26 Settembre 2014 / / Idee


Ricordate il mio DIY della lampada Fado di Ikea trasformata in luna baffuta? (lo trovate qui)   Ebbene sembra che abbia riscosso un discreto successo nel web! Oltre a vari post che gli sono stati dedicati da altri blog ho scovato su Instagram delle foto di alcune mamme volenterose che si sono cimentate nell’impresa ottenendo ottimi risultati, che ne dite?

Remember my Ikea Fado lamp turned into Mr. Moon? (here) Well it seems to have had some success in the web! Many blogs have written a post on it and I also discovered on Instagram photos of some willing moms who have made ​​their own version of the lamp with excellent results, what do you think?
                            lyckligagatan.se                       



made_by_mallan




engelien86 




bonnieshus                 
 pinsta.me                        




26 Settembre 2014 / / Luxemozione

Link all’articolo originale: IYL2015 l’opinione di Kai Piippo, rock star del lighting design
articolo scritto da: Giacomo

KaiPiippoLjusarkitektur

Per chiudere al top la settimana oggi vi propongo l’ultima intervista volta a promuovere il “Call for Ideas” indetto da L-RO Lighting Related Organizations per l’International Year of Light 2015 (IYL2015). Un’itervista davvero “potente” a Kai Piippo, la nostra rock star ;) , noto lighting designer svedese fondatore dello studio di progettazione della luce con base a Stoccolma Ljusarkitektur. Da qualche mese lo studio di Kai si è unito ad  ÅF Lighting, dando vita alla più grande compagnia di lighting design e lighting cunsultance in scandinavia.

Vi ricordo che il call for ideas scade fra pochissmi giorni, affrettatevi a mandare la vostra idea!

(LX)Cosa significa il IYL per te?

(KP)La luce è elemento fondamentale per la salute ed il benessere degli esseri umani di tutto il pianeta. La luce è l’energia che rende la vita possibile sulla terra. Qualsiasi iniziativa che pone attenzione sui nostri bisogni in merito è importante.

Con l’Inernational Year of Light 2015 (IYL2015) abbiamo l’opportunità di comunicare ad un pubblico vasto l’importanza ed i benefici che può portare la buona illuminazione. Forse questo renderà più semplice, per coloro che sono interessati a conoscere il mondo del lighting, trovare attività legate alla luce, e quindi ampliare i propri orizzonti. Spero che gli eventi sull’illuminazione previsti per l’anno prossimo porteranno benefici per il nostro settore ed aiuteranno a chiarire quanto noi, come lighting designers, possiamo partecipare alla creazione di una società più dinamica.

(LX)Per quale motivo tu, assieme ad ÅF Lighting, pertecipate al Lighting Related Organizations (L-RO)?

(KP)Pensiamo che L-RO giochi un ruolo importante. In giro per il mondo ci sono molti attori che hanno limitate possibilità di influenza. Raccogliendo le forze possiamo unire le nostre voci e , in questo modo,  diventare una forza da prendere davvero in considerazione. Assieme dobbiamo diffondere il nostro messaggio, rivolto alle persone comuni, al di fuori della ristretta comunità del lighting design.

(LX)Secondo te, quali sono I vantaggi che L-RO può portare al settore del Lighting?

(KP)La conoscenza sulla nostra professione e le fantastiche ambientazioni che possiamo creare. L-RO è un’ottima piataforma per raccogliere e condividere iniziative a livello internazionale. E ancora una volta, uniti possimo diffondere la nostra conoscenza sul lighting in tutto il mondo.

(LX)Qualè il caposaldo di L-RO per IYL2015 che preferisci?

(KP)Sono tutti importanti! Ma ”migliorare la consapevolezza sul lighting design” supportando il right to light (diritto all’illuminazione) è quello che più sta vicino al mio cuore. Mi permetto di spendere qualche frase in più su ”Right to light”, o meglio ”right to good light” (diritto ad una buona illuminazione)! E’ fondamentale per noi esseri umani poter accedere alla luce e all’illumnazione, ma abbiamo anche il diritto ad una buona illuminazione. Il 99% dell’illuminazione eisistente è pessima ed utilizza troppa energia; il daylighting non è utilizzato al meglio, sfruttando davvero il suo potenziale. E’ necessario un cambiamento, possiamo e siamo pronti a creare illuminazione di qualità che sia anche rispettosa dei consumi. I cambiamenti maggiori possono avvenire se la nostra professione viene finalmente considerata parte integrante nel processo di design.

(LX)Credi che la partecipazione delle “lighting related people” al call for ideas indetto da LRO per IYL2015 sia cosa importante ? Perché?

(KP)L’illuminazione è una materia importante è essenziale che le questioni relative al lighting vengano affrontate. Le ”Lighting Related People” dovrebbero parteciapre al Call for Ideas perchè è un’opportunità unica per condividere la nostra conoscenza ed entusiasmo.

Per molto tempo l’illuminazione è stata presentata come il ”cattivo” nel dibattito sul risparmio energetico, quale mero strumento di spreco . Partecipando al dibattito noi vorremmo mostrare che la buona illuminazione può essere simbolo di energy saving. L’illuminaizone si è trasformata da analogica a digitale e così il nostro design si evolve in considerazione di questo; noi lighting designers abbiamo un ruolo cruciale da giocare in questo cambiamento.

Partecipa al call for ideas mancano solo pochi giorni!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale:IYL2015 l’opinione di Kai Piippo, rock star del lighting design
Copyright © Giacomo Rossi.

26 Settembre 2014 / / Decor

La natura ci pensa da sola: il suo tappeto di foglie autunnali non glielo toglie nessuno.

In casa, invece, dobbiamo pensarci noi. Spariti dai nostri pavimenti all’inizio dell’estate, i tappeti tornano a adornare le nostre case: camera da letto, soggiorno e salotto in primis.

Ogni ambiente ha il tappeto che gli spetta: se in camera da letto si può indugiare in morbide superfici a pelo lungo e colori chiari, nelle stanze più vissute della casa si tende a optare per materiali funzionali, fantasie e colori.

La verità è che per gli amanti dei tappeti moderni c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Tappeto Ankara rosa antico feltro iuta.
Tappeto Ankara rosa antico in feltro e iuta.

Tappeto taftato lana Woolmark.
Il tappeto Kali è taftato e realizzato in lana certificata Woolmark.

Se il tappeto è destinato ad essere inserito sotto al tavolo da pranzo, meglio il cosiddetto tappeto a pelo corto o raso, tipo kilim. Questa è la scelta migliore sia a livello pratico (se il tavolo è utilizzato per pranzare e cenare, il pelo lungo non è certo indicato) che estetico (non vogliamo rovinare il tappeto marcandolo con le gambe del tavolo!).

Dalia tappeto fiori stilizzati rombi.
Dalia è un tappeto a doppia lavorazione: metà a fiori stilizzati, metà a rombi.

Fantasia o tinta unita? Dipende solo dai vostri gusti.

Se siete amanti dei tappeti in stile scandinavo, la scelta si divide tra il tinta unita rigorosamente bianco e le geometrie piacevolmente irregolari, sempre su rilassanti toni pastello.

Makalu è un tappeto in feltro bianco avorio con frange laterali.
Makalu è un tappeto in feltro bianco avorio con frange laterali.
Tappeto motivi geometrici avio sfondo bianco
Motivi geometrici color avio su sfondo bianco per Hatra.

Per i fan del vintage non mancano tappeti dai motivi geometrici anni ’70 e i patchwork artistici dei Sixties.

Tappeto in lana e poliestere ad effetto patchwork Vintage.
Tappeto in lana e poliestere ad effetto patchwork Vintage.
Tappeto per salotto Akita, tessuto a telaio in lana Woolmark
Tappeto in stile anni 70 Akita, tessuto a telaio in lana Woolmark.

I motivi astratti sono quelli che fanno per voi? Date un’occhiata qui sotto.
Blatt presenta grandi foglie astratte su sfondo grigio avio. Lana Woolmark.Sahara è un tappeto in viscosa dalle nuance digradanti.
Fantasia a macchie colorate su sfondo bianco o nero per Confetti.Bricks è annodato a mano in pregiata lana vergine.
Ricorda il mare in autunno Luna Stairs in lana taftata a mano.Fiori astratti e motivi Paisley su sfondo viola per Mystic, in pura lana nepalese.

26 Settembre 2014 / / News

Eccomi qui.

Ahimè, sono stata distratta, lontana, sbadata e incasinata negl’ultimi mesi. Ma ho una valida giustificazione. 
La casa. Che ovviamente non è ancora finita. Non è finita non perchè l’abbiamo abbattuta e tirata su ex-novo. No. E’ il tempo tiranno che non ci ha permesso di procedere come avremmo voluto, e le cose, si sà, alla fine vanno per le lunghe.
Ma il mio motto “OGNI CASA HA UN POTENZIALE” alla fine ha convinto anche il fidanzato che temeva di aver fatto l’affare sbagliato, che credeva che questa casa sarebbe rimasta brutta come quando l’abbiamo scelta. 
Come vi avevo anticipato, abbiamo ridotto i lavori al minimo indispensabile, il tutto si è concluso con un ripristino generale dell’impianto elettrico, con l’eliminazione delle piastrelle di rivestimento in cucina, rasando il più possibile, sostituire la finestra -sempre in cucina- con una nuova in pvc che vedrete quando sarà montata (speriamo presto), ripristinato l’impianto del gas e spostato gli attacchi dell’acqua in una posizione decisamente più comoda. Abbiamo abbattuto l’arco che si trovava tra il soggiorno e il corridoio, e predisposto tutto per inserire una porta a vetro con sopra luce, a divisione della zona giorno/notte. 
Abbiamo eliminato le vecchie porte in legno, che per quanto ancora fascinose richiedevano un notevole sforzo economico per il loro ripristino, ma sarebbero rimaste sempre porte molto datate. E altri lavori di fino che non sto qui a dirvi. 
In seguito, dopo un attenta consultazione, abbiamo scelto i colori delle pareti. Natura e calore è il tema. Il fidanzato ha deciso per la parete di testata del letto un bellissimo color nutella (vi ho anticipato una foto sulla pagina facebook), appoggiato senza grandi sforzi dalla sottoscritta, che invece ha optato per un tenue color nocciola/tortora per la sala.  
Qui la parete tv è neutra con questo colore chiaro e delicato, invece la parete che ospiterà il divano ha di base lo stesso colore alternato da delle righe due toni più scuri. Le righe in questione sono homemade. Fatte in casa, a casa, sempre dalla sottoscritta e un caro amico pittore per hobby. 
Ora in realtà siamo in attesa della finestra, delle porte, zoccolini e infine i miei cari e amati mobili. Tanto pensati e ora desiderati.
Oggi capisco i clienti, quando fanno pressione una volta scelto il tutto. 
Quando ce l’hai lì, la casa, mezza pronta e mezza vuota, che attende solo di essere vissuta, vorresti avere i potere magici per trovarla in un batter d’occhio finita e degna delle migliori aspettative.

26 Settembre 2014 / / Mayday Casa Blog

Da pochi giorni è arrivato ufficialmente l’autunno e  tra un pò sarà difficile usare i nostri terrazzi o giardini per leggere un buon libro seduti vicino alle nostre piante preferite. Come faremo a passare un intero inverno senza l’angolino verde che tanto abbiamo amato durante i mesi invernali? Il mio intento è quello di ricrearlo in casa anche se […]

26 Settembre 2014 / / Coffee Break

Un appartamento spazioso, dai toni scuri, arricchito con gusto  con un sacco di pezzi di design vintage prettamente di stampo maschile…un rifugio perfetto per l’uomo moderno nel centro di Berlino.


_________________________

CAFElab | studio di architettura