18 Novembre 2014 / / Arredabook

Quando una specchiera appartenuta ad una nonna, poggiata su di un grande mobile da salone incontra la passione e lo shabby style…ne nasce una grande opera. Vediamo allora come ha eseguito la trasformazione la nostra arredaLover Cecilia.

Quando una specchiera appartenuta ad una nonna, poggiata su di un grande mobile da salone incontra la passione e lo shabby style…ne nasce una grande opera, dal sapore antico ed elegante. Celeste cipria con tutte le sue sfumature usurate, create con bitume di giudea. Perchè il vero shabby non è solo il total-white che commercializzano dappertutto… lo shabby-chic è colore…sfumature e anticature. Shabby…è uno stile di vita…è la voglia e la passione di rendere elegantemente vecchio qualcosa che non lo è…

 

specchiera prima  specchiera dopo 
dettagli specchiera  specchiera 

 

 

18 Novembre 2014 / / Coffee Break

18 Novembre 2014 / / REDaddress

Spesso si pensa che le pareti rivestite di legno siano adatte solo per la 
baita in montagna, ma non é così! Hanno un fascino speciale e sono facili 
da realizzare:le doghe possono essere rustiche, levigate o di riciclo e se 
usate in modo creativo donano calore e atmosfera anche agli interni più 
minimal. Crea il tuo stile e se sei abile nel “do it yourself” non aspettare: 
con l’inverno alle porte una bella parete in legno sarà molto confortevole. 
L’idea in più per un mood “nordic style” semplice e contemporaneo: abbinare 
il legno chiaro al colore nero, vedrete che il risultato sarà veramente 
chic e low cost! 

1 assi rustiche che si sormontano per la parete del living www.homedzine.co.za
2 materiale rustico e stile contemporaneo per il bagno www.hiphotels.com
3 pannello decorativo con assi e oggetti www.indulgy.com
4 parete realizzata con assi di recupero www.pietheineek.com
1 total white per il bagno con la parete di legno scuro a contrasto www.bloglovin.com
2 la sala da pranzo in stile “farm” blog.paulinaarcklin.nl
3 mix di legni diverse per la parete del ristorante Fitzroy a Melbourne bellevivir.blogspot.com.au
4 una calda atmosfera per la camera da letto www.decoholic.org
1 parete con panca in legno chiaro per la sala da pranzo www.luonashop.fi www.estmagazine.com
2 esagoni in legno da appendere alla parete www.luonashop.fi 
3 perline dipinte di nero per il ristorante www.contemporist.com
4 armadio a forma di casetta www.luonashop.fi
1 cassette di legno trasformate in sgabelli e lampade www.atelierrueverte.blogspot.fr
3/4 sgabelli  della nuova collezione Pliwood print collection www.pietheineek.com
concept & graphic layout by Marzia
18 Novembre 2014 / / REDaddress

Alla ricerca di ispirazioni, con taccuino e macchina fotografica, non perdiamo 
l’occasione di perderci tra sentieri e boschetti, nell’aria frizzante di novembre. 
Delicate nuance per la palette di colori che abbiamo scelto, foglie e bacche da 
raccogliere che potremo poi utilizzare per decorare porte e pareti, mescolandole 
ad arte con foto e bigliettini. Senza dimenticare i guanti di lana che potrete 
realizzare a maglia con lana tinta con colori naturali.

1 matasse di lana tinte con colori naturali www.moodsofthemoon.tumblr.com
2 passeggiata in campagna www.serendipitouswanderings.tumblr.com
3 nel bosco www.pinterest.com
4 ghirlanda di rami e bacche www.nauticalcottageblog.com
1 palette di colori autunnali www.inspirationlane.tumblr.com
2 pausa per prendere appunti sul notebook delle ispirazioni www.h-o-r-n-g-r-y.tumblr.com
3 foglie, castagne e rametti per il diy www.turningpoint2.tumblr.com
4 foglia essiccata www.valscrapbook.tumblr.com
1 guanti di lana per i primi freddi www.etsy.com
2 composizione di foglie e foto per decorare la parete blog.stickerzlab.com
4 guanti a righe www.pinterest.com
inspiration mood & graphic layout by Marzia
18 Novembre 2014 / / Retrò and Design

Scrittoio, scrittoio…
Alzi la mano chi non ha la stanza in più da dedicare a stanza studio?!
Scommetto in molti…
Purtroppo non sempre è possibile “sacrificare” un intero ambiente da dedicare allo studio domestico; ma siamo proprio sicuri che il nostro angolo studio non si possa conciliare con un salotto, un soggiorno o una camera? Con certi arredi…non ne sarei poi tanto convinta!
Alcuni arredi anni ’50 (ok, è conclamato, abbiamo un debole per questa epoca…) hanno delle linee così pulite: retrò ma la tempo stesso così moderne da riuscire ad integrarsi perfettamente anche in un ambiente “di rappresentanza” come può essere lo spazio soggiorno.
Che ne pensate di questo scrittoio?

Scherzetto!
In realtà nasce come “toilette”, come si può notare in questa immagine in cui viene ripristinata la specchiera originale…

…e, proprio per questo, sarebbe perfetto per creare l’angolo studio in camera!
Nella versione senza specchiera, il portatile o i libri possono collocarsi sul piano in formica gialla (adorabile); i quattro cassetti profondi sono perfetti per riporre scartoffie e quello meno profondo, per attrezzature varie (pinzatrice, penne &co.).
Sul ripiano di sinistra ci può stare una stampante, mentre quello di destra si può mantenere libero, come piano d’appoggio. La manifattura italiana degli anni ’50 è una garanzia in termini di qualità e il design è davvero simpatico, con gli inserti di colore giallo qua e là.

Se volete qualcosa di più capiente (magari avete la postazione fissa anzichè il portatile…e la collocazione è in salotto), perchè non orientarsi su qualcosa che arredi, ma lo faccia con stile?
Questo delizioso scrittoio in legno di palissandro, con piano in marmo, vetro retrodipinto e maniglie in ottone (sempre qualità italiana anni ’50) può davvero stravolgere il concetto di angolo studio in salotto, facendolo diventare l’elemento catalizzante, anzichè un bruttume da nascondere e mascherare.

Se anche voi appartenete alla nutrita schiera di chi deve scendere a compromessi, ci sono senz’altro mille soluzioni che fanno al caso vostro, qualunque sia lo stile del contesto in cui l’angolo studio si debba inserire.
Se volete un aiuto, grazie alla rete dei nostri fornitori riusciremo a trovare insieme ciò che più si addica alla vostra situazione e alle vostre esigenze.
Come funziona il servizio “consulenza d’arredo” lo trovate qui: ogni singolo passaggio è scorporabile dagli  altri, per garantire la massima versatilità.

Ecco, ora mi spiace solo di avere una stanza dedicata allo studio…quasi quasi rinuncio al divano in salotto e ci metto uno scrittoio. Che dite?! 😉

Per contattarmi, critiche, osservazioni o consigli potete usare il form o la mail retroanddesign@tiscali.it

18 Novembre 2014 / / Coffee Break

 

Per chi ama gli oggetti realizzati a maglia, anche per arredare i propri interni, non può perdere la nostra nuova bacheca dedicata al knitting su Pinterest!
Eccola QUI !

Via Pinterest


_________________________

CAFElab | studio di architettura


18 Novembre 2014 / / Blogger Ospiti

Finalmente possiamo svelare cosa ha portato il primo Barter Hearts a Casa al 21. Come cos’è? E’ una splendida iniziativa ideata da Antonella di Blog a Cavolo e Fiorella di The Orange Deer di scambiarci oggetti che abbiamo tanto amato in passato, ma che erano dimenticati in qualche angolo della casa, che non avevano una […]

18 Novembre 2014 / / Arredabook

Sentiamo spesso parlare e vediamo rappresentare dei progetti e delle idee ma anche suggerimenti di moda con una moodboard. Ma che cosa è? ce ne parla la nostra arredaLover Anna Maria

La prima volta che ho letto questa parola me ne ha affascinato subito il significato, bellissimo rappresentare in una tavola i colori le forme le idee i suggerimenti e quant’altro si possa racchiudere in una unica tavola. Tutto questo per me è fantastico e molto utile, non ne avevo sentito parlare neanche al corso di arredamento d’interni.

Il significato letterario di  Moodboard, citando Wikipedia, è:

Una Moodboard (dall’inglese mood “umore”, e board “tavola”) è solitamente una serie di immagini unite tra di loro come in un collage che serve ai designer o ai progettisti a mostrare in un formato visivo un progetto e i concept ad esso correlato.

In linea di massima una moodboard serve per l’esposizione al cliente e deve contenere in sé più dati relativi al progetto possibili.

Ora vorrei aggiungere le mie prime esperienze di Moodboard:

l 2  l 1 
l 3  l 5 
18 Novembre 2014 / / La Tazzina Blu

Finalmente posso svelarvi i prodotti trovati nella style box!

La tendenza che mi è stata assegnata da Leroy Merlin per raccontarvi la mia Storia di stile è…
…. Rullo di tamburi…
ATELIER CREATIVO 🙂
Cosa potevo desiderare di più? Ecco quindi i prodotti che ho ricevuto, molto in stile “tazzina” ed abbastanza fotogenici da rendermi il lavoro piuttosto facile 🙂
  1. Tende Etnique
  2. Cuscino Laine
  3. Cuscino Ilizia
  4. Idropittura color grigio zincato
Sono molto contenta di tutti questi grigi e queste texture interessanti… E non vedo l’ora di sporcarmi le mani con quella pittura 🙂
Digitate l’hashtag #storiadistile sui social per seguire la tazzina e le altre blogger durante quest’avventura! Chi lo sa, magari vi beccate pure qualche foto “dietro le quinte” 😉
18 Novembre 2014 / / Coffee Break

Aperto dalla primavera del 2014, l’attico del The Greenwich Hotel offre ai suoi ospiti un rifugio rilassante e dall’atmosfera rustica ma sofisticata, in alto sopra il trambusto della città, nel quartiere Tribeca di Manhattan. 
L’attico è stato progettato per integrarsi il più possibile nella zona industriale del XIX secolo, utilizzando materiali locali, come la pietra e il legno di recupero, per regalare una sensazione di autenticità agli ospiti. Il designer Axel Vervoordt e architetto Tatsuro Miki hanno utilizzato l’antico senso estetico giapponese o “wabi sabi” per creare questo rifugio meditativo di 6.800 metri quadrati, incorporando infissi e mobili d’epoca.
L’attico comprende un ampio piano open space con spazi polifunzionali, tra cui un soggiorno separato e salotto, una cucina, tre camini, due bagni e tre camere da letto, tra cui una master suite.  
Insomma, aggiungiamo noi, la location ideale per un soggiorno rilassante, fuori dal tempo e dallo spazio, ideale per rigenerare tutti i 5 sensi…

Via HomeAdore


_________________________

CAFElab | studio di architettura