13 Dicembre 2013 / / Nook Twelve

Here we are with the second part dedicated to the colourful and ‘different’ christmas decoration. As you can see below, most of them is not only red … :)The photos are from the Lowe’s “Deck The Halls and Walls and All”  Event and from the stilyst Erin Hiemstra from Apartment34



Eccoci con la seconda parte dedicata alla colorato e ‘diversa’ decorazione di Natale. Come potete vedere qui sotto, la maggior parte non è solo rossa… 🙂 Le fotografie sono dell’evento 
Lowe’s “Deck The Halls and Walls and All”  di Erin Hiemstra dell’ Apartment34


Photography by : Patrick Schneider

photography for apartment 34 by Aubrie Pick 

13 Dicembre 2013 / / Design

Oggi si parla di living: quattro ispirazioni in quattro stili diversi. Vorrei sapere da voi quale preferite. L’eleganza dello stile scandinavo o l’atmosfera un po’ caotica di quello bohemien? La freschezza eclettica o la concretezza dello stile industriale?
Se la personalità è tanto importante nella scelta dello stile (e lo è sicuramente) io credo di avere quattro personalità perchè mi piacciono tutti!

Link immagini: 1, 2, 3, 4

13 Dicembre 2013 / / Nook Twelve

AU NATURAL

It’s christmas time so I, also, decided to write about the christmas decoration, but in two parts. The first one is about the natural decor, how with less effort and money to create a christmas spirit. Also,I think, is more ecologic. 

E ‘ il periodo natalizio e per questo anch’io ho deciso di mostrarvi alcune decorazioni di Natale, ma in due parti. La prima e’ per le decorazioni naturali, come con meno sforzo e denaro potete creare uno spirito natalizio. Inoltre, penso, e’ più ecologico.

Karin Borg for Ellas Inspiration

13 Dicembre 2013 / / Nook Twelve

It is so nice to see how the parisian chick can be combined with the nordic influencei such a beautiful way. The wooden floor with the modern marble kitchen island, the contemporary furniture with the old/restored decorated wall. The contrasting colours and the natural light. Design by Jessica Vedel.

E ‘ carino vedere come il chick parigino può essere combinato con l’influenza nordica in un modo così bello. Il pavimento in legno con la moderna isola di cucina in marmo, l’arredamento contemporaneo con i vecchi / restaurati, decorati con ornamenti pareti. I colori contrastanti e la luce naturale. Design di Jessica Vedel.

13 Dicembre 2013 / / Arredabook

mini appartamento

Questo mini appartamento presenta una zona giorno un po’ irregolare ma ben illuminata. Per l’ingresso ho creato una zona a righe verticali che slancia la parete dove ho posizionato degli appendiabiti ed una panchetta contenitiva per le scarpe; nell’angolo opposto una composizione irregolare con due tonalità di rovere arreda con geometria.

Entrando nel soggiorno veniamo accolti da una meravigliosa libreria arricchita da ante in rovere cioccolato, un tavolo in cristallo trasparente allungabile molto leggero alla vista contornato da sedie eleganti color caffè; si prosegue con una composizione in rovere chiaro che ospita la tv e di fronte un divano bianco che poggia su una parete color cioccolato a cui ho applicato degli stickers con effetto cachemire sulle sfumature di azzurro e argento che creano un effetto prestigioso ed elegantissimo. A completare l’aspetto elegante della stanza le lampade a terra, il tappeto con decoro e gli stickers con testo accanto alla porta della cucina.

La cucina abitabile si sviluppa su due lati opposti: uno che ospita gli elementi principali e l’altro per il bancone e la dispensa. Ho scelto il rovere chiaro, tinta avena, per dare un aspetto luminoso ed un arredo parete metropolitano dietro il bancone che dona profondità alla stanza dando l’effetto di un’enorme finestra sulla città; importanti come sempre le tende fino a terra in questo caso nelle sfumature del beige.

La camera da letto gioca sempre con le due tonalità di rovere, l’armadio ad ante scorrevoli è stato impreziosito da adesivi decorativi che ne arricchiscono l’aspetto; di fronte al letto ho dipinto sulla parete un riquadro lilla in modo che mi facesse da cornice alla composizione sospesa che sostituisce il comò. Importanti come sempre gli accessori tra cui illuminazione, tende e tappeto.

mini appartamento (6) mini appartamento (7) mini appartamento (8) mini appartamento (9) mini appartamento (10) mini appartamento (11) mini appartamento (12) mini appartamento (13) mini appartamento (14)mini appartamento (5)mini appartamento (2)mini appartamento (3)mini appartamento (4)

Archiviato in:CUCINE, PROGETTI, SOGGIORNO, ZONA NOTTE

13 Dicembre 2013 / / diotti.com - ArredaClick

Il conto alla rovescia è iniziato…mancano solo 12 giorni a Natale!

I più piccoli non vedono l’ora di quella mattina: svegliarsi, correre vicino all’albero e scartare velocemente tutti i loro regali, senza far caso alla cura e l’amore con cui sono stati impacchettati. Eh già…i regali di Natale…croce e delizia degli adulti.

Ogni anno ci promettiamo di organizzarci nell’acquisto con largo anticipo ma immancabilmente ci aspettano le corse pazze dell’ultimo minuto.

Ogni anno cerchiamo di trovare un regalo originale per ogni nostro caro ma le idee spesso scarseggiano.

Quest’anno noi di ArredaClick vogliamo venirvi incontro e darvi la possibilità di regalare il design. Si, avete capito bene: regalare arredamento di design Made in Italy attraverso la Christmas Gift Card ArredaClick.

La formula è molto semplice: cliccando sul banner presente nella nostra home page, o più direttamente su questo collegamento, si aprirà la pagina dedicata.

La carta regalo è divisa in quote, ogni quota ha un valore di 10 €, modificando la quantità sarà possibile aumentare il numero delle quote e quindi il valore del regalo.

Ma non è tutto! Potete personalizzare il vostro dono comunicandoci un messaggio di auguri per il destinatario di questo fantastico pensiero e noi vi invieremo per e-mail un biglietto di auguri stampabile con la frase da voi scelta.

Perché scegliere la Christmas Gift Card ArredaClick?

  • Perché permette di fare un regalo davvero esclusivo, unico, speciale e sicuramente gradito. Sarà il destinatario a scegliere sul nostro sito l’oggetto dei suoi desideri tra migliaia di prodotti disponibili; inoltre potrà personalizzarlo secondo i propri gusti e necessità.
  • Perché è un regalo utile. Arredamento e complementi per la casa sono sempre necessari, a maggior ragione quando la scelta può ricadere su oggetti e arredi di ogni tipo e categoria; dal soggiorno e salotto alla camera e al bagno, fino a ufficio e giardino.
  • Perché non sarà più necessario ridursi all’ultimo minuto per completare la lista di regali e non si dovranno più sopportare code infinite ai parcheggi e alle casse dei negozi.

A noi sembra veramente un’ottima idea, a voi? Fate presto a decidervi perché la carta regalo è acquistabile fino al 22 dicembre compreso!

13 Dicembre 2013 / / Design

dettagli home decor
Semplice ma geniale: i vecchi barili industriali colorati ed arrugginiti si trasformano in complementi d’arredo contemporanei, vere e proprie opere a metà strada tra arte e design.


dettagli home decor
L’idea nasce da Alberto Dassasso e Riccardo Zanobini che hanno creato, nel vecchio fienile dell’azienda agricola di famiglia, un affascinante laboratorio artistico, il Vibrazioni art design.
Il loro obiettivo è quello di trasformare, a colpi di martello, la lamiera dei barili generalmente utilizzati dall’industria chimica e alimentare in creazioni uniche e numerate, tutte diverse una dall’altra.
I barili serigrafati, dai colori sgargianti e arrugginiti per l’esposizione agli agenti atmosferici subiscono una vera e propria trasformazione estetica.

dettagli home decor
“Niente viene coperto, camuffato o nascosto; lo scheletro diventa estetica e viceversa. Al tutto si unisce una particolare attenzione agli accostamenti cromatici e all’unione strutturale di forme vecchie con altre nuove, ricercando intenzionalmente un piacevole contrasto visivo; l’imperfetto diventa stile. La giusta combinazione dei fattori sopraccitati rendono l’opera ‘viva’: il metallo diviene carne, la pelle mutevole. Chi si trova a contatto con esse dovrebbe carpirne le vibrazioni, percependo una sorta di parallelismo tra soggetto ed oggetto”.
Questa, in sintesi, la filosofia di Vibrazioni art design.

dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor
www.vibrazioniartdesign.com
Tutti i loro prodotti – sedie, poltrone, tavoli e sgabelli – hanno uno stile davvero unico e personale, con forme che richiamano il passato e superfici colorate caratterizzate da un perfetto mix di combinazioni cromatiche.

dettagli




13 Dicembre 2013 / / Design

Non vedevo l’ora di scrivere questo post chilometrico! Ora che il mio progetto si sta concretizzando lo posso condividere con voi: Babbo Natale molto probabilmente mi porterà la cucina nuova! Vi voglio spiegare come l’ho progettata e come l’ho scelta, nella speranza che i miei consigli possano rivelarsi utili. Innanzitutto, perchè ho scelto una cucina Ikea?

– E’ un buon compromesso qualità/prezzo: ha un costo ragionevole e la qualità è media e abbastanza buona. Sicuramente è una via di mezzo tra cucine di fascia economico/bassa (per intenderci quelle che trovate nei vari Mondo Convenienza, Mercatone Uno e simili) e cucine di fascia costoso/alta, di design e saloni rinomati. Il mobilio è solido, gli elettrodomestici Whirlpool ed Electrolux, quindi niente male.

– Garanzie lunghe: i mobili 25 anni, i miscelatori 10 anni e gli elettrodomestici 5 anni. Quindi, anche se temete che vi si scrostino i pensili col passare del tempo, potete sempre farveli sostituire.

– Fino al 22 Dicembre 2013 c’è una promozione per cui, acquistando una cucina per un prezzo superiore ai 1700€, ti viene regalato un buono pari al 15% della spesa. Il che significa che posso abbinarci un sacco di complementi d’arredo senza sborsare un centesimo. WANT IT!

– Possibilità di progettare da casa sul loro sito, creando un account e lavorando liberamente con i loro planner (qui). Basta avere una dimestichezza di base con i programmi di grafica per creare tutte le cucine che volete, inserendo le misure della vostra stanza e scegliendo ogni finitura, in modo da vedere subito come starebbe una volta montata. E’ semplicemente fantastico e io ci ho perso i MESI 😀

– Ultimo, ma non per importanza, lo stile scandinavo inconfondibile che a me piace tanto e che ho riprodotto in quasi tutta la casa: credo che sia importante mantenere una certa filologia d’insieme nell’arredamento.

Sembra tutto meraviglioso, ma c’è solo una piccola pecca: come tutti i mobili Ikea, vi spennano per il trasporto e montaggio. Se siete capaci di fare tutto da soli, tanto di guadagnato. Oppure, se non avete fretta e avete la pazienza di farvi consegnare i pezzi un po’ alla volta (in base alla disponibilità del negozio), farveli depositare in casa e poi aspettare che possano venire a montarveli, potete farlo e risparmiate. Altrimenti vi chiedono il 10% sul totale della spesa per il trasporto e altrettanto per il montaggio, per risolvere tutto in un giorno. Io farò così, perchè in casa già ci vivo e ho pure una cucina vecchia da smaltire. Vi conviene se spendete poco, ma se cominciate a salire sopra i 2000€ diventa oneroso. D’altra parte non si può avere la perfezione!

Insomma, curiosi di vedere il mio progettino? Eccolo!


Come vedete, ho riprodotto la mia stanza con le misure precise al centimetro, in modo da non sbagliare (comunque poi dovete andare a farvelo controllare in negozio). Il mio spazio è lungo 3 metri e incassato fra due muri, quindi non ci sono molte alternative: dev’essere una cucina lineare, compatta e che sfrutti ogni centimetro a disposizione per recuperare spazio utile. Perciò, ecco i trucchi per ottenere il massimo da possibilità limitate e ristrette:

– Pensili alti 92cm, il che porta l’altezza della cucina da uno standard di 211cm a una misura di 233cm. Se è poco lo spazio in ampiezza, va sfruttato verso l’alto: regola numero 1 per qualsiasi mobile della vostra casa, se vivete come me in un piccolo appartamento.

– Frigo e congelatore ad incasso, ma con freezer grande sotto e frigorifero leggermente più corto sopra. E’ importantissimo e soprattutto comodo avere un congelatore ampio: meglio sacrificare qualche centimetro del frigo, ma evitare la celletta che è un vero incubo (non ci sta NIENTE).

– Cappa a vista, con tubo flessibile: aspira dieci volte meglio della micro-cappa ad incasso, ed è un fattore importante, almeno per me che amo cucinare e ho l’angolo cottura in un openspace condiviso con il soggiorno. Gli odori si attaccano a mobili e persone e non è mai piacevole, soprattutto in inverno quando non si possono areare bene gli ambienti. Oltretutto la cappa a vista aggiunge carattere alla cucina. Il tubo in alluminio da collegare al camino non a tutti piace, specie se molto visibile, ma a me sì: ha quel non-so-che di industrial chic 😉 Lo potete comunque evitare, inserendo un sistema di filtri appositi nella cappa.

– Evitare la lavastoviglie e scegliere piuttosto un lavandino doppio, per non togliere capienza ai mobili.

– Scegliere un colore per i pensili chiaro, meglio se bianco, perchè come si sa i colori scuri smaccano e danno la sensazione di rimpicciolire lo spazio.

Infine, ecco la lista dei componenti che ho scelto: appartengono tutti alla serie FAKTUM delle cucine componibili e potete visualizzarli nel sito del negozio con ogni dettaglio (link alla fonte per ogni foto).

(1) STAT, anta, bianco sporco

(2) VARDE, maniglia, nichelato

 (3) AKERBY, piano di lavoro, rovere
 

(4) BOHOLMEN, lavello ad incasso a 1 vasca e 1/2, inox

(5) RINGSKAR, miscelatore lavello monocomando, inox

(6) DATID HGA4K, piano cottura a gas, inox

(7) REALISTISK, forno, inox

(8) NYTTIG TUB 125, tubo flessibile per cappa

 (9) UPPDRAG, cappa da fissare alla parete, inox

(10) RAKALL, frigorifero/congelatore integrato A+, bianco

— Alcune foto presenti in questo post sono state realizzate dall’autrice di questo blog —

13 Dicembre 2013 / / Cappello a Bombetta

Adoro questo momento dell’anno, è l’unica cosa che rende sopportabile l’inverno padano.
E’ anche l’occasione per cimentarsi in molti DIY,  provate a scoprire quali!
Chi ne indovina di più potrebbe ricevere una bella sorpresa… 
Questo è il Natale a casa mia… spero vi piaccia! 
I love this time of the year: it’s the only thing that help me to survive winter.
It’s also the occasion to make some DIY: try to find them! 
The person who find more could have a surprise … 
This my Xmas … I hope you like it!

13 Dicembre 2013 / / Design

L’arredamento perfetto per la casa non esiste; ognuno ha gusti personali, stili da cui prendere ispirazione, colori preferiti, necessità e differenti spazi a disposizione.
L’errore da non commettere è quello di considerare un oggetto d’arredo “non adatto” alla nostra casa a prescindere, senza cercare di immaginarlo in una versione differente, o senza ripensare all’ambientazione che possiamo creare intorno ad esso.
E’ capitato a tutti almeno una volta di far visita ad un amico o ad un parente e pensare quanto fosse bello un suo arredo o complemento. Quante volte abbiamo pensato che quell’oggetto non potesse star bene in casa nostra? Vi svelo un segreto: non è vero, esiste la personalizzazione!
Ci sono casi in cui un arredo è contro il nostro stile abitativo e proprio non si amalgama con la nostra casa ma spesso basta un semplice tocco o una piccola modifica, anche solo di colore o materiale, per ottenere un ottimo risultato.

Ancora non ci credete? Guardate le immagini qui sotto: il tavolo è lo stesso ma l’effetto è totalmente diverso.
Per chi preferisce i toni chiari, il tavolo Octa è perfetto nella versione con piano in laccato, cristallo o ceramica bianca e struttura in acciaio verniciato bianco. Se completato con una lampada rosa, una teiera a pois e un divano color rosa pastello, il tavolo riesce a creare un’atmosfera romantica e femminile. Al contrario, la scelta del nero per il top e per la struttura richiama uno stile più deciso che riesce a caratterizzare in modo significativo il soggiorno, mettendo ancor più in evidenza il particolare basamento centrale intrecciato.

Ci credete che i due divani qui sotto sono lo stesso modello?
Il divano Sinua è disponibile in molteplici varianti e il rivestimento in grigio scuro si abbina perfettamente sia con il giallo senape che con il grigio tortora e il blu. La prima nuance dona un tocco di colore al salotto: usare un colore d’accento per far risaltare un dettaglio permette di caratterizzare l’ambiente. Inoltre, con questo approccio, ognuno può giocare con i colori come meglio crede. Per un risultato più classico e un’atmosfera più rilassante è perfetta la seconda versione. I toni freddi utilizzati per il rivestimento del divano e dei cuscini possono essere richiamati dai colori di tappeti e tavolini per creare uniformità e coerenza con tutti gli elementi della stanza.

Per convincervi totalmente del potere della personalizzazione nell’arredo eccovi un altro esempio, questa volta in camera da letto:
Il letto Basket nella versione con giroletto e testiera in grigio chiaro è perfetto per potersi sbizzarrire con i colori di lenzuola e federe.
Per chi invece preferisce toni più scuri e decisi è ideale la seconda versione in marrone. La scelta di un colore scuro può essere accompagnata dalla presenza di lampade che creano punti luce e giochi di riflessi. Posizionare un tappeto dai colori vivaci sotto o vicino al letto può essere un’ulteriore idea per evitare di creare un ambiente monotono.

A questo punto probabilmente vi sarà venuto in mente quell’oggetto che tanto vi piace ma avete sempre considerato non adatto alla vostra casa…fate uno sforzo e immaginatelo in un’altra versione…