Il mondo Abimis: l’alta cucina è nei dettagli

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?

È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?

Abimis parte da questa domanda. Parte dal cuoco, attorno al quale solo successivamente costruisce un ambiente unico e articolato, cucito sui gusti e sulle necessità, interamente su misura.


Dalla forma alle dimensioni, al piano, alle ante, alle finiture: come un Lego, tassello dopo tassello la cucina (intesa come ambiente, come appendice del cuoco, non solo come oggetto) prende forma in ogni suo dettaglio, mai uguale e sempre altamente performante.

Trait d’union, l’acciaio inossidabile AISI 304, biologicamente neutro, ultra-resistente e sostenibile, perché riciclabile al 100%.


Ma a rendere unica una Abimis non è solo la sua sartorialità di fattura artigianale, bensì l’ampio portfolio di caratteristiche tecniche peculiari della ristorazione professionale, e che l’azienda ha portato all’interno dei contesti domestici, per i veri cultori della cucina. 

I piani Abimis, disponibili in più versioni, sono senza fughe per garantire il massimo dell’igiene. Lo spessore elevato garantisce massima robustezza. Anche l’alzata del piano, prodotta in un pezzo unico, viene adattata a qualsiasi situazione. Le ante, arrotondate sui quattro spigoli o squadrate, hanno un’anima in alveolare d’alluminio per coniugare leggerezza e robustezza, e attutire il rumore quando si chiude l’anta.
È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?
Ai tradizionali vani squadrati, Abimis affianca il vano con angoli raggiati, per impedire allo sporco di annidarsi e facilitare le operazioni di pulizia. I ripiani nei vani e nei moduli sono estraibili, per sfruttare fino in fondo lo spazio e renderlo più facilmente accessibile.I vani, adattabili a qualunque elettrodomestico, sono realizzati in misure compatibili con il sistema Gastronorm, insieme di misure standard riferite a tutti gli elementi del cucinare.
Abimis ha studiato e brevettato la cerniera cardine di Ego. Completamente in acciaio, consente di disegnare cucine con le ante a filo, non necessita di essere regolata e facilita la pulizia.  Non solo estetica, dunque, ma anche funzionalità, sicurezza e massima igiene.


È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?

Ma non è tutto, perché Abimis propone cassetti refrigerati e caldi, lavelli su misura per accogliere anche le stoviglie più grandi e personalizzazione infinita anche nelle finiture del top e delle ante, queste ultime verniciabili o rivestibili in legno, pietra naturale, pietra acrilica e altri materiali. 



Tags:

 
 

I vantaggi e gli svantaggi di una cucina in legno

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Solo Arredo

Se siete in procinto di acquistare una nuova cucina, sicuramente vi sarà balzata in mente l’idea di acquistare una cucina in legno. Ovviamente, come ogni cosa, una cucina in legno ha i suoi vantaggi e svantaggi; andiamo ad analizzarli.

I vantaggi di una cucina in legno

1. Naturalezza
Sicuramente una cucina in legno ha quella semplicità che gli amanti della natura apprezzeranno sicuramente. Inoltre, contrariamente agli altri tipi di materiali, dà un tocco di unicità alla vostra cucina.

2. Varietà
Diversamente a quanto si possa pensare, scegliere una cucina in legno significa anche andare incontro alla scelta di una serie di caratteristiche della cucina. È possibile scegliere lo stile, il colore, le finiture ed altre caratteristiche dei mobili, ma anche del tavolo e delle sedie.

3. Resistenza e facilità di riparazione
I mobili in legno sono sicuramente tra i più resistenti. Ovviamente la loro resistenza dipende anche dal tipo di legno (dalla quercia si ricavano i mobili più resistenti ma ci sono anche altre qualità molto resistenti). Inoltre, è possibile riparare facilmente mobili in legno in quanto grazie a semplici rifiniture possiamo nascondere graffi e segni di usura.

Svantaggi di una cucina in legno

1. Manutenzione ordinaria
Se si ha una cucina in legno, bisogna prestare attenzione a tutta una serie di cose. Ad esempio, occorre evitare di esporre troppo la cucina ai raggi solari (per evitare cambi di tonalità) e di sovraccaricare tanto i mobili, per non incorrere nella deformazione delle mensole. Anche l’umidità è un nemico delle cucine in legno.

2. Costo
Le cucine in legno hanno in media un costo più alto rispetto agli altri tipi di cucine. Tuttavia, ci sono delle qualità di legno più economiche che consentono di avere una buona cucina spendendo poco. Ad esempio, il legno frassino è uno dei più economici e gode di una buona resistenza meccanica (si flette senza spaccarsi).

3. Pulizia
Pulire una cucina in legno è sicuramente più difficile degli altri casi. Il legno non puó essere trattato con tutti i tipi di detergenti. Ad esempio, occorre evitare assolutamente di usare candeggina e solventi sui mobili in legno.

ShareThis

Tags:

 
 

Cucina ad isola: tutto quello che devi sapere prima di acquistarne una

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design

Scegliere e acquistare la giusta cucina con isola: come fare, cosa valutare, gli errori da evitare.
Questa guida all’acquisto ti accompagnerà nella scelta della cucina ad isola migliore per te. Tratteremo le principali caratteristiche di questo modello, elencheremo i pro e i contro, vedremo quali sono le misure indicative e i prezzi standard.

Sirio è una cucina con isola in vendita online su www.arredaclick.com

Cos’è e com’è fatta la cucina ad isola

È un modello di cucina che prevede un blocco centrale indipendente chiamato appunto “isola”. È possibile parlare di isola dispensa, isola cottura e isola lavello e cottura a seconda degli elementi presenti nel monoblocco. Nell’immagine seguente alcuni schemi esemplificativi.

L’isola può essere sfruttata anche come piano snack per la colazione o un pasto veloce al bancone, rigorosamente da completare con comodi sgabelli piano cucina.

Isola dispensa. Isola con piano cottura e cappa. Isola con piano cottura, cappa e lavello.

 

Quando e perché acquistare una cucina con isola: vantaggi e svantaggi

VANTAGGI

  • Convivialità, condivisione e intrattenimento
    Posizionata tra i mobili della cucina e quelli della zona giorno, l’isola mette a disposizione uno spazio di lavoro proiettato sul living. Ciò significa che mentre si cucina si può facilmente interagire con chi è in salotto, allo stesso tempo restando comodamente seduti sul divano si può parlare (e vedere) chi è ai fornelli. I bambini possono appoggiarsi all’isola per fare i compiti mentre i genitori cucinano e riordinano. Invitare ospiti a cena sarà un piacere grazie alla possibilità di condividere gli spazi e conversare allegramente mentre si prepara il cibo.
  • Zona attrezzata o non attrezzata? Elettrodomestici o spazio?
    Definire quanti e quali elementi funzionali inglobare nel monoblocco è una delle prime cose da decidere. Tutto dipende da gusti ed esigenze e praticamente ogni desiderio può essere esaudito… importante progettare tutto fin dal principio.
    Il top dell’isola dovrà ospitare il piano cottura con la cappa, il forno e il lavello, si preferisce utilizzarlo come ampio piano d’appoggio per cucinare oppure come tavolo per mangiare? La parte inferiore dell’isola sarà occupata da forno e lavastoviglie oppure meglio prevedere cassetti e vani contenitore?
  • Cucina vera e propria, autonoma e indipendente
    L’isola può sostituire completamente tutti i mobili della cucina e diventare il centro focale dell’ambiente. Se ben organizzata e di dimensioni appropriate può ospitare il piano cottura con fornelli e cappa, il lavello, la lavastoviglie e il forno. Per garantire la funzionalità dell’ambiente è necessario prevedere un frigorifero free-standing, un armadio contenitore o una dispensa per riporre gli oggetti utili e una scorta di cibo.
  • Estrema pulizia e niente schizzi sul muro
    La posizione centrale dell’isola e la sua lontananza dai muri aiuta a evitare i tanto odiati schizzi sulla parete, fastidiosi e spesso difficili da pulire. Con questa soluzione mentre si cucina si sporca solamente il piano, una superficie che risulta molto più facile e veloce da ripulire.

SVANTAGGI

  • Ingombro a centro stanza
    Presupposto fondamentale per il montaggio di una cucina isola è lo spazio. L’elemento ad isola richiede preziosi centimetri per spostarsi agevolmente nell’ambiente e per aprire cassetti, cestoni e sportelli degli elettrodomestici. Una cucina ad isola non è consigliata in ambienti ristretti e poco ampi perché non si riuscirebbe a sfruttare al massimo la sua funzionalità.
  • Predisposizione degli impianti di luce, gas, acqua e aspirazione
    L’isola dotata di piano cottura, cappa e lavello richiede per ovvi motivi la presenza di tubature, scarichi, cavi e prese. Data la posizione centrale dell’isola potrebbe essere necessario spostare o ampliare gli impianti fino a collegare correttamente questo blocco indipendente. I lavori di allacciamento richiedono tempo per la realizzazione e costi da stimare insieme a elettricista, idraulico e piastrellista. Per questi motivi, se possibile, è bene progettare la cucina ad isola in fase di costruzione della casa, cercando di contenere disagi e costi.
  • Biancheria da tavolo: tovagliette americane al posto della tovaglia
    Le forme e le dimensioni del piano dell’isola non permettono l’utilizzo di classiche tovaglie. Il runner da tavola potrebbe rivelarsi utile per coprire la superficie, in alternativa le tovagliette americane rettangolari si rivelano perfette per colazioni, pranzi e cene.

Cucina con isola Sistema 901, componibile e personalizzabile

Dimensioni isola cucina, ingombri e spazio necessario

L’isola della cucina può avere dimensioni variabili ed essere realizzata praticamente su misura. Su ArredaClick è possibile trovare elementi-isola con larghezze cm 90 / 94 / 120 / 124 / 150 / 154 / 180 / 184 / 240 / 244, profondità cm 98 (cm 62 solo per isola contenitore) e altezza cm 86.
La profondità indicata corrisponde all’ingombro massimo, la misura effettiva del top e quella delle basi possono essere differenti, soprattutto in caso di piano snack con spazio per sgabelli.
L’altezza di 86 cm può variare leggermente a seconda della tipologia di piano top, in generale è studiata per offrire a tutti il massimo comfort d’utilizzo.

Per questo modello di cucina consigliamo di prevedere una distanza minima di 1 metro tra il blocco isola e i restanti mobili. Si richiede una distanza maggiore se il piano viene utilizzato come tavolo e viene quindi affiancato da sgabelli bar.

Progettare una cucina ad isola: l’impianto elettrico e gli allacciamenti idraulici

Dalle caratteristiche alle dimensioni, passando per i pro e i contro, fino ad arrivare agli aspetti tecnici della progettazione di una cucina ad isola.
Se sull’isola c’è lo spazio per lavello e piano cottura è necessario studiare un corretto progetto architettonico, nel dettaglio l’impianto elettrico e quello idraulico.
Fondamentale stabilire l’esatta collocazione dell’isola per determinare sia i tubi e gli attacchi necessari sia le uscite da prevedere e gli allacci a pavimento e a soffitto. Alimentazione gas, acqua, lavastoviglie, scarico dell’acqua, fori di ventilazione, quadro elettrico per piano cottura, lavastoviglie e prese di corrente per piccoli elettrodomestici da cucina come frullatore e microonde.
Per approfondimenti e consigli di realizzazione contatta un tecnico esperto di fiducia.

Da non sottovalutare l’impianto di illuminazione: è necessario predisporre una fonte luminosa posta in alto e in corrispondenza della zona di lavoro, per questo è necessario prevedere un punto di uscita dell’alimentazione a soffitto.
Di fondamentale importanza la presenza di una cappa aspirante per eliminare i cattivi odori della cucina. Esistono cappe da cucina moderne e di design che arredano con originalità l’ambiente.

Isola cucina con piano cottura, lavello e piano snack

Cucina con isola centrale: quanto costa

Ed ecco una delle risposte più odiate: “Dipende!”. Ma cosa possiamo farci se è veramente così?!
Per darti un’idea di prezzo abbiamo scelto due cucine ad isola tra le composizioni più apprezzate dai nostri clienti. Si tratta di soluzioni progettate dai nostri designer sulla base delle esigenze più diffuse e delle richieste più gettonate.

Opzione 1
Cucina con basi contenitore e lavello, pensili contenitore, frigorifero freestanding + isola cottura con cappa, forno da incasso e piano snack per tre sgabelli. Guarda nel dettaglio la composizione.

Dimensioni composizione lineare: cm 340 p.60 h.240
Dimensioni isola: cm 180 p.98
Budget: a partire da 2.100 euro

Composizione cucina con isola cm 340 + 180 x 98 h.240

 

Opzione 2
Cucina con basi contenitore e lavello, pensili contenitore, colonna frigo, colonna forno + isola cottura con cappa e piano snack per tre sgabelli. Guarda nel dettaglio la composizione.

Dimensioni composizione lineare: cm 420 p.60 h.216
Dimensioni isola: cm 184 p.98
Budget: a partire da 3.600 euro

Composizione cucina con isola cm 420 + 184 x 98 h.216

Se stai cercando una cucina ad isola con un budget diverso da quello che hai trovato qui contattaci.

Dove comprare online una cucina a isola

Su www.arredaclick.com trovi un intuitivo visual planner che ti aiuta a disegnare la tua cucina componibile. Scegli gli elementi, aggiungi i singoli moduli, cambia la loro posizione, modifica la composizione, salva il progetto e rivedilo quando vuoi.
Importante: il planner è gratuito, non richiede installazione, lo puoi utilizzare su pc, tablet e smartphone, non richiede particolari conoscenze tecniche.

Se stai cercando un elemento cucina in particolare consulta direttamente il catalogo elementi con sviluppo ad isola.

Hai bisogno di aiuto? Contatta gratis il nostro servizio clienti, clicca sul banner qui sotto.

Tags:

 
 

Arredamento cucina: nuove tendenze 2017

Pubblicato da blog ospite in Idee, Things I Like Today

arredamento cucina - tendenze 2017

Tendenze e consigli per l’arredamento cucina 2017 ispirandoci a quelle che tanto ammiriamo sulle riviste di interior design!

Tutti noi sogniamo una cucina in grado di rispondere ad ogni nostra esigenza, desideriamo una cucina dal design moderno come quelle che spesso vediamo tra le pagine delle patinate riviste di arredamento. Ottenere delle cucine del genere però spesso richiede l’investimento di molto denaro, motivo per il quale rinunciamo al nostro sogno e lo rimandiamo al futuro, oppure quando decidiamo di intervenire vogliamo che le nostre scelte restano attuali per molto tempo senza diventare subito obsolete. Oggi fortunatamente siamo molto agevolati in quanto online possiamo approfittare di molte buone occasioni per acquistare complementi di design senza spendere una fortuna come su Verdelilla Home, un sito specializzato nella vendita online di accessori per la casa. Ma vediamo adesso quali sono le principali tendenza di arredamento cucina per l’anno 2017.

Arredamento cucina: trends 2017

Quando parliamo di arredamento cucina spesso le cose si fanno complicate perché naturalmente la cosa che vogliamo ottenere principalmente da questo ambiente è che sia pratico e funzionale, ma allo stesso tempo vogliamo che la nostra cucina sia alla moda e di tendenza, ma soprattutto che resti così per molto tempo.
Quali sono allora le novità 2017 in ambito di arredamento cucina?
Vediamone alcune insieme:

Bianco e Nero

Questo abbinamento è il più classico in assoluto, sono entrambi colori senza tempo che resteranno sempre attuali anche con il passare degli anni. Il modo migliore per utilizzare questi colori è quello di sceglierne uno che faccia da colore dominante e l’altro come elemento di contrasto, come per esempio dipingere una parete di colore nero e accostarvi dei pensili o delle mensole di colore bianco. Prendi anche il considerazione la scelta di accessori cromati, aggiungeranno un elegante accento glamour.

arredamento cucina - bianco e nero evergreen

Legno in prima linea

Molte tendenze 2017 si concentrano sullo stile minimal, quindi un arredamento spoglio ed essenziale. Il legno si presta molto a questo genere, uno stile lineare e dagli angoli taglienti, insomma più semplice è meglio è.

arredamento cucina - il calore del legno

Accessori in rame

Per molto tempo il must in cucina è stato l’acciaio inox, ma sembra che la tendenza stia cambiando direzione. Oggi infatti la parola d’ordine sta diventando “rame”, una scelta che fa la differenza e si distingue dalla massa. Puoi scegliere di inserire nella tua cucina lampade in rame, una cappa sopra il piano cottura o perché no addirittura inserire un lavandino di rame. Ma qualunque sia la tua scelta ricorda che il rame ed il lucido solo la parola chiave per mettere in evidenza qualcosa.

arredamento cucina - la nuova tendenza del rame

Pavimenti a motivi

In contrasto con il parquet o il laminato oggi si stanno diffondendo molto i pavimenti con motivi, sono in grado di infondere allo spazio uno stile molto personale, ma attenzione prima di scegliere un disegno valutate bene gli angoli della stanza.

arredamento cucina - pavimenti a motivi

Questi sono solo alcuni piccoli consigli da poter tranquillamente seguire nel caso in cui si vuole arredare la propria nuova cucina o se si vuole semplicemente ammodernarla un po’. Queste ultime tendenze 2017 sono scelte destinate a perdurare nel tempo e a non passare di moda nel giro di qualche stagione.

Tags: ,

 
 

L’alternativa ai pensili in cucina {e non sono solo le mensole…}

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Idee

“Sei sicura, Benedetta, che sia davvero così? No perché, sai, una cosa si può guardare da tante angolazioni differenti”. Me lo dice il capo redattore quando lavoravo al giornale, tanto tempo fa ormai. Non ho mai scordato questo insegnamento, che investe ogni aspetto della vita. Anche l’organizzazione dello spazio. Per esempio: in cucina possiamo pensare a qualcosa di diverso dai pensili. Sia pur comodi. L’alternativa? Non solo mensole {che comunque adoro}. 

La cucina è luogo più difficile da sistemare. Ci vuole un vero lavoro di archiviazione che comprenda pentole, stoviglie e alimenti.
Pensando a un’alternativa ai pensili, che stanno conoscendo un momento di declino, ci sono alcuni opzioni che possiamo considerare.
Soprattutto per oggetti che usiamo spesso, quelli da avere a portata di mano.

L’alternativa ai pensili in cucina

Il davanzale

Amo i davanzali larghi e spaziosi, per metterci le erbe aromatiche, i bicchieri, i mestoli e da valorizzare con belle piastrelle o altri materiali. Un’opzione da considerare al posto di pensili e mensole in cucina.

pensili in cucina

pensili cucina misure

I ganci

Mi piace l’idea di appendere l’aglio e l’origano che ho preso in Puglia, l’imbuto, lo scolapasta, le borse di rete dalle cremagliere per raccogliere i limoni o altro.
Tutto in maniera semplice e pratica, ma di stile. Come piace a noi, giusto?

organizzare la cucina

organizzare la cucina

pensili in cucina

La credenza

Si usa soprattutto nelle abitazioni dallo stile vintage e country, la credenza della nonna è un’ottima alternativa ai pensili in cucina. A me piace anche in una cucina dallo stile moderno, a una condizione però: che ci sia intorno dello spazio per valorizzarla come merita.

mobili per cucine componibili

Quale soluzione preferisci? Hai qualche altra idea alternativa ai pensili da cucina?

Immagini 1, 2, 3, 4, 5, 6,

The post L’alternativa ai pensili in cucina {e non sono solo le mensole…} appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

CUCINA SINTESI by Comprex

Pubblicato da blog ospite in Design, Voglia Casa

COMPREX, capacità sartoriale nel saper realizzare cucine di grande fascino e personalità, pur mantenendo uno stile semplice e delicato.

Disegno pulito, lineare ed essenziale. Sintesi è l’emblema della capacità sartoriale di Comprex nel realizzare cucine di grande fascino e personalità, pur mantenendo uno stile semplice e delicato.

Nella versione in noce la naturalità del legno diventa protagonista e crea ambienti caldi e suggestivi senza tralasciare i dettagli che completano una cucina dalle grandi performance.

La cucina Sintesi è disponibile in tre versioni: ad isola, a penisola e a banco. Fa parte delle Collezioni Comprex che comprendono modelli con finiture e design speciali per chi cerca uno stile raffinato.

Sintesi è caratterizzata da dettagli puliti e curati, come quello della maniglia a scomparsa, che trasmettono un’idea di ordine all’interno dello spazio cucina.

Le colonne conservazione e contenimento si integrano perfettamente alla zona living, creando uno spazio unico con la cucina: le ante rientranti sono caratterizzate da meccanismo a scomparsa, grazie al quale si ottiene il vantaggio di una totale fruibilità dei vani.

Le ante di grosso spessore determinano gli spazi trasmettendo solidità ed allo stesso tempo eleganza, due delle caratteristiche principali di Sintesi.

Salva

Tags:

 
 

Binova in via Durini: il meglio delle cucine italiane

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Binova in via Durini il meglio delle cucine italiane

Arredare una cucina non è cosa semplice, a Milano però da tempo la cucina si chiama Binova. Da qualche mese ormai in via Durini 17 è aperto un nuovo showroom dove si possono scegliere i migliori prodotti del design italiani.

Binova nato oltre 50 anni fa in una piccola bottega di Assisi,  è diventato il brand che rappresenta il made in Italy per l’eccellenza. Lo store è stato voluto fondamentalmente da Antonio Arangiaro, è questo infatti solo uno degli step innovativi del noto brand che ha da poco messo in piedi uno stabilimento all’avanguardia dove vengono prodotti ed assemblati tutti i pezzi.

Via Durini, il tempio dell’arredo in cucina

E’ in via Durini che si può ammirare il meglio delle cucine italiane ma è anche qui che si può percepire il vero concetto della Kitchen’s Architecture, un modo nuovo di pensare la zona cucina. Uno spazio progettato per vivere e sopratutto per fare arredo, e, i concetti esplicati da Binova con linee semplici e pulite capaci di affascinare anche il designer più ricercato e raffinato. In via Durini è la festa della bellezza: è la cucina che si fa arte ed arredo.  Lo spazio espositivo è curato dal responsabile design Daniele Marcattili, gli interni vengono curati e pensati dall’architetto Michele Negri dello staff L2 GroupTante sono le proposte d’arredo ispirate alla Kitchen’s Architecture: non mancano indubbiamente le proposte perfette da poter acquistare o inserire nei progetti di interior design. 

Binova in via Durini il meglio delle cucine italiane

Binova in via Durini il meglio delle cucine italiane

Tutte belle le cucine: Mantis però supera tutti grazie alla presenza del legno di Rovere magna montato a spina di pesce, una bella isola poi è la parte principale della cucina che diventa spazio da vivere completamente grazie alla libreria Pivot in legno sagomato che può fare bella mostra nel living aumentandone la socialità. Altro bell’esempio di arredo contemporaneo facile da inserire in un progetto è indubbiamente Regula, la prima ed unica cucina destrutturata leggera ed espressiva, presentata per la prima volta 20 anni fa, continuamente riamodernata per diventare quello che vediamo oggi: una perfetta unione tra passato e futuro.

Kitchen’s Architecture: La funzionalità di un ambiente

Modelli che fanno l’architettura della cucina, idee d’arredo capaci di lasciare a bocca aperta chiunque sia appassionato del bello e voglia progettare cucine. E’ proprio questo il concetto principale che si esplica nello show room, la Kitchen’s Architecture  è qui sviluppata a tutto tondo basta percepire il livello di funzionalità di ogni pezzo  Ogni elemento infatti non è mai progettato per caso ma si inserisce in un contesto ampio che struttura l’ambiente in base alle necessità della funzionalità. Ad esempio le colonne della cucina sono diventate funzionali pilastri portanti di un progetto di cucina che entra a far parte di un ambiente soggiorno molto più ampio e dedicato alla socialità, infatti nella visione progettuale di tutte le proposte d’arredo diventa fondamentale l’integrazione di spazio che rende una parete destrutturate e al contempo carica di funzionalità. Qualcosa di differente ed importante. Concetti esplicati in tutta la loro carica rappresentativa in grado di cambiare nel tempo il modo di arredare un ambiente vitale come quello della cucina.

Binova in via Durini il meglio delle cucine italiane

Lo showroom di via Durini a Milano

Tutto questo ed altro, oltre che in via Durini, lo si può vedere online su  www.binovamilano.it

The post Binova in via Durini: il meglio delle cucine italiane appeared first on La gatta sul tetto.

Tags:

 
 

Cucina: quando il colore è protagonista

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
La nuova linea di complementi colorati Marchi Cucine

I nuovi trend in fatto di cucine parlano chiaro: COLORE

Basta un dettaglio dalle tinte accese per trasformare l’ambiente più vissuto della casa in una stanza ricca di stile e ‘calore’… per una cucina che sappia raccontare la storia di chi la abita.  Marchi Cucine, oltre alle collezioni di cucine componibili completamente attrezzate, propone una selezione di elementi singoli dalla forte personalità, unici nel design e in grado di rispecchiare la grande varietà di stili che l’azienda ha saputo interpretare nel corso di 40 anni di storia. Complementi che soddisfano le più moderne esigenze funzionali e, contemporaneamente, esplorano le ultime tendenze, per regalare un tocco unico e ironico alla cucina. Per un effetto ‘fuori dal comune’ e per chi ama stupire. 


Container


Un colore caldo e un design che sorprende: CONTAINER, è la dispensa stile industrial di Marchi Cucine in grado di dare un tocco ‘pop’ all’ambiente. La sua struttura è in listellare laccato con le due ante in fibra di legno, mentre maniglioni e rulli sono in acciaio spazzolato. CONTAINER può  essere utilizzata sia come dispensa con ripiani interni che per l’incasso di elettrodomestici ed è disponibile in diversi colori: Rosso anniversary (foto), Bianco ghiaccio, Grafite.  


Berlino


BERLINO di Marchi Cucine è una sedia minimal chic che diventa un vero e proprio gioiello in qualsiasi tipo di ambiente: riscalda l’arredo country così come dona carattere in una cucina total white. La sedia, in faggio, è disponibile in diverse varianti colore: Rosso anniversary (foto), Bianco gesso, Beige, Carbon.  


Loft


La dispensa LOFT Marchi Cucine è la scelta perfetta per chi vuole godere di un ambiente rilassato e dall’effetto vintage. La dispensa su ruote è rifinita su tutti i lati diventando protagonista anche come elemento singolo da posizionare al centro della stanza. In listellare laccato grigio ferro, con top e fianchi rivestiti con pannelli in acciaio spazzolato e ante disponibili in diverse tinte Verde bosco (foto), Bianco gesso, Giallo mais, Blue jeans.  


Rock’n’Roll


Un elemento decisamente… rock. ROCK ‘N’ROLL di Marchi Cucine è una dispensa a due ante con ruote, dal design sorprendente e tinte forti che la rendono protagonista di qualsiasi ambiente. Può  essere utilizzata come dispensa con ripiani interni oppure per incasso elettrodomestici, realizzata in listellare laccato, con maniglie in fusione di alluminio spazzolato e con vetri retinati profilati in alluminio con rivetti.  


Per maggiori informazioni www.marchicucine.it


Tags:

 
 

Arredare una cucina di piccole dimensioni? La risposta è il design scomposto e funzionale

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

Il tuo regno, il tuo habitat naturale è la cucina ma aimè la tua casa presenta spazi limitati che non permettono di ritagliare un ampio locale dove costruire la cucina dei tuoi sogni? Nessun problema, tante sono le soluzioni possibili per creare una zona giorno/cucina confortevole dove inserire tutte le componenti necessarie per avere una cucina attrezzata. Vediamo le nostre proposte.

1. Open space e cucina ad isola scomposta
La tua casa dispone di un modesto spazio dedicato alla zona giorno? Crea uno spazio open space dove inserire sia la zona giorno con soggiorno che la tua cucina in modo uniforme e integrato.

Sulla parete, magari dov’è presente una zona luminosa come una finestra, disponi la cucina con lavello, zona fuochi e al centro pensa ad una mini isola che permette di avere un piano da lavoro e dei pensili aggiuntivi, puoi anche pensare ad un mini bancone/tavolo dove riunire la famiglia.

In commercio trovi poi un’ampia offerta di frigoriferi stile americano, ampi, belli, dei veri accessori di design, disponi questi elementi all’interno della tua cucina, doneranno uno stile ancora più ricercato e sofisticato a questo locale, tanto amato da tutti gli italiani. Per lo stile architettonico il trend del 2017 è lo stile scomposto perciò libera la tua fantasia e creatività e scegli il giusto arredo.

2. Piccolo locale o piccola nicchia: con il giusto stile puoi creare una cucina perfetta
Davvero pochi metri quadri a tua disposizione per creare una cucina attrezzata  e dotata di tutto il necessario? Per avere una bella cucina basta avere a disposizione anche un piccolissimo locale come una zona profonda circa 60 cm e larga almeno 1 metro, con una buona dote di creatività puoi inserire tutti gli elementi necessari.



La miglior soluzione è sicuramente quella di puntare su una cucina lineare dove disporre lavandino, la zona fuochi, alcuni pensili tutto su un’unica parete. Adottando poi uno stile di arredo scomposto, inserendo perciò elementi appartenenti a design differenti, puoi pensare di inserire pensili che si adattano anche allo stile del soggiorno o del locale che confina direttamente con la cucina e integrare la tua cucina con zone limitrofe. Ovviamente tutto deve essere ben studiato e calibrato per ottenere da una piccola zona una cucina ad alta resa!

3. Basta una parete e il gioco è fatto
Ti sembra un’impresa assurda ricavare una cucina funzionale nel tuo nuovo appartamento? Basta avere un corridoio con una buona profondità di parete (per creare tutto l’impianto idraulico e elettrico necessario) una lunghezza di circa due metri e il gioco è fatto. Anche per questo locale il consiglio è quello di pensare ad una cucina lineare: collocare perciò tutti gli elementi uno accanto all’altro. Ovviamente dato che questa zona sarà inserita molto probabilmente al centro della tua casa integrandosi con altri locali lo stile che conferirai alla tua cucina è fondamentale. Puoi sicuramente giocare su differenti stili: vedrai che questo locale ricavato sarà il centro della tua casa!


     4. Cucina piccola, sfrutta l’altezza del locale

Quando lo spazio della cucina è limitato una delle possibili soluzioni e quella di sfruttare l’altezza. Disponi lavello, piano cottura in una posizione funzionale e per tutto il resto gioca in altezza.



Il consiglio è quello di optare per una cucina moderna, modulare e personalizzabile così da ottenere un prodotto cucito su misura per le tue esigenze.

Anche per questa soluzione integrare più stili di design può aiutare ad ottenere un locale ad alto impatto estetico: piccolo ma ricercato!


Quando si parla di piccoli locali è poi fondamentale non lasciare nulla al caso, segui alcuni semplici consigli:

  • Illuminazione: la luce in una casa è fondamentale soprattutto se si parla di piccole soluzioni. Avere un locale ben illuminato può sicuramente farlo sembrare più ampio. Posiziona sempre la tua cucina vicino ad un punto luce naturale che sia una finestra, porta finestra oppure un lucernario. Aiutati poi con un’illuminazione artificiale ben studiata in grado di scaldare naturalmente l’ambiente: la cucina deve essere sicuramente un locale accogliente e confortevole.
  • Materiale: se il locale è piccolo prediligi i toni chiari con elementi di contrasto come un frigo, un pensile colorato. Se è possibile utilizza piastrelle o vetro opaco, oltre che essere estremamente funzionali creeranno uno stile ricercato e di design.
  • Infissi: se hai una finestra o porta finestra nel locale scegli lo scorrevole, non dovrai badare all’apertura delle ante. Uniforma anche il colore degli infissi con lo stile che conferirai alla tua cucina: armonia e ricercatezza!
  • Pavimentazione: inganna lo sguardo e scegli piastrelle in grado di far sembrare il locale più ampio. Per donare quest’effetto prediligi piastrelle oppure marmo posizionato a scacchi può creare quell’illusione ottica che stavi cercando.
  • Attenzione al superfluo: in locali piccoli bisogna stare attenti ad ogni dettaglio. Non aggiungete oggetti, piante, accessori ma calibrate attentamente ogni elemento per evitare un superaffollamento di oggetti.

Segui i nostri semplici suggerimenti, anche tu, con poco, potrai avere la cucina dei tuoi sogni! 

Tags:

 
 

Oceano, la nuova cappa della collezione E.ion® System di Falmec

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Cappa aspirante da cucina di Falmec

Purezza geometrica, minimalismo e contemporaneità sono le prerogative estetiche di questa cappa, in grado di aspirare lungo tutta la sua struttura, raggiungendo così una superficie molto più ampia di aspirazione. 

Fenomeni naturali come fulmini, cascate e onde marine sono alcuni degli artefici della produzione di ioni atmosferici che, a loro volta, grazie all’azione energizzante e stimolante, consentono una maggiore sensazione di benessere psicofisico. 

Questo processo viene ricreato da Falmec, all’interno degli ambienti domestici, con la collezione di cappe aspiranti E.ion® System che, mediante la ionizzazione bipolare controllata, agisce eliminando i cattivi odori fino al 95% e tutti quegli agenti inquinanti e irritanti rappresentati da batteri, polveri, fumi nocivi, gas di scarico e sostanze chimiche dei prodotti dedicati alla pulizia della casa. 

Di questa innovativa collezione fa parte la nuova cappa Oceano che assicura performance straordinarie sia nella filtrazione degli odori, sia nella sanificazione degli ambienti.



Come tutte le altre soluzioni con tecnologia E.ion® System – Mare, Spring, Zephiro, Marilyn, Lumière, Eolo, Twister, Rubik e Libra – anche Oceano è caratterizzata da un sensore a forma di ‘fogliolina’ – diventato il simbolo ben riconoscibile della collezione – che rileva la presenza di agenti ‘nemici’, dalla formaldeide al fumo di sigaretta.
La ‘fogliolina’ misura la qualità dell’aria domesticaattraverso il cambiamento della colorazione del sensore che, gradualmente, si converte dal giallo al verde, segnalando, così, il ripristino di un ambiente sano e purificato. Il processo di ‘riequilibrio’ avviene in modo automatico: quando la qualità dell’aria peggiora, il sistema di ionizzazione si riattiva da solo.

Non diffondendo l’ozono nell’ambiente domestico, la ionizzazione bipolare controllata assicura una straordinaria purificazione e sanificazione dello spazio, e un significativo miglioramento dell’umore e della concentrazione di chi ‘vive’ la casa. 



Alla tecnologia innovativa, Oceano e tutte le cappe E.ion® System, infine, uniscono un design esclusivo e un sistema che permette una facile installazione poiché non necessita di tubazioni per lo scarico esterno di fumi e odori, né di lavori di muratura.  Questo si traduce in risparmio  energetico e comfort termicoottimale data la mancanza di tubazioni verso l’esterno che causerebbero una dispersione del calore del riscaldamento invernale e dell’aria fresca della climatizzazione estiva. Quello che ne consegue è un migliore impatto estetico e una maggiore versatilità di collocazione all’interno dell’ambiente cucina. 

Tags:

 
 




Torna su