Illumina la tua casa col cartone

Come creare una lampada di design col cartone? come illuminare la casa con un effetto sorprendente? Ce lo spiega la nostra arredaLover Linda.

In questo mio post ho deciso di mostrarvi la prima lampada che ho realizzato interamente in cartone lo scorso anno. A pensarci bene, questa è la lampada che mi ha portato ad amare così tanto il cartone, ma soprattutto, a farmi appassionare al design di lampade.

lampada cubo in cartone

Com’è nata questa idea?

Nel 2012 ho scoperto un sito dove è possibile pubblicare i propri tutorial e prendere parte a concorsi su vari temi. Uno di questi concorsi era dedicato al cartone, ed essendo io una principiante con pochi materiali e strumenti a disposizione, mi sono subito fatta coinvolgere.

Volevo assolutamente creare qualcosa di inusuale con questo materiale.
Spesso diamo per scontate cose che abbiamo intorno ogni giorno, cose che in realtà nascondono un grande potenziale. Una di queste è proprio il cartone.

Dopo averci pensato un po’ su, ho focalizzato l’attenzione sulle onde del cartone ondulato: costituiscono una struttura più o meno rigida, nonostante siano sottili e con ampi spazi attorno.

Perchè non approfittare di questi spazi?
Ecco quindi che mi è venuta l’idea di far passare della luce attraverso questa struttura. Immaginavo che avrebbe creato un effetto particolare, ma non avevo ancora idea di come sarebbe stato realmente.

Il Design

lampada cubo in cartone 2

La parte del paralume è composta da pezzi di cartone posti esattamente all’opposto di come si pensa solitamente.
La luce deve passare attraverso le onde, quindi queste devono essere frontali rispetto a chi le guarda.

Avendo a disposizione solo del cartone ondulato con solo due strati di onde, ho deciso di tagliare delle strisce molto sottili, in modo che la luce potesse essere filtrata più semplicemente. Strisce più larghe avrebbero impedito alla luce di passare come dovrebbe, e la lampada sarebbe risultata più cupa.

Con queste strisce di ugual misura ho composto 20 quadrati, uniti poi a gruppi di 4 per formare dei quadrati più grandi.
Per dare più movimento al design, ho posizionato i piccoli quadrati alternativamente in orizzonale e verticale.
I quadrati composti sono poi stati assemblati in modo da formare un cubo con un lato aperto, ed è stato appoggiato sopra ad una base realizzata sempre in cartone.

Semplice no? 😉 

Ammetto che mi ci è voluto parecchio tempo e pazienza per tagliare a mano tutte le strisce di cartone, ma sono rimasta molto soddisfatta del risultato finale.
Per non parlare dell’emozione che ho provato nell’accenderla per la prima volta!

Vi assicuro che è davvero una bella sensazione lavorare duramente ad una lampada e ammirare l’effetto creato grazie alla luce. Senza dimenticare che l’unicità di una lampada fatta a mano la rende ancora più preziosa.
Tutto questo è più che abbastanza per dimenticare le vesciche alle mani! Ne è sicuramente valsa la pena!

Voi avete mai realizzato una lampada, magari riciclando qualcosa?
Se non l’avete ancora fatto, vi raccomando di provare… vi assicuro che la soddisfazione che si prova è indescrivibile!

Spero che questo post vi abbia ispirato a creare qualcosa di nuovo, ma soprattutto, spero che vi abbia aperto i confini verso il mondo del riciclo e delle innumerevoli cose che si possono fare con materiali inusuali.

Written by: