10 Giugno 2014 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Il luogo ideale per una vacanza lontana da tutti? Questa sensazionale cabanas situata sulla costa portoghese, immersa dalla natura selvaggia e circondata da spazi esterni riservati dove trascorre piacevoli momenti di puro relax.

Il progetto, firmato dalla bravissima interior designer Vera Iachia, è una perfetta combinazione di materiali tradizionali, contemporanei ed esotici che danno vita a un ambiente naturale e chic allo stesso tempo. Internamente lo spazio è caratterizzato da una piacevolissima gradazione di colori che vede in primo piano i toni naturali, mixati con il bianco e con l’aggiunta di qualche tocco di blu per richiamare i colori del mare.
dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli



10 Giugno 2014 / / Design

Questa è un’idea facile e pratica da copiare all’istante.

1- un piccolo tavolino da poter personalizzare ritinteggiandolo o realizzando delle semplici fasce colorate
2- una lampada tecnica da tavolo, magari in nuance (si possono riverniciare) fissata direttamente al comodino
3- il tocco in più? Rinunciare alle coppie e inserire una lampada di tutt altro genere per l’altro lato!

10 Giugno 2014 / / Architettura

Linee verticali ed una scala-scultura fanno di questa casa ad Oslo, progettata da Haptic Architects, uno spazio luminoso, dall’interessante geometria.

_________________________
CAFElab | studio di architettura
10 Giugno 2014 / / Decor

  • floral prints to welcome spring (via Stadshem)
9 Giugno 2014 / / Architettura

Septembre è un collettivo di  cinque architetti provenienti da diversi paesi (Svezia, Marocco e Tunisia) che si sono incontrati a Parigi e si occupano di architettura, urbanistica ed interior design.
A loro si è rivolta una  coppia di professionisti per trasformare in abitazione, adatta ad una giovane famiglia, una ex officina di 85 mq.
Cuore del progetto è il living rettangolare le cui pareti lunghe, con l’evidente intento di tenere libero lo spazio centrale, sono interamente occupate da mobili contenitori multifunzionali, realizzati su disegno: bassi sotto le quattro grandi finestre, a tutta altezza sul lato opposto della stanza.
In uno dei lati corti è realizzata la cucina “total black”, in netta contrapposizione con il resto dell’ambiente in cui invece  predominano  bianco e legno chiaro, e sottolineata da un controsoffitto ribassato.
Un’inaspettata finestra dà luce al bagno retrostante, anch’esso tutto declinato in bianco, nero e legno chiaro.
Dalla parte opposta del living, e separate da questo solo da infissi vetrati che lasciano passare la luce e ingrandiscono visivamente l’ambiente, sono state realizzate le due camere da letto. 
Gli architetti hanno così coniugato lo spirito industriale preesistente con la destinazione d’uso attuale, conciliando design minimalista e funzionalità.
Industrial spirit in black and white in Paris
Septembre is a collective of five architects from different countries (Sweden, Morocco and Tunisia), who met in Paris and dealing with architecture, urban planning and interior design.
They aided a pair of professionals to transform into a dwelling, suitable for a young family, a former workshop of 85 sqm.
Heart of the project is the living room with a rectangular plan whose the long walls, with the obvious intent to hold free central space, are entirely occupied by multifunctional cabinets, custom-designed: low under the four large windows, full-height in the other side of the room.
In one of the short side there is  the “total black” kitchen, in contrast with the rest of the environment that instead is dominated  by white color and  by light wood.
An unexpected window gives light to the rear bathroom, also declined in black, white and light wood.
On the opposite side of the living area, and separate from this only by glass frames that let in the light and visually enlarge the environment, were made the two bedrooms.
The architects have married so the existing industrial spirit with the intended use current, combining minimalist design and functionality.