Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Pubblicato da blog ospite in Colori, Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto, Stili

Una casa d’epoca nel centro di Gothenburg è il perfetto esempio del minimalismo scandinavo.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Colori chiari, possibilmente neutri, tanto legno e pochi oggetti, meglio se di design. Queste semplici regole sono la base del minimalismo scandinavo, di cui la casa che vi presento oggi è l’esempio perfetto.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

La casa è stata ristrutturata da Alvhem, uno studio che unisce un’agenzia immobiliare e un negozio di interior design con sede a Gothenburg (o Goteborg).

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Generalmente non pubblico molte case svedesi, perché solitamente on line si trovano immobili ristrutturati dalle agenzie destinati alla vendita. Queste case hanno il difetto, se così si può sire, di essere omologate nello stile, così ho deciso di condividere solo quelle che hanno un tocco particolare.

La casa di oggi mi piace perché il minimalismo spinto, che può creare una sensazione di vuoto, è compensato dal calore intrinseco degli elementi strutturali, come il pavimento in legno, le porte antiche, i tubi degli impianti a vista.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Visita tutte le case pubblicate nell’House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: , ,

 
 

Una casa scandinava con accenti vivaci

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Interiors, Interni, Stili
Pronto per un nuovo emozionante home tour carico di ispirazioni scandinave?
La casa che ho scelto questa volta per deliziarti è davvero ricca di dettagli da annodare al dito. 



Lo stile scelto per arredarla è il tipico stile scandinavo, con arredi vintage, tanto di legno e spazi ariosi. A colpire occhi e cuore sono alcune caratteristiche speciali.
Partiamo dall’architettura della casa. Il bianco è alla base di tutto il design e veste porte (compresa la porta d’ingresso) e pareti. A variegare tanto candore ci sono in primis i pavimenti e questa casa ne conta ben quattro tipi! Il primo, a partire dall’ingresso, è un linoleum a scacchi bianchi ed azzurri, allegro ed accogliente, seguito dal legno di betulla che dal soggiorno si estende fino alla camera da letto. Il parquet si interrompe in cucina dove tornano le piastrelle di linoleum, stavolta in grigio e bianco, una combinazione a contrasto. Dulcis in fundo, in bagno, il pavimento è il punto focale di tutta la progettazione: mattonelle in stile marocchino in una fantastica sfumatura di blu.
Altri due focal point sono le due stufe in maiolica (componenti della wishlist di tutti gli scandi-addicted) dipinte con vivaci schizzi di vernice verde anzichè nel classico total white. Un ottimo modo per addolcire un elemento importante, non credi?
Ogni porzione della casa, ha il suo elemento di stacco, quello che lascia sorpresi e che regala l’effetto wow. In camera da letto, è il lampadario-sistema solare, che lascia spazio all’immaginazione se osservato da sdraiati.
Scopri tutti i dettagli tra le stanze di questa casa a Götemborg. Alla fine del post, ti svelo i miei 3 preferiti!



Come promesso ecco la mia top 3:
– gli organizer il legno e lino all’ingresso
– l’armadio vintage in camera da letto
– il modo in cui un disimpegno in corridoio è stato trasformato in armadio e chiuso con una porta scorrevole

E tu? Quali elementi ti sono piaciuti di più di questa casa?

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Scandinavian Chic: lo spazio diviso da parete vetrata

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors, Interni, Stili
Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata
La bellezza scandinava colpisce ancora, con questo splendido appartamento sui toni grigi, con parete divisoria in vetro. Ecco alcune regole base da seguire quando si sceglie questo design d’interni per la tua casa.

Non c’è dubbio che, in qualche modo, il design nordico sia entrato nelle case di tutto il mondo negli ultimi decenni. Lo scandinavo nell’interior design è uno stile  che implica l’utilizzo di colori chiari ed è caratterizzato da quattro componenti principali: semplicità, praticità, linee pulite ed eleganza sobria. La mescolanza di stili di diversi paesi scandinavi ha dato vita negli anni a spazi accoglienti e familiari, pieni di luminosità, mobili e decorazioni realizzati con materiali naturali. E come risultato, c’è un sentimento di assoluta unità d’insieme.

In questo appartamento svedese, il grigio perla delle pareti è uno sfondo su cui è possibile giocare in tutta sicurezza con gli accenti cromatici dai delicati toni pastello o quelli in nero profondo.

Pensi che il grigio sia noioso? L’utilizzo di toni neutri e soft non significa privare gli interni di energia e carattere. Al contrario, gli accenti “caldi” posizionati correttamente e le texture variegate danno a questo spazio personalità, pur nella sua semplicità. Per la combinazione con il grigio qui sono stati scelti colori come il bianco, il nero e oggetti dai riflessi ramati.

E a proposito di nero, una parete vetrata in ferro di tipo industriale separa la zona giorno dalla cucina. Questo consente alla luce di penetrare nei due ambienti, mentre al contempo crea zone abitative separate. Da tenere a mente se stai studiando un nuovo look per un piccolo appartamento: i piccoli spazi sembrano sempre più luminosi ed ampi con una parete di vetro che separa gli ambienti.

Le idee di decorazione e il semplice design funzionale degli interni rendono questa casa confortevole, luminosa e piacevole.

Stile scandinavo: le caratteristiche distintive dell’estetica del Nord

Vuoi trasformare gli interni del tuo appartamento in uno spazio elegante, funzionale, senza tempo e allo stesso tempo accogliente? Lo stile scandinavo è la scelta giusta. Ecco alcune regole base da seguire quando si sceglie questo approccio progettuale:

  • Parti da una palette di colori neutri e chiari (bianco, grigio, beige) e se vuoi puoi aggiungere accenti di colori pastello e/o neri.
  • Lascia entrare la luce del giorno: utilizza pareti vetrate per separare due ambienti oppure aggiungi specchi e superfici riflettenti.
  • Studia una corretta illuminazione artificiale per la sera: più punti luce, che possano creare atmosfera.
  • Prediligi un pavimento in parquet e alcuni mobili di legno naturale in tonalità molto chiare.
  • Crea l’intimità con l’aiuto di oggetti comodi, come morbidi cuscini, plaid e tappeti.
  • Investi in un arredamento “senza tempo”. I mobili dovrebbero essere semplici, avere linee pulite e non necessariamente contemporanei.
  • Fai attenzione ai dettagli: dai cuscini alle candele, dalle piante ai quadri appesi alle pareti, dalle lampade ai vasi.
Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Scandinavian Chic: lo spazio diviso con parete vetrata

Fonte: fastighetsbyran.com

Cerchi altre ispirazioni per appartamenti con pareti vetrate? Guarda gli altri esempi di “Pareti vetrate” scelti da noi di Case e Interni!

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags: ,

 
 

Un duplex scandi-bohème

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto, Stili

Oggi visitiamo un duplex in stile scandi-bohème in Francia. Soluzioni interessanti su misura cui ispirarsi.

duplex scandi-bohème

Lo stile scandi-bohème è forse il mio preferito, anche se quello in voga nei paesi nordici lo trovo un po’ scialbo e omologato. Mi perdoneranno i fan del genere, ma io preferisco le case proposte dagli studi di architettura francesi, che sanno mixare gli stili con disinvoltura e non hanno paura di utilizzare il colore. Inoltre sono molto attenti all’utilizzo dello spazio, sfruttando ogni angolo grazie alle soluzioni su misura. E poi, vogliamo parlare delle vetrate interne? Oltre a essere molto funzionali, dividono gli spazi in modo leggero e arioso.

duplex scandi-bohème

Fatta questa premessa, veniamo all’house tour di oggi: l’unità abitativa si compone di un ampio spazio a piano terra, più una piccola zona collocata nel sottotetto a spiovente, con bellissime travi a vista.

duplex scandi-bohème

In occasione del loro primo acquisto, i proprietari erano determinati a fare la cosa giusta, ed è per questo che hanno affidato la trasformazione del loro appartamento a Studio Mariekke.

Naturalmente vi ho già parlato di questo studio, a proposito di un bellissimo progetto per un appartamento di 40mq.

Il progetto prevedeva di ridisegnare completamente il piano inferiore per creare un ampio soggiorno e, al primo piano, di rendere gli spazi più funzionali e adatti ai gusti dei proprietari, in particolare il bagno.
Risultato? Un appartamento originale, grazie agli arredi su misura e ai codici volutamente scandi-bohème: un mix di ispirazione rustica e retrò da un lato, e di design scandinavo contemporaneo dall’altro.

duplex scandi-bohème

Soluzioni interessanti:

Sicuramente la vetrata su misura che separa la cucina dal living. Come potete vedere i telai si appoggiano su una struttura che funge da contenitore e allo stesso tempo da panca per sedersi al tavolo da pranzo.

E poi c’è la zona occupata dalla scala: anche qui l’architetto ha studiato una soluzione su misura con mobili contenitori lungo tutta la parete, che si estende con lunghe mensole collocate sotto le finestre.

duplex scandi-bohème
duplex scandi-bohème

Progetto e crediti: Studio Mariekke


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 

Stile scandinavo; naturalezza e semplicità.

Pubblicato da admin in Charme and More, Stili

Lo stile scandinavo, caratterizzato dalla pulizia delle forme, dalla funzionalità, dalla luminosità del bianco e dall’uso di materiali naturali conferisce agli ambienti un tocco di elegante freschezza.

Ecco un bellissimo cottage, ubicato in Finlandia, il rifugio perfetto dove trascorrere i weekend o le vacanze.

I tratti distintivi di questa abitazione sono la predominanza del bianco, le ampie finestre e l’impiego del legno per i mobili, per i pavimenti e i rivestimenti murari.

Un esempio perfetto di minimalismo scandinavo; pulito e sobrio, ma anche tanto caldo e accogliente.

 stile-scandinavo-cottage-naturalezza-1

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-2

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-3

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-4

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-5

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-6

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-7

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-8

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-9

stile-scandinavo-cottage-naturalezza-10

Ph via

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

Altre ispirazioni in stile scandinavo: Pavimenti bianchi|scandi interior décor

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Stile scandinavo; naturalezza e semplicità. proviene da Charme and More.

Tags:

 
 

Kinfolk style a casa di Nina Plummer

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto, Stili

Una casa arredata seguendo il kinfolk style, un po’ scandinavo e un po’ rustico.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer

E’ la casa scozzese di Nina Plummer, creativa e fondatrice del marchio Ingredients LDN (in fondo al post vi lascio i link). L’appartamento si trova in un edificio d’epoca, caratterizzato da soffitti alti, stanze spaziose e stucchi alle pareti.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer ingresso
Kinfolk style a casa di Nina Plummer

Nina ha appena finito la ristrutturazione, tutta giocata su una palette neutra e su materiali grezzi, con una selezione di arredi e complementi minimalista di ispirazione scandinava. Gli elementi originali dal sapore retrò e gli oggetti di recupero riscaldano l’ambiente, dandogli un’atmosfera vissuta.

Il kinfolk style

Questo stile così particolare viene indicato come il kinfolk style, un mix tra gli  stili scandinavo e rustico, che privilegia le cose semplici, l’atmosfera rilassata e il confort.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer studio
Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer caminetto

A me ricorda molto la versione scandinava dello stile shabby chic, che impazzava una decina d’anni fa, ma senza tutto quel bianco e i mobili decapati ad arte. La filosofia di questo stile è lo slow living, l’attenzione per le piccole cose, una quotidianità tranquilla e il massimo confort in casa propria (un po’ come la filosofia hygge).

Semplicità studiata nel dettaglio

Ciò che più mi affascina nelle case come questa è l’apparente casualità nella scelta degli oggetti e nella loro disposizione. L’impressione immediata è quella di una grande naturalezza. In realtà ogni oggetto è scelto con cura e collocato nel punto giusto: una semplicità studiata nel dettaglio.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer cucina
Kinfolk style a casa di Nina Plummer cucina
Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno

I preziosi consigli di Nina 

Come ottenere un effetto così accattivante anche nelle nostre case? Lascio la parola direttamente a Nina:

“Per avere una casa accogliente, non ci sono regole da seguire: certe scelte aumenteranno il confort, mentre altre potrebbero diminuirlo. La vera scommessa è quella di imparare ad ascoltare le nostre intuizioni. Se ci lasciamo guidare dal nostro desiderio di benessere piuttosto che dalle mode o dall’estetica, avremmo una chance in più di creare un ambiente accogliente e caldo. Quando si ha ben chiaro cosa si vuole, bisogna armarsi di coraggio e procedere”.

“credo che le case meglio riuscite siano quelle in cui predomina la visione di come gli spazi ci devono far sentire, piuttosto che come devono apparire”.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer bagno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer bagno

Qui il link al negozio di Nina, in cui trovate accessori e complementi d’arredo nel suo stile: Ingredients LDN

E questo è il suo account Instagram: @ingredientsld


Visita tutte le case pubblicate nell’House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

5 elementi per arredare casa in stile nordico

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

elementi per arredare casa in stile nordico

Scegliere uno stile nordico per l’arredamento della casa oggi, significa privilegiare un design d’interni di qualità, funzionale, bello e davvero accogliente. Un’estetica rilassata che, soprattutto negli ultimi anni, ha influenzato gli interni di tutto il mondo e potrebbe diventare lo stile perfetto per la tua casa.

Gli scandinavi hanno un inverno piuttosto rigido da affrontare, trascorrendo molto tempo in casa, per questo il design delle loro abitazioni influisce davvero sullo stile di vita. Quindi adottare un approccio “Scandi” nell’arredo delle nostre case significa creare uno spazio vivibile, quanto bello.

È uno stile che è stato spesso descritto come “minimalista” (da non confondere con lo stile minimal), perchè si basa su pochi pezzi di buon design ben scelti e perchè le linee sono sempre pulite e “apparentemente” semplici, regalandoci un arredamento senza tempo.

Gli interni che si ispirano allo stile nordico sono sempre più numerosi, a tutte le latitudini. Sono incentrati sul principio “less is more”, trovando come principali ingredienti la funzionalità, le linee pulite, il calore, l’attenzione al dettaglio e, soprattutto, la luce.

Ecco alcuni elementi che possono portare un po’ di stile nordico nella tua casa.

Nordic design

Quando si parla di arredamento d’interni, la prima cosa ovvia a cui pensare sono i mobili. Il design nordico, ormai lo sappiamo bene, è caratterizzato da linee semplici e funzionalità, che danno origine al loro fascino. Sedie, tavoli, poltrone e letti raggiungono tutti insieme la bellezza della semplicità.

Senza eccessive decorazioni e l’ingombro visivo della stanza, che disturbano l’occhio, l’approccio nordico nella disposizione dei mobili crea effettivamente l’impressione di avere spazi più ampi. Non è un’impresa da poco riuscire a rendere accogliente un ambiente, pur rimanendo nel campo della sobrietà e semplicità. Forse dovremmo tutti prendere spunto da qui per liberarci del nostro disordine inutile.

Linee perfettamente studiate e un design di qualità, che non subisce il passare delle mode, sono caratteristiche distintive di questo stile di interni, molto versatile. Questo è il motivo per cui ci sono ancora alcuni pezzi degli anni 50, diventate vere e proprie icone di design, in vendita ancora oggi. Come il divano “Poet” del marchio danese OneCollection, disegnato dall’architetto Finn Juhl e prodotto molti anni dopo la sua scomparsa. Questo a testimonianza del fatto che il nordic design è un gusto contemporaneo che sa essere anche squisitamente senza tempo.

arredare-casa-stile-nordico-divano-onecollection-finn-juhl

E luce sia!

Sappiamo bene quanto la luce sia importante per un’abitazione. E quando il sole tramonta è l’illuminazione artificiale che ha il compito di rendere accoglienti i nostri ambienti. Dalle lampade a sospensione, alle piantane, fino alle lampade da tavolo, avere una varia ed ampia illuminazione nella stanza, è la chiave per creare l’atmosfera giusta, proprio come negli interni nordici.

Per questo, in fase di ristrutturazione, occorre studiare attentamente l’impianto elettrico. Nelle stanze principali, predisponendo almeno tre punti luce differenti, si permette alla luce di diffondersi in modo caldo ed omogeneo.

Le lampade e i corpi illuminanti andranno scelti con forme pulite e lineari, perchè, come sempre, si tratta di trovare il giusto equilibrio tra forma e funzione.

E parlando di impianto di illuminazione, da non dimenticare gli accessori, come le placche elettriche. Anche in questo caso la qualità e il design caratterizzato dal rigore delle geometrie sono la scelta da fare per un interno nordico. Le placche elettriche BTicino “Living Now” hanno un’estrema pulizia del disegno e sono un accessorio perfetto per questo stile.

biticino-placche-elettriche-living-now

Gioca con i colori

Lo stile nordico è spesso caratterizzato da uno schema di colori specifici: sfumature di grigio, nero, beige (dato dal colore del legno chiaro) e naturalmente un sacco di bianco. Di solito, infatti, le pareti interne, sono tutte tinteggiate di bianco (o al massimo grigio).

Ma se i colori neutri ti sembrano noiosi, sappi che negli ultimi tempi, lo stile nordico si è aperto (o meglio, ha ripreso altre tradizioni del passato) verso il colore. Toni pastello, come il rosa pallido e verde menta, ma anche toni più scuri, soprattutto blu e verdi in differenti nuance, sono diventati di tendenza per offrire un’estetica più contemporanea e fresca. Sono perfetti come tonalità di contrasto, perché fanno risaltare ancor di più la luminosità dei mobili e dell’insieme.

Quindi se un interno completamente bianco è un pensiero che ti spaventa o ami aggiungere un po’ di colore nella tua vita, sappi che puoi ancora seguire questo stile, in linea con le ultime tendenze.

arredare-casa-stile-nordico-scandinavo-colori

Aggiungi un tappeto

Nonostante i lunghi e freddi inverni, la moquette non è qualcosa che si vede nei veri interni scandinavi (per fortuna!), che di solito hanno bei pavimenti in legno di colore chiaro. Tuttavia non mancano i tappeti in ogni stanza. Oltre ad aggiungere calore e comfort, i tappeti sono utilizzati come dichiarazioni di stile, anche per mettere in risalto gli arredi.

Se si tratta di cercare un tappeto per un interno ispirato allo stile nordico, l’azienda svedese Kasthall, grazie alla trama e alle tonalità neutre splendidamente “scandinave”, ti assicura di aggiungere un po’ di spirito Scandi al tuo ambiente.

arredare-casa-stile-nordico-tappeto

Il calore di un camino

Un camino può aggiungere bellezza e comfort ad un appartamento e si inserisce bene nelle zone living open space di ispirazione nordica. Ma se nella nostra tradizione il focolaio si trova al centro della stanza, nei Paesi nordici il camino non occupa spazio inutile, per cui lo troviamo spesso posizionato in un angolo o in una nicchia. L’interior design nordico preferisce il vantaggio di avere più spazio a disposizione per un comodo divano o un tavolo per ricevere gli amici.

Molto spesso invece di un camino, troviamo addirittura una bella stufa: in questo modo il calore del fuoco può essere goduto in sicurezza, diffondendosi attraverso lo spazio.

arredare-casa-stile-nordico-camino

Lo stile nordico-scandinavo è uno degli stili di interior design più popolari e abbiamo capito perché: è senza tempo, ma attuale, fresco, ma caldo, studiato, ma accogliente, insomma è l’ideale per creare quella giusta atmosfera in casa in cui cui amerai immergerti.

elementi per arredare casa in stile nordico 

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Simple is better: un appartamento in puro stile nordico

Pubblicato da blog ospite in Architettura, ChiccaCasa, Stili
La semplicità è sempre un’idea vincente. L’home tour che ti sto per mostrare ne è la prova!
Gli interni di questo appartamento non hanno toni superstrong e non sfoggiano abbinamenti azzardati. Altrochè! L’arredamento è incentrato sulla purezza del minimalismo scandinavo.

Il bianco fa da padrone nella palette della casa, accompagnato da toni neutri e qualche sfumatura di blu. Sono gli accenti in legno e la parete originale a mattoncini a dare quel magico tocco di calore all’insieme.
Intramontabli must have firmati IKEA sono mixati con pochi ed essenziali pezzi di design.

Questo accurato lavoro di interior design dimostra che no, non c’è bisogno di spendere una vera fortuna per avere una casa da copertina e che no, non sono necessari fronzoli e complementi iper sofisticati per raggiungere l’ambito effetto wow!

Alla fine del post, trovi i nomi dei pezzi salienti!

Buon tour!

Vuoi conoscere i nomi dei pezzi più fighi della casa, per copiare lo stile di questo appartamento? Eccone una lista!

Scaffale in cucina, usato come dispensa open: String System
Divano in tessuto: Stocksund, Ikea
La cassettiera bianca in camera da letto è realizzata accostando due cassettiere Malm, Ikea
Il mobile basso bianco è formato da strutture Besta di Ikea sorrette dai piedini Pretty Pegs
La sedia nera di metallo con schienale quadrettato è la Bertoia Side Chair di Knoll
Le sedie attorno al tavolo da pranzo sono le Wishbone di Carl Hansen & Søn.

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Le sedie di design scandinavo più instagrammate: come si chiamano e dove acquistarle

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee
Ecco una mini-guida svuotatasche, dedicata agli scandi-lovers! 
Ho raccolto le sedie più famose di Pinterest, protagoniste dei migliori allestimenti di zone pranzo in stile scandinavo.
Le più celebri, le più stilose, le più ricercate, quelle che ti fanno dire: “che bella, la voglio!”
Qui trovi:
  • – come si chiamano
  • – dove trovare le originali

Una sedia di design è sempre una buona idea. Questo per due motivi fondamentali:

  • – L’estetica. Il buon design nasce per far venire le stelline agli occhi. Quindi i suoi prodotti sono belli, particolari e pieni zeppi di personalità. Questo non può che influire sul mood dell’ambiente circostante. In parole povere, se scegli di inserire in un ambiente un pezzo di design, questo non passerà inosservato, anzi, innalzerà il livello complessivo del tuo arredamento (nel prossimo punto ti spiego il perché).
  • – L’attribuzione stilistica. Molti brand seguono una corrente stilistica ben precisa, per rispondere ai desideri di un pubblico innamorato di uno stile in particolare. Normann Copenhagen, ad esempio, ha fondato la sua identità sul minimalismo dello stile nordico. Se il tuo obiettivo è definire lo stile della tua casa, la strada più sempilce (ma non di certo la più budget friendly, ahi noi!) è arredare utilizzando le icone di design tipiche di quello stile!
ISPIRAZIONI PER ARREDARE CON LE SEDIE DI DESIGN

ZONA PRANZO
Non so tu, ma io mi incanto a guardare le immagini di una serie di sedie belle attorno ad un tavolo. Io le preferisco spaiate, o uguali a due a due. E tu, quale soluzione sceglieresti?

Mix and match

Uguali a due a due


Tutte uguali


HOTSPOTS
Puoi usare una sedia di design, anche per vestire un’angolo della tua casa. Ad esempio, puoi allestire una mini zona lettura semplicemente con una bella seduta, delle mensole e un punto luce. Puoi aggiungere un tappeto per definire lo spazio, un portariviste e qualche cuscino. 
Prendi ispirazione da questi styling!
Ecco alcune delle sedie di design più popolari perfette per un ambiente arredato in stile scandinavo, ma non solo!

VISU di MUUTO

Disegnata da Mika Tolvanen, questa sedia è perfetta per creare ambientazioni sofisticate ed eleganti. Il suo design è semplice e raffinato e lo schienale segue le curve del corpo umano rivelandosi, pertanto, comodo. È disponibile sia in frassino che in rovere verniciato in tante nuance delicate e di tendenza.

Puoi trovarla qui -> LOVETheSIGN


J77 di HAY

J77 è un’icona del design nordico, ma piace tanto anche ai vintage lovers. La sua particolarità è la posizione dei listelli dello schienale: quelli esterni sono inclinati, mentre quelli interni sono verticali. J77 non è mai fuoriluogo: fa scena attorno al tavolo della cucina e conferisce un mood young ed easy in sala da pranzo. Ah, è perfetta anche da sola, in camera o come seduta complementare in salotto!

La trovi qui -> LOVETheSIGN

J104 di HAY

J104 fu prodotta per la prima volta negli anni ’40, ma ancora oggi, ha mantenuto il suo intramontabile design retrò. Continua ad essere una delle sedie di design più apprezzate, anche grazie all’autenticità del materiale di cui è composta. Si tratta di legno di faggio, uno dei più durevoli e robusti. 

La trovi qui -> LOVETheSIGN


N°18 – TON

La n°18 è una delle prime sedie ad essere stata realizzata in legno curvato! Lo schienale sinuoso la caratterizza. È sulla cresta dell’onda da oltre 40 anni, grazie al suo design unico ed inconfondibile. È una seduta elegante, che si sposa bene con un arredamento classico, vintage o nordico.

La trovi qui -> LOVETheSIGN


DSW di VITRA

I designer Charels e Ray Eames furono (oltre ad essere coniugi innamorati) pionieri dell’uso della plastica per costruire arredi. Le loro sedie oltre ad essere innovative dal punto di vista del materiale, furono anche le prime monoscocca (schienale e seduta sono un pezzo unico). La Dsw è una delle sedie più pinnate (e copiate) della storia! Una vera icona di design, non solo scandinavo, distribuita da Vitra.

La trovi qui -> Vitra su Amazon

ABOUT A CHAIR (AAC22) di HAY

Una sedia versatile, super comoda e piena di personalità. About a Chair di Hay ha tutto ciò che di buono si può pretendere da una seduta. AAC22 è distribuita in tantissimi colori, e con diverse tipologie di gambe: a slitta, in legno di quercia e oppure in acciaio.

La trovi qui -> Smallable

Ora dimmi, qual è quella che ti ha fatto innamorare?

Credits immagini: VISU,J77, J104,N°18, DSW, AAC22
LEGGI ANCHE…

THONET N°14, LA SEMPLICITÀ È SEMPRE DI MODA

INGRESSI DAL SAPORE NORDICO – NORDIC ENTRYWAYS


http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: ,

 
 

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

Questa casa messa in vendita a Londra mostra un uso equilibrato dei colori neutri e di diversi stili di arredamento.

L’edificio in stile vittoriano presenta tutte le caratteristiche architettoniche che siamo soliti vedere nella capitale britannica, eppure l’arredo strizza l’occhio allo stile scandinavo. Questo mix rende gli ambienti freschi e confortevoli e al tempo stesso ricchi di fascino.

Lo stile British non ha delle caratteristiche così specifiche ed univoche come lo stile scandinavo: si va dalle case di campagna che ci ricordano i romanzi di Jane Austen, alle dimore con una fusione di lusso e glamour e un’aria di romanticismo shabby chic, fino a un tipo di immagine pop molto colorata ed esagerata.

Tuttavia molti interni britannici contemporanei stanno iniziando a riconoscere e comprendere il bisogno di semplicità, comfort e design durevole.

Lo stile nordico è pulito, senza ostentazione e fa uso di materiali naturali. L’ Hygge danese parla di condivisione di comfort e calore con amici e familiari. Gli spazi sono spesso informali, tranquilli e comodi, con un occhio attento sia al dettaglio che alla semplicità.

Le regole universali dello stile nordico generano sensazioni nel nostro cervello di benessere e rilassamento a cui è difficile resistere ad ogni latitudine.

Questo appartamento è apparso in alcuni siti di vendita immobiliare in Gran Bretagna, per cui è probabile che abbia subito alcuni interventi di Home Staging ovvero di “preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita.”. Una tecnica di marketing immobiliare ancora troppo poco conosciuta nel nostro Paese, eppure così necessaria per aiutare a vendere più rapidamente e al miglior prezzo una casa (leggi di più in questo post).

Comunque sia l’appartamento offre numerosi spunti ed ispirazioni.

Le cornici sui soffitti delle case d’epoca sono eleganti e danno un tocco speciale di autenticità, ma se vuoi un look più contemporaneo, ti accorgerai che è così facile inserire elementi dal design nordico: il contrasto è semplicemente perfetto. Alcuni dettagli, come la poltrona sospesa o il vecchio baule, conferiscono un tocco di personalità.

Ecco che la casa diventa un mix di semplicità ispirata allo stile scandinavo, così calda ed accogliente.

Buone idee da ricordare:

  • L’ispirazione scandinava si sposa anche con appartamenti d’epoca: materiali naturali, colori chiari, luminosità, ampi spazi e niente di ingombrante o barocco.
  • Poche cose, ma di carattere aiutano a mantenere l’ordine e la sensazione di serenità.
  • Durante il giorno cercare di far entrare la maggior quantità possibile di luce naturale. Di sera scaldare l’ambiente con le candele.
  • Trovare un equilibrio tra: semplice e funzionale spazio bianco e  atmosfera accogliente e confortevole.
  • Tocco DIY: creare un tavolo low budget con un piano di legno e due cavalletti.

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

Quando lo stile British incontra lo Stile Scandinavo

arredamento-stile-british-scandinavo (4)

arredamento-stile-british-scandinavo (6)

arredamento-stile-british-scandinavo (9)

arredamento-stile-british-scandinavo (7)arredamento-stile-british-scandinavo (8)

arredamento-stile-british-scandinavo (10)

arredamento-stile-british-scandinavo (11)

arredamento-stile-british-scandinavo (12)

arredamento-stile-british-scandinavo (13)

Fonte: freshlocations.com

Segui Casa e Interni su Facebook e Instagram.

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 




Torna su