16 Maggio 2014 / / Design

Vi piace mescolare sedie spaiate intorno al tavolo? Allora date un’occhiata ai suggerimenti su Apartment Therapy. I mix possibili sono infiniti!

Do you like to mix chairs around the dining table? Check out the tips on Apartment Therapy. The possibilities are endless!

Fresco e luminosissimo, il nuovo studio di Camille Styles mi ha conquistato. Sarebbe uno spazio perfetto dove dare vita a nuove idee!

P.S.: Amo quel tappeto!

Fresh and with a lot of light, the new studio of Camille Styles caught my eye. It would be a perfect space where be creative!

P.S.: I love that rug!

E, sempre a proposito di spazi di lavoro, se state cercando spunti su come organizzare la vostra moodboard, guardate questa raccolta proposta su Remodelista.

And, speaking of workspaces, if you are looking for inspiration for your mood board, take a look at this roundup on Remodelista.

Datemi una RAR degli Eames, una soffice pelle di pecora, un cuscino e una cesta per raccogliere le riviste ed ecco che avrete creato il mio angolo di lettura ideale. Che ne dite? Non sarebbe un posticino davvero accogliente dove leggere un buon libro?

Give me a RAR by Eames, a soft sheepskin, a pillow and a basket for magazines and here is my favorite reading corner. What do you think? It would be a cosy place to read a good book, isn’t it?

via Somewhere I would  like to live

Una testiera con spazio contenitivo? Vivere in un appartamento piccolo richiede sempre tanta inventiva! Su vtwonen troverete altre idee interessanti su come ottimizzare al meglio gli spazi.

A headboard with storage space? Living in a small apartment requires a lot of creativity! You can find more inspiration on vtwonen.

Riconoscete la fantasia di questo paralume? È la carta da parati della collezione BRÅKIG IKEA. Una lampada fai-da-te carinissima! Se volete cimentarvi, trovate il tutorial su Funkytime.

Buon fine settimana a tutti! Ci rivediamo lunedì!

Do you recognise the pattern of this lampshade? It’s the BRÅKIG wallpaper from IKEA. A lovely DIY lamp! If you want to try, find the tutorial on Funkytime

Have a nice weekend everyone! See you on Monday! 

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo I miei preferiti della settimana #25 sembra essere il primo su Interior Break.

16 Maggio 2014 / / Interior Break

La mia ultima scoperta? Questo appartamento a Berlino che ho visto sul sito di Fantastic Frank. Uno spazio pieno di luce, arredato con tonalità neutre e pochi arredi dalle linee pulite. Mi piacciono molto i pezzi scelti e, in particolare, amo il divano e il tavolino nel living, disegnati da Marie Schmid-Schweiger, i tessuti di Saana Ja Olli e la vecchia macchina da scrivere sulla scrivania. Un altro favoloso styling di Sara Van Peteghem di Coco Lapine Design! Speriamo che la collaborazione tra questa fantastica agenzia immobiliare e Sara ci dia presto altre perle a cui ispirarci:)

Per vedere il tour completo andate qui. Se volete saperne di più sui pezzi utilizzati, leggete questo post su Coco Lapine Design. Altri appartamenti di Fantastic Frank “vestiti” da Sara Van Peteghem sono qui e qui.

My latest discovery? This apartment in Berlin I saw on Fantastic Frank. A space with a lot of light, neutral tones and few furniture with clean lines. I really like the chosen pieces and I, especially, love the sofa and the coffee table in the living room, designed by Marie Schmid-Schweiger, the textiles by Saana Ja Olliand the old typewriter on the desk. Another fab styling by Sara Van Peteghem of Coco Lapine Design! We hope this collaboration between this fantastic real estate agency and Sara will give us soon other gems for inspiration:)

See the full home tour here. If you want to know more about the apartment, read this blog post on Coco Lapine Design. Other apartments styled by Sara Van Peteghem for Fantastic Frank are here and here.

Photo 1-2-4: Magnus Pettersson. Photo 3: Sara Van Peteghem.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: un appartamento pieno di luce a Berlino sembra essere il primo su Interior Break.

16 Maggio 2014 / / Design

Da molti anni si cerca di trasformare l’antiestetico termosifone in un oggetto che arreda le nostre case. Creativi, leggeri e colorati i termoarredi entrano di diritto nella classifica degli oggetti di design da avere in casa.
Alcuni uniscono il concetto di creatività al concetto di ecologia. Questo termoarredo, di cui mi sono innamorata, utilizza una tecnologia a infrarossi per riscaldare l’ambiente ed è anche molto funzionale. Infatti è uno sgabello!


In commercio esistono delle vere e proprie opere d’arte di design che per mettono di sostituirsi a quadri da parete. Guardate questa gallery e stupitevi con i termoarredi di design.




16 Maggio 2014 / / Decor

Per portare un po’ di natura dentro casa, in modo originale, oggi vi proponiamo un delizioso progetto DIY per realizzare un profumatissimo lampadario floreale.Una soluzione creativa e semplice da realizzare, perfetta per  illuminare la tavola in occasione di una cena speciale, oppure in…

[[Se vuoi continuare a leggere clicca sul titolo dell’articolo]].

16 Maggio 2014 / / Design

Una delle aziende protagoniste del Salone del Mobile 2014 è stata, senza dubbio, RODA, che dal 1990 ad oggi, grazie a ricerca stilistica, tecnologia e innovazione, rappresenta una delle eccellenze nel panorama del design italiano. La filosofia di RODA ha, infatti, rivoluzionato l’approccio agli esterni, introducendo il concetto di “In&Out”, secondo cui le geometrie, i materiali, i tessuti, i colori di indoor e outdoor si contaminano in modo da rendere godibile anche lo spazio esterno ad ambienti abitativi.
La produzione che contraddistingue  RODA, in particolare, dal 1990 al 2000 riguarda gli arredi per esterno in teak e, nello stesso periodo, l’azienda diventa distributore esclusivo per l’Italia di marchi quali Dedon e Tuuci, nomi prestigiosi nel settore dell’outdoor. In tale ambito, nel 2004, RODA è stata la prima delle aziende produttrici di arredo per gli esterni a concettualizzare e realizzare collezioni che avessero la stessa matrice culturale degli indoor, grazie anche al prezioso contributo di Rodolfo Dordoni, Direttore Artistico, a cui è affidato il coordinamento del progetto. È soprattutto grazie alla collezione Network che RODA si è fatta pioniera del concetto di “In&Out”, realizzato grazie anche alla collaborazione di Gordon Guillaumier e dalla stylist e colorist Gabriella Zecca. La qualità e la competenza nel settore di questa azienda è confermata dai progetti che essa ha portato avanti negli anni: creazioni di habitat, collaborazioni con cantieri navali e realizzazioni nel settore contract, sia in Italia che all’estero. RODA ha infatti coordinato progetti per hotel, resort e ristoranti anche in Spagna, Svizzera, Grecia e Olanda.
Immaginate di avere la possibilità di godere della comodità, familiarità e calore di un ambiente puramente domestico in un giardino, in un cortile, in una terrazza o a bordo di una piscina. A quale ambiente della vostra abitazione pensereste? Se la risposta è il salotto, la possibilità di vivere all’aperto uno degli spazi più caldi ed accoglienti della vostra casa non deve essere affidata solo all’immaginazione: è una reale opportunità, offerta da DANDY, la collezione firmata Rodolfo Dordoni. Con questa collezione, RODA propone un sistema di sedute rivoluzionario che racchiude tutte le funzioni di un divano tessile da interno, in versione outdoor. La sperimentazione, il know how, la versatilità progettuale, l’innovazione tecnologica dei processi e la qualità dei materiali sono, ancora una volta, i punti di forza di questa azienda, leader nel settore dell’outdoor.

La collezione dei prodotti dell’azienda RODA è stata presentata al Salone del Mobile 2014.
Per scoprire quali sono stati i protagonisti del design e vedere l’intervista video a Roberto Pompa, titolare di RODA, visitate il sito www.arredamento.it

LA RICETTA DEL SUCCESSO

1) Prendete una struttura leggera e un design all’altezza dei trend più attuali del living.
2) Al suo interno, mettete una scocca di alluminio, leggera ma allo stesso tempo robusta, nascosta con tecnologia “total outdoor” drenante, traspirante e resistente agli agenti atmosferici.
3) Aggiungete una fodera, facilmente removibile e disponibile in un’ampia proposta di tessuti con una palette cromatica di grande attualità.
4) Amalgamate il tutto con un inconfondibile senso estetico, design mimetico, percezione del sapore Mediterraneo, identità di pezzi unici, versatilità, qualità e durabilità e, infine, esperienza e otterrete un progetto declinabile in infinite soluzioni, con possibilità di scelta tra ricercati tessuti e molteplici colori, esattamente come nell’interior.
La “ricetta”  proposta da Dandy ha successo perché facilmente personalizzabile, in funzione dello spazio, delle esigenze e della creatività di ciascun cliente.
Si tratta, infatti, di un prodotto custom made, espressione del gusto di chi lo sceglie.

Roda_Collezione-Dandy_blog-designdingegno_1

DANDY, sistema di divani modulari da outdoor, proposto nella composizione a tre moduli combinati (misure: sedute 225cmx75cm, 150x130cm e150x75 cm; schienali 150×22 cm h60cm e 130×22 h60cm) con rivestimento in tessuto HIVE color fuchsia e cuscini decorativi in tessuto PLOT color fuchsia e PANAMA color pink.
Tavolino: ROOT 046 side table con struttura in teak e piano in HPL grey.

 

 

 

DANDY, composizione angolare a due moduli (misure: Roda_Collezione-Dandy_blog-designdingegno_2sedute 225x75cm e 150x75cm; schienali 225×22 h60cm e 150×22 h60cm) con rivestimento in tessuto PLOT color mole.
Sgabelli: ORSON 003 stool con struttura in teak e rete in Canatex color grey.
Dimensioni DANDY:La seduta è disponibile nelle seguenti dimensioni: 225x75cm, 150x75cm e 150x130cm.Schienali e bracciolo sono disponibili nelle seguenti misure: 225×22 h60cm, 150×22 h60cm, 130×22 h60cm,75×22 h60cm e 75×22 h44cm.

 

 

DRoda_Collezione-Dandy_blog-designdingegno_3ANDY, composizione a due moduli (misure: sedute 150x130cm e 150x75cm; schienali 150×22 h60cm) con rivestimento in tessuto SHORE color nut.
Poltrone: ORSON 002 director lounge chair con struttura in teak e rete in Canatex color grey
Tavolino: STORK 001 side table con struttura in teak e piano in HPL grey.
Dimensioni DANDY: La seduta è disponibile nelle seguenti dimensioni: 225x75cm, 150x75cm e 150x130cm. Schienali e bracciolo sono disponibili nelle seguenti misure: 225×22 h60cm, 150×22 h60cm, 130×22 h60cm,75×22 h60cm e 75×22 h44cm.  Dettaglio del divano da esterno DANDY, con tecnologia “total outdoor”: l’imbottitura a più strati è completamente drenante e le passamanerie filtranti della fodera consentono la massima traspirabilità dell’imbottito. Qui DANDY e’ proposto nella versione con rivestimento in tessuto PANAMA color lime.

Roda_Collezione-Dandy_blog-designdingegno_4DANDY, sistema di divani modulari da outdoor, proposto in due versioni: con modulo singolo (misure: 225cmx75cm con schienale 225×22 h60cm e due braccioli 75×22 h44cm) con rivestimento in tessuto PLOT color sand e con due moduli opposti (seduta150x130 cm e 150×75 cm con schienale 150×22 h60 cm) e rivestito con tessuto PLOT color mole.
Tavolini: STORK 001 side table con struttura in teak e piano in HPL grey.
Dimensioni DANDY:La seduta è disponibile nelle seguenti dimensioni: 225x75cm, 150x75cm e 150x130cm.Schienali e bracciolo sono disponibili nelle seguenti misure: 225×22 h60cm, 150×22 h60cm, 130×22 h60cm, 75×22 h60cm e 75×22 h44cm.

Redazione e Contributi: Heidi Bovini, Chiara Borsini.

 

16 Maggio 2014 / / ArchitettaMI

Un’idea insolita e alquanto originale. L’azienda americana di arredamento CB2 , in collaborazione con Pinterest, ha coinvolto 5 noti designer nella progettazione di 5 ambienti all’interno di un loft a SoHo. I professionisti dovevano scegliere una serie d’arredi da proporre ai loro follower. Quelli che avevano ricevuto più apprezzamenti sarebbero stati nuovamente selezionati dai designer e utilizzati nell’arredamento delle stanze. Ma non è finita qui: l’allestimento doveva essere fatto in un solo giorno e ripreso in tempo reale dalle telecamere in modo che fosse sotto l’occhio di tutti.

Una bella sfida per i designer che sono riusciti a realizzare degli ambienti molto piacevoli e di carattere.

Però ora tocca a voi! Votate la vostra stanza preferita e potrete vincere l’intero arredo del valore di 5000 $. Qui il link.

Io vi lascio con la stanza che ho votato disegnata da Athena Calderone, designer che ama conciliare la sua passione per il cibo con il design e che avevo notato tempo fa in questo servizio.

Le immagini sono tratte da Lonny.

 

16 Maggio 2014 / / Brigi Co.De. House

1- Per il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare sponsorizzato dal FAI ed IntesaSanpaolo la Spiaggia e colonia felina a San Vero Milis in Sardenia: votate anche voi!
2- Un’idea spiritosa per i prossimi aperitivi in giardino dall pagina facebook di Benedetta Parodi.
3- Il 18 maggio è la giornata nazionale del NASO ROSSO, andati a conoscere questi splendidi volontari nelle piazze di tutta Italia.
4- Direttamente dal salone del mobile le ceramiche di Bosa; forse conoscerete il famoso HopeBird di Jaime Hayon.
5- Un divertente guida di New York (lovetaza.com).
6- Dal 16 a 18 Maggio non perdete l’occasione per visitare quella splendida città che è Tornino e magari fare un salto al Prima_era Fest che quest’anno ha come tematiche i giovani, l’agricoltura, il reciclo e la mobilità sostenibile.


Sarà politically incorrect, ma ogni tanto fare un po’ i gradassi dà soddisfazione .
Possiamo?
Solo per un attimo e solo con una piccola immagine.Report Casaleggio.it su e-commerce settore casa. Maggio 2014.Quella qui sopra è la classifica che ogni anno viene stesa da Casaleggio Associati, celebre società milanese esperta in strategie di rete. La società è tra gli organizzatori dell’ultimo convegno sull’e-commerce in Italia, tenutosi lo scorso 17 aprile alla Camera di Commercio di Milano.
Tra i relatori della conferenza hanno presenziato il fondatore di Casaleggio Associati, alcuni dirigenti Google e due manager di Booking.com e Zalando.

In occasione del convegno è stata stesa la classifica E-commerce Ranking: i 100 siti di e-commerce più popolari in Italia. Le aziende presenti nella classifica sono selezionate in base al fatturato e al traffico sul sito.

Ho detto all’inizio del post che sarei stata breve e voglio mantenere la promessa. Concludo ringraziando tutti i clienti che in questi ultimi anni ci hanno dato la loro completa fiducia e che ogni giorno, tra alti e bassi perché nessuno è perfetto, continuano a complimentarsi con noi per il servizio offerto (…se volete leggere qualche commento li trovate tutti qui!)

Per visualizzare la classifica completa E-commerce Ranking 2014 cliccare qui.

16 Maggio 2014 / / Cappello a Bombetta

Oggi la Bombetta vi fa scoprire il mondo colorato e brillante di Jane Foster: non potrete non innamorarvi delle sue stampe allegre e delle sue illustrazioni inspirate ai patterns dei magici anni sessanta e settanta!
Su Amazon potete trovare anche il suo libro pieno di suggerimenti e divertenti progetti.
Le sue creazioni sono irresistibili e sprizzano gioia di vivere! Conosciamola meglio …

Let me introduce you  the colored and bright world of Jane Foster: I adore her  funny stamps and illustrations inspired from the magic ’60 and ’70s! On Amazon you could find her book, full of amazing projects. Her creations are irresistible and full of joy: let’s get to know her well …

1) Quando e come hai iniziato a cucire e a stampare?
Mi sembra intorno ai quattordici anni, quando ho scoperto la tecnica dello screen printing a scuola. Mia nonna  mi ha insegnato a cucire quando avevo circa dieci anni
I think it was about 14, when I was first introduce to screen printing at school. I was much younger with sewing as my granny showed me when I was about ten years old.

2) Cosa ti aspettavi quando hai aperto il blog?
Non so cosa mi aspettassi, pensavo fosse solo un buon modo per registrare cose di me stessa, del mio lavoro e di quello a cui ero interessata. Non pensavo certo che qualcun’altro potesse seguirlo!
I’m not sure I knew – I Just felt it could be a good record for myself of the work I was doing and what I was interested in. I don’t think I ever really thought others follow it!

3) Cosa non hai realizzato fino ad ora e perchè?
Non avrei mai immaginato di arrivare fino a quì, ho studiato musica per sei anni al collegio musicale, pianoforte e violino; ho insegnato musica per quattordici anni. Chi immaginava che avrei scritto e pubblicato libri? Sono incredibilmente fortunata e grata per la vita che ho.
I never imagined I’d be ever doing what I’m doing now as I trained as a musicians- I studied the violin and piano at music colleg for six years and the taught music for fourteen years. I also didn’t know I’d ever be asked to write some books or get my work published. I’m incredibly lucky and grateful for the life I have.

4) Cosa ti ispira?
Mi inspirano i disegni semplici degli anni sessanta e settanta. Adoro lo stile scandinavo, ceramiche e tessuti; Marimekko per esempio è uno dei miei preferiti.
I’m inspired by simple design from the ’60 and ’70s. Ilike Scandinavian ceramics and fabrics and love the fabrics produced by Marimmekko in Finland

5) Immaginati fare qualcos’altro …
Ho sempre desiderato creare semplici gioielli d’argento. Mi piacerebbe realizzare per esempio quei grandi e scultorei anelli che ricordano lo stile degli anni sessanta e settanta, come i designer danesi!
I’ve always wanted to make simple silver jewellery. I would make large sculpural rings and pendants, reminiscent of ones from he ’60 and ’70s- like Danish designers!

16 Maggio 2014 / / Coffee Break

La vocazione originale di questa casa è chiaramente industriale; pareti con mattoni riportati a vista, pilastrini in ghisa, gli alti soffitti a voltine, tutto insomma fa presagire che in un altro momento questo loft fosse dedicato ad un’attività diversa…ed infatti una volta era la sede di una fabbrica di cappelli!
Trasformata in abitazione tra il 2009 ed il 2010, ha mantenuto con successo i riferimenti originari; adesso il punto centrale della casa è costituito dalla cucina, che si apre su un open space, e la completano tre camere e due bagni.

  


_________________________

CAFElab | studio di architettura