30 Gennaio 2014 / / Decor

Una libreria del sistema Wind di Rimadesio

Dettagli preziosi e materiali di primissima scelta che danno robustezza all’intera struttura: stanno tutti in queste definizioni i motivi per cui il sistema personalizzabile di librerie Wind ha riscosso tanto successo nonostante il prezzo non sia alla portata di tutte le tasche.

La sua realizzazione si deve al marchio Rimadesio, che ha voluto creare una libreria archetipica che, nonostante la sua robustezza, fosse esteticamente leggera, il che è stato ottenuto con i montanti sottili in alluminio pressofuso che reggono i ripiani in estruso mentre i giunti che fanno sviluppare in senso verticale la struttura sono in nylon fibra.
Il top laccato di questo sistema modulare non fa che accrescerne il design esclusivo, che è arricchito da dettagli arrotondati anche per le giunture.

La libreria, particolarmente stabile grazie alla solidità degli incastri, è disponibile in 3 diverse finiture: brown, nero opaco o bianco opaco, mentre è opzionale lo schienale in vetro temperato che aggiunge “profondità” al progetto, a seconda del posizionamento che si sceglierà.
È perfettamente riconoscibile la firma di Giuseppe Bavuso, designer italiano che si è specializzato nella cura totale dei suoi progetti, seguendone non solo l’ideazione ma anche la loro ingegnerizzazione: il suo stile è ormai diventato un sinonimo del minimal all’italiana, proprio uno di quelli che noi preferiamo.

ShareThis

30 Gennaio 2014 / / Decor

Dopo una lunga giornata è sempre bello e rigenerante ritagliarsi un momento di puro relax e “dolce far niente”. Quando vogliamo riposarci spesso desideriamo essere sdraiati su un comodo letto, un morbido divano o un’avvolgente poltrona, ma alla chaise longue chi ci pensa? L’essere troppo stanchi non è una scusa per dimenticare o non sapere quanto questi complementi possano essere comodi, funzionali e anche di “bella presenza”.

Un classico nella storia del design d’interni è Long Chair Breuer, disegnata nel 1936 da Marcel Breuer. La solida struttura in legno multistrato di acero si abbina perfettamente alla morbida seduta disponibile in una vasta gamma di rivestimenti. Pelle anilina, vitello pienofiore o stampato, tessuto, ecopelle in molte nuance.

chaise-longue-long-chair-breuer

Casanova di Cattelan Italia è invece la sintesi della leggerezza visiva. Una sottile ma resistente base in acciaio inox sostiene la scocca in legno imbottita e rivestita in ecopelle o pelle. Le linee sinuose della chaise longue seguono quelle del corpo offrendo comfort di seduta insieme al cuscino poggiatesta.

chaise-longue-casanova

Chaise longue senza schienale e braccioli, queste sono le caratteristiche principali di Aliseo, una sorta di divanetto relax completabile con cuscini. Alti piedini sostengono la seduta rivestita in tessuto o ecopelle e impreziosita da cuciture in rilievo con pizzicatura. Perfetta per essere posizionata affiancata ad una parete o in centro stanza.

chaise-longue-aliseo

Per gli eterni indecisi, per chi ama gli oggetti multifunzione o per chi ha poco spazio a disposizione ma non vuole rinunciare a nulla esistono soluzioni perfette. Chaise longue, poltrona e perfino letto in un unico complemento.

Chaise longue e poltrona: Ricciolo è dotata di un meccanismo brevettato che permette di aprire o chiudere il poggiapiedi all’occorrenza. In più il basamento girevole permette di muoversi e girarsi a piacere.

chaise-longue-ricciolo

Stessa funzionalità ma design e meccanismo differente per Line. La struttura in poliuretano espanso è flessibile è facilmente trasformabile con un semplice movimento manuale. Lo schienale rimane inclinato mentre la seduta varia altezza e profondità. Nonostante la particolare forma, garantisce una postura rilassante e naturale per un vero momento di relax.

chaise-longue-line

Chaise longue, poltrona e letto, in un’unica parola: Benny. Lo schienale reclinabile e la seduta ribaltabile permettono la trasformazione in semplici e pratiche mosse. Funzionalità, comodità ed eleganza si uniscono e si adattano alle esigenze di ciascuno in ciascun momento.

chaise-longue-benny

Kuboletto di Milano Bedding è una chaise longue composta da dodici elementi rettangolari componibili a piacere. In poche e pratiche mosse e lasciando libera la fantasia, si può trasformare anche in divano, letto, poltrona, assegnando tutte le forme più particolari e originali che si desidera.

chaise-longue-kuboletto

Creare un angolo relax in casa è semplice, soprattutto quando esistono chaise longue come quelle in questa gallery di immagini

chaise-longue-casanova-chaise-longue-caribechaise-longue-casanova.
chaise-longue-dunychaise-longue-casanovachaise-longue-depliant
chaise-longue-double-i-sofachaise-longue-dragonflychaise-longue-gravity-balans.
chaise-longue-dragonfly-chaise-longue-bodychaise-longue-pierrot
chaise-longue-gravity-balanschaise-longue-gravity-balans-chaise-longue-relax
chaiselongue-isofa-03_1chaise-longue-lilychaise-longue-line
chaise-longue-marcel-breuerchaise-longue-relax-van-der-rohechaise-longue-ricciolo
chaise-longue-van-der-rohechaise-longue-mareachaise-longue-sonny
chaise-longue-sylvesterchaise-longue-sharonchaise-longue-tolomeo

30 Gennaio 2014 / / News

Berto e il crowd-cratging all'università di Parigi, febbraio 2014

Grazie all’invito del professor Kamel Ben Youssef, Professeur d’économie et gestion presso il dipartimento di Gestion des Entreprises et des Administrations allo IUT de Ville d’Avray –Université Paris Ouest Nanterre La Défense, saremo a Parigi il giorno 13 febbraio 2014 per condividere le nostre esperienze in fatto di Responsabilità Sociale d’Impresa e Crowd-crafting.

I riflettori su #divanoXmanagua sono più accesi che mai: la bontà del progetto, nella quale abbiamo sempre creduto, si è fatta notare anche oltr’alpe.

#divanoXmanagua, a distanza di un anno dalla sua nascita, è un’icona del design Made in Brianza e del lavoro artigiano, ma anche testimonial di temi sui quali la nostra azienda crede e investe quotidianamente.

Gli stessi temi che racconteremo a Parigi il 13:

PIATTAFORMA – Dal crowd-crafting l’ispirazione per un nuovo modello di impresa = azienda come piattaforma di relazione (400 mani in 6 sessioni per un unico divano: 400 esperienze da parte non solo di tappezzieri, ma anche di impiegati, docenti, blogger…)
.
COMUNICAZIONE – Il fare le cose insieme presuppone coinvolgimento = comunicazione come fattore strategico determinante
.
FORMAZIONE – Il crowd-crafting è CSR? La Produzione condivisa come formazione ai giovani (18 futuri tappezzieri di Meda, 2 corsi attivi di falegnameria e tappezzeria a Managua, Nicaragua)
.
MONEY – Il crowd-crafting è CSR? Il contributo economico sistematico, da prodotto normalmente a catalogo
.
INTERNAZIONALIZZAZIONE – Il crowd-crafting può diventare un modello replicabile all’estero? Sì, da Meda a New York: da divanoXmanagua nasce sofa4manhattan
.
CO-OPETITION – Una iniziativa di crowd-crafting può mettere insieme aziende concorrenti? #divanoXmanagua ha aggregato forze altrimenti in competizione tra loro
.
VALORE – Co-creazione come condivisione di un sapere artigiano = valorizzazione di un mestiere
.
Save the date quindi: 13  febbraio 2014 , Université Paris Ouest Nanterre La Défense – Département GEA – 200, Av de la République – 92000 Nanterre – France – Tel : + 33 (0) 1 40 97 71 99.
30 Gennaio 2014 / / ArchitettaMI

Cosa c’è di meglio che iniziare la giornata con una sferzata di energia e colore?

Eccola qui, la serie limitata di Ikea per il 2014, la collezione BRÅKIG realizzata in collaborazione con ArtRebels, collettore di artisti di tutto il mondo fondato da Carla Cammilla Hjort.

La logica era quella di realizzare una collezione in un anno come avviene nel campo della moda.

I prodotti della serie presentano un design pratico e funzionale, in stile danese. Sono stati utilizzati colori pastello e legni chiari per dare maggiore luce agli ambienti.

La collezione comprende mobili, tessuti, tovaglie, articoli per la cucina e persino tappezzeria, per cui non serve la colla e si può posizionare sia sulle pareti che sui mobili.

Per BRÅKIG sono stati creati prodotti nuovi, ma anche reinventati quelli già esistenti, come la gamba a cavalletto realizzata in rame.

Bellissima vero? Non fatevale scappare sarà nei negozi Ikea da febbraio e potrebbe essere anche un bel regalo per San Valentino.

Fonti da Ikea family live magazine e Scandinavian Deko.

30 Gennaio 2014 / / Decor

Secondo loft nel complesso industriale ex “Mulino Feyles”, questa è la volta dell’open space di Chiara, responsabile marketing nell’azienda di famiglia.

Siamo di fronte ad un ambiente decisamente più rock e rispetto alla soluzione abitativa di Giada, come se ci si trovasse davanti ad un laboratorio creativo, suggestioni alla Pop Art di Andy Warhol e la sua Factory.
Qui gli elementi d’arredo hanno una palette di colori un poco più scuri e gli oggetti presenti aiutano a rafforzare l’idea post industriale presente, come la bicicletta su cavalletto, spot da fotografo, serra domestica di Renzo Piano. Mi piace l’idea di usare pezzi strutturali o d’arredo in ferro in modo da completare il gusto da fabbrica che ben contrasta sulle pareti chiare, la scala, le travi a vista, il soppalco, mattoni a vista.
.Buona Visione.
S.H.

www.streethome.org_1

www.streethome.org_2
www.streethome.org_3
www.streethome.org_4
www.streethome.org_5

www.streethome.org_6

www.streethome.org_7

www.streethome.org_8

foto Street Home

30 Gennaio 2014 / / Decor

Ve la ricordate la canzone “Lo sai che i papaveri son alti, alti, alti e tu sei piccolina che cosa ci vuoi far?”. Ma come “cosa ci vuoi fare”?
Comprare sgabelli per la casa, per l’ufficio, per andare a vedere i concerti e anche per i mezzi pubblici. Altro che piccolina, dall’alto di uno sgabello si può dominare il mondo, un po’ come il piccolo Napoleone dal suo bianco cavallo.
Lo sgabello è un tema su cui produttori e designer si sono davvero sbizzarriti (sarà che sono tutti piccolini?), le variazioni sono infinite e vanno dalle forme più tradizionali a quelle più contemporanee e stilizzate.
Una distinzione fondamentale, in ordine di altezza, è quella tra sgabello piano tavolo, piano cucina e piano bar.
A seconda dello stile e del modelli i più bassi sono utilizzabili anche come pouf poggiapiedi o tavolini lato divano. C’è chi li usa anche come comodini o portariviste.
I più alti sono indubbiamente destinati ad uso seduta…anche se ci risulta ci siano persone che li usano come poggia vasi!
Vediamo qualche esempio delle varie tipologie offerte e degli stili disponibili sul mercato.

La seduta in tessuto solitamente nasconde una morbida imbottitura, l’ideale per chi usa lo sgabello come seduta quotidiana, magari intorno ad un tavolo a penisola alto. Calice è una bella soluzione per chi è alla ricerca di originalità e design moderno. Il cuscino di seduta è sfoderabile e lavabile, perfetto anche in cucina.

Sgabelli Calice  in tessuto o ecopelle in vari colori.Sgabelli Calice in tessuto o ecopelle in vari colori.

Il cuoio è dedicato ad ambienti formali ed eleganti, sia domestici che pubblici.
Chevalier ad esempio offre una seduta confortevole, data dallo schienale sagomato che segue le linee lombari, e un’alta resa estetica.

Chevalier è uno sgabello completamente rivestito in cuoio, ecopelle o tessuto.Chevalier è uno sgabello completamente rivestito in cuoio, ecopelle o tessuto.

Milk: legno massello e linee essenziali come vuole la tradizione. Sospettiamo che si chiami Milk perché ricorda il classico sgabello delle pastorelle che mungevano le mucche a mano. Per case bucoliche.

Milk è in faggio finito ad olio 100% non chimico.Milk è in faggio finito ad olio 100% non chimico.

Le nostre pastorelle avrebbero sicuramente sofferto meno di mal di schiena se avessero avuto degli sgabelli ergonomici come i Move di Variér.

Move favorisce una seduta dinamica ed un postura corretta.Move favorisce una seduta dinamica ed una postura corretta.

E dalla campagna passiamo alla reggia di Versailles. Non poteva certo mancare il classico rivisitato: degno rappresentante del genere è Drink, sgabello Luigi XVI con il tipico schienale a medaglione. Opera del brand brianzolo Modà.

Drink è uno sgabello dalle linee classiche realizzato in legno di faggio.Drink è uno sgabello dalle linee classiche realizzato in legno di faggio.

Vagando tra le pieghe della storia troviamo Diva, sgabello chiaramente rubato agli anni ’60, epoca in cui imperversava la plastica e il rotondeggiante stile pop.

Sgabelli Vamp in scocca conica Hirek® super resistente.Sgabelli Vamp in scocca conica Hirek® super resistente.

Finiamo con un esemplare contemporaneo: sgabelli Pepe, inno al minimalismo dai tratti fortemente maschili, perfetto esempio di stile industriale moderno.

Seduta in cuoio e originali gambe in acciaio per Pepe.Seduta in cuoio e originali gambe in acciaio per Pepe.

Se non avete trovato quello che fa per voi, vi lascio con una vastissima scelta di foto di sgabelli per tutti, ma proprio tutti i gusti e le esigenze. C’è persino lo sgabello bicicletta con tanto di pedali!
Anche lui sembra molto interessato…Sgabelli: Zed di Infiniti Design
sgabelli-bipsgabelli-caspersgabelli-cover
sgabelli-crazysgabelli-dedosgabelli-dora
sgabelli-doylesgabelli-ebosgabelli-eight
sgabelli-emmasgabelli-evasgabelli-file
sgabelli-gnomisgabelli-happy-kreeksgabelli-kaleidos
sgabelli-lechucksgabelli-liftsgabelli-light (2)
sgabelli-lightsgabelli-lisasgabelli-matilde
sgabelli-mobysgabelli-nemosgabelli-neve
sgabelli-one-moresgabelli-peppersgabelli-pezzo
sgabelli-picapausgabelli-porta-veneziasgabelli-rest-too
sgabelli-revolutionsgabelli-rodeosgabelli-santander
sgabelli-shipsgabelli-skoopsgabelli-spoonny
sgabelli-stitchsgabelli-thesissgabelli-toby
sgabelli-tom-jerrysgabelli-totemsgabelli-toto
sgabelli-trampolieresgabelli-trexsgabelli-tulip
sgabelli-twistsgabelli-ventsgabelli-vertigo
sgabelli-vitossgabelli-wingsgabelli-yuyu
sgabelli-zedsgabelli-zow

30 Gennaio 2014 / / News

berto-salotti-roma-fabio-asnaghiRiprendiamo lo scambio con Fabio Asnaghi responsabile dello showroom Berto di Roma.

Abbiamo già parlato con Fabio dei suoi esordi nel mondo dell’arredamento e di come si riconosce un mobile imbottito di qualità.

Oggi parliamo di come la qualità dei prodotti Berto Salotti viene percepita.

Berto Salotti: Fabio, tu che “respiri mobili” da quando sei nato, tu che ti sei formato in uno dei più importanti distretti artigiani italiani, tu che ti occupi professionalmente di arredamento da tutta la vita e conosci la qualità dei prodotti Berto…

Fabio Asnaghi: Molto bene direi!

B. S.: …la domanda in arrivo è questa. Come viene percepita questa qualità da chi entra in showroom, magari sapendo poco o nulla di noi?

F. A.: Faccio una premessa: chi entra da noi spesso ci conosce già abbastanza bene, grazie al buon lavoro svolto sul web dall’azienda, in termini di racconto.

Sito, blog, filmati su YouTube, presenza costante su Facebook e Twitter e tutti gli altri social network, e soprattutto una comunicazione onesta e dritta al punto – mi riferisco in particolare ai video PercheBerto – fanno il loro lavoro, con il risultato di facilitare il compito di chi, in negozio, deve spiegare ai clienti cosa c’è dietro ai nostri bei divani.

Senza contare le possibilità di personalizzazione offerte da BertoSuMisura o quelle di progettazione exnovo di BertoProgetti, anch’esse frutto di un approccio qualitativamente elevato alla produzione artigiana. Aspetti già noti a molti che entrano dalle nostre porte.

B. S.: Su una scala da 1 a 10, quanto viene percepita – attraverso gli strumenti di comunicazione e le attività di vendita in showroom – la qualità di un prodotto Berto?

F. A.: Vi sono le persone che, come dicevo, si documentano in rete prima di venire a trovarci (o addirittura ci scoprono in rete): tra queste direi che il valore è 7.

B.S.: E fin qui andiamo bene… 

F.A.: Esatto! Vi sono poi coloro che non ci conoscono per niente, sono di passaggio e magari ci paragonano a concorrenti molto visibili ma con prodotti di qualità inferiore. Logicamente con loro è più difficile spiegare la qualità: valore 5.

B.S.: Mille grazie per la tua disponibilità, e buon lavoro a te e al tuo team di #BertoRoma!

30 Gennaio 2014 / / Coffee Break

Cat Hill Barn è un bellissimo fienile nelle campagne dello Yorkshire, risalente al XVI secolo; dopo un iter burocratico piuttosto laborioso, gli architetti Snook Architects hanno ottenuto i permessi necessario per poter iniziarne il recupero.

La grande altezza della struttura ha permesso di creare due livelli che si compenetrano tra loro, inondati dalla luce che penetra da enormi vetrate. Nel 2013 Snook Architects hanno vinto con questo progetto nelle due categorie “regionale” e “piccoli progetti” nel RIBA awards.

Progetto Snook Architects


_________________________

CAFElab | studio di architettura


29 Gennaio 2014 / / Idee

Eccomi! Ieri ho dimenticato di pubblicare le mie scoperte preferite della scorsa settimana ! Per favore, excuse moi, mi sono innamorata di questo nuovo libro – Dire Fare Abitare! Una delle mie blogger preferite e anche co-blogger in Blog ArredamentoLa Tazzina Blu – ha scritto un post sul libro poche settimane fa. Purtroppo non riuscivo a trovarlo nelle librerie, così l’ho ordinato nella Feltrinelli. Ieri l’ho preso e non potevo smettere di leggere!
Ma questo non è tutto per oggi – come ho detto sopra – ecco la mia top ten della settimana!

Hello again! Yesterday I forgot to publish my favourite finds of the last week! But please, excuse moi, I fell in love with this new book – Dire Fare Abitare! One of my favourite bloggers and also a co-blogger in Blog ArredamentoLa Tazzina Blu – wrote a post about the book few weeks ago. Unfortunately I couldn’t find it in the libraries, so I ordered it at Feltrinelli and yesterday I took it. And I can’t take my eyes off it!
But that’s not everything – as I said above – here’s my weekly top ten finds!


________________________________________________________

1. Un DIY molto creativo per tenere sempre in ordine le collane! Basta solo una tavolozza di legno e un’ pochino di colore!

A creative DIY hanger for jewelry from wooden palette! If you need to keep them organized it’s a wonderful idea!
















2. Dovete ristrutturare? Cambiare i pavimenti? Avete mai pensato per il bamboo come soluzione? Qui ci sono le rispote!

Did you think about a home makeover? Changing the floors? Did you ever thinkabout bamboo as a solution? Here are the answers!

3. Amo scrivere e adoro i bellissimi set di carta! Questo carino negozio offre un design pulito e timbri e carte molto molto belle – The Stationary Boutique.

I love writing and adore the beautiful paper sets!This cute etsy shop offers clean design and very nice stamps and cards – The Stationary Boutique.


4.A proposito delle carte – Divertenti, carine e in stile nordico aka la nuova collezione di Studio Lilesadi.

About papers again – Fun, cute and very Scandinavian style wallpapers aka the lovely new collection from Studio Lilesadi.



5.Consiglio degli esperti: Patterns, Stampe e Colori Pop – Erica Tanov spiega come avere tutto questo e come combinarlo.

Expert Advice: Patterns, Prints, and Color Pops — Erica Tanov Explains How to Have It All





6. Escape to the Tropics: Carte da parati fatte a mano / Leafy Handmade Wallpaper http://www.wallpapercollective.com/




7. From Franfurt with love – Heimtextil 2014 by Scandinavian Deko




8.Questo post sulle piastrelle patchwork mi ha ispirato a scrivere il mio post su Lisbona.

This post about the patchwork tiles inspired me to write my post about Lisbon.


9.Non vorrei diventare banale, però volevo mostravi questo post che spiega come usare il top colore di quest anno – radiant orchid. Se non sapete come inserirlo nella vostra casa il post vi può dare un’ottima direzione.

I know that everyone is talking about the top color of the year – radiant orchid, but I wanted to show you this post, that explains perfectly how we can insert the color in our homes.



10. Photographer of the week – Line T. Klein

 


29 Gennaio 2014 / / Design

dettagli home decor
Se avete voglia di aggiungere qualche nuovo e particolare dettaglio alla vostra casa,
oggi vi presentiamo alcune interessanti idee décor da realizzare esclusivamente
attraverso il riciclo di vecchi oggetti o l’uso di materiali come la carta, il legno! 

dettagli home decor
semplicissimi rami proposti in versione multicolor, decisamente romantico il cestino 
in ferro trasformato in una lampada a sospensione!


dettagli home decor
dal sapore più moderno questa lampada a sospensione interamente realizzata 
con  carta riciclata


dettagli home decor
per  dare un tocco “industriale”  all’ambiente ecco due idee originali 
da realizzare con dei tubi 


dettagli home decor
recuperate dei vecchi copertoni di auto o moto, 
intrecciate del vimini per chiudere la parte centrale…e il gioco è fatto! 
ecco degli originalissimi coffè table perfetti per l’esterno.


immagini via Pinterest


dettagli