19 Aprile 2014 / / Ecce Home

Le pareti sono le protagoniste assolute di questo appartamento di Londra, opera del team di Nap Atelier sotto la guida della sua ideatrice Stefania Passera.
Pareti a tinta unita come quelle color senape del living o rivestite dalla carta  da parati Osiris  che con i suoi disegni stilizzati riassume la tavolozza di tutti gli ambienti.
 
Ma soprattutto le due psichedeliche pareti della zona pranzo e della camera da letto matrimoniale, che come i dipinti di Rousseau il Doganiere, rappresentano paesaggi onirici ed  esotici,  con piante gigantesche ed animali selvatici.
 
Il tutto fa da scenografia ad icone  della storia del design come la libreria semisferica  Continental disegnata da Joe Colombo nel 1965  o il tavolo  Tulip di Saarinen, anche in versione mini per i comodini.
Nulla sembra essere lasciato al caso  come in un set cinematografico e  un filo conduttore  unisce ed armonizza tutti gli ambienti ma sempre con  un tocco di ironia,  di chi sa che il gioco è importante tanto quanto lo stile.
 
A tiger on the bed
The walls are the absolute protagonists of this apartment in London, the work of the team Nap Atelier under the guidance of its creator Stefania Passera.
Colorful walls of  mustard yellow,like in the livingroom,or covered by  wallpaper Osiris  with its stylized designs that summarizes the palette of all environments.
But above all, the two psychedelic walls of the dining area and the master bedroom, which, like the paintings of Henri Rousseau, are dreamscapes and exotic, with gigantic plants and wild animals.
All this makes a beautiful setting for icons of design history as the hemispheric library Continental designed by Joe Colombo in 1965 or the Saarinen Tulip table, even in a mini version for bedside tables.
Nothing seems to be left to chance, a common thread unites and harmonizes all environments, but always with a touch of irony of someone who knows that the game is just as important as the style.
 
Henri Rousseau (1844-1910)-Il sogno
 
Henri Rousseau-Bufalo assalito da una tigre

 

 

  

 
 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
19 Aprile 2014 / / Architettarte

INGREDIENTI
per una colomba da 1kg  

(la mia versione di questa ricetta)

Primo impasto:
100gr di pasta madre liquida

250gr di farina forte (per me tipo 2)

70gr di zucchero di canna

90gr di acqua

70gr di tuorli – (da uova biologiche)

90gr di burro di centrifuga morbido / olio evo

Secondo impasto:

140gr. di farina forte

2 gr di malto

70 gr. di zucchero di canna

20g di cioccolato bianco fuso (oppure burro di cacao)

70 gr. di tuorli – (da uova biologiche)

30 gr di acqua

2 gr. di sale

30 gr di burro di centrifuga morbido / olio evo

30 gr. di burro di centrifuga fuso / olio evo

100 gr di cioccolato fondente a pezzi

Glassa:

40 g di mandorle 
80 g di zucchero di canna

20 g di farina di mais (farina per polenta)

20 g di farina t2
3 albumi (non deve venire troppo liquido)

Decorazione:
Mandorle, nocciole, pistacchi, noci..

Glassa:
Frullare zucchero e mandorle fino a farli diventare una farina fine, mescolare insieme la farina di mais e quella t2, aggiungere gli albumi in una quantità sufficiente a creare una sorta di crema non troppo liquida. Tenete in frigorifero.

Primo impasto:
Sciogliere lo zucchero nell’acqua, aggiungere la pasta madre e miscelare molto bene.
Aggiungere la metà dei tuorli, mischiare molto bene, e aggiungere tutta la farina.

Impastare fino a quando l’impasto non appiccica più.

Aggiungere il resto dei tuorli e impastare nuovamente fino a rendere l’impasto asciutto.

Unire il burro morbido all’impasto e impastare fino a quando non sarà bene assorbito e l’impasto abbastanza liscio. 

Mettere a lievitare in un contenitore ben coperto a temperatura ambiente (21° gradi circa) fino a triplicare.(a me ci sono volute circa 14 ore).

Secondo impasto:
Riprendere il primo impasto (triplicato) ed aggiungere lo zucchero, i tuorli, l’acqua e il malto. Impastare e dopo qualche minuto unire la farina il sale e impastare fino a rendere l’impasto liscio.  Aggiungere ora il cioccolato bianco fuso e amalgamare.
Aggiungere poi il burro e far assorbire molto bene fino ad ottenere un impasto liscio ed asciutto.
In ultimo incorporare le gocce di cioccolato.

Pesare 1 kg di impasto (con il resto ho fatto due mini tortine). Dividere in due pezzi da circa 500g l’uno e stendere ogni pezzo con le mani per formare due rotoli con cui formare le ali e il corpo della colomba. Coprire con della pellicola e mettete al caldo (nel forno spento con la luce accesa) fino a quando l’impasto non arriverà ad un centimetro dal bordo.

Una volta pronta, spalmate la glassa precedentemente preparata in maniera uniforme, aiutandovi con una spatola. Decorate con nocciole e mandorle.

Infornate in forno già caldo a 160° per circa 60 minuti. A metà del tempo coprite con carta stagnola per non far scurire troppo la glassa e ultimare la cottura.
Sfornate, infilzate  con due ferri da maglia alla base e fate raffreddare capovolta per circa sei ore. 

Va ricordato che i dolci fatti con zucchero integrale di canna tendono a scurire facilmente e richiedono alcune accortezze e attenzioni per evitare che l’effetto finale non diventi un disastro!

In cucina l’occhio vuole la sua parte e chi è abituato a preparare dolci con ingredienti naturali sa bene quanta fatica c’è dietro…. alla fine la colomba non sarà da copertina stile Martha Stewart ma volete mettere la soddisfazione: bella e buona!

Aspettare 10 ore prima di confezionare con le apposite buste. 
Molti spruzzano alcool alimentare nei sacchetti per migliorare la conservazione della colomba e garantire la giusta umidità….io non l’ho messa perché non ne avevo in casa.


Buon appetito e soprattutto BUONA PASQUA a tutti.

19 Aprile 2014 / / Decor


Siete stufe del solito armadio bianco? Ecco quattro idee DIY per personalizzarlo:
Bored from the usual white wardrobe? Here four DIY ideas to customize it:



trasformatelo in casetta con un bel tetto in ardesia: perfetto per una romantica stanza di una bimba!
Give it a roof: perfect for a romantic girl room!
tyrifryd.com                    

Aggiungete maniglie in pelle
Make leather door handles
elisabethheier.blogspot.nl                    

 Rivestite l’interno con carta da parati colorata
Coathe inside with colorful wallpaper
livethemma.ikea.se                    

….o semplicemente disegnateci sopra con un pennarello nero
…..or simply draw on it with a black sharpie

via Pinterest
19 Aprile 2014 / / Decor

Il mio modo per avvicinarvi alle feste è quello di ispirare la vostra creatività, perciò per questo weekend vi propongo qualche DIY di Pasqua dell’ultimo minuto, semplice e tenero, trovato nel web. Per rallegrare la vostra casa con i caldi colori della primavera, per offrire un pensiero fatto a mano con amore ad una persona speciale, e per stimolare la bambina dentro di noi che ancora si diverte un mondo a ritagliare e colorare… Io ho deciso di cimentarmi con le uova frangettose: coriandoli dappertutto! Voi quale craft preferite? 

Tutorial biglietti di auguri via Northstory

Tutorial Easter Eggs via A Subtle Revelry


Tutorial palloncini dipinti a mano via Sweet Lulu

Tutorial Bunny Bag via Mer Mag

Non mi resta che lasciarvi con un augurio di tanta serenità, gioia, famiglia e… buon cibo! Vi do appuntamento alla prossima settimana sul blog 😉