27 Ottobre 2014 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Per la festa di Halloween diamo spazio alla fantasia dei più piccoli e oltre alle tradizionali zucche, alle decorazioni aeree con pipistrelli, mostri e altro ancora, ecco un DIY originale e divertente per creare una vera e propria casa delle streghe infestata dai fantasmi

Un DIY facile e veloce proposto da Mr.Printibles e che potete realizzare insieme ai vostri bambini. L’occorrente? Del compensato per costruire la casa che naturalmente dovrà essere poi pitturata di nero,  oltre a qualche gessetto per creare i fantasmi che abitano nella casa.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Vi è piaciuto? Allora scaricate il modello su Mr.Printable per realizzare la vostra casa infestata dai fantasmi, i più piccoli ne saranno entusiasti
dettagli
Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter, sono in arrivo molte novità 
dedicate in esclusiva ai lettori dettagli
Cliccate il seguente link per compilare il form per l’iscrizione, grazie

27 Ottobre 2014 / / BlogArredamento Aziende

Chi ha detto che tra gelati e tavolini non c’è collegamento? La celebre frase della pubblicità del gelato Maxibon e perfetta per presentare alcuni dei nostri set di tavolini da salotto. Certo, una piccola modifica è stata d’obbligo vista la natura dei nostri modelli; non solo “due è meglio che uno” ma a volte tre è ancora meglio!

Quando lo spazio lo consente o le necessità lo richiedono si può donare quel tocco in più al salotto inserendo tavolini in abbinamento, magari di dimensione o colori diversi.

È il caso del set di tavolini Mushroom la cui altezza li rende particolarmente ideali a lato del divano. La loro semplicità strutturale è abbinata ad una grande praticità: base d’appoggio per telecomando, quotidiani e riviste, tazze di thè o caffè; facilmente raggiungibili allungando solamente un braccio.

set-tavolini-mushroomTavolini Mushroom in vetro temperato laccato bianco extrachiaro

La zona fronte divano richiede invece un modello di tavolino che si sviluppa in lunghezza e non in altezza in modo da risultare comodo e pratico e non ingrombrare visivamente lo spazio frontale.

Bear e Step si sono addirittura fatti in tre e si presentano come un tris da salotto. I tavolini possono essere posizionati liberamente all’interno dell’ambiente oppure possono essere affiancati, allineatiincastrati “a matrioska”.

set-tavolini-bearTavolini Bear formati da un’unica lastra di vetro bianco extrachiaro curvata e lavorata.

Sono proposti in tre diverse altezze che permettono grande libertà di posizionamento e incastro e soprattutto consentono una disposizone sempre diversa ed originale.

Ogni volta che si desidera si può cambiare la collocazione di uno, due o addirittura tutti e tre i tavolini e donare così al salotto un aspetto sempre nuovo e diverso.

set-tavolini-stepTavolini Step in lamiera laccata color tortora e bianco. Unico foglio di lamiera lavorato e curvato.

Overlap è invece la soluzione ideale per chi non vuole cedere al fascino dei set di tavolini ma non vuole comunque rinunciare a personalizzare il salotto ogni volta che lo desidera con un semplice gesto. Ad un primo sguardo Overlap appare come un unico tavolino ma in realtà questa configurazione a ponte è possibile solo dall’unione di due strutture che possono essere usate anche singolarmente e che si differenziano per dimensioni, forma e colori.

Tavolino a ponte Overlap con base nera e ponte bianco.Tavolino a ponte Overlap in legno mdf laccato opaco.Tavolino a ponte Overlap, strutture usate singolarmente.

A volte è la forma irregolare ad ispirare l’accostamento di due tavolini, proprio come accade per Styling, Paper e Match. Le loro forme presentano dei tagli inclinati e diagonali che rendono quasi spontaneo l’affiancamento di un’altra struttura.
Coppia di tavolini Styling in vetro bianco extrachiaro e grigio tortora.Tavolini Paper con piano portaoggetti e portariviste.Tavolini Match con intaglio diagonale su un lato del piano

Voi cosa pensate? Two (or three) is megl che one?

27 Ottobre 2014 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Dotati di una moderna tecnologia laser, i distanziometri Bosch forniscono risultati di misurazione davvero precisi e affidabili, oltre ad essere facili da usare come il nuovo modello PLR 15. 

Appassionati di lavori fai da te, dite addio al tradizionale metro, abbiamo provato il nuovo distanziometro PLR 15, e nonostante le dimensioni estremamente ridotte, in pochi secondi può misurare fino a 15 metri, con la massima precisione. 
PLR 15 di Bosch è davvero semplice da usare e adatto a tutti, anche a chi ha poca dimestichezza con questo genere di attrezzature. Pesa pochissimo, solo 80 grammi e misura 10×3,6 cm, lo si può tenere sempre in tasca o nella borsa, per averlo sempre a portata di mano quando occorre.

dettagli home decor

Il PLR 15 ha un solo tasto funzione, basta farlo scorrere verso il basso per avviare la misurazione. Sullo schermo appare subito la misurazione corrente, ovvero la distanza dal punto di riferimento dello strumento al punto in cui il raggio laser viene puntato. Per esempio, se si vuole sapere la lunghezza di un muro, basta posizionare lo strumento da un lato, puntarlo verso il lato opposto e sul display appare immediatamente la distanza esatta. Il misuratore è sempre attivo quindi spostando il distanziometro avanti o indietro, cambia automaticamente la misurazione. È possibile memorizzare il dato e per spegnerlo è sufficiente riportare l’interruttore nella posizione originale.
Il distanziometro laser  Bosch PLR 15 lo si può acquistare in qualsiasi centro di bricolage e in tutte le ferramenta specializzate.  



dettagli


Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter, sono in arrivo molte novità 
dedicate in esclusiva ai lettori dettagli
Cliccate il seguente link per compilare il form per l’iscrizione, grazie

27 Ottobre 2014 / / Coffee Break

Il sapore di un appartamento“…questa è stata la prima e forse l’unica indicazione che la proprietaria di questo bistrò ha voluto suggerire al suo disegnatore, Tommaso Guerra, chiedendogli di portare qui, con il suo progetto, proprio il concetto di casa.

Una casa quindi, ma solo suggerita, non una vera e propria trasposizione; un concetto riaffermato dalla presenza sul soffitto della “casa per antonomasia”, un nido, intrecciato da centinaia di rami, sospeso con dolcezza ed ironia sulla testa di chi entra, si siede e si rilassa, perchè questo è un luogo sereno e tranquillo come una casa, appunto.

Ancora delle allusioni…ecco 55 paralumi in cotone tessuti a mano, dalle diverse fantasie e dalle diverse forme, che fanno da pendant alla parete con una collezione di quadri di Patrizio Anastasi, che ricordano giacigli artificiali e naturali…anche una tenda è una casa, no?
O ancora, una collezione di casette di uccelli in legno invecchiato, su un muro coperto da carta parati con fantasia di rami e foglie.

I colori scelti sono freddi e tenui, con essenze del legno molto chiare, che sembrano parlare di un villaggio tra i fiordi, in  un richiamo molto esplicito allo stile scandinavo.
Ma questo è un luogo sicuro e caldo, dove l’accoglienza e suggerita si, ma poi confermata dalla sua oste!


Progetto Tommaso Guerra


_________________________

CAFElab | studio di architettura