22 Aprile 2014 / / Design

Oggi parliamo di  un oggetto indispensabile  in camera da letto:  il comodino.
Le soluzioni sono tante e diverse con colori e forme stravaganti. 
A me è piaciuto questo… semplice, lineare e di design!

E’ realizzato con una struttura in metacrilato trasparente.
Il cubetto nero è  un piccolo cassetto “segreto” dove riporre oggetti vari.
Il cassetto, il piano superiore e basamento  sono realizzati in Plexicor bianco o nero.
Immaginatelo nella vostra camera da letto….

22 Aprile 2014 / / Design

L’illuminotecnica per bambini è un mondo da scoprire.
Un mondo fatto di design, di colori, di forme, di immagine, di fantasia e di tanta voglia di tornare piccoli.
La nostra immaginazione di adulti ha trovato sfogo nelle lampade per bambini creando oggetti unici, che piacciono e si fanno accettare da tutta la famiglia.

Palloncini che si illuminano di notte e si colorano di giorno; animaletti di tante forme e dimensioni, casette, funghetti, conigli, orsetti… insomma un mondo fantastico per accompagnare i piccoli nel dolce sonno della notte e per svegliarli con un amico accanto.
Mi è venuta voglia di tornare bambina.

22 Aprile 2014 / / Architettura

Oggi vi porto in Cina.

Più precisamente nel quartiere di Shannan a Huainan City dove nel 2007 e’ sorto questo monumento alla musica. È stato chiamato Piano House.  È un edificio composto da un pianoforte a coda e un violino in vetro da cui si accede e si entra nel corpo scala dell’immobile.  

In Cina e’ oggi l’edificio che ospita l’università della musica. 




La costruzione e’ composta da due piani e da una terrazza “coperta”… Indovinate da cosa? Ovviamente dal coperchio del pianoforte a coda! 
L’edificio e’ di una raffinata bellezza tempio di cultura e arte. I suoi architetti hanno tradotto gli accordi musicali in un’armonia estetica pura e semplice che in realtà anticipa il concetto di design di oggi che vede oggetti piccoli che tradotti in grande trasformano la loro originaria funzione. 
Chapeau!



22 Aprile 2014 / / Brigi Co.De. House

Un detto recitava “April, dolce dormir” e che dirvi per me più che dolce dormir questo mese è un dolce letargo. Pensavo di rigenerarmi in queste vacanze pasquali ma niente, sono più stanca di prima e tra tutte le idee ed i pensieri che vorrei condividere con voi oggi sento (si si è un sentimento e non un ragionamento) di volervi mostrare delle camere da letto in cui sprofonderei molto volentieri per tutta la settimana.

22 Aprile 2014 / / Dettagli Home Decor

 dettagli home decor
Una magnifica casa in pietra situata nel Peloponneso meridionale, tra mare e montagna, ristrutturata con gusto e ponendo molta attenzione a mantenere le sue originali caratteristiche tradizionali.
La casa, completamente indipendente, gode di un grande giardino che offre il massimo della privacy con diverse zone relax  sedere al sole o all’ombra. Ci sono ulivi, gelsi e mandorli, gelsomini profumati, lavanda, rosmarino e un magnifico glicine sotto il quale è possibile sdraiarsi e rilassarsi. Una cucina esterna con lavello e piano di lavoro in marmo,  ideale per la preparazione dei pasti in giardino. Il giardino dispone inoltre di una deliziosa doccia per rinfrescarsi all’aperto. 
Internamente  l’ambiente è caratterizzato da uno stile minimal con pavimenti e soffitti rigorosamente in legno. Un ambiente ampio e luminoso  ospitano la zona giorno con cucina, sala da pranzo e soggiorno. Un corridoio, con tradizionali pareti bianche, conduce al bagno e alle due camere da letto. Le finestre si affacciano su una terrazza pavimentata e una magnifica veranda costruita intorno ad un vecchio ulivo che sembra crescere attraverso le assi del pavimento.
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor
L’atmosfera tranquilla della casa rende il luogo perfetto per rilassarsi 
e godere delle bellezze che circondano questa zona. 


dettagli

22 Aprile 2014 / / Design

Dopo pochi giorni di vacanze pasquali lo Staff di ArredaClick è rientrato in ufficio ancora più carico di prima e con la voglia di fare le cose sempre più in grande. Ispirata dalla carica positiva di questa mattina ho deciso che l’oggetto del desiderio della nostra rubrica #ArredareCasa si moltiplica.
Non sono impazzita, semplicemente per voi oggi ho scelto due oggetti della stessa “famiglia”; stesso nome, caratteristiche molto simili ma utilizzi diversi.
Guardate la poltrona Aria, anche voi come me state pensato “La voglio”?

oggetti-del-desiderio-poltrona-aria

Se non lo state facendo lo penserete sicuramente guardando la sedia Aria.

oggetti-del-desiderio-sedia-aria

Entrambe le sedute sono realizzate con un armonioso intreccio di fili metallici laccati in diversi colori e saldati tra loro. Le linee geometriche ed astratte creano spazi di pieno-vuoto che espimono un’idea di essenzialità e leggerezza. Il nome stesso è un forte richiamo a questa caratteristica: qualcosa di delicato, quasi inconsistente.
Se guardando Aria rimanete affascinati dal suo design ricercato e leggero ma siete titubanti sulla sua comodità sappiate che è disponibile un pratico cuscino di seduta opzionale. Anch’esso caratterizzato da linee geometriche che riprendono gli intrecci della struttura, è proposto in una grande varietà di materiali e colori ed esalta ulteriormente l’estetica finale.

La moderna ed originale poltrona Aria è destinata ad un uso interno, perfetta in salotto vicino al divano per sedersi comodamente a guardare la televisione o leggere un libro. Data la sua enorme leggerezza può essere facilmente spostata all’occorrenza nelle diverse stanze e diventare quindi anche il complemento per l’angolo relax in camera da letto.
Anche la sedia Aria è destinata ad un uso interno ed è questa volta ideale in una cucina moderna e lineare o in un soggiorno giovane e alla moda. Le linee leggere ed essenziali possono fare da contrasto ad altri arredi con ingombri e strutture diverse oppure essere affiancate a complementi altrettando visivamente leggeri.

Aria non è “solo” originale, unica ed esclusiva è anche impilabile, in entrambi i modelli. Come sempre più spesso accade per i complementi della casa, estetica e funzionalità si uniscono e danno origine a questi oggetti del desiderio.

poltrona-aria-impilabilesedia-ariasedia-aria-impilabile

22 Aprile 2014 / / Design

Tra gli eventi a cui ho partecipato durante il Fuorisalone, ce n’è uno in particolare di cui mi interessa parlarvi. Si tratta di un progetto che è anche un bellissimo esempio di cosa significa Made in Italy, perché frutto della sinergia tra aziende e designers. Let Producers Be Brands nasce dalla collaborazione fra tre aziende, ovvero Caon Arreda, Pizzicatolight e Carraro Edizioni, e lo Studio Luciano Bertoncini, che ha curato il design della nuova linea di prodotti che vede i produttori creare le proprie collezioni. Il concept di Let Producers Be Brands è infatti la responsabilità di diventare un marchio, superando il ruolo di mero esecutore e abbracciando la visione e le idee del designer, combinando metodo e tecnologia per la realizzazione del progetto finale. E questo è quello che ha reso i prodotti di design italiano così apprezzati in tutto il mondo ormai da molti anni. 

Entrando nel merito dell’esposizione e avendo visto la collezione dal vivo vi dico già che i pezzi sono uno più bello dell’altro, e non c’è una cosa che non abbia apprezzato. L’eleganza delle linee si sposa perfettamente con l’accuratezza della realizzazione, l’essenzialità delle forme non è mai fredda e minimalista, ma grazie all’uso dei materiali, dei colori naturali e della luce acquisisce una connotazione calda e domestica.
Le aziende coinvolte, come vi dicevo, sono tre.
Caon Arreda è l’esperienza quarantennale della lavorazione del legno che incontra il design. Caon Nibe & C. SNC ha infatti all’attivo collaborazioni illustri con architetti e designers internazionali, che l’hanno portata ad essere presente in luoghi prestigiosi come il MOMA di New York (in occasione della mostra “Action! Design Over Time!”bdel 2010) e la Triennale di Milano (con la panca da esterni disegnata da Toyo Ito), e ad ottenere importanti riconoscimenti per i risultati ottenuti. La collaborazione tra l’artigiano del legno Massimo Caon e il designer Luciano Bertoncini ha dato vita ad una collezione dalle linee dinamiche, dalle forme eleganti e dalla ricercata semplicità.

Da oltre quarant’anni Carraro produce lavorazioni in metallo di elevata qualità. Dal taglio laser alle finiture finali, ogni fase della carpenteria industriale si è rivelata per Carraro Tech un’occasione di studio e ricerca, una sfida da vincere con mestiere e ingegno. La maturità e l’esperienza conseguite hanno portato Gianni, Dario, Adriano e Domenico ad assumersi la responsabilità di offrire una propria linea di prodotti d’arredo, avvalendosi della visione e della progettualità di un grande professionista del design: dall’incontro con Luciano Bertoncini nasce così Carraro Edizioni. La collaborazione con Studio Luciano Bertoncini si trasforma pian piano in un brand capace di distinguersi, costituito da un serie di prodotti dalla linea essenziale, in cui design e tecnologia trovano la loro naturale fusione. Materiali diversi, sposati tra loro con eleganza e attualità, hanno dato forma ad una serie di prodotti adatti ad arredare con stile gli “spazi del mondo”.

Pizzicatolight realizza prodotti che si adattano al soggetto, più che allo spazio, offrendo opere di design pulito, ricercato ed essenziale, utilizzando le tecnologie più avanzate per modellare i materiali di uno strumento che, grazie alla forma e al colore, interpreta l’emozione di chi lo utilizza, il suo desiderio di essere parte di quella stessa luce che esalta la bellezza e lo stile della lampada.
Ad impreziosire il prodotto le capacità e l’esperienza di Luciano Bertoncini, che utilizza materiali, tecnologie e soluzioni applicative di altri settori, che non provengono dal mondo del lighting, ma che convergono verso una soluzione elegante e di elevata qualità.
In un solo momento, le lampade Pizzicatolight, conquistano lo spazio e gli occhi, catturano il momento della luce e lo rendono illuminante.

Il fil rouge che lega i brands è la mano sapiente di Luciano Bertoncini, architetto e designer di fama, con una carriera che vanta collaborazioni con progettisti quali Joe Colombo e aziende come Aprilia, Technogym, Invicta, Diadora, Belstaff (trovate più info qui). All’evento di Let Producers Be Brands ho potuto ammirare dal vivo la poltroncina Chap, un classico moderno dal design informale ed elegante, composto da una struttura in alluminio verniciato cromo e da una seduta in pelle primo fiore.

Sotto la direzione artistica dello Studio Luciano Bertoncini, i producers sono stati in grado di diventare editori combinando tecnologia e competenza, visione e progetto. 
Linee, acciaio, legni, materiali di alta qualità, luce, trovano posto e significato: l’idea prende forma e gli elementi scoprono il loro equilibrio. 
Il design diventa elemento identificativo e rivela il brand.
Let Producers Be Brands!
English text

Among the events in which I participated during the Fuorisalone there is one in particular I want to talk about. It is a project that is also a beautiful example of what Made in Italy means, because is the result of the synergy between companies and designers. Let Producers Be Brands is a collaboration between three companies, namely Caon Arreda, Pizzicatolight and Carraro Edizioni, and Studio Luciano Bertoncini, who oversaw the design of the new product line that sees manufacturers create their own collections. The concept of  Let Producers Be Brands is in fact the responsibility of becoming a brand, surpassing the role of mere executor and embracing the vision and ideas of designers, combining method and technology for the realization of the final project. And this is what has made ​​the products of Italian design so appreciated around the world for many years now .
I saw the collection with mt own eyes, and I already tell you that the pieces are beautiful and I appreciated everything. The elegance of the lines fits exactly with the perfection of the creations, the simplicity of the forms is never cold and minimalist, but thanks to the use of materials, natural colors and light acquires a warm and domestic connotation.
The companies involved, as I said, are three.
The strenght of material, the dynamism of lines and shapes, the refined semplicity of products.
The essence of Caon Arreda naturally expresses itself in a process of polished semplification when a forty-year experience in carving woods meets design. The dedication of Massimo Caon as a wood artisan, and the mastery of Luciano Bertoncini, designer, gave life to a project with the original semplicity of the materials themselves. Natural gestures, dynamic shapes and an essential concept are origin and  result of this virtuous encounter at the same time. Prestigious partnerships with international architects and designers brought Caon Nibe & C. SNC to celebrated places like Moma in New York (with 2010 exhibition “Action! Design Over Time”) and Triennale in Milan(with an outdoor bench, designed by architect Toyo Ito) gaining important recognitions for the obtained results.
Excellence of tradition embraces contemporaneity in a unique and original creative and productive project.
Carraro has been manufacturing high level metalworks for over forty years. From laser cutting to finishing, Carraro Tech considers every step of industrial carpentry as an opportunity to study and research, a challenge  to be overcome with expertise and brilliance. Today Carraro Tech represents a fundamental resource for the big names that turned to it.
Maturity and experience have led Gianni, Dario, Adriano and Domenico to take charge of offering their own product line, thanks to the vision and design of a great expert: the encounter with Luciano Bertoncini gave birth to Carraro Edizioniconcept. The partnership with Studio Luciano Bertoncini gradually becomes a noticeable brand, made up with an essential style product line, in which design and technology find their natural fusion. Different materials, put together with elegance and modernity, shaped a perfect product line to furnish with style all the “rooms of the world”.
Pizzicatolightrealizes products that fit with the subject more likely than with the space, offering a clean, refined and essential designThe most advanced technologies are used in order to create something that, due to its shape and colors, feels with who’s using it and his desire to be part of that very light that enhances the lamp itself. The hand of designer Luciano Bertoncini makes the product a jewel. The research of material, technologies and solutions not directly coming from the lighting sector leads to an elegant and qualitative solution. In one moment, Pizzicatolight lamps conquest the space and the eyes, catch the lighting moment and make it enlightening.
The common thread that binds the brands is the skilful hand of Luciano Bertoncini, renowned architect and designer, with a career that includes collaborations with designers such as Joe Colombo and companies such as Aprilia, Technogym, Invicta, Diadora, Belstaff. At the event of Let Producers Be Brands I could see the Chap armchair, a modern classic with a casual and elegant twist, consisting of a painted aluminum frame and a chrome seat-grain leather.
Under the artistic direction of Studio Luciano Bertoncini, the producers were able to become publishers by combining technology and expertise, vision and project. 
Lines, steel, wood, high quality materials, light, find a place and a meaning: the ideas take shape and the elements find their balance. 
The design becomes the identifier element and reveals the brand.
Let Producers Be Brands!
22 Aprile 2014 / / Coffee Break

Stravagante ed eccessiva,sicuramente emblema di un luso eccentrico, questa residenza privata è stata realizzata da Marcel Wanders ad Amsterdam, Olanda.

Via HomeDSGN


_________________________

CAFElab | studio di architettura


21 Aprile 2014 / / Okapì

Quest’anno il mio giro al fuorisalone Lambrate è stato decisamente breve e frugale, ma sono riuscita comunque a farmi catturare da alcune esposizioni, più o meno piccole, più o meno conosciute, che in qualche modo entrano nel mio modo di pensare al design.
Passeggiando per Lambrate, in uno degli spazi allestiti per l’occasione, ecco che scorgo Giulio. Mi avvicino a lui, lo saluto contenta di rivederlo dopo un paio di anni, e mi faccio spiegare cosa fa adesso. Fa parte di un gruppo che si chiama Wood-Skin, che ha messo a punto un materiale che a vederlo sembra una coperta di legno, che mi ha intrigato, stuzzicato e che non vedo l’ora di poter utilizzare per qualche progetto. Dietro a quest’idea c’è un mondo, e delle persone dinamiche e creative e la volontà di mettersi in gioco.

wood-skin
wood-skin
wood-skin

Saluto Giulio e proseguo il mio giro.

Arrivata in una grande area, un ex capannone industriale, ci sono molte realtà intorno; in fondo sulla sinistra mi sembra di scorgere dei libricini con dei disegni molto particolari, ma solo quando mi avvicino capisco che non sono libri, ma piastrelle!
Sogno all’istante di fare l’intera parete della mia cucina con quelle ceramiche, così fini e ironiche, con quei disegni che ti raccontano una storia.
Si chiama StoryTiles by Marga van Oers, e viene dall’Olanda. La semplicità di un disegno porta la mente ad elaborare storie, ci allena alla fantasia.

piastrelle storytiles

piastrelle storytiles

piastrelle storytiles

Avrei voluto comprare l’intero stand, ma sono andata avanti col mio giro, e altro giro, altre persone che fanno parte del passato, questa volta di Augusto.
Amici in Brasile, molti anni fa, eccoli qui al Salone del Mobile 2014 a presentare una collezione di gioielli fatti interamente in legno, con geometrie pulite e definite tagliate al laser, qualcosa di semplice e unico, come Mr. Nico.
Appena dopo le collane scorgo una meraviglia: un teatrino fatto in legno con i personaggi disegnati e tutta una poesia che mi fa pensare all’importanza delle cose semplici nella nostra vita, a quanto oggi si perda tempo con inutili produzioni, quando basterebbe così poco.

orecchini di legno mr. nico
bracciale di legno mr. nico
teatrino in legno mr.nico

Ci spingiamo verso il Lambretto, dopo pranzo, tappa obbligata e un po’ nostalgica che mi riporta indietro al mio lavoro da Ruatti Studio Architetti.

All’interno tante cose, forse troppe, tra design e provocazione, tra istallazione e stupore.
A me, che sono per le cose vere, e un po’ romantiche, capita di venire catturata da questi laboriosi personaggi che dietro al loro bancone, con elegante perizia, confezionano biscotti.
Ma non sono biscotti normali, al loro interno viene racchiuso un segreto!
Firmo un contratto con la Secret Cookie Factory e scrivo il mio segreto. Mi ci vogliono 20 minuti, perchè evidentemente non ho molti segreti, ma poi uno mi viene in mente.
Una catena di montaggio a dir poco perfetta mi porta ad avere in mano il mio dolcetto, con un ripieno di segreti di chissà chi. Delizioso, come il messaggio al suo interno!

secret cookie factory
secret cookie factory
secret cookie factory
secret cookie factory

La stanchezza si fa sentire, e dopo aver curiosato tra gli stand di giapponesi e svedesi, mi sposto in via Rombon, fuori dal cuore pulsante del design, dove si trova il mio vecchio studio, che per l’occasione espone in tutto il loro splendore le chitarre Noah, quelle che ormai gli americani ci invidiano. Ritrovo con piacere le persone, i luoghi e i sapori, visto il buon sidro trentino che mi viene offerto.
A sinistra del piazzale c’è un piccolo negozio, allestito per l’occasione.
All’interno NORDIKeast con le sue nuove proposte:  di loro abbiamo già parlato, ma stavolta oltre ai tappeti, trovo accessori per la casa, abiti, idee nuove per tessuti, e chi più ne ha più ne metta!
In un anno la ricerca è andata avanti, e le applicazioni sono diventate molteplici.

quadro nordikeast tessuti nordikeast

La mia giornata finisce qui in quel di Lambrate, più leggera di come è cominciata, forse per le idee, forse per il sidro…di sicuro per la gente.

 

Credits: immagine di copertina relativa alla mostra “Timescapes” – Logotel – www.logotel.it

The post Fuorisalone Lambrate: 5 cose meravigliose che non dovevate perdervi quest’anno appeared first on Okapì – Mobili su misura.