26 Maggio 2014 / / Interior Break

Contrasto: questa è la parola chiave per definire il nostro nuovo home tour. Un appartamento parigino di 90 metri quadri, ridisegnato da Atelier Premier Étage per una giovane famiglia, dove i lussuosi elementi originali d’epoca (parquet a spina di pesce, stucchi, camino in marmo) contrastano con il materiale povero utilizzato per la maggior parte degli arredi: il truciolato grezzo. Sostenibile ed economico, il truciolato dà un tocco caldo e contemporaneo allo spazio. Io trovo molto interessante questo progetto. E voi che ne pensate?

Se volete vedere le altre foto, andate su Milk Decoration e sul sito di Atelier Premier Étage.

Contrast: this is the key word for our new home tour. A 90 square meters apartment in Paris, redesigned by Atelier Premier Étage for a young family, where the luxurious original features (herringbone parquet, stucco, marble fireplace) contrast with the poor material used for most of the furniture: the raw chipboard. Sustainable and cheap, the chipboard gives a warm and contemporary touch to the space. I find this project very interesting. What do you think?

See more pictures on Milk Decoration and the Atelier Premier Étage website.  

Photo: Hervé Goluza.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: un appartamento dagli interessanti contrasti sembra essere il primo su Interior Break.

26 Maggio 2014 / / Decor

Ho guardato per la centesima volta quei due comodini, vecchi e impolverati.
Facevano parte della camera da letto dei miei suoceri,  avevano il piano di marmo, credo un Calcatta grigio, (ora ne è rimasto solo uno) e un’alzatina da almeno 30cm con un decoro intarsiato.
I tarli hanno lasciato il loro indiscutibile marchio, ma a me continua a girare qualcosa in testa.
Voi non siete comodini..voi siete qualcos’altro, devo solo capire cosa.
Non c’è voluto molto, e appena ho capito ci siamo messi all’opera.
Ecco cosa ne è venuto fuori.

Siamo partiti da due comodini, uguali ovviamente.

Abbiamo carteggiato tutto il mobile, un pò con la carteggiatrice e un pò a mano.
Poi con due mensole in pino tagliate a misura, abbiamo creato due ripiani interni.

 Con delle assi di un pallet, abbiamo creato il ripiano, tagliandole a misura e fissandole singolarmente sul mobile con i chiodi.
Una volta fissate vanno carteggiate, poi stuccate, ri-carteggiate.

 Adesso la parte più divertente..la pittura!
Smalti all’acqua, pennelli e un vecchio straccio per un’effetto invecchiato (non che sia difficile visto da dove siamo partiti!)
Il piano e tutte le parti interne , comprese le mensole, invece sono state dipinte con vernice per legno color teak.
 Ora deve asciugare, poi possiamo passare una mano di cera e lasciare asciugare di nuovo.
Quando è asciutto vanno montate le maniglie.
Poi va testato..
 Ora è pronto!
Io l’ho posizionato all’ingresso di casa.

Per la serie: non si butta via niente, sopratutto oggetti con i quali c’è un legame affettivo e che, nonostante il decadimento strutturale, non riusciamo proprio a disfarcene.

Silvia

26 Maggio 2014 / / Design

Si chiama così la linea di lampadari di Lasvit, che rivisita i vecchi chandelier in chiave contemporanea. A me ricordano anche i lampadari a sospensione etnici, ed è indubbio che, nonostante non abbiano decorazioni e siano fatti di solo vetro, diano la sensazione di essere preziosi e maestosi. Li hanno disegnati i designer Jan Plechac & Henry Wielgus, ispirandosi alle silhouettes degli chandeliers presenti in cinque dei più importanti teatri e concert halls del mondo: la Scala di Milano, Palais Garnier a Parigi, il teatro Bolshoi di Mosca, il Teatro degli Stati di Praga e la  Metropolitan Opera di New York. E a proposito di NYC, questi lampadari compaiono in un interno che vi avevo mostrato qualche mese fa, e precisamente in questo. Fanno decisamente la loro figura, o no?!

 Bolshoi

 Teatro alla Scala

 Metropolitan Opera

 Palais Garnier

Teatro degli Stati

Info e immagini trovate su Design Milk.


English text

This is the name of the chandelier’s line of Lasvit, which revisits the old chandelier in a contemporary way. They also remind me of the ethnic hanging chandeliers, and there is no doubt that, despite having no decorations and are made of only glass, they give the feeling of being precious and majestic. They were disegned by Jan Plecháč & Henry Wielgus, inspired by the silhouettes of the chandeliers of five of the most important theaters and concert halls in the world: La Scala in Milan, the Palais Garnier in Paris, the Bolshoi Theatre in Moscow, the Theatre of the Estates in Prague and the Metropolitan Opera in New York. And talking about NYC, these chandeliers appear in an interior that I showed you a few months ago, and precisely in this. They definitely make a great impression, don’t they?!





26 Maggio 2014 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Nel cuore di Londra la trasformazione di un appartamento a firma dello studio di architettura VW+BS che ha l’obbiettivo di creare uno spazio funzionale e flessibile.
Questo appartamento appartiene ad una famiglia numerosa del Sud-Est Asiatico che spesso soggiorna a Londra per motivi di lavoro o di piacere. Nel corso dell’anno capita che nella casa ci vivano due famiglie, magari per una vacanza di qualche settimana, a volte ci soggiorna una sola persona, o al massimo due e solo per pochi giorni.  Questi motivi hanno portato lo studio VW+BS ha progettare uno spazio semplice e decisamente flessibile, adatto a rispondere alle diverse esigenze dei componenti della famiglia. Originariamente l’appartamento era caratterizzato da un layout banale e dispersivo, con ambienti freddi e poco luminosi.  VW + BS ha riportato in vita la casa grazie all’uso del legno, alla scelta cromatica e alle soluzioni creative. Grazie all’altezza disponibile nella zona giorno (4,2 metri),  è stato creato un soppalco, proprio sopra la cucina, per ricavare un ulteriore spazio da sfruttare come camera e studio. A seconda di chi abita la casa, la zona soppalcata che si affaccia proprio sul grande living, può essere facilmente nascosta grazie a uno schermo realizzato in policarbonato traslucido pieghevole. La zona giorno ospita tre grandi finestre ad arco che inondano la stanza di luce naturale. Percorrendo il corridoio posto di fianco alla cucina una moderna scala di legno conduce ai piani riservati dove si “nascondono” le camere da letto e i bagni che naturalmente  sono stati razionalizzati e interamente  rinnovati. Le finiture scelte sono semplici e raffinate con  pavimenti e mobili in legno di rovere, un design lineare e pulito perfetto per soddisfare i gusti di tutti.

dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli


26 Maggio 2014 / / News

Festeggiamo anche noi i 25 anni di Ikea con due appuntamenti da non perdere, all’insegna della creatività. Oggi alle 
ore 18 presso l’Ikea Store di Carugate e giovedì 29 presso l’Ikea di San Giuliano terremmo un workshop durante il quale 
personalizzeremo con il nostro immancabile tocco décor alcuni prodotti Ikea. Potete prenotarvi direttamente sul sito Ikea 
Tra i numerosi eventi e attività organizzate negli store di tutta Italia, un’iniziativa super creativa dove le e i blogger 
potranno condividere le loro personalizzazioni. Che aspettate, basta poco per crescere insieme!

26 Maggio 2014 / / Design

L’attesa è stata lunga, ma finalmente è arrivata: è l’unica mini cucina Snaidero ed è in vendita solo online, in esclusiva su ArredaClick.
Mini cucina Snaidero MiniSystemAvremo modo di parlarne approfonditamente e mostrarvi tutte le sue funzioni. Per ora mi limiterò a fornirvi alcuni dettagli fondamentali, un doveroso identikit che vi permetta di capire “con chi avete a che fare”.

Una cucina 2.0: qualità e tecnologia
MiniSystem nasce dalla collaborazione tra Snaidero e ArredaClick. Mentre le idee progettuali e la realizzazione sono state egregiamente portate a termine dal team Snaidero, il nostro team tecnico si è occupato dell’elaborazione di un sistema di personalizzazione che come sempre avviene attraverso i nostri – ormai celebri – configuratori. La personalizzazione prima di tutto, completata dalla comodità e dal risparmio che contraddistinguono il sistema e-commerce. MiniSystem è in assoluto la prima cucina che nasce dall’unione tra l’esperienza di un’azienda “fisica” (di un vero e proprio brand del settore) e gli strumenti digitali perfezionati dal team ArredaClick: gli unici che ad oggi permettono di progettare e personalizzare arredi online esattamente come in negozio. Snaidero si è sempre contraddistinta per l’estrema attenzione alle innovazioni in tutti i campi, un’attenzione che non poteva certo ignorare l’ineluttabile avanzata degli strumenti del web.

Una mini cucina moderna. Non “tanto per dire”
Cosa vuol dire cucina moderna? E’ lo stile o sono i colori a definirla? I materiali? I processi costruttivi? La forma delle ante? Gli elettrodomestici all’ultimo grido? La risposta è “sì, anche”.
Ai giorni nostri la modernità di un prodotto deve per forza di cose coinvolgere anche i metodi di distribuzione. Ecco allora cosa rende il progetto MiniSystem davvero unico: è acquistabile solo ed esclusivamente online, la ricevete a casa e la montate in totale autonomia (supportati da istruzioni pdf e video complete, dalla prima vite fino al brindisi celebrativo!). Tutta la qualità Snaidero con l’affidabilità e il servizio post vendita di ArredaClick.

…e alla fine arriva MiniSystem
E’ arrivata, finalmente MiniSystem è online. Abbiamo tutti lavorato duro e il risultato è lì da vedere: una mini cucina dal design moderno e funzionale, dagli abbinamenti accattivanti e dall’enorme potenziale di personalizzazione. Disponibile in due dimensioni, in tanti colori e completa di tutto ciò che serve. Proprio come in una normale cucina ma in poco più di 1 metro di larghezza e 2 metri di altezza.
Abbiamo parlato di collaborazione fra un produttore “tradizionale” e un distributore “digitale”, innovazione nel modo in cui si sceglie e si acquista, ma MiniSystem è anche e soprattutto una bella mini cucina.
Chi era abituato a pensare alla cucina a scomparsa come ad un angolo cottura per piccole case “di passaggio” dovrà ricredersi. MiniSystem è stata pensata per arredare monolocali di design, case vacanza, residence e home office con gusto e con un prodotto di alta qualità in cui l’attenzione al dettaglio e l’affidabilità sono un must. La cucina per case piccole dalla grande personalità!
D’altronde è ormai appurato che “Snaidero Cucine per la vita” non è soltanto uno slogan.

26 Maggio 2014 / / Cappello a Bombetta

Sono innamorata di questi nastri… ne ho una intera collezione, alcuni sono così belli che faccio fatica ad usarli: sembra assurdo ma so che molte amiche creative possono capirmi. Grazie a questi magici nastrini ho potuto incontrare una persona davvero speciale: Anabella di My Washi Tape: un cuore grande e una bellezza sfolgorante, dentro e fuori! Con questa foto partecipo al suo contest.

26 Maggio 2014 / / Architettura

Per chi ama la lettura alla follia e non disdegna di praticarla all’aperto al di sopra della vita quotidiana, letteralmente sollevato da terra! E’ il caso di Mjolk architetti, uno studio ceco, che ha realizzato questa piacevole struttura leggera, in legno e vetro, considerabile la versione riveduta e corretta della vecchia casa sull’albero, dove nascondersi con gli amici per una birra o per leggere.

 


_________________________

CAFElab | studio di architettura


26 Maggio 2014 / / Decor

Scusate, ma davvero fatico a trattenermi, ne sto studiando una nuova per un cliente e quindi sono ormai bombardata da riferimenti tutti per loro!
Per le camerette dei bimbi intendo!

Guardate qua, se quella parete non fosse trattata in bicromia diciamocelo, questa foto ci parlerebbe davvero poco!
E invece… ottima la scelta di un grigio caldo accostato ad un rosa pastello, divertente il decoro facilmente riproponibile creandosi una sagoma con le curve che più ci piacciono!

26 Maggio 2014 / / Decor

Ebbene si, lo ammetto, ci siamo presi una pausa e in questo week end abbiamo provato l’ ebbrezza dello zoo safari!
La nina è forse ancora piccola per dimostrare grandi entusiasmi, in compenso abbiamo rivisto amici lontani ma incredibilmente vicini … e sono nate nuove piccole amicizie!

Tornando a noi mi sono dunque assentata, solo dal blog però! Un’idea al giorno non ha mancato la sua quotidianità da instagram e facebook e così con questo post vi riassumo le due idee appena proposte!

Buona giornata!

sabato 24 maggio 2014

Oggi voglio parlarvi di un azzardo. Ci vuole considerare anche esempi simili, aiuta ad aprire la mente a nuovi orizzonti, aiuta ad imparare ad osare!

domenica 25 maggio 2014

Un albero in cameretta?!? Facile! Con i binari del trenino ikea!