Voglia Casa






 
 
 

Banconi reception: soluzioni e proposte di design!

Pubblicato da blog ospite in Voglia Casa

Come avevo già sottolineato in occasioni precedenti, quando ci trova in un ambiente nuovo, azienda, ufficio pubblico, albergo, b&b, ufficio, il luogo che per antonomasia accoglie e che offre tutte le informazioni utili per farci sentire preparati e a nostro agio è sicuramente la reception.

Esistono molteplici soluzioni d’arredo per quanto concerne il bancone che è il fulcro di questa postazione di lavoro. Lineari, curvi ed ergonomici, angolari, in legno, con parti trasparenti, colorate…insomma davvero un’infinità di scelte che possono caratterizzare questo elemento.

Le migliori aziende del settore propongono tipologie differenti e di design che possono essere accessoriate e personalizzate per ogni progetto ed esigenza.

Ciascuna ha caratteri propri ma che ben si possono modulare e adattare all’occorrenza, con sistemi integrati.

Alcuni modelli hanno l’opportunità di essere retro illuminati tramite luci a LED;

altri possono combinare materiali eterogenei nei pannelli della struttura;

altri possono essere completati da serie di arredamento versatili che ben completano la riuscita di un progetto efficiente, elegante e dinamico come quello della postazione di più d’impatto di ogni realtà lavorativa.

Esiste anche la possibilità di comporre postazioni singole, doppie, triple o multiple, sfruttando in maniera razionale ed efficiente lo spazio che si ha a disposizione, con lo scopo di progettare secondo una forte personalità, moderna, libera e razionale, luoghi che ospitano persone per molto tempo durante l’arco di una giornata e che devono ottenere la massima sensazione di comfort e praticità per svolgere il propio lavoro.

Tags:

 
 

Porte interne: apertura per guadagnare spazio!

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Voglia Casa

Quando lo spazio in casa è ridotto si deve necessariamente optare per soluzioni che lo ottimizzino senza lasciare da parte estetica e design. La scelta delle porte interne può aiutare a recuperare centimetri preziosi perché se è vero che una porta in sé possiede un ingombro minimo, la sua apertura necessità invece della superficie necessaria per il movimento di chiusura che deve compiere.

I modelli che ci possono venire in aiuto sono le porte a soffietto, a libro, a scrigno e scorrevoli esterno muro.

Quelle a soffietto presentano una struttura che si apre e si chiude a fisarmonica, formate da un telaio meccanico con elementi verticali che si ripiegano l’uno sull’altro. Si pensa che sia una tipologia leggermente in disuso al giorno d’oggi, ma in realtà viene ancora utilizzata in molte abitazioni. Per separare un cucinino da una sala da pranzo, per dispense, ripostigli o per accedere a un patio o giardino d’inverno.

porte interne

A differenza del modello a battente le porte a libro si ripiegano su di un perno occupando quasi unicamente il perimetro del telaio del vano. Dove gli spazi sono notevolmente ristretti e non consentono l’installazione di una porta tradizionale, né di una tipologia scorrevole, sono un’ottima e quasi obbligata alternativa. Anche rispetto a quelle a soffietto, molto più leggere, non ermetiche ed esteticamente poco efficaci.

Realizzate in legno, alluminio, vetro o resine, hanno uno spessore dei materiali che consente di isolare termicamente e acusticamente un locale, proprio come un modello a battente.

Porte interne

Grazie a questa possibilità di poterle realizzare in differenti materiali, hanno la capacità di potersi adattare al meglio nei differenti contesti abitativi permettendo anche l’inserimento di pannelli vetrati, nel caso in cui ci sia la necessità di ottenere una maggior quantità di luce.

PORTE INTERNE

Per quanto riguarda le porte scorrevoli si hanno due differenti tipologie: esterno muro e a comparsa (scrigno).

Nel primo caso l’apertura della porta avviene attraverso uno scorrimento lungo la parete grazie all’utilizzo di binari o guide. Non sono richiesti interventi sulla muratura e la posa risulta molto semplice. Nel secondo caso l’apertura della porta avviene internamente, nella parete, tramite l’apposito sistema del controtelaio. I lavori richiesti sono maggiori ma per chi non possiede spazio esterno per l’anta aperta, è sicuramente una metodologia ottimale da scegliere.

Porte scorrevoli

Entrambe sono capaci di adattarsi ad ambientazioni anche molto diverse e oltre ad essere estremamente apprezzate per la loro funzione salvaspazio, sono spesso scelte perché donano alle varie stanze un tocco originale e di design.

Tags:

 
 

Lampade Brokis: illuminare con stile e design

Pubblicato da blog ospite in Design, Voglia Casa

Il 28 novembre a Milano, la città del design, lo showroom di BRERA PROPS ha preso vita con le lampade di design di Brokis. L’importante marchio di illuminazione della Repubblica Ceca Brokis rappresenta la sintesi del design raffinato, dell’alta qualità e dell’eccezionale abilità dei maestri della lavorazione  del vetro soffiato della Boemia.

Lampada

Le collezioni originali di lampade del marchio Brokis sono progettate da famosi designer della Repubblica Ceca e internazionali. Lo showroom BRERA PROPS ha offerto a Brokis uno spazio di ispirazione destinato non solo ai clienti di aziende italiane ma anche ai clienti di tutto il mondo.

Brokis ha presentato la sua ultima collezione – JACK-O’LANTERN – disegnata dall’art director Lucie Koldova. Proprio queste lampade, in combinazione con altre, sottolineano l’effetto risultante dell’intera installazione delle lampade. L’installazione comprendeva anche Puro, Sparkle, Big One, Balloons, Macaron e molto altro.

Lampade

ABOUT BROKIS
Le note collezioni di lampade del marchio, ideate sia da designer locali che non, hanno ottenuto riconoscimenti internazionali e ricevuto numerosi premi in prestigiose competizioni di design in tutto il mondo. L’azienda unisce il vetro soffiato lavorato a mano con altri materiali raffinati, come il legno e il metallo pressato manualmente, in audaci composizioni luminose che aprono i confini del design contemporaneo. Il portfolio di Brokis comprende apparecchi di illuminazione funzionali e moderni, oggetti decorativi e soluzioni di illuminazione uniche per architetti e  interior designer. Con le proprie strutture produttive ad alta capacità, radicate in oltre duecento anni di storia, Brokis è in grado di sperimentare e sviluppare materiali, tecniche e tecnologie innovative oltre a offrire soluzioni di illuminazione personalizzate.

Lampade

Tags: ,

 
 

Traslocare senza stress con serenità e organizzazione!

Pubblicato da blog ospite in Voglia Casa

Traslocare, inevitabilmente significa spostamento e nella maggior parte delle situazioni riguarda un cambiamento di casa.

In altre circostanze il trasferimento può essere differente e molto più importante e riguardare anche cambio di regione o paese per motivi di lavoro.

Tutto ciò che ne consegue provoca differenti sensazioni nelle persone coinvolte. Emozione ed entusiasmo per un nuovo capitolo di vita che inizia e panico per tutti i preparativi che si devono affrontare e tristezza per cosa si lascia.

Scegliere una ditta di traslochi seria per affrontare il tutto con più tranquillità e con meno possibilità di trovare degli imprevisti è sicuramente un passo importante da compiere.

traslocare

La parte più impegnativa e di maggiore attenzione è rappresentata la scelta degli imballaggi corretti per  oggetti fragili, vestiti e oggetti pesanti.  Operazione da compiere non vicino all’ imminente data del trasloco stesso, ma pianificata almeno qualche settimana in anticipo grazie ai consigli di professionisti del settore che forniranno le corrette attrezzature per ogni evenienza.

Scelti i contenitori, adeguati alle varie dimensioni e necessità, sarebbe opportuno preparare un fondo di protezione con del pluriball e, successivamente, inserire gli innumerevoli oggetti da trasportare.

Tutte le scatole andranno riempite completamente per evitare che gli oggetti possano muoversi ed urtarsi ma se in alcuni casi fossero semi vuote, utilizzare dei fiocchetti di polistirolo può senz’ altro aiutare allo scopo di attutire eventuali danni.

Fatto ciò, dividere il più possibile gli scatoloni in base alla stanza di appartenenza è un’idea davvero collaudata per riuscire a ritrovare le proprie cose più in fretta e destinarle immediatamente al nuovo spazio.

Se queste operazioni possono sembrare complicate e stancanti solamente nel pianificarle, perchè non pensare di coinvolgere persone qualificate per farsi aiutare? Molti si chiederanno quali siano i costi di trasloco per la varie operazioni da compiere.

Il prezzo finale per un trasloco aumenta o diminuisce principalmente a seconda dei seguenti fattori:

  • la distanza da percorrere;
  • la città di partenza e quella di arrivo;
  • il mezzo utilizzato per il trasporto;
  • la quantità degli oggetti da trasportare.

Quando si trasloca spesso si sottovaluta l’impegno richiesto, i problemi pratici che devono essere affrontati e non si tengono in considerazione le piccole spese che però fanno aumentare il costo finale. Alcuni prezzi aggiuntivi possono essere, per esempio, l’ impossibilità di accesso, dove è quindi richiesto l’utilizzo di un montacarichi o di una piattaforma elevatrice; i divieto di sosta per cui si deve richiedere un permesso di occupazione del suolo pubblico; il deposito merci, da richiedere se si ha bisogno di lasciare per un breve periodo di tempo i vari oggetti in un determinato luogo. 

Un consiglio per affrontare con serenità un momento così delicato?

Richiedere qualche preventivo e decidere in totale libertà su quali servizi affidarsi.

Tags:

 
 

PORTE BLINDATE: CARATTERISTICHE PER UN INFISSO DI QUALITA’!

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Voglia Casa

“…Amiamo circondare i nostri cari ed i nostri affetti di tutta la sicurezza necessaria senza limitare la loro percezione di libertà. Ci piace far vivere gli altri e noi stessi con stile, anche in casa senza rinunciare alla loro protezione…”

Una bellissima e quanto mai veritiera citazione di un brand leader nel suo settore che realizza porte blindate di eccelsa qualità dal design unico e originale.

Porte blindate

Già, la porta, specialmente quella d’ingresso, è il primo step per quanto riguarda la tranquillità del vivere in casa. Quando ci apprestiamo all’acquisto di questo fondamentale oggetto, sappiamo quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere per essere considerato qualitativamente valido ed efficiente?

Le porte blindate, essendo costituite da un insieme di elementi che creano una idonea barriera per resistere principalmente ai tentativi di scasso. Sono un elemento fondamentale dell’abitazione e deve mantenere nel tempo tutte le sue qualità funzionali ed estetiche.

Porte blindate

Oggigiorno a una porta di questo genere, si richiedono delle specifiche prestazioni sotto il profilo dell’isolamento acustico e termico in funzione del risparmio energetico, e della tenuta alle intemperie, oltre alla resistenza all’effrazione e ad un aspetto estetico curato e in sintonia con la casa in cui andrà inserita.

La scelta va quindi ben ponderata, dopo aver valutato tutte le caratteristiche prestazionali del caso.

  1. Resistenza all’effrazione. Si misura in base alla norma europea ENV 1627 che assegna alla porta una classe con un valore che cresce con l’aumentare della resistenza. Per l’uso residenziale si considerano le tipologie 2-3-4, dove si va da abitazioni a basso rischio (classe 2), sino al grado di protezione più elevato per case ed appartamenti (classe 4).
  2. Isolamento acustico. Rigorosi test presso laboratori riconosciuti, misurano la capacità della porta di abbattere il rumore e conseguentemente di garantire una sensazione di comfort elevato.
  3. Trasmittanza termica. Misura la dispersione di calore che avviene attraverso la porta ed è un preciso requisito di legge nelle nuove costruzioni ed in alcuni interventi di ristrutturazione. Il suo valore fornisce l’indicazione della capacità di isolare termicamente l’interno dall’esterno, con relativo risparmio di energia.
  4. Tenuta alle intemperie. Se la vostra porta è particolarmente esposta, è possibile dotarla di un kit, da scegliere in abbinamento al pannello, per migliorarne le prestazioni di tenuta all’aria, all’acqua ed al vento. Vengono inoltre utilizzate soglie e speciali guarnizioni.

Porte blindate

Le migliori aziende produttrici, forniscono inoltre delle personalizzazioni sia sul lato interno che esterno. Questo per garantire la sintonia indoor con l’arredamento e l’estetica della casa, e perché si adeguino al contesto architettonico e ambientale outside.

Tags:

 
 

Cosa scegliere: pannelli solari o impianto fotovoltaico?

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Voglia Casa

Quando si parla di  pannelli solari si deve porre molta attenzione a quello a cui ci si sta riferendo.

Pannelli solari

Infatti , in maniera molto semplice, possiamo differenziare la categoria in due tipologie.

Il pannello solare termico (la denominazione tecnica è collettore solare) che è un dispositivo per la conversione della radiazione solare in energia termica che una volta trasferito può essere utilizzata in varie modalità; dalla produzione di acqua calda, al riscaldamento degli ambienti al raffrescamento solare (solarcooling).

Pannelli solari

Si differenzia dal pannello solare fotovoltaico, in quanto quest’ultimo serve unicamente per la produzione di corrente elettrica.

I pannelli solari hanno trovato terreno fertile nel nostro Paese: nel 2016 l’Italia è stata come prima al mondo per utilizzo dell’energia solare, che copre l’8% dei suoi consumi. Molti infatti, hanno affrontato la spesa per l’installazione, proprio pensando al beneficio successivo, in termini principalmente economici ma anche di diminuzione degli sprechi pensando a temi eco che stanno molto a cuore per cercare di vivere in modo più sano e pulito.

Altri invece sono ancora spaventati e si chiedono quale sia il grande costo da affrontare. In effetti diventa difficile calcolarlo poiché si deve tener conto di differenti variabili come, ad esempio, il numero di abitanti della casa e i consumi medi annui. Inoltre sono diverse soluzioni che si possono applicare (a piani vetrati o     a tubo sottovuoto). L’unico modo per conoscere la risposta a questa domanda è quello di rivolgersi a delle aziende fidate del settore che sapranno indirizzare verso la soluzione più consona.

Nel caso, invece, che il vostro interesse converga verso la conoscenza del costo per l’installazione di un impianto fotovoltaico, si devono prendere in considerazione altri fattori: le dimensioni dell’impianto, la scelta del pannello e del materiale che compone la cella, la superficie disponibile sul tetto e il consumo energetico.

Impianto fotovoltaico

Diversamente da quello che molti pensano, un impianto fotovoltaico presenta non solo un costo iniziale, ma anche quelli da sostenere nell’arco della vita dell’impianto e che sono legati alla sua funzionalità, alla sua manutenzione, alla sua pulizia e alla sua assicurazione.

Anche se tutte le spese spaventano, scegliere il fotovoltaico conviene ancora e il risparmio è tanto maggiore quanto più alti sono i consumi e la quota di energia che si riesce ad usare direttamente quando l’impianto produce, senza farla passare per la rete.

Dal momento che le variabili da considerare sono davvero tante, il nostro consiglio è quello di affidarsi a professionisti del settore che risolveranno ogni dubbio. Confrontare le offerte di diversi specialisti è la cosa migliore e molti sono in grado di proporre sino ad un massimo di 5 preventivi da parte di esperti che operano nella zona di interesse, utili per facilitare la scelta finale.

Tags:

 
 

Alternativi zaini per la scuola…e non solo!

Pubblicato da blog ospite in Voglia Casa

Noi mamme siamo alla continua ricerca di prodotti e soluzioni qualitativamente eccellenti per il benessere e la salute dei nostri figli, nel gioco, nel cibo, nel vestire e anche nel tempo dedicato allo studio.

Personalmente, da quando il mio cucciolo ha iniziato la scuola, ho sempre pensato che lo zaino fosse un accessorio di uso quotidiano fondamentale e che dovesse soddisfare le caratteristiche di resistenza, funzionalità ed estetica.

Il brand tedesco ergobag, parte del gruppo FOND OF, ha dedicato un’attentissima ricerca e molte energie imprenditoriali, per arrivare a creare una borsa che coniuga i principi ergonomici degli zaini da trekking, con le principali necessità della classica cartella scolastica.

Zaino per la scuola

Proprio quello che stavamo crecando! Un oggetto che coniughi ergonomia, praticità e divertimento.

Queste borse, infatti, sono pensate per distribuire il peso dalle spalle alla zona pelvica stabile, rendendone così più semplice il trasporto, anche grazie alla funzione regolabile che asseconda la naturale crescita in altezza nel tempo del bambino.

Ingegnosi i 4 fattori WOW, che hanno dato vita al progetto e nel 2017, lo hanno eletto prodotto ergonomico da parte dell’associazione IGR e.V.

  1. Tutti gli zaini da scuola ergobag sono dotati di ampie superfici in materiali rifrangenti che assicurano la visibilità anche al buio.
  2. Il set di sicurezza, collegabile con le cerniere e disponibile in quattro vivaci colori, assicura ulteriore visibilità nel traffico stradale lungo il tragitto per la scuola (per ergobag pack e cubo).
  3. Il materiale catarifrangente usato non solo è di qualità particolarmente elevata e durevole ma ha anche un alto coefficiente di intensità luminosa.
  4. L’ergonomia.

Sicuramente l’ultimo punto è quello a cui tutte tendiamo un occhio di assoluto riguardo.

L’ergonomia è la reale alternativa alla classica cartella per la scuola, che la trasforma in un accessorio pensato per assecondare il benessere della colonna vertebrale dei bambini, nelle differenti fasi di crescita.

Questo può avvenire grazie ad una serie di supporti studiati e pensati proprio per questo scopo (dall’ampia cintura lombare imbottita che sposta il carico dalle spalle alla più robusta zona delle anche alle barre stabilizzatrici in alluminio e schienale che forniscono una eccezionale stabilità e supportano la distribuzione del carico allo schienale imbottito che si adatta alla colonna vertebrale).

Inoltre, altro fattore importante per noi mamme, è il concetto di ecologico poiché sono infatti realizzati con tessuti riciclabili al 100% in PET, in modo da avvicinare i bambini al concetto di rispetto e salvaguardia dell’ambiente.

Infine, grazie ai Kletties, gli zaini per la scuola materna e la scuola elementare sono personalizzabili in tanti modi differenti dove ciascuno può trovare il giusto style design per la propria patch.


 
 

MALPENSA: arredo e design in aeroporto!

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Voglia Casa

Perché non utilizzare arredi trendy e di stile che donino maggior carattere ad un ambiente pubblico?

Trovare soluzioni confortevoli e di design è piacevole anche in luoghi da condividere con la collettività. Ecco che i prodotti firmati Arcadia e pensati ad hoc per questa situazione atterrano all’aeroporto di Malpensa a Milano nel nuovo Terminal 2, dopo che avevano già trovato pieno consenso nel Terminal 1 (realizzazione dei banchi biglietteria, informazione e di Rolling Wall con soli tre moduli) e nella  Sala VIP di SEA Via Milano Lounge dedicata ai voli Schengen.

Grazie ad un’attenta opera di progettazione, sono state realizzate soluzioni uniche ad hoc, specifiche e innovative con idee nuove che vanno oltre l’utilizzo classico dell’alluminio.

La filosofia di Arcadia racchiude proprio questo pensiero. Creare personalizzazioni di tipo progettuale per ogni situazione grazie ad una formazione costante che è la vera spinta per la crescita. L’esperienza, maturata nel tempo, è alla base di tutti i work in progress, e ha reso possibile l’ingresso del brand in uno spazio davvero importante come un aereoporto, distinguendosi per i suoi prodotti che puntano all’ergonomia, al comfort e alla qualità.


 
 

Ordine in bagno con i design accessories firmati reisenthel!

Pubblicato da blog ospite in Idee, Voglia Casa

Colori sfiziosi, forma ergonomica, design accativante e qualità eccelsa.

Ecco le caratteristiche fondamentali dei nuovo prodotti del brand reisenthel che tanto ci sono piaciuti! Accessori a originali che nascono dal perfetto connubio di estetica e funzionalità per mantenere tutto in ordine, ma con stile, nelle nostre stanze da bagno.

BAGNO

laundrybag, vincitore del German Design Award 2018, è molto più di un semplice cesto per la biancheria. Con suo mood plissettato è un vero elemento d’arredo. Il manico, in contrappunto cromatico, crea un bell’effetto ottico e consente anche di chiudere o trasportare in modo pratico la borsa per la biancheria. E le dimensioni (M-L) sono a misura di ambiente mono e plurifamiliare.

ACCESSORI BAGNOIl modello “urban laundry tokyo” è dedicato agli amanti del design e del mood urbano, e coniuga essenzialità formale, stile ed esigenze di praticità. Il suo look minimalista ne fa un optional indispensabile per la casa, poiché si sposa con ogni stile e spazio disponibile.

Oltre ad essere davvero trendy, urban laundry tokyo ha la peculiarità di essere realizzato con robusti e impermeabili materiali di pregio, resistenti anche agli strappi, che ne garantiscono una lunga durata.

Bagno sempre in ordine grazie anche a reisenthel  looplaundry e laundrybasket!

Altri organizer originali, che contengono la biancheria integrandosi perfettamente con il bath style. Trasportati comodamente grazie ai manici rotondi in alluminio, per la prima soluzione, e in tessuto per la seconda, sono disponibili negli eleganti colori sabbia, nero, moka e grigio, vere icone del cromo design.

A completare il look, mantenendo più ordine in casa, arrivano gli storagebox per accogliere asciugamani, boccette di bagnoschiuma, shampoo e cosmetici.

Adoriamo questi pratici contenitori di diversi colori e formati che sono la soluzione universale per tutto ciò che non ha ancora trovato il suo posto! Molto versatili proprio perchè disponibili nelle tre dimensioni classiche S-M-L.

www.reisenthel.com

 

Tags: ,

 
 

Tinteggiare le pareti: progetto e realizzatori!

Pubblicato da blog ospite in Idee, Voglia Casa

Tinteggiare le pareti è una consuetudine tipica di ogni casa. E farlo con colori differenti è sempre più una pratica comune.

Ma realizzare un progetto di pittura seguendo geometrie apparentemente semplici, casuali o studiate, abbinate a palette di colore in sfumatura o decisamente differenti non è da tutti.

Contattare un professionista del settore, il tradizionale “imbianchino” è sicuramente da preferirsi, piuttosto che cimentarsi in solitudine in un progetto che nella fase finale non darebbe le soddisfazioni tanto attese.

Per capire il costo per un’imbiancatura è necessario fare riferimento a differenti fattori. Primi fra tutti sono sicuramente la grandezza della superficie su cui intervenire e il tipo di pittura utilizzata. Infatti le tipologie di materiale da impiegare sono molteplici e vanno dalla semplice idropittura (a base di acqua e adatte a pareti di diversi materiali) alla vernice a tempera (economiche  e adatte solamente alle aree interne della casa), alla pittura a calce (naturali e adatte sia per esterni che per interni ma non lavabili) allo smalto (di alta qualità e molto comuni per gli interni).

Altre variabili però, subentrano a modificare i costi. Come, ad esempio, il lavoro di preparazione della superficie e il tempo necessario per ultimare il tutto.

L’ imbianchino deve assicurarsi innanzitutto che la parete da tinteggiare sia in ottimo stato. E’ quantomai usuale trovarsi di fronte a muri da carteggiare, carta da parati da rimuovere o muffe da trattare. Il professionista dovrà pertanto valutare e gestire i vari casi prima di procedere all’imbiancatura.

In molte situazioni è opportuno contattare un esperto e ricevere dei preventivi gratuiti e personalizzati da imbianchini qualificati della propria zona. Confrontarli e scegliere quello più conveniente: il risparmio offerto può arrivare fino al 40% del lavoro globale e la resa e la velocità di esecuzione saranno premiate dalla perfetta riuscita del progetto per la propria casa.

 

 


 
 




Torna su