5 Giugno 2013 / / News

Siamo orgogliosi e felici di annunciare la cifra raccolta da #divanoXmanagua nel corso della Cena di Solidarietà e Lavoro Artigiano di lunedì 27 giugno a Monza.

Un risultato che smentisce molti luoghi comuni sulla chiusura del territorio brianzolo e apre a una visione del futuro positiva e inclusiva, in grado di portare futuro ai giovani.

Da qui, comincia un lavoro molto importante: seguiteci per le ulteriori fasi del progetto #divanoXmanagua!

COMUNICATO BERTO SALOTTI – TERRE DES HOMMES ITALIA:
RACCOLTI 7.300 EURO
PER IL CENTRO DI FORMAZIONE DI TERRE DES HOMMES ITALIA IN NICARAGUA.

Entusiasmo, passione, e grande coinvolgimento aIla  cena  #divanoXmanagua del 27 maggio scorso,   organizzata da Berto Salotti e dalla Fondazione Terre des Hommes Italia in collaborazione con Fonderia dei Talenti, Camera di Commercio Monza e Brianza e Confartigianato Milano Monza e Brianza al Ristorante Noble di Monza. 

Una serata che ha potuto contare sull’adesione entusiastica di 90 persone e la straordinaria conduzione di Mariangela Pira, anchorwoman di Class CNBC

Sul mitico divano che ormai è soprattutto un simbolo di un modello di responsabilità sociale di impresa che fa scuola, al microfono di Mariangela, si sono succeduti parlando di futuro artigiano e solidarietà: 

  • Filippo Berto, titolare di Berto Salotti (foto 1)
  • Paolo Ferrara, Responsabile Comunicazione e Fundraising Terre des Hommes Italia
  • Teodoro Aniceto, delegato di Terre des Hommes in Nicaragua (presente in videoconference skype da Managua)
  • Alessia Mosca, Camera dei Deputati, XVII Legislatura
  • Giovanni Barzaghi, Presidente Confartigianato MI-MB
  • Stefano Maffei, Docente e ricercatore Design Industriale PoliMi
  • Renato Mattioni, Direttore della Camera di Commercio Monza e Brianza
  • Stefano Micelli, economista e Professore dell’Università di Venezia, autore di “Futuro Artigiano” (foto 2)
  • Angelo Longo, Direttore Centro di Formazione AFOL Meda
  • Lorenzo Pompei, Fonderia dei Talenti
  • Alessandro Castello designer di  Castello Lagravinese Studio
  • Donatella Vergari, Segretario Generale di Terre des Hommes (foto 3)
  • …e naturalmente i fantastici ragazzi (foto 4) della scuola di tappezzeria di Meda e i loro Maestri Artigiani

Ringraziamo tutti, ma proprio tutti, per la splendida serata, che con i  7.300 euro raccolti darà la possibilità ai ragazzi disagiati di Managua di imparare un mestiere meraviglioso e avere un futuro di dignità e libero dalla povertà!

Filippo Berto e Mariangela Pira

Micelli sul divanoXmanagua

Team Terre des Hommes sul divanoXmanaguadivanoXmanagua: cena di solidarietà a Monza 27/5/2013

 

 

 

 

5 Giugno 2013 / / Design

Progettare la cucina online è utile su molti fronti: sia per organizzare i mobili in modo organico e funzionale, che per farsi un’idea della resa estetica finale.
La rete offre una vastissima scelta di piattaforme e programmi per configurare e visualizzare i mobili cucina, ma se volessimo vedere come starà la cucina in casa nostra?
In questo caso la soluzione è progettare la cucina in 3D. Non è semplice: c’è chi può farlo da solo utilizzando software gratuiti come SketchUp, c’è chi non saprebbe davvero da dove cominciare, io per prima…per questo abbiamo pensato ad un servizio per progettare la cucina online, gestito dai nostri professionisti del Team 3D di ArredaClick.
Progettare casa e arredamento online è rapido e low cost: è sufficiente compilare un questionario ed inviare foto e piantina della stanza da arredare. Naturalmente si possono indicare varie preferenze tra cui colori e stili di arredamento preferiti.
Insomma, è vero che da sempre ArredaClick incoraggia la configurazione “do it yourself” ma quanto è più semplice rispondere un questionario, inviare qualche foto e poi trovarsi il progetto della nostra cucina nella casella email, pronta per essere navigata e mostrata ad amici, famigliari, genitori…?
Vogliamo parlare della soddisfazione di avere un progetto personalizzato su misura?

Abbiamo realizzato molti progetti di cucine moderne per case diversissime, sia per stile che per dimensioni.
Non importa quanto sia grande la cucina o la vostra casa, l’importante è utilizzare gli spazi al meglio e soprattutto come piace a voi! Siamo qui prontissimi a risolvere tutti i vostri problemi ed esaudire le vostre richieste, compresa la parete a lavagna dedicata al marito dimenticone.

La cucina di Giorgio e Valentina nasce da una precisa richiesta: progettare una cucina dall’atmosfera nordica…in Sicilia. Sarà il gran caldo dell’isola, ma i proprietari di questa cucina hanno voluto abbassare la temperatura attraverso l’uso di colori freddi, optando per l’intramontabile abbinamento bianco e nero.

Claudia vive nella tipica corte milanese in zona Navigli. Un piccolo bilocale con cucina a vista. Unica richiesta di Claudia è stata abbinare cucina e ambientazione alle piastrelle nere già presenti in casa. L’unica fonte di luce per questa stanza, come indicato da Claudia, è la porta finestra. Per mantenere l’ambiente luminoso abbiamo optato per una cucina bianca con qualche tocco di rosso.

C’è chi preferisce Audrey, chi ci chiede la Vespa d’epoca in salotto e poi ci sono loro: i fan di Marilyn. Ed è così che le rosse labbra della Monroe sono finite nel progetto di questa moderna cucina angolare.

Moderna, elegante, raffinata, minimalista. Tante richieste, non facilissime da interpretare, ma su cui il Team 3D si è trovato d’accordo: la diagnosi unanime è stata “…per Carlo e Gianna solo una cucina bianca e nera, atmosfera ordinata e rarefatta, dettagli di design“. Detto, fatto.


Questa pazza primavera ci potrebbe quasi far dire: “lasciate ogni speranza o voi che uscite”. Allora noi, senza paura alcuna e senza scaramanzia di sorta, vi parliamo di ombrelloni da giardino, anzi ve li facciamo vedere da vicino. In fondo, per continuare con le citazioni, qualcuno diceva anche: “Quasi sempre dietro la collina è il sole”. Per ripararci un po’ da questo fantomatico sole e goderci al massimo i nostri spazi all’aperto esistono  ombrelloni davvero di tutte le fogge, adatti per il giardino, il bordo piscina o per il terrazzo.
Una soluzione che permette di godere al massimo di tutta l’ampiezza dell’ombra prodotta è quella che prevede il palo laterale che in questo modo lascia completamente sgombra l’area al di sotto della copertura. Qualche esempio?
Ombre (un nome e una garanzia):

 Capri (che, in effetti, non sfigurerebbe su una terrazza della nota isola):

Shade (per chi preferisce un design minimalista):

Monaco (dal design quasi “medioevale”):

Se invece avevate in mente dei lunghi e rilassanti pranzi della domenica, con le gambe comodamente posizionate sotto al tavolo e con la testa all’ombra, la soluzione che fa per voi è il classico ombrellone con palo centrale che può essere posizionato nel foro centrale dei tavoli da giardino.
Tavolo rettangolare? Ecco a voi Stresa

Tavolo rotondo? Meglio Como

Se non siete ancora paghi di sognare il sole e il modo giusto di ripararvi date un’occhiata alle altre proposte qui sotto!

Ombrellone da esterni Cortina
Ombrellone fisso in legno iroko modello Luna
Ombrellone da giardino a braccio Eolo
Ombrellone da giardino in alluminio Iseo
Ombrellone da giardino girevole a 360 gradi Elba
Ombrellone da giardino D'Oro
Ombrellone a palo laterale Bali
Ombrellone per tavolo da giardino Parigi