Un tutorial per un tappeto fai-da-te facile ed economico

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Qualche mese fa cercavo in rete dei consigli per realizzare un tappeto da me, ma ne ho trovati pochi. Ecco qui il mio tutorial per un tappeto fai-da-te.

Quando è stato ufficiale che saremmo diventati i padroni della nostra casetta dei sogni (leggi poveri, in quanto padroni solo del mutuo), ho cominciato a progettare. 

Disegni, schizzi, foto ispirazionali. Ma soprattutto idee a bassissimo budget per arredare e decorare casa. 

Tra i tanti tutorial che ci sono in giro, ce ne sono davvero pochissimi per creare un tappeto (e sono tutti in inglese). Ne ho trovato uno molto carino, perché facile da realizzare e che vi permette (volendo) di utilizzare vecchie t-shirt fuori uso.

Il tutorial per un tappeto fai-da-te, fatto di “stracci”.

Un tutorial per un tappeto fai-da-te: tutti i passaggi

Ma com’è sto benedetto tappetto di stracci? In realtà l’effetto finale è molto carino, perché la stoffa viene ridotta a piccole strisce da 2 cm di larghezza per 10/15 cm di lunghezza. Queste strisce vengono inserite negli spazi dei tappeti antiscivolo. 

tutorial per un tappeto fai-da-te

Ma cominciamo dall’inizio. Cosa serve per realizzare un tappeto del genere? 

Serve un tappeto antiscivolo, della dimensione di cui volete realizzare il tappeto. Io avevo bisogno di un tappeto da 3 mt per 2mt, che nei negozi non ho trovato. Per cui l’ho ordinato tramite Amazon. Serve poi della stoffa, possibilmente di cotone. Non sceglietela troppo fine, altrimenti le strisce usciranno dal supporto, ma neanche troppo spessa; altrimenti sarà davvero difficile inserirla nei piccolo quadretti dell’antiscivolo. Sono ideali le vecchie t-shirt, per cui se ne avete un po’ non buttatele, ma ri-utilizzatele a questo scopo.

Io ho comprato della stoffa, perché avevo bisogno di colori particolari. Per realizzare un tappeto delle dimensioni di cui sopra, abbiamo avuto bisogno di 15mt di stoffa avorio e 15 mt di stoffa verde oliva. 

tutoriali per un tappeto fai-da-te

A questo punto si può cominciare. Innanzitutto segnate dei piccoli tratti a distanza di 2 cm l’uno dall’altra sulla stoffa. Questi saranno i segni che dovrete seguire per tagliare la stoffa a strisce. Vi consiglio di piegare la stoffa finché non diventi un lungo pezzo largo dieci cm. In questo modo sarò più facile segnare i vari punti e poi tagliare. 

Una volta che avrete le vostre lunghe strisce, dovrete ridurle in pezzi più piccoli, lunghi 10 cm. Aiutateli con un righello e se la stoffa non è scivolosa, potete ripiegare le strisce su loro stesse e tagliarle in una volta sola. 

tutorial per un tappeto fai-da-te

Ora potete mettervi all’opera: prendete l’antiscivolo e con l’aiuto di una pinzetta inserite le strisce tra un quadrotto e l’altro. La striscia dovrà essere a metà tra un quadrotto e l’altro. Come vi dicevo, non è difficile, ma richiede qualche ora. 

Per cui armatevi delle vostre serie televisive preferite e via coi lavori!

L’articolo Un tutorial per un tappeto fai-da-te facile ed economico sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Come Fare Delle Decorazioni Di Natale

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Natale è alle porte, e con questo magico periodo si fa largo anche la necessità di arredare casa con le decorazioni di Natale più originali, ma senza spendere una fortuna. Come fare quindi? In questa guida abbiamo preparato 7 idee creative per decorazioni fai di Natale fai da te, per arredare sia il soggiorno che camera tua o quella dei bimbi, che lasceranno tutti a bocca aperta e ti permetteranno di decorare casa tua in modo magico con un occhio al portafoglio! Potrai realizzarle con le tendenze più cool, e personalizzarle con adesivi, come quelli che poi trovare su Etichettanome.it.

  1. Il centrotavola di Natale

Per realizzare questo delizioso centrotavola ti servono tre rose di stoffa rosse, la spugna per le piante da vaso, una candela rossa e dei rametti di abete naturale oppure sintetico. ti basta inserire la candela al centro della spugna e circondare questo cerchio con i rametti di abete fino a formare una corona, applicando alla fine tre rose rosse. Fissa tutto con la colla e se vuoi puoi spargere la tua decorazione con un po’ di neve artificiale o dei brillantini dorati: il tuo centrotavola per le feste di Natale è pronto!

decorazioni di Natale

  1. La ciotolina natalizia

La ciotolina natalizia è una decorazione semplice e versatile, perché abbellisce qualsiasi punto della casa. Per realizzarla ti basta un piattino o una ciotola di terracotta, in un colore neutro come il beige. Per riempire la tua ciotola ti basterà la spugna delle piante da vaso e inserirvi all’interno tutto ciò che suggerisce la tua fantasia: ad esempio rametti di abete freschi, bacche, palline di Natale colorate, e decorazioni floreali come il vischio. Sistema tutto al centro cospargendo se vuoi con un po’ di olio essenziale alla cannella e sistema questa bella decorazione nel punto della casa che ti piace di più.

decorazioni di Natale

  1. L’alberello di Natale di feltro grigio con perline bianche

Quest’alberello di Natale si realizza con feltro color argento, lana, ovatta per imbottitura e perline. Ritaglia dal feltro due sagome arrotondate a forma di albero, riempi con l’ovatta poi cuci i bordi. Cuci o incolla le perline banche e il tuo morbido albero è pronto!

decorazioni di Natale

  1. La ghirlanda per la porta

Questa è una decorazione classica e senza tempo, che in un attimo crea l’atmosfera giusta. Per realizzarla puoi utilizzare sia i rametti di abete fresco che quelli sintetici da arricchire poi con bacche raccolte durante le tue passeggiate invernali. Ti basta arrotolare i rametti di abete intorno ad un filo di plastica che avrai intrecciato più volte su se stesso fino a formare un cerchio. Inserisci poi i rametti di bacche qua e là per decorare la tua ghirlanda. Con un bel nastrino di seta poi potrai appendere la tua ghirlanda alla porta d’ingresso per dare un caldo Benvenuto agli invitati!

decorazioni di Natale

  1. Gli alberelli per l’alberello

Freschi e colorati, questi alberelli di feltro multicolore decorano in modo personale il tuo albero di Natale. Ti bastano un po’ di ovatta per riempire l’alberello, tre scampoli di feltro verde lime, rosa acceso e rosa pallido, un nastrino per appendere gli alberelli, colla e tante perline e paillette da applicare sulle sagome.

decorazioni di Natale

  1. Il dolce pupazzo di neve

Questo dolce pupazzo di neve renderà più accogliente casa tua. Realizzarlo è davvero semplice: ti basta acquistare due palline di plastica, da decorare con nastrini colorati e tessuti, oltre a bottoni, paillettes e un po’ di ovatta. Incolla una pallina sull’altra e avrai già il corpo e la testa del tuo pupazzo. Decora il viso con due paillettes per gli occhi e una piccola carota per il naso, e sul corpo incolla un bottone colorato. Per le braccia incolla ai lati due palline di ovatta e con uno scampolo di tessuto crea una sciarpa da girare incollare intorno al collo e un cappellino per la testa. E voilà, Buon Natale!

decorazioni di Natale

  1. I biglietti di auguri personalizzati

Non c’è niente di più bello che ricevere un biglietto di auguri personalizzato. Puoi realizzare i tuoi, da abbinare ai legali per le persone speciali, con del cartoncino colorato, forbici, colla e disegni che puoi trovare sui giornali. Piega il tuo cartoncino in due e poi ritaglia la copertina lasciando uno spazio aperto. Ora è il momento di ritagliare le decorazioni che più ti piacciono: pupazzi di neve, alberelli, stelline…L’importante è seguire la tua fantasia! incolla le decorazioni sul cartoncino colorato, decora con paillettes e neve finta, e scrivi all’interno la tua frase speciale. Il tuo cartoncino sarà un pensiero indimenticabile.

A volte sono le piccole idee ad essere le più preziose, buon Natale a tutti

L’articolo Come Fare Delle Decorazioni Di Natale proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Realizzare uno sgabello in pelo fai-da-te col tutorial step by step

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Una sfida che ho lanciato verso me stessa. Vedere se fossi stata capace di realizzare uno sgabello in pelo fai-da-te. Il tutorial passo per passo.

……….

Ricordo ancora quando l’ho visto e di solito non amo gli oggetti “pelosi”. Eppure quella volta quel piccolo sgabello mi è piaciuto davvero un sacco, forse perché aveva quel tocco chic e sofisticato che non guastava. O forse perché lo vedevo perfetto per la nuova casa, nel mio angolo make-up.

Ero incinta di Seba, stavamo facendo un giro per negozi di modernariato a Milano e l’ho visto. Solo che il prezzo non era dalla mia parte.. In quel periodo non avrei potuto spendere una cifra del genere per un piccolo sgabello. E allora mi son detta: ma perché non lo faccio io? 

Forse galvanizzata anche dai video tutorial di YouTube, ho deciso di lanciarmi nell’impresa. Diciamo che la parte più difficile è stato reperire il materiale di base per costruirlo, lo sgabello. Perché l’assemblaggio in sé non è stato difficile.

Vediamo passo passo come ho fatto.

COME REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE: LA MIA AVVENTURA

Vi faccio vedere subito la foto dell’originale. Carino eh? Non troppo alto, perfetto anche come comodino assolutamente trendy in camera. Di fianco quello che ho realizzato io. Lo uso come comodino e per appoggiare tutto quello che mi serve di notte, oppure per sedermi quando mi trucco.

È più alto dell’originale, ma perché io ho usato i porta carta igienica, per risparmiare sul budget. Altrimenti potete usare le gambe a forcina, come quelle che vedete qui su Amazon. Dovrete poi usare della vernice spray per farle diventare color oro (proprio come abbiamo fatto noi).

L’originale

La mia versione

Non male eh? Ma vediamo cosa serve. Innanzitutto quattro gambe a forcina oppure quattro aste porta carta igienica. Attenzione: in questo caso, più sono robuste e meglio è. Se sono molto sottili e pieghevoli sarà difficile sedercisi sopra, perché lo sgabello tenderà a sbilanciarsi. Potreste usarlo come comodino. Per le quattro aste io ho speso in totale €8.

Poi per fare la seduta vera e propria, io ho trovato questa scatola robusta in legno, di circa 40 cm di larghezza, per 30 di profondità e 20 cm di altezza. Ed è costata circa €10. Sia le aste che la scatola le ho trovate nei negozi “tutto a mille”, per intenderci, quelli in cui si trova di tutto: dai calzini allo scotch.

Passiamo poi all’imbottitura della seduta: gommapiuma, la stessa che si usa per i cuscini copri sedia. Ha un costo irrisorio, pochi euro per 3/4 cuscini in gomma. Io ho usato proprio quelli dei cuscini copri sedia, però potete usare anche i pezzi di gomma interi. Attenzione allo spessore: la gommapiuma che ho usato io era spessa 3 cm. Più è alto lo spessore e più è comoda la sedia.

Per finire il tappeto in pelo da incollare sopra, con la colla a caldo. Io ho ordinato questa da Amazon, due tappeti.

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

Il materiale occorrente

SGABELLO FAI-DA-TE: IL PROCEDIMENTO

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

La prima fase

La prima operazione che abbiamo fatto è stata quella di verniciare in color oro le aste. Le abbiamo disposte su un cavalletto all’aperto, di modo da disperdere i vapori della vernice spray. Mi raccomando, usate la mascherina. Abbiamo dato un paio di mani e in un paio d’ore tutto era asciutto.

Dalla scatola in legno ho dovuto svitare le cerniere e il blocco della serratura, di modo da non avere spessore sotto la gommapiuma. Dopodiché, ho sagomato la gommapiuma seguendo la forma della scatola e l’ho ritagliata.

Prima di incollare la gommapiuma alla scatola, ho sigillato il coperchio della scatola alla scatola, per renderla più stabile.

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

 

REALIZZARE UNO SGABELLO IN PELO FAI-DA-TE

Ed infine l‘assemblaggio: con l’ausilio della colla a caldo ho incollato la gomma sullo sgabello e poi ho assicurato le aste alla scatola. Ho lasciato asciugare bene e sono passata al taglio del tappeto a misura, per incollarlo sulla gommapiuma.

In tutto ci sono volute 3/4 ore, per un costo totale di circa €30, cioè praticamente un terzo dell’originale. Se decidete di usare le gambe a forcina, il costo sale a €50, che è comunque meno della metà.

L’articolo Realizzare uno sgabello in pelo fai-da-te col tutorial step by step sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Sverniciare un mobile di legno senza faticare troppo

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee

Se hai trovato un pezzo vintage che proprio ti fai impazzire, ma vorresti non fosse stato verniciato, non disperarti e, soprattutto portalo lo stesso a casa con te!

Ho un’altra buona notizia! Non dovrai faticare troppo per sollevare i vecchi strati di vernice, con il metodo che sto per illustrarti.

Se ami l’autenticità dei materiali e quella patina che il tempo lascia sulle cose, potrebbe capitarti di provare il desiderio di spogliare un mobile dal suo involucro colorato.
Non è un lavoro da soli uomini, né tantomeno serve una laurea per raggiungere un risultato soddisfacente. Basta un po’ di olio di gomito e qualche dose di pazienza. La motivazione non ti mancherà nel corso del lavoro: ogni volta che scoprirai un nuovo pezzetto della base, sarà una vittoria!


Quali mobili possono essere sverniciati?

In sostanza, puoi sverniciare facilmente i mobili che sono stati dipinti a mano. 

Prima di decidere se sverniciare un mobile, valuta con attenzione il materiale di cui è composto. Assicurati che sotto gli strati di pittura ci sia qualcosa di interessante come legno massello o metallo.  

Sverniciare può tornarti utile anche se vuoi ridipingere un oggetto che è coperto già diversi strati di vernice. Ad esempio, nel caso di un mobile che presenta parti in cui il vecchio strato di pittura è saltato (probabilmente non ti basterà carteggiare, per livellare la superficie del mobile).



Come si svernicia?
La rimozione della vernice può avvenire attraverso:
  • – sverniciatore
  • – pistola termica 


Lo sverniciatore è una sostanza chimica gelatinosa che si stende a pennello ed agisce sulla vernice, lasciando che si stacchi dalla base. Si lascia in posa 7-8 minuti e poi si gratta la vecchia pittura con la spatolina.
La pistola termica produce lo stesso effetto, ma sfruttando il calore. Il suo getto d’aria calda raggiunge i 400°. La vernice diventa una poltiglia e si stacca facilmente con una spatolina.
Personalmente, preferisco la pistola termica. Tuttavia, spesso mi faccio aiutare anche dallo sverniciatore per intervenire sulle zone più delicate del mobile.

Ho raccolto consigli utili e trucchetti in un video che ho girato nella Casetta, durante le operazioni di relooking del tavolo da pranzo.

!!! : Non sono una professionista. Ho fatto esperienza con i mobili dei nonni da autodidatta. I consigli che seguono sono volti ad far sì che chi si approccia per la prima volta a questo lavoro di fai da te, eviti gli errori che ho fatto io per prima.
Segui le venature
La prima regola della sverniciatura, se hai a che fare con un mobile di legno, è muoversi con la spatolina seguendo sempre la direzione delle venature. 
Ti chiederai, “ma come faccio a sapere in che direzione vanno le venature se sono coperte dalla vernice?”
Fai un tentativo.
Nella maggior parte dei casi (ma non sempre!), se un pezzo si estende in verticale (es. le gambe di un tavolo, il laterale di un armadio), dovrai procedere in verticale. Idem, se il pezzo è in piano (es. la base di un mobile, il piano di un tavolo, la facciata di un cassetto): in questo caso muoverai la spatolina in orizzontale.
Una volta scoperta la prima porzione di legno, valuta  verso quale direzione sono orientate le venature, quindi procedi di conseguenza.

Non  insistere
Se la vernice non va via subito, armati di pazienza e non farti prendere dall’istintività!
La cosa più importante è non esagerare con il calore, perché il legno potrebbe bruciarsi o macchiarsi inesorabilmente (vale lo stesso per il metallo). Soprattutto, non tenere il getto di calore troppo vicino alla superficie da sverniciare, ma allontana la pistola termica dal legno gradualmente  
Al contrario puoi insistere con la spatola, grattando più a lungo sulla zona in cui la vernice è ostinata.

Gli angoli
Togliere la vernice dagli angoli non è sempre facile, poiché spesso gli spigoli sono le parti più fragili. 
Per sverniciarli, scalda la vernice quanto basta, e procedi ponendo la spatola parallelamente rispetto al legno. Fai attenzione a non intaccare gli spigoli con la spatola e procedi con delicatezza e pazienza.
Se trovi difficoltà a rimuovere la pittura, aiutati con uno sverniciatore. Stendilo con un pennello sulla superficie interessata, lascialo agire per circa 8 minuti e poi rimuovi la vernice con la spatola.


La posizione delle mani (la più comoda e sicura secondo me)
Per preservare le mani da indesiderate scottature, basta tenere una determinata postura.
Il braccio che tiene la pistola termica deve sempre trovarsi davanti a quello che regge la spatolina. Le mani, poi, devono muoversi contemporaneamente. Come in un passo a due di danza, quella con la pistola termica, deve guidare la mano con la spatolina. Una scalda la vernice, l’altra la rimuove.
 In questo modo, la mano che regge la spatolina, che è la stessa che, di norma, sarebbe più esposta al rischio, sarà sempre coperta dal braccio che regge la pistola termica.
Oltre ad essere pensata per lavorare in sicurezza, io trovo che questa sia una posizione molto comoda. In più, permette di procedere velocemente e senza intoppi!

Quanto costa
Il prezzo minimo per una pistola termica come quella che ho usato per sverniciare il mio tavolo, è di circa 20 euro. Non male, vero?

Qui ne trovi una con le stesse caratteristiche della mia -> Pistola termica su Amazon



http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Usare i rami di legno secchi: #5 idee creative

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

Continuiamo con la serie “decorare a zero euro” parlando di come usare i rami di legno secchi in casa. Io vi do qualche idea, poi a voi decidere se comprarli o farli da voi.

……….

Abbiamo tanto parlato dell’autunno, dei suoi colori meravigliosi e bla bla. Però mi sono accorta di non aver menzionato mai un altro elemento tipico di questa stagione, che di solito fa una fine non proprio decorosa. I rami di legno secchi.

E voi mi direte: eh be, che ne facciamo della legna secca e vecchia? Si possono fare davvero un sacco di cose, per usare i rami di legno secchi. Vi propongo un po’ di idee di oggetti già fatti, solo da comprare ma che si possono benissimo fare in casa.

USARE I RAMI DI LEGNO SECCHI: COMPRARLI O FARLI?

Cominciamo con un quadro molto carino e molto facile da fare: selezionate dei rami abbastanza piccoli ma simili tra loro. Scegliete una cornice che vi dia la possibilità di inserire degli oggetti all’interno, profonde almeno un paio di cm.

In base all’altezza della cornice tagliate i rami e inseriteli nella cornice. Magari fermateli con un punto di colla sotto o sopra per essere sicuri che nulla si muova. Se invece volete comprarla già fatta, c’è questa su Esty che è davvero molto carina.

usare i rami di legno secchi

|NosNatura|

Altra idea decorativa e anche facile da realizzare: una mensola ricavata da uno spesso ramo. Se avete la fortuna di avere vicino a voi un grande albero, che abbia molti anni e con rami molto grandi, allora potete farla da soli.

Non c’è bisogno di forare il ramo, anche perché col peso i fori potrebbero allargarsi con l’andare del tempo e la mensola potrebbe non reggere. Molto meglio usare della corda abbastanza spessa, da legare bene alle estremità. Potrete usarla per appoggiare una pianta, dei libri, delle foto. Molto Shabby Chic.

usare i rami di legno secchi

|WildNatureDesigns|

Questa terza idea è super semplice: basterà avere tre piccoli rami, della stessa lunghezza ma non troppo sottili. Annodateli tra loro, magari con dei fili di rafia. Legateli tra loro a triangolo, lasciando un piccolo buco al centro che userete per appoggiare una candela. Se sapete già che candela userete, misurate la base di modo da lasciare un buco leggermente più piccolo, per far appoggiare la candela senza farla cadere dentro. Questo è il porta candela già fatto che trovate su Etsy.

usare i rami di legno secchi

|ilMondodiLila|

Che ne dite di un appendiabiti? Non sono mai sufficienti e c’è sempre qualcosa che non trova posto appeso e rimane appoggiato da qualche parte. Quindi anche in questo caso dei piccoli pezzi di rami possono venirci in aiuto. Tagliateli tutti uguali, di circa dieci centimetri di altezza. Realizzate una cornice rettangolare all’interno della quale incollare (o anche avvitare) i vari rami. Ed ecco qui il vostro appendiabiti.

usare i rami di legno secchi

Ed infine un’idea puramente decorativa per abbellire il vostro letto o quello dei vostri figli. Se trovate un ramo grande, con più rami piccoli avete quello ci serve. Dipingetelo (con la vernice spray) del colore che preferite e appendeteci tanti piccoli scacciapensieri, che potete realizzare anche con dei centrini che non usate più.

usare i rami di legno secchi

|Conforama|

L’articolo Usare i rami di legno secchi: #5 idee creative sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Decorazioni Natale fai da te, le idee migliori per decorare casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare

Il Natale è l’occasione perfetta per cimentarsi con nuovi progetti fai da te per decorare la propria casa.  

Sono molte le idee creative che si possono realizzare con le proprie mani per rendere davvero unico e speciale il periodo natalizio.


Alberi di Natale stilizzati, corone fuoriporta, decorazioni per la tavola, addobbi per l’albero e molto altro, lasciati ispirare dalla nostra selezione di decorazioni Natale fai da te, le idee migliori per decorare casa, tutte facili da realizzare e pensate per soddisfare ogni stile e gusto!


12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare
12 decorazioni di Natale fai da te da copiare

Tags: ,

 
 

Calendario dell’Avvento: idea fai da te con la Stella di Natale

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Con l’avvicinarsi del Natale arriva anche il desiderio di realizzare eleganti decorazioni. Questo splendido calendario dell’Avvento, che vede la Stella di Natale come protagonista, è veramente d’impatto.

Tutto quello che ti serve è: una splendida Poinsettia, un anello di paglia, un vaso decorativo, un cordino di lana, del nastro di raso e di organza, dei fili, 24 tubi di cartone di una lunghezza pari a 8-10 cm, della carta da imballaggio, del cartoncino, un pennarello, un seghetto a denti stretti, delle forbici e del materiale decorativo quali stelle di paglia, pigne, bacche o foglie essicate, dolci e piccoli regali d’Avvento.

Caledario dell'Avvento fai da te


Tutorial


Fase 1: avvolgere il nastro di raso intorno all’anello di paglia. Quindi, avvolgere un secondo strato di nastro in organza più stretto insieme al cordoncino di lana fino a ottenere un effetto irregolare. Mettere la ghirlanda sul bordo del vaso decorativo scelto (potrebbe essere di paglia).


 tutorial per realizzare un Calendario dell'Avvento - fase 1
Fase 2: tagliare i tubi di cartone di 8-10 cm di lunghezza. Il modo migliore per farlo è con il seghetto a denti stretti. Farlo con tutti e 24 i tubi. Quindi riempire i tubi con dolcetti e piccoli regali. Avvolgere ogni rotolo con della carta regalo, lasciando una quantità sufficiente a ogni estremità e, con un filo, annodarle come delle caramelle. Lasciare una lunga stringa di filo da un’estremità in modo da poterlo appendere al calendario.


tutorial per realizzare un Calendario dell'Avvento - fase 2

Fase 3: tagliare con le forbici 24 cerchi di cartoncino, praticare un piccolo foro su ciascuno e numerarli da 1 a 24 col pennarello. Infilare poi i cerchi numerati con una corda lunga e legare i piccoli regali alla corona. Se si vuole arricchire la decorazione, legare alla corona con un filo pigne, foglie di eucalipto, bacche di agrifoglio rosse, stelle e altri accessori.


tutorial per realizzare un Calendario dell'Avvento - fase 3

Fase 4: tocco finale: sistemare la Stella di Natale col suo vaso di coltura impermeabilizzato, magari con un sacchetto freezer, all’interno del vaso decorativo. Se necessario, per prima cosa inserire della carta velina accartocciata per posizionare la pianta all’altezza desiderata.


tutorial per realizzare un Calendario dell'Avvento - fase 4

Al giorno d’oggi, la Poinsettia è considerata in molti paesi il fiore del Natale per antonomasia, grazie alla sua forma a stella e alle sue brattee colorate. Un accenno di glitter donerà un tocco di glamour al Calendario dell’Avvento.


Calendario dell'Avvento fai da te con al centro una Stella di Natale

Tags: ,

 
 

Come creare una scritta luminosa “green” fai da te

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa

Lettere, parole e scritte luminose sono un elemento decorativo molto in voga, non solo per decorare interni di locali e spazi commerciali ma anche per vivacizzare e personalizzare una parete vuota della casa.


In vista del Natale, oggi vi proponiamo un facile tutorial per realizzare una bellissima scritta avvolta da un filo di luci con tante foglioline verdi. In questo caso la scritta è un semplice “You & Me” che potete ad esempio appendere sopra la testata del letto ma, naturalmente, potete scrivere tutto ciò che desiderate.


tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa

Se l’idea vi piace ecco il materiale necessario per realizzare questo progetto:

·         Filo di luci con foglioline

·         Filo di rame

·         Pinza

·         Nastro adesivo
 tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa


Tutorial:

1. Stendi il filo e componi le tue lettere. Il filo di alluminio è flessibile e quindi facile da modellare con le mani. Non preoccuparti se commetti un errore, basta rimodellare il filo. Eventuali piccole imperfezioni saranno coperte dalle foglioline.

tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa

2. Una volta che la scritta è pronta puoi iniziare ad applicare il filo di luci, tenendo alla fine la parte di filo con la scatola delle batterie.
tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa
tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa

 3. Quando ogni letterà sarà avvolta dal filo di luci e foglioline, verifica che non vi siano spazi vuoti e procedi con la sua applicazione a parete. Utilizza il nastro adesivo per nascondere la scatla delle batterie. Per meglio camuffare il nastro adesivo puoi dipingerlo dello stesso colore della parete.

tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa

Fatto ciò non ti resta che accendere la tua nuova scritta luminosa green!

tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa
tutorial per realizzare una bellissima scritta luminosa

Tags:

 
 

Ricicliamo i barattoli per realizzare complementi d’arredo, decorazioni e regali di Natale

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

barattoli regalo di nataleopera in vetro acrilico sagomato ispirata alla pop art di Andy Wharol, disponibile  su http://www.giallobus.combarattoli regali di natalebarattoli regali di nataleRegali, decorazioni e pensieri per natale con i barattolibarattoli regali di nataleCarta di giornale, nastri e un delizioso stile retrò per questi barattoli di latta

I barattoli, di vetro o di latta, possono essere molto utili per chi ama il riuso, per realizzare soprattutto lampade e contenitori ed, in prossimità delle feste natalizie, anche decorazioni e graziosi regali di Natale.

Per quanto riguarda le lampade, i contenitori in vetro sono i più adatti a creare lampade si decorative, ma anche che illuminino bene l’ambiente, mentre con le lattine si possono realizzare lumi molto decorativi con particolari giochi di luci, grazie alla realizzazione di forellini sulla superficie.

Come realizzare una lampada decorativa con un barattolo di latta

Lampade con i barattoli in tutte le fogge! Moderne, dallo stile vintage e chi più ne ha più ne metta!

barattoli regali di nataleI barattoli di vetro si prestano a diventare veri e propri corpi illuminanti  barattoli regali di nataleLanterne traforate barattoli regali di nataleBasta poco e il gioco è fatto!barattoli regali di natalePrendere dei barattoli, della corda e un portalampada e avrete realizzato il vostro lampadario!

Se pensiamo di realizzare con i barattoli dei contenitori, in fondo parliamo di oggetti che nascono già con la funzione di contenere e dunque, starà a noi solo decorarli e riutilizzarli in modo creativo.

Barattoli e barattoletti potranno diventare di volta in volta porta-vaso, porta-penne, organizer e storage per contenere le cose più svariate, dalle scarpe alle posate.

Regali di natale

Porta oggetti

Citazioni rubate alla POP art barattoli regali di natalePorta posate per casa, una mensa o un ristorante, comodo e divertente barattoli regali di nataleVasi romantici barattoli regali di nataleScarperia creativa barattoli regali di nataleOrganizer barattoli regali di natalePasta a portata di mano

Nel caso dei barattoli di latta potremo dipingerli, rivestirli con vari materiali, stoffa, carta ecc. e decorarli nei modi più vari, applicarci delle etichette o realizzare un moderno decoupage.

barattoli regali di nataleWashi tapebarattoli regali di nataleShabby style barattoli regali di nataleTricot barattoli regali di natalePaper barattoli regali di natalePainted barattoli regali di nataleDecoupage  barattoli regali di nataleLatte bronzo  e targhette lavagna per le erbe  aromatiche in veste industrialbarattoli regali di nataleCarta adesiva

È dai tempi della famosa latta di zuppa immortalata da Andy wharol che, anche da artisti e designer, è riconosciuta all’unanimità la valenza estetica di una bella boatta, per dirlo alla napoletana!

Anche tra gli oggetti di design, più o meno famosi, ci capiterà di trovare quindi una creativa interpretazione dei barattoli, come nel caso della meravigliosa lampada di Ingo Maurer, canned light omaggio a wharol, esistente sia nella versione da parete che sospesa. In molti si sono ispirati al barattolo di latta per realizzare ogetti di design ed uso comune e in moltissimi si sono ispirati all’opera di Wharol, reinterpretandola o riproducendola sui più svariati supporti ed io, sinceramente, non ci triovo nulla di male, ciò rientra proprio nel concetto di arte che aveva Andy Wharol

barattoli regalo di nataleLa famosa opera di Andy Wharol barattoli regalo di nataleCarta da parati con macro stampa di barattoli Campbells disponibile su http://www.ludoteca.  barattoli regalo di nataleVersione pillow! barattoli regalo di nataleFai da te un’opera POP!

Varie stampe che si ispirano allèopera di Andy Wharol seguendo stili diversi

Le bellissime lampade di Ingo Maurer come sempre affascinanti ed iconiche. Versione da parete e sospensione.

I barattoli di latta più famosi del mondo diventano oggetti di uso quotidiano rivisitati dal design

Il Il design sfrutta barattoli di vetro e lattine per creare simpatiche lampade

Sgabello ispirato al barattolo di latta by VS.Forme

barattoli regalo di natalebarattoli regalo di natale

Orologi da parete a forma di barattolo su http://www.home.it e home.klusia.com

Per Natale poi, grazie agli amici barattoli, potremo realizzare tante decorazioni per arredare la nostra casa o regali di Natale per i nostri cari, come ad esempio le tanto amate (o odiate a seconda dei gusti) palle con la neve, da creare con i barattoli di vetro, le lanterne da costruire con le lattine traforate o un bel centrotavola per il cenone.

barattoli regali di nataleCandele e lanterne ed è subito Natale barattoli regali di nataleOro e rosso per i vasetti natalizi barattoli regali di nataleEleganti composizioni minimal barattoli regali di nataleDecoriamo anche la scatola con i barattoli barattoli regali di nataleregali di Natale gustosi e profumati

Snow ball  barattoli regali di nataleCentrotavola di buon augurio barattoli regali di nataleLa dolcezza del Natale   barattoli regali di nataleNon è Natale senza le lucine

Tornando al riuso dei barattoli come contenitori, si può trattare di contenitori senza coperchio, porta-penne, porta-posate, porta-vasi ecc. o di contenitori con coperchio per pasta, spezie, ovatta, gioielli & co; in questo cosa possiamo ovviamente decorare anche il coperchio, accessoriarlo di pomello utilizzando gli oggetti più svariati o utilizzare i graziosi coperchi in gomma che si usano proprio per le lattine e che potremmo anche ricreare con un palloncino!

Tappi chiudi barattolo di latta

 baerattoli regali di nataleSoluzione creativa…tappo di palloncini! barattoli regali di nataleConiglietti barattoli regali di nataleIn cucina barattoli regali di nataleGold barattoli regali di nataleTappi creativi barattoli regali di natalePomelli barattoli regali di nataleSemplicità barattoli regali di nataleCambia la chiusura cambia la funzione

I barattoli di vetro, come accennato all’inizio, saranno perfetti per realizzare lampade e porta candele in qualsiasi sia lo stile che preferite, dal moderno allo shabby, ideali anche come regali di Natale.

Ed ora munitevi di pazienza, creatività e barattoli e mettetevi al lavoro!

L’articolo Ricicliamo i barattoli per realizzare complementi d’arredo, decorazioni e regali di Natale proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Riciclo creativo: 8 idee per arredare riciclando

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

Vuoi adottare uno stile di vita più sostenibile? Il riciclo creativo è una valida soluzione per combattere l’inquinamento del pianeta inoltre ti permette di rinnovare casa in modo originale e spendendo poco!


Perché buttare via vecchi mobili, oggetti o materiali inutilizzati, basta trasformarli! Con un po’ di fantasia e una buona manualità, non è difficile riportarli a nuova vita. Se stai pensando di rinnovare una stanza di casa, prima di pensare ad acquistare nuovi mobili o complementi, pensa a ciò che hai già e che può essere facilmente trasformato e riutilizzato. A volte basta davvero poco per cambiare aspetto ai nostri interni.


Dal riciclo creativo di vecchie porte ai contenitori in legno per il vino trasformati in arredi, ecco 8 idee per arredare riciclando.


riciclare vecchie porte
Ricicla delle vecchie porte in legno per decorare una parete di casa, il risultato sarà unico!

riciclare le cassette di legno per il vino

Le casse di legno normalmente utilizzate per contenere e bottiglie di vino, sono fantastiche da riciclare. Puoi creare una base il per io tuo divano fai da te, creare un tavolino da abbinare, oppure puoi creare un mobilecontenitivo aperto da collocare in cucina o in qualsiasi  altra stanza di casa.

riciclare le cassette della frutta
Appendi le cassette della frutta alla parete della tua cucina, sono una valida alternativa ai tradizionali pensili! 
riciclare vecchi mobili e materiali
Per fare ordine nella sala da pranzo, puoi ad esempio riciclare un vecchio mobile, aggiungendo delle pratiche rotelle, sfruttandolo per contenere piatti e bicchieri. Per le posate puoi utilizzare delle piccole scatole di cartone!
riciclare un vecchio tavolo da lavoro in legno
Regala una seconda vita al tavolo da lavoro in legno. Basta personalizzarlo con il colore, collocarlo dove serve e magari utilizzarlo come porta piante.
riciclare pallet e cassette della frutta
Hai deciso di ricavare uno spazio home office? Bene, per arredarelo ti basta riciclare un pallet con il quale realizzare una piccola scrivania salvaspazio e delle cassette della frutta per creare una pratica libreria.
riciclare i cartoni
Se stai arredando la camera degli ospiti, una soluzione economica per riporre vestiti e accessori la puoi facilmente realizzare fai da te assemblando e personalizzando più cartoni. I tuoi ospiti ne saranno stupiti!



idee riciclo per il bagno
Anche la stanza da bagno può essere caratterizzata da particolari elelementi di riciclo, inserendo ad esempio una scala di legno, un vecchio appendiabiti oppure trasformando dei setacci inutilizzati in specchi da appendere a parete!

Tags: ,

 
 




Torna su