11 Luglio 2014 / / Decor

Per questo post ho deciso di parlare dell’arredamento di un locale specifico “La Sicilia in bocca” in cui sono capitata per caso a cena l’altra sera, no tranquilli non vi preoccupate non mi sto confondendo con tripadvisor e non parlerò del cibo del quale vi dico soltanto che era strepitoso, ma vorrei commentare l’arredamento del locale, occupandomi anche io nel mio piccolo di progettare ristoranti bar e locali vari.

Questo ristorante ovviamente, come si evince dal nome, è siciliano e appena si entra si viene travolti dalla forza e dalla potenza, anche decorativa, di questa terra.

siciliainbocca

L’ingresso de La Sicilia in Bocca a via Flaminia

1604950_10204098523244094_2627546487592495616_nPasta alla norma…un classico di bontà

2014-07-03 23.52.46

Le famose teste in ceramica di Caltagirone

Fantastiche e preziose ceramiche di Caltagirone sono presenti ovunque, ciò che caratterizza ancora oggi la ceramica calatina è la decorazione applicata, ricca di fantasia, estrosa ed elegante e guardandole se ne rimane abbagliati, come dal sole e dal mare di Sicilia.

Ci sono poi le meravigliose maioliche che ricoprono pareti e pavimenti e in fine ma prime per quanto riguarda impatto scenografico delle fantasmagoriche teste mozzate, una di un volto femminile e una maschile, anche esse provenienti dalla tradizione di Caltagirone e frutto di un’antica legenda che narra: “Un tempo una fanciulla siciliana vedendo un bel moro passare sotto il suo balcone se ne innamorò ma scoprendo che il giovane era sposato con prole, per vendicarsi ed averlo tutto per se, nella notte gli mozzò la testa e la mise sul suo balcone con dentro dei fiori come fosse un vaso!”. Legenda macabra e molto passionale dalla quale derivano appunto le famose teste di Caltagirone, bellissime e suggestive come la loro legenda.

2014-07-03 23.52.58

La testa in ceramica, pur non rappresentando un moro si rifà alla legenda della bella che decapitò l’amato e mise dei fiori nella testa mozzata

10455354_10204098547604703_3827918948070859523_n

La passione del Sud

images

La testa del moro e della bella siciliana

Tutto parla di Sicilia, affreschi, decori, carretti per fortuna no ma i pupi ci sono! Insomma tutto perfetto ma, eh sì perché c’è un ma: insieme a tutta questa ridondante sicilianità, che però in un locale tipico va benissimo, ci sono tovagliati, tende e tessuti che fanno pensare niente popò di meno che…alla Provenza!!!! Ma cosa c’entra mi domando io!!!! Ma che roba è??? Mi sono detta!!!

sicilia-in-bocca-al-flaminio-20111009-163608

Vista d’insieme del locale, con una bella fascia di maioliche dipinte a mano a parete, i tipici pupi siciliani appesi ai lati del quadro, una testa di gorgone…e le tovaglie a quadretti!

2014-07-03 23.53.39

Molto bello il mobile, anche se verde Provenza, con gli sportelli dipinti

maioliche sole a pavimento

Il sole della Sicilia dipinto a mano sulla maiolica inserita nel pavimento

prov

Bello il decoro dipinto a mano che decora lo stipite della porta ma la sedia con “vestitino a quadrucci e fiocco verde Provenzale non c’entra assolutamente niente.

maioliche decorate a mano a parete

Maioliche dipinte a mano

Certo lo so che per la maggior parte delle persone ciò che conta in un ristorante è solo ed esclusivamente il cibo, e che altri pur apprezzando il contesto non notano alcuni dettagli, infatti, molte persone trovano l’arredamento di questo locale perfetto, ma vi assicuro che per me è stato come vedere una donna vestita con un abito da sera meraviglioso, trucco perfetto, acconciatura impeccabile con, ai piedi, gli zoccoli del dr scholl !!!

Allo stile provenzale, o country o shabby fanno pensare le rouches, i fiocchi, i quadrucci su tende e cuscini e il color verdino salvia tipico di questo stile.

provenza

Madia, sedie e tovaglie rispecchiano uno stile che non ha nulla a che vedere con la Sicilia

tende

Le tende alla finestra con rouches e mantovana e fantasia quadrettata non si possono vedere!

zoccolo-professionale-dr-scholl-modello-supercomfort

Zoccolo professionale dr. Scholl modello supercomfort!

filename-img-4004-jpg

Vista d’insieme,le sedie con il fiocco stridono particolarmente

m_rest9702_std

La saletta privata è un concentrato di errori stilistici

Che dire, in questo ristorante si mangia benissimo, è questo è ciò che conta, le ceramiche di Caltagirone sono bellissime, l’angolo cassa all’ingresso ricoperta da capo a piedi di maioliche tipiche è meraviglioso, ma quegli accenti Provenza per me sono stati un pugno nell’occhio…chissà se siete d’accordo con me!

2014-07-03 23.53.53

Molto bello l’angolo cassa all’ingresso completamente rivestito di maioliche siciliane dipinte a mano raffiguranti un duello medievale.

pasta alla norma

Dulcis in fundo

 

The post Esempio di incoerenza stilistica nell’arredamento di un ristorante appeared first on Architettura e design a Roma.

11 Luglio 2014 / / Decor

Oggi ci dedichiamo al fai da te!
Credetemi non sarà per nulla difficile riuscire a portarvi la natura in casa.
Il materiale necessario è:
1| pennarello nero a punta grossa
2| carta nera e forbici
da queste immagini potete notare l’essenzialità di linee di cui è composta questa decorazione, se siete insicuri disegnatevi una traccia a matita e una volta stabilite le verticali prendete confidenza con il pennarello e tracciate le linee definitive.
Stampate poi le sagome delle farfalle e ritagliatele. Ora divertitevi a farle volare tra i rami!
In questo vecchio post troverete il download per le farfalle. Buon divertimento!
11 Luglio 2014 / / News

Dopo un volo interno verso il sud della Svezia, arriviamo nel piccolo 
aeroporto di Vaxjo, dove un alce a grandezza naturale ci aspetta per 
darci il benvenuto(i selfie si sprecano!). Lungo la strada, a perdita 
d’occhio, boschi, laghi e fiori di lupino spontanei; dopo una cena 
nella veranda di un ristorante romantico in stile gustaviano, arriviamo 
al nostro albergo che é quasi buio. Al risveglio una fantastica sorpresa, 
la colazione si fa sulla terrazza vista lago nella luce tersa del mattino.
A due passi dall’Hotel si può visitare un bell’Orto botanico con Orangerie, 
creato in onore del famoso medico e naturalista svedese Linneo, originario 
di questi luoghi. Ripartiamo per raggiungere Almhult e la sede storica di 
Ikea, sono molto curiosa!
1 un alce all’aeroporto di Vaxjo nello Smaland – 2  boschi e laghi infiniti – 
3 veranda del ristorante Villa Vik a Vaxjo – 4/5/6/ l’albergo  Mockelsnas 
Herrgard, una grande casa di campagna del XVII secolo, con vista lago nel 
cuore di una riserva naturale – 7/8 terrazza con vista per la colazione
Museo Ikea

Siamo ad Almhult sede del Museo e del nuovo quartier generale di Ikea.Si trova 
in campagna, tra boschi e laghi, al di fuori delle classiche mete turistiche e 
non lontano da Malmo. Nel Museo Ikea, costruito dove sorgeva in origine il primo 
store, ci aspetta un viaggio nel tempo, dagli anni cinquanta ad oggi attraverso 
le varie epoche:i primi marchi, la consegna dei pacchi con il furgone del latte, 
i vecchi cataloghi dove comparivano alcuni oggetti di design italiani che il 
giovane Ingvar Kamprad (fondatore di Ikea) veniva a scegliere alla Fiera campionaria 
di Milano. Venti ambienti con gli arredi originali, le riedizioni, una grande 
parete con tutti i cataloghi e la storia del design democratico a prezzi sostenibili. 
Da vedere!
1/2 i primi marchi di Ikea – 3 la consegna dei pacchi nelle campagne veniva 
fatta con i furgoni del latte –4 la prima sede di Ikea vicino alla casa natale 
di Ingvar Kamprad ad Almhult – 5 un vecchio catalogo
1  è sempre divertente vedere nei parcheggi come le auto vengono caricate 
a dismisura – ieri come oggi – 2/3 poltrona e tavolino, mobili originali e 
riedizioni:  il tavolino a  forma di foglia é stato il primo oggetto spedito
con un pacco piatto.
1 un manifesto per ogni decennio con le novità del tempo fino ad oggi – 
2 arredi in stile gustaviano: vicino alla riedizione il mobile originale che 
li ha ispirati – 3 la libreria Billy, un evergreen; con il divano Klippan é 
uno dei prodotti più venduti negli anni – 4 all’uscita del Museo un pannello 
Wanted con i mobili e oggetti che mancano all’appello 

IOS – Ikea of Sweden 

Sembra di essere usciti dalla macchina del tempo,siamo approdati nel futuro! 
Bellissima e costruita con criteri di ecosostenibilità la nuova sede di Democratic 
Design Center è il nuovo centro creativo ed operativo di Ikea of Sweden. Atmosfere 
soft, colori rilassanti e una grande luminosità negli ambienti di lavoro, ideali per 
sviluppare la creatività. Abbiamo avuto il privilegio di vedere le nuove collezioni 
previste per il 2015, di incontrare designer ed esperti di packaging e conoscere la 
loro strategia per arrivare a proporre mobili e oggetti di design alla portata di 
tutti. Interessante anche il progetto “Next generations” che coinvolge le donne 
dei paesi in via di sviluppo per la realizzazione di collezioni limitate dal sapore 
artigianale. Prima di andarcene, una bella foto di gruppo nell’anfiteatro del grande 
open space che ospita anche la mensa dell’azienda. All’esterno una simbolica scultura 
a forma di brugola campeggia tra le bandiere, non mancano anche numerose biciclette 
sempre a disposizione del personale.E’stata una bella esperienza,ripartiamo cariche 
di stimoli e nuove idee, grazie a tutto lo staff di Ikea!  

1 via Ikea – 2/4 Nuova sede di Ikea of Sweden – 3 palo decorato per la 
tradizionale festa di mezza estate, molto sentita in Svezia
Interni e esterni di Ikea of Sweden.Il prossimo appuntamento é a Malmo e il 
Parco di Wanas, museo d’arte all’aria aperta. Poi lasceremo la Svezia per 
l’ultima tappa del nostro viaggio: Copenhagen in Danimarca. Seguiteci!
11 Luglio 2014 / / Interiors

Ci siamo innamorate del nuovo sistema cucine Ikea Metod,con le sue infinite 
combinazioni,versatilità ed eleganza si adatta anche agli ambienti più difficili 
come mansarde e sottoscala,ma soprattutto perchè è chic e salvaspazio!
Si può veramente sfruttare ogni centimetro per avere una cucina a misura delle 
proprie esigenze, con dettagli ricercati e varie profondità per poter creare 
la cucina dei sogni,ordinata e con gli oggetti preferiti in bella vista,come 
piace a noi. Da mettere in dispensa vi consigliamo le specialità svedesi,sapori 
nuovi per inventare ricette da gustare con gli amici nelle serate estive. 
Tornata dal bloggertour in Svezia ho ancora nostalgia di quelle tartine da gustare 
insieme all’aperitivo con salmone, aringhe, erbe aromatiche e salsine. Bon appetit! 

1 cucina Metod di Ikea con pensili a misura delle varie esigenze livethemma.ikea.se – 2 pane croccante di segale –3 strofinacci – 
4 pasta di uova di pesce – 5 portaposate in legno di bambù
1 un’idea per la tavola d’estate in veranda o in terrazzo: un tagliere da utilizzare come sottopiatto e tante bottiglie diverse per i fiori
livethemma.ikea.se –  2 aringhe alla senape,sciroppo di fiori di sambuco e salsa al rafano – 3 carrello con rotelle, utile in cucina e in 
terrazzo – 4 posate da insalata in bambù 
1 cucina Metod livethemma.ikea.se – ideale per utilizzare al meglio lo spazio del sottoscala – 2 tazza – 3 portaposate in bambù – 
4 vassoio laminato – 5 posate da insalata in legno

Tutti i prodotti sono di Ikea, acquistabili negli storse oppure online www.ikea.com
11 Luglio 2014 / / Cappello a Bombetta

Ogni casa ha degli angoli difficili da personalizzare e la mia non fa eccezione. Questa piccola porzione di parete nel disimpegno della zona notte è sempre stata un mio cruccio: essendo di passaggio non era adatta per essere arredata con mensole o mobili, ed essendo piccola era difficile anche dargli stile con dei quadri. Mi ha salvato da questa empasse Evergreen Orange: una realtà tutta italiana, dinamica e supercreativa, con i suoi bellissimi adesivi murali. Ce ne sono tantissimi a disposizione, ma è anche possibile su richiesta avere il proprio sticker personalizzato: quindi liberate la fantasia!
La texture e la resa sono davvero superbe: sono tagliati a vivo, quindi gli spazi vuoti non sono occupati dall’ adesivo rendendo l’effetto piacevolmente tridimensionale.

Ho scelto una frase che fosse allo stesso tempo celebre, grafica e anche di ispirazione. Sono super soddisfatta della mia decisione!
Posizionare l’adesivo è un gioco da ragazzi: ho seguito passo passo il video tutorial che si trova sul sito, è chiaro e efficace. Possono essere applicati su tantissime superfici e quando vi stancate sono altrettanto facili da rimuovere; così si può spostare, cambiare,ecc…

Evergreen Orange mi ha stupito non solo per la qualità dei prodotti ma anche per la cortesia, la disponibilità di Caterina e la spedizione super veloce.
Super consigliato dalla Bombetta!

11 Luglio 2014 / / Decor

Il sole è tornato ma birichino e incostante, pensare che siamo a metà luglio riesce davvero difficile.
Allora diventa necessario un espediente: portiamo sole e allegria in casa! La novità?!?
Pensare ad un bagno multicolor! Che ne dite?
Al posto delle solite righe manteniamo una base neutra e alterniamo fasce in colore pastello.
Per i mobili scegliamo un classico bianco ma sarà fondamentale sbizzarrirsi con punti luce e accessori a richiamare queste tinte meravigliosamente delicate!
Immagine tratta da…Vi aspetto più tardi per un nuovo progetto DIYdecor per personalizzare la propria casa in libertà!

11 Luglio 2014 / / Design

Il Vitra Design Museum di Weil Am Rhein in Germania è un campus espositivo imperdibile per chi ama il design e l’architettura nelle sue migliori manifestazioni, in primo luogo per la bellezza degli edifici, opera di progettisti del calibro di Zaha Hadid e Frank Gehry.

Fino al 14 settembre c’è però un motivo in più ad arricchire questa esperienza, la mostra Panorama – Konstantin Grcic, dedicata al progettista le cui opere vengono per la prima volta esposte nella loro completezza.
Il suo stile  è indiscutibilmente ispirato a canoni industrial, ma si pregia di una grande qualità. Grcic infatti è stato in grado con la sua creatività di infondere l’essenza stessa del design negli oggetti progettati, che si presentano come cose “vere” e di uso quotidiano.

Sta in queste caratteristiche l’influenza di questo designer, evidentissima in questa installazione il cui tema ispiratore non è tanto una classica presentazione delle opere quanto una loro proiezione nel futuro degli spazi abitativi che vuole anche lasciare spazio ad interpretazioni diverse e molteplici da parte dei visitatori.

Se per l’estate state programmando un giro per le città d’arte europee, di certo il Vitra sarà una tappa da non mancare!

ShareThis

11 Luglio 2014 / / Coffee Break

Sfumature di colore per pareti e superfici…interni davvero particolari!

via Frenchbydesign


_________________________

CAFElab | studio di architettura


11 Luglio 2014 / / Design

Che il vostro stile sia classico, moderno, contemporaneo, il tavolo in vetro è un classico intramontabile capace di donare un tocco di grande eleganza a qualsiasi ambiente. Vetro e cristallo sono materiali ampiamente utilizzati nell’arredamento, in particolare per tavoli e tavolini, ma anche per rivestimenti di superfici e per ante di mobili soggiorno, armadi, cucine.
Partiamo però dal principio, perché immagino che molti di voi si stiano chiedendo qual è la differenza tra vetro e cristallo:
– il cristallo prende il suo nome dalla struttura reticolare che lo compone: è di fatto un vetro ma è arricchito con ossido di piombo. Questo additivo aumenta la densità del materiale donandogli una maggiore resistenza e brillantezza;
– il vetro deriva dalla fusione e dal successivo raffreddamento di un mix di silicati e sostanze chimiche vetrificanti. La sua struttura non è reticolata come quella del cristallo. Può essere soffiato, temprato, forgiato, curvato, colorato…

Tavoli in vetro: ad ognuno la sua lavorazione

Il vetro può essere sottoposto a varie lavorazioni e può essere soffiato. Conosciamo tutti la manifattura d’eccellenza dei vetri di Murano, famosa in tutto il mondo proprio per il vetro soffiato e modellato nelle forme più disparate. Nonostante la sua fragilità in realtà vetro e cristallo sono materiali estremamente resistenti, tanto da rendere possibile la realizzazione di tavoli come Blow che sembrano pronti a sollevarsi da terra tanto appaiono leggeri. Il vetro soffiato diventa elemento portante dimostrando tutta la sua forza.

Tavolo Blow in vetro di Murano.

Tavolo Blow con gambe in vetro soffiato di Murano.

Questo duttile materiale può anche essere curvato. I tavoli Mirror e New Cillo sono un esempio. Il primo è composto da un unico pezzo di vetro temprato curvato dalla superficie completamente liscia e priva di giunture. Il secondo presenta due scultorei supporti in vetro forgiato trasparente.

Tavolo in vetro temperato curvato Mirror.

Tavolo in vetro temperato curvato Mirror.

Il vetro temprato è indurito tramite trattamento termico detto, appunto, “tempra”. Conosciuto anche come “vetro di sicurezza” per la sua robustezza, in caso di rottura produce pezzi smussati poco pericolosi.

Tavolo con supporti in vetro curvato New Cillo.

Tavolo con supporti in vetro curvato New Cillo.

Il vetro forgiato deriva da una tecnica di modellazione ad altissima temperatura, spesso utilizzata nel settore dell’arredamento d’interni, arredo bagno o oggettistica.

Il vetro curvo permette inoltre di ottenere forme che sembrano quasi intagliate. Il processo di curvatura e modellazione avviene infatti quando il materiale, a temperature tra i 500 e i 600°, rammollisce aderendo agli stampi predisposti sul fondo della camera di riscaldamento. E’ così che è possibile realizzare supporti dal design complesso come quelli di Ghost:

Ghost con gambe modellate in vetro curvo.

Ghost con gambe modellate in vetro curvo.

La trasparenza è la sua caratteristica principale, ma un tavolo in vetro può anche essere colorato: si parla di vetro laccato quando una o entrambe le superfici di una lastra sono verniciate tramite laccatura. Se le due superfici sono laccate di colore diverso allora si parla di vetro bicolore.

Party presenta due supporti centrali curvi e laccati bicolore.

Party presenta due supporti centrali curvi, laccati bicolore bianco e viola.

Valencia abbina superfici trasparenti e laccate bianche.

Valencia abbina superfici trasparenti e laccate bianche.

Per la sua versatilità e leggerezza formale un tavolo in vetro è un arredo in grado di rispondere a vari gusti ed esigenze. Dalla casa più elegante alla più informale, i modelli sul mercato sono pensati per completare spazi di qualsiasi tipo, dal soggiorno alla cucina. Non dimentichiamo infatti che tra i vari trattamenti applicabili al vetro ve ne sono alcuni dedicati proprio all’uso quotidiano, come trattamenti antigraffio e anti-impronta.