12 Giugno 2015 / / +deco

 
Un’altra interessante scoperta fatta durante i miei peregrinamenti, questa volta a Milano, e’ il piccolo studio di Giovanni Scafuro a Via Montevideo 4, nel distretto del design. 
Giovanni usa prevalentemente posate e porcellane e gli da nuova vita.
In mezzo a tanta gente che si prende troppo sul serio, l”handesigner‘ Giovanni dimostra un gioiosa leggerezza del vivere, nonchè una passione per oggetti che hanno una storia e uno spiccato talento artigiano. Le mie foto non sono una granchè – ero di fretta e non c’era abbastanza luce per le mie capacità fotofrafiche- quindi andate a visitare il sito per vedere meglio è di più. 
A painted fork on the street where the showroom is
Photo from Giovanni Scafuro’s website

12 Giugno 2015 / / Idee

Idee per “tutti i gusti”, per passare un fine settimana in relax. Per chi ama 
alzarsi tardi la mattina, una bella colazione a letto, sana, con tanta frutta, 
frullati e biscotti fatti in casa. C’é tutto il tempo per coccolare i nostri 
amici a quattro zampe e per tenersi in forma facendo un po’di ginnastica dolce.
Oppure, per i più dinamici un giro in bicicletta per i parchi della città, si 
può vedere qualche mostra e ispirarsi a Audrey Hepburn, sempre elegante con i 
pantaloni a sigaretta e le ballerine. Più impegnativo ma sicuramente rilassante, 
un piccolo viaggio al lago, dove potremo fare acquarelli, un giro in canoa 
passeggiate tra i boschi. E poi per finire, la nostra meta preferita, il mare!  
Non può mancare un pic-nic sulla spiaggia e dopo una nuotata la siesta all’ombra 
dei pini. Avete già voglia di partire?  

1 colazione a letto con frutta fresca www.healthy-fit-feelinggood.tumblr.com
2 biscotti fatti in casa www.sainsburysmagazine.co.uk
3 al fresco! www.pinterest.com
4 succo di frutta www.pinterest.com food Storo Storsenter
1 colazione al bar www.missfingertips.tumblr.com
2 Audrey Hepburn www.pinterest.com vintage photo
3 cappuccino e brioche www.pinterest.com
1 passeggiata nel bosco www.flickr.com
2 torta alla crema www.ourfoodstories.com
3 acquarelli ehow.com
4 in canoa al lago www.pinterest.com
1 pic-nic sulla spiaggia www.pinterest.com via berengia.tumblr.com
3 sgabello tra le dune www.pinterest.com
4 all’ombra dei pini marittimi www.ana-kay.tumblr.com
12 Giugno 2015 / / Casa al 21

Eh, sì quella lanciata da Jessica Walsh è proprio una richiesta di aiuto. La giovane grafica dello studio Sagmeister&Walsh sta traslocando inseme a suo marito da Brooklyn a Manhattan e così hanno deciso di mettere in vendita praticamente tutto, perfino la macchina, un meraviglioso maggiolone color crema!

La vendita avverrà sia on-line che in garage, come nei più americani dei film! Prima che questo bell’appartamento venga smontato pezzo pezzo e venduto diamogli un’occhiata, magari riusciamo ad accaparrarci qualche bel oggetto di design.

SOGGIORNO LIVING

LIVING+TABLE

DINNER ROOM

BICI E FIRE PLACE

WORK STATION

WORK STATION 2

BEDROOM

Per la vendita on-line clicca quì. Questi sono i pezzi che ho scelto tra i tanti messi in vendita, diciamo che è una sorta di wish-list!

tumblr_npsj7xGu0u1uy2pj8o1_500 tumblr_npslf2vIhZ1uy2pj8o1_500

tumblr_npsn2qrgmH1uy2pj8o1_400  tumblr_npsjg6gn1W1uy2pj8o1_400

Archiviato in:interiors

12 Giugno 2015 / / Idee

Tavoletta di legno
Spago
+
Chiodi
=
QUADRO DIY!


Come avrete capito, ormai in questo periodo mi sono data al “DIY” (Fai da Te)
cercando di realizzare gli oggetti che vi mostro qui sul blog 
(è la prova del nove!se ci riesco io anche voi potete anche voi!)
 ma sopratutto realizzare il tutto con quello che scovo in casa
(quindi a costo pari quasi zero!).
Oggi in particolare vi mostro come realizzare con la “string art
un quadro fai da te, utilizzando semplicemente:

Scegliete la scritta o il disegno che volete realizzare… 

stampatelo o disegnatelo su un foglio che fermerete 
sulla tavoletta come guida per i chiodi.

Nel mio caso ho posizionato i chiodi negli spigoli delle lettere siccome 
la mia tavoletta è piuttosto piccina (12×17 cm ca.)
ma se avete a disposizione più spazio abbondate con i chiodi 
per seguire meglio il profilo del disegno!
(ps. è un ottimo esercizio per scaricare lo stress! :D)

 Ora prendete il filo (meglio se di cotone un po’ spesso) 
e cominciate a farlo girare intorno ai chiodi da uno all’altro, seguendo una logica 
o a caso, ripassando anche più e più volte 
sul se stesso il filo in modo da dare maggiore spessore.


Ripetete l’operazione per tutte le lettere!


Una volta terminato, potete strappare il foglio guida con un po di pazienza  
(per comodità utilizzate una pinzetta per togliere e tirare 
i pezzi più piccoli vicino ai chiodi).


ed ecco il risultato!



12 Giugno 2015 / / Design

Mexican Pavilion

The Mexican Pavilion for Expo 2015, during the World Environment Day, was awarded the prize “Towards a Sustainable Expo“.

The outer building envelope of the pavilion, designed by Francisco López Guerra Almada Jorge Vallejo and by the biologist Juan Guzzy, consists of a triple skin that uses solar radiation with ecological materials. The theme on which the design team has been focused is the recyclability of materials and ease of assembly and disassembly, which allowed the South American Pavilion to win in the category “Design and Materials of the pavilions“.

Mexican Pavilion

The concept that guided the design of the exhibition is the form of a corn on the cob, one of traditional food of the Mexican culinary tradition, declared Intangible Cultural Heritage of Humanity by UNESCO. It’s important to remember that Mexico has played a key role in the spread of maize in the world.

Mexican Pavilion

Inside the pavilion, spiral ramps wind up, flanked by a watercourse; finally there is a garden, shaded by a magnolia tree, typical of the Mexican climate zone.
At the end of Expo, the only items that will be demolished are the walking surfaces; everything else is completely recyclable. All the structures are secured with joints and screws, without welds, to achieve an itinerant pavilion for the future.

12 Giugno 2015 / / Stili

Il boho style, questo sconosciuto! Sarà un annetto ormai che lo sentiamo nominare qua e là, ma ancora non si capiva bene di cosa si parlasse, sembrava solo una confusionaria accozzaglia di oggetti strani… ora, con l’arrivo della nuova estate, è un fenomeno che non si può più ignorare. Volete che ve lo dica in parole povere? Il boho del Duemila non è altro che la rivisitazione un po’ hipster, un po’ chic dello stile hippie degli anni 70. E’ il nuovo etnico di lusso perchè, per quanto il suo scopo sia quello di sembrare un po’ trasandato ed eccentrico, è tutto studiato fin nei minimi dettagli!
 
Beh, inutile dire che anch’io, irriducibile amante della purezza scandinava, ne sono rimasta vittima… perchè, ancora non lo sapevate, ho anche un certo qual debole per l’Oriente (piccola confessione: sono anche una bellydancer!). Quindi ho deciso di lasciarmi sedurre e di proporvi qualche ispirazione a tema trovata su Dalani. Se non volete esagerare, il segreto come sempre è puntare sugli accessori, in particolare tessili, ceramiche e vetri: ovvero i punti forti dell’artigianato etnico. Le fantasie? Geometrie atzeche, arabeschi danzanti e fiori da geisha… scegliete il continente che preferite, basta che la parole d’ordine sia COLORE!

 
 
 
 
(post realizzato in collaborazione con Dalani – guest post)
12 Giugno 2015 / / Interiors

Caldo? Venite con Retrò, vi porto in montagna, a Valtournenche!
Sí, ma non in un posto qualsiasi: in uno splendido antico fienile tradizionale della regione della Valle d’Aosta.
Un’antica architettura rurale perfettamente recuperata secondo elevati standard che garantiscono la conservazione degli elementi fondamentali, realizzata con un piano portante in pietra locale e un livello superiore in legno massello: un gioco di incastri di travi, che costituiscono le pareti perimetrali del vecchio fienile.

Perché questo post?

Non certo per far pubblicità ai carinissimi ospiti Leo&Carla, gli artefici di questo prezioso recupero (che qui hanno dato vita alle Chambres d’Hotes dell’ Ancienne Bergerie), i quali non ne hanno affatto bisogno (anzi, perdonatemi ma terrei volentieri nascosta la scoperta di questo posto incontaminato, a 1.845 m di quota)…ma per mostrarvi quali calde atmosfere siano state create usando pochissimi elementi: legno, luce, tessuti.
In un posto del genere “si vince facile”, ma trovo che i proprietari abbiano avuto la delicatezza di mettersi all’ascolto di questa architettura e di farsi ispirare da essa, semplicemente (ma spesso è la parte più difficile) rispettando il contesto.
Tessuti tradizionali e lenzuola in candido cotone bianco per vestire il letto.
Il mini alloggio può ospitare tre persone, data la presenza di un letto matrimoniale e (nella stanza accanto, separata solo dalla struttura in legno del fienile) di un letto singolo e un angolo per la colazione.
Il bagno, sfruttato al millimetro, rispecchia l’essenza dell’alloggio: le pareti e pavimenti in legno, come nel resto degli ambienti. Bianco e legno dominano complementari, conferendo anche a questa stanza un rilassante clima accogliente e dando senso di ordine e pulizia. 
Tra le chicche, l’impianto elettrico “a vista” in terracotta, con cavi trecciati in cotone, assolutamente a norma e certificato, realizzato da sapienti artigiani toscani.
Imperdibile per chi vuole mantenere i dettagli con il sapore di una volta o per chi vuole preservare murature preziose!

E se ancora non vi basta, ecco come descrivono i proprietari le loro Chambres d’Hotes:
“una baita recentemente ristrutturata, lontano dagli itinerari consueti, pensata per chi ama il silenzio, la quiete e la natura incontaminata […]. Un’atmosfera sospesa nel sogno“.
Riguardando queste foto, non posso che dar loro ragione e pensare che il paradiso non deve essere lontano da qui!  😉
Antica dimora, alla conca di Cheneil, a breve distanza dall’ Ancienne Bergerie
Conca di Cheneil, nelle immediate vicinanze


#4zampesuimobili-arredaclick

DI COSA SI TRATTA?
#4zampesuimobili è l’ultimo concorso lanciato da ArredaClick che prevede lo scatto di una foto ad un animale domestico vicino ad un qualsiasi mobile di casa.

COME PARTECIPARE?

  • Scatta una foto al tuo amico a 4 zampe su un mobile di casa.
  • Decidi se vuoi partecipare al concorso su Facebook o su Instagram.
  • Per Facebook: invia la tua foto a concorso@arredaclick.com, aspetta l’email di risposta che ti conferma l’inserimento della tua foto nell’album dedicato al concorso creato appositamente sulla pagina Facebook ufficiale di ArredaClick. Invita tutti i tuoi amici a mettere “Mi Piace” alla tua immagine.
  • Per Instagram: condividi sul tuo account personale la tua foto utilizzando gli hashtag #arredaclick e #4zampesuimobili.
    Accertati che il tuo account personale sia pubblico e quindi visibile a tutti. Consigliamo di scrivere anche altri hashtag noti e utilizzati dalla community di Instagram per aumentare la possibilità di ricevere “Mi Piace”.
  • La partecipazione è gratuita e si svolge esclusivamente online.
  • Il termine ultimo per condividere le foto è il 30 giugno 2015.

CHI VINCE?
Saranno elette vincitrici le due foto (rispettivamente una su Facebook e una su Instagram) che riceveranno il maggior numero di “Mi Piace”.

COSA SI PUO’ VINCERE?
In palio due buoni Store Credits pari a € 100,00 da spendere sul portale e-commerce d’arredamento www.arreaclick.com
Un buono sarà assegnato al vincitore su Facebook, un buono al vincitore su Instagram.
Se la foto del vincitore raggiunge la soglia dei 1000 “Mi Piace” il premio raddoppia e verranno erogati 200 Store Credits.
I vincitori non riceveranno alcun compenso in denaro.

Per maggiori informazioni e per leggere il regolamento completo cliccare qui.

12 Giugno 2015 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
TR2 The Rooms è un accogliente e affascinante  hotel  situato sull’isola greca di Skyros, nell’arcipelago delle Sporadi.
L’imprenditore  Georgios C. Carabellas dopo aver scelto questo magnifico luogo per trascorrere le sue vacanze estive, ha deciso di ristrutturare due piccole pensioni nella città di Chora  per ricavarne un hotel davvero unico dove la tradizione artigianale si mescola al design contemporaneo creando un piacevole gioco di contrasti, sia all’interno che all’esterno.
L’intera struttura è circondata da uno spazio esterno di 400mq  ricco di alberi di fichi e palme  tra i quali si nascondono suggestivi angoli  relax arredati e decorati con la massima cura. I vecchi edifici condividono inoltre un patio comune  dove spiccano le bellissime piastrelle e il grande albero di limoni.
TR2 The Rooms è ideale per chi desidera trascorrere una vacanza in tutta tranquillità su un isola ancora incontaminata, senza rinunciare a comfort e design.  
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Per maggiori informazioni e prenotazioni