4 Giugno 2014 / / Interior Break

Oggi entriamo in un fantastico appartamento a Barcellona, ristrutturato dallo studio intercon. Cosa ha catturato il mio sguardo? Tutto! Eh sì, amo i soffitti alti, gli stucchi, la palette di colori rilassante, gli arredi dalle linee pulite, le sedie Wishbone intorno al tavolo da pranzo. E, soprattutto, sono irresistibilmente attratta dalle cementine. Lo so, l’ho già detto altre volte, ma, in questo periodo, non riesco proprio a resistere al fascino di queste piastrelle. Non hanno ancora messo in discussione il mio amore storico per il parquet, ma una convivenza tra i due materiali mi piacerebbe molto (date uno sguardo a questa meravigliosa casa).

Per vedere le altre foto andate su Home Adore.

Today we go into a fantastic apartment in Barcelona, refurbished by intercon. What caught my eye? Everything! Oh yes, I love the high ceilings, the stucco, the relaxing color palette, the furniture with clean lines, the Wishbone chairs around the dining table. And, most of all, I’m attracted to cement tiles. I know, I already talk about them, but lately I like these tiles so much. They haven’t yet replaced the wooden floors in my heart, but I’d like to live in a space where both materials are (take a look at this gorgeous home).

See more on Home Adore.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: a fantastic apartment in Barcelona sembra essere il primo su Interior Break.

4 Giugno 2014 / / Design

Però prometto che alla fine vi faccio vedere una scarpiera alternativa che mi piace tantissimo.
Nel post precedente vi avevo detto che mi sono cimentata con la “progettazione” di un paio di sneakers per fomentare la mia passione per le scarpe, se mai ce ne fosse stato bisogno. E niente, il risultato è questo:

Rambler significa girovago, e mi sembrava un nome adatto per un paio di scarpe, che sono gli strumenti che ci permettono di “vagabondare”. Ho scelto i colori che mi capita di usare più spesso (nero e grigio) ravvivati da un tocco di colore. L’effetto mi piaceva, e voilà. 
Vi spiego come funziona: c’è un mese di tempo per prenotare le scarpe (per ora solo questo modello, sigh), e se riesco a raggiungere la cifra minima di 7 ordini il calzaturificio comincia la produzione. Le scarpe sono completamente fatte a mano nella shoe valley marchigiana, mica pizza e fichi. Se non raggiungo almeno 7 ordini la produzione non parte (e ci rimarrei malissimo, ve lo dico). Le scarpe arrivano nel giro di un mese/sei settimane da quando il mese si conclude e gli ordini vengono presi, perchè le manine sante dei calzolai hanno bisogno di tempo per fare le cose come si deve. E questo e quanto, trovate tutte le informazione nel mio negozio on-line o cliccando sul badge Rambler’s che trovate qui a destra.

E se volete una scarpiera contemporanea, potete decidere di accaparrarvi una Hotel Box, di Lilian Alder per lo studio Pure Nomade, che è un oggetto bellissimo con cui potete comporvi una scarpiera bellissima (ma può contenere qualsiasi cosa):

Allora, me lo date un aiutino? 🙂

English text

But I promise that in the end I’ll show you an alternative shoe rack that I really like .
In the previous post I told you that I have grappled with the design  of a pair of sneakers to stir up my passion for shoes, if it ever were needed. And so, the result is this.
Rambler means wanderer, and it seemed a fitting name for a pair of shoes, which are the tools that allow us to ” wander ” . I chose the colors that I use more often (black and gray ), enlivened by a touch of color. I liked the effect, and voila .
Let me explain how it works: there is a month of time to book your shoes (for now only this model, sigh), and if the minimum amount of 7 orders is reached, the shoe factory begins production. The shoes are completely handmade in the shoe valley of the italian region Marche. If the 7 orders are not reached, the production does not start ( and I’ll be very sad, I tell you ). The shoes come in a matter of a month / six weeks after the month ends and orders are taken, because the holy hands of shoemakers need time to do things properly. And that’s it, find out all the information in my on-line store or by clicking on the badge Rambler’s that you find here on the right.
And if you want a contemporary shoe rack, you can decide to grab a Hotel Box, designed by Lilian Alder for Pure Nomade , which is a beautiful object that you can compose in a beautiful shoe rack (but it can contain anything):
So, would you give me a little help?  🙂

4 Giugno 2014 / / Design

Non ci siamo dimenticati della nostra rubrica settimanale “Idee per arredare casa“; siamo in ritardo di un giorno e per farci perdonare abbiamo scelto per oggi un oggetto del desiderio davvero unico ed originale.
Iniziate a rifarvi gli occhi… e a scaldarvi le spalle! (*)

oggetti-desiderio-libreria-arigato

Ecco la libreria Arigatò, ideata dal designer Marcello Ziliani per Infiniti Design.
Un elemento di dimensioni quadrate è dotato di ripiani interni disposti in modo irregolare e asimmetrico. Affiancando più elementi è possibile arredare un’intera parete o più semplicemente un angolo di una stanza. Gli elementi si possono posizionare a qualsiasi distanza ma per creare una composizione unita il procedimento è altrettanto semplice: una struttura a telaio posteriore facilita il fissaggio e assicura la stabilità.
La libreria modulare e componibile Arigatò permette di realizzare infinite soluzioni che lasciano libero sfogo alla fantasia e ai gusti di ciascuno. Dal soffitto al pavimento o lungo la parete, in riga o in colonna, disposti in modo regolare o a formare un disegno strano.
I singoli elementi sono poi disponibili in bianco, nero e rosso per una libreria tinta unita o un accostamento multicolor. Bianco e nero se si desiderano colori classici e neutri, rosso per una macchia di colore inaspettata. E se poi siete tifosi di una squadra calcistica italiana rappresentata da questi colori potete portare la vostra passione anche sulle mura di casa.

La disposizione irregolare delle mensole e la loro leggera curvatura ha ispirato il nome Arigatò, chiaro richiamo agli ideogrammi orientali.

libreria-arigatò-1 libreria-arigatò-2 libreria-arigatò-3

(*) Con queste immagini vi siete rifatti gli occhi ma vi siete anche scaldati le spalle?
Arigatò è una libreria e ama stare tra i libri e in più e anche componibile e come tale si adatta a tutti gli spazi… proprio a tutti, anche alla schiena!

oggetti-desiderio-libreria-arigato-1

4 Giugno 2014 / / Idee


Ieri ho portato i bambini al MACRO di Roma nel cui cortile campeggia questa fantastica installazione dell’artista giapponese Toshiko Horiuchi – MacAdam. Si tratta di una gigantesca rete colorata di fili di nylon intrecciati a mano sospesa a pochi metri da terra che è sia scultura che playground. L’opera si trasforma e prende vita nel momento stesso in cui i bambini, ma anche i grandi, saltano, si dondolano, si arrampicano e poi scivolano giu’ per un momento di riposo in uno dei tanti “tunnel” multicolore dove ci si sente come immersi in un altra realtà. Anche i suoni sono diversi da quelli che ti aspetti di trovare in un museo; sono infatti le grida felici dei bambini e i richiami di genitori che pazientemente aspettano di vedere sbucare i figli dalla rete.
Se siete a Roma non perdetevela!

Yesterday we went at MACRO museum in Rome where in the hall there is this gigantic crochet installation by the japanese artist Toshiko Horiuchi – MacAdam. It’s both a big colorful playground and  a playful textile sculpture, made by hand combining ropes of different colors, that actively involves the public inviting them to became part of the installation. It’s amazing to see how the soft fabric transform and come alive as the children stretch, climb, jump and swing on it moving from one level to another.
If you are in Rome don’t miss it!

4 Giugno 2014 / / Coffee Break

Risultato di una sottrazione di volume da una mensola di legno di soli otto cm di spessore, è Depth, il lavabo di Lago che gioca con il senso del vuoto e della profondità. Lavabo trasparente in vetro dal fondo inclinato, crea una sorpresa perenne e un deflusso rapido.
La mensola che lo sostiene, dal forte effetto materico, è realizzata in legno Wildwood; l'”effetto vissuto” nasce da un particolare trattamento che ne aumenta anche la resistenza.

Info: Lago


_________________________

CAFElab | studio di architettura


4 Giugno 2014 / / Design

dettagli home decor
Pochi giorni fa, lunedì 2 giugno, ha preso il via la seconda emozionante stagione di Extreme Makeover Home Edition Italia, la fortunata trasmissione condotta da Alessia Marcuzzi, in onda su Canale 5 alle 21.10 e in replica ogni martedì su Mediaset Extra.
Obiettivo di questo appassionante programma è ristrutturare le case di famiglie in difficoltà avvalendosi dell’esperienza di una squadra di esperti dell’edilizia e dell’arredamento, oltre alla fattiva collaborazione di amici, parenti e vicini della famiglia: in soli sette giorni il progetto di realizzare un casa nuova per ridare felicità a genitori e figli diventa realtà.
Di fondamentale importanza sono gli sponsor che, grazie alla loro presenza concreta, contribuiscono al rifacimento dell’abitazione. Lavorazioni precise e attente, installazioni scrupolose e prodotti di qualità garantita, ma non solo: la produzione di Extreme Makeover Home Edition Italia ha sempre un occhio di riguardo per lo stile, il comfort e l’eleganza, sia per l’arredo degli spazi comuni, come living, cucina e bagno, sia per le camere da letto di grandi e piccini. Un esempio di tanta cura? Certamente la scelta dei divani firmati Ditre Italia, nota azienda produttrice di sofà, letti e poltroncine Made in Italy, che alla famiglia Tognon, protagonista della prima puntata girata in Valle d’Aosta, ha donato due divani Bublè, luminosi e splendidi nel salotto a piano terra, e l’imbottito Shade, perfetto nel loft mansardato del diciottenne Luca.


dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor
A questo punto ci chiediamo: quali altri eleganti dettagli scopriremo nelle settimane a venire? Quali altri modelli Ditre Italia ci saranno nei prossimi episodi? Da non perdere allora gli appuntamenti di lunedì 9, 16 e 23 giugno, sempre su Canale 5 alle 21.10
Tre nuove stilosissime case stanno per accogliere le loro famiglie!
Per sapere di più sui divani Ditre Italia: www.ditreitalia.com

dettagli

4 Giugno 2014 / / ArchitettaMI

Buongiorno, lo so non voglio essere ripetitiva, ma oggi voglio mostrarvi questa bellissima casa svedese.

Io l’ho amata dal primo momento…Non starò qui a  tediarvi su quello che mi piace o meno, tanto se avete imparato a conoscermi un po’, lo capirete dalle immagini.

Ah una piccola nota (non ce la faccio a stare zitta!): il lavandino del bagno…delizioso!

Il dinosauro sulla vasca ci sta! Soprattutto se avete figli ;-)

Per vedere tutte le immagini andate su Puro Deco.

4 Giugno 2014 / / Cappello a Bombetta

C’è un’arte che come fotografa e blogger neofita adoro e tento di imparare: quella dello styling. Che cosa significa in pratica? Comporre diversi oggetti per fotografarli e renderli al meglio: l’insieme deve essere armonico e suggestivo; non  troppo caotico ma nemmeno troppo vuoto; pochi colori calibrati bene, ma soprattutto ogni oggetto deve valorizzarsi e valorizzare anche il resto… difficile vero? Ci vuole pratica, occhio e buon gusto ma tutti con un po’ di esercizio si possono cimentare … la regola è tentare, tentare, tentare finchè l’insieme non ci convince e non assume un compiuto senso in sè: come un quadro perfetto.

1. 2. 3. 4.
Distesi placidamente sotto l’occhio della macchina fotografica … 
1. 2. 3. 4.
Fondi scuri, pochi e selezionati oggetti per un effetto “still-life” incredibilmente materico…
1. 2. 3. 4.
Creare suggestioni …

1. 2. 3. 4.
Sperimentare  la disposizione degli oggetti…
1. 2. 3. 4.
Mescolare cose diverse …
1. 2. 3. 4.
Giocare al “gabinetto delle curiosità naturali”

4 Giugno 2014 / / Nook Twelve

Buongiorno, cari miei! Mi sono fermata un’attimo solo per dirvi che tonerò presto! Vi porterò belle notizie e vi racconterò le nostre avventure! Ci vediamo presto, molto presto! 

Good morning, my dears! I just poped by to tell you that I’ll be back soon. I’ll bring you some cool news and will tell you about the adventures we had the last two weeks. See you soon, very soon!

photocred: nooktwelve