La sedia: un oggetto semplice, il più usato, declinato in tutte le sue possibilità e soluzioni da Zamagna. ArredaClick apre le porte ad una collezione eclettica di sedie-icona dell’epoca moderna, che comprendono sia la storica produzione thonet, sia i modelli classici e più conosciuti, fino ai designer dei nostri giorni.
Il design italiano, la scelta dei materiali e delle forme e la modularità delle proposte rendono Zamagna totalmente proiettata alla ricerca del bello da vivere e possibile da acquistare.


Questa collezione è il risultato di un’attività di ricerca incessante, per conoscere le tendenze del mercato e aggiornare il design.
Decine di differenti modelli tutti accomunati da tradizione, essenzialità, flessibilità: la cura del dettaglio di Zamagna da voce alle richieste del mercato moderno con prodotti che sanno di storia ma rispondono alle esigenze attuali, come nel caso della sedia Memory.


Nessun progetto ha attratto l’attenzione di designer, architetti e artisti come quello della sedia. Oggetto fortemente legato alla forma del corpo umano e che è fatto, anch’esso, di braccia, gambe, piedi e schiena.
Zamagna ha compreso il ruolo chiave che la sedia ha assunto nella storia del disegno industriale, realizzando l’importanza di offrire a tutti oggetti funzionali, caratterizzati da un tratto stilistico che non passa certo inosservato, ne è l’emblema la sedia girevole Funny.
La bellezza di un oggetto non può essere disconnessa dalla sua utilità, da questo concetto prende forma lo slogan di Zamagna: “Live Design“.

12 Ottobre 2009 / / Arredamenti Diotti A&F

Carissimi, ben ritrovati!


Dopo avere fatto brevi cenni inerenti le antiche origini di quest’arte e alcune “impostazioni” teoriche, vorrei cominciare a farvi “vivere” gli effetti del Feng Shui. Il teorico vi accompagnerà comunque, ma in modo più lieve.

Partiremo dall’entrata della casa.
Se la vostra abitazione si affaccia su un giardino, rifacendoci sempre alla Scuola del Ba-gua, proteggete l’entrata della casa da sguardi indiscreti. Create una semplice barriera, magari rappresentata da una siepe; evitate però alberi imponenti che potrebbero impedire il flusso del Ch’i.

Il vialetto che conduce alla porta d’ingresso, dovrà avere forme morbide e sinuose, per permettere all’energia di fluttuare con dolcezza, evitando così possibili frecce segrete.


Nel caso in cui il vostro viale fosse già realizzato ed in forma severa, potete, come rimedio, mettere una fontana di fronte alla casa, permetterà la dispersione del Ch’i negativo.
L’acqua, fonte di ricchezza, deve essere sempre limpida e scorrere dolcemente, quella stagnante trasporta materia organica in decomposizione.

I guardiani, generalmente disposti ai lati della porta d’ingresso, sono rappresentati da statue, doppie alberature, luci; essi creano un senso di rispetto verso il sito in cui si sta entrando, evitate però gli eccessi, potrebbero rallentare il Ch’i entrante.

L’orientamento ideale per l’entrata di un’abitazione è il Sud-Est, in quanto l’energia è Yang quindi attiva, in crescita. Orientate il centro del Ba-Gua della Scuola del Compasso (Ba-Gua fornito nell’articolo: “calcola il tuo elemento personale”) rispettando gli esatti punti cardinali, mirate il baricentro della vostra casa: se la porta è a Nord, l’abitazione sarà di conformazione Acqua. Ora, potete controllare se è compatibile con voi.

Confrontate il vostro Elemento personale con quello della porta di ingresso. Vi porto un semplice esempio: un’abitazione Acqua (ingresso a Nord) abitata da una persona Metallo; ci sarà incompatibilità con la casa in quanto sarà il padrone di casa (Metallo) ad elargire energia alla casa, (il Metallo genera l’Acqua).
In tal caso è opportuno dare energia al soggetto attraverso l’Elemento che precede il suo, ovvero la Terra. (la Terra genera il Metallo).
Potrà aggiungere quindi oggettistica in terracotta, i colori della terra alle pareti, oggettistica in ceramica e così via.

Il Ch’i deve entrare dolcemente, girare, fluire apportando beneficio alla casa. Se risulta troppo violento va smorzato e non deve ristagnare, l’energia bloccata è fonte di malessere e malattie. Evitate di disporre specchi di fronte alla porta d’entrata, respingerebbero immediatamente l’energia vitale entrante, impedendo alla casa e ai suoi abitanti di beneficiarne. Anche l’illuminazione ha la sua importanza, dona calore e vitalità. Cercate sempre di dare un’idea di ordine e pulizia.

Stato di fatto e Progetto di un ingresso


Come potete vedere nella foto a lato, l’entrata, attraverso oculati calcoli, ha subito una trasformazione radicale. Sono stati applicati correttivi appropriati, creando luminosità e calore all’ambiente. E’ stata realizzata una controsoffittatura, abbattute pareti tingendole di chiaro; così come la porta, per rendere ancora più solare l’ingresso.




L’angolo della storia.

In questa didascalia vi spiegherò l’origine dei 9 numeri associati al Ba-Gua.
Il Quadrato Magico Lo Shu.
La griglia Lo Shu è legata ad una leggenda secondo la quale, 4000 anni fa, l’imperatore Giallo vide uscire dalle acque del fiume Lo una tartaruga.
Sul suo dorso appariva una griglia suddivisa in nove aree contenenti 9 simboli corrispondenti a 9 numeri (dall’1 al 9), disposti in modo tale che la loro somma, in ogni direzione, fosse sempre 15. Questa griglia, di 9 settori corrisponde con le 9 aree del Ba-Gua: le 8 direzioni dell’ottagono più il centro.
Nell’associazione con il Ba-Gua della Scuola del Compasso, il Nord corrisponde sempre al numero 1 e il Sud al numero 9. Pertanto ad ogni giorno, mese e anno e ventennio, corrisponde un numero di Lo Shu, da cui si possono calcolare periodi favorevoli e non inerenti una determinata attività.

Vi aspetto sempre più numerosi al nostro consueto appuntamento!


Avete domande, curiosità? Contattatemi al mio indirizzo di posta elettronica:blu.design@alice.it
A presto!Cristina
12 Ottobre 2009 / / Arredamenti Diotti A&F

Nei giorni nostri, negli anni in cui viviamo, ci si muove sempre più velocemente, verso uno stile di casa nuovo. Case non più grandi come un tempo, ma bensì appartamenti ridotti e spazi limitati. Siamo sempre alla ricerca di soluzioni salvaspazio per una convivenza più ottimale: cucine che si sviluppano in altezza, per fare posto ai pensili , pouf contenitori in salotto, armadi costruiti su misura (come abbiamo visto nel mio post precedente), e camerette pensate non solo per essere vissute di notte, ma al contrario, progettate per una convivenza con la reale vita quotidiana e con angoli studio, creati apposta ad accompagnare i ragazzi nella crescita. Prima con il disegno attraverso il gioco e poi con lo studio, i compiti, le ore ed ore passate a scrivere…magari una e-mail al fidanzatino!

Ecco quindi, la nostra cameretta, trasformata non più in luogo di sogni, ma rivisitata per essere accogliente nelle ore diurne e luogo dove poter studiare e lavorare in totale tranquillità. Camerette con studio, progettate nei minimi dettagli, sempre luminose per mantenere spazi aperti e libertà nel movimento, eh sì perchè la cameretta diventa anche luogo di gioco.

Le scrivanie trovano alloggio in diverse posizioni. Piani ampi e spaziosi, arricchiti da mensole a muro. Scrittoi nascosti, scorrevoli e funzionali. Oppure, camerette a ponte con soppalco e scrivania integrata. Insomma tante possibili soluzioni ad ogni problema.

Una scelta vincente, la offre la cameretta Young, con letto a castello scorrevole, armadio a ponte e un grande scrittoio anch’esso scorrevole che nasconde dei grandi gradini contenitori. Vedere per credere:

Le camerette Young sono belle e luminose. In diversi materiali: legno di rovere naturale o sbiancato, rovere moro o tinto ciliegio o wenghè. Il piano scrittoio è disponibile anche in laminato. In più, ogni elemento della collezione può essere laccato opaco, in tanti colori vivaci. Qui la troviamo sui toni del verde e del bianco:

Se vi piace l’idea di creare un angolo studio nella camera dei ragazzi, il modello di cameretta Sirius propone soppalco, ponte e scrivania integrata con una vasta gamma di ben 20 colori laccati tra cui poter scegliere:

Come non lasciarsi tentare da tanta bellezza unita a tanta efficienza. Scelte di materiali, colori, scelta nelle possibili soluzioni. Una cameretta con angolo studio diventa spazio vivibile di giorno, di sera e di notte. Un posto intimo e appartato dal resto della casa, dai frastuoni della cucina. Dove poter invitare il migliore amico a dormire perchè sotto la scrivania c’è un letto nascosto pronto per accogliere l’ospite di turno. Un luogo dove poter conciliare il gioco e lo studio, un piccolo mondo dove i protagonisti principali, sono sempre i nostri figli.

12 Ottobre 2009 / / Blog Arredo

Cd roll
Di YCami questo elegante porta cd ruotante. Realizzato in alluminio anodizzato ha supporti per i cd in plastica trasparente per non rovinare le custodie. Disponibile in tre misure può contenere fino a 240 cd.

Vi avevo già segnalato altri porta cd qui e qui.

=> Continua!