24 Gennaio 2015 / / Idee

Signore e signori, i 15 città da visitare nel 2015!

Alcune sono sulla mia lista per quest’anno e altre invece mi hanno spinto a viaggiare di più. Quali posti sono nel tuo elenco per quest’anno?

tokyo

1. Tokyo, Giappone

Tokyo ha una qualità infinita. E’ sempre in costruzione, sempre scoppiettante con le nuove mode e passioni, sempre vorticosa con persone che sono appassionati di tutto, dalle anime a Zen. Si può sempre trovare qualcosa di insolito come un museo di scatole musicali o una vista strabiliante del monte Fuji sopra Shinjuku al tramonto. Uno dei motivi per essere al primo posto in questa classifica è il ” Sakura Season ” – per circa due settimane in primavera, i fiori di ciliegio sono in piena fioritura, creando una nuvola rosa su Tokyo. Presto arriverà la primavera … prenota il tuo biglietto!

2. Lisbona, Portogallo

L’esperienza di Lisbona comprende tante cose … I tram gialli, le case colorate e le strade strette, gente che canta e balla. Pane fresco e vino nei piccoli ristoranti-patio in Alfama con fado (musica tradizionale portoghese) in sottofondo. Nel quartiere di Bairro Alto, decine di ristoranti e bar con jazz, reggae, elettronica e fado riempiano l’aria con musica tutto il giorno, tutta la notte. Un pastel de nata ( tipico dolce portoghese ) e bica (caffè simile all’espresso) sulla piazza e i negozi in Chiado… Lisbona ti fa rilassare, ti fa divertire, ti fa emozionare – è una città per tutti i sensi.

  • Singapore
  • Cinque Terre

3. Singapore, Singapore

Bright lights, small city – Singapore è architettura sci-fi in giardini di miliardi di dollari, l’arte contemporanea in caserme coloniali, e caffè in vecchie botteghe. Ma la cosa migliore di questa città sono le sue nitide e costanti contrasti: templi nascosti sotto l’ombra dei grattacieli, condomini di lusso nella giungla, botteghe di cocktail vecchia scuola che nascondono tane segreti. Puoi viaggiare tutto il mondo senza mai lasciare l’isola.

4. Cinque Terre, Italia

Cinque villaggi di pescatori follemente costruiti, circondati da alcuni dei più drammatici scenari costieri del pianeta. Dovrebbe essere abbastanza per soddisfare il più smaliziato degli spiriti.

istanbul

5. Istanbul, Turchia

A Istanbul una straordinaria esperienza culturale si trova dietro ogni angolo. Quando cammini lungo una strada della città, strati di storia si dispiegano davanti a te. La cosa più bella? Vedere il sole tramontare sotto l’orizzonte più magnifico del mondo.

6. Salt Flats, Bolivia

Il più grande deserto di sale del mondo si trova nella Provincia di Daniel Campos in Potosí nel sud-ovest di Bolivia. Questa meraviglia naturale attira turisti da tutto il mondo, entusiasti di intravedere quel cielo limpido specchiato e bianco infinito.

7. Mosca, Russia

La parte fondamentale della città (e potrebbe essere il paese), il Cremlino e la Piazza Rossa sono ancora il cuore Mosca – storicamente, geograficamente e spiritualmente. Senti il peso di questo significato, passeggiando tra le mura dell’antica fortezza e ammirado la magnificenza della Cattedrale di San Basilio. Mosca commuove. Stuzzica i sensi, calma lo spirito, e sveglia la tua mente. Ed è solo l’inizio.

  • salt flats bolivia
  • cesky krumlov

8. Cesky Krumlov, Repubblica Ceca 

Incoronato da un castello spettacolare, e centrato su un’elegante piazza del centro storico, Český Krumlov è come Praga in formato tascabile. Edifici rinascimentali e barocchi racchiudono l’arco serpeggiante del fiume Vltava, ospitando caffetterie e bar lungo il fiume.

9. Bangkok,Thailandia

Templi buddisti condividono lo spazio con le strisce di luci neon; fiumi di traffico che si muove lento sono superati da barche che solcavano il fiume reale; strade fiancheggiate da carrelli con cibo sono trascurati dai ristoranti sulla cima dei grattacieli che servono cocktail esotici. Una città dove il familiare e l’esotico si scontrano, come i sapori di un piatto di pàt tai.

10. Great Barrier Reef, Australia

La più grande struttura vivente si estende per più di 2.000 chilometri di isole e scogliere sommerse. Una pletora di coralli vive qui, insieme con pesci pappagallo, pesci chirurgo, barracude, e squali. Cosa potrei dire, una bellezza naturale che deve essere vista!

Rotterdam

11. Rotterdam, Olanda

Non troverete il classico centro medievale olandese qui – è stato spazzato via insieme alle altre macerie e detriti della guerra. Al suo posto c’è un’estetica architettonica che è unica in Europa, un approccio progressivo all’architettura.

12. Provenza, Francia

Con i suoi campi di lavanda, oliveti, colline, querce da sughero e pini boschi fitti, vigneti, montagne e abbagliante mare blu, Provenza è l’imbarazzo della scelta panoramica. La regione gode di sole e luce divina quasi tutto l’anno,il viaggio in Provenza è una delizia in ogni stagione.

13. Patagonia, Cile

Martellanti venti occidentali, marine brulle e le guglie stracciati di Torres del Paine – questa è l’essenza di Patagonia. Molto prima che gli esseri umani sono arrivati sul continente, i ghiacciai hanno cesellato e scolpito questi bei paesaggi. Ora è un posto per i viaggiatori dove schiudono i loro più grandi avventure – escursioni attraverso paesaggi aspri, vedendo i pinguini o passeggiare a cavallo attraverso la steppa.

  • riyadh
  • otranto

14. Riyadh, Arabia Saudita

Una volta stazione di mattoni di fango lungo le rotte commerciali del deserto, Riyadh è oggi una delle città più ricche del mondo. Vista da lontano, svettanti, scintillanti, splendide torri moderne salgono sopra il deserto polveroso. Da vicino, Riyadh è conservativa, prudente e sobria. Questo a volte stridente, sempre intrigante mix è combinato con ottimi hotel e ristoranti e alcuni ottimi punti panoramici.

15. Otranto,Italia

Otranto si affaccia su un grazioso porto sulla turchese costa adriatica. Nel centro storico, incombenti pareti dorate fanno la guardia alle strette corsie pedonali, proteggendo innumerevoli piccoli negozi. Le spiagge pittoresche di Otranto e le sue strade strette sono una vera e propria cotta estiva.

 

Cosa stai aspettando? Prepara la tua valigia!

© Lonely Planet, Pinterest, Nook Twelve

The post 15 città da visitare nel 2015 appeared first on Nook Twelve.

24 Gennaio 2015 / / Case e Interni

case e interni - come fare rilievo appartamento

Diverse sono le occasioni per cui diventa necessario eseguire da soli il rilievo della propria casa, ad esempio per avere dei preventivi se si decide di modificare la pavimentazione oppure per variare la distribuzione degli arredi.

Sarà quindi sempre comodo avere a disposizione una planimetria con le misure complete. Vediamo, dunque, insieme come è possibile prendere correttamente le misure.

L’operazione può risultare abbastanza semplice per un appartamento di forma regolare. Partiamo innanzitutto dallo schizzo di base, che non dovrà necessariamente essere in scala:

– Se siete in possesso della planimetria catastale dell’appartamento partite da quella, ingrandendola il più possibile (su foglio A4) con una fotocopiatrice, verificando le eventuali discrepanze. La planimetria catastale, la trovate in allegato al rogito, ed è sempre disegnata in scala 1:200, una scala troppo piccola per annotare le misure.

– Se non avete alcuna planimetria da cui partire, dovrete realizzare voi stessi uno schizzo sul quale poi annotare le dimensioni.

 

Con in mano il vostro schizzo base, potrete così iniziare il rilievo.

Cosa vi servirà per eseguire il rilievo:

– Metro estendibile, di 5 metri

– Penna a punta fine, anche di diversi colori per annotare diverse informazioni

Se vi è possibile, cercate di eseguire il rilievo almeno in due persone: uno prende le misure, l’altro le annota ed aiuta a “tenere” il metro.

 

Come eseguire il rilievo:

– Misurare l’altezza dei locali e tutti i lati delle stanze. Se avete il sospetto che le pareti non siano ortogonali,  prendete le misure anche delle diagonali. Passare di camera in camera, verificando l’allineamento e la continuità.

– Misurare la posizione di porte e finestre. Per le porte, segnate la misura fino allo stipite, poi prendete anche la larghezza del passaggio della porta.

– Misurare lo spessore dei muri perimetrali e di quelli divisori.

– Misurare  l’eventuale presenza di pilastri e di travi. Per le travi segnare anche l’altezza sottostante.

– Misurare ed annotare la posizione di termosifoni, elementi di impianti (caldaia, quadro elettrico, condizionatori…) arredi fissi e nel caso di un bagno posizione dei sanitari con scarichi.

– Dopo aver preso tutte le misure, aggiungere il verso di apertura delle porte,  dimensioni delle finestre (altezza da terra e complessiva) delle porte.

 

case e interni - come fare rilievo appartamento 2

 

– Se è necessario, a secondo dello scopo del rilievo, prendere le misure di prese elettriche ed interruttori. Vi consigliamo di annotare queste misure su di un altro schizzo base, per non creare confusione.

– E’ consigliabile scattare qualche foto per ogni stanza, in modo da avere anche una documentazione fotografica.

– Se state valutando l’acquisto di mobili, vi consigliamo di prendere ulteriori misure per verificare che questi possano essere consegnati senza problemi di passaggio attraverso androni, ascensori e scale, che possano entrare facilmente attraverso la porta di casa e della stanza in cui dovranno essere collocati ecc.

 

case e interni - schema rilievo 3

 

Come riportare su carta il rilievo:

Restituire le misure su carta in scala: per un rapporto 1:50 (minimo consigliato per l’arredamento) un metro reale corrisponde a due centimetri disegnati. Per una sola stanza meglio lavorare in scala 1:20.

Seguendo più o meno lo stesso ordine con il quale si sono prese le misure, riportarle sulla carta (se millimetrata sarà più semplice) con l’aiuto di una riga. Ricostruiamo esattamente la prima stanza, riportiamo gli spessori delle pareti laterali e poi passiamo al vano adiacente e così via.

Ora siete pronti per poter utilizzare la vostra planimetria per studiare l’arredo del vostro appartamento.

23 Gennaio 2015 / / Ecce Home

Uno degli elementi imprescindibili di un buon progetto è valorizzare la luce naturale che penetra dalle finestre.
Di prassi l’utilizzo di colori chiari, riflettenti,  per pareti e pavimenti, è l’espediente più utilizzato per rendere gli ambienti luminosi: nelle case scandinave, ad esempio, in cui questo elemento assume un’importanza fondamentale, il colore dominane è quasi sempre il bianco.
Osservando le foto di questo appartamento berlinese del designer e scenografo Sylvester Koziolek, questo concetto sembra essere del tutto ribaltato.
La luce naturale, che penetra dalle ampie finestre, colpisce le superfici nere di pareti e pavimenti, creando un effetto molto scenografico, che mette in risalto la collezione di  mobili ed oggetti, peraltro molto ricercati, del proprietario.
Un po’ come nelle installazioni di alcune mostre di pittura in cui le ambientazioni scure esaltano i colori dei dipinti, concentrando  su di essi l’attenzione del visitatore.
Koziolek afferma di aver fatto questa scelta perché  si sente un uccello notturno che comincia a lavorare la sera, e pertanto ritiene di non aver bisogno di ambienti impregnati di luce, ma piuttosto di un contesto che gli possa concili are l’ispirazione.
Eppure dalle foto  a me sembra che proprio la luce naturale assuma in questi ambienti dark una morbidezza e un fascino speciali. Siete d’accordo?