10 giugno 2016 / / ChiccaCasa

3 styling, 1 pianta. Questo è il tema di Urban Jungle Blogger giugno.

Avendo notato la mia passione per le piante grasse (il davanzale della finestra ospita diversi vasetti con contenuto in decadenza), la mia vicina ha pensato di regalarmene una in fiore. Se l’avessi coltivata io, probabilmente sarebbe morta molto prima di fiorire, ma per fortuna, la vicina ha un pollice molto più verde del mio ed ha fatto un buon lavoro.  Il fiorellone rosso lascia davvero a bocca aperta, quindi non potevo scegliere né piantina, né momento migliore per realizzare gli styling.

Il primo è ambientato sulla mensola del camino della mia casetta. I cooprotagonisti hanno tutti un tocco red e sono tutti pezzi vintage ereditati dai nonni.
Del tagliere vi ho già parlato qui: ha una simpatica stampa sul fronte e due pratici manici in metallo.
Le matrioske sono le guardiane della casa. È loro il compito di controllare che entrino solo vibrazioni positive. Sono sempre lì, schierate come un esercito sulla mensola diy vicino all’ingresso. Le ho spostate solo per l’occasione.
Per tutto il corso della mia infanzia, le ho torturate, smontandole e combinandole a ripetizione, sotto gli occhi vigili della nonna, che si assicurava che non le rompessi. Tuttavia io lo so che non nutrono rancore nei miei confronti. Lo leggo nei loro dolci sguardi.
Il cofanetto in latta è lo storico contenitore del “Malto dell’Abate Kneipp”, ricco in illustrazioni che ritraggono scene di “vita sana”. Ora le confezioni del malto, hanno perso gran parte della loro poesia, ma le superstiti degli anni ’40, sono ancora reperibili su eBay.

Il secondo styling è nato per caso. Ho osservato il tavolo su cui stavo lavorando. Un caos calmo di riviste, tessuti, colori e la mia inseparabile agendina. Mi è bastato aggiungere la piantina e mettermi in punta di piedi sullo sgabello, per scattare una foto dall’alto in stile Instagram.


Il terzo styling è dedicato a Giugno. Manca poco all’inizio dell’estate, così ho allestito, sul piano della mia consolle di recupero, un mood ispirato alla spiaggia.
Il cestino in plastica verde ossido, l’ho trovato nella cantina delle meraviglie, ha il classico look da mercatino dell’usato.
Le conchiglie sono gusci di capesante. La mia dolce metà (ottimo cuoco) le usa negli impiattamenti degli antipasti a base di pesce. Io, vegetariana, preferisco utilizzarli come elementi di home decòr.
Ho aggiunto un telo mare ed una lanterna colorata che mi ha fatto pensare alle fresche sere d’estate.

Seguite UJB e curiosate tra gli styling degli altri bloggers.
Qual è il tuo styling preferito?
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss

 
 

 
 
 
13 maggio 2016 / / Decor

È curioso, ma una delle cose che non vedo l’ora di fare è comperare una pianta per il nuovo appartamento. Finalmente dello spazio a disposizione, luce a volontà e necessità di riscaldare l’ambiente che per il primo periodo sarà molto spoglio per mancanza di fondi. Finalmente posso farci entrare una bella pianta, di quelle grandi, di quelle vere, non i vasetti di basilico del supermercato.
Si sa che la scelta è vastissima, ma secondo me ci sono delle specie più decorative di altre e non solo per un fattore estetico diretto, ma anche perché hanno una storia legata all’immaginario collettivo.
È questo l’esempio della Monstera Deliciosa, una pianta della famiglia delle Araceae proveniente dalle foreste del Guatemala, come mi ha diligentemente annunciato Wikipedia. Ha grandi foglie verde scuro e lucido che sembrano ritagliare con la forbice e proprio grazie alle sue frastagliature sembrano “staccare” alla perfezione su qualsiasi sfondo (soprattutto su di un semplice muro bianco).
Date un’occhiata…

E non è solo contemporanea e adatta alle atmosfere in voga in questo periodo, è anche la stessa pianta tropicale talmente grande da essere inquietante nello studio di Henri Matisse. La stessa pianta che dipingeva e che lo circondava nella vita quotidiana. Vita che condivideva anche con Charles e Ray Eames, che ne coltivavano una imponente nel salotto della loro splendida Eames House, circondata dai loro magnifici pezzi e da divertentissimi giocattoli da grandi.

Monstera + Matisse:

Monstera + Eames:

Direi proprio che è la pianta adatta a me.
La farò sopravvivere fosse l’ultima cosa che faccio.

Emily

12 aprile 2016 / / +deco

Benvenuto Aprile!
Il nuovo stimolo di questo mese per per la comunità verde di Urban Jungle Bloggers è “Piante e vetro”
E’ stato decisamente interessante fare le fotografie ieri con Giulio a casa con la varicella e ben voglioso di giocare dopo aver passato buona parte della giornata con la babysitter. 
Voleva fare lo stylist e continuava a mettere giocattoli attorno alle piante, motivo per cui c’è una giraffa di plastica in una delle foto. 
Per questo servizio, ho usato un cestello del ghiaccio degli anni Cinquanta che di solito uso come porta spazzolini e una piccola caraffa che ho comprato a Porta Portese
Se vuoi ottenere lo stesso effetto ‘vedo-non-vedo’ puoi anche prendere dei vasi in plexyglass, come quello che ho nella mia camera da letto; sono più leggeri e non si rompono. 
Il piccolo tavolo ottagonale viene dal Marocco, l’ho portato indietro nello zaino!
Le cementine sono di Mosaic del Sur. 


 
 

 
 
 
25 febbraio 2016 / / Idee

Da qualche giorno siamo entrate a far parte della grande famiglia di “Urban Jungle Bloggers“, una community di blogger nata dall’idea di Igor e Judith, che racconta l’interior design attraverso l’uso di piante… e noi di “Non ditelo all’architetto” non potevamo che farne parte!

Ogni mese viene proposto un tema sul quale divertirsi a creare styling ogni volta diversi. Questo mese il tema è la convivenza tra piante ed animali, veri o simbolici che siano. Quale tema migliore per far conoscere alle nostre F3ltboard il magnifico mondo floristico.

Per chi ancora non le conoscesse le F3ltboard sono dei quadri-bacheca in feltro che “Non ditelo all’architetto” ha disegnato per la giovane azienda fiorentina Giobì. Sono realizzate in feltro e completamente Made in Italy. Misurano 50×50 cm e sono composte da tre livelli: un layer grigio ed uno colorato a formare il positivo e il negativo del profilo di un animale. Gli animali rappresentati sono nove, suddivisi in tre famiglie di colori differenti. Giraffa, elefante e leone, di colore verde fanno parte della famiglia Jungleboard. Arancioni, invece, il maiale, il cavallo e il gallo della famiglia Farmboard. Per finire la famiglia Articboard, blu, si compone di renna, pinguino e foca.

F3ltoard Elefante

Jungleboard Elefante – in vendita qui

Ed ecco che l’elefantino “chiacchiera” in cucina con una piccola pianta aromatica, appeso ad una parete lavagna, pronto per appuntare le ricette più golose.

F3ltoard Giraffa

Jungleboard Giraffa – in vendita qui

Dalla libreria, invece, spunta una dolce giraffa che fa da sfondo ad una splendida orchidea fucsia.

F3ltoard Gallo

Farmboard Gallo – in vendita qui

In terrazzo troviamo il nostro gallo che si gode i primi raggi di sole primaverili in compagni di una composizione di piante grasse, ottime per che non ha proprio il pollice verde.

F3ltoard Renna

Articboard Renna – in vendita qui

Se per la vostra F3ltboard avete deciso di utilizzare il negativo del profilo dell’animale, il positivo può trasformarsi in una perfetta tovaglietta dove posare le vostre piante e creare così un originale centrotavola.

F3ltoard Maiale

Farmboard Maiale – in vendita qui

All’ingresso invece troviamo ad accoglierci un buffo maiale, pieno di cartoline delle mostre che tanto vogliamo vedere. Anche lui sempre in compagnia delle nostre amate piante!

24 febbraio 2016 / / Idee

Ogni mese, gli amici di Urban Jungle Blogger, Igor e Judith, organizzano un contest fotografico le cui protagoniste sono le piante di casa nostra;
un’iniziativa originale e stimolante che incentiva ad arricchire gli interni con il verde, senza limitarlo solo a terrazze e giardino.
E poi… le loro foto sono così belle con quello stile fresco, contemporaneo e molto nordic!
Ogni mese viene assegnato un tema, quello di Febbraio sono le piante e gli animali… che meraviglia!
Ho fatto degli scatti questo pomeriggio a tutti e tre i miei quadrupedi:
la cagnolina Babina, 17 anni, il cagnolone Bomber, due anni a marzo e la micina Paolina, quasi tre anni.
Alla fine sono riuscita a farla solo alla nonnina Babi perché  Bomber si sdraiava continuamente per poi addormentarsi due istanti dopo… ed ero molto di fretta per ingiogazzarlo, mentre la monellissina Paolina sgattaiolava da una parte all’altra e, mentre tentavo di ipnotizzarla mettendole un croccantino davanti, mi sono ritrovata con una sua unghietta infilzata nel mio dito… e si è pure incastrata! Che maleee!!

Lei è Babi, tenerissima con quel musetto bianco, sotto la grande felce


Questi sono i retroscena del pomeriggio:

Vi ricordate gli amici a 4 zampe di Maison Rock CouCou fotografati da me nelle mie tavole?
Trovate i post cliccando qua!
Le mitiche Billa&Tina


Margherita

I gatti di M.lle Pauline

Pablo

E i gatti del gattile di Cagliari curati dalla dolce Antonella

9 febbraio 2016 / / +deco

When I’ve received the email from Igor and Judith with the February Urban Jungle Bloggers challenge, I immediately thought about my sister’s incredible garden and the massive jungle white animals that inhabit it. 
She bought the crocodile and the chimpazee, together with some pink flamingos not pictured in the photos, in Sluiz, a must-see concept store in Ibiza. The animals were originally green but she had them painted in white to make them visually contrast against the sky (thankfully often gloriously blue in Rome) and the plants. 
I don’t think the cohabitation between jungle animals and jungle (Mediterrean) plants can be represented better!

Quando ho ricevuto l’email da Igor and Judith con il tema di Febbraio per
Urban Jungle Bloggers , ho immediatamente pensato al meraviglioso giardino di mia sorella e agli immensi animali bianchi che lo abitano.  
Ha comprato il coccodrillo, lo scimpazè e dei fenicottori rosa non presenti nelle foto da  Sluiz, un imperdibile concept store ad Ibiza. 
Gli animali erano originariamente verdi ma li ha fatti pitturare di bianco per farli risaltare contro il cielo (fortunatamente spesso di un glorioso blu a Roma) e la natura. 
Non penso che la convivenza fra animali della giungla e le piante possa essere rappresentata in miglior modo!
17 gennaio 2016 / / +deco

L’ispirazione di Gennaio per  Urban Jungle Bloggers viene dalla cucina!
Ecco il mio (tardo) contributo: un sanissimo cactus su un bellissimo tavolo di granito!

9 novembre 2015 / / +deco

 

 

 

Igor e Judith hanno riproposto come soggetto di Novembre per Urban Jungle Bloggers #plantshelfie; è un tema che ti dà la possibilità di sperimentare e le foto che hanno mandato l’altra volta sono molto belle (guarda le mie qui). 
Questa volta ho deciso di dare un doppio significato al mio post e creare un Urban Jungle-Fai da Te post
Mentre giocavo con Giulio, ho avuto l’idea di fare un vaso per piante con i lego che potete vedere nelle mie foto#plantshelfie. 
Ho usato una base quadrata che spesso è inclusa nelle confezioni Lego di modo che la pianta non appoggi direttamente sulla mensola in caso di perdite d’acqua o terra. Giulio non ha molti Lego (molti sono andati persi o li ho aspirati accidentalmente mentre pulivo) quindi non ho potuto usare i colori che volevo come volevo ma se avete più pezzi potete anche optare per un look più sobrio, ad esempiobianco e nero. 
Inoltre è un progetto molto carino da fare con dei bambini (o un motivo di litigio, considerato che in pratica gli rubi i Lego). 

 

8 novembre 2015 / / ChiccaCasa

L’appuntamento di questo mese con Urban Jungle Blogger ha come tema “piccole scaffalature e piante”.
L’idea di sistemare le proprie piante su mensole sovrapposte o scaffali, comprese librerie, mi piace moltissimo. Un tocco di verde può rinfrescare qualsiasi ambiente! Se solo sopravvivessero al mio pollice nero, sarei piena di piante e vasetti decorati con il fai da te che farebbero risplendere ogni angolino della nuova casetta. Ma infondo lo so che un giorno sarò un’esperta botanica (come no..) e realizzerò il mio piccolo sogno.

 

Il mio carrello craft sta benissimo con il colore rossastro dei vasi. Peccato per il loro contenuto un po’ misero.
Ho allestito il carrellino con tutto ciò che mi rappresenta al meglio. Fettuccia, riviste, cesti e materiali di recupero sparsi qua e là (da notare, sto iniziando a conservare vecchie lampadine per un progettino natalizio), pronti per essere riutilizzati.


Come ogni mese, io accetto i vostri consigli botanici per migliorare il mio purtroppo triste rapporto con le piante.

Styling and photos by Federica Del Borrello

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
28 ottobre 2015 / / But in the Meantime

butinthemeantime.UJBfiori1 butinthemeantimeUBJfiori2

I’m late with this contribution to the Urban Jungle Bloggers month topic wich is about plants and flowers: I’ve had so much to do in these last few weeks I feel like I’m always behind, but still I wanted to post at least a couple of photos. I really enjoy having flowers around here at home. They bring beautiful scents, colours and joy! So here are a few roses I took from the farm, just next to the love of my life (if we speak about plants!!) the monstera deliciosa.

The post UJB | Plants and flowers appeared first on butinthemeantime.