19 Novembre 2014 / / Non Ditelo all'Architetto

Prima di iniziare a scrivere questo post mi devo scusare per le foto davvero scadenti, scattate con il mio cellulare…non proprio di ultima generazione!

Questo è però uno dei casi in cui la sostanza conta più dell’apparenza e nonostante le immagini non rendano merito, con un po’ di attenzione, potrete vedere da voi quanto questa casa sia carica di suggestioni, ispirazioni e carattere, proprio come la sua proprietaria, un’eclettica dj dal carattere forte e il cuore grande.

Questo è uno dei casi in cui l’architetto non ci ha messo lo zampino ma il risultato parla da se perché Alessandra, la proprietaria, oltre ad essere una persona creativa dalle idee chiare ha saputo farsi consigliare da addetti ai lavori e scegliere materiali di qualità.

Questo appartamento ha una storia che affascina, una proprietaria affascinante e un velo di fascino che lo avvolge; l’immobile è situato in un bellissimo palazzo storico al centro di Roma, dall’architettura particolare, dovuta alla sua originale natura di tabarin, poi suddiviso in unità abitative nel 1700. +

Nell’androne, all’ingresso, si possono vedere ancora antiche iscrizioni latine come “Carpe diem” o la frase latina che tradotta ci dice” la cosa che è piaciuta una volta piacerà altre mille”! Insomma, inni a godere della vita in modo spensierato e leggero, filosofia con la quale concordano anche la proprietaria dell’appartamento Alessandra e la sottoscritta!

Successivamente l’edificio divenne il teatro della Maddalena, il teatro delle femministe per trasformarsi definitivamente in un palazzo residenziale…che nelle viscere ancora nasconde un vecchio teatro in disuso.

ok 2014-07-11 20.01.43

All’interno dell’appartamento continuano i messaggi ispirati ad una vita leggera e piacevole

ok 2014-07-11 20.01.52

La balaustra che dall’ingresso conduce all’appartamento è originale del teatro delle femministe

ok 2014-07-11 20.05.35

Campo Marzio

ok 2014-07-11 21.29.10

L’edificio dai profili curvi tradisce le sue origini teatrali

Complesso, articolato ed eclettico l’edificio così come lo è il bellissimo appartamento di Alessandra, nato da una commistione di intuizioni, passioni e casualità.

In primis l’amore per la musica, la dj ci racconta che il mood doveva essere simile a quello della canzone crockodile rock di Elton Jhon, un mix di rock e pop, antico e moderno, in secondo luogo la scelta di un verde acqua intenso dovuta all’intuizione avuta da Alessandra guardando un centriolo, che pur essendo una scelta audace e forse non da tutti condivisibile, diventa uno degli aspetti caratterizzanti e indispensabili per rendere speciale questa casa, piena di contrasti mai stridenti ma sempre in equilibrio sopra la follia…se vogliamo rimanere in tema di citazioni musicali rock-pop.

L’insieme avrebbe dovuto essere un po’ più psichedelico con pareti verde acido e pavimento in marmo a scacchi bianchi e nero Marquinia ma per fortuna è arrivato il cetriolo a smorzare i toni ed equilibrare l’insieme elegante, classico ma originale…insomma rock e pop!

Perfetta la scelta dei complementi d’arredo moderni bianchi o in materiali freddi come acciaio e vetro, che fanno da ideale contraltare agli stucchi, gli infissi e alcuni dettagli originali dell’epoca davvero glamour- vintage, come il meccanismo di avvolgimento delle tapparelle e gli interruttori.

ok 2014-07-11 20.01.34

La cucina è stata ricavata sul ballatoio, ma in questo appartamento non manca proprio niente e tra il piano d’accesso e il piano delle stanze è stato realizzato un soppalco per lo studiolo

ok 2014-07-11 20.06.19

Giochi di equilibri

ok 2014-07-11 21.21.44

Il Pop di Lichtenstein  

ok 2014-07-11 20.05.03 ok 2014-07-11 20.50.26

Impianti originali ripristinati

ok2014-07-11 20.06.12

Complementi d’arredo moderni e pregiati in total white

Altra influenza che notiamo in questo appartamento istrionico e quella dell’english style, essendo Alessandra un’appassionata di Londra e questo amore lo riscontriamo appena arriviamo, poiché ad accoglierci come porta d’ingresso c’è un delizioso e lezioso portoncino bianco stile inglese con tanto di batacchio!

Anche il piccolo bagno, perfetto in ogni dettaglio, ricavato in un ampliamento successivo, in quanto originariamente l’appartamento non era dotato di servizio interno, è arredato in perfetto stile inglese e dunque non potevano mancare complementi Devon & Devon, ceramica in bianco e nero e mattonelle diamantate; amabilmente déco la vetrata ad arco che scherma questo piccolo gioiello al resto dell’appartamento.

ok 2014-07-11 20.50.31

Un piccolo gioiello stile enghlish

ok 2014-07-11 21.21.19

La vetrata déco nasconde il bagno sospeso

ok 2014-07-11 21.27.41

Una porta londinese per un appartamento Rock-Pop

La doccia, anche essa in perfetto stile inglese, la ritroviamo in camera da letto, buona scelta per ottimizzare gli spazzi, per rendere dinamico l’ambiente e per rompere gli schemi!

La bravura di Alessandra nel trovare gli equilibri e gli abbinamenti giusti la ritroviamo ancora una volta in questa stanza, la camera da letto, dove una vetrinetta Ikea in stile vintage fa la sua bella figura accanto a pezzi d’arredamento di pregio e lampade scovate nei mercatini dell’usato…una chicca e un regalo che la proprietaria si è fatta: le sue iniziali incise nel ferro battuto della lunetta sopra alla porta, un eccesso di vanità? No, una giusta personalizzazione del proprio spazio arredato con amore, con carattere e gusto.

ok 2014-07-11 20.46.41

Doccia in camera in stile inglese

ok 2014-07-11 20.46.52

la elle accanto alla porte accoglie a perfezione l’angolo doccia che in questo modo risulta anche schermato rispetto all’ingresso della stanza

ok 2014-07-11 20.10.21

Le iniziali nel ferro battuto

ok 2014-07-11 20.47.29ok 2014-07-11 20.48.57

Mercatini e ikea, se ben calibrati, sono i ben venuti in ogni interno!

Certo per la ristrutturazione di questo appartamento la proprietaria partiva da un’ottima base, da un edificio meraviglioso che oltre a tutto il resto, oltre alla vista da favola su piazza di Campo Marzio, ci dona delle colonne antiche nelle porta-finestre della camera e del salone, ma se questo avrebbe potuto intimorire qualcuno, nel caso di Alessandra non è stato così, lei ha saputo osare e realizzare il suo sogno Rock-pop alla perfezione anche in barba a chi le diceva che non ce l’avrebbe fatta.

Complimenti!

ok 2014-07-11 20.06.27

Travi e stucchi d’epoca

ok 2014-07-11 20.49.37

Colonna antica

ok 2014-07-11 20.05.17

Vista da sogno

The post Ristrutturazione Rock-Pop appeared first on Architettura e design a Roma.

19 Novembre 2014 / / Design

dettagli home decor
Innovazione e design hanno dato vita ad un nuovo concetto di stufa a pellet che oltre a scaldare gli ambienti domestici li arreda in modo pratico e funzionale

Ideata dalla designer italiana Sara Ferrari per l’azienda italiana Olimpia Splendid, MIA è una stufa a pellet dalle linee essenziali e completamente personalizzabile, ricca di accessori in coordinato e piccoli  complementi d’arredo che si possono integrare con facilità in ogni ambiente.
Il nome MIA nasce proprio per l’ampia scelta di soluzioni dedicate alla personalizzazione della stufa, dal colore della cover allo stile del frontale. I mobili contenitivi, progettati in coordinato sono disponibili in due differenti misure, 40×40 e 40×80 cm, e più varianti di modelli.
Da non tralasciare in fase di acquisto il comodo porta pellet che può contenere fino a 45 kg di pellet, da abbinare alla sua pratica paletta che facilita il riempimento della stufa.
Oltre al discorso estetico, la collezione MIA introduce nel mercato una nuova generazione di stufe a pellet, ancora più efficienti dal punto di vista del rendimento termico (resa media superiore al 91%) ed è proposta in tre diverse potenze:  7,5 kW, 9 kW e 11 kW.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

Le stufe a pellet sono un’opzione da prendere in forte considerazione: inquinano poco, consentono di utilizzare gli scarti del legno e garantiscono un buon risparmio economico.

All’interno del sito Olimpia Splendid è possibile configurare on line le diverse combinazioni possibili al fine di scegliere la soluzione che più si adatta alle vostre esigenze.


Per maggiori informazioni cliccate qui

19 Novembre 2014 / / BlogArredamento Aziende

L’inverno è ormai alle porte e per i pantofolai si prospettano lunghi (meravigliosi) mesi di week end passati tra divano, libri, film, tisane e buona cucina, con solo qualche sporadica missione fuori casa…la spesa si fa anche d’inverno!
Se siete dei pantofolai D.O.C. saprete anche qual è la migliore tecnica di preparazione della vostra zona relax: tutto predisposto affinché alzarsi dal divano sia assolutamente non necessario.
Rincaro la dose: se siete dei pantofolai D.O.C.G. avrete scelto il divano in funzione della vostra mission: fare il meno possibile, rilassarsi e godersi la propria casa, ancora meglio se fuori nevica e voi siete dentro, al calduccio, a farvi gli affari vostri.
Se vi chiedessero cosa vi portereste su un’isola deserta rispondereste il divano, anzi, un bel divano con tavolino integrato per avere sempre tutto a portata di mano.

Divano tavolino integrato acciaio Pelland Free

Pelland Free

Solitamente in questi modelli di divano il tavolino è incorporato alla struttura sostituendo o affiancando uno dei braccioli o entrambi, come nelle foto mostrate qui sotto.

Divano tavolino integrato imbottito rivestito

Marc-U: il tavolino è integrato ma affianca il bracciolo.

Divano due tavolini integrati libreria.

Tresor senza braccioli propone due tavolini integrati di cui uno con libreria.

Sauvignon divano tavolino integrato su un lato.

Sauvignon con tavolino integrato su un unico lato.

Ci sono modelli su cui il tavolino può essere incorporato nella penisola a tutto vantaggio dello spazio: ci si possono mettere libri e oggetti decorativi, ci si possono appoggiare tazzine e bevande o perfino piante decorative. Date le sue dimensioni il tavolino integrato alla chaise longue sostituisce del tutto la presenza di un tavolino da salotto.

Divano tavolino integrato penisola Pelland

Pelland offre uno spazioso tavolino integrato alla penisola, con libreria incorporata.

Un’ultima soluzione è il tavolino integrato dietro al divano: parte della struttura stessa, questo tipo di piano d’appoggio sfrutta i volumi del divano ed è ricavato dalla profondità della parte angolare.

Bruce divano angolare tavolino integrato parte posteriore

Bruce con tavolino integrato nella parte posteriore.

Naturalmente un divano con tavolino, piani d’appoggio o libreria integrati è un’ottima soluzione non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello funzionale.
In un salotto di piccole dimensioni, o in un open space con zona giorno e cucina unite, un divano che integra più funzioni è una perfetta soluzione salvaspazio.

19 Novembre 2014 / / Decor

dettagli home decor

Sempre più amato e di tendenza, il cemento si presenta 
sotto nuove forme di design per arricchire e decorare gli interni
 in modo originale e con stile.

immagini via Pinterest

19 Novembre 2014 / / Coffee Break

Designer, architetti, fotografi, video artisti, scultori, interni… La lista delle professioni che possono accedere Behomm è sicuramente orientata verso l’universo dei creativi! 
Ma come funziona?
Tutto è cominciato quando un paio di anni fa, Eva Calduch e Agustí Juste, grafici di Barcellona,  appassionati di scambio di case, si sono resi conto che stavano perdendo tempo alla ricerca di case che gli piacevano su altri siti e hanno deciso di creare il proprio portale,  Behomm appunto!
Il profilo di chi lo usa è vario: per lo più, il target si aggira tra i 30 e i 60 anni, con interessi culturali simili e case con diverse estetiche e dimensioni. 
Le case di Behomm, sono dislocate in più di 50 paesi del mondo, sono “vissute”, appartengono a persone che le amano e le curano, sono  insomma il ritratto dei loro proprietari creativi!
N.B. Si può entrare nel gruppo e scambiare la propria casa solo su INVITO di un altro membro. 
Pronti a viaggiare in modalità creativa?

Via Revistaad | Behomm


_________________________

CAFElab | studio di architettura