20 Giugno 2018 / / Baliz Room

Buongiorno a tutti!

Con il post di oggi vi porto in giro per il mondo attraverso Sukhi, uno shop online di tappeti davvero speciali. La sua co-fondatrice Nasia Burnet, infatti, ha portato l’antico sapere artigianale sul web alla portata di tutti, affidando la produzione dei tappeti Sukhi a centinaia di donne artigiane in tutto il mondo.

20160927_125034

Quello che mi è subito piaciuto di questa mission è lo stampo solidale: scegliere Sukhi significa sostenere la vita di queste donne e delle loro famiglie. La visione di eliminare tutta la filiera industriale, mettendo il cliente in contatto diretto con queste realtà altrimenti remote, ha fatto in modo di abbattere i costi, proponendo dei prodotti unici e di altissima qualità.

Nel sito sono disponibili molte collezioni, ognuna delle quali è legata a tecniche e materiali dalla lunga e consolidata tradizione, tutte personalizzabili in misure e colori.

Tappeti-Shaggy-disegno-berber-marocchino

Potrete viaggiare con un click fino al Marocco per scegliere il vostro tappeto berbero, intrecciato direttamente dalle donne della tribù Beni Ourain, da cui prendono il nome. Questi tappeti sono composti al 100% da lana di pecora e sono privi di ogni tinta, il loro legame con la vita rurale marocchina si legge in disegni di vita quotidiana, o nei tipici motivi geometrici che li hanno resi famosi nello stile d’arredo contemporaneo.

tappeto-art-design-patchwork-sukhi-balizroom

Potrete anche fare un salto in Turchia per innamorarvi di un tradizionale tappeto patchwork che darà un tocco rustico alla vostra casa, scegliendo tra tanti diversi materiali naturali, come la canapa e il kilim. Le tinte utilizzate per i loro colori sono sempre legate all’artigianato locale, per un prodotto sostenibile non solo per la natura ma anche per chi lo acquista.

Bolletjeskleed_Nepal_scenes_3vrouwen_V10 GRADED.Still019

E che ne dite di un giro in Nepal? Qui la creazione di tappeti di palline di feltro è una vera e propria arte, e Sukhi ha dato la possibilità a tante artiste artigiane di esprimere la loro creatività e assicurarsi così un salario per sostenere la famiglia. Utilizzando una lana 100% pura, importata appositamente dalla Nuova Zelanda, il prodotto finale è un morbidissimo tappeto curato nei minimi dettagli, lontana dalle logiche del risparmio di molti produttori che, invece, usano spesso materiali scadenti o di scarto.

india-tappeto-rotondo-multi-colori-lana-feltro-balizroom

Dalla lontana India, invece, arrivano gli originali tappeti in lana e feltro, in tante variabili, dai tappeti tessuti piatti, anziché annodati su telaio, agli estrosi tappeti di feltro tagliato che con la loro esplosione di colori danno un tocco pop ad ogni ambiente. Sempre dall’India arrivano i tappeti di feltro intrecciati e i tappeti intrecciati di lana, indispensabili per creare un’atmosfera accogliente e assicurarsi una morbidezza assoluta, soprattutto a piedi scalzi!

In una panorama di shop online scadenti e di corse al prezzo stracciato, Sukhi ha avuto senza dubbio il coraggio di dare spazio a valori importanti per il cliente, come la qualità delle materie prime e della tecnica di produzione, ma soprattutto di sostenere realtà locali che altrimenti rischierebbero di scomparire. La scelta stessa della parola Sukhi come nome del progetto non è un caso: tradotta dal nepalese infatti significa “felice”, esprimendo in maniera perfetta l’essenza di questo commercio equo e solidale.

Il nostro viaggio finisce qui, ma se volete scoprirne di più andatevi a fare un giro sul sito, rimarrete a bocca aperta!

Noi ci aggiorniamo al prossimo post

Baci,
Baliz

14 Giugno 2018 / / Decor

Il mio tappeto turco blu by Sukhi

Finalmente, dopo cinque mesi di lavori, tra ristrutturazione, bricolage, decluttering, la nostra piccola casetta può dirsi conclusa: ora possiamo finalmente dedicarci alla scelta dei complementi, un’attività decisamente più gradevole delle precedenti. Cominciamo dall’ingresso: benché si tratti di un vestibolo quadrato di piccole dimensioni, ha assorbito moltissime energie, dalla fase di progettazione fino ai tocchi finali. Del resto, si tratta del nostro biglietto da visita, visto che è il primo locale che le persone vedono quando entrano in casa: io ho voluto dargli l’importanza che merita, dipingendo tutte le pareti, le porte e i battiscopa di un bel blu intenso. Una scelta che ha lasciato tutti perplessi, ma che alla fine è risultata vincente, visto l’effetto wow che suscita a chi varca la soglia. Osservando orgogliosa il mio vestibolo, tuttavia, mi sono resa conto che mancava qualcosa, un dettaglio o un accessorio che portasse un po’ di calore e un tocco di personalità.

Non ci è voluto molto per capire che ci voleva un tappeto, ma non uno qualsiasi. Doveva essere unico, pregiato e possibilmente blu: in poche parole, speciale.

Sukhi

Ma dove trovare questo tappeto speciale senza rovinarsi? La risposta me l’ha fornita Sukhi, un’impresa sociale che produce tappeti fatti a mano e li commercializza esclusivamente on line, abbattendo così i costi degli intermediari, che siano rivenditori o magazzini di stoccaggio. Ma attenzione, dire che si tratta di un e-commerce è riduttivo: Sukhi è soprattutto un progetto che promuove l’arredamento consapevole a prezzi accessibili, attraverso la collaborazione diretta con artigiani tessili dislocati in Marocco, Turchia, India e Nepal. Questo sistema garantisce agli artigiani indipendenza e maggiori guadagni, mentre il consumatore può acquistare un tappeto artigianale a prezzi imbattibili. E’ inoltre possibile specificare misure personalizzate, visto che ogni tappeto viene confezionato a partire dall’ordine.

Come spiega la designer tessile Nasia Burnet, co-fondatrice del portale, “Sukhi in lingua Nepali è un nome femminile e significa ‘felice’. I nostri tappeti vogliono portare un sorriso ai nostri clienti, agli artigiani che li producono e alle loro famiglie.”

Tutti felici, dunque; io lo sono sicuramente, visto che da Sukhi ho trovato il mio tappeto speciale.

Il mio tappeto turco blu by Sukhi

Il mio tappeto patchwork turco

Si chiama Belinay e viene dalla Turchia. E’ un tappeto Patchwork Sovratinto confezionato secondo l’antica tradizione nomade di cucire assieme le parti meglio conservate di vecchi tappeti pregiati, per creare un manufatto unico. E’ realizzato a mano e i tessuti sono al 100% naturali (lana, pelo di capra, canapa e cotone): una volta assemblato, il tappeto viene tinto con colori vivaci che aggiungono un tocco di contemporaneità, rendendolo adatto ad ogni ambiente. Che ne dite, non è perfetto per il mio ingresso blu?

Il mio tappeto turco blu by Sukhi

Se siete anche voi in cerca di un tappeto speciale, vi consiglio di dare un’occhiata alle splendide collezioni di tappeti Sukhi, tutte con una storia da raccontare e una tradizione da preservare. Oltre ai tappeti turchi, ci sono quelli fatti con palline di feltro dalle artigiane nepalesi nel laboratorio Sukhi di Kathmandu, i Beni Ourain intessuti ai piedi delle montagne del Medio Atlante in Marocco, i tappeti di lana e feltro annodati o intrecciati realizzati per tradizione esclusivamente dagli uomini della regione del Bikaner, in India.

sukhi tappeti indiani beni ourain turchi nepalesi

13 Giugno 2018 / / Decor

Sono uno degli elementi più decorativi in casa ma non tutti li amano: i tappeti. Vediamo come scegliere e posizionare i tappeti in casa per non sbagliare.

……….

I tappeti sono un elemento decorativo e funzionale in casa che non tutti apprezzano in pieno, perché ne vedono più i difetti che i pregi. Sono utilissimi quando ci sono vecchi pavimenti da coprire che non ci piacciono ma che non possiamo cambiare. Quando abbiamo un unico ambiente adibito a più funzioni e vogliamo che ogni area sia ben definita. Quando vogliamo scaldare l’ambiente e dare il tocco finale che lega tutto l’arredo di casa.

È vero che vanno puliti spesso ma è anche vero che non richiedono grande sforzo: se si dispone di una scopa a vapore anche la loro pulizia diventerà più semplice.

Molte volte però il punto più difficile è azzeccarne dimensioni e posizionamento: capita spessissimo di scegliere tappeti troppo grandi i troppo piccoli per la stanza, che contribuiscono a far sembrare la stanza sproporzionata.

Vediamo come scegliere e posizionare i tappeti per non avere più dubbi.

SCEGLIERE E POSIZIONARE I TAPPETI: UN’INFOGRAFICA DA CONSULTARE

Partiamo dalle dimensioni che si trovano in commercio. Si va dai tappeti piccoli da 60 x 100, 80 x 300, 70 x 240, passando per quelli medi da 160 x 230, finendo con quelli grandi da 240 x 340, 200 x 290 o 300 x 400.

Ogni stanza avrà bisogno del suo tappeto; se non siete sicuri della dimensione segnatelo a terra col nastro adesivo (usate quello carta così non si segnerà il pavimento). Vedrete subito se la dimensione che avete scelto lascia margine ai lati di almeno 15 cm per permettere una corretta movimentazione e un corretto passaggio.

Anche le forme dei tappeti vanno scelte in base agli arredi che avete e alle loro forme: quadrati, rettangolari o rotondi.

scegliere e posizionare i tappeti

Che si tratti del soggiorno, della sala da pranzo o della camera da letto, la regola base è la stessa: se potete permettervi un tappeto abbastanza grande da farci stare sopra tutti i vostri arredi, allora optate per quello. Grande abbastanza per contenere il tavolo con le sedie oppure il divano con poltrone e tavolo basso. Fate attenzione che gli arredi ci stiano comodamente sul tappeto, permettendo lo spostamento indietro delle sedie o un minimo spostamento delle poltrone.

Se non potete optare per un tappeto così grande, vanno benissimo anche quelli di medie dimensioni (in soggiorno) a patto che siano grandi almeno quanto il divano e che facciano rimanere sul pavimento solo le gambe posteriori del divano.

Lo stesso ragionamento vale per la camera da letto, ma in questo caso c’è una terza opzione. Se i tappeti così grandi non fanno per voi, ci sono sempre gli scendiletto da posizionare ai lati del letto. Un caldo buongiorno vi aspetterà al risveglio.

 

L’articolo Come scegliere e posizionare i tappeti: guida pratica sembra essere il primo su VHD.

3 Giugno 2018 / / Decor

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Qualche tempo fa ho conosciuto una meravigliosa azienda di tappeti fatti a mano, che mi ha appassionato e affascinato, non solo per lo splendore dei suoi prodotti, tappeti artigianali realizzati completamente a mano frutto di antichi saperi ma dall’aspetto contemporaneo e perfetto per la casa moderna, decorata, fresca e creativa, ma anche per l’impegno sociale in cui questa azienda è impegnata in modo serio e tangibile.

Sto parlando di Sukhi, un’azienda che permette di acquistare tappeti fatti a mano direttamente dal produttore, cosa che ci dà la possibilità di avere il prodotto a prezzi più convenienti, inoltre i tappeti possono essere personalizzati al massimo, nel deign e nelle dimensioni,  trattandosi di manufatti. In fine, cosa fondamentale per questa azienda, permettere, con la realizzazione artigianale dei tappeti, di dare un lavoro con un buon stipendio e condizioni di vita ottime ad artigiani di tutto il mondo.

tappeti artigianali

Sukhi in nepalese vuol dire felice e sono assolutamente  d’accordo con il concetto che un bel complemento d’arredo e l’amore e la cura per la propria casa contribuiscano alla felicità dell’uomo.

Sukhi unisce due caratteristiche per me fondamentali: la VERA artigianalità e il design; i tappeti che ci propone quest’azienda sono davvero bellissimi, creativi e con una grandissima forza decorativa.

Perfetti per arredare ogni stanza della casa, lasciando un segno non indifferente di fascino e caratterizzazione.

I tappeti Beni Ourain del Marocco sono probabilmente i tappeti più comodi che si possano immaginare, sono costituiti da lana di pecora 100% e sono al 100% non tinti, perfetti per la camera dei bambini.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

I tappeti nepalesi sono coloratissimi e originalissimi, speciali quelli realizzati con migliaia di palline di feltro fatte a mano ideali per dare carattere e rendere speciale un angolo della casa.

tappeti artigianalitappeti artigianali

tappeti artiianalitappeti artigianali

I tappeti patchwork della Turchia sono pensati per essere divertenti e colorati. Questi tappeti fatti a mano sono realizzati con pezzi di tappeti diversi cuciti insieme. Il risultato finale è un’opera d’arte veramente unica nel suo genere che potrà arricchire e valorizzare la zona giorno come quella notte.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Un tappeto è un arredo davvero speciale e insostituibile, che in un attimo può cambiare volto all’arredamento della casa, valorizzare dei mobili anonimi, migliorare un pavimento che non ci piace, donare eleganza, fascino, carattere e accoglienza ad ogni ambiente.

Sia che voi amiate i tappeti, sia che non li abbiate mai presi troppo in considerazione, una volta visti quelli di Sukhi non potrete più farne a meno!

L’articolo Sukhi: tappeti artigianali di design proviene da Architettura e design a Roma.

12 Maggio 2018 / / Decor

I tappeti, così come i cuscini e le tende, secondo me sono gli oggetti che, senza ricorrere a grandi interventi, danno la possibilità di cambiare look alla casa. Un pò come quando si va dal parrucchiere… cambi stile ma non cambi tu!

Ecco perchè, mettendo un tappeto in casa e abbinandolo ai cuscini si riescono a ricreare atmosfere mediterranee, nordiche, asiatiche, quindi pochi dettagli ma essenziali se si vuole rifare il look alla casa. Nella mia personale ricerca di stile, i tappeti, sopratutto quelli artigianali sono tra gli oggetti che mi piacciono di più.

E visto che orma l’estate è alle porte, voglio suggerirvi dei tappeti per così dire “estivi”, in cotone ma non solo, da esterno ma anche da interno, belli al punto tale da potere essere messi anche alle pareti, fra tendenze colori di quest’anno vi propongo una coloratissima selezione.

1) I TAPPETI SARDI di MARIANTONIA URRU

Nella mia lista personale, i tappeti sardi occupano un ruolo di primo piano, la loro tessitura è unica, senza tempo, un vero è proprio linguaggio che sa mixare geometrie astratte e naturalistiche.

I tappeti di Mariantona Urru, sono realizzati in collaborazione con importanti designer sensibili alle tradizione ma anche ai metodi produttivi e ci riportano con la fantasia al profumo del mirto e delle spiagge della meravigliosa Sardegna.

Tappeto sardo - Mariantonia Urru - tappeti estivi
AF 153 – disegnato da Antonio Forteleoni. Un alto livello di tessitura con l’uso di materiali naturali
Tappeto sardo - Mariantonia Urru - tappeti estivi - paulina herrera
Cactus – disegnato da Paulina Herrera – il contrasto fra la seta lucente e lana “spinosa” crea una suggestione che riporta alla Sardegna. La tessitura è realizzata secondo i punti tradizionali sardi.
Tappeto sardo - Mariantonia Urru - tappeti estivi
Tappeto diseganto da Caterina Quartana. Il tappeto vuole ricordare un giardino. Il tipico punto sardo il “Pibiones” in bianco e nero fa da sfondo alla morbida tessitura della lana a “fiocco” che è la primordiale fase della cardatura della lana. Questa sovrapposizione dona un effetto tridimensionale al tappeto oltre a renderlo molto soffice.
Tappeto sardo - Mariantonia Urru - tappeti estivi
KARA disegnato da Carolina Melis – Fa da sfondo un simbolo grafico che si ripete e che ricorda dei tratti sardi e una sapiente scelta della lana
Tappeto sardo - Mariantonia Urru - tappeti estivi
Mediterraneo – disegnato da Paulina Herrera. La tessitura di questo tappeto è impostata in modo tale da donare una lucentezza ai punti del tappeto che ricordano i colori del mare.
Cuscino sardo - Mariantonia Urru
La serie di tappeti Mariantonia Urru è corredata dai cuscini coloratissimi e dalla tessitura e motivi tradizionali

Tappeto - Mariantonia Urru idee per la scelta di un tappeto


2) PAOLA LENTI – Un caleidoscopio di colori

Le tessiture, la creatività e i colori dei tappeti di Paola Lenti sono fantastici, mettono il buon umore, creano un atmosfera piacevole, rilassante, accogliente. A me ricordano le grandi coperte all’uncinetto che facevano le nonne, in veste contemporanea. Attraverso accostamenti singolari, la tecnologia dei materiali e la pratica artigianale questi tappeti sono così belli al punto da poterli mettere persino  pareti, sono un vero e proprio caleidoscopio di colori.

Ecco qualche esempio:

Tappeto sardo - Mariantonia Urru - tappeti estivi
Da interno e da esterno i questi tappeti sono un caleidoscopio di colori

Paola Lenti - spirazione nella scelta di tappeti estivi
Tappetto Loom, disegnato da Russmeyer e prodotto da Paola Lenti. E’ realizzato con un intreccio fra anelli di silicone e e corde piatte filate di Paola Lenti
Paola Lenti - ispirazione per la scelta di tappeti estivi
Spin. Questo tappeto è realizzato a mano con una corda, i colori sono tantissimi e richiamano i motivi decorativi di antichi fregi
Paola Lenti - ispirazione per la scelta di tappeti estivi
Alcuni di questi tappeti sono così belli che possono essere usati a pavimentoma anche a parete come fosse un quadro. I colori sono tantissimi e possono essere abbianati anche al colore che si sceglie per la parete
Paola Lenti - ispirazione per la scelta di tappeti estivi
Crochet. Un vero è proprio merletto realizzato a mano “all’uncinetto” e disegnato da Patricia Urquiola e Eliana Gerotto. Può essere utilizzato anche in esterno grazie al particolare tessuto con cui è realizzato.
Paola Lenti - ispirazione per la scelta di tappeti estivi
Cosmo è uno dei miei preferiti. con tantissime variazioni di dimensioni e colori, i cerchi sono lavorati in modo differente e uniti insieme formando allegre geometrie

Paola Lenti - ispirazione per la scelta di tappeti estivi
Cosmo è uno dei miei preferiti. con tantissime variazioni di dimensioni e colori, i cerchi sono lavorati in modo differente e uniti insieme formando allegre geometrie

by Paola Lenti

3) Tappeti da esterno UNOPIU’

Linea Baku – di UNOPIU’. Tappeti fatti a mano in fibra sintetica. Coloratissimi e assolutamente resistenti. Da interno e da esterno

 

L’articolo È tempo di … tappeti estivi, colorati o in cotone, se cerchi ispirazione ecco qualche idea proviene da .

26 Aprile 2018 / / Blogger Ospiti

L’antica arte del tappeto nasce nell’Oriente del quinto secolo e ancora oggi artigiani esperti, i cosiddetti “Ustad”, si tramandano tecniche di annodatura a mano e di tintura divenute ormai millenarie. I tappeti moderni più belli sono proprio quelli che contribuiscono a tenere in vita questa unione tra tradizione e modernità. I tappeti moderni e contemporanei non sono però tutti uguali: impariamo a distinguere tra tappeti moderni, tappeti contemporanei e tappeti di design grazie all’aiuto di Morandi Tappeti, azienda leader del settore e massimi conoscitori della materia.

Tutto sui Tappeti Moderni

Un tappeto moderno è un tappeto annodato a mano come un classico tappeto persiano ed è caratterizzato da un disegno non direttamente riconducibile alle iconografie tradizionali, ma che richiama stili del passato o propone un’estetica più moderna. I tappeti moderni vengono realizzati in alcune regioni dell’Unione Sovietica (Tagikistan, Kirghizistan, Turkmenistan e Uzbekistan) e in paesi come l’Afghanistan e il Pakistan​. Secondo la tradizione il luogo di provenienza donava il nome al tappeto e diventava quindi segno di maggiore o minore qualità​, ma oggi il nome è solo un aggettivo che ha perso il suo significato originale: meglio quindi controllare le caratteristiche tecniche. Facciamo qualche esempio di tappeti moderni: le collezioni Bhadohi e Tibet sono tra le più apprezzate collezioni moderne. L’ottima qualità e il valore dei tappeti Bhadohi sono garantiti dall’utilizzo di lane pregiate e luminose, ​impreziosite da inserti in seta. I disegni richiamano i broccati di Damasco e rendono ogni manufatto un pezzo unico di rara bellezza. I tappeti della collezione Tibet sono anch’essi pezzi originali, dalle lane pregiate e dall’annodatura a mano molto fine. Dai colori intensi e i motivi fantasiosi sono perfetti per chi è alla ricerca di forti contrasti di stile tra arredamento e accessori.

Tappeti Contemporanei e Tappeti di Design

Anche i tappeti contemporanei vengono ancora oggi annodati a mano e colorati con tinte vegetali​: sono tappeti di tutte le forme e di tutti i colori, possono avere pattern geometrici, decori floreali, soggetti ispirati alla natura o soggetti astratti​. I tappeti contemporanei si distinguono dai tappeti moderni perché propongono un’estetica più moderna e astratta.
I tappeti di design sono invece vere e proprie opere d’arte da pavimento​. I primi tappeti di design sono stati annodati nei primi decenni del ‘900: i primi erano interpretazioni di motivi classici, che col tempo hanno dato via a spinte sempre più innovative. Sono opere di famosi designer o ​rug star come Jan Kath, Yurghen Dahlmanns, Marco Nereo Rotelli o Daniela Marchetti, ognuno caratterizzato dalla propria personale ricerca stilistica. Jan Kath crea i propri lavori al computer per poi trasferirli sulla morbida superficie di un tappeto, mentre Jürgen Dahlmanns, elogiato da critici di tutto il mondo​, predilige la collaborazione di esperti annodatori nepalesi per esempio. L’italiano Marco Nereo Rotelli unisce la pittura all’arte del tappeto e segue un percorso di comunicazione basato su simboli, segni ed icone, nel quale la luce diventa oggetto e soggetto dell’indagine artistica. Daniela Marchetti​ si ispira alla bellezza della sua terra natia e si affida a esperti Ustad nepalesi per riprodurre i suoi quadri.

Ogni tappeto è un pezzo unico e dotato di forte personalità. Non importa che siano persiani, antichi, moderni o di design: la cosa più importante è che siano capaci di farci sentire a casa!

22 Febbraio 2018 / / Decor

Pensate che il vostro arredamento manchi di stile? Vorreste dare un tocco di freschezza alla casa, ma senza spendere più del necessario?

Personalizzare gli spazi di casa mantenendo il nostro stile e attenzione al dettaglio senza rinunciare alla qualità si può: scopriamo oggi le collezioni di tappeti moderni e contemporanei realizzati secondo le antiche tecniche di quest’arte millenaria e con preziosi materiali. Quando pensiamo ai tappeti classici e prestigiosi, il nostro primo pensiero va infatti ai tappeti persiani dal classico stile iconografico che li caratterizza. Oggi i tappeti moderni e contemporanei presentano invece caratteristiche differenti e uniche, a partire dai disegni e dall’impianto di ogni singolo pezzo: sono progettati da artisti poliedrici e designer del tappeto internazionali. I tappeti di alta qualità sono pezzi originali annodati secondo le antiche e tradizionali tecniche di annodatura e riescono magistralmente ad unire tradizione e innovazione stilistica, interpretando in chiave moderna antichi motivi classici.

In quest’articolo vi presentiamo due collezioni particolari di tappeti moderni: la collezione Bhadhoi e la collezione Tibet.

Morbidezza ed Eleganza con i Tappeti Bhadohi


tappeto collezione Bhadohi

I tappeti Bhadohi nascono dalla creatività e dalla passione dei contemporanei artisti e maestri annodatori. L’ottima qualità e il valore dei tappeti Bhadohi sono garantiti dall’utilizzo di lane pregiate e luminose. Ogni pezzo è unico e annodato a mano, con inserti di seta o canapa e impreziositi dai tipici ramages, che riprendono i disegni dei broccati di Damasco e che donano al manufatto eleganza e raffinatezza. Dai morbidi colori, i tappeti di Bhadohi si distinguono per l’uso del nodo persiano e per il vello rasato basso. 


tappeti collezione Bhadohi
Ogni opera è di rara bellezza, possiede un’anima complessa ed una spiccata personalità che li rende particolarmente perfetti per l’arredamento di ambienti sofisticati e sobri.

Collezione Tibet: Tradizione e Contrasti


tappeto collezione Tibet

I tappeti della collezione Tibet sono anch’essi pezzi unici, dalle lane pregiate (come lana degli Yak, ma contengono anche seta e canapa) e annodati rigorosamente a mano. L’annodatura è infatti molto fine e talvolta viene utilizzato il nodo tibetano di 150 nodi per inchoppure il tradizionale nodo persiano di densità non inferiore ai 3500 nodi al dmq. I tappeti Tibet sono frutto di un’attenta selezione di disegni, non solo di materiali. I colori dei tappeti Tibet sono intensi e i disegni contemporanei sempre unici e la scelta dei motivi fantasiosi e innovativi dona a questi tappeti un forte e interessante carattere che, nonostante in apparenza difficile, riesce a farsi apprezzare in ambienti con stili molto differenti e anche contrastanti: i tappeti Tibet sono infatti perfetti per chi è alla ricerca di forti contrasti. Il tappeto Tibet diventerà subito il vero protagonista dell’arredamento.


tappeti collezione Tibet

Per quanto riguarda la giusta posizione dei tappeti nelle diverse zone degli ambienti domestico basta scegliere con accortezza e affidarsi a qualcuno con uno spiccato senso estetico per non sbagliare. In generale però la scelta del tappeto ci lascia piena libertà nel creare abbinamenti armonici o voluti contrasti: è anche possibile abbinarne più di uno in soggiorno o in camera da letto per esempio, senza mai rendere caotico l’ambiente.


9 Febbraio 2018 / / Design

Kusiner carpet

In collaborazione con il produttore di tappeti danese Kusiner, Republic of Fritz Hansen lancia due tappeti dalle trame esclusive, in tiratura limitata e tessuti a mano da donne appartenenti a tribù beduine del deserto di Israele, utilizzando la lana di pecora Awassi.
Ciascun tappeto è unico e riporta un numero di serie e il nome della donna che lo ha tinto, filato e tessuto.


Tradizioni di tessitura secolari si fondono con il design nordico: due differenti tipi di intreccio e dimensioni, entrambi ispirati ai toni di sabbia del deserto

Kusiner carpet
Kusiner carpet

Nella cittadina di Lakiya, Israele del sud, dove vivono le tribù beduine, Kusiner ha avviato la propria produzione, all’interno di un progetto sociale pensato per rafforzare l’indipendenza delle donne insegnando loro a leggere e a scrivere e offrendo loro l’opportunità di guadagnare denaro autonomamente con la tessitura dei tappeti.​​

Kusiner carpet

Disponibili in due dimensioni, 
100 X 185 cm e 180 X 285 cm, i tappeti saranno venduti esclusivamente presso lo store Republic of Fritz Hansen di Milano, in Piazza San Simpliciano.

11 Luglio 2017 / / Decor

Poco tempo fa vi ho presentato Sukhi, nuovo shop online dove trovare esclusivi tappeti artigianali.  La forza di questa impresa è il porre in primo piano non il profitto, ma la promozione di culture lontane, portando avanti una vera e propria missione sociale.
Adesso vorrei svelarvi qualcosa in più, che potrebbe essere molto utile da sapere se si vuole  aggiungere un tocco unico alla propria casa. Come promesso ho delle bellissime fotografie da farvi vedere, immagini che trasmettono tanta gioia, per i colori dei tappeti e per i sorrisi delle artigiane. 

sukhimatot-reilun-kaupan-matto

Tappeti Sukhi

Nel post precedente avevamo parlato dei Beni Ourain del Marocco e dei Tappeti Patchwork prodotti in Turchia. Ci spostiamo adesso verso India e Nepal, da dove provengono delle straordinarie creazioni in feltro e lana.
TAPPETI PER TUTTI I GUSTI DIRETTAMENTE DALL’INDIA

La materia prima arriva dalla Nuova Zelanda, ma è in India che viene lavorata a mano per dare vita a morbidissimi tappeti, uno più bello dell’altro. Ci sono quelli in lana intrecciata, quelli realizzati con la tecnica della lana annodata, o ancora quelli in feltro tagliato. Anche per i colori c’è ampia scelta, sia per chi ama le tinte vivaci sia per chi preferisce sfumature più neutre.

Stupendi i tappeti di pietre (in foto la lavorazione e il prodotto finito) realizzati in feltro naturale al quale viene dato questo piacevole effetto variegato che li fa assomigliare a dei ciottoli lavorati dall’acqua. Tra tutte queste collezioni sei sicuro di trovare quello che più si addice al tuo caso! Per vedere tutti i prodotti ti rimando al sito Sukhi, dove puoi ordinare comodamente il tappeto dei tuoi sogni.

Tappeti in feltro, India

I tappeti in feltro aggiungono un tocco davvero particolare ad ogni ambiente grazie alla forza della loro matericità. I tappeti a tessitura piatta sono più facili da collocare e da mantenere puliti, anche in ambienti frequentati da animali o bambini.
I TAPPETI DI PALLINE DEL NEPAL

Ogni giorno le artigiane del Nepal lavorano con abilità e pazienza per produrre palline in feltro perfette. Ogni tappeto prende forma assemblando tantissime palline colorate, la quantità dipende dalle dimensioni del tappeto. Potrebbero volercene migliaia! Le composizioni sono infinite, e puoi essere tu a scegliere come sarà fatto il tuo tappeto, avrai così un pezzo unico!

Sukhi ti dà anche la possibilità di prenotare un campionario per vedere in anteprima come sarà fatto il tuo tappeto!

Schermata sito Sukhi

La vivacità dei colori e l’effetto divertente delle palline in feltro suggerisce l’utilizzo nelle camerette dei bambini, ma questi eccezionali tappeti vanno benissimo per tutta la casa, ovunque tu voglia portare un tocco di brio.

v

Tappeto in palline di feltro, Nepal

COME SI EFFETTUA L’ACQUISTO

Kids-room-tappeto-bianco

Tappeto in palline di feltro, Nepal

Sul sito Sukhi puoi trovare l’intera collezione, organizzata per paesi di provenienza e per tipologie di tappeto. Sarà davvero semplicissimo trovare quello che stai cercando!

Per ottimizzare i costi, Sukhi raccoglie più ordini nell’arco di una finestra temporale per poi inviarli ai produttori (il tempo rimanente all’invio è sempre visibile sul sito). Per questo motivo, una volta completato l’ordine, questo sarà inoltrato al produttore solo quando la finestra temporale sarà chiusa. In questo modo non sono necessari intermediari e non ci sono costi di stoccaggio, soluzione che permette di avere tappeti di qualità a prezzi estremamente competitivi oltre al vantaggio di avere un prodotto personalizzato.

INFINITE POSSIBILITÀ DI PERSONALIZZAZIONE

Con Sukhi puoi avere un tappeto su misura, creato appositamente per te! Per i professionisti dell’interior design (ma anche per i dilettanti), Sukhi offre la possibilità di richiedere prodotti personalizzati. Hai quindi la possibilità di scegliere colori e dimensioni in modo che il tuo tappeto si inserisca perfettamente dove l’hai immaginato. Come fare? Basta mettersi in contatto con il team Sukhi, sempre disponibile a rispondere a tutte le esigenze e concordare tutti dettagli.

sukhimatot-maton-valmistus

Realizzazione tappeto di palline, Nepal

Per tenervi in contatto con Sukhi vi suggerisco di seguire la pagina Instagram, troverete tante bellissime immagini di ispirazione!

– In collaborazione con Sukhi –

 

10 Luglio 2017 / / Decor

23 aprile 2017…una data importante per Sukhi. Un nuovo portale creato con l’intento di promuovere una tipologia di arredamento consapevole, di tappeti di alta qualità, realizzati a mano e su misura.

Nato seguendo una filosofia davvero nobile: “sostenere e promuovere il lavoro di centinaia di artigiani dei paesi del mondo in via di sviluppo che creano opere d’arte in tessuto”.

Materiali, tecniche e tradizione fanno tutti parte della realizzazione di un tappeto speciale. L’obiettivo è quello di utilizzare solo materiali atossici e anallergici, come la pura lana, di altissima qualità, per produrre e vendere solo capi originali.

I tappeti in feltro sono creati in pura lana 100% di a.q. della Nuova Zelanda e per ogni pallina viene utilizzato un solo colore. Questo assicura che i tappeti resisteranno alla prova del tempo.

I tappeti berberi vengono direttamente dai Monti Atlas, in Marocco, prendendo il nome dalla tribù Beni Ourain chi li realizza.

Solitamente gli artigiani lavorano da casa ma Sukhi li sostiene lungo la strada con una formazione completa. Prima che ogni tappeto venga spedito viene eseguito un dettagliato controllo della qualità, in modo da garantire un prodotto qualitativamente ottimo.

Questo approccio ha un duplice aspetto. Permette di collaborare in modo diretto con gli artigiani stessi in molti luoghi del mondo e di contenere i costi offrendo prezzi accessibili per l’acquisto dal momento che non esistono intermediari, negozi o magazzini.

I tappeti di Sukhi, realizzati con cura sartoriale, aggiungono calore a ogni ambientazione. I clienti che hanno acquistato dicono che i tappeti Sukhi li ispirano. Trovano modi meravigliosi per utilizzarli in casa e in altri spazi.

Per ottenere un oggetto ancor più originale è possibile personalizzare i tappeti e soddisfare alcune preferenze. Insieme ai disegnatori tessili interni e agli attenti designer, si può creare un’opera d’arte ad hoc selezionando colori, geometrie e altre tipologie di realizzazione.

Le collezioni sono suddivise in quattro categorie a seconda del paese di produzione: India, Marocco, Nepal e Turchia. Contano dieci differenti tipologie di lavorazione. Partendo dai tappeti di feltro (intrecciati o tagliati), si passa a quelli di lana (annodati, feltrati o intecciati), per arrivare a quelli di palline, pietre o piatti…e non solo.

Insomma una vasta scelta da poter soddisfare pienamente ogni gusto, tendenza e stile.

www.sukhi.it

Salva