Ikea hack: realizzare un paravento in pochi passaggi

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Stanza Vuota
Tempo fa ho realizzato un paravento utilizzando i montanti Ivar di Ikea, perfetti per la struttura. Si tratta di un lavoretto fai da te molto semplice, che non richiede particolari attrezzi o abilità ma che può dare grande soddisfazione e soprattutto si può personalizzare tantissimo.
 
Schermata 2015-04-09 alle 11.27.23
 
 
COSA SERVE:
 
– montanti in legno (almeno 3)
– cerniere (6 se usate tre montanti, 8 se usate 4 montanti, ecc.)
– sparachiodi se l’avete o  chiodi&martello (come ho fatto io)
– tessuto al metro
 
VARIANTI
– si possono dipingere i montanti in legno con una vernice o uno smalto
– al posto del tessuto si potrebbe usare un rotolo di carta da fissare con le puntine così da personalizzare e sostutuire ogni volta che si vuole
–  anziché utilizzare un tessuto creare una trama con dei fili, delle strisce di tessuto, nastri, corde o tutto quello che volete
– si possono realizzare delle tasche porta oggetti
 
ISPIRAZIONI da IKEA
ikea_diy_ivar_vikskarm_inspiration_3
IKEA

 

 

ikea_ivar_wall_inspiration1
IKEA
 
RISULTATO
IMG_4221IMG_4217
Tags: ,

 
 

La Primavera nel Cottage che vorrei

Pubblicato da blog ospite in Idee, Paz Garden

L’idea era di celebrare ogni nuova stagione il giorno preciso dell’equinozio. Il calendario editoriale che cerco da qualche tempo di rispettare volevo avesse almeno qualche punto fermo e questa è uan rubrica stagionale che amo molto. Che non vive solo delle mie parole, ma anche degli sguardi che ogni volta qualche mia amica gentile e creativa mi regala, rendendomi grata e ancora più convinta di essere sulla strada giusta che ho scelto di seguire.
Questo del Blog per me è diventato il Tempo migliore da dedicare alle mie ma anche nostre passioni, la ricerca di un significato e di quel qualcosa in più che cerca il suo Spazio nel mondo del www. sfidando le statistiche e quello che si dovrebbe, quando sarebbe giusto.
E questo post io lo dovevo mandare online più di un mese fa per festeggiare l’arrivo della mia stagione del cuore e invece. Proprio lei, la mia amata Primavera è arrivata colorata, fiorita e zeppa di imprevisti come non mai, che  gli alberi fioriscono da un giorno all’altro mentre io cercavo un po’ di tempo per scrivere qualcosa che riesco a focalizzare oggi.
Mentre scrivo di notte e di Sabato, che forse non so neanche quanti post ho scritto durante il weekend, il pensiero voglio fermarlo su un’ unica considerazione felice da condividere con voi.
Quando giunge il momento per le cose di accadere, inutile cercare di forzare movimenti contrari. Seguire il percorso della linfa, assecondando il flusso di Vita ed energia, rimanendo spettatori di quello che sta, inesorabilmente, accadendo. Non è solo ambizione da persona che sogna di ritrovarsi saggia, ma semplicemente la strada migliore per ritornare a acsa con qualcosa sempre, anche se piccola, tra le mani.
La mia Primavera, che racconto a voi oggi, io comunque sulla pelle e tra le mani la sto ancora vivendo con la sua euforia strana e densa di episodi di vita vera che fa anche male, riscoprendola sempre carica di piccoli e grandi tesori.
La mia Primavera sono le piccole cose che la rendono tangibile ai miei occhi. Sono i dettagli del quotidiano che rendono unica la mia, ma anche le vite degli altri. Sono gli insegnamenti che se vorrò potrò prendermi e custodire.
Sono i fiori che sto raccogliendo, le passeggiate che mi ridanno l’aria, il cielo sempre più blu e lo spettacolo dei fiori spontanei ovunque intorno a me. Sono i petali che, anche quando sono per terra, sono di una meraviglia infinita e hanno ancora tanto da dire.
Sono i lavori quelli belli che mi sembrava di aspettare da una vita, i complimenti inaspettati e le scarpe più leggere ma sempre sporche di terra.

A Rita, mia amica di mille avventure creative, il mio grazie sincero per avermi permesso di sognare insieme a lei, mettendo il naso fuori dal nostro personalissimo Cottage, per tornare fuori a giocare con la Luce e la voglia di fare qualcosa insieme, anche da lontano.
Come ogni regalo che si definisce tale, non per il valore ma il pensiero che lo ha visto nascere e lo porta in dono, anche queste immagini sono un simbolo bellissimo di quello che per affetto e per amore, possiamo creare e mandare in giro per il Mondo a parlare di quello in cui crediamo davvero.
Che sia allora una felice Primavera di piccole e grandi fioriture, fuori e dentro il Cottage ci che stiamo costruendo intorno con tanto cuore!

PRESSA PER FIORI – design by PAZ GARDEN
ALL THE PHOTOS ARE PROPERTY OF @MYS.COTTAGE

Tags:

 
 

Paravento fai da te in rattan con montanti IVAR di IKEA

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Il sistema di scaffalature IVAR, che ha compiuto 50 anni lo scorso anno, offre svariate possibilità di utilizzo che vanno ben oltre il semplice scaffale. Gli elementi che lo compongono possono facilmente essere trasformati per rispondere a nuove esigenze d’arredo!

La serie IVAR, è da sempre una delle più pratiche e funzionali di Ikea. Le sue strutture, ripiani, cassetti e contenitori  permettono infatti di creare lo scaffale più adatto alle proprie esigenze e allo spazio a disposizione. Trattandosi di una linea molto economica, la maggior parte delle persone scelgono IVAR per arredare il garage, la cantina oppure il ripostiglio, anche se in realtà è un arredo con molte potenzialità.

Realizzato in legno grezzo, il sistema di scaffalature IVAR è quello che meglio si presta agli “hackeraggi”, sia che lo si personalizzi attraverso il colore sia che si crei nuovi mobili e nuove funzioni sfruttando anche solo alcuni dei suoi elementi.

Tra le tante idee d’arredo nate utilizzando questa serie, quella che ha catturato la nostra attenzione è il bellissimo paravento in rattan la cui struttura è composta dai montanti IVAR.

Ideato dalle due stylist della redazione di Livet Hemma, si tratta di un’idea estremamente facile da realizzare. Il materiale necessario? Tre montanti dello scaffale IVAR di IKEA (50x179cm), sei cerniere e del rattan, che potete acquistare comodamente online a poco prezzo.

Se vi piace, seguite le istruzioni passo passo che trovate qui!

L’articolo Paravento fai da te in rattan con montanti IVAR di IKEA proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

DIY: come realizzare un cuscino rotondo con bordino all’uncinetto

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee
Eccoci arrivati al nostro appuntamento con il crochet di Aprile! Anche questa volta ho in serbo per te una proposta facile facile, alla portata sia dei principianti che degli esperti uncinettatori!
Un cuscino rotondo da realizzare in poche mosse interamente da soli.
Hai presente quel tessuto che tieni nell’armadio in attesa del progetto giusto? Bene, è ora di tirarlo fuori! 
Per un cuscino di queste dimensioni, basta, in effetti, uno scampolo di tessuto, ma se vuoi puoi realizzarne uno più grande e più imbottito, seguendo gli stessi passaggi, ma aumentando le dosi di materiali.

A proposito di materiali, ecco la lista degli ingredienti per questo diy! Se clicchi sui prodotti, trovi i link per acquistare gli stessi materiali che ho usato io.

Tessuto denim, o quello che vuoi tu.
Uncinetto 
– Ago e filo da cucito

Per prima cosa, bisogna ricavare due dischi di tessuto. Puoi usare un supporto circolare per facilitarti il lavoro, come un secchio, una pentola o un disco di cartone delle misure che vuoi tu.*
*per ottenere un disco di cartone circolare, usa la tecnica del filo. Ti servono due matite e un filo. Lega le matite da un lato e dall’altro del filo di ferro, lasciando tra loro una distanza pari alla metà del diametro del tuo cuscino. Punta una matita nel centro de tuo cerchio, tira il filo e, mantenendolo teso, traccia con l’altra matita la circonferenza del tuo disco.

Gira un disco a rovescio e con la colla, traccia una circonferenza concentrica, un paio di centimetri più giù del bordo. Fai attenzione però, a lasciare uno spazio senza colla, largo quanto la tua mano.
Unisci il secondo disco e lascia asciugare per un po’. Poi riempi con l’imbottitura, in modo omogeneo e, quando hai finito chiudi con la colla, anche l’ultima parte.


Così facendo, avrai ottenuto un cuscino con un bordo, tutto da decorare.
Per iniziare, infila nell’ago la lana e crea delle cuciture larghe (2-3 cm) e ravvicinate (0,4 cm di distanza l’una dall’atra) lungo tutto il bordo. Basta passare il filo da dietro a davanti e ripetere fino alla fine, dove lo assicurerai con un nodo.


Le cuciture faranno da base per il tuo “merletto”. Ecco come si fa: esegui tre punti bassi nella prima cucitura, poi prosegui con tre catenelle e riparti con tre punti bassi intorno alla cucitura successiva. Continua così fino alla fine, poi fai lo stesso dall’altro lato del cuscino.


Per rifinire il lavoro, cuci con del filo da cucito dello stesso colore del tuo bordo decorato, i due merletti.

Presto fatto, il tuo cuscino e pronto. Il mio è diventato un salva-seduta per una sedia bistrot con il sedile decorato, che proprio non volevo far usurare!
Puoi usare questo pattern e questo filato anche per decorare i bordi delle coperte, o meglio ancora, per creare una tua parure personalizzata da divano composta da copertina e cuscino abbinati!

Se questo tutorial ti è piaciuto e ti è venuta voglia di cimentarti con altri morbidi cuscini, guarda quest’altro diy: CUSCINO FAI DA TE (SENZA CUCIRE)

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Rinnovare gli arredi e i complementi da esterno in legno

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Il legno è un materiale nobile e vivo. Per proteggerlo, nutrirlo e conservarlo nel corso del tempo, è importante utilizzare i prodotti giusti.

L’avvicinarsi della bella stagione è il momento ideale per rinnovare gli arredi e i complementi da esterno in legno, quali sedie e tavoli da giardino, dondoli, staccionate in legno. Esistono soluzioni apposite per il trattamento del legno outdoor, esposto agli agenti atmosferici e a forti sollecitazioni affinché la sua bellezza e funzionalità rimangano inalterate.

Lo Specialista di MisterColor – storico marchio di Cromology Italia che si rivolge agli appassionati di fai da te – presenta un’ampia gamma di prodotti per la cura, la manutenzione e la decorazione del legno, in moltissime varianti e colorazioni:

  • 16 varianti di smalto all’acqua per legno, satinato o brillante, in numerose colorazioni e altrettante nella versione a solvente specifica per esterni;
  • Flatting all’acqua, impregnanti protettivi per legno con formula all’acqua e a solvente e nella variante arricchita con cere speciali, per un totale di 52 referenze e 8 diverse colorazioni;
  • Soluzioni per preparare il fondo e stuccare.

La manutenzione e decorazione del legno in esterno

Il legno ha bisogno di essere nutrito, l’impregnante protettivo a solvente e l’impregnante protettivo a cera sono i due prodotti per compiere quest’importante operazione. Gli impregnanti protettivi con formula a solvente sono la soluzione ideale per la protezione e manutenzione di elementi e manufatti in legno collocati all’esterno dell’abitazione. Penetrano in profondità nelle fibre del legno, esaltandone il tipico aspetto naturale. Inoltre, la formula a cera resiste alle intemperie e lascia scivolare l’acqua, rendendo la superficie idrorepellente, prevenendo così il degrado della finitura. La sua speciale formula “anti UV” consente infine di resistere all’azione dei raggi solari.

Lo Specialista di MisterColor mette a disposizione degli amanti del fai da te anche una gamma di smalti per legno con formula a solvente, ideale per l’utilizzo in ambienti esterni, in otto varianti colore. Lo smalto a solvente – disponibile in finitura brillante e satinata – è caratterizzato da un’elevata resistenza agli agenti atmosferici e garantisce un’ottima durata nel tempo, con un colore che conserva la sua tonalità originaria, senza ingiallire.

L’articolo Rinnovare gli arredi e i complementi da esterno in legno proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Segnaposto acquerello per la tavola pasquale

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, La Gatta Sul Tetto

Segnaposti con graziose violette dipinte con l’acquerello da stampare per decorare la tavola pasquale o dare un tocco colorato alle tavole primaverili.

Segnaposto acquerello per la tavola pasquale

Pasqua si avvicina e ho pensato di farvi un piccolo regalo: dei segnaposto con graziose violette dipinte da me con l’acquerello, per decorare la tavola pasquale o dare un tocco di colore alle tavole primaverili.

E’ un modo per dimostrare la mia gratitudine ai lettori del blog, che sono sempre più numerosi, e agli iscritti alla newsletter che hanno già ricevuto in anteprima il link e le istruzioni per creare questi simpatici segnaposto acquerello.

Ecco come fare in pochi passi:

  • dopo aver scaricato il file PDF, stampatelo a colori su un cartoncino da 300 g/mq bianco. Potete stampare tante copie quante ve ne servono per avere più segnaposti.
  • ritagliate i quadrati che formeranno il segnaposto lungo i bordi grigi
  • con un taglierino affilato, incidete i bordi superiori delle violette, fermandovi dove incontrano la linea di piegatura nel mezzo, e staccate delicatamente la mezza violetta
  • aiutandovi con un righello, piegate il cartoncino a metà come vedete nella foto

Per scaricarli clicca qui:
Download>>

Se li utilizzerete per le vostre feste e se vi fa piacere, potete taggarmi nelle vostre foto su Instagram @lagattasultetto.

Vi ricordo che questi printables sono per uso personale e non commerciale.

Segnaposto acquerello per la tavola pasquale

Tutti i DIY a tema Pasqua

Per chi ama le decorazioni fai da te, ecco i link a tutti i tutorial a tema pasquale che ho preparato negli anni:

Parte 1°>>
Parte 2° >>

Buona Pasqua a tutti.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 

Idea decor fai da te con i bulbi primaverili

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Un facile progetto fai da te per portare la primavera dentro casa!

Con l’inizio della bella stagione i bulbi fioriscono, ma se non li hai piantati puoi sempre acquistarli già fioriti per creare delle decorazioni in modo veloce e soprattutto economico!

Giacinti, narcisi, muscari, iris e tulipani, con i loro colori, sono perfetti per portare la primavera dentro casa. Naturalmente, per creare qualcosa di personale, andranno sostituiti gli anonimi vasetti di plastica in cui sono stati coltivati, optando per soluzioni alternative e di riciclo: contenitori in latta, barattoli in vetro, tazze mug, da caffè o da tè, o qualsiasi altro contenitore che non usi più.

Per realizzare questa semplice idea decor fai da te con i bulbi primaverili ti servirà del terriccio da invasatura già concimato e dei sassolini da mettere sul fondo del contenitore per favorire il drenaggio.

Prendi i bulbi fioriti e posizionali sopra un foglio di giornale. Procedi mettendo un po’ di sassolini sul fondo del contenitore e aggiungi del terriccio. A questo punto inserisci il bulbo con la sua terra e le radici e poi annaffia a dovere senza inzuppare il terriccio.

Ripeti il procedimento per ogni buldo e quando hai finito posizionali sopra un mobile, un tavolino o sul davanzale della finestra!

Come curare i bulbi fioriti? E’ semplice, ti basterà bagnarli ogni 4/5 giorni. Dopo la fioritura, quando lo stelo sarà secco, taglialo e non bagnarlo più. Una volta che anche le foglie saranno secche, togli il bulbo dalla terra, avvolgilo nella carta e conservalo in un luogo fresco, la cantina è perfetta.

L’articolo Idea decor fai da te con i bulbi primaverili proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Decorazioni pasquali in bianco; idee raffinate per la casa.

Pubblicato da admin in Charme and More, Decor

Siete in cerca di idee e suggerimenti per per decorare casa a Pasqua con gusto ed eleganza nella nuance del bianco?

Charme and More ha selezionato alcune soluzioni per decorare il tavolo, le finestre, le pareti e abbellire gli ambienti con questo colore neutro, brillante e sempre raffinato.

Scopriamole assieme!

Ph via
Ph via

Alzatina chic realizzata sovrapponendo alcune ciotole di porcellana bianca decorate con fiori di ciliegio e un delizioso coniglio di cioccolato.

bianoc-pasqua-alzatina
Ph via
Ph via
Ph via

 I gattici sono perfetti per essere trasformati in raffinate decorazioni da vaso per la primavera o per Pasqua.

Ph via
Ph via
Uova di gesso per la decorazione di Pasqua fai da te di MiLiSupplies
Uova di gesso per la decorazione di Pasqua fai da te di MiLiSupplies
Ph via
Ph via
Le uova di gesso lasciate nella loro tonalità naturale possono essere utilizzate come segnaposto per la tavola di Pasqua o posizionate nei vasi o dentro cestini pasquali.
tavola-di-pasqua
Ph via
Ph via
Ph via
Ph via
Ph via 

I tulipani bianchi, simbolo di rinascita, sono bellissimi per adornare la tavola di Pasqua all’insegna della raffinatezza.

coniglietto-bianco-da-appendere

I coniglietti bianchi da appendere di TrunkVintageUk  decorano gli angoli di casa con un tocco bon ton.

Li potrete utilizzare per addobbare l’albero di Pasqua o per creare deliziose ghirlande da appendere alla porta di entrata o trasformarli in originali segnaposto.

buona-pasqua

Bigliettini realizzati a mano da FernbankStudioUK, per rendere unici e speciali i vostri doni di Pasqua.

Fatevi ispirare e date sfogo alla creatività per portare la Pasqua e la gioia dentro casa.

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Decorazioni pasquali in bianco; idee raffinate per la casa. proviene da Charme and More.

Tags: , ,

 
 

Crochet – Punto facile per fare i cestini

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee

Amiche e amici uncinettatori, siete pronti per imparare un nuovo superfacile punto?

L’ho imparato su un sito arabo in cui mi sono imbattuta per caso ed è stato amore a prima vista. Ho voluto testarlo subito attraverso il cestino di fettuccia che ho postato su Instagram. Da quel momento ho ricevuto un sacco di domande sia sul punto che sul lavoro ad uncinetto in generale. 
Allora ho deciso di soddisfare tutte queste adorabili curiosità con un appuntamento fisso con il crochet, qui su ChiccaCasa, una volta al mese!

Inauguro proprio oggi il primo episodio di una serie che ti accompagnerà fino a dicembre 2019!
La mia opinione su questo punto è estremamente positiva. Non è altro che un’elaborazione del punto basso che prevede un piccolo passaggio in più, facile da memorizzare.
Si presta molto bene allo sviluppo di lavori che richiedono rigidità, perché costruisce un lavoro compatto. 
La texture è una delizia per gli occhi. Per rendere meglio l’idea ho sperimentato questa maglia su due filati di diverso spessore. In entrambi i casi i punti risultano ben delineati e formano un gradevole e regolare motivo in rilievo.
Come si esegue? Guarda qua!


Per quanto riguarda i filati, si tratta, in entrambi i casi di fettuccia. Quella del cestino grigio deriva da un tessuto di cotone spesso, come quello delle felpe, versatile e resistente. La fettuccia ottanio, invece, oltre che avere un colore sublime, è di un tessuto morbido e liscio, tutto da accarezzare.

Utilizzare un uncinetto delle dimensioni giuste è fondamentale, soprattutto nel caso dei cesti. Io ho usato un numero 8 per il grigio ed un 4,5 per quello ottanio. 

C’è una sola informazione che non riesco a fornirti su questo punto: il suo nome! Neanche il mio fidato libro dei punti ha saputo rispondere alla mia domanda a riguardo.
Se tu, che leggi questo post, lo conosci, batti un colpo e lascia un indicazione nei commenti qui sotto!

Allora, che ne pensi di questo punto? Provalo e dimmi la tua!

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Recinzione per gatti

Pubblicato da blog ospite in Idee, Maison Rock Coucou

Da quando ci siamo trasferiti nella nuova casa col giardino, abbiamo avuto molte preoccupazione con la nostra gatta Paolina perché le piace molto uscire e giocare all’aperto.
Il problema è che i nostri gatti saltano con molta facilità la recinzione e se finiscono in strada il pericolo per loro è talmente grande che potrebbe essere fatale. Per la mia piccola micina la situazione si aggrava ancor di più perché è sorda.
Dovevo risolvere questo problema e così  ho fatto diverse ricerche su internet e ho chiesto opinioni ad amiche e conoscenti gattare. Dopo vari tentativi falliti, ho trovato la soluzione che per me è risultata la più affidabile ossia, proteggere la recinzione del giardino con dei fogli in PVC, flessibili  e trasparenti.
Il risultato di questo sistema è una recinzione alta e complicata da scavalcare perché sono stati eliminati tutti i punti in cui la gatta riusciva ad arrampicarsi attraverso la creazione di una superficie liscia e una sommità della recinzione troppo sottile per appoggiarsi.
Ti descrivo nel dettaglio tutto quello che devi sapere per poterlo ricreare anche tu.
1. Prendi le misure di quanti metri di recinzione devi proteggere e poi acquista i fogli trasparenti in pvc.
Li trovi in rotoli nei bricocenter e li vendono al metro. Scegli quello più spesso perché più resistente.
1, 2












2. A casa, con l’aiuto di un metro e di una squadra, ritaglia con le forbici o la taglierina, delle strisce di pvc alte 50 cm, di cui 30 cm serviranno per ancorare i fogli al muro e renderli così stabili, gli altri 20 cm sporgeranno dal muro e sarà la parte che impedirà al tuo gatto di scalvacarlo. La parte di pvc alta 20 cm che fuoriesce dal muro è un’altezza efficace ma non troppo elevata da creare un effetto bandiera quando soffia il vento.
Sto considerando dei muri che di per sé sono abbastanza alti. I miei, ad esempio, hanno un’altezza di 180 cm ma lei riesce comunque a saltarli con un forte slancio facendo poi presa sulla cima del muro.
Aggiungendo questo foglio, aumento l’altezza, scivola se dovesse cercare di arrampicarsi e soprattutto non può trovare un appoggio sul bordo.












3. Tassella i 30 cm al muro. Inizia facendo i buchi dall’alto in modo che la polvere che si crea forando il muro possa scivolare sotto. Poi tassella anche il bordo inferiore della striscia disponendo le viti tra di loro a triangolo per avere una maggiore stabilità.
Se invece hai un muro basso e hai bisogno di aumentarne l’altezza, dovrai allora far uscire dal muro più di 20 cm di pvc e creare un telaio laterale per aumentarne la resistenza. Oppure puoi aumentare l’altezza del muro usando un graticcio in legno e poi rivestendolo col pvc nello stesso modo che ho appena descritto.
Questa soluzione l’ho adottata sia nella parte di recinzione in mattoni che in quella in graticcio e fino ad ora la mia gatta non è mai riuscita a saltarlo.
Il risultato finale non è di forte impatto, in più è una soluzione abbastanza economica e facilmente rimovibile e sostituibile.

I disegni e le immagini sono le mie

Tags: ,

 
 




Torna su