LA NASCITA DEL FUORISALONE

Pubblicato da blog ospite in Design, Il Sottomarino a Pois
Ora che il Fuorisalone è diventato una realtà consolidata, un luogo dove creatività, design, innovazione si uniscono per dar vita sempre a qualcosa di nuovo e di stimolante per gli occhi e la mente, ci sembra quasi impossibile che 30 anni fa non esisteva nulla di tutto ciò! 
Il salone del mobile era un evento che si teneva in Settembre, dove gli edifici che appartenevano a quella Milano industriale erano e rimanevano abbandonati e silenti.
Ma allora chi è stato a rivoluzionare questo grande evento? Perchè dai, diciamoci la verità, il Salone rispetto al Fuorisalone, con quei padiglioni asettici è mooolto più noioso…tra l’altro da quest’anno ci sono state altre aree della città dedicate all’evento come Lambrate.
Photo: Il Sottomarino a Pois
Da MT Masking Tape
Alcune foto (non tutte sarebe impossibile e vi annoierei) del Fuorisalone 2018!

 Da Ingo Maurer

Nel 1989 fu quel gran genio di PAOLO PALLUCCO che decise insieme ai suoi amici, designer di andare al MATTATOIO di Milano e allestire una vera e propria mostra di mobili! il tema era quello degli angeli caduti sulla terra, rifacendosi al capolavoro di Wim Wenders “Il Cielo sopra Berlino” uscito nel 1987.
L’allestimento fu curato da PETER PABST, scenografo di Pina Bausch con il coordinamento dello studio Soncini & Ginepro.
Cliccate qui e vedrete il video che realizzarono nel 1989 per questo evento!
Nessuno aveva mai visto una cosa del genere, molti visitatori e appassionatai si precipitarono in questo mattatoio rimanendo a bocca aperta…

A presto con novità e altri post! 
la musica questa volta non la metto perchè è già presente nel video dell’istallazione, ed è perfetta 😉
Tags:

 
 

I ❤ Diederick Kraaijeveld

Pubblicato da blog ospite in +deco, Design

Diederick Kraaijeveld è una delle migliori scoperte del Fuori Salone.

Stavo girovagando per lo  Spazio Rossana Orlandi quando il mio sguardo è stato catturato da due bellissime sculture in legno rappresentanti i vecchi serbatoi d’acqua Newyorkesi.

I due pezzi erano appesi in uno dei miei angoli preferiti dello spazio di Rossana Orlandi. Non sono riuscita a parlare con l’autore purtroppo, quindi, appena sono riuscita a sedermi un attimo (evento raro durante la Milano Design Week), mi sono connessa col telefonino per scoprire qualcosa su questo scultore dal nome complesso.

Diederick Kraaijeveld (vedi il suo autoritratto in coda al post) viaggia per tutto il mondo in cerca dei giusti pezzi di legnoche poi diventano  i tasselli che vanno a formare le sue figure realistiche.

Riproduce vari soggetti, persone, oggetti iconici, macchine e altro, in misure differenti: alcuni pezzi sono abbastanza piccoli, alcuni grandi (come le scarpe All Star ad esempio) ma tutti ugualmente dettagliati.

Mi sono innamorata dei due serbatoi d’acqua che ho visto a Milano, la luce si appoggiava elegantemente sui vari legni, enfatizzandone le diverse tonalità e trame (vedi la mia foto qui sotto).

Se vuoi vedere più sculture di Diederick Kraaijeveld visita il sito Oudhout.

The post I ❤ Diederick Kraaijeveld appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags: ,

 
 

Le (mie) 5 blogger da seguire durante la Milano Design Week 2018

Pubblicato da blog ospite in Baliz Room, Design

Il Salone del Mobile 2018 è già iniziato da qualche giorno, e con esso tutti gli eventi e le esposizioni collaterali sparse in tutta Milano con la Design Week. La città si veste di design e tenere il passo con tutto quello che ha da offrire non è facile, non credete?

Che abbiate deciso di andarci all’ultimo momento o che non possiate proprio andarci, come la sottoscritta, o se siete già lì, condivido con voi una lista di “colleghe” blogger (magari fossi brava come loro!) che si sono preparate al meglio per questa edizione della Milano Design Week 2018.

Enjoy!

ITALIANBARK

italianbark-elisabetta-rizzato-balizroom-interiorblog-salonedelmobile2018I preparativi per il Salone del Mobile di Elisabetta di Italianbark  sono stati grandiosi: non solo ha una pagina del suo blog in continuo aggiornamento con tutte le novità (la trovate qui), ha anche costruito una mappa del Fuorisalone con gli eventi imperdibili e…rullo di tamburi…alla fine della Design Week è prevista l’uscita di un ebook.

Elisabetta riassumerà, infatti, tutto quello che è successo in questi magici sei giorni dedicati al design e la cosa bellissima è che sarà un ebook indipendente e non sponsorizzato! Si baserà,infatti, sul contributo di designer, architetti, creativi che parteciperanno alla Design Week, di appassionati di design che condivideranno le proprie foto tramite Instagram con #milanobark, e di brand emergenti che vogliono farsi conoscere. In una parola…imperdibile!

DESIGN OUTFIT 

designoutfit-nora-santonastaso-balizroom-interiorblog-salonedelmobile2018Per gli amanti dello stile nordico, il lavoro di Nora di Design Outfit è una vera e propria salvezza! In uno dei suoi ultimi post, infatti, ci fa da guida attraverso tutti i padiglioni del Salone del Mobile per scovare i brand più interessanti tra Danimarca, Olanda, Svezia e Finlandia.

Se, dopo il giro al Salone, la vostra fame di design nordico non si fosse ancora placata, sul blog trovate anche una guida per il Fuorisalone che riporta, con tanto di mappa su google maps, tutto quello che non potete perdervi in ogni distretto della città per quanto riguarda lo scandi-style. Che dire, dovete solo scegliere da dove cominciare!

INTERIOR BREAK 

interiorbreak-alessia-forte-balizroom-interiorblog-salonedelmobile2018

Alessia di Interior Break, invece,ci viene in aiuto con la sua personale selezione di brand da visitare in ogni zona del Fuori Salone. Che vi troviate a passeggiare per Zona Tortona o che stiate sorseggiando prosecco a Brera, tenete sotto mano il suo blog così da non mancare neanche uno dei brand  che vale la pena conoscere quest’anno.

Sul suo Interior Break, Alessia ci consiglia anche la mostra-evento “Smart City: Materials, technologies & People” che si terrà presso il Superstudio Più, durante la quale si discuterà, con workshop ed incontri, sul tema delle smart city e sul concetto di smart citizens.

ARCHITEMPORE

architempore-violetta-breda-balizroom-interiorblog-salonedelmobile2018Partendo con una preview del Salone del Mobile, Violetta di Architempore ci ha accompagnato nelle ultime settimane attraverso i diversi quartieri di Milano che ospiteranno tutti gli eventi della Milano Design Week.  In ogni post, infatti,  ci fa conoscere la sua selezione di brand e showroom che non possiamo perderci, venendo in aiuto ai più indecisi ma anche a chi arriva a Milano durante questo evento per la prima volta.

Molto interessante la sua iniziativa di organizzare un tour gratuito per il Fuorisalone con 10 dei suoi lettori e per festeggiare i suoi 10 anni di Salone del Mobile…andato a ruba in tempo zero! Tanti auguri Violetta! : )

BAGNIDALMONDO

bagnidalmondo-simona-balizroom-interiorblog-salonedelmobile2018

Simona di Bagnidalmondo è la guida perfetta per una visita tutta dedicata al magico mondo dei bagni. Visitare il Salone con lei vorrà dire scoprire tutte le novità in fatto di materiali, oggetti di design e innovazioni tecnologiche dei migliori brand legate a questo ambiente della casa.

Sul suo blog trovate una bella dose di post dedicata alle preview del Salone del Bagno 2018 e una mappa del Fuorisalone per tutti gli eventi che riguardano l’arredo bagno. Inoltre, giovedì 19 aprile Simona presenterà in occasione di questo Salone il suo primo e-book, un manuale completo per aiutarci a scegliere la doccia perfetta per il nostro bagno.

_________________

 

Ammetto che la scelta è stata veramente ardua, non me ne vogliano le altre bravissime blogger in circolazione, cercherò di farmi perdonare! Spero che questa breve lista vi aiuti a godervi al massimo il Salone del Mobile e il Fuorisalone di questo 2018,  io nel frattempo seguirò tutte le blogger per rimanere al passo.

Con tutto quello che Milano offrirà in questa splendida settimana dedicata al design, farò i miei giri anche sulle stories di instagram, un mezzo che mi piace sempre di più e che spero di usare prossimamente anche per Baliz Room .

Rosicherò un pochino, lo ammetto, però sono strafelice di avere una bella “finestra” aperta su Milano grazie a loro, e a tante altre blogger che hanno invaso la città. Anche se al momento sono dall’altra parte del mondo, l’amore e l’interesse per le proprie passioni non conosce distanze : )

Nel frattempo, mi consolo un po’ riguardando le foto dell’anno scorso…indovinate dove mi trovavo in questo scatto?

baliz-piuarch-balizroom-interiorblog-salonedelmobile2017

Se queste blogger vi sono piaciute, se le conoscevate già o se volete farmi sapere le vostre nomination, lasciatemi un commento per fare due chiacchiere!

 

Al prossimo post

Baci,

Baliz

Tags: ,

 
 

Fuorisalone 2018: in Statale la “Casa del futuro”

Pubblicato da blog ospite in Design, lacasadieloisa

Anche quest’anno non potevo perdermi l’appuntamento del Fuorisalone presso  l’Università Degli Studi di Milano con le sue maxi installazioni di design.

Quanti ricordi!!

La tappa varrebbe una visita anche solo per ammirare l’edificio progettato dall’architetto toscano Antonio Averlino detto il Filarete, camminare tra i cortili, ammirare la biblioteca e gli scorci suggestivi.

Quest’anno gli allestimenti saranno visitabili dal 16 al 22 aprile e sono previsti numerosi eventi a corollario.

Il tema di questa importante edizione è “House in Motion”  organizzata dalla prestigiosa rivista Interni che coinvolgerà anche altre due sedi espositive: l’Orto Botanico di Brera e l’Audi City Lab in Corso Venezia 11.

Il fil rouge è quindi la casa del futuro, la casa diffusa e nomade. Un esempio su tutti è ‘FutureSpace’: una  mega astronave a incastri che Peter Pichler ha progettato sfruttando le potenzialità del legno e ispirandosi all’architettura rinascimentale.

Andateci ne vale la pena è una gioia per gli occhi e per l’anima!

 

20180417_102040 (1).jpg

20180417_102613

bella

153034246-5ba59831-c7c8-428f-b66d-ff2ba6f0d61c

20180417_102152

151131703-fe113cf0-aafb-40e5-81b9-aa01404df96d

020180417_103113

20180417_103030 (1)20180417_101718.jpg

20180417_102829.jpg

20180417_102755.jpg

Tags:

 
 

Amerigo Milano alla Design Week 2018

Pubblicato da blog ospite in Amerigo Milano, Design

Ci siamo. Anche quest’anno la Design Week è arrivata. C’è fermento nell’aria, sia per il Salone del mobile che per il Fuori salone, e come tutti gli anni, la città di Milano si prepara ad ospitare eventi, designer, architetti, fotografi e appassionati di stile che arriveranno in città da tutto il mondo.

Esempio di installazione al Fuori Salone

CI SAREMO ANCHE NOI

Come poter mancare un evento del genere? Anche noi di Amerigo Milano saremo presenti alla design week. Ci potrete trovare sia al Salone del Mobile che al Fuori Salone.

Ecco dove:

Nello specifico, al Salone del Mobile saremo presenti qui:

#SALONEDELMOBILE2018

SLIPPERS – nello stand  EMMEBI Home Italian style  PAD. 5  stand E04

PETS COLLECTION  – nello stand  MILANO BEDDING PAD. 6 stand B29

PETS COLLECTION – nello stand F.lli Bartesaghi PAD. 4 stand E06

#FUORI SALONE

VERDERAME e-bike   BIGapple design piazza Mentana 3 Milano – evento SOGNA 18 aprile dalle 19-alle 22

LEOPOLDO BIKE –  Italian Style Factory – Piazza IV Novembre 11 – Seveso

AMERIGO MILANO STORE – via Trieste 71 – MEDA  presenta la nuova collezione Slippers estate 2018

BUONA DESIGN WEEK A TUTTI!

Tags: ,

 
 

Quello che vedrò al Salone e Fuorisalone 2018

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI, Design

Questo per me sarà un Salone del Mobile speciale.

Se avete visto sui social da oggi faccio parte del team Blogger CasaFacile Style. E’ una notizia che ho atteso con ansia e trepidazione e finalmente è arrivata! L’emozione è tanta come lo è la voglia di intraprendere questa nuova avventura! Potete leggere l’articolo dell’annuncio sul sito di CasaFacile e il mio profilo e l’articolo del concorso qui.

Così il giorno 18 mi troverete, insieme alle altre/i meravigliose/i blogger al Design Lab in piazza Alvar Aalto. L’evento è riservato al team, ma potete seguire tutto via Facebook sulla pagina di CasaFacile.

Dopo questa notizia non sono riuscita a organizzare con precisione il mio tour per il Fuori Salone, perché non so se ci saranno ulteriori novità, ma alcune cose non vorrei proprio mancarle. Quindi di seguito quello che mi concederò in questa settimana.

Lo so che ormai sarete stufi di sentir parlare del Salone del Mobile e del Fuorisalone, ma capiteci, questo è un evento unico per noi del settore e per gli amanti del design. E’ una vetrina sul mondo dell’interior, una fucina di idee, creatività al servizio della collettività.

Non voglio in questo articolo ricordarvi tutti gli eventi in programma, penso che ormai li saprete a memoria. Vi voglio solo menzionare quello che io spero di vedere (spero perché nel frattempo devo portare avanti i miei lavori d’architetto) e ciò per cui ho deciso di dedicare le energie e il pochissimo tempo che avrò a disposizione.

Partiamo dal Salone del Mobile. Non posso perdere EuroCucina con FTK -Technology For the Kitchen, e il Salone Internazionale del Bagno, visto che vengono presentati ogni due anni. Credo che mi concentrerò in queste due zone e il 19 se avete voglia di seguirmi ci sarà un evento con Massimo Bottura presso lo stand Grundig.

Per il Fuorisalone invece le mie mete saranno principalmente la zona Tortona perché quest’anno più che mai sembra promettere cose straordianarie.

“Superdesignshow” al Superstudio.

Tanti i motivi per andarci: la mostra “Nendo: forms of movement”;

Superloft

un’abitazione dal carattere internazionale;

“Design in the Age of Experience”

Dassault Systèmes ha lanciato la sfida a Kengo Kuma and Associates per creare un progetto di soluzioni di design che massimizzino l’utilizzo di sistemi esistenti per la neutralizzazione dell’inquinamento.

Questi solo per citare alcuni.

“Norvegian presence”

presso l’Opificio 31 in cui verranno espresse le ultime tendenze del design nordico.

“Design Experience”

Da Archiproducts, in via Tortona 33, vivrete la  dove verranno accolte le collezioni di 70 brand internazionali.

Il design fa parte della mia vita quotidiana, ma il mio pensiero non è rivolto solo al mondo dell’interior.

Negli ultimi anni abbiamo visto la tendenza green di riempire le nostre case e i balconi, anche piccoli, di piante meravigliose. E’ una tendenza di cui ho parlato tempo fa qui, una necessità dell’uomo di ritornare alla natura e riappropriarsene. Così adesso voglio vedere lo stesso desiderio rivolto alle nostre città. Per questo meritano soprattutto questi 3 progetti:

“Living Nature”

La natura dell’abitare, davanti al Palazzo Reale, “… sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA). In un unico ambiente di 500 mq, concepito con criteri di risparmio energetico, verranno racchiusi quattro microcosmi naturali e climatici che permetteranno alle quattro stagioni dell’anno di coesistere nello stesso momento, l’una accanto all’altra. I visitatori potranno immergersi nella natura e viverne i cambiamenti attraversando le quattro aree: Inverno, Primavera, Estate e Autunno”.

Assolutamente imperdibile!

“AgrAir”

in piazza Castello. Il progetto di Piuarch, che si sviluppa in parallelo e con i medesimi requisiti anche sull’orto della sede dello studio (via Palermo 1, Brera, Milano), nasce con l’idea di illustrare quei valori capaci di promuovere, nella loro reciproca interazione, la qualità ambientale: leggerezza, luminosità, consumo attento delle risorse ed economicità, dissoluzione dei confini tra interni ed esterni, tra spazi artificiali e naturali, recupero del verde e dell’agricoltura nel tessuto consolidato.

“MI – ORTO”

è un progetto di agricoltura urbana fuori-suolo per Piazza XXV Aprile voluto da Eataly Smeraldo e ideato da Liveinslums Ong, con il patrocinio del Comune di Milano Municipio 1. Un orto in pieno centro città per avvicinare la popolazione alle colture, al rispetto della città, per creare spazi verdi e migliorare la qualità della vita. Tutto attraverso laboratori, conferenze, letture dedicate all’orticoltura fuori suolo.

Se riuscirò cercherò di fare molto altro e lo potete vedere sui miei social e su instagram stories. Vi aspetto 😉

Tags: ,

 
 

Eventi Fuorisalone 2018: Karim Rashid per Vesta

Pubblicato da blog ospite in Design, GiCiArch

La Milano Design Week è ormai alle porte, sono tantissimi gli eventi per il Fuorisalone 2018, tra cocktail, party intallazioni e showroom.

Vesta, azienda nata nel 1983 e specializzata nella lavorazone del cristallo acrilico, presenta “Solid” una collezione di lampade nata dalla collaborazione con il noto designer Karim Rashid.

0017__P0A3028

Karim Rashid è uno dei designer più noti della scena mondiale. Brillante ed eccentrico, amante della tecnologia digitale e del senso estetico orientale, concepisce i suoi progetti come opere d’arte, pezzi unici destinati alla produzione industriale. Ha creato più di 3000 progetti e vinto 300 premi. E’ uno dei designer più proliferi dei nostri tempi.

Definisce così la sua ispirazione per Solid:

“Credo che potremmo vivere in un mondo completamente diverso, pieno di oggetti, spazi, luoghi, spiriti ed esperienze ispirati alla contemporaneità”

0011__P0A3065

Il progetto verrà presentato alla alla Manuel Ritz Boutique, Brera Design District, via Solferino 1.

0012__P0A3059

Si tratta di una collezione di lampade e complementi d’arredo in cristallo acrilico incisi tramite laser e alimentati a led. Le lampade vengono presentate in quattro formati da 14,5 cm a 100 cm. Sono dei prodotti artigianali, lavorati a mano e piegati in quattro punti affinché la materia assuma la forma di un cubo.

0009__P0A3072

Karim Rashid ha creato delle texture per questo progetto – Titsandbutts e Flots – i cui motivi vengono applicati in modo sinuoso alle curve sottolinenando le linee morbide e sinuose dell’oggetto.

Per vedere con i vostri occhi questo prodotto di design tecnologico ed essenziale potete visitare il Manuel Ritz store via Solferino, 1 Milano per il FuoriSalone dal 17 al 22 April 2018.

 

 

Tags:

 
 

A spasso per il Fuorisalone: Brera Design District

Pubblicato da blog ospite in Design, VDR Home Design

Dopo Sant’Ambrogio, ci spostiamo passeggiando verso le bellissime vie della Milano storica e col fascino di altri tempi. Seconda tappa (quasi) obbligata di questo Fuorisalone: Brera Design District.

……….

Dopo aver cominciato con calma, passeggiando tra alcune delle vie e dei quartieri più suggestivi di Milano, ci spostiamo verso un’altra zona altrettanto fascinosa di questo Fuorisalone: Brera Design District.

Sicuramente il distretto più ricco di eventi, che raccoglie un dei più alti numeri di visite (grazie anche alla posizione, alla storicità del quartiere e alla rinomata fama di punto cruciale del design). Come ogni anno un calendario ben organizzato di appuntamenti, con un’immagine coordinata strepitosa. Il progetto del Brera Design District è ad opera di Studiolabo, agenzia e studio creativo formato da un team di professionisti specializzati in design della comunicazione, dal digital marketing al concept e graphic design, dalla progettazione web al design strategico.                                                                                                        Qual è il tema attorno al quale ruotano gli eventi del quartiere? L’empatia. Un sentimento che sta andando sparendo, complice la tecnologia invadente e le intelligenze artificiali che prendono sempre più piede. Il tema è emerso durante i Brera Design Days (un format che comprende la scelta di un tema e il premio Lezioni di Design) tenutisi a ottobre 2017; ed ecco la definizione di empatia data dal Presidente della Fondazione Empatia Milano:


«L’empatia mette in collegamento il design con la vita, ciò che è bello e utile con la natura umana, entrando in sintonia anche con la sua imperfezione».
Condividi il Tweet


Empatia che ci fa immedesimare con il punto di vista altrui, anticipando e comprendendo le esigenze e i problemi altrui. Empatia come motore progettuale, di cui l’emozione è il risultato diretto. Ecco quindi che tutti gli ambasciatori del distretto di Brera sono presenti nel quartiere con un loro progetto, in cui l’emozione è una protagonista dei progetti e che mira proprio a questo: suscitare emozione.

TAPPA #2 DEL FUORISALONE: BRERA DESIGN DISTRICT – BRERA DESIGN APARTMENT E LAGO APARTMENT

Un buon tour non si può fare senza una mappa seria. Per cui, eccola qui:

Come per la zona Sant’Ambrogio, ho selezionato gli eventi che io stessa andrei a vedere. Perché se dovessi parlarvi di tutto quello che c’è, ci vorrebbe un mese.

Cominciamo ovviamente con il Brera Design Apartment: in via Palermo 1, uno storico appartamento milanese con camino di pietra, parquet di faggio a spina di pesce a contrasto con muri grigi. Resina al pavimento e muri verde acqua all’ingresso. Arredi contemporanei, rivestimenti fuori scala, oggetti forgiati a mano, frutto di lavorazioni artigiane realizzate nei distretti italiani di Nove e di Murano. Nello stesso tempo dodici designer sono stati chiamati a progetti degli oggetti che avessero come punto d’ispirazione Milano: faranno parte della collezione Souvenir.                                                              Continuiamo con l’appartamento di Lago in via Brera 30: all’interno trova posto una mostra curata da Italianism e che mostra 40 pattern creati da altrettanti giovani designer. Nell’appartamento Lago di Via Tomaso 6 invece si celebra il genio di Leonardo da Vinci.

FUORISALONE: BRERA DESIGN DISTRICT – MAISON DU MONDE, CASAFACILE, STEVEN HOLL, EATALY

Da segnalare la prima partecipazione al Fuorisalone di Maison du Monde, con lo showroom “Maison du Monde experience” in via Palermo 16 tutto da vedere.

Spostandoci in Piazza XXV Aprile, all’ex Teatro Smeraldo (dove ora c’è Eataly) troverete MI-ORTO: un progetto di agricoltura urbana fuori-suolo che vuole avvicinare l’agricoltura alla città. Orti-mobili con sedute incorporate che trasformeranno la piazza, rendendola unica. Anche CasaFacile apre le porte del suo CasaFacile design Lab, in piazza Alvar Alto: un programma ricco di eventi tutti gratuiti ma da prenotare, per vivere al massimo la settimana.

Fuorisalone: Brera Design District

© Mattia Vacca

Vicino al CasaFacile Design Lab, in Piazza Gae Aulenti troverete invece la mostra “Hidden Garden, il giardino segreto che porta all’infinito”. Un giardino incastonato tra una serie di specchi riflettenti con orientamenti differenti, che hanno l’obiettivo di aumentare all’infinito la grandezza dello stesso, creando un oasi un cui ripararsi dal caos cittadino.

Chiudiamo con una delle mostre più attese della settimana, in quanto prima esposizione dedicata all’architetto Statunitense Steven Holl e alla sua identità progettuale. Alla Galleria Jannone in Corso Garibaldi 25 saranno esposti una trentina di opere tra cui acquerelli, schizzi progetto, arredi in edizione limitata e sculture. La mostra “ONE TWO FIVE” indaga il rapporto tra Steven Holl e l’Italia, così come ci aiuta a scoprire l’evoluzione del progetto dell’architetto attraverso i suoi disegni.

Fuorisalone: Brera Design District

A-Chair, 1980

Fuorisalone: Brera Design District

Joy of Color, 2012_Maggie’s Cancer Care Centre (reproduction)

L’articolo A spasso per il Fuorisalone: Brera Design District sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Salone Internazionale del Mobile di Milano: qualche anteprima

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Salone Mobile di Milano qualche anteprima VG lampade MUN

 

Buondì cari amici! Mancano ormai pochi giorni all’appuntamento con il Salone del Mobile 2018: inutile dire che sto facendo il countdown e che sono impaziente di partire per quella che è stata la mia città fino a pochi anni fa.

Continua la serie dei post dedicati all’evento: oggi vediamo qualche anteprima delle aziende che esporranno nello al Salone del Mobile a Rho fiera.

Quest’anno il Salone si articola, oltre che nelle manifestazioni annuali (Salone del Mobile e del Complemento d’arredo e il Salone Satellite dedicato ai giovani designer) nelle edizioni biennali dedicate alla cucina e al bagno (Eurocucina -Technology For the Kitchen e Salone Internazionale del Bagno). In questi giorni ho ricevuto moltissime comunicazioni e sto ancora selezionando i prodotti e le proposte che mi intrigano, quindi questo post potrebbe essere modificato nei prossimi giorni se riterrò opportuno aggiungere altri elementi. Pronti per scoprire alcune anteprime?

Cominciamo con il lusso, lo stile e la tradizione delle vetrerie di Murano che caratterizzano i prodotti di VG Newtrend: il catalogo di questa azienda è un po’ troppo opulento per i miei gusti, ma queste lampade da sospensione, interamente fatte a mano in Italia, con il paralume in vetro soffiato, sono davvero incantevoli. (Padiglione 03 – STAND L 27). 

Salone Mobile di Milano qualche anteprima VG lampade MUN

lampade MUN by VG Newtrand

Ancora lusso e tradizione artigianale veneta per l’azienda L’Ottocento, che presenterà in anteprima assoluta a Eurocucina ”Le nuove forme dell’abitare”, un progetto di arredi per la cucina di altissimo livello qualitativo ed estetico. La funzionalità e la tecnologia si coniugano perfettamente con il design ricercato: richiami alle forme elementari care ad Aldo rossi (il parallelepipedo e il cilindro), sintesi tra classicità e contemporaneità, colori nelle tonalità pastello come il rosa cipria e il grigio celadon, accostamento di finiture lucide e opache. Un gioco di contrapposizioni dal quale è scaturito un vero gioiello. (Padiglione 13 – STAND F 02/F 06)

Salone Mobile di Milano qualche anteprima l'ottocento cucina

L’Ottocento cucina

Ancora Made in Italy di qualità, questa volta per le sedute che  SCAB Design (Padiglione  08 -Stand B33/C32) presenterà al salone: disegnate da Simone Miceli, Me e YOU, rispettivamente sedia e poltroncina,  reinterpretano le forme classiche del design scandinavo in una versione elegante, grazie ai materiali e alle finiture ricercate e all’abbinamento tra materiali e finiture contrastanti, come l’imbottitura vellutata e opaca da una parte e le gambe metalliche brillanti.

Salone Milano qualche anteprima sedie me e you scab design

Sedia e poltroncina Me e YOU by SCAB Design

Sempre nel settore delle sedute, Calia Italia, la più antica azienda del Distretto del Mobile Imbottito di Matera presenta in anteprima assoluta il divano Paride, dalla struttura leggera come vuole la tendenza del momento, poggiato su esili ed eleganti piedini in metallo: l’azienda, da sempre attenta alla qualità artigianale e al design ha affidato il progetto al centro studi interno di Calia Italia, per ideare il sistema di spalliere ribaltabili e braccioli regolabili che assicurano una grande comodità di utilizzo e un confort a tutto tondo.

Salone Mobile di Milano qualche anteprima

divano Paride by Calia Italia

Passando all’ambiente bagno, guardate che simpatici i lavabo a forma di secchiello della collezione Bucket by Scarabeo Ceramiche e disegnati da Giovanna Talocci e Marco Pallocca: sulla base i designer hanno riprodotto lo skyline di città famose, un razzo o dei pesciolini, rendendo questo prodotto ancora più divertente alla rispetto versione classica in ceramica bianca.

Salone Mobile di Milano qualche anteprima lavabi scarabeo ceramiche collezione bucket

Lavabi Bucket by Scarabeo Ceramiche

Per ora mi fermo qui: ci rivediamo a Salone concluso con un bel reportage!

Tags:

 
 

Il Tram Corallo arriva al Fuorisalone 2018

Pubblicato da blog ospite in Design, Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Chi di voi si ricorda il cinema Corallo, che si trovava in Corso Vittorio Emanuele a Milano?

Fu chiuso nell’ormai lontano 2005.

Per il Fuorisalone 2018, il cinema Corallo rinasce su uno dei tram storici di Milano!

Il viaggio come stato mentale

Grazie alla collaborazione con la famosa designer Cristina Celestino, uno dei tram storici di Milano viene allestito come i cinema d’epoca.

Il progetto Tram Corallo è ispirato al tema del viaggio, che la designer associa a uno “stato mentale”.

Concordo che non bisogna per forza far le valigie e girare il mondo per sentirsi in “viaggio”.  Spesso è un’esperienza interiore che va oltre il prendere un aereo!

Il progetto

Milano e i suoi paesaggi saranno i protagonisti di questo film, che scorrerà per tutti i visitatori del Tram Corallo.

Si può prenotare un giro ovviamente, a questo link!

La designer Cristina Celestino ha creato un progetto studiato ad hoc per un mezzo itinerante, con riferimenti al passato.

Chissà se un giorno chiederanno anche a me di rivisitare un mezzo itinerante, che a tutti gli effetti deve essere disegnato in maniera impeccabile per fare vivere le esperienze ai clienti!

L’ambiente interno del Tram Corallo è stato diviso in due zone:

  •  il foyer
  • la sala di proiezione

Il foyer riproduce la sala d’attesa: sono stati utilizzati tessuti Rubelli per rivestire le finestre. Tessuti che saranno visibili anche dall’esterno del tram. Inoltre si troveranno morbidi divanetti, proprio a ricreare un’accogliente sala d’attesa dei tempi passati.

La sala di proiezione è invece ricavata sul retro del tram e separata da un sottile tendaggio.

Cosa ne pensi di questo evento?

I tram di Milano mi affascinano moltissimo e secondo me l’idea di ricreare un vecchio cinema su un tram itinerante è un progetto suggestivo!

 

L’articolo Il Tram Corallo arriva al Fuorisalone 2018 proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 




Torna su