8 Ottobre 2014 / / Decor

Com’è l’ingresso di casa vostra? Beh, sempre se l’avete
Spieghiamoci meglio: fino a qualche anno fa ogni ambiente era separato dai circostanti; si potevano così distinguere ingresso, cucina, soggiorno, salotto e zona notte.
Poi, tutto ad un tratto, complice la necessità di “risparmiare” metri quadrati, l’edilizia ha iniziato a sfrondare qua e lá, specie quegli spazi considerati morti, poiché solo di passaggio e non di soggiorno.
Fu cosí che la parola “ingresso” sparì dal vocabolario…inglobata nella “zona giorno”, che di fatto è un  tutt’uno che comprende ingresso, soggiorno, salotto e, talvolta, anche cucina.
Risultato?
Openspace!

Lo sguardo si espande senza imbattersi in ostacoli; gli spazi si dilatano e luce ed aria circolano.
Stupendo.
Se non fosse che…si entra direttamente in casa e spesso si sente la mancanza di una zona di “tampone”, dove appendere il soprabito, la borsa, o riporre le chiavi.
Esistono piccoli espedienti per ricreare questa zona ormai persa nelle nostre case e uno di questi può essere la rivisitazione del tradizionale appendiabiti anni ’60-’70, ovvero quel mobile o pannello (spesso anche un po’ kitch…) che però ha una sua efficace funzionalità.
Brutto ma buono?!

In effetti con il comparto appendi cappotti nascosto da un’anta che scorre o che si apre ad anta, uno specchio e un cassetto, questo arredo ha proprio tutto ciò che serve per candidarsi nella TOP 10 delle soluzioni contenitive compatte per ricreare la zona ingresso senza doverle dedicare un ambiente a sè stante.
Non ci credete?!
Suvvia, un po’ di immaginazione!

Come da una vecchia cartolina, emerge l’appendiabiti d’ingresso, rivestito in carta da parati porpora, in contrapposizione al paesaggio agreste dal sapore antico.
A questo fanno da contraltare elementi di design (Vitra, Kartell…) che attualizzano un pezzo vintage davvero d’altri tempi!
E questi come potrebbero trasformarsi?
Le loro potenzialità hanno bisogno di qualcuno che le ascolti!
Contattateci, che “abbiamo orecchio”!

8 Ottobre 2014 / / Hugs and Violence

Sono felice. Ma tanto. Ma proprio tanto.
In effetti credo di essere in uno dei periodi più felici della mia vita, nonostante sia arrivata la pioggia, il freddo, la sveglia presto e il naturale declino della mia abbronzatura.
Purtroppo però devo ancora organizzare i miei orari e trovare il sistema di incasellare impegno hobbies e passioni a cui non voglio rinunciare. Ad esempio scrivere.
Comunque sia, per non perdere troppo tempo a chiedervi scusa per aver un po’ trascurato il blog (cosa che più o meno faccio ad ogni post), ho deciso di infondervi un po’ del mio buon umore sperando sia contagioso. E quale miglior modo di farlo se non con le allegrissime mug di Mr. Wonderful?
Forza e coraggio, perché anche se l’estate è finita, ci si prospetta un lungo e freddo inverno da scaldare con tisane bollenti e tè profumati.

Mug singole, in coppia e tazze da asporto per chi, come me, non ha nemmeno il tempo di bersi un buon caffè seduto perché deve portare fuori il cane o fiondarsi sui mezzi pubblici per andare al lavoro.

Ce la possiamo fare!
Emily

8 Ottobre 2014 / / Creative & Ordinette

When it comes to Italian luxury apartments there is always something that cathces the eye, the perfect mix of modern, contemporary and classic pieces of furniture. It is the Italian secret to a perfect blend of different elements in interior design. Italian appartaments are real treasure containers. In every house you will find a piece of furniture belonging to the past, carrying a history of its own, the history of the family or the past ages and generations. It is this very special feature that I adore and love about Italian apartments. Today I want to share with you a luxury Milan attic apartment, divided in different spaces and ambiences where modern and classical forms give birth to a unique Italian style. Enjoy!

8 Ottobre 2014 / / News

Vi segnaliamo la bella mostra di Paola Fonticoli, che si terrà a Milano allo 
Studio Masiero dal 16 ottobre al 28 novembre. Paola, affermata artista milanese, 
espone dagli anni ’80 in Italia e all’estero la sua personale e coerente ricerca 
artistica.Ci piacciono molto le sue opere poetiche, simboliche e un po’ sognanti, 
quadri di varie dimensioni realizzati su carta e tela.In questo caso ispirate al 
racconto “Storia della pera cangura”un’omaggio a Rino Crivelli,amico e scrittore.
Da non perdere!

Studio Masiero – Via Villoresi, 28 – Milano
orari: martedì-venerdì dalle 15 alle 19
8 Ottobre 2014 / / News

Anche quest’autunno si rinnova l’appuntamento con “Abilmente”, la mostra 
internazionale della manualità creativa che si tiene alla Fiera di Vicenza 
dal 16 al 19 ottobre. Tante mostre e aree tematiche: tessitura, patchwork, 
crochet-tricot, cake-design e numerose altre tecniche decorative. Potrete 
trovare novità, corsi, dimostrazioni e tutto il necessario per realizzare 
le vostre creazioni. Vi segnalo anche che, nello stand di Donnarita alias 
Mariarita Macchiavelli, che vi accoglierà con la sua simpatia e travolgerà 
con innumerevoli idee, ci sarà la presentazione del suo nuovo libro “Il mondo 
di Donnarita”- le belle idee colorano la vita, dove troverete anche tante 
belle foto realizzate da noi di Red address. Non perdetelo!

1 coperta a crochet www.rosehip.typepad.com
2 lettera A rivestita con carta geografica www.bombus.co.uk
3 pouf a crochet www.madeindesign.it
4 alzata e pasticcini, tutto a crochet! www.veritas.be
5 sottopiatti a crochet www.crochettoday.com
6 scatola per il cucito www.lamercerieparisienne.com
1 la copertina del libro “Il mondo di Donnarita”- le belle idee colorano la vita,
lo potete trovare in Fiera nello stand di Donnarita, oppure online e nelle migliori librerie.
Tanti progetti di fai da te, per sperimentare tecniche innovative, personalizzare e
rendere uniche le vostre creazioni! www.donnarita.it  www.giunti.it
2 photo di Marzia Malli per il libro www.studioinside.it 
per maggiori informazioni su Abilmente  www.abilmente.org 
8 Ottobre 2014 / / Idee

Sempre attuale questo mix di grigio e beige, con le sue tonalità morbide e 
neutre trasmette calma e intimità. Una sfumatura di colore che si può abbinare 
a tanti accessori e stili diversi. Raffinato e avvolgente è ideale per il bagno 
e la camera da letto dove non possono mancare tanti plaid e cuscini lavorati a 
maglia. 

1 sedia vintage dipinta di bianco e plaid tricot www.vtwonen.nl
2 installazione artistica www.designtherapy.com
3 borsa tricot www.pinterest.com
4 panchetta utilizzata per riporre la legna www.thehopemousehole.com  
1 pigiama molto chic! www.estmagazine.com.au
2 cuscino e plaid tricot www.mechantdesign.blogspot.com
3 eterea colazione per due www.pizzazzerie.com
4 morbida chaise-longue www.couleurlocale.eu
2 asciugamani di lino www.pinterest.com
3/4 tappetino e asciugamani trendspanarna.nu
inspiration and graphic layout by Marzia
8 Ottobre 2014 / / Idee

Mi erano giunte leggende, voci e lodi da ogni dove riguardo a Tiger, una mirabolante catena danese di negozi di accessori per la casa e chincaglierie varie, ma ancora non avevo avuto modo di verificare con mano la loro veridicità. Ebbene, questo weekend ho fatto una gita in compagnia al punto vendita più vicino (che purtroppo – o per fortuna – non è nella mia città), e sono rimasta estasiata: guardate cos’ho portato a casa con meno di 20 euro (incartato in una deliziosa carta baffuta)!

I heard legends, rumors and praises from everywhere about Tiger, an amazing Danish retail store of home accessories and various knick-knacks, but I still had not been able to verify with hand their veracity. Well, this weekend I made a trip with friends to the nearest store (which unfortunately – or fortunately – is not located in my town), and I was delighted: look what I brought home with less than 20 euro (wrapped in a cute moustache-paper)!

Finalmente ho trovato degli oggetti che bramavo da tanto, come il centrotavola diamantato, il washi tape e le lettere decorative. Poi non ho potuto fare a meno di mettere nel carrello anche quel sotto pentola in sughero pieno di triangoli, un paio di ceramiche che sembrano appena uscite da Pinterest, e visto che mi serviva un cavetto usb di ricambio… perchè non approfittarne? Sono soddisfatta al cento per cento e vi consiglio vivamente di farci un giro, ci sono oltre 120 punti vendita in Italia e ogni mese escono nuovi oggettini di design! Alla fine volete vedere come ho sistemato alcuni di questi oggetti in casa?

I finally found some items I longed for so much, as the diamond centerpiece, some washi tape and decorative letters. Then I couldn’t restrain myself to put in the basket that corck under-pot full of triangles, a few ceramics that seem just come out from Pinterest, and since I needed a spare usb cable… why not take advantage? I’m totally satisfied and I highly recommend you a ride, there are over 120 stores in Italy and new design objects are released every month. Would you see how I styled some of these items in my house?


8 Ottobre 2014 / / Interiors

Oggi sono veramente felice, sapete perchè?
Perchè finalmente posso fare “coming out” su un progetto a cui ho collaborato per alcuni mesi e che ha visto finalmente la luce 🙂
Sto parlando del favoloso “Before & After” dell’Indie Club, un locale situato nella zona più evocativa di Tenerife, nelle Isole Canarie.
L’intero lavoro di ristrutturazione e di trasformazione è stato commissionato a Nicola Galati, un mio amico architetto formatosi a Glasgow, che ha avuto l’idea di coinvolgermi nel progetto, in particolare nella fase finale della scelta degli arredi e delle finiture.

Ma passiamo al titolo del mio post: perchè parlo di effetto serra? 🙂
Semplice: la particolarità strutturale del locale è un’enorme vetrata che ricorda un po’ una “sunroom” o una serra domestica 🙂
Io e Nicola siamo voluti partire proprio da questa particolarità per costruire il “concept” dell’Indie Club: lo volevamo pieno di piante e di arredi outdoor per richiamare il più possibile l’idea di greenhouse.
Un altro concetto chiave è l’idea di recupero: quando il budget è limitato il recupero di arredi e materiali è l’unica via da percorrere… E spesso si rivela la scelta migliore anche dal punto di vista estetico 🙂 Vi consiglio di prestare attenzione al rivestimento del bancone del bar…. Ci credete che quei pannelli color menta sono in realtà delle porte scomposte? 🙂

bar front

club store
greenhouse lounge

kitchen
club store

reading area

reading lounge
computer area
Siete curiosi di sapere com’era il locale prima dell’intervento di Nicola? Rimarrete a bocca aperta 😀
Seguite il link al suo portfolio –> Indie Club Tenerife
8 Ottobre 2014 / / News

Long time no see, ho latitato sul blog per ragioni indipendenti dalla mia volontà, ma finalmente sono tornata operativa e vorrei dedicare il primo post di Ottobre ad un oggetto che mi sta facilitando la vita a livelli che mai avrei pensato. Sto parlando del misuratore laser PLR 15 di Bosch, che l’azienda mi ha gentilmente inviato in test per recensirlo. E lo faccio con piacere perché; ve lo dico subito, mi sono praticamente liberata del metro. Tutto quello che mi serve per prendere qualsiasi tipo di misura in modo accurato è un piccolo oggetto leggerissimo che misura solo 10×3,6 cm. The svolta.

Ma partiamo con ordine.
Il misuratore si trova in una confezione di alluminio già corredato di pile e (ovviamente) manuale d’uso. È davvero maneggevole, per darvi una idea delle dimensioni (perché io ho le mani molto piccole e non faccio testo) l’ho messo vicino al mouse:
                                                                                         
Come potete vedere ha un unico tasto, quello grigio, che serve per accendere e spegnere il misuratore. Qui è in posizione di accensione, ma lo schermo non è illuminato perché non avevo ancora inserito le pile. 
Una volta acceso inizierà subito a rilevare la misura grazie al foro di uscita della radiazione laser posto all’estremità. La misura che vedrete sullo schermo mentre la scritta “laser” lampeggia è quella rilevata dal punto in cui tenete il misuratore. Muovendolo la misura cambia perché si aggiorna di continuo. Se volete memorizzarla basta premere il tastino rosso: il misuratore cesserà di rilevare la distanza e al posto della scritta “laser” comparirà la scritta “hold”. Io ho provato a misurare la distanza di due pareti poste una di fronte all’altra, ho appoggiato il distanziometro allo stipite della porta per tenerlo dritto e voilà, misura presa.
Le immagini le ho girate per farvi vedere il display, non ho le porte orizzontali.
Per prendere un’ulteriore misura basta premere di nuovo il pulsantino rosso per riavviare il laser. Sotto alla misura memorizzata in precedenza comparirà la nuova misura; quindi ripremere il tasto rosso per memorizzarla.
Fatto!
È incredibilmente semplice, ma anche incredibilmente comodo, veloce e preciso: la misura viene presa dall’estremità dello strumento (quella appoggiata al muro, che è pure gommosina e quindi non si rovina) e ha un margine di errore massimo di soli 3 millimetri. 
Se quindi state pensando di munirvi di un oggetto del genere, anche se non siete addetti ai lavori ma vi capita ogni tanto di fare qualche piccolo lavoretto domestico, vi consiglio vivamente il distanziometro Bosch PLR 15, che è il più piccolo e il più maneggevole misuratore sul mercato e che potete trovare facilmente nei centri fai da te e nelle ferramenta specializzate.
8 Ottobre 2014 / / Decor

In questo periodo sono alla ricerca di una lampada da scrivania o da terra per dare luce alla mia camera e, navigando sul web, ho trovato moltissime idee e soluzioni per lampade che in alcuni casi sono davvero particolari! Vi propongo alcune di quelle che ho trovato più particolari e sono certa che una volta viste, ne vorrete almeno una!

http://blog.stickerzlab.com/2013/01/28/idees-deco-des-stickers-lampes-homemade/

http://thatnordicfeeling.com/2013/10/11/diy-muuto-wall-lamp/
http://www.homedit.com/5-simple-and-inventive-diy-bedside-table-lamps/
http://it.pinterest.com/pin/469711436109936775/
https://www.etsy.com/it/listing/82568526/origami-lamp-chestnut-cardboard-brown 
http://shop.mohd.it/it/magazine/brokis-lampade/

http://it.pinterest.com/pin/488218415826117710/
http://it.pinterest.com/pin/365143482261954430/
http://it.pinterest.com/pin/327777679103714162/
http://it.pinterest.com/pin/44684221277437698/

http://it.pinterest.com/pin/330099847660325059/
http://it.pinterest.com/pin/365143482261833258/
http://it.pinterest.com/pin/47991552254815161/
http://foreverlovecom.blogspot.it/2014/09/my-home.html 
http://www.myparadissi.com/2014/09/5-best-of-my-works.html
http://it.pinterest.com/pin/242279654929124305/