L’arredamento per lo studio in casa non deve per forza prendere ispirazione dall’arredo ufficio. Per chi ha la fortuna di lavorare in casa, organizzare gli spazi di lavoro può diventare un piacere, ma anche una sfida. Infatti se tutto è più semplice quando si ha un’intera stanza a disposizione da convertire in studio, quando gli spazi o il budget sono limitati, tutto diventa – o appare – più complicato.
Esistono varie soluzioni per l’arredamento dello studio in casa, ma quello che è certo è che ci sono due must have: i mobili indispensabili per arredare il vostro studio casalingo e per lavorare bene sono una scrivania e una sedia comoda.

La sedia
Non sottovalutate l’importanza della sedia perché nonostante siate più liberi di organizzare i tempi di lavoro in autonomia e quindi di rilassarvi o fare yoga tra un lavoretto e l’altro, ci sono comunque professioni, o mestieri, per cui è necessario stare seduti a lungo.
Puntate quindi su sedie ergonomiche, in particolare se siete costretti a stare seduti per molte ore, o viceversa, a stare in piedi molto a lungo. In entrambi i casi la circolazione ha bisogno del vostro supporto, non abbandonatela!
La sedia ergonomica Capisco è una sedia da ufficio, ma il suo design e i colori la rendono perfetta anche per l’arredamento di uno studio in casa dallo stile informale.
Per chi invece mette l’estetica al primo posto e magari non passa molte ore alla scrivania, una sedia classica ed elegante come Kuga è l’ideale. Linee curate e moderne e una seduta imbottita con lavorazione capitonné, la rendono una sedia perfetta per l’arredamento di uno studio raffinato e contemporaneo. Ottimo l’abbinamento con lo scrittoio minimalista Zac.

La scrivania
L’arredamento dello studio in casa non per forza prevede l’uso di una stanza dedicata.
Se lo spazio è limitato non disperate, le soluzioni sono tante.
Andiamo per gradi, dal più piccolo al più grande.

Per uno spazio piccolissimo si può optare per un angolo studio inserito in nicchia, che all’occorrenza può essere nascosto dietro ante a libro come le Style, pensate per armadi a muro. Negli spazi piccoli bisogna sapersi ingegnare! Questa soluzione è l’ideale anche se volete risparmiare sui mobili: scrivania e mensole sono costituti da ripiani, a cui si aggiunge una cassettiera su ruote. Meglio scegliere una sedia regolabile in altezza, in modo da poterla infilare sotto la scrivania una volta “chiuso lo studio”.
Se siete in due a dover condividere uno spazio limitato e siete agli inizi della vostra avventura lavorativa, le classiche scrivanie porta pc con ruote sono quello che fa per voi. Le potete spostare e posizionare dove volete, in più sono componibili e realizzabili in varie dimensioni. Le Socrate di Caimi Brevetti sono versatili, trasformabili e in indistruttibile acciaio microforato. Per le super scrivanie direzionali e le poltrone presidenziali in pelle c’è sempre tempo, o mi sbaglio?

Un’altra idea per l’arredamento dello studio in casa è una soluzione…che in realtà sono due. Lo scrittoio a penisola Hyperion è l’ideale sia per piccoli studi casalinghi, sia per una stanza-studio. Infatti questa scrivania si può integrare ad una parete attrezzata. L’intera composizione, o lo scrittoio da solo, possono arredare un soggiorno in cui si intenda ricavare l’angolo studio, o l’intera stanza adibita a studio.

Stesso concetto del “2 in 1″ vale per la libreria con scrittoio integrato Almond.

Se lo spazio è ampio è possibile collocare liberamente scrivania, libreria e tutto il necessario per lavorare in casa. Con un arredamento moderno dalle connotazioni informali si può integrare studio e casa, per creare un home office di tendenza. La collezione Almond permette di creare librerie e scrivanie ultra personalizzate, disponibili in svariati colori.

L’arredamento per lo studio in casa deve assolutamente rispecchiare la vostra smodata passione per il design? Allora vi consiglio la scrivania di design con gambe a cavalletto Teatro di Magis, un classico dell’arredamento creato negli anni ’80 da Marc Berthier, uno dei più illustri portavoce dell’industrial product design.


Il concetto di luogo di lavoro a misura d’uomo è stato, e tuttora è, oggetto di molte riflessioni e di diversi studi e progetti da parte dei grandi designer.
Non ultimo Jean Nouvel all’ultima edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, in cui ha presentato il suo progetto “Ufficio da Abitare”.
Ovviamente lasciamo questo tipo di riflessioni a chi davvero se ne intende, ma nel nostro piccolo abbiamo deciso di occuparci di tutta quella serie di oggetti quotidiani e indispensabili senza i quali la vita in ufficio sarebbe irta di piccoli grandi ostacoli. Stiamo parlando dei complementi per ufficio.
Come prima cosa alla mattina si arriva in ufficio, ci si toglie la giacca e…si cerca un posto adatto dove riporla e non sempre lo si trova. Elk è il complemento adatto ad evitare di ripiegare sulla spalliera della sedia.

Se il vostro è uno di quegli uffici che seguono i dettami del minimalismo e dell’arredo ultramoderno la vostra giacca troverebbe una collocazione perfetta su Quadrangolo.

Supponiamo poi che oggi sia una di quelle giornate in cui piove a catinelle e che voi varchiate la soglia dell’ufficio brandendo il vostro ombrello sgocciolante e domandandovi mentalmente cosa farne e come evitare che il vostro collega ritardatario finisca gambe all’aria sulla vostra scia d’acqua. Alcuni appendiabiti, come il già citato Elk, possono essere dotati di portaombrelli incorporato, altrimenti potrebbe essere Prisma a venire in vostro soccorso.

E se dopo questo difficile inizio di giornata decideste di concedervi una bella brioche alla marmellata per riprendervi vi trovereste alla ricerca di un luogo consono per il tovagliolino sporco. Hi-Tech, ad esempio, è un cestino dall’animo un po’ glamour che sfugge allo stereotipo del classico cestino di plastica o metallo da ufficio.
Se non è la sensibilità estetica, ma quella ambientale ad essere di casa, allora Bros è una soluzione funzionale e, al contempo, elegante che facilita la raccolta differenziata.

La sigaretta al posto della brioche ve la concedo solo se proprio non potete farne a meno, ma sia chiaro che dovrete andare all’esterno e preoccuparvi di non sporcare! Provate a cercare con gli occhi Piazza, anche se è studiato per non farsi notare.

L’ufficio è un po’ come la casa e ogni workplace ha il suo stile, dal più formale al più colorato e casual, e per ognuno di questi stili esiste il complemento giusto!

Appendiabiti da terra con portaombrelli Traliccio
Portaombrelli in acciaio Hi-Tech
Portaombrelli con ruote modello Pioggia
Cestino a parete da esterno Smile
Cestino da ufficio per raccolta differenziata modello Maxi
Cestino posacenere Serie 5A
Posacenere per esterno modello Externo di Caimi Brevetti
cestino impilabile per ufficio Swing
Vaso in acciaio per esterno Prisma