19 Dicembre 2013 / / News

“We like playing for big crowds, and the goal all along has been for people to pay a little to come and see us. But it all started on street corners, and that is still very connected to what we do. It’s such a validating musical experience. Busking is a very humble and brave act that takes courage to do well. It’s also about the energy of music being alive outside in a city . . You can walk right by it right in front of you. Sure, to some people you’re just another guy with his hand out, so sometimes busking can be great social barometer. You’re able to gauge who you live with on earth.”

Great words! I’m sure that most of the people doesn’t even stop to listen for a while. But sometimes you don’t know what are you missing. These spirits,that emotion! It’s way better than other kind of music that you’re buying. It’s a free concert for your soul!

If you want to enjoy some real street music check out this web site or see that interview of The Hypnotic Brass Ensemble to find out whats their inspiration! Or just check what we saw at the streets of Copenhagen, Denmark and Pescara, Italy. Enjoy!


Grandi parole! (vedi la citazione sopra)Sono sicura che la maggior parte delle persone non si ferma neanche ad ascoltare un pò. A volte non sai cosa stai perdendo. Questi spiriti, questa emozione! E’ molto meglio della solita musica che acquisti. Questo è un concerto gratuito per la tua anima!
Se vuoi goderti qualche artista di strada vai questo sito web o vedi l’intervista di The Hypnotic Brass Ensemble per scoprire quale sia la loro ispirazione! Dai un’occhiata a quello che abbiamo visto per le strade di Copenhagen, Danimarca e Pescara, Italia. Buon divertimento!

19 Dicembre 2013 / / Idee

Do you have and idea how to set up your table for the holidays? Here is a simple solution by Emma Fexeus for Marimekko.

Avete idea di come impostare la tavola per le feste? Ecco una soluzione semplice da Emma Fexeus per Marimekko.


19 Dicembre 2013 / / Design

Io il tavolo lo voglio grande da starci comodi con gli ospiti, ma che non intralci nella mia piccola sala da pranzo… deve essere chic e sofisticato ma informale e dal taglio minimal… di cristallo perché no? Ma assolutamente resistente, allungabile, alto ma non troppo… tondo, quadrato, rettangolare, ovale all’occorrenza… con spiccata personalità, importante da fare arredamento, semplice all’estremo, di pregio e che sia evidente! Facile da pulire, magari in legno o in metallo, però anche in pelle… e laminato? Fatto a  mano, in massello, di design, bello ma economico, su misura, su disegno… insomma sarà anche l’indiscussa primadonna della sala da pranzo, ma sembra che il tavolo debba soddisfare 1000 e 1 esigenze.

E se cominciassimo col chiederci cosa faremo su questo tavolo? Sarà il nostro luogo per mangiare, scrivere, dormire, disegnare, cucinare, lavorare, studiare, accogliere, chiacchierare o sarà niente altro che di bellezza?

Ovviamente prima bisogna chiarirsi le idee, capire dove andrà inserito il tavolo, in che contesto, quale stile ci piace, chi lo userà e quale sarà la sua funzione principale: solo a questo punto avremo gli input necessari per tuffarci nella ricerca dell’oggetto che fa per noi, in una mare di offerta che è colmo di opzioni e varietà.

effetto lavori in corso: woody di modà

Effetto lavori in corso: Woody di Modà

confort table di Lago: decisamente fuori dal comune

Confort table di Lago: decisamente fuori dal comune

by Boconcept

By Boconcept

in legno massello con incanstro a vista sul piano, design Marc Sadler by Riva 1920

In legno massello con incastro a vista sul piano, design Marc Sadler by Riva 1920

tavolo richiedibile, design Michele de Lucchi by Riva 1920- aperto

Tavolo richiudibile, design Michele de Lucchi by Riva 1920 – aperto

tavolo richiedibile, design Michele de Lucchi by Riva 1920- chiuso

Tavolo richiudibile, design Michele de Lucchi by Riva 1920 – chiuso

su arredaclick, davvero elegante e inpercettibile

Su Arredaclick, davvero elegante e inpercettibile

interessante il contrasto tra le gambe massiccie e il piano leggerissimo, A4 di Ciacci , design MeneghelloPaolelli

Interessante il contrasto tra le gambe massicce e il piano leggerissimo, A4 di Ciacci, design MeneghelloPaolelli

l'allungabile fuori dal comune: tresle by Lago

L’allungabile fuori dal comune: Trestle by Lago

Tavolo tondo allungabile "oops "by Kristalia

Tavolo tondo allungabile “Oops” by Kristalia

rustico con stile by Pianca

Rustico con stile by Pianca

gambe realizzate con piattine piene fresate artigianalmente by officinanove

Gambe realizzate con piattine piene, fresate artigianalmente, by Officinanove

una soluzione davvero innovativa per uno spazio casa/ufficio: doppeldecker table by bernotat &amp

Una soluzione davvero innovativa per uno spazio casa / ufficio: Doppeldecker table by Bernotat&Amp

un tavolo plasmabile in diverse soluzioni spaziali di Depadova

Un tavolo plasmabile in diverse soluzioni spaziali, di Depadova

modello boiacca di Kristalia: tavolo sottile ma in cemento!

Modello Boiacca di Kristalia: tavolo sottile ma in cemento!

molto new york stile come dice il nome stesso :New York di Modà

Molto New York stile, come dice il nome stesso: New York di Modà

di minofrm

Di Miniform, disponibile in varie combinazioni colore

triangolare allungabile Daytona by Cattelan Italia

triangolare allungabile Daytona by Cattelan Italia

www.maydaycasa.it

per consulenza o consigli progetti@maydaycasa.it

Archiviato in:architetto d’interni, arredi interni, azzurra lorenzetto, consigli arredamento, interiors design, progettazione low cost Tagged: architetto ferrara, architetto milano, arredatore milano, boconcept, cattelan italia, consigli d’arredo, idea d’arredo, idee tavolo, interior relooking, kristalia, meneghellopaolelli, miniform, modà, progettazione a basso costo, progettazione di interni, progettazione on line, riva, tavoli di design, tavoli partocolari, tavolo, tavolo allungabile, tavolo allungabile tondo, tavolo tondo

19 Dicembre 2013 / / Decor

Dove? Nel meraviglioso appartamento dell’interior designer spagnola Merixtel Riba, la quale ha saputo far dialogare alla perfezione il genius loci catalano con il suo gusto di chiaro stampo scandinavo.
Vi sembra una missione impossibile? Guardate le tipiche maioliche sul pavimento della cucina come si sposano bene con il minimalismo del candido design del nord Europa 😉

 
 
 
 
 

 

 
 
19 Dicembre 2013 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
E’ arrivato il momento di pensare ai pacchetti di Natale!

Se volete sorprendere amici e parenti con un packaging originale, le soluzioni sono davvero infinite dalle carte regalo in tema natalizio, alla carta da pacco naturale, sacchetti in tessuto, di carta e molto altro. Per chi dispone di poco tempo le carte regalo a tema sono la soluzione ideale, in commercio si trovano proposte davvero deliziose alle quali si possono abbinare particolari nastri, magari in tessuto e, una volta realizzato i pacchetto, è possibile aggiungere una decorazione natalizia donando così un tocco personale alla confezione. Se invece preferite optare per soluzioni rigorosamente “fai da te” ci si può sbizzarrire con diversi materiali, colori e ornamenti .

Se siete a caccia di nuovi spunti lasciatevi ispirare dalla nostra selezione

dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Pinterest

dettagli


19 Dicembre 2013 / / News

Design Apart Ecommerce

Negli ultimi mesi, come sapete, siamo parte di una importante iniziativa che sta facendo parlare i giornali di tutto il mondo e – soprattutto – sta dando una concreta possibilità di riscatto alla manifattura italiana nel mondo: Design-Apart.

Mentre abbiamo parlato più volte di vari aspetti di questo progetto – la rete, la produzione personalizzata, la sfida del progetto – non vi abbiamo ancora presentato l’iniziativa di commercio elettronico lanciata pochissimi giorni fa.

Come testimonia il founder di Design-Apart Diego Paccagnella, si tratta di un tassello fondamentale dell’esperienza Design-Apart, per diversi motivi:

– collega in modo efficace ed efficiente il momento della visita al loft di New York a un possibile momento digitale successivo (per chi va a vedere il loft e successivamente decide di acquistare un oggetto che ha visto)

– aiuta a valorizzare in modo ancora più completo le eccezionali capacità di personalizzazione di tutti i partner presenti nel progetto

– apre un canale collegato in modo particolare alle “Limited Editions” di Design-Apart, linee di manufatti particolari di alto valore realizzati in pochi pezzi, come gli Hope Bird di Jaime Hayon

Ancora una volta, osserviamo come il web non si muova su logiche proprie, ma sia un naturale completamente strategico di ogni progetto.

A volte – e pensiamo al primo post di questo blog, datato 2004 – anche in modo inconsapevole :-)

19 Dicembre 2013 / / News

Mi ci son voluti due giorni per riprendermi dalle emozioni del mio Sabato…un Sabato che ricorderò a lungo,perchè l’ho trascorso in compagnia di persone fantastiche,  le care Amiche Mary e Eugenia e persone che fino a quel momento conoscevo solo virtualmente e che nella realtà sono ancora meglio:Dani de la Rue e Lieta de La buca delle FateHo potuto dapprima ammirare la Rue, i tanti oggetti che di solito vedo solo già ” non più disponibili” nelle vetrine di Dani, erano tutti li davanti ai miei occhi: caratteri tipografici, libri e spartiti, bottiglie e piattame, cassetti, cassette e vecchie brocche..il tutto raccontato cogli occhi di Dani, che sa se un pezzo è un bel pezzo e ti inebetisce con le sue fragorose risate! Da lei ho portato via questo cassetto da tipografo. 

  e dopo un pranzetto coi fiocchi, con tanto di Crumble di mele che se ci penso ingrasso, ci siamo fiondate da Lieta a Torre del Lago..per un workshop che è scivolato tra grasse risate, rose e dolcettie queste due? ma guardatele!pretendevano di far le fotografe….uhauahauahauh…sembravano due di CSI sulla scena del crimine, dovevate vederle Mary e Eu

 E allora tutte al lavoro, 
con Lieta a riempirci di nozioni sull’ Euphorbia Spinosa, la Brunia Albiflora, le giuste proporzioni, l’armonia della composizione, la spugna che non s’ha da premer troppo!!!
Accanto a me Lelia, incontenibile BIONDA, una battuta dietro l’altra, irriverente e vera, 
rido ancora, povera Lelia, una classe peggiore non deve averla mai avuta!
 Poi sono arrivate le Rose, scelte con cura da Lieta una a una
e voilà, le nostre composizioni han cominciato a prender forma, 

e quella che doveva essere una lunga giornata è volata in un soffio, gli abbracci finali e il  “quando ci vediamo ancora?”,  sono arrivati troppo presto  Si, perché funziona così, quando si sta bene il tempo non è tuo alleato. Sono belle queste amicizie nate così, a ogni incontro aggiungi un tassello, a ogni incontro rinsaldi l’affetto che provi per quella personache può stare a Como, Roma o in Tiscana, ma sai che c’è, ed è vicina a te.
GRAZIE Mary, Eugenia, Dani e Lieta, GRAZIE a Lelia, Monica, e tutte le ragazze che han partecipato al workshop!A presto! 

19 Dicembre 2013 / / Design

I tavoli da pranzo sono un arredo fondamentale in casa. Luogo di ritrovo dell’intera famiglia durante i pasti e luogo di convivio e aggregazione nel tempo libero. Devono essere funzionali e pratici ma allo stesso tempo devono catturare l’occhio di chi li guarda e ben abbinarsi al resto dell’arredamento. E’ proprio per questo che la scelta deve essere ben pensata e ponderata: per ogni gusto e stile esistono tavoli da pranzo perfetti che sanno valorizzare l’ambiente.

Per una casa dallo stile moderno è perfetto il tavolo Artù.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il design originale è reso unico dalle particolari gambe coniche realizzate in tondino d’acciaio che terminano con un piedino nero. Oltre a supportare la struttura e proteggere il pavimento da graffi, i piedini sono l’ennesimo dettaglio che dona ad Artù un aspetto visivamente leggero.

Per chi ama lo stile essenziale e minimal senza rinunciare ad un tocco di modernità è ideale il tavolo Slim.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le linee pulite e il profilo del piano ricurvo sui lati sottolineano la semplicità mettendo in risalto l’estrema praticità e funzionalità. Slim è un tavolo personalizzabile nei materiali e nei colori: in bianco e in nero ha un look formale ed elegante, in rosso, giallo o arancione può essere un tocco inaspettato ed originale in sala da pranzo.

Per gli amanti dello stile nordico è il legno e il suo utilizzo a fare la differenza e così si presenta sulla scena il tavolo da pranzo Soundness.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il legno massello di teak con cui è realizzato si distingue per la sua forza, resistenza e durezza e la lavorazione con cui è trattato fa si che si intravedano delle leggere venature grigio chiaro. Lo stile di questo tavolo è ben sottolineato dalla bellezza e dalla qualità del legno e può essere esaltato maggiormente se circondato da arredi dai toni chiari.

Il legno è protagonista anche nel tavolo Asterisk, un vero e proprio gioiello di design.

La base centrale è formata da legno massello di recupero risanato da vecchi casolari di montagna e lavorato artigianalmente. L’estrema cura e precisione dei tagli inclinati e il gioco di incastri caratterizza il modo significativo il tavolo. Il piano in cristallo trasparente crea un piacevole contrasto con il legno del basamento, riuscendo a mettere ancor più in evidenza la struttura.

Per chi invece ama il vetro e preferisce arredare la propria sala da pranzo con giochi di trasparenze è perfetto il tavolo Frog.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Unica lastra di vetro curvata con gambe più sottili alla base che esaltano e slanciano la struttura. La trasparenza del materiale e la purezza del design sono ben bilanciate dalla resistenza e rigidità strutturale del tavolo. Le linee essenziali e quasi “eteree” lo rendono perfetto in ambienti giovani e moderni.

Un altro aspetto da non sottovalutare in un tavolo da pranzo è la comodità. Oltre alla lunghezza del tavolo, è la posizione delle gambe a giocare un ruolo fondamentale. Il basamento centrale e le gambe perimetrali offrono comodità di seduta a tutti i commensali, evitando sgradevoli fastidi dovuti all’ingombro della struttura.

Il tavolo Cinetic è un tavolo da pranzo allungabile e anche nella sua dimensione massima le gambe restano sempre perimetrali garantendo comodità e praticità d’uso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma non è solo questo il pregio di questo tavolo che è interamente realizzato in legno con venature lasciate a vista in modo da creare una raffinata decorazione. L’abile lavorazione artigianale è espressa dall’estrema cura dei dettagli e dalla giunzione semicircolare tra piano e gamba; gamba che cambia forma a seconda della prospettiva da cui si osserva il mobile.

Lo stesso effetto di comodità è garantito dal basamento centrale, come nel tavolo Lambda, il cui nome ricorda la lettera Λ richiamata dalla forma del basamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una sala da pranzo minimalista e contemporanea è ideale per far risaltare tutte le caratteristiche di questo tavolo dal design originale ed elegante.

Completiamo con una gallery di immagini di tavoli da pranzo: sicuramente riuscirete a trovare il tavolo perfetto per la vostra casa.

tavoli-da-pranzo-artùtavoli-da-pranzo-butchtavoli-da-pranzo-artemide
tavoli-da-pranzo-lingottotavoli-da-pranzo-artùtavoli-da-pranzo-barone
tavoli-da-pranzo-kimostavoli-da-pranzo-tiroltavoli-da-pranzo-twins
tavoli-da-pranzo-wingtavoli-da-pranzo-woodtavoli-da-pranzo-zefiro
tavoli-da-pranzo-matchtavoli-da-pranzo-planotavoli-da-pranzo-shanghai
tavoli-da-pranzo-skylabtavoli-da-pranzo-stilltavoli-da-pranzo-svito

19 Dicembre 2013 / / Coffee Break

Dal freddo Canada, un loft eclettico e creativo realizzato a Toronto da Jayanti Lal.

  

Via HomeAdore


_________________________

CAFElab | studio di architettura