5 Maggio 2014 / / Design

Dopo questo lungo periodo di ponti, da oggi riprenderò a postare regolarmente. E, dal momento che lo scorso venerdì ho saltato l’appuntamento con la rubrica I miei preferiti della settimana, che ne dite di ricominciare con un bel mix di interni? L’idea vi piace? Allora ecco qui i miei ultimi colpi di fulmine.

After this holiday period, from today I will post again on a regular day. And, since last Friday I missed the column My favorites of the week, what do you think to start with a nice interior mix? Do you like this idea? So, here are my loves at first sight.

Gli sgabelli di Alvar Aalto, i tappeti sovrapposti, il delizioso servizio da tè di Muuto (nella mia lista dei desideri da tempo)… sono davvero pazza per questa zona pranzo! Luminosa e con tanti dettagli interessanti!

The Alvar Aalto stools, the layered rugs, the lovely tea set from Muuto (for a long time on my wishlist)… I’m crazy for this dining area! Bright and with many interesting details!

via Varpunen

Un’idea semplice e divertente per decorare la parete del letto sul sito di Fantastic Frank.

A simple and fun idea for decorating the bedroom wall on Fantastic Frank.

Volete aggiungere un tocco personale all’armadio della nuova collezione IKEA PS 2014? Guardate che bello questo styling. Il rame si sposa perfettamente con il bianco e la foto appesa con la gruccia è uno spunto assolutamente da rubare.

Do you want to add a personal touch to the wardrobe of the new IKEA PS collection 2014? Take a look at this styling. The copper is perfect with the white and the picture hanging with the crutch is an idea to steal.

via RAW Design blog  

E, per finire, qualche scorcio della casa dell’interior stylist svedese Pella Hedeby. La bellezza intramontabile del marmo e, come sempre, un grande mix di materiali e texture!

And, finally, some corners of the home of the Swedish interior stylist Pella Hedeby. The timeless beauty of the marble and, as always, a great mix of materials and textures!

via stil inspiration

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Interior mix sembra essere il primo su Interior Break.

5 Maggio 2014 / / Architettarte

L’associazione ReTake Roma sta posizionando dei nuovi cassonetti decorati in giro per la città di Roma, nell’ambito dell’iniziativa “no al vandalismo”. Il primo è stato posizionato in piazza Annibaliano, ed è opera dell’artista di fama internazionale Christina Finley
Il secchio, messo a disposizione dall’Ama, è stato coperto con una carta da parati decorata con i colori dell’antica Roma, giallo e rosso, inserendo alcuni particolari dorati. 
L’idea dei cassonetti dipinti è nota nel mondo come Wallpapered Dumpsters (letteralmente: cassonetti tappezzati) ed è una moda lanciata dall’eclettica Finley che con questo progetto ha  decorato cassonetti a NY, Los Angeles ed in molte città europee.

il cassonetto di piazza Annibaliano

photo via

5 Maggio 2014 / / Idee

Rieccoci dopo una meritata pausa! Ne avevamo bisogno dopo le fatiche del Salone per staccare, rilassarci 
ricominciare a mente fresca, con tante idee, progetti e novità. A proposito di Salone del Mobile, vogliamo 
condividere con voi l’allestimento del living realizzato per il Fuorisalone di CasaFacile presso la location 
Magna Pars. Abbiamo voluto realizzare una mini “giungla urbana” dove il verde e la natura sono protagonisti
indiscussi. L’outdoor entra indoor giocando con piante, tanto legno naturale e tessile assolutamente green!

Foto@ Giandomenico Frassi
Styling@ Stylist à Porter
Servizio pubblicato su CasaFacile di maggio
Thanks to: Gruppo Euromobil, Silva TessutiRotaliana, DemetraMogg, Viridea, JabZara HomeDesigners GuildColefax & Fowler
All’origineBjorkVilleroy & BochVitra

5 Maggio 2014 / / Cappello a Bombetta

Ho deciso di farvi fare un salto nella mia vita, dietro la Bombetta, e quale occasione migliore che parlarvi della mia città e, in particolare, dell’evento che la contraddistingue? Dal sedicesimo secolo si svolge a Melegnano la Fiera Del Perdono: la storia di questa fiera si perde nel passato tra storia (vera) e leggenda. Narra di Papi offesi, nobili prepotenti, castighi e riconciliazioni, di cui la famosa Bolla, che viene ogni anno esposta nella Basilica Maggiore, è testimonianza. La fiera vera e propria nasce come esposizione agricola e popolare, che nel corso degli anni si è spostata sempre più verso un approdo decisamente più commerciale… ma polemiche a parte, per i melegnanini doc è un appuntamento imperdibile, per ritrovare vecchi amici e abitudini consolidate; sapete cosa si dice? Perdono con il sole e Pasqua con la pioggia e, signori, vi posso garantire che è davvero così! La storia della Fiera è davvero interessante, come la storia di Melegnano, se siete curiosi potete leggerla quì.
Seguendo i consigli della mia guru personale in campo di fotografia Ilaria Chiaratti, avevo appena acquistato un nuovo obbiettivo per la mia Canon: EF 50mm/1:1,8 II (*). Un obbiettivo a ottiche fisse che promette tantissimo in fatto di luminosità e nitidezza, quello che ho sempre cercato.
Per provarlo sul campo niente di meglio che una festa e una splendida giornata di sole!

L’imprescindibile porchetta e la scorta di caramelle e paste di mandorla …
Il Castello Mediceo
Nel cortile del Castello  fanno bella mostra oggetti e giochi antichi … e qualcuno si diverte a provarli

Nel fossato e nel parco del Castello si accarezzano gli animali della fattoria,  si ammirano i rapaci della Falconeria e ci si riposa sotto gli alberi …

Le Giostre! 

Altro must: aperitivo al Trimarter, locanda della nostra famiglia e luogo antico e amato dai melegnanesi. Al timone la mitica Egidia, che mostra lo stinco per cui è famosa.. e non solo! Ecco la ciurma del Trima al completo: amici, famiglia, nuove e vecchie  generazioni . Si conversa e ci si rilassa davanti a una buona birra, un vino rosso e una briscola …

Anche i nobili mangiano …

Ammetto che sono stati i soldi meglio spesi della mia vita! Le foto sono luminose e nitidissime, i colori accesi e brillanti, proprio come piacciono a me! E’ certamente un ottimo investimento, consigliato!
… e vi aspetto l’anno prossimo alla fiera, ok? 😉

(*) Io l’ho comprato su amazon.it

5 Maggio 2014 / / Decor

Accessori  dècor  ispirati al mare per grandi e piccini

Cuscini  indoor&outdoor realizzati in diversi colori e tutti perfettamente combinabili tra loro, tende doccia, tazze mug per la prima colazione,  orologi da parete e molto altro, sono i divertenti accessori che abbiamo disegnato per l’estate e che potete acquistare all’interno dello shop Society6 alla pagina dettagli

Accessori dècor allegri e divertenti,  perfetti per una casa al mare o più semplicemente per portare un po’ di mare anche in città.  
dettagli

5 Maggio 2014 / / Design

Quando parliamo di case, il tavolo può svolgere un ruolo importante nel completare l’intero aspetto della stanza. Un tavolo vuoto, proprio come preso dallo showroom, può essere freddo e noioso. E sinceramente, chi lo vuole esattamente come nei cataloghi? Personalizzare la casa comprende la personalizzazione di ogni dettaglio, ecco alcuni consigli:


Aggiungete un vassoio. Se avete un sacco di piccole cose sopra il tavolo possono sembrare disordinate quindi aggiungete un vassoio – esso ancorerà la vostra collezione. Inoltre se avete un tavolino più grande un vassoio spezzerà la superficie piacevolmente.


Le composizioni contano quindi è bello variare l’altezza delle cose sul tavolo. Lo stesso principio vale per mensole e ripiani. Perché le varie forme provocano interesse e intrigo! 

Considerate la vostra gamma di colori. Se tutto ha un colore diverso il tavolo può diventare piuttosto confuso quindi scegliete bene. Naturalmente se volete atmosfera super-eclettica basta aggiungere più colore!

Prendete i libri – ammucchiate un pò in diverse direzioni per aggiungere profondità e dimensione. Ma non solo libri. Aggiungete altezza attraverso fiori e piante, variate le strutture, ecc.

Roba abbastanza semplice no?

PHCredits: La bellissima Hannah
When we speak about homes, a table can play a big role in completing the whole look of the room. An empty table, just like taken from the showroom, can be cold and annoying. And sincerly, who wants it exactly as in the catalogues? Personalizing your home includes personalizing every detail, so here are some tips:

Add a tray. If you have lots of little things over the table they can look messy so add a tray it will anchor your collection. Also if you have a really large coffee table a tray will break up the surface nicely.
Compositions matter so it’s good to vary the height of the things on the table; same principle goes for mantles and shelves. Why – because different shapes add interest and intrigue! Anything can look super cool if it’s artfully arranged. 
Consider your colour palette. If everything has a different colour it can get pretty confusing so choose them well. Of course if you want super eclectic feel just add more colour!
Pile up the books – place little heaps in different directions to add depth and dimension. Just remember not to only have books. Add height through flowers and plants, vary the texture etc.
Pretty simple stuff no?

PhCredits: My lovely Hannah ♥


5 Maggio 2014 / / Decor

Cosa c’è da dire sulle ghirlande? Sono belle, allegre, colorate e semplici da realizzare. Nonostante ciò non è facile trovare delle persone tanto coraggiose da usarle per addobbare la propria casa. Se siete degli appassionati di Alice in Wonderland potreste usare la scusa del non-compleanno, altrimenti infischiatevene delle critiche e prendete esempio da Patamaga e Ilaria

Da un po’ di tempo anche io ho inserito una ghirlanda nella lista delle cose da fare, ma purtroppo in questo periodo ho tantissimi impegni e la to-do list cresce perchè non riesco a depennare niente.
Spero almeno che questo post mi aiuti e vi aiuti nella scelta, visto che ci sono centinaia di varianti per questa decorazione; io ne ho selezionato alcune tra le più semplici.
1. Ghirlanda di pom-pom, allegra e morbida. Occorrente: lana, forbici, ago e forchetta (tutorial di Riciclattoli).

2. Ghirlanda di feltro, semplicissima. Occorrente: filo, palline di feltro.

3. Ghirlanda di tulle, femminile e delicata. Occorrente: tulle, forbici, ago e filo di cotone.
4. Ghirlanda a crochet, per dare un tocco di calore alle pareti. Occorrente: lana o piastrelle già pronte.
5. Ghirlanda di carta, per chi ama le decorazioni in miniatura. Occorrente: carta, perforatore, ago e filo.
6. Ghirlanda di stoffa, se non butti via niente. Occorrente: ritagli di stoffe varie, ago e filo.
A me piace utilizzare quello che trovo in casa quindi penso che quest’ultima sarà la prima che farò, anche se mi piace molto quella in feltro.
Voi quale preferite? Avete già delle ghirlande in casa?
Link immagini: 1, 2, 3, 4, 5, 6.
5 Maggio 2014 / / Coffee Break

Secondo il Cresme e il Servizio Studi della Camera le agevolazioni fiscali per i i lavori di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica hanno portato investimenti da parte dei privati pari a 28 miliardi di euro nel 2013, di cui 4,8 miliardi di Iva, e 226 mila nuovi posti di lavoro.
E il 2014 promette ancora meglio, con 5,7 miliardi di euro di spesa nei primi due mesi, con una crescita del 54% rispetto al primo bimestre 2013.

“Una ripresa selettiva in cui certamente il mercato della riqualificazione è e sarà il motore trainante dell’edilizia”
– Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme.

“I bonus fiscali per le ristrutturazioni funzionano. È la prova che il fisco, usato in modo non vessatorio nei confronti delle imprese e dei cittadini, può essere una leva per la ripresa”
– Maurizio Lupi, Ministro delle Infrastrutture e trasporti.

“Un’idea di edilizia legata alla riqualificazione del patrimonio esistente, al risparmio energetico, alla sicurezza antisismica, che non consuma nuovo territorio. Un’idea di Italia che scommette sulla qualità e sulla green economy.”
– Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera.

Agevolazioni

Secondo la normativa attuale, che purtroppo cambia in continuazione, la detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni è valida fino alla fine del 2014 con un tetto di 96mila euro di spese sostenute.
Si possono detrare i mobili e i grandi elettrodomestici per un totale di 10.000 €
La riqualificazione energetica gode di una detrazione del 65% fino alla fine del 2014.

Tutte le informazioni sulle agevolazioni fiscali

Lavoro nero

Sta funzionando la leva dell’emersione del lavoro nero, non con formule vessatorie ma rendendo economicamente interessante per il privato cittadino “fare tutto in regola”, infatti per avvalersi delle agevolazioni è necessario rivolgersi a un architetto che asseveri i lavori presso il comune e affidarsi ad imprese in regola con contributi, visite mediche, apparecchiature revisionate e smaltimento dei rifiuti.
Non vogliamo più vedere mucchi di calcinacci agli angoli delle strade e nei nostri parchi!!

Semplificazione

Nota dolente, la burocrazia: lenta, astrusa, un ostacolo alla attività di noi architetti che ci troviamo quotidianamente ad affrontare le tematiche più disparate, confrontandoci anche con tecnici comunali dalla preparazione variabile, per così dire.
Come la stessa Pubblica amministrazione non ha difficoltà ad ammettere, l’edilizia è il settore col maggior numero di procedure complicate. (e onerose aggiungiamo noi)


_________________________

CAFElab | studio di architettura


5 Maggio 2014 / / Decor

Buongiorno!
Oggi sono in super ritardo, il lunedì finisce sempre così: rallentato nei fatti e in super fermento nei pensieri!
Inizia una nuova settimana e ci sono sempre mille cose da programmare.
Io voglio iniziarla coccolandomi con la magia che solo nelle camerette dei bimbi si riesce a ricreare.
Ecco un’altra idea semplicissima per un piccolo angolo studio: un tavolo, vecchio o nuovo, l’importante che sia della loro misura; cassette di recupero per ospitare libri e piccoli amici; poetici stickers che riescano a trasportarli nel loro mondo dei sogni!
In questo sito ne troverete veramente di meravigliosi!
Buona settimana a tutti!
A presto,
M.
5 Maggio 2014 / / Coffee Break

Udite udite…le ultime novità in tema di interior design e design in genere ci annunciano che, nel 2014, il marmo è prepotentemente tornato alla ribalta!
Materiale nobile per eccellenza, delicato ma forte, dalle mille textures e sfumature, da sempre è il simbolo dell’Italian Style all’estero. 

Direttamente dal Salone del Mobile di Milano:

Proust chair rivisitata da Alessandro Mendini 

Button Tables by Barber and Osgerby per B&B Italia 

Oggetti da tavolo by Scholten & Baijings per Luce di Carrara

…infine il nostro personale contributo al tema, con la linea Carrara Marble su Society6!


_________________________

CAFElab | studio di architettura