14 Novembre 2014 / / Retrò and Design

Oggi non si parla di arredo (per ora…), né tantomeno di vintage…

Finalmente trovo infatti il tempo di presentare un progetto ora in fase cantieristica, del quale ho già pubblicato sulla nostra pagina Facebook e su Instagram le immagini dei lavori di demolizione: la ristrutturazione di un appartamento di generose metrature.

Il punto di partenza, cioè lo stato dei luoghi, è un quadrilocale caratterizzato da un’ampia zona giorno, una cucina separata, due camere, due bagni e degli spazi di passaggio: l’ingresso, che divide la cucina dal soggiorno/salotto, l’atrio di accesso alla zona notte e il disimpegno del bagno di servizio.

La richiesta dei proprietari (grazie per la pubblicazione!) è quella di ridistribuire gli spazi in modo da renderli più funzionali e da ridurre gli spazi “morti”.
Le esigenze: ampliare il servizio igienico principale,  mantenere tre ampie camere da letto e una grande zona giorno e, infine, collocare la cucina in un locale che sia ben definito, ma al tempo stesso aperto sulla zona giorno.
Il progetto prevede inoltre un ampliamento dell’appartamento, in quanto vi è l’acquisizione di una porzione delle parti comuni.
Questo consente di definire un’ampia zona di ingresso, come vedremo nel post di presentazione degli arredi, funzionale e al tempo stesso rappresentativa.
L’idea di base è quella di avere una netta separazione tra zona giorno e zona notte, con una zona giorno aperta nella quale, però, le funzionalità vengano ben delineate: ingresso, soggiorno, salotto e cucina.
Nel progetto la zona giorno, che è l’ambiente più vissuto della casa, prende il posto della cucina, in modo da avere accesso diretto ad una piacevole terrazza.
Il corridoio immette nella zona notte, dove si trovano il grande bagno principale, con vasca e doccia senza piatto, un pratico vano ripostiglio/lavanderia ricavato tra bagno e corridoio, le tre camere di dimensioni matrimoniali, di cui una con cabina armadio, e il bagnetto di servizio.


Ma non è tutto: molto presto sul blog troverete anche il frutto del lavoro di consulenza d’arredo.
No…stavolta non c’è nulla di vintage in cantiere.
Non ci occupiamo solo di vintage/modernariato, lo sapete?!
Per vedere che atmosfera si respira in questa casa, non vi resta che pazientare un poco…
E voi, state fantasticando su come modificare la vostra casa? Solo arredi o anche opere edilizie?
Contattateci! Il lavoro viene sempre eseguito su preventivo e modulato per piccoli passi, in base alle vostre reali necessità.
Se vi trovate in Brescia e provincia curiamo tutti gli aspetti del vostro “sogno” (pratica edilizia e cantiere compresi); se invece siete davvero troppo lontani, possiamo valutare insieme la possibilità di una consulenza.

Infine, cosa ne pensate di questo progetto distributivo?
Dite la vostra nello spazio sottostante, dedicato ai commenti. Sarà un piacere leggervi! 

14 Novembre 2014 / / Arredabook

arredamento casa romantico 6Come si sceglie un mobile? I mobili hanno energia? Come si evolve la casa? Ce ne parla il nostro arredaLover Emilio:

Esiste un aspetto essenziale per creare un ambiente abitativo evolutivo, prendendo in considerazione aspetti diversi oltre a quelli classici nell’arredare un ambiente abitativo.

Infatti, nel maggior parte dei casi, scegli un mobile tenendo conto solo del suo aspetto estetico, senza tenere conto dell’energia che quel mobile porta nella tua abitazione.

Sempre di più, oggi,  i bisogni della maggior parte delle persone, sono cambiati, come penso sia successo anche a te, in quanto,  la casa non è più solo un luogo dove mangiare, dormire, stare, oggi, la casa è diventata uno spazio dove evolvere, realizzarsi, esprimere la tua creatività, la tua anima.

arredamento casa romantico 2Arredare dando energia agli spazi, senza dover solo riempire gli spazi vuoti.

Oggi molte persone nella loro quotidianità si sentono confuse e disorientante, perché il sistema con i suoi messaggi, ha creato paure, insicurezze e tensioni, ma nello stesso tempo ha sancito comunque l’inizio di un cambiamento e quindi un’opportunità da cogliere e sfruttare per guardarsi dentro al fine di creare la propria realtà.

Come poter trasformare un limite come quello della confusione in opportunità da cogliere?

Arredare consapevolmente.

Una delle chiavi per rispondere a questa domanda, si trova nell’ambiente che ti circonda e precisamente nella tua casa, essa può offrire un rifugio sicuro, benefico ed armonico per te e la tua famiglia. Come ha confermato anche la scienza, tutto è energia, siamo immersi in un oceano di energia che fluttua, si muove e muta costantemente.

Anche casa tua è parte integrante di questa visione, perché è costituita da campi energetici, non è solo un insieme di materiali solidi, ma ci sono un infinità di energie. Ci sono campi energetici naturali, artificiali, emozionali, eterici e tutti interagiscono con l’ambiente e con le persone che ci vivono. Quindi anche i mobili e i vari componenti d’arredo della tua casa, le loro forme, i colori, i materiali naturali e chimici che compongono l’oggetto, hanno una certa importanza nell’emissione di energie.

L’arredamento a volte oltre l’aspetto puramente estetico, energetico, rappresenta simbolicamente lo stato sociale di chi li possiede, costituendo una sorta di “biglietto da visita”, che unito alla sua funzionalità diventa un importante aspetto che occupa una parte del nostro modo di concepire lo spazio abitativo.

arredamento casa romantico 1

Ti è mai capitato nella tua vita, almeno una volta di dover scegliere dei mobili per la tua abitazione?

Quale criterio hai utilizzato per prendere la tua decisione?

Hai seguito la decisione per apparire, oppure è stata una scelta fatta ascoltandoti dentro, chiedendoti, cosa avresti desiderato veramente, per sentirti sicuro, realizzato e armonico dentro la tua casa?

L’arredamento nella maggior parte dei casi, viene strutturato seguendo un aspetto più legato all’immagine e all’apparire, per questo ancora oggi, vengono riprodotti mobili antichi, venduti ad alto prezzo, quasi come dei monumenti, anche se sono oramai obsoleti e poco funzionali, solo perché “alcuni” dicono che sono belli e di valore; oppure prodotti mobili molto moderni, di tendenza, ma squadrati, che risultano asettici e freddi, perché “qualcun altro” li definisce funzionali.

Ma per te cos’è di valore, cos’è funzionale? Te lo sei mai chiesto veramente?

Nella tua casa, ci vivi tu, o chi per te decide cosa devi metterci?

Come arredare consapevolmente?

Nella mia esperienza, facendo delle considerazioni sui mobili cosiddetti finti–antichi, posso affermare che sono passati tanti anni o meglio secoli, da quando sono stati pensati e progettati, ed oggi, visto che le esigenze sono notevolmente cambiate, forse anche i mobili devono seguire queste nuove esigenze, senza però perdere la loro energia emozionale; infatti credo che anche tu non tieni più il vaso da notte nel comodino, ma tanti comodini hanno ancora l’antina per contenerlo; inoltre,credo che non usi più la candela per illuminare il tuo ambiente, ma ancora molti lampadari antichi si basano su quell’esigenza, con la finta candela e la finta goccia di cera che sgocciola, prodotto con materiale plastico.

E’ come se questi mobili con la loro immagine importante, rendano il possessore più importante e fa presumere una certa cultura nel chi li acquista.

arredamento casa romantico 3

Stesso fenomeno delle volte succede, a chi acquista sedie Machintosh, lampade Tiffany, oppure sedie Rietveld, complementi considerati culti di élite; infatti, delle volte, si acquistano solo per dimostrare la cultura acquisita e non perché siano veramente uno strumento della tua espressione animica e quindi possederli non ti fa sentire veramente unito al tuo ambiente abitativo attraverso la realizzazione del tuo Essere.

Insomma, come li scegli i tuoi mobili?

Puoi rifarti ai mobili tradizionali, ma dopo questa esposizione, è chiaro che non è il massimo, bhè…. allora stai pensando come alternativa di andare sul moderno?!

No!!! Troppo freddi!!

Allora sul tecnologico?!

NOOO!!! Non saprei usarli, troppo complicati!

Quindi ti chiederai …..

Ma allora con cosa arredo la mia casa?

Nella scelta, ci sono mobili funzionali, capienti, attrezzati, super tecnologici, esteticamente gradevoli: ma sono la migliore risposta alle tue esigenze psico-emozionali?

Per questo la soluzione non è fuori in ciò che il mercato ti offre, ma è dentro in ciò che la tua anima ti chiede …..

Non è scontato che una cucina, che sfrutta ogni minimo spazio, funzionale al massimo, squadrata e spigolosa, trasmette calore e voglia di convivialità oppure al contrario una cucina rustica, vecchio stile sia più calda e familiare, ogni ambiente non va strutturato in base a ciò che viene inserito all’interno, ma al contrario se scelgono gli arredamenti in base all’energia di chi lo abita.

arredamento casa romantico 5

Infatti gli elementi d’arredo, come la casa stessa, riflettono il carattere, la personalità, i desideri e gli stati d’animo degli abitanti. Quindi, ogni persona ha delle proprie emozioni ed aspetti interiori che devono andare in sintonia e in armonia con ciò che lo circonda; a te, che sei simpatico e positivo, ti suggerisco un ambiente esuberante e colorato, se sei allegro, spiritoso e comunicativo, appunto l’arredo sarà energetico, comunicativo e allegro; certamente non ti offrirei mai mobili dalle forme squadrate o con prerogative che vanno a soddisfare la sola funzionalità.

Quindi, nel costruire il tuo ambiente abitativo, è fondamentale, “vivere la creatività”, infatti, quando applichi un atteggiamento creativo attivo, subentra la soddisfazione e l’espansione del tuo Sé più profondo, di conseguenza, la tua casa diventa più armoniosa, equilibrata, accogliente, espressiva, radiosa, rigenerante, trasformandosi in un luogo di guarigione e di protezione.

Esistono infiniti modi per effettuare delle piccole trasformazioni al fine di rivitalizzare, rinnovare e personalizzare i tuoi ambienti.

Un semplice suggerimento da mettere in pratica nei tuoi spazi abitativi, per modificare e dare calore ad alcuni ambienti della tua casa, è quello di utilizzare la tecnica dello Shabby Chic, essa ti permette di trasformare alcuni elementi d’arredo, mobili sia nuovi che vecchi, rivitalizzandoli dandogli una nuova essenza, anche personale,affinché possano essere ancora protagonisti del tuo ambiente, attori nel creare atmosfere calde e romantiche.

arredamento romantico 7

Altre idee possono arrivare tirando fuori la tua creatività nascosta, con il riciclo creativo, dove con poco investimento e tanta fantasia, puoi riuscire a cambiare aspetto alla tua casa e a personalizzarla, divertendoti e sbizzarrendoti. Potresti poi cambiare aspetto alla tua cucina, già solamente sostituendo i tuoi vecchi pomoli o maniglie con altre di diversa forma e colore, abbinando al contesto dell’ambiente tessuti, tende o cuscini che abbiano accostamenti cromatici con i particolari della tua cucina.

Sfruttando le luci, anche in un ambiente pranzo-cucina, puoi creare atmosfere molto conviviali ed accoglienti, ad esempio concentrare la luce nella zona cottura nel momento della preparazione dei cibi applicando sorgenti di luci sotto i pensili, nelle mensole oppure nella cappa. Mentre nel momento dello “stare insieme”, quando sei seduto attorno al tavolo, con i tuoi familiari, o con i tuoi amici a consumare il pasto, allora, basta che concentri una luce più forte sopra il tavolo, così che da creare nel momento di mangiare, due zone illuminate diversamente.Creare delle zone con delle luci variabili permettono di dare più o meno illuminazione in base all’utilizzo degli ambienti, quindi di lavoro, nella zona pranzo, questo per illuminare nettamente il tavolo dove mangi, lasciando in penombra l’esterno del tavolo, tutto ciò si può ottenere se hai dei faretti direzionabili, altrimenti con delle lampade a luci morbide con due regolatori d’intensità che dà la possibilità di diversificare gli effetti delle luci; in questo modo riesci a creare un angolo pranzo dove puoi entrare in una connessione più intima e confidenziale con gli altri componenti, così da dare valore alla condivisione e al piacere del conversare.

arredamento casa romantico 4Il mio suggerimento è che prima di acquistare un mobile, che per molto tempo farà parte della tua quotidianità, bisogna che tu ti ponga alcune domande, alle quali rispondi ascoltando il tuo Essere più profondo, scegliendo così gli elementi che faranno parte del tuo arredo, con un criterio che favorirà solo il tuo ben-essere personale e delle persone che ami.

Alcune di queste domande possono essere;.

Questo mobile, quali sensazioni crea nella mia vita, nella mia casa con la sua forma,i suoi spessori e le sue sagome?
Che tipo di energia sento, immaginandolo nel mio vissuto quotidiano?
Cosa e come modifica la mia visione nello spazio che occuperà?
Che vantaggi porterà alla mia casa?
Com’è la mia percezione visiva, nel vederlo tutti i giorni?
Il suo colore che sensazione mi da?
I materiali che lo compongono, come li sento al contatto quotidiano? Toccalo… la superficie è liscia? Ruvida? Che sensazioni ti da? Toccarlo mi fa sentire freddo o caldo? etc…

L’arredamento di casa tua, deve avere come obiettivo quello di rispondere oltre alle esigenze estetiche, funzionali, di praticità, di comodità anche alle tue esigenze caratteriali,psico-emozionali, a quelle della tua Anima, diventando così uno strumento della tua creatività, apportando nel tuo ambiente armonia ed equilibrio tra forme, colore, materiali e luci, integrando il tutto nei flussi energetici in cui la tua realtà è immersa.

14 Novembre 2014 / / Architettarte

Oggi ancora idee per realizzare dei calendari dell’avvento bellissimi e rendere la casa ancora più magica…

1. 
Questo delizioso calendario si può acquistare (cliccate la stellina), oppure con un po’ di ingegno si può realizzare in autonomia con delle semplici bustine di carta, nastro adesivo colorato, e stickers murali a tema natalizio.

2. 
Una bella “formula magica” per trasformare un giorno qualsiasi in un buon giorno!!!

3. 
…un calendario che da vita ad un albero multi color…un’esplosione di allegria con semplici cartoncini bianchi e colori ad acquerello!
4. e 5.
Una ghirlanda di alberelli per contare i giorni che mancano al natale, oppure dei coni da riempire con dolci pensieri magari per decorare la camera dei più piccoli…

per chi volesse curiosare, lascio i link con altre idee per l’avvento
 ★ avvento 1
 ★ avvento 2
 ★ avvento 3


* * Buona giornata di  * * *
*
   *
*
 *

14 Novembre 2014 / / Blog Arredamento

41 blog e bloggers.
5245 articoli pubblicati con una media, calcolata sugli ultimi mesi, di oltre 200 post al mese.

…forse è il caso di introdurre quello che Facebook chiama “Milestone”: un segnale chiaro e univoco che scandisca il tempo anche su BlogArredamento, dimora senza tempo di tantissimi articoli su tutto ciò che riguarda casa, arredamento, interior design e home decor. Ecco la nostra MILESTONE settimanale: banner-best-of-the-week
Inauguriamo la rubrica settimanale BEST OF THE WEEK per riassumere gli argomenti più interessanti e quelli più “piaciuti” sulla nostra pagina Facebook. Sarà un compito difficilissimo e, non me ne vogliano i/le blogger, una selezione degli argomenti verrà fatta, con enorme attenzione e sommo dispiacere per dover per forza escludere qualcuno.
Ma sapete una cosa?
Vi lancio una sfida: è una sfida a migliorare sempre di più il fantastico lavoro che già state facendo 🙂

Cominciamo subito!

L’articolo più visualizzato e che ha totalizzato più Pollici Alzati su Facebook è stato La casa e la chiesa” di Coffee Break, il blog dello studio Cafelab Architettura di Roma.

Super apprezzatissima è stata anche la guida a cura di un’altra blogger romana, Francesca di Non Ditelo all’Architetto: “35 idee per realizzare un attaccapanni fai da te

La settimana appena passata si è distinta anche per l’arrivo di una nuova blogger…romana (lei di adozione)! Diamo il benvenuto a Elena di +deco. Di lei vi consigliamo questo articolo di approfondimento sugli sgabelli in technicolor.

Rullo di tamburi…ecco le selezioni della Redazione di BlogArredamento:

BEST HOME TOUR 
Appartamento scandinavo” di Dettagli Home Decor

BEST HOME DECOR
Get Your Inspiration: Letters” di Cappello a Bombetta

BEST HOME DESIGN 
Arredare un monolocale: progetti e idee per risparmiare spazio” di ArredaClick

BEST FOCUS ON 
Chic vanity corners” by La Tazzina Blu

…e poi, visto che si avvicina quel periodo dell’anno, uno speciale BEST X-MAS DIY per i calendari dell’avvento e le decorazioni proposti da Details of Us. Scopriteli cliccando qui.

Buon week end a tutti e al prossimo venerdì!

14 Novembre 2014 / / BlogArredamento Aziende

Nel 1955 la mente creativa del designer ed architetto Arne Jacobsen produsse la famosa sedia di design Serie 7. Per celebrare i 60 anni di questa icona del design Republic of Fritz Hansen ha deciso di realizzare due speciali versioni di questa sedia: la prima in rosa cipria, la seconda in blu profondo. Questi due modelli saranno realizzati in edizione limitata esclusivamente per l’anno 2015.

serie-7-arne-jacobsen

La sedia in laccato opaco rosa chiaro ha un tocco decisamente femminile ed è abbinata ad un’elegante e prestigiosa struttura placcata in oro 24 carati.
La sedia in un profondo e scuro blu ha al contrario un carattere prettamente maschile con struttura in laminare brunito.

Sedia Serie 7 in rosa cipria. Edizione Limitata.Sedia Serie 7 in blu molto scuro. Edizione Limitata.

All’interno del vasto catalogo di ArredaClick è presente una seduta ispirata al design di Arne Jacobsen, la sedia Jacobsen Seven.
La nostra proposta è una sedia con monoscocca realizzata in legno di faggio, legno laccato in tutti i colori della scala RAL, tessuto, pelle, cavalino o cuoio. Quattro gambe in tubolare di metallo si incrociano sotto la struttura e sorreggono con apparente leggerezza ma grande resistenza la scocca. La seduta è caratterizzata da linee essenziali e una forma affusolata e slanciata che avvolge leggermente la schiena sostenendola nei giusti punti.

chair-jacobsen-seven (3)chair-jacobsen-seven (1)chair-jacobsen-seven (2)

La sedia Jacobsen Seven è prodotta su commessa da un’azienda toscana specializzata nella lavorazione del metallo e della pelle e nella riproduzione di pezzi di design d’autore.

Fonte notizia e immagini: articolo di Designerblog.it 

14 Novembre 2014 / / Creative & Ordinette

Hello everybody! Here are some interesting and lovely links from the web for you lazy relaxing week-end! Enjoy!

If you love chic interiors, you should add this site to your favorite site roll. Have a look at the interiors of this wonderful Paris apartment.

Interesting links: Some beauty secrets for you skin on Cupcakes and cashmere.

A very interesting article on The Atlantic, one of my favorite online readings.

A very interesting study shows that having children increases women’s productivity. For more read the article appeared on the New York Times.

14 Novembre 2014 / / La Tazzina Blu

Qualche giorno fa è stato recapitato un pacco moooolto interessante nel quartier generale della tazzina…
Si tratta di una Style Box misteriosa da parte di monsieur Leroy Merlin 🙂

Ancora non posso svelarne il contenuto, posso solo dirvi che “Storia di Stile” è un’iniziativa che coinvolge 8 blogger che dovranno creare 8 differenti styling, ciascuno rappresentante una tendenza diversa e la relativa storia.

Io sono molto felice della tendenza che mi è stata assegnata – ve lo svelerò a tempo debito 😉 – e non vedo l’ora di mettermi alla prova per creare la mia storia di stile da condividere qui con voi sul blog!

Nel frattempo potrete seguire gli sviluppi e scoprire cosa combineranno le altre blogger attraverso i canali social tramite l’hashtag #storiadistile 🙂
Ma ora bando alle ciance, è il momento di fare!

14 Novembre 2014 / / Arredabook

Cosa significa shabby chic? come arredare casa in stile shabby chic? che colori utilizzare? Ce lo spiega la nostra arredalover Alessandra.

accessori shabby chic

Se ne parla parecchio, ma non tutti sanno cos’è veramente lo stile Shabby Chic. Tradotto letteralmente Shabby Chic significa “trasandato chic”. Complementi, accessori, arredi e materiale di riciclo facilmente recuperabili nei mercatini dell’usato, che opportunamente trattati e anticati ritornano a nuova vita e assumono quell’aspetto un po’ retro’ che tanto affascina.

Le tinte di tendenza sono i colori chiari, pastello, beige, tinte avorio, azzurri grigiastri, color carta da zucchero e il bianco assoluto. Protagonisti degli arredamenti, come complementi decorativi sono anche fiori e rose, che sistemate ad arte creano atmosfere romantiche, su tazze, alzatine, teiere, catini di zinco. Molto utilizzati sono anche i pizzi e centrini della nonna.

accessori beige shabby chictegola beige accessorio shabby chicE’ una forma di interior design dove i mobili sono vecchi e sbiaditi e colorati con colori pastello e bianco, presentano segni di usura e non possono essere considerati antiquariato. 
Ci sono poi delle distinzioni da fare tra Shabby Chic, mobili Shabby Chic e il Country Chic. Analizziamo le differenze:

Lo Shabby Chic non è un tipo di mobile o di design di una determinata epoca, ma un tipo di pittura e di patina con colori chiari, bianchi, pastello, sbiaditi in modo che il mobile assuma un aspetto rovinato e datato, come se fosse usurato dal tempo.
Quando parliamo di mobile Shabby Chic parliamo di un mobile che è stato reso “shabby” dal restauro, decapato (una tecnica per riprodurre l’effetto rovinato e sbiadito del mobile).

0677I tessuti nello stile Shabby sono pizzi, tende di lino o di cotone, tele grezze, ricami, merletti, meglio se sono quelli della nonna, il vecchio corredo ricamato come si usava tanti anni fa, ma tutto deve essere rigorosamente bianco, o con con sfumature pastello, panna o grigio perla.

Infine c’è il Country Chic, chiamato anche French Chic, che è uno stile di arredo di tipo provenzale, che puo’ avere anche colori accesi e non necessariamente utilizzare solo il bianco. In questo stile possiamo trovare complementi d’arredo e tessuti a quadretti, a righe anche cnl bianco e rosso e mobili sia chiari che scuri.

Country Chic, che significa letteralmente campagnolo elegante, non è una tecnica di pittura ma uno stile di arredo ed i mobili non devono essere per forza rovinati ma possono essere anche nuovi.

14 Novembre 2014 / / Coffee Break

Chi non conosce la celebre frase tratta direttamente da Biancaneve, la favola dei fratelli Grimm, “Specchio specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”.
Ebbene si, in questo caso, l’architetto Francois Champsaur, per caratterizzare questa casa a Marsiglia (Francia) ha utilizzato un enorme specchio circolare, posto su un lato del soggiorno.
Oltre lo specchio, il legno, in tutte le sue declinazioni, qui la fa da padrone; in più arredi di design scelti nei colori caldi del cachi e del senape. Il risultato è un’atmosfera calda ma chic. 

 


_________________________

CAFElab | studio di architettura