28 Dicembre 2013 / / WayHome

28 Dicembre 2013 / / Design

Nemmeno durante le feste sono riuscita a frenare la mia compulsiva raccolta di ispirazioni, e menomale! Perchè ho scoperto una rivista davvero interessante. Sto parlando di toc-toc-toc!. In ogni numero tre o quattro home tour che ci mostrano le case più belle e spesso già famose sul web. Se andate nel blog su tumbrl. (èditions doa) potete trovare un assaggio di ogni numero, io ho raccolto qualche immagine da cui prendere spunto:

28 Dicembre 2013 / / News

“Ti prego siediti, questa sedia è per te” A Natale avete espesso un desiderio,quello di fare due chiacchiere con…

credits

chi fareste sedere su questa sedia? Un personaggio che mai avreste la possibilità di conoscere? Un amico/a caro/a che non vedete da tempo? Un parente…uno scrittore amato, uno scienziato, un personaggio storico? Quella persona che non siete mai riuscite a capire fino in fondo? Una sola persona, dev’essere importante, questo è un dono e non va sprecato. Io.. io vorrei vederci seduta mia Nonna Ofelia. Oh mia nonna, l’ho tanto amata.. era la nonna “buona”, la nonna materna, quella che quando ero a casa ammalata prendeva la bici e mi veniva a trovare, quella che mi faceva bere il caffé corretto di nascosto e che mi faceva fare due tiri alla sua cicca…Nonna ti vorrei vedere li seduta, vorrei dirti come vanno le cose, ti chiederei scusa che non passo spesso con un fiore, ti direi dei miei ragazzi, mi guarderesti coi tuoi occhi verdi che leggono tutto. Nonna, dai siediti, metto su il caffè e ti racconto un po’…

 English version
This past Christmas, you expressed one wish, that is chatting with …
Who would you seat on this chair? A famous person you would never have the chance to chat with? A dear friend you cannot see that often? A relative? The beloved writer, a scientist, a big name of the past? Or the person you never understood completely?
One person only, think about it carefully, this is a gift, you shoudn’t spoil it.
Me personally, I would love to chat with my granny Ofelia.
I loved my granny, she was the best-beloved one, the one who used to come see me whenever I was ill, the one who made me drink her corrected coffee, who let me smoke her cigarette…
Dear nonna, I would love to see you sitting there, I would tell what I’m up to,  I would apologize for not leaving you a flower so often, I would tell you about the kids, you would look at me with your green eyes that understood it all. Nonna, please seat, I make a coffee then can talk…