3 Giugno 2015 / / Cappello a Bombetta

Oramai dovreste conoscere la mia resistenza nel buttare via le cose: ecco quindi che il contest Viridea capita a fagiolo per dare una terza vita, tutta green, a una vecchia cornice. E’ già stata un portafoto e un calendario dell’Avvento, ricordate? Voilà, la trasformazione non è finita e ora è un porta-piante, con uno stile tra il rustico e l’industrial. La comodità della rete è che può sfruttare ogni tipo di gancio, perciò sono diverse le possibilità di combinazioni, anche con le cose che tutti abbiamo già in casa. Si possono anche appendere fotografie e stampe, per movimentare la composizione.
Questo DIY partecipa al concorso: se vi piace votatelo sulla pagina Facebook di Viridea!

Steps:
Dal ferramenta fatevi tagliare della rete in misura della vostra cornice. Assicurate la rete alla cornice con chiodi a U.
3 Giugno 2015 / / Design

 

Due giovani designer francesi si fanno chiamare Pool, nome che hanno scelto per firmare i loro progetti: la sedia Circle, ideata da Léa Padovani e Sébastien Kieffer, sembra un’icona uscita direttamente dalle pagine di un albo a fumetti!

È stata prodotta dalla galleria parigina Bensimon, rispettando l’idea di una sedia dagli affascinanti giochi geometrici. Circle è infatti composta da una serie di forme essenziali assemblate tra loro, e gioca con illusioni ottiche a seconda del punto da cui la si osservi, essendo le sue linee altamente definite e nette.

Il materiale in cui è realizzata è acciaio in tubi laccati, in diversi colori quali nero, bianco, turchese, verde.
Circle punta a stimolare una conversazione anche profonda sui temi comuni al design contemporaneo ed all’arte!

ShareThis

3 Giugno 2015 / / Idee

Vi ricordate del mio Blogger Day Viridea del mese scorso? Tra le sorprese della giornata, la più bella è stata una “sifda” a colpi di tutorial green tra noi blogger partecipanti, che oggi finalmente vi possiamo svelare: spero che vi piaccia la mia idea per partecipare al contest!
Non essendo una crafter esperta, ho deciso di proporvi due tutorial molto semplici, da realizzare con materiali di recupero che avete in casa: io stessa non ho dovuto comprare nulla, a parte le piantine aromatiche da rinvasare! Sono DIY versatili e alla portata di tutti, anche delle più pasticcione (voglio dire, se ci sono riuscita io…). Ecco cosa vi serve:
 
1. Sacchetti di carta di recupero (vanno bene anche quelli del pane)
2. Sacchetti di plastica trasparenti di media dimensione
3. Piantine a piacere
4. Matita, gomma, pennarelli, e una squadretta… se come me siete delle precisine 😉
5. Nastri/spago e carta colorata per la ghirlanda: io ho utilizzato quella di Kitiama che ci hanno regalato all’evento… era troppo bella!
 
 
step by step: per i vasi
1. Disegnate sul lato più ampio del sacchetto il motivo che preferite a matita. Io ho scelto dei motivi minimal, ma potete sbizzarrirvi! E non serve che siate troppo pignole come me, ciò che è fatto a mano è bello anche se ha qualche imprecisione 😉
2. Ripassate il vostro disegno a pennarello, con i colori che preferite
3. Rivestite internamente il sacchetto di carta con un altro di plastica, da riempire di terra.
4. Rinvasate la vostra piantina e… sì, avete già finito!
 
step by step: per la ghirlanda
1. Disegnate, sul retro della vostra carta preferita, dei triangoli di dimensioni uguali (qui sì che vi suggerisco di usare la squadretta)
2. Ritagliateli e pinzateli allo spago o al nastro che preferite
3. Appendete la ghirlanda con il washi tape!
Photos by T h e P e p p e r m i n t L a n d
…e ora tocca a voi! Se vi è piaciuto il mio tutorial, votatemi lasciando un like alla mia foto nella pagina facebook di Viridea: anche se, a dirla tutta, la concorrenza è spietata eheh 🙂
3 Giugno 2015 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
Se si ha la fortuna di avere una cucina con annessa una grande terrazza esterna, in fase di scelta dei serramenti occorre tenerne conto. Inserendo una grande porta finestra o meglio ancora delle ante scorrevoli a vetro, si ha la possibilità di dare continuità tra l’interno e l’esterno, proprio come nella casa che vi mostriamo in questo articolo.
Una bellissima villa situata fuori Copenaghen, ampia e luminosa, interamente arredata sui toni del bianco, nero e grigio, dotata di grandi finestre e porte finestre che lasciano penetrare moltissima luce naturale. La cucina è il fulcro della casa e si apre completamente verso la fantastica terrazza arredata e attrezzata come un vero e proprio living all’aperto. Una soluzione davvero fantastica che consente di sfruttare al meglio lo spazio, specialmente durante l’estate.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

2 Giugno 2015 / / Decor

Adesivo murale per la camera dei bambini

La nostra mail info@unacasanonacaso.it è tempestata, quasi ogni giorno, di invii di cartelle stampa, fotografie, articoli, di ogni genere di prodotto per la casa.

Mattonelle, lampade, complementi d’arredo, complementi per il bagno e per la camera da letto, saponi, detersivi, macchinari per la pulizia degli ambienti, insomma di tutto un po’. Marina ed io potremmo ormai essere iscritte all’Associazione Anonima Alcolisti, se partecipassimo a tutti gli aperitivi e cocktail di presentazione ai quali siamo invitate, ma un po’ perchè viviamo a Roma e non nella Milano da bere, un po’ perchè ciascuna di noi due, ha già un lavoro bello impegnativo, un po’ perchè non rientra, per il momento, nei nostri obiettivi: non accettiamo mai di scrivere post a pagamento.

Questa è la nostra politica, se cambiassimo idea ne sareste informati. Ci piace scegliere di che parlare, ci piace promuovere gratuitamente la libera iniziativa imprenditoriale, la creatività, l’ingegno italico, per il gusto di farvi conoscere una cosa nuova, e per il privilegio di sponsorizzare chi davvero se lo merita.

Così è accaduto oggi per questo post. Caterina, mi contatta qualche settimana fa e mi propone di scrivere un post  per la sua piccola azienda che propone decorazioni d’interni, mi propone di vedere il suo sito www.evergreenorange.com e io sorrido pensando che è arrivato il momento di scrivere il post al quale da un po’ di tempo penso.

Caterina, è una giovane donna, laureata in Disegno Industriale a Venezia, ha vissuto nel Regno Unito e negli Stati Uniti per poi tornare in Italia. Oggi vive e lavora a Milano, ma prima di iniziare questa esperienza, ha collaborato in diverse realtà, con la tipica flessibilità dei giovani dei tempi nostri. Di tutto ha saputo fare tesoro, e tutto è confluito in questa attività di progettazione e produzione di adesivi murali Made in Italy.  Oggi, mi racconta di lavorare con un tempo dedicato molto flessibile. Da sola si occupa della comunicazione  social, degli ordini e della realizzazione dei suoi prodotti. Lavora sodo e spera che questo possa conciliarsi un giorno, con la gestione di una famiglia.

Anche io ho utilizzato gli adesivi murali dopo aver  ripulito, lo scorso anno,  la nostra casa. Tutte bianche le pareti, per dare luce ed esaltare i pavimenti anni ’50 e qualche mobile antico ereditato da casa di Zia Lucia. Però volevamo rinnovare le pareti e dare un tocco di personalità e novità alla casa, e così ho trovato questa soluzione economica e molto divertente. Adesivo murale da cucina

L’idea che le pareti della casa raccontino qualcosa di noi, oltre alle fotografie, mi piace, e diverte i nostri ospiti. Le pareti e le stanze impegnate da scritte, al momento sono due, ma tutti quelli che entrano in casa, la prima volta, cercano la terza, che prima o poi sceglierò. A casa mia le frasi sono scritte in nero, e spiccano sui muri, ma un’altra soluzione molto originale e che caratterizza la casa, è quella di utilizzare scritte bianche su pareti colorate come in questa immagine che Caterina ci propone nel suo sito.

Color Ottanio

Il vero punto di forza di www.evergreenorange.com è che si possono scegliere i colori e il font, oltre che il contenuto delle frasi. Così questo motivo decorativo può anche personalizzare sedie, testate dei letti, mobiletti, e tutto quello che pensate necessiti di un tocco di personalità.

Io nel frattempo, utilizzando dei vecchi barattoli di vetro, ho riprodotto le scritte al PC, con lo stesso font, le ho stampate ed inserite all’interno del barattolo. Dall’esterno,  ho banalmente e semplicemente ricalcato la scritta, con un pennarello a vetro, e poi ho dipinto di bianco l’interno del barattolo. Questi barattoli sono in giro per la casa come contenitori di piccole candele e richiamano le scritte sulle pareti. Non mi fermo qui, prima o poi trovo il tempo di provare la stessa tecnica con i cuscini e i colori per la stoffa… ma quelli che mi conoscono lo sanno bene: sogno molto e realizzo poco, pochissimo.

Forse ha ragione Caterina, se mi dedicassi solo al Blog, lavorerei da casa, parteciperei a molti aperitivi ed eventi di presentazione dei prodotti, e soprattutto concilierei i tempi di vita e del lavoro, invece di ridurmi a scrivere i post alle 0:17… come ora!

Adesivo murale per la camera dei bambini

 

 

 

 

2 Giugno 2015 / / Decor

Girovagando in uno di quei  negozi di  home design in cui non posso far a meno di entrare ogni volta che mi trovo nei paraggi, ho notato una #hayhand (mano di legno prodotta dal brand danese Hay), unico esemplare posto in uno scaffale alto, tra articoli di vario genere.
All’istante ho deciso che dovevo assolutamente portarla a casa con me.
I commessi del negozio erano tutti in quel momento troppo indaffarati, così mi sono dovuta arrangiare allungandomi oltre le mie possibilità per raggiungerla.
Come accade solo nei film o nei libri la mano sembrava proprio che mi stesse aspettando; persino il cassiere l’ha guardata con curiosità, come se non sapesse che fosse tra gli articoli del negozio.
E questo potrebbe essere l’incipit di una storia  di genere fantasy. 
A casa non ho potuto evitare di fotografarla ed ovviamente ora voglio metterla in mostra.
E chissà se la storia non avrà un seguito…