e funzionaleUn ambiente che può cambiare velocemente a seconda delle esigenze del momento: un incontro con un cliente, una riunione di brainstorming coi collaboratori, una seduta fotografica, un workshop e via così…

Credits: Holly Marder/Avenue LifestyleOvviamente dovrebbe essere un ambiente ricco di stimoli visivi, di cose belle su cui poggiare gli occhi e farsi ispirare, 

credits

credits

Credits: Holly Marder/Avenue LifestyleL’home office che vorrei dovrebbe dunque avere queste caratteristiche di base: essere multifunzionale, flessibile e fonte d’ispirazione.
E voi come avete organizzato il vostro home-office?Mi piacerebbe leggere le vostre storie!

Tags:

 
 

#DenimDrift {ColourFutures 2017}

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, Shabby Passion

Se ne parla già da qualche giorno, eccolo dunque il colore dell’anno 2017, secondo gli esperti della AkzoNobel

Denim Drift,  un’unica tonalità a rappresentare il tempo in cui viviamo.Un pool di esperti fra architetti, interior designers e trend watchers hanno lavorato assieme nel tentativo di definire le tonalità e gli stili che meglio rappresenteranno le nostre vite nel 2017.Il risultato di questa ampia ricerca interesserà tutto il mondo dell’interior design.

credits
Il Global Aesthetics Center della AkzoNobel che ha condotto la ricerca, ritiene che il colore giochi un ruolo fondamentale nella quotidianità di ciascuno di noi; tonalità e colore hanno il potere di influenzare il nostro umore (verissimo), sia che si tratti di ambienti casalinghi, di lavoro o di piacere.
A me piace davvero molto, lo trovo un colore stupendo che  ho avuto modo di ammirare più volte in varie riviste di design,  Mi sa che ho deciso… Credo proprio che alcune pareti del mio salone saranno in Denim Drift!

credits

Tags: ,

 
 

Nuovi angoli di casa {Settembre}

Pubblicato da blog ospite in Idee, Shabby Passion

Oggi vi faccio vedere un piccolo angolino di casa e più precisamente, un angolo della mia camera da letto.Durante le vacanze estive, che ho trascorso per lo più a casa, ho recuperato alcuni mobili, come il tavolino di cui potete leggere QUI Oggi invece vi mostro  un vecchio baule,apparteneva alla nonna di mia madre, la nonna Maddalena..quindi ha più di cento anni, porello..

 L’ho pulito, sverniciato, trattato contro i tarli…ho dovuto togliergli le “zampe” che lo rendevano un po’ più alto, ma che erano completamente tarlate.Ora sono nel dubbio se farle rifare tali e quali o se mantenerlo così.

Anche così non mi dispiace affatto.E ho il dubbio che il nuovo legno, per quanto invecchiato, non avrà mai lo stesso charme di questo che vecchio lo è davvero!

Così il vecchio baule è ora un comodino splendido, ben più ampio di un un normale comodino e con la possibilità di metterci all’interno libri, scatole… quel che serve insomma.

e sarà perfetto per tanti piccoli set fotografici che ho in mente di fare
Vi presento invece un altro oggetto che ha da pochissimo fatto la sua entrata qui da me
la vedete in primo piano ripresa dall’alto:  una vecchia bottiglia
Viene dalla Francia, 
ma so di più, perché si sono conservate benissimo le etichiette che ha sul retro:
apparteneva alla farmacia “A. Morel”, la “Pharmacie Anglaise” di Rue d’Italie a Vevey!
Conteneva una tintura che leggo “Eau de vie Allemande”…i cui resti sono ancora visibili sul fondo!
Non è bellissima?? Che fascino questi oggetti..

credits: all pics are mineAlla prossima e buon inizio settimana!

Tags: , ,

 
 

Una domenica al grande mercato di Piazzola sul Brenta

Pubblicato da blog ospite in Idee, Shabby Passion
L’ultima domenica del mese c’è il tradizionale grande mercatino delle pulci, antiquariato, modernariato e bric à brac di Piazzola sul Brenta.
Uno dei più grandi in Italia, con tantissimi espositori e tante tantissime cose da vedere.
Adoro venirci; 
non lo faccio regolarmente, 
ma la scorsa domenica ero sola e mi son goduta una passeggiata fra i banchi che ho guardato con calma, visto che non era super affollato e si potevano fare due chiacchiere con le persone.

io adoro gli specchi, 
questi di metà Ottocento, in perfette condizioni, li ho trovati stupendi…

per le amanti dei vecchi linoni e dell iuta…
solo l’imbarazzo della scelta

questo tavolone
2.10 x1.10
metà Ottocento…un affare per il prezzo che aveva e ci sto seriamente pensando…
potrebbe essere il nuovo tavolo dell’ufficio!!
e poi un banco che aveva vasi e bottiglie di ogni forma e prezzo…

Uno di questi due sgabelli è tornato a casa con me…
ve  lo mostrerò presto assieme a un altro oggetto che ho acquistato
e infine loro
qui ho avuto un serio mancamento
Daniele, il proprietario di Vintage Forniture
era arrivato direttamente dalla Francia con un carico di Tolix Vintage
pazzesche…e lampade industrial favolose… ma che ve lo dico a fare!
eccole

Vi lascio con un appuntamento davvero carino per il prossimo weekend, se sarete dalle parti di Padovanon mancate alFuture Vintage Festival che si terrà dal 9 all’ 11 di settembre presso il Centro Culturale San Gaetanodi via Altinate a Padova appunto io ho già acquistato i miei biglietti!Chi viene???ciaoo

Tags:

 
 

Wish List di fine estate, 10 cose che vorrei [End of Summer wish list]

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, Shabby Passion

Vorrei comprare giornate come queste, ne vorrei comprare 365!Le posso comprare a chilo? a ore? Beh, allora ne vorrei comprare 360, 5 di pioggia possono essere sempre utili,  per il resto le vorrei così, con un cielo blu che più terso non si può, calde, col verde dei prati davvero verde, coi fiori che ovunque si girino ricevono baci dl sole e gli insetti a godersi ogni filo d’erba…
Vabbé..tornando semi-serie,ho fatto una mini lista di cose che tengo sott’occhio da qualche tempo e che presto o tardi vorrei acquistare; alcune per la casa, altre solo per me, qualche prodotto di bellezza, degli accessori, ma eccola dunque: 

Facial Cream e Scrub per il viso di Marie-Stella-Maris
azienda olandese di cosmetica con una particolarità: non solo i loro prodotti sono senza parabeni e sono fatti con prodotti selezionati e naturali, ma la mission dell’azienda è anche quella di distribuire quanta più acqua minerale possibile, che viene raccolta dalla vicina fonte di Hoensbroek e St. Nikolaus nella regione del Reno. Il progetto prevede che per ogni prodotto venduto, un certo importo venga devoluto a favore di progetti per la raccolta e distribuzione di acqua potabile nel mondo. 
Mi piace. Molto.

Poi vi dirò se i prodotti sono stati all’altezza delle mie aspettative.
Volando negli Stati Uniti, grazie a Flow Magazine, ho scoperto SeptemberWren…lei mi ha rapito il cuore con le sue foto stupende. Contattata è sata carinissima e io riempirei la mia casa delle sue splendide immagini piene di colore e vita

Posso farmi mancare quest’oggetto oramai di culto?Il bollitore dal design vintage anni’50 di SMEG…sbavo per la forma e ancor più per il colore, si sa, il mio…

da SUKHA – Amesterdaminvece comprerei volentieri dei cuscini dal look soffice e nordico, come vuole lo stile di Sukhafra i tanti io ho scelto il modello Kulto Cushion, tessuto a mano.

questa Lampada Argentata da scrivania, un vero e proprio faro vintage, l’ho scovato invece da PIB Home

sul mio baule-comodino ci starebbe proprio bene. 
ancora una frivolezza con questa clutch di REDRUBYROSE

ce ne sono un milione di bellissime, con fiori, foglie, piccoli paesaggi, quasi tutte in seta e lavorate a mano.
e un top, bello bello…trovato da MAGALI PASCAL

e io che amo le piccole ceramiche e terrecotte potevo non soffermarmi su questi orecchini stupendi di MUD & YARN??

Infine degli esagoni-libreria. Sono molto di moda e hanno spopolato in tutti i colori possibili, io li ho trovati in legno con l’interno aqua/mint.. sempre quel colore, che volete farci… ma qui ve li mostro neutridi OLLIE and PENNY

credits: tutte le foto di questo post appartengono ai vari siti citati nel testo.
Ecco conclusa la mia lista dei desideri di fine estate.Ma lo sapete bene che ho tralasciato un sacco di cose, dai libri che ho in mente a tante nuove cose per la casa.. sarà per la prossima volta.
ciao

Tags: , ,

 
 

ll tavolino ritrovato | The old rediscovered Table

Pubblicato da blog ospite in Idee, Shabby Passion

Un paio di anni fa, m’era presa la mania del bianco.Dopo una breve ricerca su quali prodotti utilizzare, la scelta era caduta sulle bellissime Chalk Paints di Annie Sloan e così, in men che non si dica, il vecchio tavolino, con intarsi in legno di rosa, era diventato un all white table, dall’aspetto molto nordico!

Poi, come spesso accade, si cambia opinione, l’all white diventa noioso, dentro ai nuovi ambienti ci stà e non ci stà.. insomma ripensavo a quegli intarsi… al fatto che ora amo molto gli ambienti nordici, ma con un tocco d’umanità, con tocchi di colore della vita… e così…

tra sverniciatore (che consiglio vivamente) -il mio l’ho acquistato da Brico, ne troverete di tutti i tipi e prezzi – carte vetrate di grammature diverse, pennelli e prodotti di finitura vari, ho riportato il tavolino alla sua essenza..e che soddisfazione!

ora mancano i pomelli, li vorrei trovare in vetro, possibilmente vecchi, anni ’40.se avete qualche suggerimento da darmi, mi farete felice.
Alla prossima

Tags: ,

 
 

Amsterdam: un appartamento d’inizi ’900, fra storia e modernità

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Shabby Passion

L’appartamento che vi presento oggi, mi è piaciuto per la modernità degli arredi e i tanti accenti vintage che donano eleganza e carattere. 
I proprietari, Quirine e Roland erano alla ricerca di una casa piena di luce e dagli spazi importanti; l’hanno trovata in centro ad Amsterdam, in un appartamento su tre piani che hanno ristrutturato, portando dentro tanti ricordi di famiglia e dei loro viaggi. 

credits: vtwonen

Tags: ,

 
 

{Col naso all’insù} Roma – Via Margutta

Pubblicato da blog ospite in Design, Shabby Passion

Qualche Tempo fa, in un giro a Roma in solitaria, mi sono goduta una passeggiata in città, senza ben sapere dove stessi andando,-la cosa più bella che mi possa capitare- certo, sapevo di percorrere alcune delle vie più belle del centro di Roma, ma Via Margutta mi ha colta impreparata,… non ricordo come ci sono arrivata, so solo che a un certo punto ho messo gli occhi all’interno di un giardino…e che giardino

una corte interna stupenda, ho pensato subito potesse essere sede di qualche studio di architetti, o casa di un  pittore, di una scuola di danza o di qualche altra forma d’arte…mi sbagliavo di poco

Allora mi sono documentata e ho scoperto che Via Margutta a Roma è famosa per essere stata frequentata da alcuni fra i più grandi protagonisti della storia dell’arte del Novecento, da Picasso a Gentilini, da Severini a Guttuso. Nell’Ottocento, negli spazi dell’Associazione Artistica Internazionale, avevano luogo gli eventi più mondani, alla presenza di poeti e scrittori, da Wagner a Puccini, da Emile Zola a Gabriele Dannunzio e molti, molti altri.
Negli anni Cinquanta, Via Margutta è stata resa celebre dal film “Vacanze Romane”, e Audrey Epburn fu ospitata proprio in uno di questi palazzi.
Via Margutta è uno spettacolo per chi cerca gallerie d’arte, e laboratori di antichi mestieri, come questo, forse uno dei più antichi, il Marmoraro

credits: foto 1 e ultime due tutte le altre foto sono mie
Via Margutta,è a due passi da Trinità dei Monti;  in origine viottolo sul retro dei palazzi di via del Babuino,è da secoli un angolo bohemien internazionale che non potrete non amare.
PS: Che ne pensate di una rubrica mensile “col naso all’insù”, alla scoperta di vicoli, stradine e cose belle belle appena fuori porta??
Fatemi sapere, vi aspettoLisa

 


 
 




Torna su