29 Marzo 2013 / / Blog Arredamento

Nomi importanti quelli messi sul piatto da Caimi Brevetti.
L’azienda, specializzata in arredamento e complementi d’arredo per ufficio, si presenta in grande spolvero per questa edizione del Salone Internazionale del Mobile. Caimi, marchio con quasi 65 anni di attività alle spalle, è una delle principali realtà produttive europee design-oriented del settore.
Questa vocazione risulta evidente scorrendo la lista di designer che hanno prestato le loro firme ai prodotti dell’azienda di Nova Milanese.
Difficile immaginare quali prodotti popoleranno gli stand di Caimi Brevetti al prossimo Salone del Mobile.
Potrebbe essere Kaleidos, la sedia disegnata da Michele De Lucchi in collaborazione con Sezgin Aksu? Possibile data la menzione d’onore ricevuta da questo prodotto al XXII premio Compasso d’Oro.

Scegliendo il metro dei premi e dei riconoscimenti anche il sistema di pannelli fonoassorbenti Mitesco di Michele De Lucchi dovrebbe trovare di diritto un posto al sole negli stand dell’azienda. Questo sistema dedicato all’acustica ha infatti vinto il GrandesignEtico International Award 2012.

Il catalogo dell’azienda offre moltissimi spunti, tra le novità fa bella mostra di sé il tavolino Susu, con design curato in tandem da Sezgin Aksu e Silvia Suardi. Di questo elemento si può apprezzare la cura nel disegno delle gambe che creano un elegante disegno intrecciato ad esagono.

L’invito al Salone del Mobile di questa azienda ci offre lo spunto ideale per presentarvi anche il SaloneUfficio, e in particolare l’evento principale di questo appuntamento: Progetto: ufficio da abitare, Caimi infatti abbraccia un approccio etico e umano all’interior design.
Un esempio indicativo della filosofia del marchio sono le parole con cui il designer Michele De Lucchi presenta il progetto sviluppato con Caimi per il sistema Mitesco: «Non trattiamo più l’ambiente in base ai suoi connotati formali e di colore ma in base a elementi più raffinati, cioè elementi sensoriali. Il suono è tra questi forse l’ultimo arrivato, ma è sicuramente uno dei più importanti».
Quello che animerà il SaloneUfficio è un progetto promosso da Jean Nouvel che lo presenta con queste parole: «E sono proprio la nozione del piacere del vivere in un ambiente di lavoro, la ricerca di nuovi materiali e di nuove tecnologie per realizzare soluzioni confortevoli, efficienti e rispettose dell’uomo e dell’ambiente quelle che “Progetto: ufficio da abitare” vuole far emergere. Abitare gli uffici come si abita la propria casa, la propria città».
Questa la sintesi di un progetto articolato ed ambizioso che lo stesso architetto spiega più estesamente con voce e parole sue.
Il punto di contatto tra questo evento e Caimi Brevetti non è solo concettuale, infatti Jean Nouvel ha chiamato, tra gli altri, anche Michele De Lucchi a prendere parte attivamente all’evento da lui ideato.

Se vi abbiamo incuriositi almeno quanto ci siamo auto-incuriositi parlandovene, potrete trovare Caimi Brevetti al Salone Internazionale del Mobile dal 9 al 14 aprile presso il Padiglione 16 – Stand E31 e al SaloneUfficio Padiglione 22 – Stand B29 e C20.
Inoltre potrete acquistare comodamente online questi ed altri mobili Caimi Brevetti Su ArredaClick.com.

29 Marzo 2013 / / Blog Arredamento

“Qualità” è un vero e proprio mantra in casa Sedit e l’azienda è molto chiara sui principi che la guidano:

  • prodotti 100% Made in Italy
  • costante ricerca di materiali innovativi
  • progettazione di soluzioni tecniche d’avanguardia

Per questo non stupisce che nel suo invito al Salone Internazionale del Mobile 2013 suggerisca di dare una sbirciatina a due linee in particolare: iMultifunzione e Expandpouf.
Non stupisce il suggerimento, ma stupisce la linea iMultifunzione, una collezione di tavolini e consolle dal design moderno che in poche mosse si trasformano grazie a soluzioni tecniche ingegnose e quando dico “in poche mosse” non intendo con difficili combinazioni di movimenti degni di un contorsionista, ma così!

Ancor più dei tavolini, sono le consolle a lasciare a bocca aperta. Fiesta, ad esempio, raggiunge la strabiliante misura di 3 metri e diventa un comodo tavolo capace di ospitare qualunque esercito decidiate di invitare a pranzo.
E per quanto riguarda i materiali innovativi? Expandpouf è la risposta di Alessandro Comerlati per Sedit.
Una collezione di pouf che l’azienda definisce “attivi con memoria”. Realizzati in Spandex Du pont, una microfibra sintetica in grado di aumentare la sua lunghezza fino a 7 volte e tornare alla dimensione originale senza deformazioni. Expandpouf reagisce ai movimenti del corpo espandendosi e comprimendosi e garantisce, quindi, il massimo comfort.
Come sempre se non vedo non credo ed ecco la prova provata di quanto dicono di lui!

Non c’è che dire, due suggerimenti che vale la pena di cogliere! E se vorrete cogliere dal vivo potrete trovare Sedit al Salone Internazionale del Mobile 2013, dal 9 al 14 aprile presso il Padiglione 14 allo Stand C36.
Inoltre, potete acquistare comodamente online i prodotti Sedit su ArredaClick.com.

 

29 Marzo 2013 / / Decor

Avete mai prestato attenzione alla nutrita schiera di architetti che snocciolano consigli in TV ultimamente? Dicono spesso che uno specchio aumenta la profondità degli ambienti, facendoli sembrare più grandi. Uno specchio, però, è anche un elemento decorativo e in molti casi di design.
Un esempio? Che ne dite di Adamo & Eva, un originale specchio dalla forma iconica maschile e femminile disegnato da Andrea Lucatello.Quando si parla di design si pensa immediatamente a forme iper moderne, ma esistono diverse ispirazioni a cui attingere e anche il design classico può offrire spunti interessanti. Il risultato può essere uno specchio barocco come Pablo.

Oppure uno specchio in stile Art Nouveau come Lady O, ideale per ambienti dal gusto shabby-chic o per dare un tocco originale e unico ad una stanza più convenzionale.

Un primo dubbio amletico che può assalire nello scegliere lo specchio ideale può essere: con cornice o senza cornice? Questione di gusti e, in entrambi i casi, le forme, le dimensioni e i materiali sono moltissimi.
Gli specchi privi di cornice si sposano perfettamente con i gusti moderni, spesso minimalisti, e permettono di giocare con le forme, integrandosi armonicamente con la superficie sulla quale sono posti. Spesso hanno forme che richiamano elementi naturali.

Anche le forme geometriche semplici e lineari sono molto diffuse e svolgono perfettamente la funzione per cui li consigliano i “tele-architetti”, lasciando il ruolo di protagonisti agli altri elementi d’arredo e dando un più ampio respiro all’ambiente.

Geometrie o forme sinuose? Se non sapete scegliere c’è comunque una soluzione. Vanity unisce la forma rettangolare ad un profilo sagomato e curvato che gli conferisce un design accattivante e che crea una piccola superficie d’appoggio in un simpatico e piacevole gioco delle tre dimensioni.

L’idea di uno specchio con cornice può fuorviare e ricordare i vecchi specchi massicci e dall’aria austera delle nonne, in realtà la cornice è solo una possibilità in più per i designer!

Non solo forme e moduli originali per comporre le cornici, ma anche materiali e stampe ricercati ed estrosi. Botero Text è uno specchio semplice nelle forme, che consente di sbizzarrissi con il rivestimento della cornice.

Non è una vera e propria cornice, ma piuttosto una struttura cilindrica quella che sorregge il particolarissimo specchio free standing Kolonaky, ricavato da una sezione obliqua di questo cilindro.

Un’altra proposta interessante è Breccia, caratterizzato da un design ricercato e anticonvenzionale curato da Creative Design, che sembra voler rivisitare l’estetica classica in chiave ultra-moderna.

“Nessun uomo è un’isola”, una massima che alcuni modelli di specchio fanno propria. Utilizzare gli specchi come elementi di decorazione della casa significa pensare a  vere e proprie composizioni, oltre che ai singoli  elementi.
Il set di specchi colorati Atomo risulta perfetto per questo scopo.

E allora non servono pennelli, stencil, attrezzi e attrezzini mai visti o sentiti per dedicarsi alla decorazione, bastano solo il proprio gusto personale e qualche specchio di design!

29 Marzo 2013 / / News

Salone del Mobile e Design Week Milano aprile 2013: Berto Salotti sarà presente al FuoriSalone VenturaLambrate con una sessione aperta di lavoro artigiano:

#divanoXmanagua

Co-Creazione artigiana aperta a tutti
per realizzare il primo divano prodotto dalla gente comune, 
per il bene dei giovani,
per la solidarietà con il Nicaragua e per il futuro del lavoro artigiano.

In collaborazione con Terre des Hommes Italia e Centro Formazione AFOL Meda, Corso Tappezzieri.

#divanoXmanagua pezzo unico 100% handmade

Il nostro amatissimo #divanoXmanagua è quasi pronto.

Gli standard qualitativi sono vertiginosamente alti, il risultato che già intravediamo sarà tale da posizionare questo pezzo unico a un livello riservato a prodotti di eccezione.

Ne siamo già orgogliosi, non vediamo l’ora di concludere l’opera!

Tra pochi giorni, il 2 aprile, ci sarà la quinta sessione, e poi, l’11 aprile, concluderemo il lavoro tutti insieme nell’ambito del FuoriSalone da molti giudicato più interessante: quello di VenturaLambrate.

Saremo proprio in Via Ventura 3, nel cuore del nuovo “Design District” milanese, per il momento clou del progetto, che vedrà la sessione conclusiva del lavoro artigiano su #divanoXmanagua.

Sarà una giornata intensa, in cui… lavoreremo insieme in molti modi, mettendo le mani su #divanoXmanagua, ma anche riflettendo insieme su come far sì che il talento artigiano e manufatturiero italiano ritrovi una strada luminosa, in grado di migliorare il futuro dell’economia e del lavoro di tutti.

Ecco cosa faremo.

11 aprile 2013 – Via Ventura 3, presso Coworking Cowo Milano/Otto Film (di fronte a Radio 101).

Programma della giornata: 

Ore 10.00 – 12.00:
Sesta sessione aperta di lavoro artigiano #divanoXmanagua

Ore 10.00 – 20.00:
Diretta web con streaming video
 (comunicheremo presto l’indirizzo internet da cui seguire la diretta video)

Ore 10.00 – 20.00:
Diretta web su Twitter
– hashtag #divanoXmanagua – il nostro profilo è @BertoSalotti

Ore 16.00 – 17.00:
Google Hangout / Conferenza online su
 ”Futuro artigiano tra innovazione e solidarietà” con la partecipazione di:

–   Filippo Berto (Ceo Berto Salotti) – “Perché il futuro artigiano passa dall’innovazione, e perché la solidarietà è un pezzo di innovazione”

–   Paolo Ferrara (Responsabile Comunicazione e Fundraising Terre des Hommes Italia) – “Il lavoro come fattore di futuro”

Stefano Micelli (Economista, Professore Università di Venezia e autore di “Futuro Artigiano”)

Stefano Maffei (Docente e ricercatore Design Industriale PoliMi)

Alessia Mosca (Camera dei Deputati, XVII Legislatura)

Renato  Mattioni (Direttore Camera di Commercio Monza e Brianza)

Barbara Riva (Direttore Generale AFOL)

Angelo Longo (Direttore Centro di Formazione AFOL Meda)

La conversazione avverrà in collegamento con il responsabile di Terre des Hommes Italia da Managua, Nicaragua

Ore 17.00 – 18.00:
Sessione conclusiva di lavoro artigiano su #divanoXmanagua 

Ore 19.00:
Bicchierata di festeggiamento 

Ore 20.00:
Shooting session fotografica #tuttisuldivano

Tutta la giornata è aperta al pubblica e tutti sono invitati: consigliamo la registrazione sulla pagina ufficiale del progetto #divanoXmanagua.Vi aspettiamo!

 

Berto Salotti's Divano x Managua
Berto Salotti @ VenturaLambrate FuoriSalone
28 Marzo 2013 / / Blog Arredamento

Un invito che dice più di mille parole: tavoli e sedie, ecco il punto forte di Midj.
Non è un caso che sul sito istituzionale dell’azienda, tra le novità di quest’anno, si trovino praticamente solo sedute.
Anche Midj, come molti altri, non si sbottona sul prossimo Salone Internazionale del Mobile e a noi non resta che azzardare qualche ipotesi su cosa potremo trovare nei loro stand.
La sedia Nenè salta subito all’occhio. D’altronde quest’anno il polipropilene va forte e Midj non ci fa mancare la sua proposta con design curato da Paolo Vernier.

Da un design essenziale e anche classico (Nenè è proprio a forma di sedia!) passiamo ad una poltrona il cui nome dice davvero tutto, si chiama infatti Palla. Il disegno di questo elemento si basa, nemmeno a dirlo, su linee di forma circolare e semicircolare ed è curato da Giulio Cianfarra.

Questa azienda pensa davvero a tutti i gusti così, cambiando completamente genere, troviamo la poltrona in cuoio Apelle. Le linee pulite e leggere lasciano subito intuire il tocco femminile, infatti il design di Apelle è stato curato da Beatriz Sempere.

La scelta di affidare ad una nutrita squadra di designer affermati la cura dei propri prodotti fa sì che Midj possa vantare un catalogo poliedrico e versatile caratterizzato da stili molto diversi tra loro (Palla e Apelle vi sembrano imparentate?).
Inoltre la mano dei designer si vede e si apprezza e Raff S non fa eccezione. La seduta in poliuretano stampato ha una linea moderna che costituisce già un classico del genere. In questo caso il design è stato curato da Area44.

Con queste premesse non resta che andare a vedere di persona!
Troverete Midj al Padiglione 8 Stand C29 e C31.
Inoltre potete acquistare comodamente online i prodotti Midj su ArredaClick.com.

 


Scrivanie e porta pc sono ormai diventati arredi essenziali. Chi ha la fortuna di lavorare a casa sicuramente possiede una scrivania da studio super attrezzata: cassettiera, casellari, passacavi e tutto il necessario per avere gli “attrezzi da lavoro” a portata di mano. La scrivania è uno di quei mobili immancabili nella cameretta dei bambini e dei ragazzi, per studiare o fare i compiti. Se avete un piccolo angolo studio-relax in casa, o volete attrezzare una zona lavoro, una scrivania è sicuramente la prima cosa che acquisterete. Insomma: studio, lavoro, tempo libero, lettura…e per i pochi amanuensi rimasti nell’era digitale, anche scrittura. La scrivania è un mobile a cui nessuno può rinunciare, e proprio per questo motivo ne esistono di svariati modelli: dalla più classica in legno massello o in stile shabby-chic, fino alle scrivanie moderne in vetro, legno, laccato o laminato.
Logic è una scrivania in legno con piano asimmetrico di alto impatto estetico. Il piano di lavoro non è di grandi dimensioni, ma permette di leggere e lavorare al pc. La sezione obliqua della scrivania è dotata di un fermacarte. Logic è una perfetta scrivania per il soggiorno e può essere integrata alle pareti attrezzate della stessa collezione: ideale per chi ha un soggiorno piccolo e vuole una soluzione in grado di rispondere a più necessità.
Athos si addice ad ambienti classici e moderni: una scrivania con cassetto centrale ed un piano spazioso caratterizzato da un inserto in cuoio. Un dettaglio dal sapore classico per una scrivania in legno massello di frassino destinata a sopravvivere alle mode.
Una scrivania su misura per il vostro home office? Musa è una scrivania sagomata personalizzabile. A parete o free standing, può avere il piano in cristallo di varie forme e le gambe a scelta tra 12 modelli di svariati colori.
Avete poco spazio in soggiorno, in camera, in corridoio o in cameretta? optate per una scrivania sospesa: Kosmos è uno scrittoio a muro con pannello di copertura estraibile ideale per nascondere cavi e dispositivi adsl.
Design contemporaneo ed eleganza: queste le caratteristiche della scrivania moderna Zac. Piano e due cassetti sono integrati in un’unica struttura in legno di olmo o rovere, che sembra sospesa tra le gambe in acciaio verniciato.
Praticità e colore caratterizzano la scrivania free-standing con ruote Goose. Gambe personalizzabili, piano in svariati modelli, numerosi accessori disponibili. Ideale per la cameretta, per l’ufficio, per uno studio informale.

28 Marzo 2013 / / Blog Arredamento


Il loro letto a castello per bimbi Bunky, design Marc Newson, è stato recentemente insignito del premio China Home Trends Award 2013. Sono stati i vincitori del Compasso d’Oro Award nel 2008 e ancora nel 2011.
I loro prodotti si trovano nei migliori musei del mondo, solo per citarne alcuni: il Pompidour di Parigi, il Vitra Design Museum, il Kunst di Vienna, la Triennale di Milano, il MoMA di New York e il Victoria & Albert Museum di Londra. I designer che collaborano con loro sono tra i migliori in campo: primo fra tutti Eero Aarnio, seguito da Philippe Starck, i fratelli Bouroullec, Jasper Morrison, Ron Arad, Marcel Wanders, Karim Rashid e molti altri.
Stiamo parlando ovviamente di Magis: fondata nel 1976, non ha mai smesso di stupire per il design innovativo e l’uso di materiali all’avanguardia. Fra le ultime novità del 2012, la sedia ecologica Zartan realizzata in polipropilene riciclato con l’aggiunta di fibra di vetro, di legno o naturali come juta e canapa. Design Philippe Starck.

Eclettico ed originale, l’arredamento di design di Magis è sempre in mostra nelle migliori fiere nel settore arredo e design. In occasione della Internationale Möbel Messe di Colonia dello scorso gennaio l’azienda ha messo in mostra i pezzi più recenti, con un nuovo allestimento presso Design Post: Zartan e S.S.S.S. di Starck, Cyborg e Troy di Wanders, Pila di Ronan & Erwan Bouroullec, che hanno inoltre ricevuto una nomination per il A&W Designers of the Year 2013.

Non sappiamo cosa aspettarci da Magis al Salone del Mobile 2013. L’invito è tra i più enigmatici della storia degli inviti al Salone: dobbiamo aspettarci la presenza di grandi novità tali da far ribollire le macchine fotografiche?
Per cercare di immaginare “Il Mondo che Abiteremo” secondo Magis, vediamo alcune tra le migliori sedie di design create da brand dal 1996 ad oggi.
1996 L’anno dello sgabello Bombo di Stefano Giovannoni. Oggi Bombo è un’icona, super-copiata e imitatissima.
Ma il Bombo resta il Bombo: unico e originale.

2003 Nasce la Chair_One di Konstantin Grcic: un esempio moderno di applicazione della tecnica di pressofusione di alluminio. Tra pieni e vuoti, un successo acclamato dal mercato e dalla critica.

2004 È stato l’anno di Me Too, una collezione di oggetti e mobili di design per bambini dai 2 ai 6 anni. Fatto da designer che sanno pensare con la testa dei bambini!

2006 Magis presenta al Salone del Mobile 21 nuovi progetti, a conclusione di un ciclo progettuale di circa tre anni. Indimenticabile la sedia Chair First di Stefano Giovannoni: un primato nell’air-moulding.

2009 Escono sul mercato i prodotti nati dalla collaborazione tra Magis e il mito del design francese Pierre Paulin: Flower ed Elysée.

Potete trovare Magis al Salone Internazionale del Mobile di Milano, dal 9 al 14 aprile: Padiglione 20 – Stand C15 – D12
Showroom Magis: Corso Garibaldi 77, Milano.

Potete inoltre acquistare l’arredamento di design Magis online: www.arredaclick.com

28 Marzo 2013 / / Make Your Home

Per combattere il grigio di un ennesima brutta giornata! Baci MakeYourHome

Immagini chictip.com
27 Marzo 2013 / / Blog Arredamento

WE DO WHAT WE LIKE THAT’S THE DIFFERENCE
Il segreto di Miniforms svelato: seguo il mood e lo dico in inglese, TO STAND OUT.
Perché distinguersi è al giorno d’oggi l’unico modo per sopravvivere.

L’arredamento di design Miniforms è fatto di dettagli accuratamente studiati e lavorazioni artigianali di alto livello. Le collezioni proposte finora dal brand parlano di due trend distinti: da una parte l’ispirazione contemporanea, con la collezione moderna “Audere Semper” ; dall’altra una tendenza dal sapore vintage-chic, in cui vince la semplicità delle forme di mobili e complementi d’arredo in cui il legno è protagonista indiscusso, accompagnato da colori d’accento. Niente di più azzeccato, poiché si mormora infatti che il colore regnerà sovrano al Salone del Mobile 2013. Non ce lo siamo inventato, lo dice anche CASAMICA nel suo ultimo numero dal tema “decorAzione”.

Le atmosfere proposte da Miniforms non deludono le aspettative: sono sempre giocose, con forme, materiali ed abbinamenti di colori inediti. L’arredamento Miniforms è pensato per una casa moderna in cui la cura dei dettagli e dell’estetica si fanno portavoce di chi vi abita. Miniforms propone arredi per persone con le idee chiare sull’interior design e sulle ultime tendenze, persone in grado di arredare sperimentando.
Il mondo Miniforms descritto da…Miniforms: “Il Nostro Mondo. Fatto di cose discrete e funzionali, un mondo in cui pochi oggetti ricchi di fascino e personalità possono fare la differenza e rendere tutto più magico”.

Ma ecco qualche preview di quello che la veneziana Miniforms presenterà al Salone del Mobile 2013.
Potete trovare Miniforms al Salone del Mobile 2013, dal 9 al 14 aprile, presso il Padiglione 10 Stand B15
Miniforms sarà inoltre presente al Fuorisalone presso “Intimissimi Store Duomo” – Galleria Pattari

Potete inoltre acquistare Miniforms online: www.arredaclick.com


Carattere. Una parola e molteplici significati, ma noi parliamo di arredamento e, quindi, di elementi in grado di conferire carattere ad un ambiente. Molto spesso si pensa al salotto e, tra divani, poltrone, tavolini e tutte le loro infinite varianti, sfugge di mente la chaise longue.Se ne trovano per tutti i gusti: fisse, girevoli, basculanti e nei materiali più disparati: laccatotessuto, cuoio, pelle, ecopelle, metallo e anche materie plastiche. Ne esistono addirittura dei modelli ergonomici consigliati per mantenere una corretta posizione a riposo.

I modelli più classici sono quelli con seduta imbottita, rivestiti in pelle o ecopelle.

Oltre alla più diffusa struttura in metallo si possono trovare delle chaise longue realizzate con materiali naturali come il legno, abbinati ad un design moderno ed essenziale.

Senza dimenticare i modelli in cui la distinzione tra seduta e struttura è impercettibile perché queste si fondono in un’unica linea sinuosa e dall’aspetto morbido.

Non bisogna dimenticare nemmeno i modelli trasformabili, che possono essere ripiegati su se stessi per diventare eleganti poltrone.

Non mancano nemmeno proposte originali e stravaganti, dal design ricercato e dalle finiture audaci, ideali per catalizzare l’attenzione e dare un tocco unico al proprio salotto.