13 Dicembre 2012 / / Guida Arredamento e Casa

Umidificatori per ambienti: collezione Hummi di Creativando.

L’azienda italiana Creativando, tra le sue proposte di piccoli complementi per la casa, vanta una collezione di umidificatori per ambienti, chiamata Hummi, dalla forma creativa e originale. Ogni umidificatore è realizzato in ceramica, con materiali atossici e privi di piombo, può essere facilmente appeso o applicato al calorifero e, quando il radiatore è spento, lo si può utilizzare alternativamente come complemento d’arredo grazie a un’esteica accattivante.

Questi umidificatori sono la versione creativa e simpatica dei normali modelli in ceramica che tutti conosciamo, usati soprattutto in inverno per evitare che l’aria delle stanze si secchi eccessivamente. Utilizzarli è molto semplice: basta riempire d’acqua lo spazio all’interno, aggiungere le gocce balsamiche per umidificatori (in commercio ce ne sono di varie fragranze) e appenderli al calorifero.

Una collezione divertente che umidifica e arreda

Tra le proposte più originali e divertenti della Creativando spiccano l’umidificatore Hummi a forma di cuore, rigorosamente rosso, perfetto per dare un tocco di colore alla stanza da letto, e quello a forma di camicia ripiegata, che in alternativa diventa un originale vaso per i fiori.

Tra le altre creazioni più innovative degni di nota sono l’umidificatore in veste di cornetta telefonica, quello a forma di bottone e quello che ricalca le linee di una borsetta da donna.Per i gusti più classici sono comunque disponibili modelli di umidificatori dalle forme più tradizionali.

Approfondimenti

Per prendere visioni dell’intera collezione di umidificatori Hummi e dei modelli disponibili con i relativi prezzi potete consultare la sezione store del sito aziendale.

13 Dicembre 2012 / / Guida Arredamento e Casa

Una casa dedicata al relax

La casa in campagna richiama l’atmosfera genuina della vita dei campi e il suo arredo deve rispecchiare a pieno la semplicità e la tranquillità campestre. Pertanto, niente soluzioni troppo elaborate ma tanta praticità e funzionalità, unita magari a colori caldi e ad arredi a tema.

Le soluzioni più gettonate per quanto riguarda lo stile d’arredo, in linea con l’ambiente e l’atmosfera da campagna, sono due, lo stile rustico e il country.

Stile rustico

È lo stile che per eccellenza rievoca il contesto caldo e accogliente della vita familiare e del focolare domestico e si basa su materiali molto semplici come il legno e la pietra. Si tratta di materie naturali, abbastanza economici e perfetti per arredare tutte le stanze della casa.

Il legno è utilizzato in genere per complementi come sedie, tavoli, armadi e piccoli oggetti ma trova largo utilizzo anche per la pavimentazione o per le travi a vista sul soffitto. La pietra invece è spesso impiegata per le murature, per varie rifiniture  e per i piccoli dettagli decorativi, come le cornici per il camino.

Stile country

È una tipologia d’arredo semplice ma allo stesso modo in grado di rievocare atmosfere lontane e passate. I mobili in questione hanno tinte chiare, o color pastello, e sono realizzati per lo più in legno laccato.

Oltre agli arredi classici, come tavoli, sedie, letti e divani, l’arredo country punta molto sui piccoli complementi come le credenze o le vetrine dove riporre in bella vista ceramiche o porcellane.

I dettagli completeranno l’atmosfera calda e accogliente; cesti di vimini rivestiti, tovaglie di lino o di stoffa grezza e candele sono gli accessori maggiormente utilizzati per ricreare un ambiente armonioso tipico della residenza di campagna in stile country.

13 Dicembre 2012 / / Guida Arredamento e Casa

Scegliere il luogo adatto per la lavanderia

Se avete una casa su più piani nel seminterrato, in genere, è già predisposto un locale pensato per le attività casalinghe, ma è possibile comunque ricavarne uno anche all’interno del vostro appartamento, qualora abbiate una stanza che non utilizzate o alla quale volete cambiare destinazione.

Come organizzare elettrodomestici e mobili

  • In questo locale non può mancare la lavatrice per il bucato, da disporre in base alle prese di corrente e alla conformazione della stanza. Se avete ulteriore spazio a sufficienza potete disporre di fianco alla lavatrice anche un’asciugatrice, qualora ne facciate uso.
  •  Per facilitarvi durante il bucato è sempre bene avere di fianco alla lavatrice un piccolo armadio o una dispensa dentro la quale sistemare i detersivi, così da avere tutti i prodotti dei quali vi servite abitualmente sempre a portata di mano.
  • Sistemare un lavabo nella lavanderia, laddove ci sia spazio, è utile per poter lavare a mano i panni più delicati senza necessariamente cambiare stanza.

Stendere i panni e stirare

Se il locale che avete a disposizione è abbastanza capiente,  lavatrice e lavabo a parte, potreste destinare un angolo per l’asciugatura dei panni e un altro ancora per la stiratura. La soluzione migliore per i panni da asciugare, sempre che non preferiate l’asciugatrice, è quella di affidarsi agli stendi-biancheria pieghevoli; in commercio ce ne sono di varie dimensioni e sono particolarmente comodi perché si possono richiudere facilmente quando non servono ed essere sistemati altrove, lasciando libero lo spazio che normalmente occupano.

Anche per quanto riguarda la stiratura potete optare per l’asse da stiro pieghevole, da richiudere e riporre quando non serve. In alternativa ne esistono anche di modelli fissi, dotati anche di appoggi per riporre sia la biancheria da stirare che quella appena stirata.

13 Dicembre 2012 / / Blogger Ospiti

Abbiamo l’onore di partecipare come relatori a un incontro che ha un tema che ci piace molto: l’Italia da raccontare.

Il racconto è una delle colonne della nostra attività, come testimonia il dialogo in rete che portiamo avanti ogni giorno ormai da molti anni.

Domani alle 17.30 – al Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma – racconteremo il nostro lavoro, figlio del nostro territorio, e la passione con cui cerchiamo di evolverlo.

Grazie agli organizzatori per il gentile invito!

L'Italia da Raccontare