Arredare casa da affittare spendendo poco: alcuni consigli interessanti

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Idee

Possedere una casa seconda casa non arredata si traduce spesso nella possibilità di proporla in affitto. La paura di molti proprietari però è che arredare una casa da affittare possa prevedere un investimento esagerato.
In realtà il legittimo desiderio di risparmiare può assolutamente convivere con un arredamento funzionale e di qualità, scopriamo subito dunque quali possono essere dei suggerimenti interessanti per chi vuole arredare una casa da affittare.

Gli arredi.

Affinché una casa sappia rivelarsi confortevole è necessario provvedere anzitutto all’acquisto degli arredi “tecnici”, ovvero quegli elementi che non possono assolutamente mancare all’interno di qualsiasi abitazione: cucina, elettrodomestici principali, sanitari e arredo per la camera da letto.
Premesso che molte case prive di arredi possono avere già, nella loro dotazione di base, alcuni di questi elementi d’arredo, laddove essi fossero assenti è possibile provvedere facendo convivere qualità e risparmio.

La spesa per l’acquisto della cucina è probabilmente quella più rilevante, tuttavia in commercio sono disponibili tantissime cucine economiche dal design assai interessante.
Anche per l’acquisto del frigorifero le possibilità convenienti non mancano affatto, ovviamente il valore dell’immobile non può che crescere se si vuol fare uno sforzo ulteriore per acquistare elettrodomestici di altro tipo, come ad esempio una lavastoviglie.

Anche a livello di arredo bagno le opportunità per realizzare una stanza impeccabile con poco prezzo non mancano affatto, soprattutto laddove si voglia impostare il suo arredo con uno stile moderno.
È sicuramente un’ottima idea quella di evitare di acquistare mobili da bagno dalla struttura complessa, come possono essere ad esempio le classiche composizioni costituite da mobile, lavabo, specchiera e quant’altro: a tal riguardo si può scegliere di arricchire la parete con un semplice specchio abbinando un lavabo moderno, come ad esempio i gettonatissimi lavabi da appoggio.
Il lavabo da appoggio sa ricreare un magnifico colpo d’occhio anche laddove si opti per un modello semplice ed essenziale, e anche per quanto riguarda i box doccia vi sono tantissimi modelli essenziali e minimalisti che possono essere comprati a dei prezzi decisamente vantaggiosi.

Lo stile.

In linea generale è sicuramente un buon suggerimento quello di impostare l’arredamento della casa in stile contemporaneo, per diverse ragioni.
Anzitutto, le proposte relative ai mobili moderni sono in genere molto più numerose rispetto a quelle riguardanti i mobili tradizionali, di conseguenza è più semplice individuare delle occasioni interessanti.
I mobili moderni hanno un prezzo inferiore a quello dei mobili classici, inoltre, optando per lo stile contemporaneo, si può realizzare un interior design accattivante anche con un ambiente molto minimalista, quindi prevedendo una quantità di mobili piuttosto esigua.

 

C’è anche chi è riuscito a ricreare degli affascinanti interior design vintage spendendo molto poco, magari valorizzando e ristrutturando dei mobili antichi comperati a poco prezzo, ma obiettivamente questa soluzione è meno semplice da perseguire.

I dettagli.

Se si vogliono ricreare degli ambienti che sappiano rivelarsi molto interessanti, pur mantenendo il budget di spesa su livelli contenuti, è sicuramente un’ottima idea quella di curare i dettagli.
Piuttosto che acquistare mobili evidenti ed elaborati nella loro struttura, infatti, può essere preferibile scegliere mobili semplici ed essenziali impreziosendo gli ambienti principalmente con una serie di soprammobili particolari, oppure con delle lampade particolarmente accattivanti: il mondo dell’illuminazione di interni è stato protagonista di grandissimi progressi negli ultimi tempi, e anche una lampada semplice ed economica può recitare un ruolo da autentica protagonista.

 

Può essere una magnifica idea quella di abbellire le pareti con le stampe a muro, degli elementi dalla valenza decorativa davvero massima i quali hanno un costo decisamente contenuto.

 

Un’altra soluzione intrigante è inoltre quella di valorizzare i bancali.
I bancali, ovvero degli oggetti in legno che possono essere reperiti pressoché gratuitamente, se opportunamente lavorati e se abbinati a dei cuscini consentono di ricreare dei veri e propri mobili, come ad esempio dei divani, dei tavoli o delle poltrone.
Questa soluzione viene praticata sempre più frequentemente ed è perfetta se si vuol arredare una casa da affittare: i bancali consentono di realizzare dei mobili di grande impatto visivo, stilisticamente perfetti per un ambiente moderno e con un costo sorprendentemente basso, pressoché imparagonabile a quello di poltrone e divani da acquistare in negozio.

Quelle proposte ovviamente sono soltanto alcune idee: le possibilità di arredare una casa da affittare spendendo poco sono davvero tantissime, e il segreto è quello di non porre alcun freno alla propria fantasia.

Tags:

 
 

7 modi per nascondere la caldaia

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Le nostre case diventano sempre più piccole ma le nostre esigenze sempre più grandi e ricercate. L’istallazione di varie tecnologie ed elettrodomestici può diventare alquanto invadente e difficile da armonizzare al resto del nostro arredamento. Con un po’ di fantasia, però, è possibile trasformare questo inconveniente in un’esperienza piacevole e costruttiva. Anche se lo spazio non ci manca, potremmo comunque avere la necessità di mimetizzare gli elettrodomestici e i vari accessori tecnologici.

Inizialmente, le strade sono due: cercare una caldaia o uno scaldabagno già piccoli e facilmente “nascondibili” come potrebbe essere questo scaldabagno sottolavello; oppure informarsi e scendere a compromessi trovando delle soluzioni alternative per mimetizzarli.

Parleremo qui di vari modi ingegnosi su come possiamo nascondere la nostra caldaia ottimizzando gli spazi e creando un ambiente più omogeneo e piacevole.

nascaondere la caldaia

Andris RS è lo scaldacqua elettrico compatto di Ariston conforme alla nuova normativa ErP

nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

Cartongesso

Questa soluzione potrebbe sembrare la più impegnativa, ma probabilmente la più comoda e versatile. Con il cartongesso si può non solo nascondere la caldaia, ma fare di più, costruire un intero piccolo ripostiglio per tutti quegli oggetti antiestetici ma tanto utili per la nostra casa. Se lo spazio non ce lo permette, possiamo costruire anche solo una parete divisoria dietro la quale si troverà la caldaia. Questa opzione è abbastanza economica e non richiede grandi cambiamenti strutturali, inoltre la nuova parete potrà essere usata come supporto per  mensole, luci particolari o semplicemente quadri.

nascaondere la caldaia

nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

Credenze e armadietti

Uno dei metodi classici per nascondere uno scaldabagno o una caldaia è di installarli direttamente in uno scompartimento di una credenza. Questo metodo forse è quello che richiede meno impegno e meno risorse, ma può anche privarci di uno spazio consistente della nostra cucina o bagno, per questo non è sempre il più comune. Un modo per recuperare parte di questo spazio potrebbe essere quello di installare delle piccole mensole intorno alla caldaia o dei ganci sull’anta. Così possiamo trovare lo spazio perfetto per gli oggetti che magari usiamo meno, come attrezzi, detersivi, ombrelli ecc.

Se invece la nostra caldaia è stata già installata e abbiamo l’esigenza di nasconderla, possiamo costruirne intorno un armadietto su misura. Certo è che il fai da te non è da tutti, ma, con un po’ di volontà, di ingegno e magari anche un po’ di aiuto, lo si può facilmente costruire.

Se si ha la possibilità di ordinarlo su misura ancora meglio. Una volta presa questa strada ci si può sbizzarrire in mille modi.

Si può scegliere di creare più scompartimenti, creando così nuovi spazzi. Si può scegliere di accumulare e incastrare tutti gli elettrodomestici nello stesso mobile, in un punto meno utilizzato della casa, come angoli, ripostigli, terrazzi ecc.

Si possono riempire così gli angoli inutilizzati della casa, come il punto di incontro di una cucina ad angolo, oppure sotto il bancone di una cucina a isola, un’estremità di un corridoio, che non potremmo comunque utilizzare per altri scopi. Ci sono tantissimi tipi di armadi che si possono adattare a  questo tipo di situazioni, un occhio pratico ed esperto saprà consigliare e creare il mobile perfetto. nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

nascaondere la caldaia

Lavagna

Se invece il vostro scaldabagno o caldaia sono posizionati in cucina, un modo molto simpatico per nasconderli potrebbe essere una lavagna. Per fare questo abbiamo bisogno comunque di costruirgli intorno un armadietto, ma questa volta, invece dell’anta, possiamo installare una lavagna. Anche qui possiamo scegliere noi i colori, la grandezza e lo stile. Una soluzione del genere non solo recupera spazio, ma può anche facilitare la nostra organizzazione giornaliera. Un messaggio carino,  disegnato su una lavagna, per uno dei nostri famigliari, oltre che essere un upgrade dei post-it sul frigorifero, può essere anche più divertente e fantasioso.

Arte

Un altro modo per nascondere un armadio contenente i nostri elettrodomestici, per esempio in un corridoio, come suggerivo prima , è di appenderne un quadro. Usare quindi l’intera anta del mobiletto come superfice per il quadro, oppure, se l’armadio è neutro e a tutta altezza, coprite solo lo spazio che più vi aggrada.

nascaondere la caldaia

nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

Tende

In alcuni casi una buona soluzione potrebbe essere una tenda. Anche qui possiamo giocare con i colori, la lunghezza, il tipo di tessuto. In genere consiglierei un tessuto più pesante e non trasparente, in quanto è meglio nascondere completamente l’elettrodomestico e non rischiare di svelarlo con una ventata d’aria. Un punto positivo delle tende è la morbidezza e l’atmosfera che possono regalare alla nostra casa. Un bel tessuto dal colore adatto, accompagnato da ganci e accessori in armonia con il resto del nostro arredamento, può dare quel tocco in più che trasformerà il nascondiglio in un punto di forza.

nascaondere la caldaia

nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

nascaondere la caldaia

Separé e divisori

In mancanza di risorse o spazio, una soluzione che richiede molto meno tempo potrebbe essere l’utilizzo di un separé. Se ne trovano di tutte le misure e colori e può essere un’occasione anche questa per mettere a frutto la propria fantasia. Con pochi accorgimenti possiamo colorarli o creare un bel collage della nostra opera d’arte preferita, di un pattern particolare, o semplicemente con il colore dominante della nostra casa. Un punto molto positivo è la versatilità di questo oggetto, possiamo spostarlo o cambiarlo in qualsiasi momento.

nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia nascaondere la caldaia

Visto che il freddo sta arrivando, per fare questo genere di lavori è anche utile sapere quando accendere il riscaldamento. Potrete trovare qui la lista delle regioni con tutte le date.

Arredare una casa può diventare qualcosa di molto divertente e stimolante. Con un pizzico di fantasia si possono trovare soluzioni molto originali, che renderanno le nostre giornate più comode e piacevoli. Non avete paura di sperimentare e lasciatevi portare dalla vostra fantasia!

L’articolo 7 modi per nascondere la caldaia proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Risparmiare su luce e gas con le App e i comparatori

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Risparmiare su luce e gas con le App e i comparatori

Oggi torno a parlarvi di risparmio energetico e di come utilizzare le App e i comparatori che permettono di scegliere il fornitore più conveniente.

La bolletta dell’energia elettrica pesa in modo significativo sul bilancio familiare. L’offerta dei gestori è però complessa da comprendere, anche perché non è sempre facile capire quanto si spende effettivamente per i consumi, e quali invece siano le voci che riguardano altre voci in bolletta, come ad esempio il canone RAI o le spese che riguardano le richieste fiscali da parte dello Stato. Fortunatamente sono disponibili diversi tipi di comparatori, che permettono non solo di capire quanto effettivamente ci può venire a costare la proposta di un dato gestore, ma anche come risparmiare sui consumi quotidiani.

Risparmiare su luce e gas con le App e i comparatori

Si può davvero risparmiare sulla bolletta dell’energia?

I consumi incidono in modo diverso sulle bollette dell’energia elettrica o del gas. Come dicevamo prima in ogni bolletta è possibile verificare tutte le voci presenti, che contribuiscono a dare vita al conto finale. La componente riguardante effettivamente il “prodotto” utilizzato è in genere molto bassa; ad esempio per quanto riguarda l’energia elettrica la spesa effettiva per pagare il consumo di questo bene è inferiore al 40% della cifra finale segnata in bolletta, e per il gas le cose non sono poi così diverse. Quando si trovano dei consigli su come risparmiare sulle bollette, questi riguardano in genere i nostri consumi effettivi e quindi incideranno in modo relativo sulla spesa in bolletta. Un modo interessante per risparmiare consiste nell’utilizzare le varie App disponibili sugli store, iOS o Android. Stiamo parlando di applicazioni in cui è possibile inserire i dati delle letture, richiesti a scadenze precise dall’app stessa, in modo da poter monitorare l’effettivo consumo energetico e valutare le possibilità di diminuirlo con un utilizzo più intelligente del servizio. Per quanto riguarda l’energia elettrica, ad esempio, molto spesso si utilizzano delle tariffe che scontano i consumi notturni rispetto a quelli diurni. Per quanto riguarda invece il gas per il riscaldamento è consigliabile verificare che non si utilizzi il combustibile quando nessuno è in casa.

Risparmiare su luce e gas con le App e i comparatori

Risparmiare grazie alle offerte

Un altro modo per risparmiare sulle bollette di gas e luce consiste invece nel cercare il gestore più economico, comprendendo non solo i consumi effettivi, ma anche le offerte presenti sul mercato. Da questo punto di vista si possono utilizzare sia delle specifiche App per smartphone, sia strumenti di comparazione disponibili online. Questi facili tool permettono di verificare in tempo reale le offerte dei diversi gestori presenti in Italia, per consigliarci quale sia la migliore del momento. Conviene però valutare che, se non si inseriscono dati specifici, il confronto viene fatto considerando il consumo di una sorta di Utente medio; a tal proposito il miglior fornitore di energia elettrica Wekiwi viene indicato da diversi strumenti di comparazione. Per avere un’analisi più accurata è importante non affidarsi ai consigli per il consumo medio, ma verificare i nostri effettivi consumi, che sono reperibili sul sito del gestore, o anche nella bolletta di conguaglio, che viene prodotta una o due volte all’anno. Inserendo nel tool i dati specifici che riguardano il nostro effettivo consumo si possono ottenere indicazioni più sicure, che ci permettono di risparmiare cambiando gestore.

The post Risparmiare su luce e gas con le App e i comparatori appeared first on La gatta sul tetto.

Tags:

 
 

Impianto elettrico: che confusione!

Pubblicato da blog ospite in ArchitettaMI, Idee

Quando ristrutturo un appartamento tra i vari elaborati che consegno ai clienti c’è l’impianto elettrico. Questa tavola non è di facile comprensione e così è d’obbligo fissare un incontro in cui nello specifico vengono analizzati tutti i punti.

Mi è capitato recentemente però di dare semplicemente dei consigli sull’elettrico ad una coppia di miei clienti a cui ho consegnato un progetto on line di ristrutturazione small. I ragazzi stanno acquistando nel centro di Milano un appartamento in un palazzo di nuova costruzione, ma volevano, prima che fosse troppo tardi, rivedere la distribuzione interna e il progetto d’arredo più consono alle loro esigenze.

Avendo modificato varie zone della casa, al momento della consegna della tavola dell’impianto elettrico da parte della ditta costruttrice, si sono trovati un po’ spiazzati. Così invece di rivedere tutto l’impianto mi hanno chiesto se potevo dargli dei consigli in più rispetto a quello che vedevano sulla carta.

La mia premessa è stata innanzitutto che l’impianto elettrico va valutato sempre con il progetto d’arredo e più l’arredo è dettagliato, quindi già selezionato nella marca e nel modello, più il progetto dell’elettrico sarà preciso. Faccio un banale esempio: i punti di accensione accanto al letto matrimoniale. Prendere un letto che ha larghezza 160 cm è diverso da uno largo 180 cm. Quindi, se i punti luce a parete sono pensati per un letto da 180 e poi però compro un letto largo 160, è chiaro che risulterà troppo distante l’interruttore e sarà scomodo accendere le luci mentre sono sdraiata a letto.

Vi elenco di seguito le cose ho evidenziato ai miei clienti sperando che possano essere utili anche a voi.

Scatole di derivazione: Sono indispensabili e spesso ce ne sono parecchie. Possono essere messe in punti strategici per non farle vedere oppure possono essere nascoste da mobili. In questo caso però, visto che devono essere ispezionabili per qualsiasi evenienza, i mobili non possono costituire un ostacolo. Quindi o sono mobili piccoli o in caso di armadi, il fondo di questi va tagliato.  Bisogna però sapere come è fatto l’armadio internamente per capire dove posizionare la scatoletta, ed infine il fondo dell’armadio va ritagliato nel punto corrispondente.
– Punti tv: oltre all’antenna comune si posiziona anche quella satellitare. Ma, visto che ormai le tv vanno anche su internet, il mio consiglio è quello di far mettere la linea e nello specifico il cavo RJ45. Se volete appendere la tv le prese devono trovarsi dietro per non vedere i fili. Mentre quelle che collegano la tv ai vari dispositivi, possono essere incanalate o comunque nascoste.
tv sospessa
– Computer: anche per il computer presa RJ45. Esiste il wifi, ma è meglio avere una presa che possa garantirti stabilità nella connessione. Se avete dispositivi per diffondere la musica in ogni stanza, installare questo tipo di presa in corrispondenza della sorgente.
Armadi: si può mettere la luce negli armadi, quindi, nel caso, fatevi portare un punto luce in corrispondenza dell’armadiatura e poi chi vi monterà le lampade farà i collegamenti.
luce armadi 2
Luce esterna agli armadi: nel caso non mettiate la luce dentro gli armadi, fate in modo che la sorgente luminosa non sia dietro di voi, quando aprite l’armadio, ma che sia tra voi e questo. Naturalmente se avete della ante, fate in modo che il faretto sia centrale al modulo dell’armadio e non in corrispondenza dell’anta…
Controsoffitti: le luci inserite nei controsoffitti possono essere: faretti, strisce a led incassate o nascoste dietro a delle velette. Deciderlo in tempo prepara l’impresa alle successive lavorazioni e farà conoscere a voi quanto possono incidere queste 3 diverse applicazioni sul vostro budget.
controsoffitto con luce nascosta 5
controsoffitto con luce nascosta 2
faretti 3
Prese comodini: c’è chi posiziona le prese in basso, chi in alto dove c’è l’accensione generale della stanza, questo per avere la comodità di introdurre la presa del cellulare. Nel caso voi dormiate con il cellulare a fianco (che sconsiglio) potreste farvi mettere una presa usb, in modo da collegare il cell senza la spina. Questa presa va benissimo anche in caso di tablet.
Specchi bagno: ci sono vari modi per illuminarli, ma fate attenzione che la sorgente luminosa sia sempre tra voi e lo specchio in modo da illuminare bene il viso. Inoltre se siete tipi che perdono tante ore per il trucco o per altre cure della vostra persona, che richiedono molta luce, non fidatevi di quegli specchi che hanno l’illuminazione integrata o addirittura sul retro!
luci bagno
luci bagno 2
Prese schuko: fatele mettere in corrispondenza degli elettrodomestici, in modo da non usare riduttori. Anche i frullatori o alcune macchine del caffè hanno queste prese. Attenzione però che costano più di quelle standard.
Sottopensili cucina: fate portare un punto luce sotto i pensili della cucina (quindi va dato all’elettricista il disegno definitivo dei pensili) in modo da posizionare l’uscita nel punto esatto. Se la cappa divide in due lo spazio, fate in modo di illuminare entrambe le zone o almeno la zona più lunga (visto che la cappa è già fornita di illuminazione).
luci sottopensile 2
Prese sul piano lavoro della cucina: posizionate le prese in corrispondenza dei piani lavoro e l’interruttore per accendere i led sottopensile.
prese piano lavoro cucina
Luci sopra il tavolo pranzo: decidete dove andrà il tavolo pranzo (scelto anche nella dimensione) in modo da mettere le luci esattamente sopra questo. Se pensate di aprire il tavolo e spostarlo in caso di ospiti, non mettete luci pendenti, piuttosto dei faretti, perché rischiate di sbatterci la testa.

luci tavolo pranzo 2

Queste sono alcune delle considerazioni che ho evidenziato ai miei clienti per le loro specifiche esigenze.

Se avete altri suggerimenti da fare inseriteli nei commenti. Mi fa sempre piacere leggere le vostre opinioni e le vostre esperienze ;-).

Tags:

 
 

Arredare con il grigio

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Mobile grigio su parete grigia per arredare con il grigio con eleganza e cura dei dettaglicameretta in grigio

Cameretta in una palette cromatica eleganta e alla moda: grigio giallo e verde acqua. Perfetto da abbinare il tappeto con fantasia chevron grigio e giallo disponibile QUI in varie dimensioni. Con il formato 2×3 mt potrete rivestire la stanza come con una soffice moquette.

Arredare con il grigio in Stile nordico con la sedia con scocca in materiale plastico e gambe in legno che trovate QUI

Veramente affascinante ed insolito il copripiumino da letto double faces grigio chiaro e grigio fumo che renderà davvero speciale la camera da letto. Lo trovate QUI

Un bellissimo interno moderno con arredi in varie sfumature di grigio

 

Arredare con il rigio con i cuscini in grigio cretivi o alla moda. A sinistra cuscino con piume, al centro con motivi stile marocchino e a destra chevron

Arredare con il grigio anche gli ambienti classici

Arredare con il grigio in stile eclettico con tocchi industriali

Arredare con il grigio per uno stile mediteranneo contemporaneo

 

Lo sapevate che le 50 sfumature di grigio esistono davvero?

Le ha codificate nel 1912 un ornitologo americano (altro che pantone color insitute…ma non ditelo all’architetto!).

Robert Rigley, in un libro intitolato Color standards and color nomenclature, ha censito 1115 colori (e poi dicono che siano le donne a conoscere meglio le sfumature cromatiche!) per descrivere il piumaggio degli uccelli; di queste 50 furono le sfumature di grigio.

A noi il grigio interessa parlando di interior design e non di ornitologia ma ringraziamo comunque Robert che, già nel lontano 1912, avvalorava la nostra tesi, ormai largamente diffusa, che il grigio sia un colore davvero speciale.

Ormai dipingere le pareti di grigio è diventata la quotidianità; il grigio è il nuovo bianco, il neutro moderno!
Se fino a qualche tempo fa qualcuno aveva ancora paura di arredare con il grigio e dipingere le pareti di casa di questo colore (ricordo ancora quando la mia amica V., dopo un colpo di audacia, mi disse quasi in lacrime “ho fatto un garage”!), oggi conosciamo tutti o quasi il fascino e la grande resa estetica di pareti grigie in un interno domestico.

Dovremo scegliere attentamente la tonalità adatta per il nostro ambiente ma per ognuno di noi esisterà certamente il grigio giusto, vista l’infinita possibilità di scelta.

Due sgabelli alti imbottiti dalle linee molto eleganti che trovate QUI

Arredare con il grigio una moderna cameretta con dettagli rossi. Il tappetino chevron lo trovate anche QUI

Tappeto in varie sfumature di grigio QUIin due misure, il più grande a 38.90€

6 federe cotone lino per  cuscini 45×45 nelle fantasie più trendy in un bellissimo grigio segnale. Li trovate QUI

Molto elegante e graziosa la cameretta grigio tortora per il piccolo Carter 

Il grigio è uno dei colori che ha più sfumature.

Arredare con il grigio scuro gli interni di carattere

Ecco come rendere speciale la parete della camera da letto, una boiserie dipinta di grigio e cambia l’atmosfera. Il copriletto fantasia chevro in nero lo trovate anche QUI

 

Di wink design il pouf effetto crochet disponibile in grigio chiaro e scuro QUI

La libreria si confonde con la parete in un’elegante e soffice nuance grigia

 

Potremo optare per un grigio più freddo e moderno, che evidenzierà i toni del blu, o uno più caldo e avvolgente, che metterà in risalto i toni del giallo; nel grigio ad ogni modo possiamo trovare praticamente tutte le sfumature ed abbinarlo al meglio con qualsiasi colore.

Dimenticatevi il concetto che il grigio sia adatto solo ad ambienti industriali, uffici o peggio ancora cantine!

Dimenticate espressioni come “che grigiore”!

Il grigio è un colore elegante, moderno, emozionante, adatto ad ogni ambiente della casa, soprattutto la zona giorno, ma potrà essere utilizzato anche in camera da letto e addirittura nelle camerette dei più piccoli soprattutto, se sapremo completarlo con i giusti complementi d’arredo colorati.

Il grigio può essere utilizzato sia per la camera dei maschietti che delle femminucce perché è bellissimo abbinato sia con il rosa che con il blu ma anche perché permette realizzazioni bellissime e unisex con il giallo e il turchese, tiffany, ottanio.

Arredare con il grigio scurissimo smorzato dalle geometrie una cameretta very cool

 

Grigio e rosa l’abbinamento perfetto per la camera di una bambina

 

Anche l’azzurro è perfetto con il grigio.

Arredare con il grigio una cameretta creativa per giovani avventurosi!

I cuscini grigi con le stelle sono perfetti per le camere dei ragazzi. A sinistragrigio con stelle bianche e a destra bianco con stella grigia…o viceversA!

 

Per rendere la camera dei ragazzi moderna ed elegante possiamo scegliere una cassettiera in legno grigio oppure rivestire la nostra vecchia cassettiera con una simpatic carta adesiva grigia a pois che potete trovare QUI

Anche una bella cassettiera antica potrà fare mostra di se in una romantica ed elegante cameretta in cui è fondamentale l’equilibrio dato da pareti e lettino grigio.

Una cameretta molto rock in grigio scuro

Il grigio è perfetto per sdrammatizzare e spezzare l’eccessiva stucchevolezza di alcune camerette piene di fronzoli. In questo modo si crea l’equilibrio giusto ed un ambiente creativo ed eclettico

Una cameretta semplice ma speciale, dal gusto shabby proprio come piace a noi che potete ammirare su http://www.shabbylab.it

E’ inoltre uno dei colori più adatti per rinnovare i vecchi arredi e renderli più freschi e contemporanei.

Rinnoviamo i vecchi termosifoni con una bella mano di vernice creativa

Un mobile torna a nuova vita grazie a Restyling mobili e ad una buona passata di grigio scuro

Un elegante appartamento d’eèoca acquista una nuova allure grazie ad una mano di grigio su tutte le superfici!

La cucina si rinnova

Ecco cosa succede quando si seguono i consigli di Non ditelo al’Architetto! Brava Antonella

Le porte bugnate in stile inglese mi piacciono molto ma il colore grigio le rende ancora più affascinanti e contemporanee.

Ci sono infinite sfumature di grigio, abbiamo già detto, che vanno da quelle chiarissime quasi bianche a quelle molto scure che si avvicinano addirittura al nero.

Carta da parati molto decorativa in diverse gradazioni di grigio.

Tappeto a disegni geometrici sfumati in scala di grigi, disponibile QUI in diverse dimensioni a partire da 14.90€

Interni in scala di grigi dal sapore metropolitano

 

Palette di grigi per uno stile nordico

Dover. Effetto acquerello sfumato, dai tratti irregolari, nei toni del grigio che scalano verso quelli del bianco sporco, per una carta da parati dal segno contemporaneo. Si tratta di una speciale carta da parati di Italian Wallcoverings, appositamente studiata per la decorazione di tutti gli ambienti ad alto tasso di umidità grazie alla composizione con fibra di vetro C/E apprettato con una miscela di amido e sostanze sintetiche, indicata per la decorazione di stanze da bagno, spa e persino interni doccia

Il grigio balena è un grigio particolare, delicato ma intenso, accogliente, rilassante, con un tocco di blu, che può intensificarsi al punto da trasformare il colore in “blu balena”.

Una graziosa cameretta dal sapore vintage in scala di grigi con letto e tenda color grigio balena

Carta da parati Melville, prende ispirazione dai viaggi marini del passato, onde gentili con animali marini quali tartarughe, balene, calamari ed è disponibile in 5 sfumature di grigioisponibile in cinque colori, disponibile su http://www.lecivettesulcomo.com

Grigio blena, intenso, compatto, perfetto nella versione opaca 

Parete grigio balena; grigio con una piccola punta di blu

Di che colore sono le balene grige o blu?!

Parete blu blena, blu con una piccola punta di grigio 

Il blu balena è un colore freddo ma profondo e avvolgente e molto rilassante.

Un colore speciale per la camera da letto che metterà d’accordo lui e lei

Tra i più scuri troviamo il grigio antracite, un grigio che deve il suo nome proprio all’omonimo carbone fossile, dal fascino indiscusso ma che va indubbiamente ben dosato e spesso può trovare applicazione soprattutto nei complementi d’arredo. Un colore perfetto per lo stile industriale, può correre il rischio di essere troppo rigido e maschile e dobbiamo trovare dunque il modo di addolcirlo, impreziosirlo o…sconvolgerlo un po’!

Cucina color antracite di Modulnova riscaldata dal piano in legno

Il color antracite è certamente un colore scuro che va ben modulato in un ambiente, quindi è preferibile non dipingere tutte le pareti di questo colore a meno che non si voglia dare volontariamente un aspetto molto maschile e notturno

parete attrezzata moderna per la zona giorno, disponibile su miliboo

Di solito è preferibile dipingere di questo colore una sola parete con elementi d’arredo a contrasto bianco, che risalteranno ancora di più sullo sfondo scuro

Una camera da letto color antricite per un eleganza moderna e senza vezzi

Parete e tappeto color grigio antracite e divano color grigio chiaro a contrasto per un equilibrio di chiari e scuri

Il grigio antracite potrebbe essere il colore che stavate cercando per i mobili del soggiorno, perfetto sia opaco che laccato.

Il grigio perla ha una tonalità nettamente più chiara e luminosa a volte scelto per le pareti con una finitura setosa e leggermente…perlescente appunto! Tra i grigi è quello che si è sempre considerato più femminile ed elegante; può abbinarsi facilmente ad altre gradazioni di grigio più scure per creare atmosfere davvero speciali con sfumature in grey. Insomma, un’ottima base per chi vuole scegliere questo colore a piccoli passi!

Grigio perla per una cucina rustica contemporanea con mix di complementi nordici e industriali

il grigio perla può essere il colore perfetto per rinnovare dei vecchio arredo,  compresi i mobili della cucina.arredi,equilibrato e aggraziato andrà in contro ai gusti di molti

Versione lucida per le mattonelline rettangolari grigio perla…ancora più brillanti

Il grigio perla è perfetto sia lucido che opaco ma è davvero meraviglioso nella versione cangiante del velluto che lo rende ancora più prezioso.

Pareti grigio perla per chi non vuole esagerare

il grigio perla è luminoso e rilassante, perfetto anche per un bagno, magari in mosaico di vetro 

Il grigio perl è un colore adatto anche ad ambienti più classici e decòr

Bianco e grigio perla per un salotto luminoso e romantico con brio

Stile eclettico per la camera vagamente bohemienne che diventa davvero speciale grazie al colore delle pareti

Grigio perla alle pareti, stucchi ed un maestoso camino per un classico contemporaneo

Anche il grigio cenere è una tonalità chiara di questo colore con cenni vellutati e polverosiperfetta per mobili e complementi poichè con il suo colore fumoso valorizza ancora di più le texture. 

Coperta invernale grigio cenere, disponibile QUI anche in altri colori

Composizione da ingresso in un elegante grigio cenere di Pezzani Design

Divertenti e soffici nodi/cuscini decorativi che potete trovare QUI in un vellutato color grigio cenere

Divano grigio cenere, elegante, sofficie e conviviale

Vaso Nicoli Hera, diametro 40 cm, altezza 30 cm, colore grigio cenere opaco disponibile QUI. Il materiale poroso dall’aspetto polveroso è perfetto per esaltare questo colore

Un bel tappeto grigio cenere disponibile su Dalani. Anche in questo caso il manto cangiante del tappeto è perfetto per valorizzare ed essere valorizzato dal grigio cenere

Dall’effetto polveroso, moderno, unico, è il  rivestimento in marmo PULSAR di Raffaello  Galiotto  

Poltrona grigio cenere Hilda design amadeus di http://www.maisonbel.com

Il grigio piombo (o canna da fucile) è un colore scuro e affascinante che ha numerose sfumature e che rientra nei grigi da saper dosare con attenzione, negli arredi è perfetto con finitura laccata o metallizzata, riprendendo in qualche modo il colore del metallo da cui prende il nome.

Divano grigio piombo con penisola su  http://www.centrorappresentanzemobili.com…maschile rigoroso, minimale.

Lube cucine presenta il modello closer accato in un moderno grigio piombo…bellissima, non sembra nemmeno una cucina e può essere inserita perfettamente a vista in una zona giorno.

Una graziosa lanterana in metallo grigio piombo tra il vintage e l’industriale. Disponibile QUI a 8.29€

COLORX scaldaslviette grigio piombo di Tubes, linee semplici, colre industrial.

Grigio tè verde è un colore davvero speciale, il colore cangiante di occhi ammalianti, di bevande benefiche, del cielo che muta. Nell’interior design può raffreddare una stanza molto soleggiata (ideale per la sala da bagno che assumerà un’atmosfera refrigerante) o donare un aspetto sereno e tranquillizzante alla camera da letto.

Si tratta in realtà di una tonalità di verde dalle sfumature grigie e non viceversa ma ve ne ho voluto parlare comunque perché lo trovo molto interessante.

Un bello sfondo grigio te verde per una parete pien di quadri

Il color grigio te verde è perfetto per un ambientazione dal sapore nordico come questa 

Colore perfetto per l’ambiente bagno, rilassante e rinfrescante

Un colore chiaro, speciale, non scontato, mai banale, ma tenue che personalizza senza invadare e che sobriamente rende l’ambiente unico.

Il color grigio te verde si abbina perfettamente anche con ambienti dal sapore shabby

Un colore speciale

Il colore del benessere.

Il grigio Talpa e il grigio tortora sono tonalità calde di questo meraviglioso, multiforme colore, hanno in se delle punte di giallo e marrone e prendono i loro nomi dai soffici manti di due graziosi animaletti.

A seconda di come doseremo le componenti potremo muoverci verso tinte più chiare che virano al grigio o più scure che virano al marrone

Grigio talpa per le piastrella Vision Cube 25X75 di Leroy Merlin

parete grigio tlpa, calda ed elegante

Tessuto color grigio talpa di Robert Kaufman disegnato da  Erin Dollar 

Poltrona bergère grigio talpa in lino Manoir di Maison Du Monde,

Una camera elegante in grigio tortora

Avorio e tortora per una cucina moderna elegante ed essenziale

Il grigio cemento non si distingue tanto per la sua tonalità, che può essere chiara o scura, quanto per la sua finitura, che imita appunto quella del cemento; sarà dunque ideale utilizzarlo su superfici con effetto materico e certamente dall’aspetto un po’ industriale.

interno dannunziano con parete color cemento fangoso

pavimento in cemento

Arredare con il grigio un simpatico bagno moderno rivestito in resina cementizia color grigio cemento

Orologio da parete rotondo materico in cemento grigio e metallo rame, disponibile QUI

Arredi che imitano il colore e l’effetto materico del cemento. A sinistra libreria 120x121x35 a destra scrivania 140×74.2×69 entrabe di Avanti Trend Store

carta da parati in tessuto non tessuto che imita la cassaforma di cemento dei cantieri. Disponibile QUI

Coffe table grigio cemento chiaro in legno, dimesnione 90x60x21 cm, disponibile QUI

Set di 3 Scatole quadrate multiuso in MDF colore grigio cemento che potete trovare QUI

Questo è solo un minimo accenno delle 50 sfumature di grigio, ognuno di noi troverà certamente la tonalità che è più nelle proprie corde.

Calibrando bene le varie sfumature si possono realizzare bellissimi interni in scala di grigi, il grigio è però un colore perfetto da abbinare anche a qualsiasi altra cromia: con il rosso e il porpora assumerà un tono teatrale, Pop, anticonvenzionale ed eclettico, per chi ama gli abbinamenti non scontati e gli effetti scenografici.

Rosso e grigio per un effetto scenografico e un pò dagli accenti barocco pop

Due salotti dall’ atmosfera completamente diversa ma entrambi resi speciali dall’abbinamento rosso/grigio

Il velluto è il tessuto perfetto per l’abbinamento con questi colori dagli effetti teatrali

Linee rigorose e minamli rese vive dalle pennellate di rosso

Arredare con il grigio e il rosso un Interno eclettico

Due effetti completamente agli antipodi creati dall’unione degli stessi colori: porpora e grigio

Porpora e grigio decòr

Un interno classico al quale il porpora dona il giusto brioArredare con il grigio e il porpora un interno eclettico molto affascinante

Contemporaneità in grigio e porpora

L’associazione con il verde è inusuale ma riuscita, il colore della città e quello della natura si incontrano in un mix esplosivo.

velluto verde e grigio scuro per un interno crespucolarearredare con il grigio

Arredare con il grigio un interno classico anticonvenzionale

arredare con il grigio arredare con il grigio

Verde mela e verde prato con il grigio per interni freschi e moderni.

arredare con il grigio
interno eclettico e artistico in grigio e verde

arredare con il grigio

Un tocco di verde acido e il salotto anonimo prende vita arredare con il grigio

Quando il colore fa la differenza

Grigio e blu sono due colori freddi ma nonostante questo insieme stanno molto bene e a seconda della tonalità di blu che si sceglie cambia completamente l’effetto finale.

arredare con il grigio

Arredare con il grigi e il color ottanio un salotto metropolitano, giovane, allegro e dinamicoarredare con il grigio

Il lato femminile dei colori freddiarredare con il grigio

Guardaroba moerno e di design di Presotto, dove i colori giocano un ruolo fondamentale.

arredare con il grigio

Blu petrolio e grigio un accoppiamento perfetto per due colori di grande tendenzaarredare con il grigio

Restyling in blu e grigio: navy ed elegante arredare con il grigio Turchese per equilibrare il rigorearredare con il grigio

Due colori dal fascino indiscusso

arredare con il grigio

Arredare con il grigio per creare un equilibrio polverosoarredare con il grigio

Scala di grigi e bluarredare con il grigio

Arredare con il grigio un interno classico contemporaneo

Giallo e grigio è uno degli abbinamenti più riusciti, la vitalità del giallo e la neutralità del grigio si incontrano in un’esplosione di energia.

arredare con il grigioarredare con il grigio

Un raggio di sole tra le nuvole in ogni ambiente… arredare con il grigio

Poche mosse per uscire dal grigiore!arredare con il grigio

Arredare con il grigio e il giallo un salotto moderno e rigoroso…con brio.

arredare con il grigioarredare con il grigio

Un pizzico di giallo in ogni stanza porterà allegria e gioia di viverearredare con il grigio

Il giallo che accende il grigioarredare con il grigio

L’elemento protagonista…

Il marrone si abbina benissimo alle tonalità di grigio come il tortora e il talpa, con le quali crea ambientazioni confortevoli e calde, assume invece un effetto particolare e di contrasto con le tonalità più fredde di grigio.

arredare con il grigio

Arredare con il grigio per uno stile rustico nordico.arredare con il grigio

Arredare con il grigio per uno stile Classico, contemporaneo, autunnalearredare con il grigio

Arredare con il grigio in stile Country chic

arredare con il grigio

Il marrone si addice di più ai grigi caldi come il tortora ma anche in questo caso, con un grigio freddo, si può ottenere un buon risultato più di contrasto.

arredare con il grigio

Una pennellata di colore avvolgente

arredare con il grigio

Arredare con il grigio e marrone per un tocco di modernità in un interno shabby

Il grigio mette in risalto qualsiasi colore gli sia vicino mettendosi in secondo piano, il segreto è scegliere il grigio che proviene dalla famiglia del colore che si vuole utilizzare (caldo o freddo), in questo modo si creerà un’armonia certa.

Ormai non avete più scuse, se ancora non siete riusciti a scegliere il colore che fa per voi di certo quello giusto è proprio il grigio!

L’articolo Arredare con il grigio proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Ottobre, le piante rientrano in casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
Idee e consigli per disporre le piante in casa

Le temperature si stanno abbassando ed è il momento di riportare le piante al riparo dentro casa in attesa della prossima primavera. Ma come disporre le piante in casa?

Le piante sono un vero e proprio complemento d’arredoin grado di valorizzare gli interni delle nostre case, inoltre favoriscono il ricambio di ossigeno, trasmettono energia positiva e ci regalano una piacevole sensazione di benessere.
Con un pò di fantasia e la giusta dose di creatività, si possono creare deliziose composizioni green per ravvivare qualsiasi angolo della casa, dal soggiorno alla camera da letto, così come nella stanza da bagno. Grazie alle proprietà di depurazione dell’aria, il bagno è certamente l’ambiente della casa più idoneo ad ospitare le piante in quanto riossigenano l’aria e assorbono l’umidità presente.

Naturalmente le piante di grandi dimensioni andranno necessariamente collocate a terra, disposte singolarmente o in gruppo. Potete ad esempio sistemarle in soggiorno vicino al divano, oppure al tavolo da pranzo. Le piante di medie e piccole dimensioni possono trovare posto sopra una mensola, una panca o sopra un mobile. Se lo spazio proprio non c’è e le piante sono molte, potete appenderle acquistando appositi porta piante o meglio ancora, creando fai da te originali porta piante in corda d’appendere

Quando create dei gruppi di piante, che siano da collocate a terra oppure sopra un piano, ricordate sempre di giocare con le altezze per dare maggior movimento alla composizione e un senso di profondità.
Qualsiasi ambiente anonimo, una volta arricchito con alcune piante verdi, si trasformerà in uno spazio caldo e accogliente.

Se non sapete dove mettere le piante in ecco una carrellata di immagini che abbiamo selezionato per voi.


Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
immagini via Pinterest

Se vuoi scoprire qual’è la pianta giusta per la tua casa, clicca qui!

Tags: ,

 
 

Trend arredamento: mix di stili per un effetto wow

Pubblicato da blog ospite in Interiors, lacasadieloisa

Anche nell’arredamento come nella moda ora tutto è concesso, tutto può essere riutilizzato, assemblato e mixato per uno stile wow! Questo consente a ciascuno di noi di valorizzare i pezzi di arredamento a noi più cari anche quelli recuperati nella casa della nonna. L’importante e dare sfogo alla fantasia, provare e riprovare, fare accostamenti audaci sia di stile che di colore senza dimenticare il proprio stile personale. Meglio partire dagli arredi per poi concentrarsi su pareti e pavimenti, ma ricordate se siete indecisi non osate con rivestimenti audaci altrimenti sarete troppo vincolati dalla strada intrapresa.

Se proprio non ci riuscite, il mio suggerimento wow è scoprite l’interior designer Carla Pellizzari  dal cui sito cito le seguenti foto. Il suo motto è:

La bellezza odia le regole. L’unica regola dell’arte è non avere regole per dare vita alla bellezza.

SERGE LUTENS

pelli2jpgpelli1pellipelli3pelli4pelli7pelli6pelli8pelli5

Archiviato in:Arredamento

Tags:

 
 

La soluzione per separare gli ambienti: le pareti divisorie

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Pareti mobili per dividere gli spazi senza opere murarie

Le pareti mobili divisorie sono senza dubbio utili se abbiamo bisogno di organizzare il nostro spazio, sia in ambienti lavorativi che quelli casalinghi. Questi prodotti devono essere sempre di alta qualità, studiati e destinati per durare nel tempo. Ultimamente, questi articoli sono diventati degli ottimi sostituti degli oggetti in muratura, dato che questa tende ad essere molto invasiva e anche dispendiosa. Installare pareti divisorie mobili è assolutamente veloce e senza dubbio meno costoso e meno invasivo rispetto all’uso di pareti a muro.

Possiamo acquistare questi articoli nei negozi distribuiti su tutto il territorio nazionale, oppure attraverso internet. Sul web, infatti, è possibile trovare numerose offerte che ci permettono di risparmiare notevoli somme di denaro. Dobbiamo, però, sincerarci che i prodotti possano essere funzionali e versatili, nonché flessibili e adattabili.
Non dobbiamo, quindi, fermarci al primo negozio che troviamo, ma dovremo fare attente valutazione, anche allo scopo di evitare le frodi o di incorrere in aziende che non svolgono con cura il loro lavoro. Questi prodotti, inoltre, in genere sono molto utili per la gestione degli spazi lavorativi e, permettono eventuali aggiunte di migliorie come porte, finestre o altri accessori. Non è necessario, comunque, che questi vengano installati subito: è possibile che ciò avvenga anche in un secondo momento.


Pareti mobili per dividere gli spazi senza opere murarie

In genere, le pareti mobili divisorie si distinguono in semplici ed attrezzate. Queste ultime sono quelle che consentono l’installazione di elementi aggiuntivi, come finestre e porte. È importante che l’azienda che avete scelto sia già nel settore da alcuni anni, per avere più affidabilità.
Il personale, che dev’essere esperto e cortese, dovrà essere a vostra disposizione, seguendovi in tutte le fasi del processo di vendita, dalla scelta all’assistenza post-acquisto. Tramite l’acquisto di tali prodotti sarà possibile una suddivisione intelligente degli spazi, che siano lavorativi o per le vostre case.


Pareti mobili per dividere gli spazi senza opere murarie
Pareti mobili per dividere gli spazi senza opere murarie
È importante, inoltre, che l’azienda a cui avete deciso di rivolgervi disponga di certificazioni, dedicate alla qualità e all’ambiente: ciò è segno di competenza e di grande affidabilità. Cercate sempre informazioni inerenti a ciò sui siti internet dedicati a queste ditte. In questo modo, sarete sempre sicuri della qualità dell’azienda e dei prodotti che andrete ad acquistare. Spesso, su internet, esiste proprio la possibilità di contattare direttamente l’azienda, magari tramite telefono o email, anche allo scopo di avere un catalogo o un preventivo. 



Tags:

 
 

#8 idee antiletargo per decorare in autunno

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

L’autunno è tutt’altro che una stagione triste e malinconica. Ma li avete visti i colori di questa stagione? Un inno allo stile, da usare dappertutto.

……….

La stagione de “siamo l’esercito dei selfieee” e “despacito” è finita, così almeno smettiamo di sentire queste canzoni millemila volte in un’ora. Quindi ora che il tormentone ce lo semo levati dai piedi, e il sole pure, che si fa?

Per favore non dite: la tristezza mi salta addosso perché l’autunno è una stagione malinconica. Io trovo che questa affermazione non sia vera e se l’avete detta, non siete attenti a tutte le meraviglie che questa stagione porta con se.

Una così su due piedi: i colori. Guardatevi intorno e ditemi se i colori autunnali non sono incredibili: arancione, prugna, rosso amaranto e bordeaux. Insomma, wow. Ma ancora: le castagne, le pigne, le zucche, le foglie secche… tutti elementi naturali che potrete trovare a zero sbatti in pratica, ma che fanno stile solo a metterli sul tavolo.

Che ne dite se vi parlo di qualche idea per convincervi che tutto sommato questo autunno non fa così pena?

DECORARE CASA CON I FRUTTI DELL’AUTUNNO

Cominciamo con le idee più facili: decorare le pareti di casa con quadri a tema autunnale o con colori autunnali. Perché non qualche splendida foto di New York in autunno? O di qualche bel bosco vicino a casa vostra?

Il periodo offre degli scorci così belli che non è necessario essere dei fotografi top, per avere delle belle foto.

Se però di quadri ne avete a bizzeffe e non volete star li a cambiarli tutti, potreste optare per raccogliere pigne, castagne, foglie e piccole zucche, da usare per comporre splendidi centrotavola. A voi la scelta poi: se siete dei draghi del fai-da-te, potete proprio comporvelo il centrotavola; altrimenti basteranno anche degli alti vasi trasparenti da riempire a piacimento.

autunno

Photo credit: Ikea

autunno

Ricordatevi anche che questa è la stagione di Halloween: non è detto che i vasi centrotavola debbano essere per forza pieni di castagne. Potete riempirli di caramelle e simili, per la gioia di grandi e piccoli.

Vediamo un po’, avete un camino per caso? Allora il gioco è fatto. Niente di più semplice e scenografico che decorare il camino per dare il benvenuto alla stagione. Pigne, corone di foglie e candele sono le benvenute. Il risultato sarà accogliente e caloroso.

Ma pigne & co possono anche essere usate per costruire delle splendide ghirlande, che fanno un po’ Natale è vero, ma danno un senso di tepore a chiunque le veda e si appresti ad entrare a casa nostra.

autunno autunno

Il modo più immediato però per dare una ventata di aria nuova in casa è sicuramente quello di cambiare gli accessori in base alle stagioni. E con accessori intendo: cuscini, coperte, lenzuola, tende e tappeti.

Usate le pallet autunnali che spaziano dal giallo senape al prugna per portare in casa tutto quel calore che fuori non c’è più. Create un nido confortevole, in cui sia rincuorante pensare di dover tornare. A questo contribuiscono benissimo anche candele e profumi per ambiente nelle fragranze delle spezie. A me piace l’odore di cannella in giro per casa, ma voi potete trovare il profumo speziato che più vi si addice.

Il letargo lasciamolo a qualcun’altro  🙂

L’articolo #8 idee antiletargo per decorare in autunno sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Home office

Pubblicato da blog ospite in Idee, REDaddress

Lavorare da casa è una modalità sempre più più diffusa, spesso per questioni 
di tempo o di budget. Vi suggeriamo le soluzioni più adatte per ritagliarvi 
un ambiente confortevole, informale e domestico, ma funzionale e pronto per 
ospitare tutto il necessario con complementi salva spazio, un tocco di glamour 
e di design. I colori neutri e l’ordine contribuiscono a salvaguardare la 
concentrazione per rendere questa zona, spesso aperta su altre stanze, più 
accogliente e vivibile.


designspiration.net
elle.be
3 photo Jansje klazinga styling Frans Uyterlinde
pinterest.com

apartmenttheraphy.com
elisabethheier.no
lovefrenchbulldogs.tumblr.com
pinterest.com

myscandinavianhome.com
planete-deco.com
labottegadiamrita.tumbrl.com
designlovefest.com

Tags:

 
 




Torna su