Decor casa: regala stampe da appendere

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Decor

Un regalo vuol dire pensare alla persona a cui è destinato. Solo così sarà personale e non casuale. Un regalo, però, ha anche l’ambizione di durare per sempre. Come un diamante 😉 Se rivolgiamo lo sguardo al decor della casa, troveremo facilmente il “regalo per sempre”. Del tipo? Una stampa da appendere alla parete. 

Ci pensavo proprio l’altro giorno guardando l’illustrazione di Emanuele Luzzati, o meglio la stampa di una sua illustrazione, che qualche anno fa mia sorella ci ha regalato con tanto di cornice da appendere al muro.

Regalo che continuo ad apprezzare nel tempo. L’ho attaccato sopra la panca, in cucina. I colori si abbinano perfettamente e mi mettono allegria. Soprattutto di mattina mentre preparo il caffé.

decor casa

decorazione pareti

Decor casa da regalare: l’elenco di stampe

Ho voluto condividere questa ispirazione sul blog proprio perché ho apprezzato tanto questo regalo. E perché una stampa è pur sempre un pezzo d’arte, che possiamo comprare a costi contenuti e aggiunge stile a qualsiasi casa, facendo felice un amico.

La lista

Ho scoperto Elisa Talentino su Facebook {a volte anche Fb può essere utile}. Ho adorato il suo tratto, i colori e la sua ironia.

stampe

La rivincita di Cappuccetto Rosso

decorazioni per pareti

Espandersi vermiglio

Quelle di Print Collection sono stampe che potrebbero facilmente piacere a un uomo, perché hanno quell’aria vintage che di solito piace al mondo maschile e ritraggono oggetti maschili, come le automobili.

Da considerare quando il proprio compagno avrà il compleanno o in vista di qualche altra ricorrenza 😉

stampe vintage

stampa d'arte

Decisamente più femminili, vagamente malinconiche e romantiche, le stampe d’arte di Clare Elsaesser. Io le adoro.

Un’altra idea regalo, che vedo bene anche per un uomo, sono le stampe di lottaXstreet. Che ne dici?

Le ultime stampe selezionate sono quelle di Adeegan . Le ho scelte per i colori e la versatilità: stanno bene in qualsiasi ambiente… a dir la verità l’arte sta bene ovunque.

A te piace l’idea della stampa come regalo per la casa? Se ti va puoi condividere le tue scoperte nei commenti.

 

 

The post Decor casa: regala stampe da appendere appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

Idee per la casa: Sicilian Mood

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Stili

La Sicilia terra d’ispirazione. Per Dolce&Gabbana da sempre, dalle origini del loro marchio fino alla sfilata ambientata a Palermo lo scorso luglio che è stata un inno al folclore e all’artigianato siciliani, come il famosissimo carretto, le teste di moro, le ceramiche e il teatro dei pupi. Ecco cosa dovrebbero fare le grandi aziende e le griffe. Promuovere la propria terra, con le sue tradizioni e peculiarità. E così la Sicilia è diventata fonte di ispirazione per tante idee per la casa. Che io apprezzo molto. 

A cominciare dagli elettrodomestici Smeg: chi non ama il loro design anni ’50? Il frigorifero bombato, il frullatore, il tostapane? Proprio dalla collaborazione con Dolce&Gabbana è nata la linea Sicily is my love. 

idee per la casa

idee casa

Anche gli elettrodomestici servono per arredare casa.


Made a Mano è un’azienda che adoro e seguo su Instagram, perché parte dalla tradizione del territorio distinguendosi per il design contemporaneo. Fondata nel 2001 dall’imprenditore nelle arti ceramiche Rosario Pirrinello, detto “il sarto della pietra lavica”, Made a Mano realizza ceramiche con argille da pietra lavica dell’Etna. Le piastre poi vengono decorate dai maestri della ceramica di Caltagirone.

Ho selezionato i decori che mi piacciono di più.

Le contemporanee

idee per la casa

Le tradizionali

idee regalo per casa

Immagini Made a Mano

Della Sicilia adoro i vasi antropomorfi. Cambiano a seconda dalle mani dell’artigiano che crea questi meravigliosi vasi: questo è il bello dell’artigianato, non è mai uguale a se stesso. Accanto alla linea comune della tradizione si innesta il carattere e l’unicità della persona.. I più radicati sono le teste di moro, nati da una bellissima leggenda.

Si narra che nel quartiere arabo di Palermo, la Kalsa, durante la dominazione araba, vi abitasse una bellissima fanciulla che trascorreva le giornate a curare i fiori del suo balcone. Un giorno, un giovane moro, passando sotto il balcone della fanciulla, la notò mentre accudiva le sue piante e se ne invaghì perdutamente.

Le dichiarò subito il suo amore e la bella ragazza ricambiò il sentimento. Purtroppo il giovane moro era già sposato e aveva figli e quando la fanciulla seppe che sarebbe tornato alla sua famiglia, lo uccise la notte precedente la partenza in pieno sonno.

Gli tagliò la testa e la utilizzò come vaso piantandovi del basilico, pianta regale, pianta anche dell’amore e della passione. Il giovane rimase per sempre con lei e il bellissimo vaso destò l’invidia dei vicini che così decisero di fabbricare dei vasi a forma di testa di moro.

Nelle immagine sotto, sullo sfondo {in alto a sinistra} le teste di moro sulle mensole.


Accanto ai vasi antropomorfi, ci sono anfore e altri oggetti di ceramica, che raccontano la quotidianità di un luogo sia nella forma sia nei disegni.

Anticamente quest’oggetto {sopra} era usato soprattutto come contenitore di vino, il quale era bevuto direttamente dalla fiasca, adagiando la bocca al beccuccio. E’ stato foggiato al tornio e decorato a mano, con motivi tipici del Settecento.

Il il fico d’india è una pianta tipica siciliana {del Sud in genere}, proposta sin dagli anni cinquanta dai ceramisti calatini, producendo diversi souvenir: porta candela, posacenere e piccoli vasetti.

In quest’opera il ceramista ha prodotto una cesta con l’uso di otto pale con frutti, adatta per essere usata come centrotavola, svuota tasche o portafrutta.

Ceramiche da Ceramicart


Poi ci sono i pupi che affondano le radici nelle rughe del tempo.

I pupi sono legati al teatro. L’Opera dei Pupi è un tipo di teatro delle marionette, i cui protagonisti sono Carlo Magno e i suoi paladini. Le gesta di questi personaggi sono trattate attraverso la rielaborazione del materiale contenuto nei romanzi e nei poemi del ciclo carolingio, della Storia dei Paladini di Francia e dell’Orlando furioso. Le marionette sono appunto dette pupi {dal latino “pupus” che significa bambino}.

L’Opera dei Pupi si affermò nell’Italia meridionale: nella prima metà del XIX secolo a Napoli, grazie a Giuseppina d’Errico, chiamata “Donna Peppa” e in Sicilia, tra la seconda metà del XIX e la prima metà del XX secolo.

Nel 2008 l’UNESCO ha iscritto l’Opera dei Pupi tra i Patrimoni Orali e Immateriali dell’Umanità, dopo averla originariamente proclamata nel 2001. È stato il primo Patrimonio italiano a esser inserito in questa lista.

Il puparo curava lo spettacolo, le sceneggiature, i pupi, e con un timbro di voce particolare riusciva a dare suggestioni, ardore e pathos alle scene epiche rappresentate. I pupari, pur essendo molto spesso analfabeti, conoscevano a memoria opere come la Chanson de Roland, la Gerusalemme liberata e l’Orlando furioso.

Pupi Francesco Salamanca

Trovo che siano molto belli per arredare la propria casa. Mia cugina – dopo un viaggio in Sicilia – li ha portati nella sua casa sulle Dolomiti e ne ha messi tre su una porta di legno che usa di rado. Ci stanno benissimo. Mi piacciono anche a parete. Si abbinano bene allo stile rustico e sono capaci di riscaldare e personalizzare ambienti moderni.


Nell’immaginario collettivo, e nel mio, dire Sicilia vuol dire anche coffa. Indossarla d’estate è un must e usarla come porta riviste è un’idea originale. Per una casa in stile boho chic.

Coffe Tizzini

 

 

 

The post Idee per la casa: Sicilian Mood appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags: ,

 
 

Arredare con i cesti

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Decor

La Casetta e la cantina delle meraviglie sono stracolme di cestini di paglia, vimini o olivo. Molti sono stati intrecciati a mano e sono stati usati per anni dai miei nonni per raccogliere i frutti dell’orto. 

In più ho anche altri cestini, più piccoli, come quelli che si regalano alle feste colmi di conserve, dolci secchi o cioccolatini.
Li adoro perché sono utili ad organizzare e tenere in ordine gli oggetti, perché hanno un colore neutro e perché sono costituiti da materiali naturali.

Dove trovarli:
– ci sono ancora artigiani che intrecciano vimini, paglia e olivo. Hanno botteghe e negozi online in cui ordinare il tuo cesto fatto a mano
– durante il periodo delle feste natalizie puoi reperirli davvero dappertutto, perché si utilizzano come basi del fatidico “cesto di Natale”
– i mercatini delle pulci sono ancora una volta una risorsa preziosa, andrai a colpo sicuro
Li ho utilizzati in diversi modi finora e mi sono sempre stati di grande aiuto!

In cucina, ho un cesto ovale al centro della tavola in cui tengo la frutta in bella vista. Mi piace molto esporre la frutta, credo che abbia un grande potere decorativo.




Sempre in cucina, sulla parete del camino, da tempo ho sistemato i miei tre piatti preferiti insieme al cestino più bello che ho. 
Se hai tanti cestini della stessa forma, puoi accostarli su una parete creando una decorazione da parete tridimensionale.

Da poco in camera da letto ho un cestone in olivo sopra l’armadio. Lo uso per tenere in ordine le federe dei cuscini chiuse in sacchetti di plastica, affinché non siano esposte alla polvere. Ho guadagnato così dello spazio prezioso all’interno del guardaroba.


Un’altra idea per utilizzare questo tipo di cesti è di collocarne uno accanto al divano, per tenere a portata di mano i cuscini extra.




Ultimamente ho tirato fuori dalla cantina delle meraviglie un nuovo cesto. Ha due manici ed è di medie dimensioni. Ho pensato di farne un vaso, per la mia piantina. Ho rivestito il fondo con un sacco di plastica (i sacchi neri per i rifiuti da giardino sono perfetti, basta tagliarli a misura) e poi ho sistemato la terra con le radici. 


E tu? Come utilizzi i tuoi cesti in fibra naturali?

Immagini di Federica Del Borrello

Chiccacasa

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Specchio convesso o “occhio della strega”, oggetto di arredo e design dal fascino irresistibile, ma perchè è deformato?

Pubblicato da blog ospite in Decor, Home Lacò

Lo specchio convesso detto anche “occhio della strega” (œil de sorcière) lo avrete probabilmente visto in qualche rivista di arredamento o in qualche casa o locale e magari qualcuno si sarà anche chiesto a che serve uno specchio così, visto che la lente ti deforma. Bene, ve lo racconto io.

L’occhio della strega è uno specchio molto speciale e dai molti poteri, tra i quali a mio parere quello di donare fascino agli ambienti in cui viene inserito.

Chi mi conosce sa che in cima alla lista dei miei oggetti di arredo preferiti ci sono gli specchi, perchè se posizionati nel modo corretto, hanno il “potere” di aumentare la luminosità degli ambienti o fare apparire le stanze più grandi.

Questo specchio però diverso dagli altri, aveva anticamente il compito di tenere lontane le streghe e in generale le energie negative. La tradizione vuole che venissero posizionati in casa, proprio davanti alla porta di ingresso o alle finestre perchè le streghe vedendosi deformate prendessero paura e volassero via.

L’occhio della strega ha solitamente le cornici in legno e qualche volta anche in acciaio, le fascie di prezzo vanno dai 120 euro in su, ma molto dipende dalla grandezza (diametro) e dalle finiture che possono essere molto diverse. Sono oggetti da collezione ma non solo, io li trovo adatti a tutti gli ambienti, cucina, sala, bagno, ingresso ma anche negozi.

Se siete interessati ad acquistarne uno specchio convesso o più di uno, il mio consiglio è quello di andare in giro per mercatini, rigattieri, nei negozi di antiquariato o nelle piccole botteghe di cornici che ancora li realizzano e scegliere di persona o con l’aiuto di qualcuno, il modello che vi piace di più.

Visto che non è sempre possibile però trovare il tempo per andare in giro, anche Maison du Monde ha un unico modello di specchio convesso con cornice nera ed il prezzo è di 190 euro circa.

Io sono affascinata da questi specchi che esercitano su di me moltissimo fascino e che come avrete capito ha moltissime potenziatà.

specchio convesso o occhio della strega
01 – Specchio convesso, occhio della strega, oggetto di design
specchio convesso occhio della strega design arredo
02 – Specchio convesso, occhio della strega, oggetto di design

 

 

specchio convesso occhio della strega design arredo
03 – Specchio convesso, occhio della strega, laboratorio artigianale molto rinomato a Venezia

Van Eyck – Ritratto dei coniugi Arnolfini (1434), National Gallery di Londra

specchio convesso occhio della strega design arredo
Van Eyck – Ritratto dei coniugi Arnolfini (1434), National Gallery di Londra

Salva

L’articolo Specchio convesso o “occhio della strega”, oggetto di arredo e design dal fascino irresistibile, ma perchè è deformato? proviene da .

Tags:

 
 

COLORI PASTELLO, MATERIALI NATURALI e TANTA VEGETAZIONE.

Pubblicato da blog ospite in Idee, Voglia Casa

…e dopo la bellissima copertina della scorsa settimana ecco altre realizzazioni dello stesso progetto, realizzato con colori pastello, materiali naturali, tessuti, ceramiche e vegetazione semplice e non costruita.

Buon fine settimana!

Tags:

 
 

Crea online i tuoi quadri personalizzati

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Quadri personalizzati per le pareti di casa

Creare un quadro unico e su misura per le pareti di casa è davvero facile grazie al configuratore di Decolution
Oltre alle carte da parati, il configuratore GraphicMaker di Decolution permette ora di personalizzare anche i quadri.

Nel sito www.decolution.com è disponibile un quadro preset da cui partire, già dotato di vari elementi decorativi, ti basterà scegliere se acquistare la soluzione proposta da Decolution oppure personalizzarla. La personalizzazione permette di variare i colori dello sfondo, aggiungere o togliere gli elementi decorativi, ingrandirli, rimpicciolirli e ruotarli. 

Quadri personalizzati per le pareti di casa
quadri personalizzati per le pareti di casa

I quadri, disponibili in 5 formati, arrivano a casa già pronti per essere appesi alla parete. La stampa viene realizzata su tela in canvas naturale italiano, montato su telaio in puro legno d’abete dello spessore di 1,5 cm x 4 cm di larghezza .     

quadri personalizzati per le pareti di casa

                 

Tags:

 
 

I (miei) regali di design per i miei 30anni!

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Oggi 30 Giugno compio 30 anni! il sogno di molti è quello di avere una casa splendida, arredata con gusto e con pezzi particolari e raffinati. Per oggi ho deciso di creare la mia lista dei desideri, questa volta per me!

I (miei) regali di design per il living

Five Pouf XL di Muuto

Il pouf nel corso degli anni si è fatto sempre più strada nei nostri salotti, non solo perchè è davvero comodo, ma anche perchè molto gradevole da un punto di vista estetico, andando di fatto ad impreziosire il carattere di un ambiente.

Questo pouf di Muuto è stato progettato dai designer novergesi Anderssen e Voll. Si tratta di un pezzo ultramoderno ed estremamente elegante, un complemento d’arredo particolare con la sua forma esagonale che lo rende decisamente versatile nell’utilizzo. Resistente, grazie alla sua struttura in legno, ma confortevole per via del rivestimento in schiuma modellabile. I miei colori preferiti? Grigio scuro e arancione.

Rope modular Sofa di Normann Copenaghen

Questo divano modulare a tre posti, dello storico marchio danese Normann Copenaghen, è stato disegnato dal giovane designer Hans Hornemann ed è caratterizzato dall’elegante stile scandinavo caratteristico del brand. Oltre ad essere un divano innegabilmente bello con il suo design compatto e moderno, è anche molto confortevole e si integra alla perfezione nelle zone living arredate in stile contemporaneo. I materiali scelti da Normann sono resistenti e di qualità: la struttura è, infatti, in legno, mentre l’imbottitura è in schiuma poliuretana espansa. Il tessuto del rivestimento è personalizzabile in tantissime tonalità, dalle più classiche alle più eccentriche, nel mio caso i colori prescelti sono il rosa cipria mischiato al grigio: un risultato davvero di grande eleganza e di classe! Un divano che meriterebbe decisamente un ruolo centrale nel mio living.

Tappeto Beni Ourain

Si tratta di un tradizionale tappeto marocchino, realizzato completamente in lana di pecora e non tinto. I tappeti Beni Ourani sono di altissima qualità e rappresentano dei pezzi da tramandare a figli e nipoti! Conferiscono all’ambiente un senso di accoglienza e calore ma al tempo stesso di eleganza, con quel tocco tradizionale dei tappeti berberi dato dal disegno geometrico. Il mio tappeto prescelto è bianco con rombi scuri, con dimensioni di 200×300 cm. Lo adoro!

 

I (miei) regali di design per il bagno

Il bagno è uno dei luoghi più importanti della casa: un ambiente privato, dove ci si rilassa con una bella doccia a fine giornata. Nel mio bagno ideale mi piacerebbe molto inserire due elementi:

Ic Light di Flos

Un raffinato e minimalista lampadario a sospensione, perfetto per ogni ambiente della casa ma che in questo caso io vorrei collocare in bagno, cadente sopra al lavabo o in un angolo. Questa straordinaria creazione è frutto del progetto di Michael Anastassiades, ed è caratterizzato da una sfera (la luce) in equilibrio sulla punta di un’asta. Ogni volta che la vedo sono rapita dalla sua bellezza!!

regali_design

Le Cementine di Mutina Azulej

Questi pattern creati da Patricia Urquiola, che io preferisco nelle tonalità del grigio blu, sono stati progettati per valorizzare il cemento idraulico e sono resi particolari da splendide geometrie e pixel.

regali design

L’articolo I (miei) regali di design per i miei 30anni! proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Decorare le pareti di casa non è mai stato così bello

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti

La decorazione della propria casa passa attraverso la personalizzazione degli ambienti. Infatti per non avere stanze anonime e sentirsi veramente “a casa” è fondamentale dare agli ambienti carattere e un’impronta personale. In questo modo l’abitazione diventa veramente unica e accogliente. Ciò non vuol dire che gli ambienti non debbano essere funzionali e ben organizzati, tuttavia bastano pochi accessori d’arredo e dettagli personali per rivoluzionare completamente il risultato finale grazie a poche ma potenti idee creative. Così si comunica subito la propria storia e i propri gusti stilistici.
La soluzione più semplice, d’effetto e immediata per realizzare questo obiettivo consiste nell’inserire fotografie personali, da sistemare in cornice sulle mensole e sui ripiani oppure da appendere alle pareti come se fossero dei quadri. Inoltre, per comunicare emozioni e ricordi e mostrare immagini della propria vita agli ospiti, è possibile optare per ingrandimenti di grande impatto, fotografie-ricordo scattate durante un momento importante o un viaggio oppure scene di vita familiare. In alternativa è possibile puntare sull’originalità della decorazione e inserire nella stanza foto di ricette culinarie, così da avere un vero ricettario appeso alle pareti di casa o mostrare con orgoglio i propri capolavori in cucina. Questa soluzione porterà una ventata di allegria, personalità e creatività in tutta la casa ed è particolarmente consigliata alle persone che amano cucinare o mangiare bene.
A seconda dello stile d’arredo adottato e del soggetto che si vuole rappresentare variano anche le tipologie di foto e di immagini più adatte. Infatti si ha un’ampia gamma all’interno della quale poter scegliere: si va dalle stampe vintage e retrò ai poster su carta fotografica, dalle foto su supporto in plexiglass a stampe personalizzate. In base alla soluzione scelta si dona alle fotografie un’allure un po’ datata di grande fascino oppure si punta su superfici brillanti e con straordinari effetti di profondità. Tutto ciò si ottiene grazie ai materiali innovativi, durevoli e resistenti usati per il supporto. Inoltre si possono usare colori intensi o immagini in bianco e nero.

La qualità dei risultati si realizza sia attraverso i materiali usati che la scelta dell’azienda. Cewe offre servizi all’avanguardia, in grado di soddisfare tutte le esigenze e di garantire una personalizzazione estrema delle foto digitali. Inoltre si può optare per il classico formato 10×15 cm o soluzioni di dimensioni diverse da poter inserire in ogni contesto. Scegliere Cewe per stampare le foto con le quali arredare e decorare la propria casa entro il 30 giugno 2017 consente di partecipare al contest fotografico CEWE dedicato al tema Our world is beautiful. Proprio per celebrare e rendere le persone più consapevoli delle bellezze naturali e dei momenti meravigliosi che ogni giorno regala la natura, anche nelle situazioni più comuni e scontate, l’azienda chiede ai propri clienti di mostrare la loro personale visione della bellezza del mondo. Anche un dettaglio insignificante può diventare un’opera d’arte. Sono previste varie tipologie di premi fino al 1.000° classificato. Al tempo stesso Cewe è molto apprezzata per il grande rispetto per l’ambiente e per il fatto di adottare soluzioni ecologiche a basso impatto. Infatti nel 2013 Cewe-Print.it ha ottenuto la certificazione FSC. In questo modo i clienti possono scegliere consapevolmente di stampare i propri prodotti su carte realizzate con materie prime provenienti da foreste certificate FSC, così da combinare perfettamente bellezza e sostenibilità ambientale.

I prodotti Cewe sono ancora più convenienti grazie ai numerosi codici sconto:
– Code 10CEWE17: dell’importo di 10 euro e senza un valore minimo dell’ordine è valido fino al 31 dicembre 2017 per foto, CFB, posters, Cards, Cal, CEWE murals e Gifts;
– Code 30CEWE17: del valore di 30 euro per ordini pari oppure superiori a 150 euro. Lo sconto è valido fino al 31 dicembre 2017 e riguarda CFB, foto, posters e CEWE murals;
– Code SHIPCEWE17 per la spedizione gratuita: valido per CFB e per gli ordini di almeno 30 euro effettuati fino al 31 dicembre 2017.

Tags:

 
 

La Casetta si veste di boho

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Decor

Sole, caldo e tanta luce, più a lungo. Sta arrivando l’estate ed io, come ad ogni cambio di stagione sento il bisogno di aggiungere qualcosa di nuovo nella Casetta.
In particolare, in questo periodo sono molto “orientata” verso l’effetto jungle ed i tocchi boho. 

Quando ho visto il “vecchio-nuovo” tappeto che mamma aveva a casa non ho saputo resistere. Il disegno geometrico centrale che si intravede in un mare di tinte tenui e le frange che lo contornano hanno dettato il colpo di fulmine. Doveva essere mio (woahahahaha, risata malefica)!

Era della nonna e per mantenere questa coerenza nel passaggio da generazione a generazione ho pensato che sarebbe stato carino portarlo a casa mia. Dato che la mia mamma mi ama tanto, me lo ha concesso e…ta-daaa!
Eccolo qui, nella mia cucina a fare da padrone aggiungendo quel tocco boho-vintage che mancava per dare carattere alla stanza.
Io me ne sono innamorata: trovo che connetta alla perfezione la cucina al tavolo, vestendo quella porzione di pavimento che li separa.



 La top new entry della Casetta è lei: una poltroncina in rattan che proviene, insieme alla sua sorellina (che vi mostrerò quando sarà ancora più bella), dalla zona accumulo rifiuti accanto alla campana del vetro. Io le ho viste, mi sono intenerita, ho fatto fare inversione al mio papà e le ho caricate in macchina circondata dai suoi mugugni di disapprovazione.
L’ho levigata ed idratata e, anche se c’è ancora qualche imperfezione, la adoro!
Ora il mio salotto ha una seduta in più.







La seconda novità nasce da un’esigenza di spazio. La cucina della Casetta è piccola, ma sono comunque riuscita a farci stare tutto quello di cui ho bisogno. Quello che davvero non riuscivo a sistemare era la questione ‘raccolta differenziata’. 

Lo scomparto sotto il lavabo non è sufficiente a contenere tutti i bidoncini. Allora ero costretta a nascondere i cestini di troppo nel camino! 
Dopo una lunga ricerca, ho trovato dei piccoli contenitori di metallo trattato con verniciatura opaca. Ne ho scelti tre in tinte differenti. Sono poco ingombranti, ma allo stesso tempo hanno la giusta capienza (considerando che la Casetta è abitata solo da me). Adesso nell’armadietto sotto il lavabo c’è spazio per il vetro, la carta e i prodotti per la pulizia della cucina. 

P.s. Il tappeto accanto ai bidoni è sempre lo stesso, ma in versione “rovescio”. Chi stabilisce qual è il lato da mostrare?




Per quanto riguarda l’effetto jungle, dopo aver ricoperto l’ingresso di succulente, ho comprato una Dieffenbachia, una pianta da interni originaria dell’America tropicale. La parte centrale delle foglie è in una nuance di verde più chiara dell’esterno.

Scrivendo questo post, ho scoperto che la sua linfa è velenosa! Quindi farò attenzione ad indossare dei guanti per maneggiarla.
Il mio obiettivo è farla crescere tanto per poi posizionarla accanto al divano.
Comprarne una già grande sarebbe stato più immediato, ma senz’altro meno soddisfacente. A proposito, sai darmi qualche dritta per farla diventare una piantina grande e forte? 




Ora dimmi, ti piacciono le novità della Casetta?
Qual è la tua preferita?

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: ,

 
 

I bambini non sono perfetti

Pubblicato da blog ospite in +deco, Decor

Pensavo in questi giorni che i bambini di oggi crescono in un mondo tanto competitivo da essere allarmante.

A dirla tutta, non ne sarebbero ancora consapevoli se non fosse per i genitori che premono affinchè i propri figli siano perfetti senza capire le reali conseguenze che una continua sollecitazione in questo senso può comportare . Sicuramente abbiamo tutte le migliori intenzioni, vogliamo che i nostri bambini siano felici e di successo e per questo cerchiamo di farli crescere ‘completi’ secondo quelli che pensiamo siano gli standard della società contemporanea. Fin da piccoli, devono imparare a socializzare, competere, suonare uno strumento, imparare un’altra lingua, essere alla moda, sicuri di sè, intelligenti e autonomi, dolci ma forti, creativi ma analitici.

Anche se non lo ammetteremo mai, vogliamo che siano perfetti e totalmente vendibili.

Sabato scorso sono andata con Giulio alla festa di compleanno di una sua amica e arrivati lì,  Giulio ha speso i primi 20 minuti a giocare da solo.  In men che meno, almeno due adulti mi hanno chiesto che cosa avesse. Nonostante generalmente pensi con la mia testa, mi è subentrato il dubbio che questo suo iniziale isolamento potesse essere un problema.

Eppure, chi non  sta un pò sulle sue quando va ad una festa o ad una cena dove non conosce nessuno? Giulio non era nè triste, nè arrabbiato, nè in nessun modo a disagio, stava semplicemente giocando da solo.

Non era lui ad avere le ansie ma noi adulti, che quando vediamo nei bambini comportamenti che si distaccano da quello che noi pensiamo sia corretto, entriamo nel panico. Non era lui ad avere un problema, ero io e tutti quelli che mi hanno chiesto cosa avesse.

Li amiamo perchè sono spontanei e contemporaneamente facciamo di tutto per strutturarli secondo schemi precostituiti. Che stupidaggine.

I bambini non sono perfetti e se vogliamo tirarli su felici, sicuri di se stessi e capaci di gestire i colpi di coda, le emozioni e le pressioni della vita, dobbiamo imparare a lasciarli vivere con calma e  a sviluppare la loro personalità, non tentare di incrementare il loro livello di perfezione.

 

Maiko Nagao sembra aver scoperto cosa la rende felice, creare bellissime stampe con la sua poetica calligrafia per poi venderle nel suo negozio online con consegna in tutto il mondo.

Per invogliarbi a scoprire il mondo di Maiko Nagao, ho pubblicato, qui di seguito,  alcune stampe scaricabili gratuitamente dal suo blog ; sul suo sito trovi tanta altra creatività:  idee regalo per bambini, stampe, biglietti o etichette. Per un progetto speciale, accetta anche commissioni personalizzate, basta contattarla.

 

Stampe di Maiko Nagao scaricabili gratuitamente

Stampe di Maiko Nagao scaricabili gratuitamente

Stampe di Maiko Nagao scaricabili gratuitamente

 

Stampe di Maiko Nagao scaricabili gratuitamente

 

Etichette per spray anti-mostri di Maiko Nagao, scaricabili gratuitamente

Stampe di Maiko Nagao scaricabili gratuitamente

Disponibile a Maiko Nagao

The post I bambini non sono perfetti appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 




Torna su