12 Gennaio 2015 / / My Ideal Home

my ideal home in Bruges (by *Imogen)

12 Gennaio 2015 / / My Ideal Home

gorgeous sink counter located just in front of the windows

12 Gennaio 2015 / / My Ideal Home

natural light and soft colour accents / stadshem

12 Gennaio 2015 / / Brigi Co.De. House

Eccomi con il primo post dell’anno. Come avete passato le feste? Io tra festeggiamenti, parenti ed il lavoro sono più stanca di prima ma sono comunque riuscita a portare a termine il primo dei tanti progetti che ho per questo 2015 e quindi posso mostrarvelo.
Nella camera degli ospiti sono risucita a ritagliarmi un angolino craft tutto per me; tra una libreria e l’armadio c’era giusto lo spazio per una vecchia scrivania che avevo ritrovato in una soffitta. La ho ridipinta e con scatole di recupero e sacchetti l’angolo è diventato super funzionale.
Prima di Natale poi sono stata contattata da Rotem Ben-Shalom la creatrice delle multiuso bustine in plastica colorata chiamate Flora_Pocket che me ne ha gentilmente regalate due. Mi stuzzicava l’idea di usarle sul balcone per le piante ma, conoscendo il mio pollice verde, ho pensato che sarebbero state utilizzate meglio qui. Che ne dite?

Il prossimo progetto è il restyling del bagno al piano primo, non perdetevelo…e la camera degli ospiti è quasi finita.

Foto Brigi Co.De. House.
Post con contenuti commerciali.
12 Gennaio 2015 / / Creative & Ordinette

Come visto in un precedente post, gli stilisti sviluppano, cosa abbastanza naturale d’altronde e insita presumo nella loro natura di creativi, un particolare gusto anche per gli interni. Molti di loro hanno dato vita a dei veri e propri brand di design. Basti pensare a Giorgio Armani, Karl Lagerfield e molti altri ancora. La casa che vi propongo oggi appartiene ad una stilista di un brand per bimbi che prima di trasferirsi negli Stati Uniti, ha arredato il suo appartamento parigino scegliendo dei classici di design, dall’eleganza senza tempo e dalle linee insuperate. Basti pensare alle sedie di Saarinen, alla Lampada di Flos, al divano di Philip Starck e ad altri pezzi scelti con particolare cura e perizia. Meno è decisamente più in questo caso. Pochi pezzi che danno all’insieme un eleganza insolita. Tutto sembra parte organico dello spazio e non riesco ad immaginare questo appartamento arredato diversamente. Ah dimenticavo, si trova nell’8 Arrondissement di Parigi e si può affitare su www.homerental.fr.

 

12 Gennaio 2015 / / Idee

well-designed angular kitchen / stadshem

12 Gennaio 2015 / / Idee

Benritrovate a tutte, finalmente è finito questo delirio da feste e trovo il tempo e le energie per ridedicarmi al blog… mi siete mancati tantissimo, voi e lui 🙂 Volete sapere qual è stato il primo buon proposito che ho messo in pratica in questo 2015? 

Welcome back, you all! Holidays are over and so I finally found some time to dedicate myself to my blog… I missed you so much! Do you want to know which was my first new year’s resolution that I just put into practice? 

Era una cosa su cui rimuginavo da tempo: non ero soddisfatta della posizione dei mobili e mi sembrava che lo spazio non fosse ben sfruttato, ma per motivi vari di tempo/pigrizia/ecc non mi ci ero mai dedicata seriamente. Finchè un giorno, ovvero l’altro ieri, non sono andata a fare un giro all’Ikea (dopo vi mostro anche che regalino mi sono fatta) e colma d’ispirazione al ritorno ho spostato tutto in un raptus compulsivo! E’ stato così improvviso e veloce che mi sono persino dimenticata di fare le foto del prima, ma potete vederne una parte in questo post dell’anno scorso.

I’ve been thinking about it for a long time, because the position of the furnitures didn’t satisfy me enough. It seemed like the room wasn’t used as its best, but I was too lazy and busy. But then, a few days ago I went to Ikea. When I came back home, I felt so inspired that I compulsively changed everything! It was so fast that I even forgot to take some pictures of the ‘before’, but you can check it in this post of the last year.

Alla fine non ho fatto chissà che, ho solo invertito la posizione del divano con quella del tavolo da pranzo. Ma il risultato mi ha sorpresa! Trovo che il tavolo sia molto più valorizzato con alle spalle una parete sgombra, arricchita con una stampa che prima passava inosservata in camera da letto. E addossando il divano alla libreria dall’altro lato della stanza, ho recuperato una parete che altrimenti non avrei potuto sfruttare. Forse vi chiederete perchè non ho posizionato il divano al contrario in modo che guardasse la libreria, come si fa di solito… la risposta è che non c’è la tv in casa mia, quindi dato che l’ambiente è piccolo preferisco sgombrare il centro della stanza, che risulta molto più ariosa. Posso dirmi proprio soddisfatta! Vediamo quanto dura così ora 😀

At least, I didn’t make great changes: I just switched the couch with the dining table, but I think the result is surprising! The table is emphasized by the white wall on its back. And the wall is enriched too, with that print that has been forgotten in my bedroom for too long. In addiction, I could also reuse the fitted wall with the library, by placing there the couch. Why isn’t it looking at the library? Because I don’t have a TV, so I preferred to make more space and airiness in the centre of the room. I’m definetly feeling satisfied by now! Let’s see how much it will last like this 😀


Oh, mi ero quasi dimenticata di mostrarvi il mio nuovo amico Ralph, il morbido re delle foreste svedesi… mio al modico prezzo di 14,99€ <3

Oh, I almost forgot to introduce you my new friend Ralph! He’s the soft king of the swedish forests and I made it mine for the very cheap price of 14,99€

Photos by T h e P e p p e r m i n t L a n d

12 Gennaio 2015 / / My Ideal Home

white & fluffy bedding / stadshem

12 Gennaio 2015 / / Coffee Break

Direttamente dalla tradizionale arte giapponese del piegare la carta, ecco lo stile ispirato all’ Origami.

“Con il termine origami si intende l’arte di piegare la carta (折り紙 o-ri-gami, termine derivato dal giapponese, ori piegare e kami carta) e, sostantivato, l’oggetto che ne deriva.
La tecnica moderna dell’origami usa pochi tipi di piegature combinate in un’infinita varietà di modi per creare modelli anche estremamente complicati. In genere, questi modelli cominciano da un foglio quadrato, i cui lati possono essere di colore differente e continua senza fare tagli alla carta, ma l’origami tradizionale era molto meno rigido e faceva frequente uso di tagli, oltre a partire da basi non necessariamente quadrate. Alla base dei principi che regolano l’origami, vi sono senz’altro i principi shintoisti del ciclo vitale e dell’accettazione della morte come parte di un tutto: la forma di carta, nella sua complessità e fragilità, è simbolo del tempio shintoista che viene ricostruito sempre uguale ogni vent’anni, e la sua bellezza non risiede nel foglio di carta. Alla morte del supporto, la forma viene ricreata e così rinasce, in un eterno ciclo vitale che il rispetto delle tradizioni mantiene vivo.” (Wikipedia)


Di seguito, la nostra selezione di arredi e complementi:

1. Piumino singolo o matrimoniale Origami White Fractal “RedBubble”;

2. Cuscino Nero (anche in bianco) Origami Black Fractal “RedBubble”;

3. iPhone Case Winter Shadows “Casetify”;

4. Borsa Christmas Geometric Pattern “Society6”;

5. Lampadario Diesel  “Foscarini”;

6. Sedia Poly  “Bonaldo”;

7. Madia Kayak “Cattelan”;

8. Specchio Quartz L “Deknudt Mirrors”

Via Casafacile


_________________________

CAFElab | studio di architettura


12 Gennaio 2015 / / My Ideal Home

exposed bricks / stadshem