7 Novembre 2014 / / Ecce Home

Il wabi-sabi è un concetto giapponese che fonda le sue radici nel buddismo Zen (in Cinese Chàn), dottrina importata da Eisai, un monaco del XII secolo, in Giappone dalla Cina .
Il termine wabi-sabi nasce dall’unione di due parole: wabi cioè semplice, povero (la cui radice è “wa” che significa armonia)  e sabi cioè deteriorato, invecchiato.  
Insieme le due parole rappresentano l’arte giapponese di trovare la bellezza nell’imperfezione, di accettare il ciclo naturale di crescita, decadimento e morte e quindi di saper cogliere il fascino che trapela dal profondo di una cosa antica, come la superficie chiazzata di una ciotola d’argento o l’eleganza di un ramo secco.
In arredamento gli interni wabi-sabi sono caratterizzati dall’utilizzo di materiali naturali che non nascondono l’usura del tempo, e di oggetti capaci di invecchiare ed essere riparati (come il vasellame andato in frantumi e ricomposto sottolineando le spaccature con l’oro).
Un ambiente wabi-sabi però non è mai disordinato o sciatto,  anzi è il frutto di cura e di attenzioni che permettono agli oggetti di sopravvivere e di trasformare in fascino i segni del tempo.
La palette di riferimento è costituita dai bruni, neri, grigi, verdi e ruggine; tale scelta non si traduce in una limitazione, ma può  invece essere una tavolozza infinita; occorre solo affinare la capacità di cogliere le sfumature.
Altro elemento fondamentale è la luce, mai diretta o accecante ma piuttosto una penombra riposante.

Ecco alcune immagini che, secondo me, rappresentano bene il concetto di wabi-sabi. Da Pinterest.


Wabi-sabi, the charm of imperfection
The wabi-sabi is a Japanese concept that has its roots in Buddhism  Zen (Chan in Chinese), doctrine imported to Japan from China by Eisai in  twelfth-century.
The term wabi-sabi is born from the union of two words wabi that is simple, poor (whose root is “wa” meaning harmony) and sabi that is damaged, aged.
Together the two words represent the Japanese art of finding beauty in imperfection, accepting the natural cycle of growth, decay and death, and then to be able to capture the charm that leaks out from the bottom of something ancient, like the mottled surface of a silver bowl or the elegance of a dry branch.
In home decor  wabi-sabi is characterized by the use of natural materials that do not hide the wear and tear of time, and objects that get old and can be repaired ( like  broken crockery reassembled emphasizing the cracks with gold).
A wabi-sabi environment, however, is never messy or sloppy, or rather is the result of care and attention that allows objects to survive and make charm in the signs of aging.
The colors of reference are browns, blacks, grays, greens and rust; this choice does not result in a limitation, but it can be an infinite palette, you only need to sharpen the ability to grasp the nuances.
Another key element is the light, never direct or blinding but rather a twilight.

Here are some pictures that represent well the concept of wabi-sab. From Pinterest.



7 Novembre 2014 / / Nook Twelve

Due morbidi gatti, Ivy e Noel, intrappolati nella scoperta della Turchia.

06:00
In una città di 7000 anni, tra quattordici milioni di persone, due gatti si stavano svegliando dalla preghiera.
Il sole sorgeva, le strade erano ancora vuote. I loro pancini affamati li chiamavano ad uscire.

istanbul-journal-part1 (1)

08:00
Le viette di Galata erano già pieni di gente indaffarata con l’apertura dei propri negozi kitsch. Vendevano tutto ciò che un gatto potesse immaginare.
” Fermiamoci alla torre di Galata in seguito. ” disse I. ” Dobbiamo andare al Gran Bazar prima e mangiare qualcosa “.
E quando le loro zampe toccarono le pietre fredde sulla terra, non si resero conto quando la fretta in questo luogo li portò di fronte allo stand di spezie.
“Noi non mangiamo questo genere di cose, vero?” disse N.
“Certo che no. Se lo mangerai il tuo pancino si sentirà male. Ho pensato che avremmo potuto trovare qualcosa di delizioso qui, ma vedo solo dei vestiti divertenti e dei gioielli luccicanti. Andiamo da qualche altra parte.”

istanbul-journal-part1 (2)
istanbul-journal-part1 (3)
istanbul-journal-part1 (5)
istanbul-journal-part1 (4)
istanbul-journal-part1 (7)

10:00
“Vieni! Entra qui! E’ così incredibilmente blu con tutte queste piastrelle colorate in … blu!” Gridò I. mentre entrava nella Moschea Blu. “Se non fossi un gatto avrei indossato lo stesso foulard in testa, giusto?”
“Non scherzare.” Subito le disse lui “Andiamo via di qui. La preghiera sta per iniziare.”
E così sfuggirono mentre tutti gli uomini e donne si prepararono (preparavano) per la preghiera, lasciando le loro scarpe fuori …
“Vieni, vieni! Smettila di fare le foto di queste persone sulle panchine,N . Penso che possiamo entrare nella Hagia Sofia! Lo sai che questa è una delle moschee più grandi e antiche?” disse “Vieni! Voglio farti una foto! Non ti muovere e dì: topolinooo!”

istanbul-journal-part1 (8)
Processed with Rookie
istanbul-journal-part1 (12)
istanbul-journal-part1 (13)
istanbul-journal-part1 (15)

12:00
“No, no. Non mi piace questa foto.” disse N. “Ho fame, Ivy. Il mio pancino non può resistere più!”
“Ok, mi sembra che questa strada sia il posto giusto per saziarci. Sento l’odore di qualcosa di delizioso.”

istanbul-journal-part1 (16)

13:00
“Lo sai che esattamente sotto le nostre zampette c’è una grande cisterna?” disse lei.
“Una grande cosa ???”
“Cisterna. Come un grande barattolo pieno d’acqua. Ma veramente grande e sotto la terra. Lo usavano per raccogliere l’acqua per il palazzo in cui ha vissuto il sultano.”
“Oh .. ho già visto quel posto. Nel film di James Bond ‘Dalla Russia con amore’ …”

istanbul-journal-part1 (17)

15:00
“Andiamo al Parco Gulhane, da lì si può andare al Palazzo Topkapi.” Disse N. “Voglio fare qualche foto.”

istanbul-journal-part1 (18)

18:00
“Siamo qui con ore! E’ così grande!” Disse I. con voce stanca “Possiamo rimanere qui e guardare il tramonto? Mi sembra così romantico anche per un gatto!”

istanbul-journal-part1 (23)
istanbul-journal-part1 (22)
istanbul-journal-part1 (21)
Processed with Rookie

L’articolo Gatti in Turchia: Diario da Istanbul. Parte 1 sembra essere il primo su Nook Twelve.

7 Novembre 2014 / / Idee

Abbiamo già parlato di soluzioni trasformabili per monolocali e piccoli Loft in un precedente post che potete leggere qui se siete curiosi. Durante l’incontro di mercoledì 5 Novembre presso Open Milano abbiamo affrontato questo tema focalizzandoci sui mobili salva-spazio. Quando lo spazio a disposizione è ridotto abbiamo la necessità di compattare gli arredi e di sceglierli multifunzione.

Perciò abbiamo visto divani che diventano letti, tavolini da salotto che si trasformano in tavoli da pranzo, letti che sono anche contenitori, pareti che nascondono il letto, tavoli con sedie incorporate e persino tappeti che diventano tavoli, in più importantissima è la modularità e la possibilità di trasformare la destinazione d’uso di uno spazio in poche mosse.

Questa volta vi lasciamo con alcuni video da guardare su soluzioni salva-spazio…

 

 

 

Archiviato in:interiors design Tagged: divano air, letto a scomparsa, mobili salvaspazio, monolocale, tavoli a scomparsa

7 Novembre 2014 / / Coffee Break


Soggiornare in B&B in cambio di beni o servizi, da qualche anno si può, grazie alla Settimana del Baratto, un appuntamento molto atteso dai viaggiatori italiani…ecco come funziona!

La Settimana del Baratto giunge alla Sesta Edizione e si svolgerà dal dal 17 al 23 novembre 2014: i B&B affiliati al portale www.bed-and-breakfast.it che aderiranno all’iniziativa baratteranno (appunto) il soggiorno in cambio di beni o servizi ovvero per una settimana l’ospite e il gestore saranno svincolati dal pagamento in denaro e privilegeranno l’aspetto umano dell’ospitalità.

Con la Settimana del Baratto si ha la possibilità di godere di una vacanza diversa e ricca di contatti umani, scambi di esperienze e professionalità tornando alle origini dell’ospitalità e della riconoscenza. In effetti a pensarci bene che cosa c’è di più intrigante per i gestori di un B&B o per i loro ospiti che conoscersi e scambiarsi opinioni, esperienze, professionalità senza vincoli legati al denaro?

Se vi mancano le idee la nuova versione del sito Settimana del Baratto viene incontro alla fantasia di qualsiasi viaggiatore e gestore. La Lista dei Desideri è dedicata ai B&B partecipanti che potranno inserire la loro richiesta all’interno di una delle categorie proposte. Le Proposte di Baratto dei Viaggiatori saranno visibili sul sito www.settimanadebaratto.it e, a scelta del viaggiatore, anche sul proprio profilo Facebook.

Scegli la località dove vuoi soggiornare da “Ricerca sulla Mappa” nel menù in alto e una volta trovata la strutture che più ti piace proponile il baratto. Oppure puoi cliccare sulla sezione “Ricerche Speciali” ed effettuare una ricerca per regione, per caratteristiche della struttura, per vicinanza rispetto a punti di interesse.
Se sei un gestore inserisci la tua richiesta nella Lista dei Desideri. Se sei un viaggiatore scopri nella Lista quali sono le richieste di Baratto dei gestori.

Cosa aspetti?

Via Settimana del Baratto


_________________________

CAFElab | studio di architettura


7 Novembre 2014 / / Arredabook

Ho trovato questa bellissima immagine di  un hotel di charme nel cuore della Provenza ‘Le Mas de Fauchon’ che vorrei condividere con voi.

paesaggi provenzali

7 Novembre 2014 / / BlogArredamento Aziende

“Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più, se sposti un po’ la seggiola stai comodo anche tu”.

Così recita una canzoncina per bambini, ma se gli amici sono tanti come si fa? Semplice, bisogna ricorrere alle consolle trasformabili, mobili dal minimo ingombro e dalla massima funzionalità.

Da chiuse appaiono come piccoli tavolini o mobiletti appoggiati a parete ma in un batter d’occhio cambiano forma e dimensioni e lo fanno tanto velocemente quanto il campanello improvviso all’arrivo di ospiti inaspettati.

Sono soluzioni salvaspazio che solo in caso di necessità si trasformano in lunghi tavoli da pranzo, risultando invece poco profonde e poco ingombranti quando non utilizzate.

consolle-trasformabili-a4 (4)Consolle trasformabile A4 in legno rovere disponibile in 7 finiture.

La consolle A4 racchiude tutte queste caratteristiche e lo fa senza dimenticarsi dell’aspetto estetico. Gli amici vogliono il posto a sedere ma l’occhio vuole la sua parte.

È interamente realizzata in legno rovere in sette diverse finiture ed ha una forma pulita e squadrata. Le quattro allunghe sono nascoste all’interno della struttura, riposte in una sorta di “gamba” girevole a 90° in acciaio nero. A consolle chiusa il meccanismo centrale è parallelo alle altre due gambe in legno, a consolle aperta è invece perpendicolare e funge anche da supporto centrale. In questo modo le gambe rimangono sempre perimetrali offrendo comodità a tutti i commensali seduti attorno al tavolo.

Da 35 centimetri a 2 metri e 67, da 0 posti a sedere a 10, il tutto utilizzando 4 semplici allunghe.

consolle-trasformabili-a4 (3)consolle-trasformabili-a4 (2)consolle-trasformabili-a4 (1)

Forma decisamente diversa per la consolle Strange che preferisce un tocco più moderno, un aspetto più leggero e materiali più attuali.

consolle-trasformabile-strang (1)Consolle trasformabile Strange in melaminico e metallo laccato in 4 diversi colori.

Un piano in melaminico è abbinato ad una struttura in metallo, entrambi disponibili in 4 eleganti colori: bianco, cappuccino, grigio antracite e grigio tortora. Gli angoli del piano hanno un particolare taglio inclinato nel senso opposto rispetto all’inclinazione delle gambe. Esse convergono verso il centro del piano e donano alla consolle un aspetto snello e slanciato.

Strange è dotato di allunghe da posizionare all’interno del tavolo grazie ad un meccanismo telescopico che garantisce un sicuro allungamento. Una gamba intermedia centrale assicura infatti stabilità e fermezza della consolle. Anche in questo caso le gambe sempre perimetrali non intralciano le persone sedute.

Da 50 centimetri a 3 metri, da 0 posti a sedere a 12, il tutto utilizzando 5 pratiche allunghe.

consolle-trasformabile-strang (4)consolle-trasformabile-strang (2)consolle-trasformabile-strang (3)

A4 e Strange sono solo 2 delle attuali 47 consolle trasformabili in tavolo presenti oggi nel nostro catalogo. Con questa gallery di immagini vi diamo un ulteriore assaggio delle possibilità ma sta a voi scegliere la vostra preferita.

consolle-trasformabile-plurimoconsolle-trasformabile-goliaconsolle-trasformabile-inside
consolle-trasformabile-intentconsolle-trasformabile-littleconsolle-trasformabile-change
consolle-trasformabile-xelleconsolle-trasformabile-voilàconsolle-trasformabile-surprise
consolle-trasformabile-longconsolle-trasformabile-minimaconsolle-trasformabilediana
consolle-trasformabile-deja-vuconsolle-trasformabile-conviviumconsolle-trasformabile-eden

consolle-trasformabile-ghostconsolle-trasformabile-glassconsolle-trasformabile-elvis

La canzoncina iniziale ci piace tanto e allora… “gli amici a questo servono, a stare in compagnia, sorridi al nuovo ospite, non farlo andare via”… apri la consolle trasformabile.

7 Novembre 2014 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Idee nuove, simpatiche e molto colorate per i regali di Natale, 
facili e veloci da acquistare con spedizioni a casa…Cosa volere di più?!

Funny Breakfast Friends, è il nome di questo set per la colazione con tanti animaletti diversi e simpatici. Mug, ciotole e piani per colazione, per  i più piccoli, ma non solo, caratterizzati da diversi animali con uno stile semplice e molto divertente! I materiali sono sicuri, porcellana per le mug e le tazze e melamina laminata con superficie lucida per  le tovagliette. Orso, coniglio, gatto, cavallo, elefante, cane , pecora, tartaruga, scoiattolo cerbiatto e riccio, una buona compagnia per iniziare bene la giornata!
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Acquistabili solo per 6 giorni su www.shoppable.it

A cura di Camilla Ricotti