Tavoli allungabili: la soluzione salvaspazio per la zona pranzo

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
tavolo moderno allungabile Iacopo Mobili Fiver

Quando si arreda la zona pranzo l’elemento principale è indubbiamente il tavolo. Piccolo o grande che sia, vale sempre la pena considerare l’acquisto di un tavolo allungabile. Ovviamente non sempre si organizzano pranzi o cene con 10 invitati, ma scegliendo un tavolo allungabile possiamo salvare spazio in modo pratico.

Il tavolo allungabile può essere un ottimo compromesso tra estetica e funzionalità, soprattutto perché si adatta perfettamente anche ai piccoli spazi come ad esempio monolocali, bilocali oppure per ambienti living con cucina a vista. Quando si dispone di un’ampia zona da dedicare al pranzo, il tavolo può essere posizionato al centro della stanza, mettendolo bene in evidenza; se invece lo spazio a disposizione è poco meglio collocarlo vicino alla parete, in posizione più defilata

Disponibili in diverse forme, materiali e dimensioni, i tavoli allungabili sono un elemento di arredamento importante per la casa, e vengono studiati, progettati e realizzati secondo le ultime tendenze del design per soddisfare qualsiasi esigenza di stile e spazio.

Tavoli allungabili moderni collezione Iacopo di Mobili Fiver


Quando si parla di tavoli allungabili, la forma rettangolare è la prima opzione a cui si pensa. Il nostro suggerimento è di indirizzare la scelta verso un tavolo dalle linee semplici e pulite, proprio come i tavoli allungabili moderni Iacopo proposti da Mobili Fiver.


tavolo allungabile moderno Iacopo rovere rustico
tavolo allungabile moderno Iacopo finitura colore rovere rustico

Grazie al design moderno e lineare, il tavolo allungabile Iacopo è perfetto per  essere collocato nel living, nella sala da pranzo oppure in cucina, accogliendo fino a 6-10 persone.  Una soluzione salvaspazio estremamente pratica e funzionale grazie alle 2 allunghe che permettono di ampliarne la dimensione a seconda delle necessità: da chiuso misura 140 cm, con un’allunga raggiunge i 180 cmmentre con entrambe le allunghe arriva a ben 220 cm.
Disponibile in diverse finiture colore, il tavolo allungabile Iacopo si caratterizza per la sua struttura solida, la rifinitura accorta e attenta del piano e delle gambe, ed infine la superficie estremamente resistente. Il montaggio del tavolo è semplificato da scheda tecnica e video tutorial sul canale Youtube di Mobili Fiver.


finiture colore tavolo moderno allungabile Iacopo

Se il vostro nuovo tavolo da pranzo sarà collocato nella zona living, la collezione Iacopo suggerisce altri utilissimi complementi d’arredo nelle medesime finiture per un arredo davvero coordinato. Dalla madia completa di 3 cassetti e piano in vetro temperato, utile per riporre ad esempio il tessile tavola, le posate, e sopra la quale appendere un bello specchio, alle mensole e cubi che si possono appendere alle pareti creando un piacevole gioco di movimento e colore. Per la zona relax, invece, potete scegliere il tavolino da soggiorno con piano in vetro temperato da collocare di fronte al divano. Insomma, una collezione ricca di soluzioni per completare l’arredo del vostro soggiorno al meglio, con linee semplici e moderne.


complementi d'arredo collezione Iacopo
complementi d’arredo collezione Iacopo finitura color Quercia


Mobili Fiver : qualità e design Made in Italy


Mobili Fiver è una giovane azienda italiana specializzata nella produzione di complementi d’arredo di design: consolle, mobili tv, tavoli, specchi e tavolini per un living di tendenza. Infatti, grazie alla giusta combinazione tra design contemporaneo e praticità, Mobili Fiver progetta e realizza mobili che si adattano a qualsiasi esigenza di stile e spazio rendendo unici gli ambienti di casa.

Le proposte d’arredo di Mobili Fiver sono caratterizzate non solo da un design di tendenza, ma anche dalla qualità Made in Italy e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, reso possibile dalla commercializzazione diretta, quindi senza nessun intermediario.
Acquistare nel sito www.mobilifiver.com è facile e del tutto sicuro, inoltre, una volta registrati e fatto l’acquisto, si ha la possibilità di controllare lo stato dell’ordine in qualsiasi momento.

I tempi di consegna sono veloci e un servizio di assistenza clienti è sempre pronto ad aiutare gli utenti in fase di scelta e acquisto. Per quanto riguarda le spedizioni gli imballaggi sono studiati ad hoc per evitare danni durante il trasporto dei mobili, da parte del corriere; in ogni caso il servizio clienti è sempre pronto e a disposizione in caso di problemi durante la spedizione, lo testimoniano le molte recensioni positive presenti nel web. 
Se state ristrutturando casa e avete deciso di rinnovare tutto o parte dell’arredamento, con Mobili Fiver  è possibile usufruire del Bonus Mobili 2018 ottenendo una detrazione Irpef del 50%.


Tags:

 
 

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo

Scegliere il tavolo giusto per la sala da pranzo è un’operazione cruciale per la riuscita dell’arredo della stanza.

Come orientarsi tra tavoli moderni o in stile, dalle forme e dai materiali diversi, nelle versioni fissa o allungabile, soprattutto quando lo spazio è limitato? Ecco qualche consiglio:

Il senso di appartenenza alla propria casa lo decide il tavolo

Il tavolo è il simbolo della convivialità in casa, è il polo attrattivo di tutta la famiglia e catalizza da sempre, qualsiasi sia lo stile d’arredamento di appartenenza, tutte le attenzioni su di sé.
Scegliere un tavolo per arredare la sala da pranzo non è sempre facile, soprattutto se non si possiedono spazi molto ampi. Per questo la soluzione più indicata in molti casi, soprattutto per le giovani coppie, è il cosiddetto tavolo allungabile.
Avere ospiti a pranzo all’improvviso, saper di poter elargire inviti ad amici e parenti per cenare in compagnia, è un aspetto non indifferente nel momento in cui ci si orienta all’acquisto di un tavolo, che il più delle volte può anche trasformarsi in una scrivania per lavorare da casa, o per far svolgere i compiti scolastici ai vostri figli, o addirittura può diventare la base per le vostre imprese culinarie. Non esistono case senza tavoli e soprattutto una volta che se ne possiede uno, si sente quasi sempre la necessità di possederne immediatamente uno più grande, da qui l’invenzione dei tavoli allungabili.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo tavolo allungabile

Oltre alla sua funzione il tavolo è anche la massima espressione di gusto e stile d’arredamento, poiché rappresenta il centro focale di tutte le attività e rappresenta al massimo grado la vostra espressione di senso estetico. Accingersi quindi alla scelta di un modello specifico, significa decidere tra diversi materiali, quali il vetro, il cristallo, il legno, il metallo ma anche scegliere tra modelli di tavoli antichi, classici o moderni.
Il tavolo lascia piena libertà creativa ed espressiva. Pertanto desidero concentrarmi su una categoria particolare: i tavoli allungabili, di cui vi mostrerò caratteristiche e vantaggi oltre a proporvi un interessante consiglio d’acquisto.

Tra stile, design e funzionalità: i tavoli allungabili di tendenza

I tavoli allungabili sfruttano geometrie e forme rettangolari e circolari, proponendo varianti richiudibili e permettendo così di aggirare il problema dello spazio, con forme compatte e poco ingombranti. Visitando lo shop online di ABITARE arreda ho potuto verificare l’ampia quantità di tavoli allungabili proposti e ammirarne il pregio, la possibilità di personalizzazione e i brand migliori presenti sul mercato.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo tavolo allungabile antico
Sfogliando il catalogo online potrete accorgervi di come un tavolo allungabile in legno ad esempio si inserisce perfettamente in uno stile d’arredo classico, un tavolo allungabile in vetro invece ha la capacità di allargare visivamente lo spazio e viene di solito abbinato a finiture che vanno dal metallo, al marmo, al legno, all’ottone. Potrete poi farvi ammaliare dalla miriade di proposte di arredamento esistenti per dare colore, vita e luce al tavolo della vostra sala da pranzo o della cucina e allo stesso tempo comprendere il senso estetico dei tavoli allungabili moderni o contemporanei, poggianti su strutture create con materiali innovativi, dall’acciaio a materiali plastici dalle alte prestazioni, poliedrici e versatili per tante occasioni d’uso.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo tavolo allungabile vetro
Dopotutto, quando si tratta di scegliere l’arredamento per ambienti piccoli trovare modelli salvaspazio senza rinunciare allo stile e al design è una cosa non da poco. Il tavolo di per sé è un complemento d’arredo che non solo stimola l’interazione e favorisce la convivialità all’interno di uno spazio, ma è determinante nella resa finale di un progetto di interior design e di arredamento di una casa. Un tavolo allungabile rappresenta un vero e proprio passepartout e consente anche con ingombri minimi di accogliere i propri ospiti in assoluta serenità.

Come scegliere il tavolo giusto per arredare la tua sala da pranzo


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Tavolo di Design resistente e pratico: il legno massello

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Design

Il tavolo è il battito del cuore di ogni casa intorno al quale si vivono una moltitudine di situazioni, esperienze ed emozioni: un appuntamento, una festa tra amici, una cena con le persone più care… per questo motivo scegliere un bel tavolo è di fondamentale importanza per rendere il tuo soggiorno, la tua cucina o il tuo living unico e speciale.

Il legno è il materiale che da sempre siamo abituati a vedere, toccare e odorare nelle nostre case: il senso di calore, di accoglienza e di calma intimità lo rendono senza alcun dubbio il principe di ogni concetto di design, moderno o classico che sia.

In questo articolo vogliamo farvi conoscere un’azienda che dei tavoli in legno massello ne ha fatto il suo più grande vanto e virtù: Xlab Design.

Artigianato digitale Xlab Design

Xlab Design è una realtà ormai consolidata nel panorama dell’artigianato italiano, un team di giovani ragazzi che si è posta una semplice domanda a cui ha saputo dare una risposta: nell’era del trionfo digitale, c’è ancora spazio per il “fatto a mano?”.
La soluzione è stata quella di racchiudere in un’unica strada concetti che potrebbero sembrare anteposti: una falegnameria online dove manualità, ingegno e creatività sono strumenti di crescita e innovazione.

Artigiani digitali potremmo definirli.

Il “saper fare con le mani” utilizzando l’e-commerce per proporsi al meglio, vendere in tutto il mondo, realizzando nella “bottega digitale” tavoli in legno massello di design non standardizzati, altamente personalizzabili mantenendo la relazione post- vendita con il cliente in modo semplice, veloce ed efficace.

Perché scegliere un tavolo in legno massello Xlab Design?

Tornando al principio del nostro articolo, la domanda allora è: perché acquistare un tavolo Xlab Design?

Non vogliamo annoiarvi con le molteplici caratteristiche e gli infiniti pregi che rendono il legno massello il “materiale per eccellenza” tra i materiali. Il vero obiettivo è rendervi partecipi di quanto i tavoli in legno massello di design a marchio Xlab racchiudano la bellezza, la gioia e la vera essenza interiore del mondo che ci circonda.
L’artigianato made in Italy è il più apprezzato sin dai tempi più remoti: Xlab tramanda segreti e metodi di lavoro di generazione in generazione realizzando tavoli in legno massello di design di altissima qualità, abile progettazione e invidiabile bellezza estetica.

I tavoli di design Xlab realizzati in legno massello garantiscono resistenza e durata nel tempo, aggiungendo all’ambiente calore e tradizione, semplicità ed essenzialità: caratteristiche inseparabili ed insostituibili che solo una materia come il legno è in grado di offrirci. Uno tra i principi cardine di Xlab Design è quello di lavorare la vera natura del legno, senza alterarne l’aspetto.

Ogni tavolo di design Xlab è un gioco di sfumature, contrasti di luce ed ombre dove le fiammature, le venature e le crepe prendono vita donando un insieme di emozioni e sensazioni, forti e profonde.
Siamo certi che quando guarderai il tuo tavolo Xlab Design saprai di aver fatto la scelta giusta.

Tags: ,

 
 

Fritz Hansen rilancia il tavolo Grand Prix di Arne Jacobsen

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Il ritorno di un classico del design scandinavo

Il 2017 segna il 60° anniversario della famosa sedia Grand Prix™ di Arne Jacobsen, un design che prende il nome dalla vittoria del prestigioso premio Grand Prix presso la Triennale di Milano nel 1957. Unitmente alla sedia, Arne Jacobsen progettò anche un tavolo Grand Prix che fu disponibile al pubblico solo per un breve periodo di tempo a causa delle difficoltà nella produzione. Ora, per celebrare la sedia Grand Prix, Republic of Fritz Hansen™ rilancia il tavolo Grand Prix

In maniera analoga alla sedia Grand Prix, Arne Jacobsen progettò in origine anche il tavolo Grand Prix™ con solide gambe in faggio e una superficie con impiallacciatura laccata. Tuttavia, la struttura aveva poca stabilità e il tavolo usci di produzione. Il team al design di Fritz Hansen ha intrapreso di recente il compito di modificare la struttura del tavolo senza alterarne il design. La versione del 2017 presenta gambe in legno massello leggermente più ampie e un binario in acciaio sotto la superficie con impiallacciatura laccata, per offrire una stabilità ottimizzata. Questo semplice tavolo moderno è ora disponibile in quercia in tre dimensioni e presenta orli lisci e arrotondati, che contribuiscono alla sua espressione morbida. 


Il ritorno di un grande classico del design scandinavo
Il ritorno di un grande classico  del design scandinavo
Il ritorno di un grande classico del design scandinavo
Il tavolo sarà disponibile presso i concept store Fritz Hansen, oltre che in negozi selezionati in tutto il mondo, a partire da settembre 2017.


Tags:

 
 

Tavoli tondi bianchi allungabili sotto i 500€

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee

Il tavolo da pranzo è uno dei primi arredi che devi acquistare se stai arredando casa. Accoglierà i tuoi ospiti, caratterizzerà il volto della tua casa e ti accompagnerà per lungo tempo.


La scelta, quindi, deve essere attenta ed oculata.
Se verrà collocato in un open space, è bene che non sia troppo ingombrante, mentre se la sala da pranzo è separata dalle altre stanze, è d’obbligo che sia di bell’aspetto, perchè sarà il protagonista di quell’ambiente.
Le dimensioni sono molto importanti. Anche se ami fare feste e cene con amici e parenti, il tavolo deve essere proporzionato al resto della stanza, perciò, se il tuo spazio è piccolo, meglio optare per una soluzione estensibile.

Se per il tuo tavolo….

– hai riservato un’area non troppo grande
– hai un budget al di sotto dei 500€ 
– non sai quale colore scegliere
– vuoi che ospiti fino a 6 commensali
…questo è il post che fa per te!

Ho selezionato quattro tavoli bianchi estensibili adatti ad un ambiente classico oppure moderno, bianchi e acquistabili online a meno di 500€.

Retrò: è Ingatorp di IKEA. Ha una linea classica con un tocco retrò, ma sta benissimo anche con le sedie più moderne. Il bianco caldo accentua il suo fascino d’altri tempi. Misura 110 cm e si estende fino ad 155 cm. Una prolunga nascosta sotto il piano gli permette di ospitare fino a 6 persone. Esiste anche la versione nera! 279€

Scandi: in stile scandinavo, Leena di Miliboo si distingue per le caratteristiche gambe oblique che sono in legno di Hevea. Il top, invece, è bianco opaco. Il diametro del tavolo chiuso è 120cm. Una prolunga di 30 cm permette a Leena di raggiungere il metro e mezzo.
Può ospitare fino a sei persone ed è acquistabile anche in color quercia. 297,85€

Moderno: Kaori di Connubia Calligaris è la scelta più azzeccata se hai una casa in stile contemporaneo. La struttura è in faggio ed il piano in vetro. La sua peculiarità è nelle gambe, che si toccano tutte in un punto come se fossero un piedistallo. Si allunga tramite un meccanismo a libro e passa dai 130 ai 175 cm di diametro. 495,78 su MobilClick.

Shabby: Louis di Maisons du Monde è ideale per una casa in stile provenzale, ma anche per un mood antico ed elegante. Realizzato in rovere, è verniciato di bianco con finitura anticata.
Si estende da 120 fino a 200cm grazie ad una prolunga. Disponibile anche in versione più grande. 470€

Puoi cliccare sul nome del tavolo per essere indirizzato direttamente al link per l’acquisto online!


http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

La ‘tavola rotonda’ secondo Alivar

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
I nuovi tavoli della collezione Home Project di Alivar

Sia che si tratti di un’occasione formale o di una cena in famiglia o tra amici, il tavolo rotondo presenta una serie di notevoli vantaggi che rendono questo arredo un oggetto che invita alla convivialità. 

La ‘tavola rotonda’ per Alivar rappresenta l’unione di materiali pregiati ed estrema pulizia formale, particolari che caratterizzano tutta la collezione Home Project di cui fanno parte Globe e Liuto.
Novità presentata al Salone del Mobile 2017, Globerecupera la tradizione ebanista italiana attraverso l’uso del legno, impiegato nella struttura, che riscalda e circonda la bellezza naturale del marmo che compone il piano del tavolo.
I nuovi tavoli della collezione Home Project di Alivar

Un arredo che si fa scultura grazie a intarsi e incastri perfetti che impreziosisce la sala da pranzo con sobria eleganza. Globeè reso ancora più funzionale dal vassoio girevole, posizionato al centro del top, di ispirazione orientale, che permette ai commensali di ‘raggiungere’ i piatti di portata con estrema facilità.


I nuovi tavoli della collezione Home Project di Alivar
Raffinate lavorazioni e dettagli esclusivi si traducono anche nel tavolo Liuto, un arredo dalle linee sottili e minimali che valorizza il living con fascino discreto e mai ‘ingombrante’.

Protagonista assoluto di questo tavolo è il piano, caratterizzato dal profondo color brunito del pregiato marmo Emperador, per una soluzione che dà vita al giusto compromesso tra stile contemporaneo e sapore dell’artigianalità. 

I nuovi tavoli della collezione Home Project di Alivar

Il top di Liuto è inoltre disponibile nelle versioni in cristallo fumé, MDF laccato opaco, in essenza o in marmo. 

Per maggiori informazioni www.alivar.it

Tags:

 
 

Due tavoli in legno e vetro cristallo trasparente

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

Tavoli in legno e vetro, o meglio, tavoli con piano in legno e basamento in vetro, o meglio ancora, tavoli con piano in legno olmo perla, cherry, briccola venezia, fresno, laccato poro aperto, laccato opaco e base in vetro cristallo trasparente.

Ecco i protagonisti di questo articolo, ve li presentiamo meglio: si chiamano Doge e Onda, sono due tavoli da pranzo fissi che si fanno notare per i materiali e la forma e si rendono perfetti in zone living moderne e contemporanee.

 

Doge


Tavolo in legno e vetro Doge
Piano in legno disponibile in diverse finiture
Olmo Perla: legno resistente e tenace, relativamente chiaro, con un grafismo nella venatura che lo rende indistinguibile;
Cherry: o “ciliegio europeo”, legno di colore bruno rosato con sfumature chiare a volte tendenti anche al giallastro;
Briccola Venezia: legno naturale e di recupero proveniente dal riciclo e riuso delle briccole veneziane, i celebri pali che costellano la laguna di Venezia ed indicano le vie d’acqua percorribili;
Fresno: legno ricavato dal Frassino con una precisa scelta dell’impiallacciato che vede l’accostamento orizzontale di mezze fiamme;
Laccato Poro Aperto: pannelli di legno (laminato, mdf, melaminico, impiallacciato, truciolare, …) verniciati con vernici che lasciano intravedere le caratteristiche della superficie lavorata come venature e fiammature;
Laccato Opaco: pannelli di legno (laminato, mdf, melaminico, impiallacciato, truciolare, …) verniciati con vernici coprenti e colorate dall’effetto opaco, superfici prive di impurità, lisce al tatto, facili da pulire.
Base in vetro cristallo trasparente formata da due gambe piegate e forma di “V”.

 

Onda


Tavolo in legno e vetro Onda
Piano in legno disponibile nelle stesse finiture proposte per il tavolo Doge, ad eccezione delle Briccole Venezia. La particolarità di questo piano sta nella forma che ricorda una “S” o una grande onda, come suggerisce il nome.
Base in vetro cristallo trasparente che riprende la forma originale e sinuosa del piano. Per realizzare questa linea viene utilizzata un’unica lastra di vetro sapientemente lavorata e curvata.

 

Tavoli in legno e vetro: perché sceglierli?

Perché nonostante il legno e il vetro siano due materiali molto diversi tra loro sono in grado di fondersi e dialogare alla perfezione. Cambia la consistenza, l’aspetto, la resistenza, il trattamento che richiedono e la forma che possono ottenere ma è proprio il loro essere così tanto diversi a renderne perfetto l’abbinamento.
Perché il legno è resistente, saldo, robusto, e vigoroso mentre il vetro è fragile, delicato, trasparente, liscio.
Perché i tavoli in legno e vetro hanno un design senza tempo e sono capaci di adattarsi a qualsiasi stile.
Perché sono perfettamente abbinabili ad altri arredi per la zona giorno. Date un’occhiata al catalogo giorno Napol se siete in cerca di sedie, tavolini, credenze, madie e pareti attrezzate.
Perché sono facili da pulire. Continuate a leggere qui sotto per scoprirne di più.

 

Tavoli in legno e vetro: come pulirli?

Pulire un tavolo con gambe in vetro è semplice: è sufficiente un panno morbido in microfibra o un panno che non rilascia “pelucchi”, un qualsiasi detergente per vetro facilmente reperibile in commercio e tanto olio di gomito. Passateci la simpatica espressione ma quello che serve è proprio energia e pazienza nello sfregare le superfici fino ad eliminare completamente eventuali macchie o aloni.
Per pulire un tavolo con piano in legno è invece sufficiente un panno umido. Per una pulizia più profonda o per mantenere la brillantezza delle superfici si possono utilizzare prodotti specifici facili da reperire in commercio. Rimedi meno tradizionali suggeriscono l’utilizzo di olio di oliva, limone, soluzioni di acqua e aceto. Noi consigliamo di seguire scrupolosamente i consigli di manutenzione dell’azienda produttrice e di testare sempre la reazione dei prodotti su una piccola parte del tavolo non a vista.

 

Tavoli in legno e vetro: prezzi?

Trova il Rivenditori Napol più vicino a casa tua e prenota un appuntamento gratuito e senza obbligo d’acquisto. Un esperto arredatore sarà a disposizione per maggiori informazioni sui prodotti, consigli d’arredo, prezzi e preventivi personalizzati.

Tags: ,

 
 

Pareti attrezzate moderne: i nuovi mobili soggiorno del 2017

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

Mezzo secolo di Napol. Come non festeggiare con i dovuti fasti?
Vi avevamo già dato una preview delle novità 2017 e presentato alcuni dei nuovi mobili soggiorno in ciliegio, ma adesso che siamo online e pronti per accogliervi nei negozi, è d’obbligo una presentazione ufficiale!

Cari Lettori: vi presentiamo Live Napol, collezione 2017 di pareti attrezzate e mobili per il soggiorno componibili, tavoli da pranzo e sedie, tavolini da salotto (grande novità!), credenze e madie.

Vediamo insieme tutte le novità.

Materiali: un soggiorno moderno che celebra la tradizione

Il nostro materiale principe rimane il vero legno: siamo tra le poche aziende italiane ad applicare ancora la tecnica dell’impiallacciatura e ad impiegare il multistrato. Quando si parla di mobili soggiorno con basi curve, ante bombate o concave, è impossibile non pensare a Idea, poi a 302 ed infine oggi al sistema Live Napol.
La creazione di mobili, la falegnameria, parla un linguaggio fatto di tecniche, materiali, lavorazioni: il nostro linguaggio non deve e non può cambiare, perché sarebbe sbagliato dimenticare gli stilemi e la maestria artigianale che hanno segnato la storia del nostro marchio.

Parete attrezzata bicolore 802 in frassino fresno

Cosa c’è di nuovo in questa collezione Live Napol?

Ma come, non ve ne siete accorti? È tornato il ciliegio! C’era già, direte voi, sì ma ne abbiamo uno nuovo e abbiamo deciso di proporlo in composizioni innovative, con un look estremamente ricercato. Abbiamo introdotto nel nostro campionario di essenze il ciliegio europeo e l’abbiamo chiamato “cherry”: un nome giovane e fresco che riflette perfettamente la rivisitazione che abbiamo operato su questo legno, spesso associato a soggiorni classici.
È bastato abbinarlo a laccati opachi in colori attuali per dare al ciliegio un twist contemporaneo.

Parete attrezzata in ciliegio europeo e laccato color kaki 900

La casa si veste di legni sempre più ricercati ed accanto a pareti attrezzate in olmo, ciliegio americano ed europeo, rovere laccato a poro aperto, briccola e frassino, spuntano i nuovi mobili soggiorno in frassino “fresno” declinato in varie nuance attuali:

Soggiorno con pannello per tv 800 in frassino fresno biondo

Il vetro è l’altra grande novità del soggiorno 2017. Teche, tavolini con basi trasparenti, tavoli da pranzo con supporti eterei che sembrano fluttuare. Vetro e legno si fondono e dialogano in un living contemporaneo dove la personalizzazione e l’unicità sono un must.

Mobile per soggiorno con vetrine a teca 903

Tavolo con piano in legno di recupero Doge

Le pareti attrezzate del 2017 risolvono qualsiasi necessità in termini di componibilità e personalizzazione. Come nel sistema 302, Live Napol mette la modularità prima di tutto. La libertà di composizione e configurazione sono la chiave per un soggiorno attuale, capace di soddisfare tutte le esigenze della casa moderna, piccola o grande che sia.

Contenitori soggiorno componibili

Chiamateli contenitori per il soggiorno, madie, credenze o sideboard: sono gli utilissimi alleati all’organizzazione della zona pranzo, del salotto, del soggiorno e servono ovunque ci sia bisogno di tenere in ordine piatti, bicchieri, stoviglie, posate, biancheria per la tavola. Pensando alle abitazioni contemporanee, sempre più piccole e che spesso vedono cucina e zona giorno unite, abbiamo progettato una nuova credenza completamente componibile. Si tratta di Duna: formata da moduli singoli accostati può essere realizzata con 2, 3, 4 o 5 ante.

Credenza a 4 ante Duna componibile in dimensioni a piacere

NOVITÀ ASSOLUTA: arrivano i tavolini da salotto

Perfettamente abbinabili a tutte le finiture disponibili sulle pareti attrezzate e sui mobili per il soggiorno, i tavolini da salotto sono pensati per completare la zona relax. Divano, tavolino da fumo, parete attrezzata porta tv: il trio perfetto per un living completo di tutto quello che serve per riposare, leggere un libro, guardare la tv, rilassarsi in compagnia di famiglia o amici.

I tavolini sono bassi e progettati per essere disposti fronte divano, ma abbiamo anche pensato ad un set lato divano. Per gli amanti del total look sarà inoltre possibile abbinare tavolino e tavolo da pranzo, magari scegliendo tra i nuovi pannelli Slalom, Taj o Dia che permettono di creare infinite combinazioni di colori e materiali.

Tavolino da salotto basso con piano in due legni diversi

50 anni, Gold Collection: nel lavoro come nella vita privata ogni anniversario diventa occasione per riflettere, guardare al proprio passato per rintracciarvi i segni e le ispirazioni per il proprio futuro. Siamo sempre alla ricerca del modo migliore per rinnovarci rimanendo fedeli alla tradizione, al saper fare o come si dice oggi al know-how, che ci ha resi ciò che siamo e che ha portato i nostri mobili ad essere apprezzati e riconosciuti per dei precisi “marchi di fabbrica” che contraddistinguono la nostra produzione.

Vuoi scoprire l’intera collezione e toccare con mano la qualità dei materiali?
Usa lo Store Locator e contatta il Rivenditore Partner più vicino a te

Tags: , ,

 
 

Tavoli con gambe incrociate: 10 modelli, 10 prezzi

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design

Un must have dell’interior design degli ultimi anni, e non dà cenni di passare di moda: il tavolo con gambe incrociate è un pezzo di design dell’arredamento che è ormai entrato a fare parte del mondo delle icone. Non è un tavolo che chiunque può realizzare, se lo volete il nostro consiglio è di scegliere marche conosciute ed affidabili. Se volete una sala da pranzo davvero unica, questo è il tavolo che fa per voi, qualsiasi sia il vostro budget. Vediamo 10 modelli a 10 prezzi.

10 tavoli con gambe e incrociate: mettiamoli in ordine di prezzo

Sotto 1.000 €

Sottili e curvate come lame, create per essere protagoniste dell’ambiente che le circonda: sono le gambe del tavolo rotondo Barone. Perfetto sia in sala da pranzo che come tavolo riunione in un ufficio ricercato. Il tavolo rotondo invita alla condivisione e alla convivialità, il supporto di design è il tocco in più per rendere davvero unico il vostro spazio (senza svuotare il portafogli!)

Tra 1.000 e 1.100 €

Un’accoppiata vincente su qualsiasi arredo: il tavolo con gambe incrociate e piano in vetro Aikido abbina due materiali tradizionali e sofisticati, con la base scultorea di gambe in massello ben in vista grazie al top in vetro trasparente.

Tra 1.200 e 1.300 €

Estremamente attuale anche l’abbinamento legno massello e metallo. Il tavolo con piano in legno Pechino è la scelta perfetta per chi è alla ricerca di un tavolo per un soggiorno o per una sala da pranzo in stile industriale. La gamma di laccature permette in realtà di declinare lo stile dell’arredo a seconda dei vostri gusti: basta scegliere un laccato bianco e un piano in rovere naturale per ottenere uno stile nordico, o scegliere il vetro per una sala da pranzo elegante.

Tra 1.300 e 1.400 €

Non si incrociano, ma in base al punto da cui lo guardate il tavolo con tre gambe tubolari Ray dà l’impressione di essere supportato da tubi dinamici che si sovrappongono e si incrociano in maniera sempre diversa, riflettendo ombre, luci, riflessi e texture circostanti.

Tra 1.400 e 1.500 €

L’effetto intreccio è assicurato, ma il tavolo con gambe-scultura Skorpio va ben oltre con una struttura quasi architettonica che tocca il il lussuoso piano in cristallo in 4 piccoli punti supportandone il peso con classe. Questa base scultorea è realizzata in acciaio verniciato goffrato lavorato a mano ed impreziosito da quelle minuscole irregolarità che solo una lavorazione artigianale può conferire al prodotto, rendendolo unico.

Tra 1.500 e 1.600 €

Firmato Philip Jackson, il tavolo con supporti incrociati Spyder di Cattelan è sicuramente uno dei pezzi rappresentativi del genere. Le gambe sembrano intrecciarsi ma in realtà si incontrano a metà altezza per poi diramarsi nuovamente verso il basso creando un piacevole snodo, punto di incontro tra supporto del piano e piedi a terra. Un gioco di equilibri e dinamismi davvero prezioso.

Tra 1.600 e 1.700 €

Il prezzo del tavolo di design Big Table di Bonaldo non è così alto come ci si potrebbe aspettare da un mobile firmato Alain Giles e veterano di premi di ogni tipo, uno fra tutti: il “2009 Good Design Award” del Chicago Architecture and Design Museum, riconoscimento ideato nel 1950 by Eero Saarinen, Charles and Ray Eames. Un vero e proprio pezzo di design, un’icona dell’arredamento che con i suoi supporti in acciaio verniciato personalizzabili in vari colori si distingue immediatamente. Fatto per chi vuol rendere il suo soggiorno uno spazio unico, irriverente e sofisticato.

Tra 1.700 e 1.800 €

Dinamico e leggero: questo quello che viene in mente osservando il tavolo rotondo con basi incrociate Eliseo. Caratterizzato dalle tre gambe virtuosamente curvate a creare un effetto di torsione, questo moderno tavolo da pranzo può essere inserito anche negli ambienti più piccoli.

Sopra i 1.800 €

Più che gambe, vere e proprie assi di legno: il tavolo con supporto scultoreo Tripode si distingue per una struttura formata da assi in massello solide, disposte dinamicamente e lasciate perfettamente in vista per essere ammirate attraverso il piano in vetro trasparente.

…in OUTLET

Nella nuova collezione HomePlaneur non poteva certo mancare un tavolo scultura. Nel nostro outlet potete trovare Connor, tavolo in rovere naturale con gambe incrociate a prezzo scontato utilizzato solo una volta sul set fotografico e come nuovo. Correte, è un pezzo unico!

Le aziende che lo producono sono tante, ma quello con gambe incrociate non è un tavolo facile da creare. Il nostro consiglio è di puntare sul Made in Italy o su marche conosciute per evitarsi spiacevoli sorprese. Il basamento a supporti intrecciati richiede una certa maestria produttiva, deve essere fatto con materiali resistenti e l’aggancio tra piano e superficie delle gambe deve essere ben studiato, sicuro ed affidabile.

Vuoi altri consigli o stai cercando un tavolo dalle forme scultoree che non hai trovato in questo articolo?
Clicca qui sotto e chiedi all’Arredatore!

Tags: ,

 
 

Tavolo in vetro: differenze tra vetro trasparente e extrachiaro

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design

I tavoli in vetro trasparente o extrachiaro sono arredi sempre eleganti e sempre di tendenza. Chi sceglie questo tipo di tavolo per la propria cucina o sala da pranzo, sa di avere in casa una soluzione arredativa destinata a non passare mai di moda, resistente, duratura, pressoché indistruttibile e refrattaria a sporco e macchie.

Il 90% del vetro prodotto in tutto il mondo è detto “vetro float“. Il termine inglese float si riferisce al metodo di produzione, un sistema brevettato negli anni ’50 attraverso il quale la pasta vitrea è versata su un bagno di stagno fuso. In questo modo il vetro si raffredda in maniera uniforme e le due facce della lastra risultano parallele e lisce su entrambi i lati. Ad oltre 50 anni di distanza questo processo, inventato da Sir Alastair Pilkington, rappresenta lo standard della produzione vetraria di qualità.

Tavolo Blow completamente realizzato in vetro extrachiaro temprato 15 mm, con gambe in vetro soffiato di Murano

Per avere un materiale ancor più resistente si può scegliere un tavolo in vetro temprato, conosciuto anche come “vetro di sicurezza”.

Il tavolo Benjamin ha un piano in vetro temprato in appoggio su piastre in acciaio, fissate alla struttura in massello

Questo trattamento permette di ottenere lastre resistenti e sicure, che in caso di rottura non producono grossi frammenti taglienti e pericolosi. La tempra consiste nel surriscaldamento della lastra in forni che raggiungono una temperatura di 640° C. In seguito il vetro viene sottoposto a raffredamento con aria sotto pressione. Questo rapido ma graduale sbalzo fa contrarre le superfici uniformemente, dall’esterno verso il centro, conferendo al materiale grande robustezza.
Il vetro correttamente temprato resiste a pressioni di migliaia di kili, a temperature molto elevate (fino a 200° di sbalzo) e inoltre, nel caso di rotture, produce piccoli pezzi arrotondati. Rispetto al normale vetro float, il vetro temprato ha una resistenza 6 volte superiore.

Differenza tra vetro trasparente e vetro extrachiaro

Vetro Extrachiaro

Esteticamente limpido e neutro, ad alta trasmissione luminosa, può mostrare una colorazione tendente all’azzurro se osservato attraverso lo spessore, ma è trasparente e incolore se si osserva un oggetto attraverso la superficie piana. Mentre nel vetro trasparente sono presenti sostanze minerali, per la produzione dell’extrachiaro viene scelta una silice più chiara e pura e la lastra viene poi ulteriormente epurata da residui minerali. Un tavolo in vetro extrachiaro risulterà così trasparente e brillante, con leggere sfumature turchine visibili essenzialmente negli spessori, ma non attraverso le superfici più ampie.

Il vetro extrachiaro risulta incolore e limpido

Vetro Trasparente

Si caratterizza per una leggerissima colorazione verde, particolarmente visibile nello spessore del campione, ma anche guardando attentamente le superfici piane: i colori degli oggetti che vengono visti attraverso la superficie possono quindi risultare leggermente alterati. Questa nuance è dovuta alla presenza di sostanze minerali, in particolare all’ossido di ferro presente in natura nella silice. Un tavolo in vetro trasparente è la scelta perfetta per chi apprezza le caratteristiche naturali insite di questo antichissimo e prezioso materiale. Senza contare che questo vetro è leggermente più economico dell’extrachiaro.

Il vetro trasparente presenta una colorazione tendente al verde

I due campioni qui sotto mostrano molto chiaramente come l’effetto leggermente azzurrato del vetro extrachiaro sia visibile solo guardando attraverso lo spessore del vetro, mentre le sfumature verdi del vetro trasparente siano diffuse sull’intera superficie della piccola lastra.

Campioni di vetro trasparente ed extrachiaro a confronto

Perché scegliere un tavolo in vetro

    • per la comodità di pulizia: un tavolo in vetro si pulisce facilmente ed è estremamente difficile trovare sostanze in grado di rovinarlo permanentemente
    • per il suo design senza tempo: un tavolo con piano in vetro sarà sempre di moda e sarà in grado di adattarsi a tutti gli stili e ai cambi di look che vorrete apportare al vostro soggiorno
    •  

    • per la bellezza di vedere attraverso le sue superfici, soprattutto in caso di supporti e gambe dal fascino scultoreo
    •  

    • perché il vetro è un materiale versatile in termine di misure e forme realizzabili
    •  

Pulire un tavolo in vetro trasparente o extrachiaro

Come scritto all’inizio, la pulizia del vetro è semplice e non esistono molte controindicazioni riguardanti cosa si può o non si può appoggiare su un tavolo di questo materiale. Per pulire il vetro sono sufficienti: panno in microfibra o panno soffice che non rilasci “pelucchi”, detergenti per vetro che trovate in commercio o alcool, panno asciutto per asciugare ed eliminare eventuali aloni.
Ricordate che:

  • gli aloni si creano in modo particolare se il vetro è esposto ai raggi solari, se il panno non è stato ben risciacquato o il detergente non è stato ben rimosso
  • la pulizia dovrà essere più frequente e costante perché aloni, macchie e ditate sono subito visibili, soprattutto in particolari condizioni di illuminazione
  • evitate di utilizzare pagliette e sostanze abrasive, perché seppur resistente anche i vetri trasparente e extrachiaro possono essere graffiati

 

Tags: ,

 
 




Torna su