10 consigli per dormire bene anche con il caldo

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
suggerimenti per dormire bene anche d'estate

Siamo nel pieno dell’estate, finalmente. Bel tempo significa giornate di sole, attività all’aria aperta, vacanze, aperitivi, grigliate, relax e, ovviamente, caldo!

Purtroppo, con l’innalzarsi delle temperature, l’afa e l’umidità notturna, diventa difficile addormentarsi e godere di un buon sonno ristoratore. Ci si rigira nel letto nel tentativo di addormentarsi, ma il caldo non dà tregua.

In nostro soccorso arriva, però, Tediber, leader nella vendita online di materassi e prodotti lifestyle per la zona notte ed esperto del benessere notturno, che ci regala alcuni suggerimenti per dormire bene anche d’estate e svegliarsi freschi, riposati e carichi di energia.


materasso Tediber

Dormire in una stanza ben areata. Tenere fresca la camera da letto e raggiungere il comfort termico ideale è una condizione di primaria importanza per dormire al meglio. Durante il giorno è consigliato tenere chiuse le finestre ed abbassare le persiane per non far entrare il calore. Meglio far arieggiare solo nelle prime ore del mattino e quando cala il sole. In questo modo l’ambiente si manterrà fresco e sarà più piacevole coricarsi la sera.
Scegliere tessuti traspiranti. La biancheria da letto in lino o in cotone è quella che si presta meglio alle notti d’estate perchè è più leggera, traspirante ed aiuta a ridurre l’umidità.

Con il caldo si potrebbe essere tentati di togliere il pigiama e dormire nudi. La scelta migliore è indossare qualcosa di leggero che lasci respirare la pelle e consenta la circolazione dell’aria.


tessile letto in lino

Coricarsi in un letto fresco e confortevole. Avere a disposizione un buon letto ed un buon materasso è essenziale per poter godere di un riposo davvero rigenerante, anche in estate. Realizzato in lattice microforato, materiale dalle proprietà termoregolatrici, e ricoperto  da una fodera in Tencel, un tessuto soffice, traspirante e fresco, il materassoTediber si adatta perfettamente ad ogni stagione ed è il miglior alleato contro l’afa delle notti estive.
Mangiare sano e leggero. In estate è meglio evitare di consumare pasti pesanti a mezzogiorno, così come a cena. Meglio optare per insalate, ricette leggere e cibi facili da digerire. Il corpo avrà meno lavoro da compiere per assimilare il pasto e si percepirà meno caldo.

Bere tanta acqua e mantenersi idratati. È importante non limitarsi a bere la sera, ma mantenersi ben idratati dutante tutto il corso della giornata. È consigliabile consumare almeno 1,5 litri d’acqua al giorno; una buona idratazione contribuisce, infatti, a diminuire notevolmente la sensazione di calore.

Per evitare, inoltre, che la sete disturbi il nostro sonno, è una buona idea tenere sempre dell’acqua vicino al letto.

Concedersi una doccia rinfrescante. Il miglior metodo per combattere la calura estiva è, sicuramente, una bella doccia rinfrescante! La temperatura dell’acqua non deve essere né troppo calda né troppo fredda, ma mantenersi intorno ai 37 gradi. I getti d’acqua aiutano ad abbassare la temperatura corporea e liberare il corpo dal sudore, infondendo una sensazione di freschezza e benessere.

Disattivare gli apparecchi elettrici in camera da letto. Tablet in carica, computer lasciati accesi, cellulari attaccati alla corrente: di notte è meglio spegnere tutti gli apparecchi elettrici che si trovano in camera da letto e staccarli dalla rete. Questi dispositivi, anche quando riposti in carica, generano, infatti, calore supplementare.

È sconsigliato anche portare il computer a letto, perché surriscalda e trasmette calore.

Usare il condizionatore responsabilmente. Anche se sembra molto allettante, non è consigliabile dormire con il condizionatore acceso. Meglio utilizzarlo poco prima di andare a letto per creare un ambiente fresco e spegnerlo quando ci si corica. Per non incorrere in eventuali problemi di salute, gli esperti consigliano d’impostare il condizionatore in modo che lo scarto tra la temperatura esterna e quella interna non superi mai i 5°C.


condizionatore in camera da letto

Utilizzare il ventilatore nel modo corretto.  Munirsi di un buon ventilatore è sicuramente la scelta migliore per combattere l’afa notturna. L’ideale è posizionarlo in un angolo e orientarlo verso l’alto, così che l’aria fredda non arrivi direttamente sul corpo. Creerà un piacevole movimento d’aria e rinfrescherà la stanza, senza che si corra il rischio di raffreddarsi.
Munirsi di zanzariera e repellenti anti-zanzare. Con il caldo arrivano anche loro: le famigerate zanzare! Minuscole, ma estremamente fastidiose, ronzano senza dare alcuna tregua e possono trasformare una bellissima notte estiva in un incubo. Per combatterle non c’è niente di meglio che armarsi di una buona zanzariera, da mettere alle finestre o sul letto. Anche spruzzare la zanzariera con del repellente naturale o aromatizzare la stanza con alcune gocce di olio essenziale di eucalipto e limone possono essere rimedi molto efficaci.

Tags:

 
 

Cavi in vista: i trucchi per farli diventare elementi d’arredo o sostituirli con soluzioni wireless

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
nascondere i cavi elettrici

La tecnologia ha rivoluzionato anche la casa. Ormai non c’è apparecchio, o elettrodomestico, che non abbia al suo interno un componente informatico.
Ogni dispositivo è collegato alla rete, sia elettrica che dati, con un cavo e una spina. Come puoi eliminare queste antiestetiche ed ingombranti appendici?Le soluzioni sono due, puoi farli diventare degli elementi d’arredo, oppure eliminarle, sfruttando le ultime soluzioni wireless.


Come far diventare elementi d’arredo i cavi elettrici


Se i cavi invadono la tua scrivania o pendono disordinatamente appena dietro, come quelli della stampante o dello scanner, puoi inserirli in un tubo corrugato tagliato longitudinalmente o in una specifica canalina. Inoltre un’ottima soluzione è quella di dipingere questi “portacavi” con colori divertenti o in tinta con il resto dell’arredamento.


Se invece ti ritrovi con un cavo penzolante per la stanza, come ad esempio quello di un lume sospeso al soffitto, puoi inanellare sul filo i galleggianti per le reti dei pescatori. L’ideale sarebbe trovare quelli vintage in sughero da alternare a quelli più recenti di plastica, per ottenere un effetto davvero notevole.


idee per decorare i cavi elettrici

Per i più bravi con i lavoretti manuali c’è poi un’alternativa davvero divertente, gli origami in carta colorata. Potresti cambiarli ad ogni stagione: margherite a primavera, spighe d’estate, grappoli d’uva d’autunno, e fiocchi di neve col freddo invernale. Queste piccole opere d’arte in carta si possono realizzare anche insieme ai bambini e sospendere con un filo di nylon trasparente per la pesca.

decorazione cavi elettrici origami carta

Se devi far passare un cavo adiacente ad un muro o lungo le pareti, puoi usare le classiche canalineda incollare a parete con una resina resistente o in alternative le canaline battiscopa in alluminio anodizzato. Quest’ultime si possono applicare anche ai mobili degli ambienti di lavoro o in alto, sotto i pensili della cucina, con tante prese quanti sono gli elettrodomestici poggiati sul piano di lavoro.


canalina copricavi in cucina

La tecnologia Wi-Fi cancella il cavo


Ma spesso è la stessa tecnologia a venirci incontro, come succede nel caso dei collegamenti internet. Infatti ormai la trasmissione dei dati dal modem ai vari computer e dispositivi, avviene tramite segnale Wi-Fi in modo stabile ed efficiente e non più tramite gli ingombranti cavi di rete.

Prendiamo come esempio l’accesso a internet offerto della proposta “ricaricabile” di Linkem. Basta collegare il modem alla presa di corrente e accenderlo, immediatamente potrai navigare in rete con tutti i tuoi apparecchi. Questo grazie ad un segnale Wi-Fi molto potente, che puoi anche aumentare con uno o più ripetitori, per raggiungere gli ambienti più lontani o i locali su piani diversi.

linkem


Dallo smartphone alla tv in wireless


Oggi grazie alla tecnologia Wi-Fi è possibile eliminare anche il cavo che invia il segnale video dal computer, o altro dispositivo multimediale, alla tv di casa. Una soluzione molto comoda per trasmettere in mobilità tutti i tuoi contenuti preferiti su uno schermo più grande. Tutto questo è possibile grazie a piccoli dispositivi, come il Chromecast di Google: ti basta collegarlo alla porta HDMI del tuo televisore per poter iniziare a vedere tutto ciò che preferisci, senza lo stress dei cavi e dei collegamenti.


Chromecast Google

Tags:

 
 

Arredare col cactus

Pubblicato da blog ospite in +deco

Il titolo mi fa molto ridere. Del resto se decidi di arredare col cactus devi essere una persona spiritosa.

Non entrerò in merito alle varie interpretazioni ispirate dalla forma di questa pianta desertica e primitiva,  mi limiterò a proporvi delle idee per decorare la vostra casa con degli oggetti o tessuti rappresentanti dei cactus.

Se invece siete degli appassionati dello stile tropicale in generale, leggete il post con i miei suggerimenti o guardate delle bellissime carte da parati qui.

A 170 cm high cactus by Gufram.

White porceilan set of cactai from I Love Retro.

Cactus juicer from Red Candy

Cuilko textile by Pierre Frey

Serving dish by Hallmark

 

 

Cactai candles from Not On The High Street

 

A colourful pencil holder from Red Candy

Cactus framed art by Houzz.

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

The post Arredare col cactus appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags: ,

 
 

Soluzioni di design per le proprie caldaie murali ed altri elettrodomestici compatti

Pubblicato da blog ospite in Blog Arredamento, Idee

Oggigiorno, le nostre case stanno diventando sempre più piccole, ma le diverse esigenze continuano a diventare sempre più grandi e ricercate. Si cerca, dunque, di mantenere una casa il più funzionale possibile, senza però abbandonare il senso del gusto e del design. Ad esempio, gli elettrodomestici compatti (tra cui le convenzionali caldaie murali, le lavatrici, le asciugatrici, ecc.) necessitano dei loro spazi e, per questo, bisogna cercare delle soluzioni estetiche per integrarli perfettamente nell’ambiente elegante e raffinato di una casa.

Negli ultimi anni, con l’affermarsi di uno stile di design prevalentemente nordico, si tende a ricreare spazi ampi e puliti, senza che vi siano troppi elementi nell’insieme: dunque, come è possibile integrare alcuni tipi di elettrodomestici compatti che non rispecchiano l’ideale di bellezza estetica in un ambiente che, invece, lo riflette? Per rispondere a questa domanda, è bene seguire i consigli dei più esperti, così da poter trasformare i propri elettrodomestici compatti in elementi estetici di arredo e design.

Inizialmente, le strade da perseguire sono due: o cercare di installare delle caldaie o scaldabagni più piccoli (in modo da poterli “nascondere” meglio), oppure scendere a compromessi e trovare delle soluzioni innovative e alternative per mimetizzarli al meglio. Ad esempio, come si può “mimetizzare” una caldaia murale, una lavatrice, un’asciugatrice e altri tipi di elettrodomestici, ottimizzando gli spazi e creando un ambiente più omogeneo e piacevole?

  • Cartongesso

Una possibile soluzione è di nascondere questi elettrodomestici ingombranti con il cartongesso, il che può sembrare impegnativo, ma presto vi accorgerete che questa è una delle soluzioni più comode e versatili. Infatti, con il cartongesso, non solo potete coprire e nascondere la vostra caldaia e tutti gli elettrodomestici antiestetici, ma potete anche creare un comodo e funzionale piccolo ripostiglio, così da unire l’utile al dilettevole.

Se, invece, lo spazio non vi permette di realizzare un vero e proprio divisorio, allora potete provare a creare una semplice parete divisoria, dietro la quale potete far installare il vostro elettrodomestico compatto. Questa opzione appena descritta non richiede grandi cambiamenti strutturali alla propria abitazione, ma, al contrario, potrete ricreare una parete divisoria con lo scopo di creare un supporto per mensole, quadri o impianti per un’illuminazione particolare.

  • Armadietti e credenze

Un altro metodo classico per nascondere una caldaia o uno scaldabagno è quello di installarli direttamente in uno scompartimento della credenza. Questo è, senza dubbio, uno dei metodi che richiede meno risorse e meno impegno, ma vi può essere il rischio che questa soluzione porti via molto spazio nella propria cucina o nel proprio bagno. Un modo utile per recuperare lo spazio perso può essere quello di installare delle mensole intorno alla caldaia o dei ganci sull’anta: in questo caso, si possono individuare degli spazi utili che servono ad appoggiare gli oggetti che servono meno come, ad esempio, ombrelli, detersivi o attrezzi da lavoro.

Se, invece, la caldaia è già installata e non la si può spostare in uno spazio apposito della casa, allora potete creare intorno ad essa un armadietto su misura dalle linee morbide e semplici, così da poterla mimetizzare. In questo modo, ci si può sbizzarrire quanto si vuole per quanto riguarda la scelta dello stile del mobile con cui nascondere l’elettrodomestico: ad esempio, si può decorare l’anta con una carta da parati dai toni accesi, tribali o particolari, così da creare un punto di contrasto con lo spazio circostante. Oppure, si può scegliere di creare degli scompartimenti nell’armadietto su misura intorno alla caldaia, così da creare nuovi spazi utilizzabili.

  • Lavagna

Non siete ancora del tutto soddisfatti di queste possibili soluzioni? Allora, un modo più creativo, particolare e sfizioso per mimetizzare le vostre caldaie o scaldabagni è quello di costruirgli intorno sempre un armadietto, ma, anziché installare un’anta, si può installare una lavagna. Infatti, se questo tipo di elettrodomestici sono posizionati in cucina e volete ricreare uno spazio divertente per i più piccoli, o utile per il vostro weekly planner, allora potete ricreare una lavagna, così da poter impegnare il tempo dei bambini, in modo da lasciare posto a delle frasi particolari, oppure per organizzare meglio la vostra giornata.

  • Quadro

Un’altra soluzione artistica può essere quella di nascondere un armadio contenente i vostri elettrodomestici appendendo un quadro. Potete, dunque, usare l’intera anta del mobiletto come superficie per un quadro, oppure per una stampa, in base alle vostre esigenze e ai vostri gusti.

  • Tenda

Infine, un’ottima soluzione può essere quella di nascondere lo spazio con all’interno i diversi elettrodomestici compatti con una tenda: è preferibile utilizzare tende dal tessuto compatto, piuttosto che tende più leggere, dal momento che una folata di vento può svelare uno spazio non proprio elegante. Una caratteristica positiva dell’usare una tenda è la capacità che ha questo elemento di arredo di ricreare una particolare atmosfera in casa, e questo è assolutamente un punto di forza da non sottovalutare.

Tags: ,

 
 

Le 7 regole da seguire per avere la casa ordinata ogni giorno

Pubblicato da blog ospite in Idee, Maison Rock Coucou
00

Riflettevo sull’importanza della routine quotidiana, di quelle azioni che ripetiamo ogni giorno e che ci fanno star bene. Quella routine che nasce da un sano ordine mentale.

Per anni ho cercato di trovare il mio ordine, quello che sta alla base di ogni nostra azione, che va dalla cura di se stessi e dell’ambiente che ci circonda, al nostro approccio allo studio e al lavoro.
Quel corretto ordine che scandisce le giornate e che ti da una mano nelle incombenze.
Frutto di disciplina e buon senso.

Ed è un’esigenza sempre più sentita, tanto che molte scrittrici hanno avuto grandi successi con la pubblicazione di libri che riguardavano proprio questi argomenti. Come il caso della giapponese Marie Kondo, che con i suoi libri su come riordinare la propria casa e la propria vita, ha talmente spopolato che ne ha ripubblicato degli altri sempre sullo stesso argomento.

Col tempo anche in me si è assodata una piccola routine fatta di piccoli gesti quotidiani che mi fanno star bene mentalmente e mi rendono felice.
Come quella di mantenere la casa ordinata, ogni giorno, con costanza.
Per me è stato un grande traguardo viste le mie origini di disordinata cronica.
Pensavo che non sarei mai arrivata a tanto perché mi sarebbe pesato troppo… e invece, con poche regole ho ottenuto grandi risultati.

Vi elenco i piccoli stratagemmi che ho seguito, quotidianamente, e che si sono rivelati molto utili e rapidi:

  1. Rifare sempre il letto. Fondamentale.  Una camera da letto col letto sfatto dà subito l’idea di disordine. 
  2. Riordinare gli abiti senza aspettare che si accumulino su una sedia. Se lo si fa ogni giorno il lavoro diventa molto più spiccio.
  3. Spazzare
  4. Mantenere la casa ordinata.
  5. Tenere i bagni puliti. Non necessariamente pulirli affondo ogni giorno, ma evitare accumuli di sporcizia sui sanitari.
  6. Mantenere pulito anche il lavello della cucina e il piano cottura.
  7. Buttare. Non accumulare il superfluo, conservare solo l’indispensabile.
Mi piace proprio l’aspetto pulito e ordinato della casa, che abbia le camere ben arieggiate e con odore di pulito.
Lo stimolo è proprio il piacere dell’effetto finale e dell’ordine che voglio avere attorno a me, di vivere in un ambiente gradevole, dove mi senta bene e circondata di bello.
Dove il bello non è l’oggetto lussuoso ma semplicemente la cura di averlo scelto.
E voi invece, che routine avete?

01

02

03

04

05

06

07

08

Tags:

 
 

Vendere ed acquistare case a Sanremo: valutazione e prezzi al mq

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Idee

I prezzi al metro quadro possono variare di anno in anno. A Sanremo, dall’aprile del 2017 a quello del 2018, gli immobili in vendita, più richiesti, hanno raggiunto in media i 2900 euro al metro quadro.

Prezzi medi richiesti per gli immobili in vendita

Secondo i dati registrati dall’Istat, il prezzo di un immobile in vendita è diminuito del 3%, rispetto a 2017, e per la precisione, dal luglio 2016 all’aprile 2018:

  • il prezzo di un appartamento a metro quadro è cambiato dai 3.102 ai 2.902 euro;
  • il prezzo di un attico o mansarda è passato dai 3.949 ai 3.608 euro;
  • il costo una casa indipendente è cambiato dai 2.682 ai 2.208 euro;
  • i prezzi delle ville sono passate dai 3.313 ai 2.889 euro.

Ovviamente, i vari prezzi possono cambiare non solo in base al tipo di immobile, ma anche per la zona in cui sono collocati e il numero dei locali. Ad esempio sono molto ricercate le case in vendita a Sanremo con vista mare.

Le valutazioni

Per fare una valutazione immobiliare, occorre considerare le caratteristiche dell’immobile (comprese quelle architettoniche) e verificare il valore del mercato, tramite i dati forniti dall’Agenzia del Territorio. In questo caso, è bene affidarsi a un’agenzia immobiliare affidabile che sia specializzata in soluzioni professionali e sia ben radicata sul territorio.

Il comune di Sanremo è frazionato in diciannove zone immobiliari, che si possono classificare per tipologie e prezzi degli immobili. Al centro se ne possono trovare cinque, nella zona semicentrale ben otto e nella periferia sei. In queste ultime si possono trovare soprattutto ville e villini, e gli immobili di completamento nelle zone agricole.

Nella valutazione immobile, si può considerare anche quelle che sono le zone più apprezzate di Sanremo, come la Pigna, una delle zone più fotografate, il Casino, uno dei luoghi culto, o il Porto Vecchio.

Chi non vuole rivolgere ad un’agenzia, può effettuare le proprie valutazioni immobiliare su dei siti online. Nei siti più noti è possibile fare la valutazione nell’apposita sezione compilando un modulo, dove inserire:

  • l’ubicazione della casa, che comprende la provincia, il comune e l’indirizzo dove è collocata;
  • la causale di valutazione, ovvero il motivo per cui si sta effettuando la valutazione (se si vuole vendere, affittare, etc);
  • le caratteristiche della casa, nel quale si deve specificare la tipologia dell’immobile, i suoi metri quadri, l’anno della sua costruzione, il numero dei locali e gli impianti dell’edificio.

La valutazione immobiliare deve essere eseguita con la massima attenzione, valutando soprattutto l’andamento del mercato, e valutando anche se è il caso di vendere o affittare una casa in un determinato momento.

Tags:

 
 

Geometric wall decor

Pubblicato da blog ospite in Decor, REDaddress

Siete stanchi delle solite pareti anonime? Niente di meglio delle forme 
geometriche e un po’ di colore per trasformare con poco sforzo alcuni 
ambienti. Idee decorative semplici da realizzare: bastano vernici, pen-
nelli e scotch carta. Triangoli, esagoni, cerchi…gradazioni di colori 
complementari o a contrasto daranno carattere a pareti un po’ noiose e 
modificheranno lo spazio rendendolo più dinamico. Vi consigliamo di fare 
prima un disegno di quello che vorreste realizzare e di applicarlo ad una 
sola parete, per non caricare eccessivamente l’ambiente. Esistono in
alternativa alla vernice, decorazioni murali adesive.Buon lavoro!


studiobrave.com.au 
pinterest.com
amisuradibimbo.com
milexa.com

comodoosinteriores.blogspot.com
revolutiondesignhouse.com
fleachic.blogspot.com
pinterest.com

archzine.fr
pinterest.com
lascositasdebeacheau.blogspot.com
pinterest.com

pinterest.com
pufikhomes.com
chiccham.blogspot.it
whatisblik.com – Mina Javid Wall Decals

Tags: ,

 
 

Fai da te: 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Gatta Sul Tetto

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa mensole

Buondì cari amici! Se avete appena rinnovato la vostra casa e non sapete come decorare le pareti,

oggi vi propongo 7 idee originali per rendere le vostre pareti uniche e per dare all’ambiente quel tratto distintivo che davvero ti fa sentire a casa!

1. Pareti di legno fai da te

Ecco un modo caldo e originale per arredare la parete dietro al letto, un angolo della sala pranzo o della cucina. Se applichi un flatting, poi, va bene anche per il balcone di casa o per il bagno, per un effetto insolito e spiazzante. Per realizzare questa parete ti basta, dopo aver preso le misure della parete che vuoi ricoprire, recuperare una serie di assi di legno e inchiodarle tra loro. Puoi scegliere il legno che più ti piace, essenze e colori diversi, e affiancarle le une alle altre come un patchwork.  Puoi anche lasciare diverse lunghezze ai lati, per une effetto apparentemente caotico ma in realtà creativo. Sulla tua parete di legno potrai applicare le vernici che ti piacciono, e dei ganci cui appendere oggetti, installare mensole per i libri. Il legno dona calore all’istante, e crea un’atmosfera calda e accogliente.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa parete di legno

2. Libreria fai da te

Ti bastano tre mensole, i sostegni adeguati, il trapano e i chiodi Fisher per realizzare una libreria essenziale ed elegante, come quelle degli interior designer di tendenza. Farla  da te permette di scegliere la lunghezza, o lo spessore e il tipo delle mensole: per un effetto minimal, il consiglio è di apprender tre mensole uguali e di fissarle al muro tutte alla stesa distanza tra loro. Se invece vuoi un effetto naif, puoi scegliere mensole tutte diverse, e divertirti con colori e distanze. Dai libero sfogo alla tua fantasia!

3. Murales fai da te

Dipingere sul muro è più semplice di quello che si pensa. L’importante è uno schizzo preparatorio con la matita, e se disegnare non è il tuo forte, puoi aiutarti con degli stencil. Scegli colori ad acqua, atossici, e assicurati che la parete sia perfettamente pulita e liscia. Una buona idea, anche molto facile per chi è alle prima armi, è un albero: il tronco si disegna facilmente, e per fare le foglie ti basterà creare degli schizzi di colore ovali, di dimensioni e forme diverse, tutte vicine. In un attimo la tua parete avrà i toni della primavera! Oppure puoi optare per disegni geometrici: basta creare delle forme sulla parete con del nastro adesivo per pareti come guida e il gioco è fatto.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa murales

 

4. Acchiappasogni fai da te

Conosci l’acchiappasogni? Secondo le leggende degli indiani d’America, questo oggetto fatto a mano allontana gli incubi e le energie negative. Un acchiappasogni, di dimensioni maxi, per decorare le pareti, è un oggetto di buon auspicio, e quindi sta bene in camera da letto, nel soggiorno, o comunque negli ambienti in cui ci si rilassa. Realizzarlo è davvero semplice, perché puoi intrecciare i fili di colori diversi o a tinta unita, su di una struttura di fil di ferro o di legno che può essere ad esempio un fiore o un cerchio, e poi lasciare cadere delle lunghe code. Appendilo e goditi il relax! Vuoi un’idea davvero speciale, puoi personalizzare il tuo acchiappasogni con dei nastrini di raso, su cui potrai mettere, se ti va, una formula magica per la felicità e per potenziarne l’effetto!

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa acchiappasogni

5. Sagome di sughero

Il sughero è rustico, ecologico, naturale, e traspirante. È anche morbido, il che lo rende ideale per attutire i colpi. Delle sagome di sughero, magari di forme diverse o tutte uguali, arredano le pareti dietro i letto o dietro il divano, la camera dei bimbi o il soggiorno: potrai scegliere la disposizione che più ti piace ed incollarle con della semplice colla o del biadesivo, per magari riposizionarle se cambi idea!

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa sughero

6. Gli Origami

Sai fare gli origami? Non è così complicato come sembra: puoi comprarli già fatti, oppure realizzarli da te con i tutorial che ti spiegano come farli sul web. Scegli la forma o l’animale stilizzato che più ti piace e decora con questa il tuo angolo speciale: ad esempio, la parete della cucina dove ti fermi a prendere il caffè in pace prima di correre al lavoro, oppure la parete dove c’è la poltrona con il tuo angolo di lettura preferito.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa origami

7. Adesivi da parete

Gli adesivi da parete sono il modo più semplice e d’effetto per dare in un attimo alla tua parete anonima la giusta personalità. Ci sono infinite forme, colori e dimensioni, per abbinarsi a qualsiasi tipo di arredo e per qualsiasi parete.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa adesivi da parete

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

I sette errori da evitare quando cerchi casa o un appartamento in affitto

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
I consigli per chi cerca casa

Prima o poi il momento di cercare casa arriva per tutti. Se sei già proprietario di un appartamento, magari devi spostarti in un’altra città per motivi di lavoro o di studio. Se invece non possiedi un immobile, i motivi che ti inducono a cercare un nuovo appartamento in affitto possono essere i più vari.


Cercare casa non è facile come potrebbe sembrare, e vi sono 7 errori molto comuni che chiunque ha compiuto almeno una volta. Per aiutarti ad evitarli, Gromiaha compilato una lista di buone pratiche per chi cerca casa.


1. Individua Bene il Tuo Budget


L’errore più comune che compie chi cerca casa è di sopravvalutare il suo budget. Ciò accade a chi affitta casa per la prima volta, ma anche a chi si trasferisce in un’altra città, dove i costi delle utenze, per non parlare dei tributi, possono essere superiori. Il budget a tua disposizione non è solo dato dal costo del canone di locazione, e dal deposito cauzionale. Il costo mensile del tuo appartamento include anche:

  • le spese condominiali
  • tutte le utenze: riscaldamento, acqua, luce, gas, internet, ed abbonamenti TV
  • eventuali spese per la manutenzione ordinaria. La manutenzione ordinaria è responsabilità del conduttore, ed anche se l’appartamento è in un buono stato di manutenzione, non è da escludere che piccoli guasti possano verificarsi


Prima di iniziare a cercare un appartamento, ti conviene fare un bilancio preventivo delle spese mensili che sei in grado di sostenere, e cercare appartamenti entro il tuo budget.

2. Leggi Sempre il Contratto di Locazione


Il contratto di locazione è il documento con cui tu ed il proprietario dell’appartamento create tutte le regole del vostro rapporto. Leggere il contratto di locazione può essere noioso, ma è un’incombenza necessaria. Prima di prendere un appartamento in affitto, è utile conoscere bene tutte le condizioni della locazione.

Oggi, soprattutto se scegli di affittare un appartamento in regime di canone concordato con cedolare secca, è molto frequente che ti venga sottoposto un contratto standard. E’ comunque necessario leggerlo per intero.


Se trovi delle clausole che non comprendi, chiedi spiegazioni. Se poi non sei d’accordo con 
alcune clausole, suggerisci al proprietario di cambiarle. Se si tratta di clausole non standard, inserite dal proprietario, cambiare insieme le clausole contrattuali è una parte normale della negoziazione.

Firma sempre il contratto, e ricorda di apporre la tua firma su ciascuna delle pagine. Dopo la firma del contratto, verifica che il proprietario effettui laregistrazione.


3. Rifiuta di Stipulare Accordi Verbali


Talvolta, alcuni proprietari cercano di stipulare accordi verbali. Il caso più frequente è la proposta di stabilire il canone di locazione mediante un accordo verbale, ed inserire un importo diverso nel contratto. Altri invece garantiscono un affitto 4 + 4 “sulla parola”, pur stipulando un contratto ad uso foresteria. Vi è anche il caso di chi sostiene di non ritenere il contratto necessario, poiché ti da la sua piena fiducia.


Queste ed altre pratiche simili sono solo alcuni degli escamotage usati per evadere il fisco. In tutti questi casi, i rischi ricadono non solo sul proprietario, ma anche su di te. Un contratto regolarmente registrato ti garantisce in ogni caso la protezione della legge. Un accordo verbale non ha alcun valore, né garantisce che il locatore mantenga la parola data.


Ricorda che tutti gli aspetti del rapporto tra te ed il locatore devono essere posti per iscritto nella forma di un contratto. Qualsiasi altra regola non è valida.


Consigli per chi cerca casa


4. Visita sempre l’appartamento di persona


Se questo consiglio può sembrare scontato ai più anziani, i più giovani spesso si accontentano di guardare le foto degli appartamenti pubblicate su internet, senza visitare l’appartamento di persona.


Si tratta di una pratica rischiosa: in molti casi la foto dell’appartamento riflette con cura le condizioni dell’immobile. In alcuni casi, però può trattarsi di una foto vecchia. La considerazione più importante da compiere è che in ogni caso una fotografia non riesce a descrivere bene il “feeling” dell’appartamento, la grandezza dei locali, la loro luminosità, e tante altre caratteristiche che rendono una casa veramente accogliente.


Per questo motivo, visitare l’appartamento prima di concludere qualsiasi tipo di accordo è essenziale.




5. Verifica con attenzione lo stato dell’immobile


La visita ad un appartamento in genere dura poco: per visitare un quadrilocalemezz’ora è più che sufficiente. Le visite ai bilocali o ai monolocali richiedono anche meno tempo. Verificare con cura lo stato dell’immobile durante la prima visita è difficile. Sarà l’entusiasmo o la confusione, ma ci sono tanti particolari che possono sfuggire quando vedi un appartamento per la prima volta.

Per questo motivo, può essere utile compilare una lista di tutti gli aspetti che ti interessano. Inoltre:

  • se visiti un appartamento non arredato, verifica con cura lo stato di manutenzione dei pavimenti, degli infissi, dei sanitari. Controlla se gli impianti sono a norma, se l’appartamento ha bisogno di essere ritinteggiato, se il citofono funziona, se le serrature si aprono senza intoppi, se le porte sono integre
  • se visiti un appartamento arredato, controlla anche lo stato di conservazione dei mobili. Inoltre, chiedi al proprietario di compilare una lista dei mobili e di altri oggetti eventualmente presenti nell’immobile, e di allegarla al contratto

Consigli per chi cerca casa


6. Verifica la proprietà dell’immobile


Può sembrare un consiglio scontato ma non lo è. La proprietà dell’immobile va verificata in ogni caso, poiché solo il proprietario dell’immobile ha il diritto di concludere il contratto di locazione.


Se concludi il contratto con amici, parenti, con un coniuge o altre persone, rischi di concludere un contratto non valido, magari firmato anche all’insaputa del proprietario. Si tratta di casi che possono verificarsi, soprattutto nelle grandi città, dove purtroppo i truffatori abbondano.


7. Consulta il regolamento condominiale


Il regolamento condominiale è un dato trascurato da molti, ed a torto. Le regole condominiali sono importanti poiché garantiscono una convivenza tranquilla in condominio. Rispettarle è il primo passo per avere rapporti non conflittuali con tutti i condomini. In genere i regolamenti condominiali sono molto semplici, e pongono divieti basati sul buon senso, quale il divieto di schiamazzi notturni, di fumare nell’ascensore, o di lanciare oggetti da balconi e finestre. Ogni condominio però ha le sue regole, che conviene conoscere.
Autore Gromia

Tags:

 
 

Arredamento estivo: le cinque regole d’oro da seguire

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Idee

Arredare una casa scegliendo uno stile estivo significa regalarsi un ambiente confortevole, accogliente e dall’atmosfera frizzante. In altre parole, un contesto perfetto per godersi le belle giornate di sole. Per realizzare un arredamento estivo di successo, vale la pena seguire cinque regole d’oro che riguardano i colori, la luce, i tessuti, il design e i dettagli. Freschezza e leggerezza sono le parole d’ordine che consentono di descrivere un arredamento in stile estate.

Colori estivi allegri e variopinti

Realizzare un arredamento estivo non significa necessariamente rinnovare i mobili e i complementi d’arredo della casa. A volte è sufficiente aggiungere un soprammobile e cambiare la tappezzeria per dare nuova vita al proprio appartamento. A questo proposito, i colori sono senza dubbio un dettaglio che non può essere sottovalutato. La scelta deve ricadere necessariamente su colori vivaci e luminosi. Dalle sfumature pastello alle tinte accese, c’è l’imbarazzo della scelta tra bianco, azzurro, giallo e verde. Immancabili, ovviamente, sono i colori del mare, come l’ocra e il blu.

Luminosità in tutti gli ambienti

La luce è un elemento determinante al pari dei colori. Una buona illuminazione, infatti, mette in risalto le linee del mobilio così come le sfumature e tutti gli altri dettagli. Un arredamento estivo dev’essere necessariamente luminoso. Oltre a disporre lampade e punti luce in ogni angolo della casa, perciò, è possibile adottare alcuni piccoli accorgimenti. Tra questi, spiccano indubbiamente la scelta di tende in lino, leggere e trasparenti, e l’uso sapiente degli specchi.

Tessuti morbidi, freschi e leggeri

Per dare vita a un arredamento estivo dal design efficace, è indispensabile eliminare tutti gli accessori utilizzati durante la stagione invernale. Coperte pesanti, tende spesse e di colore scuro, tappeti. Durante la bella stagione, occorre lasciar spazio alle lenzuola bianche o di colori pastello, alle fantasie floreali e ai tessuti semi-trasparenti, come il lino, la seta e il cotone. Si tratta di tanti piccoli accorgimenti che, nel complesso, possono completamente rivoluzionare l’atmosfera di un appartamento.

Un design a tema che ricorda l’estate

Stelle marine, conchiglie, onde e cieli stellati: le decorazioni e i soprammobili devono ispirarsi necessariamente ad ambientazioni estive. Che sia la fodera del cuscino o l’appendiabiti, ogni elemento dell’arredo dev’essere valorizzato e impreziosito. A seconda dell’arredamento, che potrà essere classico, moderno o country, si possono scegliere soluzioni molto diverse tra loro. In un appartamento arredato con uno stile innovativo e originale, ad esempio, si potrà applicare una carta da pareti vivace e briosa; all’interno di una casa dallo stile elegante, invece, bisognerà inserire oggetti più ricercati e preziosi.

I piccoli dettagli che fanno la differenza

Scegliere un design a tema estivo o marino non sempre basta a realizzare un arredamento di successo. È fondamentale, nello specifico, prestare attenzione a ogni minimo dettaglio, senza trascurare nessun aspetto. Anche il ripostiglio e il balcone, perciò, dovranno essere trasformati con l’arrivo della bella stagione. Per valorizzare tutti gli angoli della casa, è possibile utilizzare qualsiasi elemento, dai quadri agli immancabili fiori.

Per dare un tocco estivo al vostro appartamento potete cercare le nostre cinque regole d’oro tra i prodotti dei vari negozi, in città o anche su internet. Se poi vi piace la comodità provate a dare un’occhiata a www.livingo.it, scoprirete una galleria di prodotti di varie marche proposti da tanti punti vendita, raccolti tutti in un unico sito. Trovare i giusti abbinamenti sarà più semplice e divertente.

Tags:

 
 




Torna su