“Casafacile-Academy” amplificatore delle energie creative del web

Pubblicato da blog ospite in Home Lacò

Da quando ho saputo che sarei entrata  a far parte del team di blogger di  Casafacile,  moltissime domande hanno cominciato a frullarmi nella testa,  mi chiedevo e mi chiedevano:  “Ma cosa significa questo?” , “cosa significa essere una blogger di Casafacile?”, “Cosa farai?”,  da allora sono passati circa tre mesi.

Ad Aprile, l’annuncio ufficiale al Salone del Mobile di Milano e dopo essere rimasta in stand-by per un pò, ecco arrivare le mail della redazione, la programmazione degli articoli, l’uso di google drive condiviso, i preziosi consigli delle blogger senior e del team  Casafacile, i pranzi e le chat fra le blogger junior per confrontarsi sui progetti futuri.

Dopo solo tre mesi, il 2 luglio, la redazione organizza il primo di una serie di giornate di formazione alla “Casafacile-Academy“.

Casafacile è una rivista piacevolissima da leggere, sfogliare e da cui prendere ispirazione, da qualche anno ha adottato una comunicazione innovativa, ponendosi come amplificatore delle energie creative del web, grazie ad una redazione virtuale che organizza collaborazioni con alcuni dei migliori blog italiani e stranieri.

Si è parlato di metodi di lavoro,  di cosa significa scrivere per Casafacile.it, di scrittura in ottica SEO, foto editing, applicazioni, programmi per il ritocco, comunicazione sui social e si è ribadito il concetto che studiare è alla base di tutto, ed è così che le domande hanno pian piano trovato risposta.

Una giornata bellissima, sponsorizzata “dalla più amata dagli italiani”, la Scavolini, l’azienda che negli anni ’60 è stata pioniera in Italia per la produzione delle cucine componibili.

Mi sentivo come al primo giorno di scuola, con quadernino per gli appunti e matite colorate (anche se poi era il cellulare quello che usavo per prendere appunti e fare foto 🙂

casafacile-academy giornata di formazione - home lacò 01E a fare da sfondo lo strepitoso edificio della Mondadori a Segrate (Mi), progettato dall’architetto Oscar Niemeyer nel 1975.edificio mondadori casafacile academy 01La giornata si è conclusa con la realizzazione di un post e moodboard sulle  Cucine Scavolini. Il mio gruppo ha lavorato sulla Diesel Social Kitchen,  fusione tra il brand di moda Diesel e l’esperienza di Scavolini. Una cucina per spazi open dalle finiture vintage, ideale per chi vuole accostare oggetti contemporanei, dal carattere un pò retrò.

casafacile-academy giornata di formazione - mood board scavolini- home lacò 03E’ da poco più di un anno che ho aperto Home Lacò, il mio blog e questa è senza dubbio una vera opportunità di crescita, per imparare all’interno di un team fantastico

Il mio primo post per Casafacile.it è pronto e in attesa di uscire… che dire non vedo l’ora…

casafacile-academy giornata di formazione - home lacò 04

 

 

 

 

L’articolo “Casafacile-Academy” amplificatore delle energie creative del web proviene da .

Tags:

 
 

Nella redazione di CasaFacile

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI

Alla fine di giugno arriva una mail di CasaFacile:

tutte le blogger CF Style sono invitate ad una giornata formativa presso la sede Mondadori.

Ho paura ad aprire la mail! Io tra giugno e luglio non ci sono per qualche giorno. Mi sarebbe dispiaciuto non essere presente, l’occasione era proprio da non perdere. Inoltre sarei stata senza l’ansia di ritornare a casa dalle bambine, visto che finalmente le avevo portate in vacanza dalla nonna.

La data è per il 2 luglio alle ore 10:00… Cavolo io rientro proprio il 2 alle 8.30! Faccio un sospiro di sollievo, se l’aereo non porta ritardo posso farcela!

Il mio 2 luglio inizia così:

con una sveglia alle 3.30 del mattino, viaggio fino a Catania, dove consegno la macchina noleggiata e partenza per Milano Malpensa.

Atterro puntuale, prendo la mia macchina lasciata al parcheggio e con un viaggio, che a me sembra infinito nelle tangenziali di Milano, finalmente arrivo a Segrate per le 10. Bene ci sono… ed invece no! Il navigatore impazzisce e mi ritrovo in una stradina sterrata chiusa. Sembra che non ci sia verso, metto anche il navigatore del cellulare e mi dà la stessa indicazione. Sfiduciata lascio quel vicolo cieco e mi immetto nuovamente in strada. Finalmente arrivo nella via Mondadori, che era proprio al di là della mia strada chiusa. Con una mezzora di ritardo, e con 7 ore già trascorse (quasi una giornata lavorativa completa), entro nell’auditorium dove si tiene il corso.

La nostra responsabile Barbara affronta durante la giornata diversi temi: da come gestire wordpress alle logiche della SEO, da come modificare una foto a come renderla rintracciabile sul web. Con pochissime ore di sonno non vi nascondo che il mio cervello ha rischiato di fare cortocircuito diverse volte, ma per fortuna ci sono stati momenti in cui abbiamo potuto rifiatare un po’.

In primis durante la mattina abbiamo visitato gli uffici di CasaFacile, i luoghi dove nasce la mia rivista del cuore e le persone che la rendono tale.

La cosa più bella è che il tour era guidato proprio dalla direttrice Giusi Silighini, che ci ha spiegato come nasce, quali sono gli elementi e quali i ruoli che rendono la rivista unica nel suo genere. Ci ha annunciato anche alcune novità future, ma non sarò io a svelarvele, almeno per il momento 😉

La pausa pranzo invece ci ha dato la possibilità di scambiare due chiacchiere tra noi blogger. Mi ha fatto tantissimo piacere aver ripreso i discorsi lasciati qualche mese prima e trovare punti in comune e bellissimi affiatamenti con alcune di loro.

Il pomeriggio ci ha visto protagoniste di un entusiasmante laboratorio di styling. Divise per gruppi abbiamo creato una moodboard ispirandoci alle cucine Scavolini, sponsor dell’iniziativa. Il mio gruppo si è cimentato con il modello Favilla, che rievoca lo stile country rieletto però in chiave contemporanea. Bellissime la cappe retrò, il blocco cottura e il blocco lavabo laccati opaco effetto ghisa, le maniglie e i pomelli ricercati, i piani in marmo e il lavello monoblocco in marmo travertino o in pietra grey.Tra diverse ispirazioni abbiamo deciso di seguire lo stile della cucina accendendolo di elementi dorati, per dargli ancora più ricercatezza. Spero che piaccia!La giornata è stata intensa, ma piena di stimoli e sorrisi. A fine serata ero distrutta, ma quello che posso dirvi è che sono veramente felice di far parte di questa squadra meravigliosa.

Tags: ,

 
 

Il mio articolo per CasaFacile: Ordito siciliano

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI, Design

Finalmente ho trovato uno spazio per pubblicare sul mio sito l’articolo che ho realizzato per CasaFacile e che mi ha portato ad essere nel team.

L’articolo presentato lo trovate qui, mentre oggi vi mostrerò la prima stesura, dove ad aiutarmi c’è l’azienda C&C Milano, tessuti made in Italy rifiniti rigorosamente a mano.

Questi tessuti mi hanno trasportato nella terra dove sono cresciuta: la Sicilia. Un viaggio nell’infanzia e nella memoria. Un racconto fatto di emozioni lasciate incastonate per sempre da Siracusa, ma anche dalle bellezze vicine alla mia città.

E attraverso un viaggio immaginario voglio portare voi in questa terra.

Il tour inizia da una delle attrazioni più richieste e amate: il mare.

C’è chi lungo le coste si gode il sole, chi come me è sempre alla ricerca di tesori regalati o restituiti.

Così oltre alle conchiglie è facile trovare un ramo levigato dall’acqua o una vecchia piastrella. Le stoffe di C&C Milano fanno da sfondo. Trame più consistenti si accostano alla leggerezza del lino e alla morbidezza del velluto di seta.

I colori, i sapori e i profumi che questa terra offre sono davvero molti e per tutti i gusti. Le varie tipologie di lino richiamano vecchi tovagliati e tessuti da cucina. Il velluto di seta con decoro carciofino è perfetto.

La Sicilia è stata fulcro di diverse civiltà. La storia e il mito si sono mescolati a tal punto da creare racconti in bilico tra realtà e fantasia. Delfi, che con la sua texture rimanda alla natura greca della Sicilia, in colore nero rievoca la terra lavica dell’Etna. La roccia magmatica contrasta con il candore delle pietre calcaree dei numerosi monumenti, così come il lino nelle tonalità neutre.

Questa terra è luce e brezza marina. Grida giocose di bambini nei cortili e voci nei mercati. Finestre aperte in cerca di refrigerio, donne ai davanzali, leggerezza di panni stesi al sole. Così il lino si accosta alla lana in grammature lievi.

Spero che questo mio racconto sia l’inizio di un nuovo viaggio…

E lo è stato 😉

Oltre a C&C Milano nell’articolo sono presenti in ordine di apparizione:

  • colori di Kerakoll Design House;
  • collier, design Francesca Peratoni, ispirata al papiro dove la parte in oro è stata realizzata dal maestro orafo Roberto Banchi; la parte in ceramica realizzata dal maestro ceramista Alessio Sarri, storico ceramista di Ettore Sottsass;
  • testa di moro di Ceramiche Artistiche Carcò;
  • piastrelle di Cancian Pavimenti;
  • orecchini in oro bianco e rubino design Massimo Izzo.
Tags: ,

 
 

Inizia una nuova avventura con CasaFacile

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI

Gli amanti di CasaFacile lo sanno già perché lunedì 16 aprile è stato dato l’annuncio ufficiale sui social. E’ nato un nuovo team Blogger CF Style, che rende più corposo quello già esistente.

E tra questi ci sono anch’io :-).

Il 18 ci siamo incontrati al Design Lab di CasaFacile dove è stato dato l’annuncio ufficiale e che ha dato modo di conoscerci dal vivo, visto che proveniamo da diverse parti d’Italia e non solo.

Abbiamo trascorso una bellissima mattinata in una location arredata con gusto e stile, del resto CF non sbaglia mai!

Nei prossimi giorni vi mostrerò come è nato l’articolo per il concorso di CasaFacile. Per ora vi rimando al link dove potete vedere il mio profilo e l’articolo stesso ;-).

A presto!

Hanno contribuito a realizzare questo bellissimo evento:

EDISON

BOSCH

SCAVOLINI

GABEL

GERFLOR

LONDONART

NOVACOLOR

PHOTOSI

SLAMP

TESCOMA

TWILS

CAFFE’ VERGNANO

BIONIKE

BOTTEGAVERDE

 

 

 

Tags:

 
 

Buon Compleanno CasaFacile!

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Da questa settimana in edicola un numero speciale con 70 pagine dedicate alla casa ideale


CasaFacile compie 20 anni, tutti ben spesi tra idee creative, prima&dopo, ispirazioni, soluzioni e approfondimenti smart che hanno fatto di questo magazine un vero e proprio “giornale-community” che è cresciuto insieme ai suoi lettori, on e off line.
“Sono già passati 20 anni da quando il nostro CasaFacile è comparso per la prima volta in edicola: in vent’anni ne abbiamo fatte di case!”, dichiara Giusi Silighini, direttore di CasaFacile. “Da quando sono arrivata alla direzione di questo mensile non ho avuto che un pensiero: non solo mostrare angoli da sogno e soluzioni iperfunzionali, ma rendere i lettori capaci di cambiare le loro case, prenderli per mano e spiegare i perché delle scelte d’arredo e degli abbinamenti di materiali e colori. Metterli in grado, insomma, di riprodurre quello che ogni mese vedono (e apprezzano) sfogliando CasaFacile. Siamo un mensile aspirazionale, ma accessibile e con un tocco anticonformista!”, conclude il direttore.
Tutto il 2017 sarà un anno ‘celebr-attivo’: CasaFacile organizzerà corsi ad hoc, nuovi workshop e laboratori creativi. Ci saranno tante occasioni di incontroper condividere la passione che unisce redazione e lettori: quella per le case e le loro storie. Il team di CasaFacile in questi anni si è arricchito: 24 giovani blogger creative, oltre 100 professionisti CF style(tra architetti e interior stylist) in tutta Italia che hanno superato un casting per mettersi poi a disposizione di chi richiede consulenze personalizzate: tutti a servizio dei lettori che ogni mese acquistano il mensile, degli oltre 245.000 fan attivi ogni giorno su Facebook e dei 75.000 follower su Instagram, per una total audience (stampa e digital) di 1.486.422 contatti al mese (Fonte: elaborazione MCube su dati Audipress 2016/II – Audiweb View ottobre 2016),
Le iniziative speciali partono questa settimana con un numero da collezione: le stylist di CasaFacile hanno progettato e realizzato la casa ideale, quella che risponde a tutti i sogni e bisogni di oggi, in cui ciascuno vorrebbe vivere. Oltre 70 pagine sono dedicate alla descrizione di questa “casa delle case” che riprenderà vita anche durante il Fuorisalone 2017, in una location d’eccezione nel cuore di Milano e della Design Week.
Non mancheranno, poi, allegati sempre più ricchi e consulenze on e off lineper trovare soluzioni pratiche per creare il proprio stile in modo fruibile, smart e divertente. Novità anche sul sito casafacile.it, con le nuove video-pillole, a cura del giornalista e conduttore televisivo Giorgio Tartaro, che raccontano e spiegano in perfetto ‘CF style’ le icone del design.
CasaFacile è in edicola da oggi, martedì 10 gennaio, al prezzo di 1,50 euro.
Per seguire tutti gli eventi dell’anniversario anche sui social network: #casafacile20anni


Tags: ,

 
 

Diventa designer con CasaFacile per Croff

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Contest by Croff e CasaFacile

Un contest rivolto ai lettori CasaFacile per disegnare la nuova  capsule collection “Croff by CasaFacile” 


Croff, il marchio di Upim dedicato all’home decoration, e CasaFacile, il noto magazine dedicato alla casa, hanno lanciato la nuova edizione della sfida creativa per la realizzazione della capsule collection a marchio Croff by CasaFacile.
I lettori che si metteranno alla prova con il contest Diventa designer con CasaFacile per Croff, si cimenteranno nell’ideazione di texture inedite, figurative o geometriche, a tema ‘Festa in giardino’, che andranno a decorare tovaglie, tovaglioli, tovagliette e bicchieri da bibita. 

Per partecipare, gli aspiranti designer dovranno inviare il proprio progetto grafico a casafacile.croff@mondadori.it entro il 15 settembre.
Una giuria di esperti sceglierà i due progetti grafici più freschi e originali per rendere uniche la tavola della prossima estate. Il colore, la vivacità e l’allegria caratterizzeranno il mood della ‘Capsule collection’ Croff by CasaFacile che riporterà sull’etichetta i nomi degli autori delle texture scelte. La collezione sarà in vendita da primavera 2016 in selezionati negozi Croff e Upim sul territorio italiano.


Tags:

 
 

Active sitting: il mio nuovo sport preferito

Pubblicato da blog ospite in Design, La Tazzina Blu

Se il diavolo in persona mi dicesse: “Camilla, in cambio della tua anima ti prometto che potrai rimanere in forma stando comodamente seduta davanti al computer” io gli risponderei “bene, dove devo firmare?”

Diciamo che non sono la persona più sportiva del mondo, anzi…. Sono la tipica persona che compra costoso abbigliamento da running per motivarsi, lo indossa una domenica mattina con tutte le buone intenzioni, e dopo circa 10 minuti si ritrova sull’argine con in mano un gelato ad osservare gli altri correre.

Ma il punto è questo: c’è un modo per rimanere in forma stando seduti, e per di più tenendosi la propria anima ben stretta.
Non sto vaneggiando. E’ una delle qualità delle famose sedie ergonomiche Varier, con il loro principio basato sull’active sitting (il mio nuovo sport preferito), un modo di stare seduti in cui sarà proprio la sedia a suggerirci di fare movimenti continui e controllati come dondolare, ruotare il busto, ondeggiare…
Se ci pensate non è poi tanto strano: il corpo ha continuo bisogno di muoversi, per questo motivo quando si rimane otto ore seduti in ufficio, l’istinto è sempre quello di dondolarsi sulla sedia (lo sto facendo anche in questo momento mentre scrivo il post), sdraiarsi, o di assumere posizioni scomodissime pur di mantenersi in movimento.

Vi basteranno questi dati per capire quanto una vita sedentaria sia deleteria per il nostro fisico… Basti pensare che con una seduta passiva (sulle nostre tipiche sedie “statiche”)

  • bruciamo circa 96 calorie all’ora
  • il nostro livello di concentrazione cala con il passare del tempo che spendiamo seduti
  • si riduce il nostro tono muscolare
  • si restringe il nostro flusso sanguigno rendendoci stanchi
Invece, con una seduta attiva e dinamica:
  • bruciamo circa 150 calorie all’ora
  • la nostra circolazione migliora rendendoci più attivi e concentrati
  • riusciamo a mantenere una postura corretta favorendo la naturale curvatura della colonna vertebrale
  • migliora la forza e la flessibilità

Ma vi dirò di più: durante l’incontro con le CF bloggers a Milano abbiamo avuto modo di testare ben 12 modelli diversi di Varier per sperimentare quanto cambiasse radicalmente il modo di stare seduti rispetto a come siamo abituate.

Inutile dirvi che una qualsiasi di quelle 12 sedie sarebbe comunque meglio di quella su cui passo l’intera giornata a progettare interni e scrivere, ma quando mi sono accomodata sulla Thatsit ho avuto una visione. Deve essere mia. La voglio. E’ lei.
Oltre ad essere bellissima per il suo look ultra-nordico, la Thatsit Balans sembra sappia il fatto suo anche dal punto di vista caratteriale: invece di assecondare il mio principio di scoliosi latente, mi ha subito “messa in riga” suggerendomi la posizione corretta da assumere… Non male per una tazzina in procinto di cominciare la sua attività da freelance e che prevede di raddoppiare le sue ore alla scrivania. 😉
Cosa ne pensate? Io ormai sono nella fase dell’innamoramento in cui non riesco ad immaginare una vita senza di lei.. Sono spacciata.
D’altronde se vi si presentasse l’opportunità di migliorare il vostro stile di vita grazie ad una sedia non fareste carte false pur di ottenerla? 🙂
Tags: ,

 
 

CF meeting for CF bloggers!

Pubblicato da blog ospite in La Tazzina Blu

Avvertenza: questo non è un vero reportage.  D’altronde, se lo fosse, non mi sarei ritrovata con milioni di fotografie scattate esclusivamente con il cellulare e neanche mezza foto fatta con i miei due chili di Canon 500D.
C’è poco da fare, con i miei miseri 5 megapixel di fotocamera mi sento sempre più a mio agio rispetto allo strumento che noi blogger dovremmo conoscere come le nostre tasche, la famigerata reflex.
Fortunatamente le mie colleghe nei loro post vi mostreranno qualcosa di meglio, quindi se volete vedere belle foto dell’evento vi reindirizzo sui loro magnifici blog 😉

Chiusa questa parentesi imbarazzante vorrei ribadire un concetto molto in chiave 8 marzo (lo so è un po’ tardi) su cui mi sono ritrovata a riflettere durante questo meraviglioso meeting tra blogger: le donne sono degli esseri meravigliosi.

Durante i numerosi incontri organizzati da Casa Facile a cui ho avuto modo di partecipare, l’energia delle donne mi ha sempre travolto e sconvolto, ma mai come questa volta.
Eravamo un mix di piccole imprenditrici, crafter, giornaliste, architetti, stylist, graphic designer e chi più ne ha più ne metta. Tutte donne intraprendenti con la voglia di dare il massimo per assorbire tutte le informazioni che Enrica Crivello, la nostra insegnante di Social Media Marketing ci somministrava.
Enrica è fantastica. Ammetto di essermi imbambolata a guardare il suo splendido outfit (lo potete vedere nella prima foto del post) ed il suo viso dolcissimo da ragazzina indifesa…Ma poi comincia la sua lezione e BOOM. Ad imbambolarti adesso non è più la sua blusa a fiori, ma il suo modo di parlare deciso, di chi la materia la conosce bene e la domina in tutti i suoi aspetti più tecnici.
Il social media marketing può essere una materia noiosa, ma Enrica ci ha tenuto sveglie e reattive, coinvolgendoci con domande, esercizi mentali e foto di gatti. Sì, perché nel caso ve lo steste chiedendo, il cat-marketing funziona sempre 🙂

L’intera giornata si è svolta in una location meravigliosa, resa ancora migliore dallo styling a cura di Elisabetta Viganò. Un’altra donna che sa quello che fa, per questo le riesce tutto alla perfezione. 
Lo stile era inconfondibile: appena sono arrivata infatti, mi sono sentita catapultata tra le pagine del nostro adorato Casa Facile. Non era il solito centro congressi, ma uno spazio pensato come fosse una casa, per far sentire tutti a proprio agio e circondati dalla bellezza. Non trovate che sia fondamentale lavorare in un ambiente piacevole alla vista e stimolante? Il mio primo pensiero è stato: “voglio vivere qui per il resto dei miei giorni”.
Lo spazio era suddiviso in due aree: la più piccola per concedersi una rilassante pausa caffè leggendo il nuovo numero della rivista, e la più grande, attrezzata di cucina, salottino e un grande tavolo circondato dalle mitiche sedie Varier, di cui vi parlerò più avanti 😉
La mattinata è trascorsa liscia e dopo la pausa pranzo, in cui ho avuto modo di trovare la mia blogger-compagna di motto Lucrezia di C’era una Vodka, è cominciato il workshop di fotografia con Giandomenico Frassi, colui che firma la maggior parte dei servizi che trovate su Casa Facile. Avrei avuto bisogno delle sue pillole di fotografia molto prima del meeting, così almeno vi avrei proposto qualche scatto decente. Sarà per la prossima volta 😉
Per rimanere in tema di strong women vorrei menzionare la mitica Barbara Pederzini (aka Fatamadrina) che grazie al suo talento da wedding planner ha organizzato in modo impeccabile l’intero evento, pensando ad ogni singolo dettaglio/bisogno di noi blogger. Amo la sua “competenza creativa” e la sua capacità di tener sempre tutto sotto controllo… Barbara vuoi diventare la mia life-coach? Credo di aver bisogno di te nella mia vita.
E per chiudere in bellezza vorrei ringraziare Giusi Silighini, che ha trasformato il concetto di rivista in qualcosa di molto più grande, una vera e propria fabbrica delle idee, da cui i lettori e la redazione ne escono arricchiti numero dopo numero. 
Grazie Casa Facile 🙂
E grazie a tutte le blogger del CF team, che rendono il web un posto migliore con la loro presenza online e la loro personalità imprenditoriale, creativa, spontanea… Queste vi mangiano i risi in testa (come diciamo noi in Veneto), quindi fareste meglio a seguire i loro blog:
Tags: ,

 
 

CasaFacile & Sedie Varier: l’arte dell’Active Sitting

Pubblicato da blog ospite in Cappello a Bombetta, Design
Da migliaia di anni l’evoluzione umana prosegue inesorabile, a volte con piccoli impercettibili cambiamenti, a volte con decisi balzi in avanti.  Quello che definisce i nostri tempi è l’Homo Technologicus: alla clava e all’arco ha sostituito Ipad e Smartphone; non costruisce piramidi o castelli ma grattacieli; non corre più nella piatta savana ma passa seduto alla scrivania molte ore della sua giornata: la naturale postura del corpo viene forzata in posizioni innaturali che alla lunga possono influenzare la salute dell’intero organismo. Pensateci, il corpo ci manda segnali, a volte lievi come semplice spossatezza o disagio, altre volte più importanti come indolenzimenti e dolori veri e propri: ci sta dicendo qualcosa e noi dovremmo ascoltarlo, se non fossimo così distratti dal nostro stile di di vita, per poi accorgercene magari troppo tardi!
Ecco quindi entrare in campo la creatività umana: il talento di Varier per il disegno e la realizzazione di sedie innovative e confortevoli, create per assecondare e favorire i naturali movimenti del corpo anche seduti a una scrivania. Questo è il mondo dell’ Active Sitting.  Sedie in movimento? Sembra un paradosso invece è una realtà consolidata nel tempo,  un’idea geniale che Varier porta avanti da anni ( dal 1979, pensa un po’) e con la quale fa una piccola, anzi grande, rivoluzione nel nostro modo di vivere e lavorare. Ma come?  Con sedute che permettono piccoli movimenti come oscillamenti, ondeggiamenti, dondolii, per evitare posizioni innaturalmente immobili che alla lunga possono danneggiare il nostro corpo.
Uno dei modelli più famosi, la Thatsit Balance: ergonomica e modulabile, offre diverse possibilità di seduta. Sarah e Gaia mi sembrano soddisfatte.
Avevo già visto uno dei modelli più famosi, il Variable Balans e, sono onesta, ero perplessa. Mi sembrava bizzarro come sanno essere a volte gli oggetti di design e, ammettiamolo, alcune sedie sono belle ma così scomode che al confronto il Trono Di Spade pare un pouf di panna montata.

Ma mi sono dovuta ricredere. Il 6 Marzo CasaFacile ha permesso a noi bloggers di provare diversi modelli proposti da Varier, dandoci così l’occasione di raccontare la nostra esperienza. 
Sebbene debba ammettere una certa diffidenza iniziale con la sedia che mi era stata assegnata, è bastata la spiegazione esauriente, e molto appassionata, del Signor Varier in persona e del suo staff, per farci entrare nel loro mondo, capire come sfruttare al meglio le potenzialità delle nostre sedute, come adattarle per rendere perfette per il nostro corpo e aumentare il comfort.  
Lo Staff di Varier ci spiega con competenza e passione la storia e le potenzialità delle loro sedute.  Anabella, sta provando la Varier Active, con la seduta a forma di sella e il sostegno anteriore: dal sorriso sembra gradire. Alessandra sta provando un altro modello di Active con un originale poggiapiedi mobile. Sara e Barbara si confrontano sulle diverse esperienze.
La Variable Balans con il suo design inconfondibile: la postura di Camilla è perfetta, su questa sedia la Tazzina è ancora più cool. 
La sorpresa è stata notevole. Per molte di noi credo quasi una rivelazione. Queste sedie insomma non sono solo belle e di design, ma aiutano il nostro corpo a mantenersi in forma, in salute e rendono anche la giornata più lunga in ufficio meno stressante. Non ditemi che questa non è una rivoluzione!
Il Modello Actulum, il mio preferito, messo alla prova da Giulia… prova superata! 
Ognuna di noi ha cercato e trovato la sedia più adatta alle sue esigenze: chi sta al computer molto tempo, chi disegna, chi lavora su tavoli alti, chi ha bisogno di particolare sostegno sulla schiena. Ho percepito con chiarezza la passione che Varier mette nel proprio lavoro, elevato a missione. E’ stato uno di quei momenti in cui la frase “la forma al servizio della funzione” diventa per noi profani finalmente tangibile; il modo in cui possiamo come utenti finali apprezzare al massimo la purezza e l’efficacia di uno degli assiomi fondanti del Design.
Silvia e Gaia mettono alla prova gli sgabelli Varier Eight adatti a banconi e tavoli alti: sono stilosi e comodi. 
La sedia che mi è stata assegnata è anche la mia preferita: della Actulum adoro il movimento a dondolo, che trovo così rilassante, come pure lo schienale, perfetto per accompagnare e sostenere dolcemente la schiena. E il design è strepitoso.  
Un sogno resta la Gravity Balance, una sedia quasi magica: sono sicura che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti avessero in casa una sedia così, parola di Bombetta! 
Tags: , ,

 
 

Il segreto di CasaFacile (ho le prove)

Pubblicato da blog ospite in Idee, The Orange Deer
Hai letto su Facebook la grande notizia? Sono tra le dodici blogger selezionate per entrare a far parte del team di CasaFacile


L’ho saputo lunedì e venerdì ero a Milano insieme alle altre new entry, alle dodici blogger selezionate l’anno scorso e alla redazione. È successo tutto così in fretta che la mia mente non ha avuto nemmeno il tempo di realizzare. Non so se è stato più strano sentirmi dire “Ciao Fiorella” dalle blogger che leggevo tanti anni fa, quando nemmeno sapevo cosa fosse un blog, oppure da quelle amiche con cui collaboro e mi confronto da mesi, ma di cui non avevo mai sentito la voce.

Foto di Appunti di Casa

Seduta al tavolo insieme a loro, mentre Enrica Crivello parlava di social media cose, io le guardavo e mi chiedevo se stesse succedendo davvero. Probabilmente avevo anche un sorriso da ebete stampato in faccia.
E poi c’era Giusi, il direttore, che con la sua simpatia è riuscita subito a metterci a nostro agio, e Barbara Pederzini, che le cose che ho imparato da lei nemmeno all’Università!

Foto di CasaFacile
Insomma, qual è il segreto di CasaFacile lo avrai intuito: è un posto pieno di grandi donne (ma anche uomini) che amano fare quello che fanno e sopratutto amano condividerlo in modo semplice e spontaneo,  andando al di là dei ruoli, come tra amiche.

Foto di CasaFacile
Tags: ,

 
 




Torna su